05/12/18

Esistono 3 Tipi di Uomini Secondo le Donne (Sì, ci sei Anche Tu!)


8 Uomini su 10 non Sono Veramente Attraenti per le Donne

Gli uomini hanno in media meno possibilità di trovare un partner sessuale rispetto alle donne e questo penso che nessuno in buona fede possa negarlo a meno che non sia un completo stupido.

Non a caso sono per la quasi totalità uomini quelli che ricorrono al sesso mercenario e sicuramente alcuni potrebbero benissimo trovare ragazze disposte ad andare a letto con loro gratuitamente, ma la maggioranza lo fa per necessità.
Anche in questo gli uomini si distinguono dalla minoranza di donne che paga e che lo fa non tanto per avere un qualsiasi rapporto sessuale (non ne avrebbe bisogno) ma per averlo con uomini di alto livello.

Vedi: Perché gli Uomini Vanno con le Prostitute?


Anche il cd. fenomeno incel è qualcosa che riguarda quasi totalmente gli uomini,  dal momento che una donna, anche se brutta, ha comunque la sua razione di pretendenti e il problema è casomai se siano sufficientemente attraenti per lei, non se ci stiano ad avere un rapporto sessuale

Mi viene da ridere quando qualcuno chiede agli incel la dimostrazione del fatto che le donne siano privilegiate in ambito sessuale:  la stessa evidenza che esiste un "problema incel" e che ciò riguarda prettamente gli uomini è la dimostrazione!

Le ragioni di questo disequilibrio sessuale tra uomini e donne, come abbiamo già visto più volte (scusatemi se spesso mi ripeto ma non tutti i lettori di questo blog sono abituali, la metà di loro sono nuovi utenti e molte cose ancora non le conoscono) è da ricercarsi in 2 fattori:
  1. La differenza di selezione sessuale tra uomini e donne, che per ragioni biologiche vede le donne molto più selettive (vedi: ipergamia e poligamia)
  2. La libertà sessuale post '68, che ha permesso alle persone di effettuare la selezione sessuale del punto precedente senza limiti di sorta (ad. esempio la pressione sociale a sposarsi) lasciando indietro gli uomini che rimangono sotto gli standard selettivi delle donne.
E' tutto sommato facile constatare come ci sia un divario enorme di opportunità tra gli uomini, più difficile invece quantificare tale sproporzione.
Questo sarà oggetto delle prossime righe.

Il Principio di Pareto


Il Principio di Pareto afferma che la maggior parte degli effetti è dovuta ad un numero ristretto di cause, e direi che si può benissimo applicare alle dinamiche sociali seduttive.
In questo caso le donne (gli effetti) risultano attratte da un numero ristretto di uomini (le cause).

Il Principio di Pareto è anche detto "Legge 80/20" perché generalmente si stima che l'80% degli effetti sia attribuibile ad un 20% di cause.
Non è tuttavia una regola fissa, talvolta le percentuali possono essere ripartite diversamente, anzi molto spesso è così e ciò dipende da tutta una serie di fattori di tipo anagrafico, culturale, ambientale ecc.

Ad esempio la percentuale di uomini che riesce a scopare senza problemi in adolescenza è decisamente inferiore al 20% (e probabilmente anche al 10), mentre dopo i 30/ 35 anni bene o male tutti riescono a trovare una donna.

Nel Sondaggio sui partner sessuali che ho fatto in passato l'età media era di 26 anni e il numero di donne avute era pari a 5 ma solo il 26% circa aveva ottenuto un risultato superiore alla media mentre circa il 15% aveva avuto rapporti con un numero di donne pari a più del doppio della media.

Facendo un bilancio tra le due percentuali si arriva a un 20% circa di uomini con una vita sessuale decisamente sopra la media e la legge 80/20 sarebbe perfettamente applicata.

Un altro studio interessante è quello condotto anni fa da OkCupid.
OkCupid è un sito di incontri che in Europa non è molto utilizzato ma negli USA è piuttosto popolare.

Io ci spesi parecchio tempo intorno al 2012-2013 e devo dire che era davvero ben fatto.
In particolare aveva una funzione (poi stranamente rimossa) che permetteva agli utenti di far valutare le proprie foto e i voti erano piuttosto attendibili perché la singolarità del sistema di valutazione stava nel ricavare il voto estetico indirettamente.

