Home Bellezza Come Capire se sei Brutto

Come Capire se sei Brutto [Scala Bellezza 1 a 10]

318

La bellezza non è tutto, è l’unica cosa.” The Neon Demon

Come capire se sei brutto

Le bellezza, insieme al denaro, è forse la condizione più facilitante che possa esistere. Essere belli ti dà accesso a tutta una serie di vantaggi che sono preclusi al resto dei comuni mortali. Se la vita è un videogioco, si può dire che chi è bello la vive in modalità tutorial.
La nostra società occidentale contemporanea in particolare ha sviluppato ormai un’ ossessione per la bellezza. Tutti desiderano essere belli e circondarsi di bellezza. Nonostante ciò però le persone in genere non hanno le idee chiare sul perché una certa persona è definibile bella e quando giudicano bello un individuo si limitano ad elaborarne l’estetica in maniera inconscia e istintiva, riducendo il tutto a frasi banali come “A me piace”.
Ciò porta molti a credere che la bellezza sia soggettiva, e che uno abbia un’idea propria di bellezza.
La verità però è che le persone belle, così come quelle brutte, possiedono sempre specifiche caratteristiche che le rendono tali, e queste caratteristiche sono intersoggettive, ovvero mettono d’accordo praticamente tutti.
In questo articolo proverò a fare un elenco di quelle principali.
Non solo, ti spiegherò anche come capire come capire se sei brutto (o bello) e come trovare la tua posizione in una scala di bellezza da 1 a 10. L’articolo è indirizzato principalmente agli uomini, ma gran parte delle considerazioni (con le dovute precisazioni) sono valide anche per le donne.
Tuttavia, ci sono alcune premesse da fare:

  • L’estetica di una persona è ben più della somma delle sue caratteristiche. Bisogna anche analizzare come le varie caratteristiche si combinano ed armonizzano tra loro. La valutazione della bellezza è più un’arte che una scienza.
  • Non bisogna confondere attrazione con bellezza. L’attrazione dipende anche da fattori non estetici. I personaggi famosi ad esempio vengono percepiti più belli di quanto non siano, mentre sono solo più attraenti a causa dell’effetto alone dato dalla fama. Una donna nella media è enormemente più attraente di un uomo nella media a causa della differenza di selezione sessuale tra uomo e donna. Ciò non significa che sia più bella.
  • C’è sempre un margine di soggettività dato dalla maggiore o minore importanza che diamo a determinate caratteristiche rispetto ad altre.
  • La percezione della bellezza cambia a seconda di diversi fattori. Alcune caratteristiche belle sono prettamente biologiche e collegate a salute e fertilità, altre possono dipendere da cultura, moda o semplicemente gusti personali.
  • La bellezza va considerata in relazione all’età. Monica Bellucci era una bella ragazza ventenne e oggi è una bella signora cinquantenne. Ma oggi non ha senso valutarla confrontandola con le ventenni.
  • La bellezza dipende anche dalla razza. Tutte le razze e le etnie hanno i loro apici di bellezza, tuttavia esistono razze ed etnie mediamente più belle di altre. Non è razzismo, è un dato di fatto verificabile nella quotidianità. Basta anche solo guardare da dove vengono le donne più belle del mondo. Per non complicare troppo le cose prenderò in esame solo giovani adulti di razza caucasica, che sono i più rappresentativi dei lettori di questo blog.

Magrezza

Una bassa percentuale di grasso è una condizione necessaria (ma non sufficiente) per essere belli. La percentuale di grasso ideale per un uomo è intorno al 12%, mentre per una donna è intorno al 18%. Se si è in sovrappeso, bruciare il grasso in eccesso è la forma più semplice ed economica di miglioramento estetico. Quando si parla di dimagrimento la gente si focalizza sui progressi a livello del corpo e si sofferma sul modo in cui cambia la forma dei glutei e dei fianchi o la definizione degli addominali. Ma il grasso in eccesso va a distribuirsi anche sul viso alterandone i lineamenti, perciò dimagrire vi farà ottenere anche un volto più definito e di conseguenza più bello.

Proporzioni

Un viso bello è prima di tutto un viso proporzionato. Ciò significa che ci dovrebbe essere equilibrio tra gli elementi che lo compongono. Non sono molto fanatico di formule matematiche e indici vari, perché penso che l’occhio allenato di una persona dotata di senso estetico riesca facilmente ad accorgersi di ciò che rompe l’armonia senza bisogno di usare il righello.
Tuttavia, quando c’è da stabilire se un viso è proporzionato o meno, ci sono alcune misurazioni che vengono in aiuto a chi è alle prime armi . Una di queste è la suddivisione del viso in tre parti orizzontali, come mostrato nella figura sopra.

Ciascuna delle tre parti (terzo superiore, intermedio e inferiore) dovrebbe avere approssimativamente la stessa altezza. Meglio ancora se all’interno del viso è possibile disegnare tre rettangoli uguali, che hanno altezza pari a ciascuno dei terzi e larghezza pari alle distanze tra gli estremi della mandibola (diametro bigoniale), degli zigomi (diametro bizigomatico) e delle tempie (diametro bitemporale).

Un altro fattore abbastanza importante è il rapporto tra altezza e larghezza della faccia, che dovrebbe essere di circa 3 a 2. Un viso troppo lungo ti fa sembrare un cavallo, un viso troppo corto invece appare tondeggiante e infantile (non a caso è tipico del fenotipo alpino, che è uno dei fenotipi più neotenici).

Il soggetto 1 è il più proporzionato, il soggetto 2 ha la faccia troppo lunga, il soggetto 3 ha la faccia troppo corta

C’è poi il discorso simmetria. Dividendo la faccia a metà, la parte destra dovrebbe corrispondere quanto più possibile alla sinistra. Qui sotto alcuni esempi di celebrità che presentano alcune asimmetrie e un viso che “tira da una parte”.

