20/07/19

''Sono Bello ma non Piaccio alle Ragazze'' I 3 motivi

 
sono bello ma non piaccio alle ragazze
sono bello ma non piaccio alle ragazze

 

 "Sono bello ma non rimorchio"


I lettori del blog mi mandano spesso mail contenenti le loro foto e una richiesta di essere valutati esteticamente.
Nella maggior parte dei casi si tratta di ragazzi normali che però riscontrano ugualmente molti problemi con le ragazze a causa dell'eccessiva pretenziosità femminile. A causa di ciò si convincono di essere più brutti di quanto non siano in realtà e rimangono sempre un po' sorpresi dalla mia valutazione.

C'è però anche una minoranza di ragazzi che mi manda mail del tipo "Sono bello ma non trovo una ragazza" "Sono Bello ma non Scopo" e via di seguito

Chi conosce il blog sa che reputo la bellezza uno dei fattori di attrazione primari insieme allo status e al denaro (o meglio lo stile di vita).
Più sei bello e più è alto il tuo valore di mercato, e più è alto il tuo valore di mercato meno problemi dovresti avere a trovare ragazze.
Eppure è innegabile che fra quelli che si lamentano di non risultare attraenti per le ragazze ci sono anche individui che non hanno problemi estetici.
Quale è quindi la spiegazione? Vediamo di vederla in questo articolo.

A mio parere le cause di queste situazioni sono principalmente 3:

#1 Non Sei Veramente Bello

 Ipotesi più banale e obiezione più scontata. Non tutti hanno senso estetico e sono in grado di giudicare obiettivamente gli altri e loro stessi.
Così come c'è chi si crede brutto senza esserlo c'è anche chi si crede bello senza esserlo.
O perlomeno si crede molto più bello di quanto non sia in realtà. Magari è solo un ragazzo carino ed è convinto di essere un fotomodello, o peggio è un ragazzo esteticamente normale che è convinto di essere carino.
E' chiaro che se uno è esteticamente normale e ambisce a ragazze carine non c'è da stupirsi se non le trova, perché per rimorchiare è abbastanza irrilevante il giudizio che diamo a noi stessi. Ciò che conta veramente è come ci vedono le donne.

 A proposito di questo punto vi rimando all'articolo su Come Capire se sei Bello o Brutto.

Talvolta poi uno può essere bello e scegliere ragazze che esteticamente sarebbero pure alla sua portata, venendo però respinto perché è carente negli altri fattori e non è abbastanza bello per compensare.
Magari è bello ma è un reietto e ha una vita sociale pari a zero, magari è socialmente inetto, e quindi il suo livello di bellezza non è ugualmente sufficiente ad ottenere il risultato.
Tanto più sei bello quanto più puoi permetterti errori comportamentali, ma se sei appena carino e non ci sai neppure fare e non sai stare in società è normale che tu abbia difficoltà con le donne.

Tenete a mente che in genere la vita seduttiva facile si ha con quelle ragazze che sono almeno 1.5 punti meno di noi.
Quindi se uno è un 6.5 può ambire con relativa facilità alle 5, ma già dalle 6 inizierà a prendere non pochi pali.


#2 Lei è Attratta ma non Basta


Molti mi obiettano che spesso le ragazze scartano gli uomini per fattori diversi da bellezza e status socioeconomico e questo a parer loro sarebbe un motivo sufficiente per negare la teoria LMS.
Ma non è così. La teoria LMS spiega cosa attrae le donne, il punto è che non basta che una ragazza sia attratta perché te la dia.
Ci possono essere molti fattori molto pratici che impediscono il concretizzarsi di una trombata anche di fronte ad una palese attrazione da parte di una ragazza.
Ci possono essere fattori culturali (differenze religiose o etniche), logistici (troppa distanza, stili di vita incompatibili) o anche personali (la ragazza sta affrontando un periodo difficile/ delicato e non è pronta ad allacciare nuovi rapporti).
Insomma uno può essere bello e risultare attraente ma non rimorchiare lo stesso per una serie di fattori.
Certo questo spiega più i casi singoli che i trend generali, mentre se uno veramente non rimorchia mai è più probabile che il problema rientri nel punto precedente e che magari si stia solo sopravvalutando.

#3 Sei Addirittura troppo Bello

 Molti anni fa mi ha colpito una notizia riguardante Leonardo Dicaprio. L'attore era andato in un night club e ci aveva provato con una ballerina ottenendo un sonoro rifiuto.
Qui parliamo di LMS davvero stratosferici che sono in grado anche di superare i limiti descritti ai due punti precedenti. Eppure anche le star hollywoodiane prendono i loro pali da ragazze normalissime, e io sono più che sicuro che ciò accade pure abbastanza di frequente.