In pratica si chiedeva al votante di scegliere la più bella tra due foto e il voto finale veniva dato in base a quante volte una foto veniva preferita alla altre.

Per un periodo OkCupid pubblicò molte delle statistiche riguardanti i suoi utenti e ce n'è una in particolare che ci interessa in questo articolo e riguarda la percezione che le donne in chat hanno degli uomini. Lo potete vedere nella tabella qui sotto.

OkCupid "Your looks and Your Inbox" 2009
Come potete osservare (e come era ovvio aspettarsi) le donne vengono valutate dagli uomini secondo una gaussiana quasi perfetta, quindi la maggior parte delle donne sta nella media e le belle e le brutte sono in minoranza.

Le donne in chat invece tendono a sottovalutare notevolmente gli uomini arrivando a dare un punteggio inferiore alla media alla maggior parte di essi.

Anche qui, se provate a sommare le percentuali di quelli votati sotto la media, noterete che siamo intorno al famigerato 80%.

3 Tipi di Uomini

Il top 20% comprende ovviamente uomini che, secondo la teoria LMS, hanno i più alti livelli di bellezza, denaro e status e che sono comunemente definiti come Alpha.
 
Ma anche qui occorrono alcune distinzioni, perché a seconda dell'età, del contesto sociale e di molti altri fattori cambia l'importanza che le donne danno ai singoli fattori della triade.

Più si è giovani ad esempio e più l'aspetto fisico conta, mentre tale fattore lascia spazio alla sicurezza economica man mano che la donna invecchia e si deve sistemare; In Europa Occidentale l'aspetto fisico conta molto di più rispetto all'Europa dell'Est, e via di seguito con un lungo elenco di casistiche.

Gli alpha sono quindi quelli che possiedono in maggior misura le caratteristiche attrattive ricercate dalle donne in un determinato ambiente e hanno un elevato potere contrattuale.

Chi sono invece gli altri?

Sono la seconda (o spesso anche terza o quarta) scelta delle donne.


Si tratta dei cd. "beta", i quali non hanno ampia varietà di possibilità, sono costretti a subire le scelte femminili e a prendere ciò che passa il mercato. Per avere una vita sessuale sono costretti quasi sempre a impegnarsi in una relazione a lungo termine perché le trombate non impegnative sono riservate solo agli uomini top.

Sulla base di questo presupposto possiamo suddividere questo 80% in 2 ulteriori categorie:
  • quelli che comunque ogni tanto trovano qualche donna decente
  • quelli che non trovano praticamente nulla oppure donne non attraenti
I primi sono i classici uomini nella media e corrispondono alla maggioranza della popolazione, diciamo un 60% di uomini definibili come "medioman".


Con i tempi che corrono anche loro non se la passano molto bene finché sono giovani, devono comunque mettersi di impegno per avere una donna decente.
La concorrenza qui è molto elevata, basta molto poco per migliorare o peggiorare la propria condizione e in questo caso anche la personalità può diventare un fattore determinante.

Qualcuno di questa categoria può anche arrivare ad accumulare un notevole numero di partner sessuali, ma difficilmente si tratterà di ragazze di elevata qualità.

Nella maggior parte dei casi per avere una vita sessuale in giovane età si devono fidanzare con pariestetiche o con tipe più brutte.
La cosa però non è così scontata perché viviamo in una società dissoluta che promuove il libertinismo sessuale e sono sempre più le ragazze che rifiutano di impegnarsi in una relazione a vent'anni perché vogliono godersi la pazza vita da single, e state tranquilli che se una è single e pensa solo a divertirsi l'uomo medio non lo calcola proprio.
Ne consegue che il medioman è costretto a trovarsi dei passatempi (e andare a prostitute, il cerchio si chiude) per far passare i suoi anni migliori in attesa di sistemarsi con una pariestetica che nel frattempo se l'è spassata con i più fighi.

Vedi: l'Uomo Medio è Felice?


