Home Dinamiche Sociali Attrazione “Sono attratta dai ragazzi che mi fanno ridere”: Gilbert Gottfried risponde

“Sono attratta dai ragazzi che mi fanno ridere”: Gilbert Gottfried risponde

104
Gilbert Gottfried
Traduzione di un articolo di Gilbert Gottfried (1955-2022) per la rivista Playboy, Gennaio 2014. Gottfried è stato per quasi 20 anni ospite fisso del Saturday Night Live. In Italia è conosciuto perlopiù come attore nella serie della piccola peste.

“Voglio un ragazzo con il senso dell’umorismo”

Una volta stavo parlando con questa tipa, e lei continuava a ripetermi quanto adorava Jerry Seinfeld. “E’ il ragazzo più divertente sul pianeta”, mi disse. “Ogni battuta che fa mi fa urlare dalle risate”. Essendo una persona curiosa, le chiesi se, avendone l’opportunità, sarebbe andata a letto con Jerry Seinfeld. “Oddio no”, mi rispose senza neanche pensarci. “Solo perché penso che sia divertente non significa che voglio andare a letto con lui”. Bene, investigai, cosa ti fa venir voglia di andar a letto con un ragazzo? E te lo giuro, la prima cosa che uscì dalla sua bocca fu “il senso dell’umorismo”.
Con le donne è una specie di cosa Pavloviana. Chiedi loro cosa cercano in un uomo e più spesso che non ti risponderanno “Qualcuno che mi faccia ridere”.
Ma sono qui per dirti, da uomo che si è guadagnato da vivere con la comicità per più di tre decadi, che le donne dicono un sacco di stronzate.
Essere divertente (e di tanto in tanto sono stato divertente) non mi ha mai fatto scopare in vita mia. Sono sicuro lo troverai scioccante. “Vuoi dirmi che Gilbert Gottfried non deve costantemente allontanare le donne con un bastone?”, ti starai sicuramente chiedendo. Beh, le sto decisamente allontanando. Le sto allontanando ogni notte. Infatti, voglio smettere di scrivere questo articolo ora così posso tornare ad allontanare.
Il fatto che io spenda così tanto tempo ad allontanare dovrebbe dirti tutto ciò che hai bisogno di sapere. Se le donne fossero realmente attratte dal senso dell’umorismo, passerebbero sopra Johnny Depp per andare da Jay Leno.
Scanserebbero Ryan Gosling dalla strada per afferrare le grandi chiappe di Larry the Cable Guy.
Non è che ovunque ci siano donne che si svegliano nel mezzo della notte, sudate per un altro sogno erotico, e urlano “Shemp!“.[Si riferisce probabilmente a Shemp Howard, famoso comico americano ndr.]
Ma il mito resiste. Ricordo di aver letto un’intervista alla modella Rachel Hunter, e stava spiegando perché aveva sposato Rod Stewart, un uomo 24 anni più vecchio di lei. Disse (parafrasando) “Rod Stewart è la prova vivente che un uomo può far ridere una donna fino alla camera da letto”. Beh, sì, certo, sono sicuro che le sue battute erano tutto ciò che ci voleva. Quelle e l’essere una delle più ricche e famose rockstar del mondo. Ma no, è stata totalmente la sua disinvoltura con intelligenti poesie umoristiche che le ha fatto cadere le mutandine per un vecchiaccio con le macchie sulla pelle.
Agli uomini viene costantemente detto che una buona personalità è l’unica cosa che importa alle donne. “Se sai farla ridere non importa il tuo aspetto”. Conosco questa ragazza che si vanta di essere attratta dai ragazzi un po’ nerd. Ma è comunque andata a letto solamente con un vero e proprio fior fiore di rockstar di bell’aspetto. Lei è una modella (certo), e ha lavorato per un giorno a qualche film con George Clooney.
Mi disse “Non ero così impressionata dalla sua celebrità, e non pensavo che il suo aspetto fosse tutto questo granché. Ma era genuinamente divertente.” Cazzate! Se non fosse stato bello o famoso nessuno avrebbe notato il suo senso dell’umorismo.