Capelli

La calvizie è il cancro dell’estetica. Essa è associata all’invecchiamento e altera le proporzioni del viso. Il web è pieno di testimonianze di giovani che raccontano di come l’aver perso i capelli abbia totalmente distrutto le loro opportunità con le donne. Molti dicono di essere stati addirittura lasciati dalla fidanzata storica non appena la perdita di capelli è diventata impossibile da mascherare. Avere una testa con capelli folti e sani (possibilmente non grigi) e una bassa attaccatura è un’altra condizione necessaria per essere belli. Spesso si citano esempi di uomini calvi affascinanti come Bruce Willis e Jason Statham, ma si tratta in genere di personaggi famosi e che comunque avevano una buona base estetica di partenza. Essi rimangono attraenti nonostante la calvizie, non certo grazie alla calvizie. La stragrande maggioranza di chi lavora con l’immagine e viene colpita da calvizie fa subito ricorso a protesi tricologiche o trapianti. Sean Connery viene solitamente elencato tra i pelati affascinanti, ma quando interpretava 007 era costretto ad indossare la parrucca. Un James Bond pelato non è mai esistito.
La calvizie tuttavia non impatta su tutti gli uomini allo stesso modo. Generalmente si può dire che il danno estetico causato dalla calvizie è inversamente proporzionale alla mascolinità del soggetto colpito. Per cui gli uomini molto virili e mascolini riescono a reggere meglio la perdita di capelli, laddove invece individui come il principe William nella foto sopra ne escono completamente devastati.
I capelli sono un fattore “asimmetrico”. Averli non ti dà un grosso bonus, ma non averli ti penalizza fortemente.

Occhi

A sinistra abbiamo due esempi di occhi belli, intensi e penetranti, mentre a destra ci sono due occhi che presentano alcune criticità (borse, palpebra eccessivamente esposta, curvi ecc.) e danno una sensazione di pesantezza e stanchezza.

Gli occhi sono una parte cruciale nel determinare la bellezza di un viso, tanto che in passato ho dedicato un intero articolo alle caratteristiche degli occhi belli. In sintesi, gli occhi belli dovrebbero:

  • Avere una forma dritta, compatta e allungata (questo particolare è molto apprezzato soprattutto negli uomini, che per loro stessa natura hanno un taglio di occhi più allungato rispetto alle donne [1])
  • Non sporgere, essere ben incassati e protetti dalle ossa
  • Avere una minima esposizione della palpebra superiore e niente borse
  • Avere un’inclinazione neutrale (si dovrebbe poter tracciare una linea dritta che attraversa gli estremi di entrambi gli occhi) o meglio positiva, ovvero occhi che convergono leggermente verso l’interno.
  • Le sopracciglia non dovrebbero essere troppo distanti dagli occhi e avere un inclinazione neutrale o leggermente positiva

Occhi azzurri

Quanto al colore, c’è chi lo ritiene un fattore secondario rispetto alla forma. Probabilmente è così. Ma, a parità di forma, un occhio di un bel colore acceso e vibrante (verde o, ancora meglio, azzurro) è un discreto bonus.

Ossa facciali

Passiamo alle ossa facciali. In particolare mi soffermerò su zigomi, mascella e mandibola, che a livello osseo sono gli elementi più importanti per determinare la bellezza di un viso.

Zigomi

Gli zigomi sono un importante elemento di bellezza specialmente per le donne, che negli ultimi anni stanno ricorrendo a filler e impianti vari per aumentarne o modificarne le dimensioni (tutte che hanno le “ganasciotte”, dice mio padre). Molte ragazze comuni sono belle anche con zigomi poco pronunciati, ma le modelle professioniste strapagate hanno praticamente tutte zigomi ipersviluppati. [2]
Che si tratti di zigomi maschili, rettilinei e quasi spigolosi, o femminili, più curvi, inclinati e morbidi, gli zigomi dovrebbero essere alti e compatti, vicini alla zona occhi, alla quale offrono supporto. In caso contrario il volto appare stanco, pesante e i tessuti molli (soprattutto con l’avanzare dell’età) tendono a cedere.

Mandibola

Penso che la mandibola stia sicuramente nella top 5 delle caratteristiche più importanti. Soprattutto per gli uomini. Lo stereotipo dell’uomo vincente e coraggioso è indissolubilmente legato ad una mandibola dritta, forte e pronunciata. Mentre il debole, il codardo, è raffigurato sempre con una mandibola insignificante e un mento sfuggente.
Una mandibola robusta è sinonimo di virilità, di alto livello di testosterone, di forza e in generale di salute. Ma come dovrebbe essere una mandibola esteticamente gradevole?

Definita.
Lo abbiamo già detto al paragrafo sulla magrezza: un volto bello è un volto con poco grasso che fa risultare la struttura ossea, prima fra tutte quella mandibolare. Una mandibola bella è prima di tutto una mandibola ben delineata.

A trapezio. Ci dovrebbe essere un equilibrio tra il mento e i due lati della mandibola e ciascun elemento dovrebbe occupare la larghezza di un terzo del terzo inferiore. Un mento poco sviluppato rende la faccia a triangolo, mentre un mento eccessivamente sviluppato dà un effetto “lego”.

Il Soggetto A ha una mandibola perfetta, il soggetto B un mento troppo sviluppato, il soggetto C un mento poco sviluppato rispetto alla mandibola

Dritta e parallela. L’osso della mandibola dovrebbe essere quanto più dritto possibile. Mandibole curve danno un’impressione di debolezza, pubertà, scarso testosterone.

Entrambi uomini belli, ma la mandibola ben sviluppata di quello a sinistra fa un’incredibile differenza a livello estetico

Inoltre la mandibola dovrebbe essere quanto più possibile parallela al suolo.
Prendete Ryan Gosling. Di fronte il suo terzo inferiore risulta tutto sommato abbastanza proporzionato e attraente. Ma di profilo si nota chiaramente una mandibola decisamente troppo curvilinea e inclinata (che va di pari passo con un volto oblungo) . La sua mandibola traccia un angolo di quasi 30° laddove una perfetta inclinazione è intorno ai 10°.