Rimane poi un ultimo 20% di uomini definibile come incel, ma anche qui la stima è molto approssimativa, dal momento che, come detto all'inizio, dopo una certa età più o meno tutti riescono a sistemarsi e parlare di incel diventa una forzatura perché gli ex incel si riversano nella categoria precedente e si mettono insieme agli scarti degli scarti (come sono gentile oggi).
Però, come detto sopra, sempre meno donne si impegnano in relazioni a lungo termine quindi in futuro sarà più probabile vedere medioman che diventano incel piuttosto che il contrario.

In pratica quindi abbiamo queste 3 categorie finali:

  1. Gli Alpha, che sono quelli al top e se la spassano con l'80% delle donne più attraenti. Sono la prima scelta delle donne. Certo, c'è competitività anche fra loro ma in misura notevolmente più ridotta. La società è fatta su misura per loro, sono praticamente gli unici uomini che hanno tratto vantaggio dalla liberazione sessuale.
  2. I Betacuckold, medioman che sgobbano e dalla società non hanno nulla a parte una fidanzata usata dagli alpha (se sono fortunati), che non è propriamente "attratta" da loro e che devono spesso mantenere. Il loro livello di felicità è largamente determinato dalla capacità di accontentarsi di quello che gli capita, ma troppo spesso quello che ottengono è così mediocre che devono faticare non poco per autoconvincersi di essere felici e sentirsi in pace con loro stessi.
  3. Gli Incel, che sono l'apoteosi della sfiga. Le energie richieste per trovare una ragazza decente sono eccessive rispetto al vantaggio ottenibile e quindi spesso questi soggetti semplicemente preferiscono levarsi dal mercato sessuale e dedicarsi ad altro (videogiochi, calcio ecc.). Sono parecchio (e giustamente) frustrati e incazzati ma di loro non frega nulla a nessuno perché sono appunto lo scarto e non hanno potere contrattuale

Questa è un po' un'analisi approssimativa della popolazione maschile, anche se chiaramente la vita non è quasi mai bianca o nera ma presenta diverse sfumature di grigio.
Le varie categorie elencate sono a loro volta frazionabili: quelli che entrano a malapena nella categoria alpha hanno una vita molto più simile al top dei beta, e inoltre fra le categorie c'è molta liquidità e non è insolito passare da una condizione all'altra anche più volte, però quello che volevo far capire con questo articolo è che dal punto di vista seduttivo gli uomini possono essere ordinati gerarchicamente, e quelli che stanno in cima arraffano le donne a quelli che stanno sotto e che se la pigliano nel didietro.

E voi, a che categoria appartenete?

Forse ti Interessa:

loading...

24 commenti:

  1. Incel truecel
    Maledetti normie

    RispondiElimina
  2. Ci sarebbe una quarta categoria, decisamente minoritaria (stimerei sul 3% dei maschi o poco più), ma che sarebbe necessario menzionare: quelli che delle donne non gliene frega più di tanto, o che magari soffrono di complessi relazionali.

    Io ricevo match sui siti d'incontri, qualcuna ogni tanto mi guarda, addirittura ricevo eccezionali approcci pur uscendo poco e solo per esigenze di routine, nel senso che non esco mai la sera per locali o roba del genere: in sintesi, teoricamente non avrei chissà quali problemi oggettivi (nel senso che non ho problemi estetici, mentre a M o S purtroppo sono messo maluccio) a trovare donne.
    Il problema è che soffro di bassa libido, in più sono parecchio complessato, fobico e pure abbastanza schizzinoso, nel senso che non riesco ad essere attratto da tipe che non siano almeno mie pariestetiche.
    Quindi già sotto il 6,5 non riesco a provare vera attrazione fisica "universale", scendendo sotto la soglia del 6 poi peggio ancora.

    Diciamo che di base sarei dunque collocabile nella fascia alta dei mediomen, solo che non sfrutto questa condizione per problematiche mie personali che esulano dall'estetica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì diciamo che sono due cose separate, la classificazione si riferisce al potenziale che uno ha. Poi certo uno può sfruttarlo come no.