Come quelle donne che affermano di avere una cotta per Woody Allen o Larry David. Se ti piace un tipo alla Larry David, ne trovi ovunque.
Vuoi un ebreo pelato con gli occhiali e un acerbo senso dell’umorismo, potrei sistemarti senza problemi. Però guadagnano 7.25$ l’ora insaccando verdure da Whole Foods. Io posso solo parlare per esperienza personale. A quanto ne so, altri comici hanno più figa di un veterinario. Ma non io. Non ho groupie. Non ho mai avuto una ragazza che fosse venuta da me dopo uno spettacolo a dirmi “E’ il pezzo più divertente che abbia sentito. Voglio scoparti e succhiarti tutta la notte.” Quello non accade. Ho avuto alcune occasioni. Per le quali intendo completi fraintendimenti sul mio ruolo. Ci sono state alcune volte in cui una ragazza mi ha approcciato dopo uno show per dirmi quanto fossi divertente e subito dopo mi ha chiesto “Cosa fai stasera?”. E io rispondo “Niente”. E lei dice “Vuoi uscire a fare qualcosa?”. E io rispondo sì perché sono positivo riguardo a quel “qualcosa”. Intendo, seriamente, chi invita un estraneo a “fare qualcosa” dopo le 2 di notte se ciò non implica che uno di noi (o entrambi) andrà dal medico la mattina dopo? Ma quindi, invariabilmente, lei dice “Fantastico, lo dirò al mio ragazzo. Anche lui viene con noi”.
Forse non mi credete. Forse pensate che ci sia comunque speranza. “Se solo potessi essere più Gottfried-esco”, starete pensando, “avrei più fighe di un agente dei servizi segreti in Colombia”. Prima di tutto, grazie del complimento. Secondo, sei un pazzo delirante. Tanto vale che tu prenda consigli dietetici da Kirstie Alley. Ma se vuoi realmente un mio consiglio, eccolo.
Se una donna sta ridendo a tutto ciò che dici, sta già pianificando di fare sesso con te. Questo è quanto. Le tue battute non devono essere così buone perché lei non le sta realmente ascoltando. Se sta pianificando di venire a letto con te, riderà. E se non lo sta facendo, non verrà. Fine della storia. Quindi, se vuoi usare l’umorismo per portarti a letto le donne, ecco cosa hai bisogno di fare. Trova una donna abbastanza disperata da venire a letto con te. Poi tutto ciò che dirai sarà oro umoristico. Cadrà dalla sedia in preda all’isterismo come se tu fossi uno dei fratelli Marx.
E non è tutto ciò che oggi una donna cerca, un uomo che le ricorda un varietà di cento anni fa? Ogni diciottenne là fuori, la prima cosa che dice riguardo ad un ragazzo che trova attraente è “E’ divertente come i fratelli Marx. Intendo quando stavano alla Paramount, non quando sono passati alla MGM e stavano ascoltando Irving Thalberg.” Penso sia abbastanza ovvio che sono aggiornato sulle donne moderne.
Vuoi la fredda dura verità? Il senso dell’umorismo non serve a nulla. C’è un solo segreto per essere attraenti al sesso opposto, e lo dividerò con te oggi. Il mio limitato successo con le donne non è dovuto alla mia adorabile personalità o all’ abilità di far battute a tempo. L’unica ragione per cui io ho mai convinto una donna a venire a letto con me è il mio enorme cazzo. Scusa.



Forse ti interessa: Perché i comici sono spesso brutti

Advertisement
Sottoscriviti
Notificami
guest

104 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Donald Trump, ou L'Optimisme
Donald Trump, ou L'Optimisme
23 giorni fa

Quando si tratta di smerdare sulla semantica, le donne sono imbattibili.

Quando le donne dicono di volere un uomo che le faccia ridere, quello a cui si riferiscono è un uomo che abbia bassi livelli di nevroticismo e che quindi sia incline ad un atteggiamento estroverso e scanzonato. Quello che sottintendono è un uomo che susciti in loro emozioni positive, non uno che le faccia ridere.