Angolo goniaco (o goniale). L’angolo goniale è quello che si forma tra i due lati della mandibola, il corpo e il ramo.

Questo sembra essere un dettaglio molto apprezzato dalle ragazze, tanto che in rete girano meme come questo qui sotto in cui le groupie si divertono a tracciare le angolature dei loro bellocci preferiti.

L’angolo goniale ideale è intorno ai 110°. Importante anche che l’angolo goniale si trovi al di sotto della linea della bocca. Angoli goniali posizionati troppo in alto lasciano ben poco spazio allo sviluppo della mandibola.

Sviluppo in avanti. La mandibola ideale dovrebbe essere ben sviluppata in avanti. Il mento dovrebbe essere ben pronunciato (a tal proposito rimando al mio vecchio articolo sulla mentoplastica) ed essere in linea o addirittura sporgere oltre il ponte nasale.

Angelina Jolie si è rifatta la mandibola e si nota di profilo un netto avanzamento del mento rispetto alla linea del ponte nasale

Mascella

La mascella è l’osso che sta al centro del volto. Supporta i denti superiori e protegge il cervello dagli impatti. Quando si parla di bellezza è un osso sottovalutato, ma in realtà un suo corretto sviluppo è essenziale per raggiungere l’apice dell’estetica. I volti belli sono tutti volti ben formati e sviluppati in avanti, con mascella e mandibola che si estendono oltre la linea del viso (il reale valore della mascella si nota soprattutto nelle inquadrature di 3/4 e di profilo). Il vantaggio in termini di salute è piuttosto chiaro: maggiore sviluppo frontale significa un palato più largo e alto, quindi maggiore spazio per i denti, per la lingua e per le vie aeree.

Viceversa, disequilibri a livello mascellare creano forti inestetismi. Una mascella poco sviluppata fa sembrare la faccia piatta, o peggio concava. Un esempio di mascella poco sviluppata è quella dell’attore Vincent Cassel.

La faccia risulta piatta, il prolabio è arretrato rispetto al terzo inferiore e in generale si nota come il volto tenda a cedere (borse sotto agli occhi e rughe nasolabiali precoci)

Fisico

Contrariamente a quanto la gente di solito pensa, un bel fisico è dato dalle ossa prima che dal grasso e dai muscoli. Un bel corpo è un corpo che si regge su uno scheletro proporzionato, il che significa che ci deve essere una buona statura, ma soprattutto uno specifico rapporto tra gli arti e la cassa toracica.
Qual è la statura ideale? Ritengo che la statura ideale in Occidente per gli uomini sia compresa tra 185cm e 190cm (forse qualcosina in più) mentre per le donne tra i 175 cm e i 180 cm. Le miss Italia degli ultimi 10 anni ad esempio hanno una statura media di 176 cm. Molti in questi anni mi hanno chiesto sotto quale soglia un uomo comincia a perdere valore nel mercato delle relazioni. E’ difficile dare una risposta univoca perché la statura media varia con le zone geografiche e ciò che comincia ad essere basso in un luogo non lo è in un altro. Ad esempio, già solo considerando l’Italia, l’altezza media in Friuli è di 181 cm, mentre quella in Sardegna è di 174cm. Ciò significa che un uomo di 175 cm in Sardegna è in media, mentre in Friuli inizia ad essere sotto la media.

grafico che mostra la distribuzione delle stature di uomo e donna

Facendo un discorso un po’ più generale, riferendoci all’Occidente, possiamo dire che un uomo comincia a subire una qualche forma di penalizzazione quando è più basso di 170 cm e inizia ad essere discretamente penalizzato quando scende sotto i 165cm. Secondo uno studio il 90% delle donne ad esempio scarterebbe un uomo alto 164cm solo sulla base della sua altezza[3].
Per quanto riguarda il fisico, ho scritto in passato un articolo su qual è il fisico che piace alle donne.
Qui invece vorrei soffermarmi su due dettagli importanti per determinare come è fatto un bel fisico femminile:
-WHR (Waist-Hip Ratio) ovvero il rapporto fianchi-vita
-LBR (Leg to body Ratio) ovvero il apporto gambe-tronco

Si tratta di caratteristiche estetiche trasversali a tutte le culture, perché indicano fertilità. Nella donna viene preferito un rapporto tra fianchi e vita pari a 0.7 (la vita dovrebbe quindi misurare il 70% rispetto ai fianchi). [4]

Nel LBR le gambe dovrebbero essere decisamente più lunghe del tronco. [5] Nicole Kidman ha ad esempio un rapporto tronco-gambe pari a 1:1.4.
La statura femminile è importante proprio perché in genere le donne più alte sono anche quelle che hanno delle proporzioni ideali. Viceversa, le donne più proporzionate sembrano più alte.

Prendete Bianca Balti. Su internet c’è scritto che è alta 176cm. In un’ intervista ha però dichiarato di arrivare a malapena a 169-170cm. Quando lei è in gruppo con altre modelle si nota chiaramente che non è alta, ma quando è sola sembra molto più alta. Perché? Perché è molto proporzionata. Le modelle di Victoria Secret hanno probabilmente i corpi che più si avvicinano alla perfezione femminile: alte (177cm in media), bassa percentuale di grasso (circa 17%), gambe lunghissime e rapporto fianchi vita ottimale.

Naso

Tendenzialmente un naso ideale dovrebbe avere queste caratteristiche:

  • Essere quanto più dritto possibile (niente concavità o convessità)
  • Occupare 1/5 della faccia in larghezza
  • Avere un rapporto altezza/larghezza di 3 a 2 (coerentemente con le proporzioni di cui abbiamo parlato a inizio articolo)


Tuttavia è difficile definire un naso perfetto, perché il miglior naso è sempre quello che più si adatta alla conformazione del viso. In generale comunque gli uomini risentono meno dell’inestetismo di un naso importante, forse perché un naso grosso è comunque indice di mascolinità. Nelle donne invece è un difetto che viene perdonato molto meno, anzi spesso viene apprezzato il nasetto piccolo e concavo (il cd. “naso alla francese“).

due uomini attraenti ma dal naso discutibile

Alle donne invece vengono maggiormente perdonati occhi a palla e dalla forme strane, che non a caso sono caratteristiche prettamente neoteniche ( e comunque si possono mascherare con il trucco).

