Home Redpill Chi è il ”Normie” in Italiano?

Chi è il ”Normie” in Italiano?

12

 

Normie
Normie

Normie: Cosa Significa

Nella community redpill anglofona viene spesso fatto utilizzo, sia nei forum che nei meme,  del termine normie, il cui significato italiano però sembra non essere ben chiaro a tutti.
In effetti “normie” è un derivato di “normal”, cioè normale, e definire la normalità è sempre complesso.
Molti tendono ad interpretarlo come “uomo medio”, persona nella media, ed è già un inizio ma secondo me non basta perché con questa definizione si rischiano di fare alcuni errori.

Ci ho riflettuto un po’ e direi che in italiano, l’aggettivo che calza meglio per normie è sicuramente conformista.

Il normie è il conformista, è un gregario, uno che segue le logiche del gregge.
Il normie è quello che più tende ad omologare il proprio pensiero, comportamento e abitudini al contesto sociale in cui vive.
Questo lo rende per certi versi il cittadino perfetto, perché i suoi comportamenti sono prevedibili e quindi è facilmente controllabile e questo offre un enorme vantaggio soprattutto in una società consumistica in cui c’è una forte produzione di massa.

La donna è mediamente più normie dell’uomo, tende ad adattarsi e a scendere a compromessi con più facilità e ad essere più conformista dell’uomo.
I belli tendono ad essere mediamente più normie dei brutti, anche se non c’è necessariamente un legame tra l’estetica e la condizione normie.

Ci possono benissimo essere brutti che sono normies e belli o normaloidi che non lo sono.

Il normie tende generalmente ad avere poco senso dell’ironia e dell’autoironia, tende a prendere un po’ la vita com’è senza riflettere troppo.
E’ poco analitico e riflessivo, di conseguenza è tendenzialmente blupillato.
Ha scarsa propensione tecnologica, compra Apple anche se non è la marca con il miglior rapporto qualità /prezzo (ironicamente il motto di apple è “think different”, l’opposto di ciò che fa il suo acquirente medio), i suoi interessi difficilmente sono di nicchia, tende un po’ ad avere le passioni che ha la gente comune e spesso le coltiva anche piuttosto con superficialità.
Gli interessi normie da donne sono principalmente i vestiti (o accessori), i viaggi e il sushi; gli interessi normie da uomo sono il calcio, i motori e la figa.

L’umorismo normie è generalmente molto banale e fa leva sui bisogni fisiologici delle persone e sui loro vizi e difetti. Ad esempio, a cosa serve la data di scadenza sul barattolo di nutella??ahahahahahahahah
I normie scherzano sul mangiare, sul dormire, sull’essere annoiati, sulla loro pigrizia e invece prendono seriamente le battute più argute (lo abbiamo già detto che i normie non hanno senso dell’ironia?)
Qui sotto un tipo di battuta che farebbe scompisciare un normie.

umorismo normie

I Normie in un Grafico

La curva di Rogers che descrive il processo che porta gli individui ad adottare una determinata innovazione tecnologica direi che si può applicare benissimo anche per l’argomento che stiamo trattando ora.

All’inizio abbiamo gli innovatori, ovvero quelli che aprono la strada alla diffusione di una tecnologia.
Poi c’è un gruppo di pionieri, una piccola minoranza di persone particolarmente recettiva alle nuove tecnologie che inizia ad adottarle.

Poi arriva la massa.

Ecco, questa massa sono i normie. Alla fine arrivano i ritardatari, di solito i vecchi con una propensione alla tecnologia davvero minima.

Normie
Normie

Se ci pensate internet agli inizi era uno strumento di nicchia per pochi nerd, ora invece lo usa chiunque.
Gli acquisti su internet all’inizio li facevano pochi pionieri perché gli altri non si fidavano (il normie tende ad essere diffidente un po’ verso tutto, tranne verso i veri pericoli) mentre ora li fanno un po’ tutti.

I Normie sono quelli che hanno investito in bitcoin a fine 2017, quando
il prezzo era già alto e poco prima che tornasse a scendere.

Il discorso è applicabile non solo alle tecnologie ma anche alle idee o alle filosofie.
Mi viene in mente ad esempio il mondo PUA, del quale io mi posso considerare un pioniere.

All’inizio in pochissimi conoscevano i metodi pua, erano community semisegrete su internet.
Poi c’è stata sempre una maggiore diffusione, sempre più gente ha pensato di guadagnarci sopra, sempre più furbetti hanno aperto forum e siti cercando di attirare il maggior numero di utenti tramite i motori di ricerca e alla fine sono arrivati cani e porci, prima dell’inevitabile collasso.

Se prima i metodi di seduzione erano un interesse di nicchia, alla fine sono diventati mainstream, a disposizione di qualunque pischello volesse cercare su google “come piacere alla mia compagna di banco”.

Chiaramente un po’ tutti siamo normie, chi più chi meno, chi in un settore e chi in un altro.

Io ad esempio ho l’interesse piuttosto comune del cinema, ma ho anche quello dell’antropologia fisica, che è considerata una disciplina per svalvolati mentali (come in effetti io sono).

Voi tutti miei follower al momento siete dei pionieri per quanto riguarda la diffusione delle idee redpill, ma sono sicuro che in molti altri settori sarete anche voi dei normie.

C’è in fondo anche chi è normie non tanto per omologazione, quanto perché  è proprio lui che è fatto così.

E voi, siete più normie o più controcorrente? Se vi va, elencate un po’ di mentalità, idee, abitudini, tecnologie che secondo voi sono tipicamente normie in questo periodo.