Il genere di umorismo che funziona con le donne:
Lei: ‘sono vegetariana’
Risposta: ‘Anche io! Non perchè amo gli animali… Ma perchè mi stanno sul cazzo le piante.’

Quando parlano di senso dell’umorismo si riferiscono a battute di questo tipo, non all’umorismo vero e proprio che trae invece origine dalla sublimazione dell’amarezza.

Stevenson
Stevenson
23 giorni fa

Pensate solamente a Benny Hill, il piú grande comico inglese di tutti gli anni ’70-’80!
Da giovane, ha chiesto a 2 donne di sposarlo, ma lo hanno mandato a spendere entrambe!
È morto solo come un cane…
Peraltro “buttato via” pure dal sistema, che negli anni ’90 giá lo accusava di fare una comicitá di grana grossa e maschilista!

Boucaneer
Boucaneer
23 giorni fa

Le ragazze che “voglio uno che mi faccia ridere” alla fine sono sempre le più scialbe, incapaci di ammettere persino a sè stesse che quello di cui hanno bisogno in realtà è qualcuno che le faccia bagnare.

Antipocrita
Antipocrita
23 giorni fa

Avere senso dell’umorismo e saper far ridere una donna è utile a farvela portare a letto solo se lei vi trova di base attraenti.

La teoria LMS sta SEMPRE alla base dei rapporti uomo-donna. Non si scappa. Mai.

Poi ok, gli allocchi che ancora danno retta a cosa DICONO le donne ignorando (volutamente o meno) cosa FANNO, credono ancora a quello che queste ultime gli dicono “la personalità conta più dell’aspetto estetico” oppure “il senso dell’umorismo è tutto”. E via di blupill a vita.

Paradiso Perduto
Paradiso Perduto
23 giorni fa

Essere troppo simpatici è l’ammissione (involontaria) di non essere riusciti a fare nulla nella vita…
Nel ormai lontana primavera del 2000, un mio compagno di scuola, ruppe erroneamente una banconota cercando di infilarla nella macchinetta delle merendine.
Niente di strano, in questo, sarebbe potuto capitare anche al premio Nobel per la fisica, ma lui, invece di starsene zitto, girava con la banconota strappata autodefinendosi “stupido” davanti agli altri, giusto per farli ridere.
Questo era considerato uno sfigato, a scuola.
Non faceva attività sportiva, non giocava coi videogiochi, non suonava uno strumento o qualche tipo di corso…
Da qui si capisce che l’unico modo che aveva per allacciare una relazione con gli altri, specie con le ragazze, era umiliarsi il quel modo per apparire almeno simpatico!
Un altra volta prese paura perché era uscito improvvisamente la parte del computer in cui venivano infilati i CD ROM, e allora giù con la battuta “pensavo che fosse un qualche strumento per uccidere”….
Inutile dire che nessuna ragazza l’ha mai guardato, neanche da lontano.

Manuel
Manuel
23 giorni fa

Confermo tutto quanto è stato scritto nell’articolo. Far ridere non serve a nulla, anzi, il tipo che piace di più è spesso anche il musone taciturno che, tradotto nel linguaggio femminile, diventa ” il misterioso interessante”…
Nella mia esperienza personale ho imparato a capire che quando una donna ride anche per le mie battute mal riuscite, che sono il primo a riconoscere come poco divertenti, vuol dire che ci sta, ovvio che è così…
A volte mi è capitato che molte donne reagivano ridendo a quelle che non erano neanche vere battute o trovavano interessanti delle sconcertanti banalità che dicevo.
Semmai credo che il Woody Allen possa piacere in un secondo momento, quando la relazione è già cominciata. Un uomo meno aggressivo, più insicuro ed autoironico viene visto spesso come più malleabile e più disposto ad accettare relazioni lunghe.
Anche perché se una volta sposati non la butti a ridere e non vedi il lato comico della vicenda, oggi l’alternativa sarebbe solo buttarsi al fiume…

Night Driver
Night Driver
23 giorni fa

Cosa ampiamente risaputa (almeno tra i lettori di queste pagine), ma ribadirla non fa male. Va a rimarcare la linea guida “Non guardare quello che una donna dice, ma quello che la donna fa”. Il tipo certo rischia, esponendosi così tanto su un media mainstream, specie in questi tempi in cui per essere messo alla gogna mediatica, perdere i contratti lavorativi e magari finire in tribunale basta far sentire “offesa” qualche categoria.