      Elimina
  3. Bravo Redpillatore la tua classificazione in 3 megagruppi la condivido toalmente.Poi ovviamente al loro interno vi stanno i sottogruppi.Io per esempio mi colloco tra gli incel redpillati ritirati dal mercato.Comunque magari in seguito(magari ti potrò dare una mano)incomincerai a classificare anche i sottogruppi.Comunque ottimo lavoro!
    Shoggoth

    RispondiElimina
  4. Henry de Toluose Lautrec6 dicembre 2018 18:40

    Incel o meglio Trash secondo la classifica americana.

    RispondiElimina
  5. Henry de Toluose Lautrec7 dicembre 2018 07:36

    Gli incel non hanno potere contrattuale, ma se a essere sessualmente frustrati sono pure i medioman, cominciano a essere un buon numero tanto da formare una buona base elettorale.
    Forse è per questo che i forum di incel fanno paura, non tanto per la paura di improbabili attentati, ma perche' se incel e beta medioman si aggregano potrebbero convincere qualche partito politico a legalizzare la prostituzione abbassando il valore di mercato del sesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Legalizzare la prostituzione sarebbe una cosa bella e giusta per tali motivi:
      --.
      01) Lo stato incassa delle tasse ed emerge del lavoro nero.
      02) Fine della ipocrisia. Ci sono donne cui piace il sesso e/o lo fanno per accumulare soldini (nulla di male è il capitalismo...a me viene sempre in mente la Jamie Lee Curtis di una poltrona per due...gran donna :-) ) ed allora uniamo utile al dilettevole.
      03) Come detto in altro post più la gente scopa e più si è sereni realizzati e si ha voglia di lavorare quindi avremmo un indiretto effetto di aumento del PIL.


      Purtroppo di fronte ai miei tre punti oggettivi si hanno questi due fattori emozionali:
      A) Le femministe italiote e non solo però dato che a loro il sesso non piace oppure lo vedono solo se c'è l'aMMore vero e spirituale.
      Ovviamente (per le femministe del 21mo-secolo) per definizione il sesso lesbico e gay è sempre bello, nobile spirituale e arcobalenoso e talune volte pure multiculturale (cercando in rete si vedono tizi che si dichiarano gay e musulmani...vabbè contenti loro :-) )
      B) La chiesa cattolica con preti, porporati, suore, madonne e padri pii che vedono il sesso come peccaminoso e "sporco" e mai vorrebbero la prostituzione legalizzata perchè sennò il loro dio pieno di amore sarebbe contrario...ed allora che scenda lui giù dal cielo o scateni contro i suoi angeli (ehm almeno una citazione da nerd dovevo mettercela :-) ).


      Purtroppo al momento unico partito che propone in modo chiaro questo punto è la Lega-Nord.
      Dico anche purtroppo che molti Incel o uomini-beta sono anche devoti a madonne, padri pii et similia e specie al sud quando si può ci si sposa in chiesa per far contenta in primis la sposa che può finalmente esibirsi in una recita dove lei è la protagonista e poi tutto il parentume vario composto anche da vecchiaccie che pregano madonne e padri pii.


      Giusto perchè siamo red-pillati dichiaro senza ipocrisia che anche io qualche volta (in media quattro volte all'anno) mi concedo del sesso mercenario con donne tettone ... lo so per parafrasare una delle poche canzoni red-pill di quei c@@@o di anni '90 di m@@@a:
      "Sono un estimatore della ghiandola mammaria :-)"


      firmato: ex-nerd-chatters-slayer

      P.S.:
      LA canzone è servi della gleba che fa coppia con l'altra red-pill della regola dell'amico (poi che gli 883 erano un concentrato di blue-pillate...beh anche qui su questo blog mi sembra ci sia un articolo simile).

      Elimina
  6. manca la categoria truecel ovvero gli incel messi peggio per le quali le speranze di ascesa richiedono sforzi enormi, ad esempio looksmaxing molto intensivo o spostamento in SEA, nella quale rientrano under 4 / 10 o chi ha problemi di sociofobia, autismo e simili molto elevati, dunque hikikomori o comunque a livelli simili
    questa categoria semplicemente agli occhi del mondo non esiste in quanto si tratta di ragazzi talmente outcast da rendere trascurabile la loro stessa esistenza addirittura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh piano, le due situazioni andrebbero distinte.