Salute generale e giovinezza

Ci sono poi altri fattori generici che includerei nella categoria salute e giovinezza, ovvero:

  • Denti (sani, bianchi e dritti)
  • Pelle (niente rughe, pieghe, acne, segni o imperfezioni)
  • Labbra (sane e piene)

Alfapercezione e betapercezione: il bonus cazzimma

Non riguarda propriamente la bellezza, ma penso sia giusto inserire anche un paragrafo sulla percezione, perché a parità di punteggio estetico ci possono essere significative differenze nel modo in cui una persona viene percepita (e di conseguenza trattata) in base ad alcuni dettagli.
Uno di questi è ad esempio il FWHR (Facial Width-Height Ratio), il rapporto tra l’altezza e la larghezza della faccia, che si misura attraverso un rettangolo che ha per base il diametro bizigomatico e per altezza la distanza tra la punta del labbro superiore e il ponte nasale. Alcuni però partono dalle sopracciglia, altri dalla parte superiore degli occhi, quindi a seconda dei criteri le misurazioni possono cambiare. Io preferisco il ponte nasale perché è fisso e quindi il FWHR non cambia a seconda delle espressioni (come invece accade con le altre misurazioni) però nei paper scientifici c’è di tutto.
Molti ragazzi che ho conosciuto negli anni e che lamentavano insuccessi in ambito sessuale non erano proprio così brutti. Tuttavia mancavano di quel quid che poteva farli apparire “sexy” agli occhi delle donne. Non avevano quella che i napoletani definirebbero la “cazzimma”, il piglio, la spregiudicatezza.

Una delle tante spiegazioni di questa mancanza di sex appeal può stare in un terzo intermedio poco compatto.
Molti studi evidenziano come ai volti maschili con alto FWHR venga in genere associata tutta una serie di specifiche caratteristiche quali dominanza, aggressività, inaffidabilità, tendenza al rischio e allo scontro ecc. Tutte caratteristiche che normalmente sono attribuite all’ormone maschile per eccellenza: il testosterone.
Benché gli studi che mettono in correlazione il FWHR con il testosterone al momento siano contraddittori, il FWHR sembrerebbe comunque essere una caratteristica dimorfica. In altre parole, gli uomini hanno mediamente un FWHR più elevato delle donne [6] Di conseguenza avere un FWHR elevato sarebbe indicatore di mascolinità. Ci sono diversi studi interessanti che mostrano come:

  • Gli uomini con un elevato FWHR hanno un maggiore successo riproduttivo [7]
  • Gli uomini con un elevato FWHR tendono ad essere preferiti per le relazioni a breve termine [8]
  • I CEO delle aziende più importanti tendono ad avere un FWHR più elevato della media [9]
  • I Presidenti della storia americana con la maggiore spinta al successo avevano un FWHR più elevato della media [10]

In generale gli uomini con un FWHR più alto tenderebbero ad essere sessualmente più attivi e più infedeli. Insomma, il tipo di uomo “farcisci e sparisci”. Non a caso, come ho fatto notare in un altro articolo sui due tipi di sesso, le donne non hanno problemi a riconoscere di essere attratte da uomini belli ma con FWHR medio/basso tipo Ryan Gosling o Richard Gere, mentre negano rigorosamente la loro attrazione verso uomini belli ma più testosteronici e dal viso più compatto come Brad Pitt. Instintivamente Ryan Gosling trasmette sicurezza e affidabilità e viene percepito come un uomo fedele e un buon padre di famiglia. Quindi, dicendosi attratta da Gosling, la donna, più che definire ciò che le piace, sta cercando di definire sè stessa (“Sono attratta da quel tipo di uomini, quindi sono una ragazza seria, mica una da una botta e via”).

Da notare come anche nel mondo del Cinema gli attori tendano a specializzarsi in ruoli congruenti con la percezione offerta dai loro volti. Così Chris Pratt e Arnold Schwarzenegger (1 e 2) che sono mascolini con un FWHR alto sono diventati protagonisti di film d’azione, mentre Hugh Grant (3) che è un belloccio a basso FWHR è diventato noto come corteggiatore timido e impacciato delle commedie romantiche. Jason Biggs (4), che è un normaloide a basso FWHR, da vent’anni è lo sfigatello delle commedie adolescenziali.

Scala Bellezza Maschile/Femminile 1-10

Sulla base delle caratteristiche appena elencate, vediamo ora di stilare una scala di valutazione che possa essere d’aiuto agli utenti che vogliono capire un po’ il loro livello estetico.
Purtroppo tutti i sistemi di valutazione che ci sono in giro hanno i loro limiti. Io credo che la miglior forma di valutazione si basi su tre criteri che lavorano in sinergia fra loro:
1) La classica scala 1-10
2) La gaussiana
3) La scala Likert

La scala 1-10 è quella più compresa dalla maggior parte delle persone, ed è quella più “appagante” per chi vuole votare o essere votato, ma a mio parere rimane quella più imprecisa. Le valutazioni numeriche lasciano un po’ il tempo che trovano. E’ sicuramente più importante capire il proprio aspetto, sapere come si viene percepiti e avere un quadro chiaro dei propri pregi e difetti che ricevere il numerino.

La gaussiana descrive la distribuzione delle valutazioni all’interno di una popolazione. Molte persone sono convinte che belli, brutti e normaloidi siano equamente distribuiti all’interno di una popolazione. In realtà non è così: la stragrande maggioranza della popolazione è composta da normaloidi che vanno dal 5 al 7, mentre una minoranza da brutti e belli. La distribuzione dei punteggi quindi segue una distribuzione “a campana”, un po’ come quella qui sotto che viene utilizzata per il quoziente intellettivo della popolazione.