In inglese chiamano “virtue signaling” (ostentazione di virtù credo sia una traduzione che rende) questo atteggiamento in cui a parole si privilegiano la personalità, l’umorismo, la pulizia, la serietà eccetera, omettendo invece quei fattori che, se si dice apertamente che li si prende in seria considerazione, portano ad essere definiti “superficiali”. Io ultimamente sono stato definito superficiale perché ho detto chiaramente, in una tavolata, che non sarei interessato a conoscere da zero, in un’ottica di mettermici assieme, una ragazza calva. Non ho detto che se avessi già una ragazza, e questa avesse qualche sfortuna, la lascerei, ho detto solo che non sarei interessato ad avere un appuntamento con una ragazza calva che non conosco. Ero in un contesto di amici di vecchia data, completamente “asessualizzato”, quindi non mi interessava far colpo su nessuno, chiaro che in altre circostanze questa cosa non la avrei detta.

Le persone dicono sempre “mi deve far ridere”, o cose simili, non vogliono essere etichettate come superficiali, ma, una volta preso atto di questo, dare chissà quale valore a quello che dicono, finché sono cose positive su di sé, è piuttosto ingenuo. Invece, se qualcuna dice qualcosa di negativo su sé stessa, magari per vantarsi, perché pensa che sia positiva, per sembrare eccezionale o per darsi delle arie (“i miei ex li facevo impazzire”, “quando mi arrabbio perdo la testa”, “se ce l’ho con te te la faccio pagare” eccetera), conviene invece prenderla molto seriamente, e non sminuire la cosa pensando che stia esagerando, o “con me non si arrabbierà mai, io sono diverso dai suoi ex”.

Anonimo
Anonimo
23 giorni fa

Beh…mi sa tanto di scoperta dell’acqua calda questo concetto però….perfino nei film di Edwige Fenech e Lino Banfi la figona alla fine la dava al belloccio e non al personaggio comico protagonista del film…..

rudy
rudy
23 giorni fa

svariate volte mi son trovato nella situazione di avere accanto una donna anche abbastanza fregna che ridesse tantissimo alle mie battute.
Mi ricordo di giornate intere con una fregna incredibile in biblioteca, in università. Lei rideva anche a cosa oggettivamente non così comiche, tanto che più volte le chiesero di abbassare la voce. La cosa andò avanti per mesi, io illuso che questa pendesse dalle mie labbra e anche i miei bluepillati amici dicevano “vi vediamo bene insieme”. Poi scoprii che era fidanzata con un mezzo chad al paese, e mi disse molto tranquillamente “ti adoro perché mi ricordi un mio amico che mi fa ridere come te”. Dopo poco tornò al paese e a malapena rispondeva sui social.
A volte è solo un rapporto utilitaristico. Non c’è neanche il desiderio di mettersi con uno ricco o in carriera, le serviva solo un giullare per qualche mese, forse per distrarsi dal chad che non la cagava abbastanza.