Forse ti Interessa:

 

Sottoscriviti
Notificami
guest
12 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Marioz
Marioz
1 anno fa

Alcuni normie ho visto che lo traducono con "normalone"

Van
Van
10 mesi fa

Parlando di conformismo e anticonformismo(premetto che dico la "mia" opinione, che potrebbe distaccarsi dal modo di vedere di altri).
Esistono categorie che credono di essere anticonformiste, ma sono più "normie" delle altre.
Chi va a un concerto metal dicendo: io ascolto solo metal, il resto fa schifo, mi vesto "solo" di nero, gli altri sono tutti fighetti. (anche se non lo pensa) è estremamente normie(nel suo ambiente)
Chi ripete a pappagallo tutto quello che dicono gli altri, idem.
Alcuni sono convinti di non esserlo, solo perchè appartengono a un "conformismo" diverso rispetto ad altri.
Secondo me, il vero anticonformista è quello che se ne frega di quello che pensano gli altri(entro certi limiti ovviamente). Va una serata di latino americano con la maglietta metal se ha voglia di farlo(è un esempio per assurdo), anche se è l'unico e verrà guardato male da diverse donne "normie". Esce con una comitiva di radical chic e se lo ritiene giusto parla di diritti dei lavoratori. Esce con una comitiva di tassisti e dice che è a favore della liberalizzazione delle licenze(rischiando anche di avere rigata la macchina). Esce con persone immigrazioniste e non ha paura di dire che è contrario.
Non solo essere anticonformisti a volte esclude da alcuni ambienti, ma mette anche a rischio la persona(di essere picchiata, offesa, derisa, attaccata, di essere vista come un intruso) mentre il "normie" inserendosi maggiormente nel contesto sociale è più protetto dal gruppo.(però rischiando meno impara anche meno, dire qualcosa che sai già che gli altri approvano significa fare un pochino "il pupazzo"). L'anticonformista si mette più in discussione(nel bene o nel male).
Ovviamente non dico che chi non è conformista debba "contraddire" per forza gli altri.. (l'estremo opposto), solo che l'anticonformista vero(e ne esistono pochissimi), si lascia influenzare meno.
Può capitare spesso che uno poco conformista piaccia a donne poco-conformiste mentre venga visto "malissimo" dalle normie.. Lui stesso trova estremamente noiose le donne normie di solito.
(Per come lo vedo io) a volte risulta un rompiballe.. spesso quelli più conformisti trovano dei giochetti per "farlo uscire", perchè rischia di dire cose "scomode" per gli altri, non uniformandosi alla massa che lo circonda. Chi di noi frequenta "tanti ambienti diversi" se non è un totale ipocrita, che si trasforma (ogni volta) a seconda del contesto, un pochino "controcorrente" si sarà trovato ad esserlo almeno una volta. Dico senza eccessi.

Van
Van
10 mesi fa

P.s: ho fatto volontariamente alcuni esempi estremi.. .
Ovviamente esiste il dress code e anche la persona "meno conformista" si pone dei limiti, questo a scanso di maleinterpretazioni vorrei dirlo.(non ce ne sarebbe bisogno)
Ho fatto l'esempio del modo di vestire:
Se ascolta 5 generi di musica diversi.. non si abbiglia ogni sera in modo diverso.. (sarebbe anche poco credibile). Pur vestendosi in modo ovviamente (almeno accettabile), non si vergogna a mostrare una sua "parziale" diversità di vedute rispetto agli altri che frequentano la stesso tipo di serata. Del resto moltissime persone che conosco che ballano(anche ragazze) ascoltano altri generi musicali..
è troppo comodo chiamarsi "anticonformisti" quando uno frequenta "solo" ambienti nei quali tutti fanno quello che fai lui, dicono le stesse cose.. e la pensano come lui.
Dico questo perchè in alcuni ambienti esiste la falsa convinzione per la quale chi si distingue dalla cosiddetta "massa" è anticonformista, senza considerare il "gruppo" maggiormente frequentato.
Esistono tanti conformismi diversi, nella società moderna.
Alcuni "gruppi" minoritari, religiosi, ideologici, o altro.. si comportano proprio come delle "sette". Non ho mai conosciuto persone tanto conformiste(nel modo di pensare e di agire) come in questi "piccoli gruppi".

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

Conformisti sono i PUA, le femministe, gli alfieri del politicamente corretto, i mondialisti ('cittadini del mondo' e feccia simile), i tifosi di calcio, i cucki, quelli che vanno al mare a luglio e agosto e quelli che nel 2020 ancora guardano la televisione.

Marco
Marco
1 anno fa

Le donne normie sono fissate col sushi non tanto per via del suo sapore, ma perché è, secondo le donne normie, uno status symbol che permette loro di apparire "intelligenti e mentalmente aperte", pure se ormai si trovano ristoranti giappocinesi ovunque. Un po' come la brodaglia di starbucks. Inoltre, con le offerte che fanno col sushi, la donna normie può sempre azzerbinare lo zerbino di turno che nel vano tentativo di portarsela a letto pagherà lei il cosiddetto "all you can eat", facendola rimpinzare come una scrofa, ma lui resterà col portafogli vuoto, la bocca asciutta e soprattutto le palle piene, senza poterle svuotare nella sua figa. Idem per il viaggiare, che dalle donne normie è preferita come occasione per zoccoleggiare.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Le donne sono tutte normie, nel senso che seguono la società e il parere comune, sono animali sociali molto più di noi uomini che (solo in qualche caso) viviamo per le ideee. Se fosse per loro saremmo ancora all'età della pietra.