La gaussiana ci aiuta principalmente per stabilire la collocazione dei normaloidi: quando un uomo è esteticamente nella media ha circa un 50% di uomini più belli di lui e un 50% di uomini più brutti di lui. Sta al vertice della curva. Il normaloide che sta a destra del punto estremo della curva e che quindi comincia ad essere più bello del 50% degli uomini (ma non abbastanza bello da arrivare al 7) lo definiremo normaloide di fascia alta. Viceversa il normaloide che sta a sinistra della curva sarà un normaloide di fascia bassa.

La scala Likert è quella che in genere viene utilizzata nei questionari e va da 1 a 5. Nel caso della bellezza si potrebbe utilizzare per chiedere quanto ti trovi d’accordo con l’affermazione “Questa persona è bella” e le risposte sarebbero:

  • Fortemente d’accordo (5)
  • D’accordo (4)
  • Né d’accordo né in disaccordo (3)
  • Disaccordo (2)
  • Fortemente disaccordo (1)

Comunque, per capirci, proverò a dare una definizione dei vari voti.

Voto 10 – 9 – 8 (Scala Likert 4-5)

Persone che stanno in cima alla piramide estetica

Il voto 10 rappresenta la perfezione ed è un voto che io non do mai perché nessuno è perfetto. Credo sia impossibile anche creare una persona da 10 al computer, perché il vantaggio dato dalla manipolazione delle caratteristiche fino a renderle perfette verrebbe annullato dalla sensazione di innaturalezza e fastidio che un volto troppo artificiale causerebbe. Un volto perfetto deve essere comunque umano, e quindi per forza imperfetto.

Un uomo o una donna da 9 possiedono la totalità o la quasi totalità delle caratteristiche descritte in questo articolo. Generalmente si tratta di persone che vivono grazie al loro aspetto, modelli di fama internazionale che sfilano per marchi di moda prestigiosissimi.
Un 8 è una versione meno estremizzata del 9.


Voto 7 (Scala Likert 4): il bello di provincia

Un 7 è un individuo che ha una predominanza di caratteristiche positive tali da farlo spiccare sopra la media, ma non abbastanza da porlo all’apice.
E’ quello che io definisco “il bello di provincia“. Il bello o la bella di provincia sono quelli che se vivi in un paesello di provincia sono considerati belli da tutti. Appena però vanno in un contesto più competitivo, come una grande città, o frequentano ambienti dove gira gente realmente bella vengono immediatamente ridimensionati.Questa foto sintetizza bene ciò che voglio dire. Tom Hardy è indiscutibilmente un bello, ma non appena viene messo vicino a due over 8 lo si scambia quasi per un loro fan.

La bella di provincia è quella che vince il concorso di bellezza a livello locale, ma tutto lì. In genere le vincitrici dei concorsi di bellezza locali sono intorno al 7, mentre ai concorsi nazionali trovi a volte qualche 8. In linea di massima comunque ai concorsi di bellezza non trovi ragazze realmente da 9 perché le vere belle vengono selezionate giovanissime e riempite di soldi dalle case di moda o fanno strada nello spettacolo in altro modo.

Voto 6 (scala Likert 3)

E’ il classico normaloide. Né brutto né bello, né caratteristiche particolarmente negative né particolarmente positive che fanno spiccare in una o nell’altra direzione. Generalmente esistono 2 tipi di normaloidi:
1) Il normaloide anonimo, cioè quello che ha tutta una serie di caratteristiche neutrali e intermedie e passa totalmente inosservato.
2) Il normaloide indecifrabile. Il punteggio di quest’ultimo è il risultato di caratteristiche positive e negative sommate tra loro.

Entrambi hanno lo stesso punteggio, ma a causa del peso soggettivo che le persone danno a determinate caratteristiche il secondo ha più probabilità sia di risultare un po’ più attraente della media, sia di risultare meno attraente. La percezione del primo è invece meno oscillatoria.

Il caso studio

Andrew Garfield a sinistra e Ben Barnes a destra

Un caso studio utile per capire la differenza tra un uomo in fascia 6 e uno in fascia 7 è quello di Andrew Garfield e Ben Barnes. Garfield in un’intervista raccontò di essersi vista negata la parte del principe Caspian perché “non abbastanza bello”. Al suo posto gli venne preferito Barnes.
E’ interessante perché i due sono quasi coetanei, hanno fenotipo simile (atlantid) tanto che potrebbero essere fratelli. Barnes però è più alto di 6 cm, a livello mandibolare-zigomatico è messo decisamente meglio e ha un taglio di occhi migliore, con un tilt positivo.
Garfield non è certo un brutto e Barnes non è bello in maniera impressionante, ma pochi singoli dettagli bastano per far la differenza tra un normaloide e uno che comincia ad essere percepito abbastanza bello per la parte di un principe.

Voto 5 (Scala Likert 2-3)

Inizia a sommarsi qualche caratteristica negativa e il soggetto è nella parte sinistra della gaussiana, ma rientra ancora nella fascia dei normaloidi.
Le foto delle facce non rendono forse bene la differenza tra i vari voti, perché poi conta anche il rapporto tra viso e fisico. Dal 9 a 3 generalmente non c’è un peggioramento solo dei tratti facciali ma anche del corpo, per cui persone nella media tendono ad avere anche stature medie ed essere mediamente in forma, laddove i belli sono alti e atletici e i brutti piccoli e cicciottelli (o rachitici, che è pure peggio).


Sub 5 (Scala Likert 1)

donna over 8 accanto a uomo sub5

Ad un punteggio pari a 4 o 3 (che è il punteggio minimo che mi sento di dare a soggetti senza particolari malformazioni) c’è una predominanza netta di caratteristiche negative.