Il Monsignore
Il Monsignore
23 giorni fa

L’altra leggendaria frase è senza dubbio “voglio un uomo intelligente”, senza sottovalutare il classico sempreverde “se è intelligente sa farmi ridere” o viceversa “se sa farmi ridere vuol dire che è intelligente”, la fusione finale, che rende la stronzata una stronzata al quadrato.
Naturalmente le donne ci credono davvero, perchè l’effetto alone farà risultare sempre i belloccioni più intelligenti e/o più simpatici di quanto non siano. Altrimenti, se proprio si ha a che fare con dei musoni, si giustificheranno con “il fascino del tenebroso”. Tutte frasi fatte che nascondono l’unica verità: prima si seleziona in base all’aspetto, poi si giustifica la scelta con una delle mille giustificazioni possibili.
Giustficazioni, peraltro, manco necessarie, utili solo alle donne stesse per farsi passare da pie contessine romantiche, quando l’uomo in generale non ha alcun problema a dirti di essersi chiavato una scema solo perchè ha un bel culo.
Un po’ come se le donne stesse si raccontassero una storia, prigioniere di sensazioni ingannevoli.
Il ragazzo simpatico, inoltre, si porta dietro la nomea di “simpatico” in alternativa a “bello”. Quante volte avrete sentito dire: “Non è un bel ragazzo, ma è molto simpatico!” o “Non è bello, ma ti fa tanto ridere!”. Se parlano di te come “simpatico” vuol dire che di certo non hai un aspetto memorabile, per cui sono vani i tentativi di venderti che certe tue amiche possono adottare.
“Ti presento un mio amico, è simpaticissimo”, nel loro linguaggio è già un partire col piede sbagliato, e sono le prime a non rendersene conto! Incredibile.

Martino90
Martino90
21 giorni fa

Un pò off topic ma sarebbe da fare un articoletto, o comunque qualche spunto, sul fatto del 24-enne che stava in chat con persona di 64 anni e poi si sono ambedue suicidati, dopo servizio delle iene..mi sembra abbastanza indicativo di cosa può capitare negli ultimi 20 anni nei rapporti tra sessi, che in soggetti fragili provocano disastri…ambedue i soggetti con problemi e fragilità certo, ma ambedue con ottima probabilità con traumi ricevuti da donne nei loro percorsi di vita.

Last edited 21 giorni fa by Martino90
Mourinho
Mourinho
6 giorni fa

Se per scopare bastavano le qualità che dicono le donne a parole, tipo simpatia, oratoria, ambizione e tutte le altre stronzate, non voglio essere presuntuoso ma avrei dovuto avere un bodyguard a proteggermi dai loro assalti. La verità come sempre ribadita qua sul blog è che queste sono tutte stronzate. In realtà il principio della red pill era già stato ampiamente documentato fin dal 1830 dal filoofo sthendal nel suo trattato sull’amore. Secondo sthendal infatti la cosa più importante di cui si preoccupano le donne prima di venire con voi è quello che penseranno le amiche di loro. Pertanto prima di instaurare una relazione con voi la prima preoccupazione di una donna è se dopo avervela data potrà fare la bella e la coatta con le amiche oppure no. Se potrà vantarsi ve la darà altrimenti sarete out. Non è forse questa l’essenza stessa della redpill?

Discobolo
Discobolo
23 giorni fa

La penultima frase riassume la piu’ pura verita’, che e’ qualcosa che abbiamo avuto davanti almeno una volta.

Se una ragazza e’ attratta dal un bel ragazzo ed e’ interessata a farci qualcosa di piu’ che una conversazione “rompighiaccio” di 30 minuti, si mettera’ a gongolare e a sorridere anche se quello si mette a recitare il calendario di Frate Indovino.

Vice-versa, da ragazzo non bello (un 7 scarso quando ero palestrato) ma estroverso e con un certo senso della verve, tante volte mi sono accorto che fare l’istrione mi procurava magari qualche minuto di attenzione, qualche pacca sulla spalla e magari qualche scambio di paroline. Poi, verso fine serata, la tipa andava immancabilmente verso il bel tenebroso che fino ad allora se ne era stato in un angolo a bere superalcolici e mangiare anacardi, e attaccava bottone. Spesso il tenebroso nemmeno la cagava di striscio.

Alessandro Ferdindo Arconte
Alessandro Ferdindo Arconte
23 giorni fa

Facendo lo strònzo ho scopato qualcuna a differenza dei cuck che portano ancora i fiori e i cioccolati perugina, mi fanno pena.