      I brutti veri da 4 o peggio ok, sono "outcast" a prescindere, ma chi soffre di sociofobia o Asperger, qualora esteticamente sia messo molto bene (per intendersi, un belloccio vero over7), sarà parimenti abbastanza "outcast" e abbastanza penalizzato a livello relazionale, ma quantomeno riuscirà a godere di una vita sessuale come minimo assimilabile a quella di un normaloide pieno, soprattutto se utilizza le app d'incontri.

      Se invece si trova nella fascia del 6-6,5 allora sì che rischia di fare una vita in tutto e per tutto simile a quella di un brutto vero: gli esempi concreti purtroppo non mancano (vedasi la recente storia pubblicata sul blog: "Da brutto a bello, ma non è bastato").

      Ovviamente stessa cosa se è sub6, anzi in tal caso diventano impossibili anche le clamorose botte di culo (leggasi tipa che approccia dal nulla, con il sociofobico/Aspie che al tempo stesso non sputtana tutto quanto a causa dei suoi blocchi).

      In sintesi: dal 7 compreso in giù, le situazioni di un BV dal 4 in giù e di un sociofobico o Asperger normaloide/normocarino, in linea di massima si equivalgono, qui siamo d'accordo.

      Elimina
  7. non capisco come la liberalizzazione della prostituzione dovrebbe abbassare il potere contrattuale femminile, dal momento che di fatto la prostituzione è già legale/tollerata in italia per strada o negli appartamenti. per altro consumare un rapporto con una prostituta non soddisfa l'ego ed il narcisismo. io penso che sarebbe utile prendere in considerazione i paesi scandinavi e quelli dell'europa orientale dove, generalizzando, le donne sono più intraprendenti delle italiane e gli uomini meno sbavosi e zerbini degli italiani. questo determina un miglior equilibrio nelle occasioni tra i generi (che comunque non potranno mai essere eguali per evidenti ragioni biologiche)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semplicemente con la liberalizzazione della
      prostituzione si evitano le truffe che sono
      molto frequenti in Italia visto che per ovvi
      motivi nessun cliente denuncia la prostituta
      quando lei (come spesso accade) fa la rapina
      visto che lei sa di non venir mai punita (ti
      caccia fuori dopo pochi minuti lasciandoti o
      insoddisfatto della venuta o addirittura non
      sei neanche venuto) e invece in Austria con i
      bordelli legalizzati tutto questo NON succede
      MAI perchè altrimenti arriva subito la Polizia
      e soprattutto con la legalizzazione CALANO (si
      veda quanto accaduto con la telefonia rispetto
      ai tempi del monopolio) le tariffe. Non tutti,
      infatti, si possono permettere di andare fuori
      dall'Italia e in tanti vorrebbero semplicemente
      trombare a basso costo senza avere l'ansia forte
      a causa del pericolo descritto prima (rapina con
      umiliazione: tu vai lì, hai faticato per avere i
      soldi, lei te li ruba... solo in Italia succede,
      tutte cose che nei bordelli austriaci non accade
      mai e poi mai). Tanta gente in Italia infatti è
      semplicemente desiderosa di trombare perchè oggi
      la donna pretende che il suo uomo "sappia fare il
      suo dovere", quindi come si fa ad imparare (di fatto
      l'unico modo per imparare è andare a puttane) se qui
      in Italia costa troppo rispetto ai redditi medi di
      giovani e meno giovani a causa della precarietà di
      redditi e lavoro? Inoltre nessuna donna vuole fare
      una relazione con uno che non sa scopare: questo è
      il dettaglio che molti dimenticano, perciò serve la
      legalizzazione per abbassare i prezzi, migliorare la
      sicurezza e soprattutto per fare esperienza; tutte le
      "paturnie" sull'ego e sul narcisismo sono le classiche
      cavolate che consentono alle femministe di accusare gli
      Incel, i Beta e gli altri non fighi di essere sessisti,
      quindi in questo modo si screditano tutte le proposte e
      tutte le idee giuste: cioè, gente, solo in Italia c'è il
      narcisismo e l'ego da alimentare. Invece in Austria chi,
      come tanti anche italiani, va nei bordelli scopa, quindi
      è felice e NON pensa all'ego e al narcisismo. Ma come al
      solito in Italia si punta sul teorico romantico (che non
      serve a nulla) invece che sulla trombata reale, quindi è
      più importante la trombata rispetto alle cretinate di ego
      e narcisismo (con tutto il rispetto per chi pensa che ego
      e narcisismo, ma le cose più importanti sono altre e NON
      tutti vogliono le relazioni di lungo termine, specie chi
      è rimasto isolato a causa del bullismo e quindi vuole le
      trombate fatte in modo facile e sicuro senza avere ansie
      a causa della scarsa qualità delle prostitute in Italia,
      perciò serve la liberalizzazione dei bordelli in Italia a
      causa del fatto che non tutti possono andare nei bordelli
      austriaci). Concludendo, prima di andare in Est Europa o
      in Scandinavia oppure altrove in cui "le donne sono più
      intraprendenti delle italiane e gli uomini meno sbavosi
      e zerbini degli italiani" bisogna sapere le lingue (non
      tutti hanno studiato...) e soprattutto bisogna aver fatto
      sesso (tanto, non due volte...) perchè altrimenti anche la
      donna straniera giustamente ti sfancula se sei privo della
      capacità amatoria (e in Italia la impari soltanto pagando,
      ma è troppo costoso e pericoloso senza la liberalizzazione
      della prostituzione legalizzando i bordelli stile Austria)