Bibliografia
[1] Danel, Wacewicz et al. Sex differences in ocular morphology in Caucasian people: a dubious role of sexual selection in the evolution of sexual dimorphism of the human eye
[2]Mogilski et al. (2018) The Relative Contribution of Jawbone and Cheekbone Prominence, Eyebrow Thickness, Eye Size, and Face Length to Evaluations of Facial Masculinity and Attractiveness: A Conjoint Data-Driven Approach
[3]Stulp G, Buunka AP, Kurzband R, Verhulst S. 2013. The height of choosiness: mutual mate choice for stature results in suboptimal pair formation for both sexes. Animal Behaviour.
[4] Singh D. (1993) Adaptive significance of female physical attractiveness: Role of waist-to-hip ratio.
[5] Frederick (2010) The influence of leg-to-body ratio (LBR) on judgments of female physical attractiveness: assessments of computer-generated images varying in LBR
[6] Albert et al. (2021) Was facial width-to-height ratio subject to sexual selection pressures? A life course approach
[7] Loehr J, O’Hara RB. 2013. Facial morphology predicts male fitness and rank but not survival in Second World War Finnish soldiers
[8] Valentine KA, Norman PLI, Penke L, Perret DI. 2014. Judging a Man by the Width of his Face: The Role of Facial Ratios and Dominance in Mate Choice at Speed-Dating Events.
[9] Alrajih, Ward (2013) Increased facial width-to-height ratio and perceived dominance in the faces of the UK’s leading business leaders
[10] Lefevre et al. Facial width-to-height ratio predicts achievement drive in US presidents

Advertisement
Sottoscriviti
Notificami
guest

318 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Frikkio
Frikkio
1 mese fa

Gran parte delle italiane che consideriamo bellissime, Miss Italia e attricette comprese, sono in realtà belle di provincia. Non eccellono

Patrick
Patrick
1 mese fa

Ciao Red, articolo da applausi! Purtroppo credo che l’unico vero indicatore di bellezza sia rendersi conto se sei invisibile (7) alle donne. Ciò è abbastanza chiaro e valutabile da ognuno di noi: Quanto ho scopato nella mia vita? E se ho scopato, con quali donne (voto 4, 5, 6, 7)…
Quindi ragazzi/uomini, non perdete troppo tempo a capire che voto attribuitvi, bensì fatevi una delle domande appena menzionate e avrete la risposta!
Un caro e grande abbraccio a te Red!

Donald Trump, ou L'Optimisme
Donald Trump, ou L'Optimisme
30 giorni fa

Continuo a credere che i dettagli non siano così significativi se la figura d’insieme ci risulta attraente.
Del resto, non esiste un metro per misurare l’espressività di uno sguardo, il fascino delle rughe sul viso di certi uomini, la pucciosità invitante di una ragazza bruttina ma dolcissima. Sono questi le caratteristiche tangibili che rendono attraenti una persona, non tanto le cose misurabili, secondo me.

Per non parlare poi del fatto che ognuno abbia le proprie preferenze individuali, le quali vanno filtrate attraverso le strette maglie di ciò che è effettivamente possibile ottenere.

RedCiccio
RedCiccio
30 giorni fa

Grazie a questo articolo riesco ad inquadrarmi meglio,anche se purtroppo l’ho capito quasi subito di fare schifo, quando in tutta la vita nessuna ragazza ti ha mai dato validazione (anzi neanche transazione) capisci di non essere il massimo. Mai nessuna che ti cerca,che si mostra interessata a te, che ti faccia un complimento ecc… E’ anche vero che sono timido e ho fatto pochi tentativi in vita mia, pero’ non credo che cambierebbe molto. Amici/conoscenti (anche alcune ragazze), mi dicono sempre che non sono brutto, che mi manca la ”cazzimma”, che devo essere sicuro di me, meno depresso ecc… ma porca tr**a, scambiamoci viso e voglio vedere come vi sentireste sicuri di se’, poi se fossi bello potrei essere inetto quanto mi pare ma tanto rimorchio comunque, e poi tra questi conoscenti ci sono pure bellocci che mi dicono che rimorchiano per la loro personalita’/carattere, si certo voglio proprio vedere se sareste cosi sicuri di voi se ognuna vi scarta e non vi si fila da quando siete nati a causa della mascella/mandibola poco pronunciata e il naso dinarico.

Paradiso Perduto
Paradiso Perduto
28 giorni fa

Oggi sul nostro giornale locale si parlava di una 22 enne che, tre anni fa, le è stato rifiutato un ingresso agevolato a Gardaland in quanto non sufficientemente invalida.
La sua invalidità? Aver perso una gamba da piccola.
Indipendentemente da chi abbia ragione, io vorrei soffermarmi sul fatto che, nel frattempo, la ragazza in questione si è sposata ed ha avuto una figlia (era fotografata assieme alla piccola)
Impressionante come nel ambito delle relazioni, soprattutto con il sesso opposto, una mascella, un brutto naso, bassa statura o acne, siano più invalidanti per un maschio di un arto amputato per una femmina!

sospetto
sospetto
30 giorni fa

mancano secondo me da mettere i denti, una dentatura perfetta come minimo ti dà mezzo punto buono a prescindere, pochi ce la hanno davvero ideale
se hai denti messi male puoi tranquillamente perdere un punto o più, senza contare che la posizione della mandibola dipende da loro, quindi danno multiplo
se notate gli ex tossici hanno la faccia “scavata” perché hanno dovuto togliere i denti che sono diventati marci e quindi le guance vanno in dentro, è un vero svuotamento della bocca
una cattiva dentatura poi può essere causa più o meno diretta di altre asimmetrie in quasi tutte le altre zone della faccia

rudy
rudy
26 giorni fa

purtroppo non ho lo sbatti di valutarmi esteticamente in maniera autonoma, né mi piacerebbe mettere foto su internet per ricevere un voto (anche se potrebbe essere utile).
Mi rendo conto che però sarebbe davvero liberante sapere una volta per tutte di essere CESSI. (nel mio caso secondo me siamo sul 5 scarso).
Avere questa certezza ti dà il superpotere di sapere esattamente cosa le donne cercano da te.
Quella vocina che ti mettono in testa fin da piccolo: “non sei brutto, sei un tipo!” è la rovina di molte persone. Se si è cessi c’è un intero genere (quello femminile) che sfrutterà le tue carenze affettive per arricchirsi, scroccare e sistemarsi.
Non ci sono sé e non ci sono ma.
Appena superate le scuole medie bisognerebbe che i ragazzetti più brutti venissero messi al corrente della loro bruttezza e dei pericoli estremi del credere nell’amore e nell’interesse femminile verso di sé.