Nick The Quick
Nick The Quick
20 giorni fa

Regola: le donne pensano una cosa, ne dicono un’altra e poi ne fanno una terza.

Spesso i tre piani sono completamente scollegati.

Volete ‘conoscerla’ nel minore tempo possibile? Fate quattro chiacchiere con i suoi genitori, separatamente (il babbo è il più importante).

Pier Paolo
Pier Paolo
12 giorni fa

Sintesi dell’articolo (molto veritiero secondo me): se vuoi chiavare, o sei bello, o sei ricco, o sei Rocco

Central Scrutinizer
Central Scrutinizer
19 giorni fa

La frase più importante di tutto questo articolo: “le donne dicono un sacco di stronzate.” Contano più i fatti delle parole. Noto che invece molto spesso si concede troppa importanza alle parole.

gabriel
gabriel
22 giorni fa

Questa cosa che le donne cerchino un uomo con il senso dell’umorismo e che le faccia ridere, mi sembra per lo più un americanata, un falso mito della cultura ottimista americana. In Italia non ho mai sentito dire nulla di simile dalle donne, tra le caratteristiche che ritengono sessualmente attrattive, mai, neppure da quelle politicamente corrette..

Pietro Franchi
Pietro Franchi
22 giorni fa

La domanda che mi pongo è se addiritrura le donne sappiano far ridere. Tranne casi rarissimi dove qualche comica sa far sorridere, almeno in Italia le NP fanno letteralmente pena a fare le battute. Manco a dire che non sono brave sulla satira o il dark, pure nella comicità nazional popolare sono pessime

Prendete Aurora dei The Jackal: l’hanno spacciata per comica, ha follower su follower che la reputano il nuovo talento della comicità femminile ed è andata a fare un provino per un programma lo scorso anno e ha fatto pena

E non credo avesse portato al provino in RAI il suo peggior materiale di repertorio. Era il migliore. E faceva pena!

Antonio
Antonio
17 giorni fa

Red devi assolutamente fare un articolo sulla serie americana you are not the father, in pratica é uno show dove dei bambini vengono sottoposti ad un test del DNA per scoprire se il fidanzato/marito é effettivamente il padre del bambino…e nella maggior parte dei casi si scopre che il bambino é frutto di un tradimento.Roba da farti accapponare la pelle

Last edited 17 giorni fa by Antonio
Lucrezio
Lucrezio
23 giorni fa

Il succo si può riassumere con un esempio pavloviano:

Il bel faccino è lo stimolo naturale (o incondizionato) che fa bagnare le d. (riflesso o risposta incondizionata).

“Farle ridere” è uno stimolo NEUTRO cioè ininfluente per farle bagnare.

Associando un bel faccino, “Farle ridere” si trasforma in stimolo condizionato cioè abbatte la barriera anti-zoccola e fa bagnare le d. (provoca un riflesso condizionato uguale a quello naturale provocato dallo stimolo naturale).

Mourinho
Mourinho
4 giorni fa

Comunque io credo che questa storia dell’ipergamia non sia dovuta tanto ai social o alle app di dating ma allo sdoganamento della pornografia. Pensateci 20 anni fa le donne non ne avevano praticamente accesso mentre oggi con due click possono sognare di stare nel letto con rocco siffredi. Questo è il vero male. Ormai la vostra pariestetica anche se è un cesso a pedali preferisce ficcarsi qualche stano oggetto vibrante e sognare di farsi un pornoattore con la tartaruga piuttosto che un uomo vero con la panza. Forse posso sembrare esagerato ma credo che dietro lo sdoganamento del porno e la continua venerazione dei media per le regginette di onlyfans ci sia un vero e proprio piano satanico. Ormai tutte quelle con cui parlo stanno pensando di farsi onlyfans. Il 90%. Mi dicono cosa c’è di male a vendere le foto dei miei piedi?
Sarò antico ma io rivoglio una società fondata sui valori cattolici nella quale onlyfans è completamente bandito, vietato, messo fuori gioco. Al contrario rivoglio i bordelli aperti. No al sesso virtuale si al sesso reale.