      Elimina
    2. trovi prostitute da 4 soldi in italia, tanto per dire.
      capisco il discorso sulle tasse.

      Elimina
    3. Sarebbe interessante in questa sede o addirittura con un indagine più seria capire come sta cambiando l'utenza che va con le prostitute e le loro motivazioni. Quanti ci vanno perché davvero NON trovano o cmq non troverebbero nessuna disposta ad avere rapporti sessuali con loro? Quanti ci vanno perché, pur potendo trovare, non va loro di avere una relazione per essere sessualmente attivi? Quanti ci vanno perché non va loro il doversi adeguare a donne bruttarelle o al max nella media, perché vogliono avere a che fare solo quelle di livello estetico elevato o cmq superiore al loro? Quanti NON ci vanno in patria, ma poi ci vanno tranquillamente all'estero, magari dove è legalizzato, perché questo li fa sentire meno a disagio? Sarebbe interessante sentire se queste motivazioni sono in crescita o meno, magari dai racconti di qualche escort sui suoi clienti...

      Elimina
    4. Come ha detto Eric diminuiscono le truffe e si abbassano i prezzi, ma soprattutto la regolamentazione renderebbe in un certo senso molto più accettabile andare con le prostitute e quindi molti uomini che ora sono un po' frenati finalmente potrebbero lasciarsi andare, invece di ridursi a zerbinare le cessone in chat.

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  8. "Quanti ci vanno perché davvero NON trovano o cmq non troverebbero nessuna disposta ad avere rapporti sessuali con loro?"

    Io sono uno di quelli. Ho cominciato da quasi un anno ma ho intenzione di prendermi una pausa. Pur avendo trovato donne molto dolci e simpatiche mi manca ciò che considero la cosa fondamentale: sentirmi desiderato. Si può fare del buon sesso ma sapere che se non metti mano al portafoglio la donna che ti stai trombando non ti avrebbe neanche considerato lascia sempre l'amaro in bocca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cit. "mi manca ciò che considero la cosa fondamentale: sentirmi desiderato. Si può fare del buon sesso ma sapere che se non metti mano al portafoglio la donna che ti stai trombando non ti avrebbe neanche considerato lascia sempre l'amaro in bocca."
      Mi viene da pensare che, in un caso simile, la legalizzazione della prostituzione non sarebbe di nessun aiuto...

      Elimina
    2. Credo sarebbe di aiuto per i conti pubblici, per combattere lo sfruttamento di esseri umani ed arginare il degrado in cui versano molte zone urbane.
      Per quanto riguarda la questione incel penso che il grado di soddisfazione cambi molto da un individuo all'altro: come ho scritto sopra per me non è più sufficiente il godimento fisico, vorrei che una donna facesse sesso con me perché le piaccio e mi desidera e non perché le ho allungato cento euro prima di dare il via alle danze.
      Ma capisco che per molti altri possa bastare divertirsi in compagnia di una bella donna senza prendersi impegni.