Ma se ci pensate, non è la natura stessa a metterci in testa di essere fighi, farci incastrare dalla prima scroccasushi pensando che sia ammaliata dalla nostra capa pelata e figliare? Poi se stiamo male sti cazzi. abbiamo portato avanti la specie, che è l’unico motivo per cui la natura ci degna di questa vita di merda.

Henri de Toulouse-Lautrec
Henri de Toulouse-Lautrec
1 mese fa

Sigh 🙁

ExIlluso
ExIlluso
25 giorni fa

Basta iscriversi ad un app di dating. Se vieni contattano dalle ragazze sei bello. Se devi darti parecchio da fare per ottenere ogni tanto una ragazza mediocre sei normaloide. Negli altri casi sei brutto.

Last edited 25 giorni fa by ExIlluso
Stevenson
Stevenson
1 mese fa

Che avevo poca mascella già lo sapevo …
Che sono carente con il cazzimmo lo scopro adesso.
Dai anche i voti su singoli casi concreti (previa produzione di foto)?

Manuel
Manuel
1 mese fa

Molto interessante. Non avevo mai visto un articolo così preciso ed esaustivo sull’ argomento.
Sono d’accordo su tutto, ovvero mi sembra tutto molto convincente.
Tuttavia, l’unico elemento che non riesco a capire, ma per una mia incapacità, in quanto uomo, a valutare certi aspetti, è proprio il discorso del fattore FWHR per il sesso maschile.
Personalmente trovo più ” bello” un uomo con un fattore FWHR basso ma proprio perché ciò conferisce un’aspetto più “femminile” e quindi più “gradevole” ( come i giovani Keanu Reeves o Di Caprio, per esempio..).
Probabilmente le aziende si fidano di più di coloro che hanno un fattore FWHR alto.
Ma ciò può essere considerata bellezza o solo mascolinità?
E le donne cosa preferiscono?
È stato giustamente già scritto, in questo blog, che dipende pure dal periodo storico: in tempi difficili le donne preferiscono gli uomini più ” mascolini”, invece in tempi di vacche grasse il modello di bellezza tende più al femminile.
Ultimamente, infatti, mi sembra che vada per la maggiore l’uomo con un fattore FWHR minore e lo stesso Hugh Grant è stato sempre preferito ad Arnold Schwarzenegger.
Non è un caso che le donne preferiscono da sempre le commedie sentimentali ai film d’ azione e probabilmente anche gli uomini da commedia agli “eroi di guerra”.
Certo, in questo caso, si entra più nell’ambito di ” ciò che piace” piuttosto che sulla bellezza oggettiva.
Però mi sembra che il fattore FWHR metta un po’ in discussione il concetto di ” bellezza” maschile. Sicuramente una donna con un fattore FWHR elevato è poco attraente, ma lo stesso fattore rende pure l’uomo bello o solo più mascolino?
Forse la bellezza è solo donna, o comunque femminile, chissà…

Scatola
Scatola
1 mese fa

Un sogno essere 5.

Unutente
Unutente
1 mese fa

Ciao Red, una curiosità. Un Marco Crepaldi (che, non so se lo sai, talvolta cita questo sito nelle sue dirette e lo ha anche citato nel suo libro) che punteggio estetico potrebbe avere? Secondo me lui si sente belloccio, ma tale percezione a mio avviso gli è data dallo status raggiunto e dall’altezza. Di viso, per quanto posso capirne io, dovrebbe essere un 6 – 6,5, perché ha un viso piuttosto anonimo.
In ogni caso gli articoli sull’estetica sono illuminanti, perché non avevo mai fatto caso agli aspetti che rendono un viso più attraente rispetto ad un altro e ho potuto anche autovalutarmi meglio.

flyingsoul
flyingsoul
1 mese fa

Concordo in linea generale con l’articolo, ma vorrei fare alcune precisazioni, in particolare pe la bellezza femminile: il rapporto ideale tra fianchi e vita è di 0.67 e, oltre al rapporto tra di essi, è estremamente importante l’inclinazione della zona pelvica che idealmente dovrebbe essere 45°, questo sempre perché, parlando di fertilità, è l’angolo ideale per partorire. Non a caso su instagram tutte le ragazze accentuano questa inclinazione del fondoschiena, proprio per apparire più attraenti. Per quanto riguarda gli occhi, il cantal tilt positivo è sinonimo di predatore (se si osserva questo nel regno animale), per questo risulta più attraente, paradossalmente in entrambi i generi. Un cantal tilt negativo è quasi sempre un difetto, anche nella donna. un po’ come la calvizie nell’uomo, devono esser compensati con qualche altra caratteristica.

Inoltre hai fatto bene a precisare la differenza tra bellezza oggettiva e scientifica, perché questa varia in base al contesto. {No link esterni}

Chicco
16 giorni fa

Io mi ritengo un 5, a volte un 4.5. Ho 48 anni fatti a fine ottobre, però ho qualche caratteristiche estetica positiva fortunatamente.
Innanzitutto ho i miei capelli tutti in testa e lunghi, ho una buona genetica di conservazione.
A 48 anni dimostrò almeno 15 anni di meno, e questo me lo dicono tutti. Compreso le donne che nel tempo mi hanno rifiutato.
Molte mi hanno proprio detto che i capelli lunghi, e il dimostrare meno anni, sono le uniche cose che mi salvano dall’essere catalogato come mostro.
Quindi sono un cesso come tanti, che consolazione….🤣.
In fondo tratti belli e brutti, non di rado convivono in una stessa persona, senza però farne un bello per forza di cose.
La cazzimma non mi manca, ma essendo sub 6, per effetto alone viene vista in modo negativo, come qualunque altra caratteristica du un uomo in media o sotto.
In fondo si sa, non conta ad personam ciò che fai o sei. Ma le caratteristiche dei tratti facciali.