      Elimina
  9. Io sono un medioman ma non me la passo affatto male. LTR non ho mai fatto fatica a trovarne. Scopate da una notte ho sempre fatto una fatica enorme (è successo solo due volte), ma da quando frequento le prostitute non me ne frega assolutamente nulla. Francamente non ho il minimo desiderio di essere Alpha.
    Qual è la convenienza di essere belloccio per, se va bene, 10 anni, vestirsi come un idiota per piacere alle donne (perdendo credibilità sul lavoro) per fare qualche ONS, quando puoi comodamente essere beta, pensare ai soldi e trombare di più della maggior parte degli Alpha? Perchè una donna che viene con te per il bel faccino è meglio di una che viene da te per il centone? Io sta differenza non la percepisco. Chiaramente le pro vanno scelte con attenzione, evitando quelle poco professionali attraverso le recensioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il ragazzo che ha commentato giusto sopra ti ha fornito la risposta: validazione e soprattutto orgoglio personale.

      Andare a escort o attrarre una donna con il fattore "money" (due cose formalmente differenti, ma sostanzialmente pressochè identiche) è come barare alla roulette o come vincere 0-3 a tavolino.

      Guarda caso, la netta maggioranza dei clienti di escort è rappresentata da uomini con già una vita sessuale o sentimentale più o meno decente.

      Elimina
    2. Validazione e orgoglio personale sono soggettivi. Per esempio mi sento orgoglioso di trombare una gnocca a 100 euro, quando vedo i ragazzi che si accalcano i discoteca nella speranza di trombarsi una cessa ubriaca. Mi sento più furbo della massa.

      Per quanto riguarda attrarre le donne sarò strano io ma trovo molto più naturale portare le donne a letto sfruttando denaro, capacità e la giusta insistenza piuttosto che depilandomi e vestendomi alla moda. Non sento che dovrei essere io quello che piace fisicamente all'altro, mi farebbe sentire strano, forse mi sentirei femminile. Probabilmente è un mio handicap, perchè mi sa che dal punto di vista dei risultati sarebbe molto conveniente curare maniacalmente il look e cercare di attrarre con la bellezza, ma proprio lo sento innaturale.

      Elimina
  10. Mi e' appena venuta in mente un'idea folle, visto i recenti sviluppi sulla genetica (vedi il caso recente in Cina) se fosse possibile fabbricarsi una donna "modificata", che non risponde all'ipergamia e altre cose, ma che fa esattamente il contrario, preferendo i valori che contraddistinguono un uomo buono e leale e che rispetta la legge.

    Questo migliorerebbe anche da un piano legale e nel rispetto delle leggi.

    Perché non pensarci? (ovviamente in senso teorico :))

    RispondiElimina
  11. Per puro caso sono venuto a conoscenza di questo sito, che indubbiamente ha destato la mia curiosità, un’analisi delle dinamiche sociali tra i due sessi, raccontata con una vena che ho trovato assolutamente divertente.

    Però dico è normale che alle donne piacciano i belli e i ricchi, è la stessa cosa per noi maschietti, le brutte a chi piacciono? Forse gli impulsi sessuali sono un pò differenti... !?!

    E comunque dopo conta il carattere, sono stato con donne bellissime ma estremamente gelose e soffocanti al limite del paranoico...

    RispondiElimina

Ciao! 😃 Grazie per aver deciso di lasciare un commento, sono contento di sentire cosa pensi del mio articolo. Ti chiedo solo di rispettare alcune regolette:

✔️ Cerca di scrivere post ricchi di contenuto. Niente insulti, volgarità, spam, dati falsi o tendenziosi, polemiche sterili.
✔️ Se devi farmi una domanda non relativa all'articolo, usa prima la funzione "Cerca" oppure vai al menu alla voce FAQ. Può essere che la risposta sia già lì.
✔️ Se vuoi commentare in anonimo creati almeno un nick di fantasia (Vedi: Nome/URL) per evitare che chi leggerà faccia confusione tra i vari commentatori.

loading...