Enrico
Enrico
29 giorni fa

Come la classificheresti in bellezza l’attrice Angela Sarafyan?

sospetto
sospetto
21 giorni fa

Rimetti l’altra immagine di prima in copertina, ti prego 😢 😭

Pietro
Pietro
17 giorni fa

Secondo me il paramentro FHWR non è così indicativo della mascolinità del volto come invece hai scritto qui. Infatti nelle valutazioni che stai facendo su facebook c’è una donna con FHWR pari a 2 (mi sembra Emma Watson, ma potrei sbagliarmi) cioè lo stesso di Brad Pitt. Anzi, alle volte mi capita di vedere volti rotondi, larghi, o addirittura grassi che non hanno niente di mascolino ma avrebbero un buon FHWR. Che ne pensate? Sarebbe opportuno introdurre altre caratteristiche per valutare la mascolinità di un volto?

Antonio
Antonio
1 mese fa

In merito allo scheletro/corporatura, tanto per fare un esempio, se nasci non questo fisico non c’è palestra o miglioramento che tenga. Nel 2022, salvo vincita alla lotteria o altissimo status, secondo voi quante possibilità hai di trovare una donna?

Sarebbe interessante sapere quanto secondo voi la bellezza (per un uomo) è genetica e quanto può incidere il miglioramento tramite chirurgia/palestra. La mia opinione è che la bellezza è al 99% genetica.

Per le donne lo sappiamo, vivono in GodMode purché pesino meno di 120 kg.

aranz.jpg
Tiziano Alberti
Tiziano Alberti
29 giorni fa

Ci tengo a condividere una mia esperienza del passato. Cono scevo un ragazzo di 2 o tre ann più vecchio di me che sembrava pierino porco spino, ma nonostante l’aspetto bizzarro (eravamo negli anni 17975/1977 aveva ragazze di notevole bellezza (non era ricco, nemmeno povero) l’ultima volta che lo vidi poi presumo sia morto di cirrosi era assieme a una bella ragazza che penso avesse dai 10 ai 15 anni meno di lui sembrava sempre pierino porco spino ed era ormai sulla 50ina. A suo tempo quando ero giovane 15/17 anni gli chiesi il segreto del suo succsso e lui ammise di nnon essere lui a fare qualcosa ma le donne che lo sceglievano. Questo sono io all’età di 17/20 anni

232245607_2994456080824066_4615294899160133892_n.jpg
Giulietto
Giulietto
1 mese fa

Ciao Red, ottimo articolo! Volevo aggiungere una cosa: che ne pensi, come feedback oggettivo, e quindi poi in base a questi numeri dare una valutazione da 0-10, considerando i match su tinder?

So che che il test può dirsi valido solo in una grande città, prenderei in considerazione praticamente solo Roma e Milano.

Esempio pratico: tizio mette foto fatte bene in cui vengono ben viste tutte le caratteristiche positive e negative che hai ben elencato nell’articolo, dopo di che si valuta quanti match riesce a fare nel giro di 2 giorni.

Sotto i 5 match: voto inferiore al 6

Tra i 5 e i 10 match: voto tra il 6 e il 6.5

Tra i 10 e i 20 match: voto tra il 6.5 e il 7

Tra i 20 e i 30 match: voto tra il 7 e il 7.5

Tra i 30 e i 40 match: voto tra il 7.5 e 8

Da qui in poi inizia la god mode, probabilmente se in 2 giorni su tinder fai più di 40 match non ti chiedi che voto sei.

Nameless
25 giorni fa

Vorrei opporre una critica riferita dell’affermazione che le donne più belle del mondo provengano dai paesi Nord-europei. Secondo me, il fenotipo (e quindi la provenienza) favorito dipende principalmente dall’etnia del giudicante. I caucasici, come si presume che siano per statistica la maggior parte dei lettori qui, trovano più attraenti le persone di etnia caucasica, e così vale per le altre etnie. Il fatto che la maggior parte delle modelle riconosciute come migliori a livello mondiale sia Nord-europea non è indice di bellezza universale di queste ultime, bensì di quanto la nostra società sia ancora impostata su un modello caucasico-razzista, ovvero come i target ai quali si rivolgono le modelle siano generalmente di media-alta fascia economica (solitamente quindi bianchi caucasici).

Giacomo
Giacomo
1 mese fa

Molto interessante, lo avessi letto a 19 anni avrei apportato qualche correttivo al mio volto! 😀
In base a quanto esposto, io mi posso definire un normaloide sul lato destro perché mi salvano l’ altezza di 1.90 e il fisico. Invece la mia ragazza sta ben sopra il 7 per via di un volto in linea con le caratteristiche elencate, dei bellissimi occhi celesti e un corpo armonioso, unici difetti il naso un po’ grande, e le gambe “pesanti” perché molto muscolose (vedi quelle delle Victoria’s Secrets che sono i tipici steccchini) , che le hanno impedito di provare a fare la modella ma a me piacciono.

Nexus
Nexus
28 giorni fa

ma roba da matti 😆 queste assurdita si vedono solo in Italia! post cosi, convincono sempre piu uomini e donne ce per scopare o avere una storia, devi essere un modello o un divo del cinema,pieno di soldi…in nessun paese evoluto funziona cosi, un tedesco/olandese medio puo avere una vita sessuale serena e normale, perche lassu c’e’ una cultura diversa, basta torturarsi perche si pensa di non essere belli abbastanza,un po di amor proprio! queste assurde regole nei paesi dove si cucca valgono in genere solo per i ricchi e vip, la gente comune se ne frega abbastanza! alla fine meglio mostri per cio che si e davvero, e magari ti apprezzano di piu!