Perché le donne spesso scartano uomini con un valore di mercato superiore al loro? La risposta, detta in brevi termini, è che un uomo con valore elevato potrà pure ripiegare per una scopata, ma non si impegnerà mai veramente con una donna di valore nettamente inferiore al suo.
Pensate forse che Dicaprio si sarebbe fidanzato con la spogliarellista? No. Ovviamente lo avrebbe utilizzata come recipiente e poi sfanculata.
Intendiamoci, a molte donne va più che bene di essere solamente usate da uomini con LMS top, ma non a tutte.

Vedi: Ecco perché le Donne Brutte hanno mediamente più Uomini delle Belle


Ricordate che il valore di mercato di un uomo si misura in base a quante donne belle riesce a sdraiare, mentre il valore di una donna si misura in base a quanti uomini di valore elevato sono disposti ad impegnarsi per lei. Se un uomo è bello ma la ragazza si accorge che vuole solo trombare, è probabile che perda interesse, perché spesso una trombata porta a conseguenze sociali che possono essere più dannose del vantaggio della trombata stessa.
Inoltre bisogna considerare che essere desiderati da un uomo con alto LMS è comunque una forma di gratificazione, probabilmente superiore al sesso stesso.
Pensate a quella spogliarellista, sarebbe potuta essere una dei tanti giocattolini dell'attore, e invece ora starà andando ancora in giro  a dire "Una volta ci ha provato con me pure Dicaprio e l'ho respinto". L'ego è stato appagato senza diminuire il proprio valore di mercato concedendosi.

In Conclusione:


Se fate parte di quegli uomini che "Sono Bello ma non Rimorchio" probabilmente vi state sopravvalutando e/o state puntando a ragazze che sono comunque fuori dalla vostra portata in base al vostro valore. In casi più eccezionali può essere che invece siano le ragazze a ritenervi fuori dalla loro portata.

Questi sono a mio avviso i motivi principali del problema analizzato, ma sicuramente non sono gli unici e alcuni sono così soggettivi e riguardano aspetti così intimi della personalità che spesso non è neppure possibile comprenderli.
Questo perché, anche se gli esseri umani presentano caratteristiche e desideri simili, rimangono comunque soggetti a sè stanti, ognuno con le proprie sfumature psicologiche.

Spero che questo articolo possa aver fatto un po' di chiarezza sulla questione, se avete altre idee sentitevi pure liberi di postarle nei commenti!
Alla prossima.




Forse ti Interessa Anche:


48 commenti:

  1. Ottimo articolo. Fa piacere constatare che le proprie osservazioni sono state prese in considerazione O:) .

    Riguardo alla teoria LMS, non mi sembra di averla negata ma solo affermato che NON spiega tutto e soprattutto tutti i casi e le situazioni. Personalmente ai fattori più concreti citati nell'articolo aggiungerei le incompatibilità caratteriali o il non provare simpatia, se non proprio antipatia, verso la persona (anche se qui si sconfina davvero nel soggettivo).

    E cmq essere rifiutati o ignorati da qualcuno perché chi respinge si sente nei confronti di quello che si è fatto avanti "inadeguato" può capitare, anche se ovviamente molto più raramente, anche alle donne.

    RispondiElimina
  2. Anonimo, c'è anche il "propinquity-effect". Certo che se io passo la bibliografia e tu nolla compulsi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che intendi? mi hai mandato una mail?

      Elimina
    2. @Anonimo20 luglio 2019 13:50: grazie per il contributo.

      Anche io sostengo che il contesto in cui si è immersi nella propria realtà incide moltissimo riguardo alle possibilità di incontro e di riuscita con l'altro sesso. Però qui sono in molti a dire che, nei tempi odierni in cui incide sempre di più il virtuale come opportunità di incontro e socializzazione, il fattore "contesto" si è ridotto al massimo o addirittura azzerato. Qualcuno qui ha affermato che ormai le coppie formatesi nel reale tra i giovani sarebbero una minoranza, e che questo avrebbe fatto sì che tutto ciò che non sia direttamente riconducibile a estetica, ricchezza o notorietà sia diventato irrilevante.
      Non ho più venti anni da un pezzo, ma mi chiedo se sia davvero così...

      Elimina
    3. Alla fine amico se uno è bello, anche se il virtuale non esistesse, la compagnia con cui uscire e conoscere donne la troverebbe, sarebbero le donne stesse a chiedere ad amiche/amici:"chi è quel tuo amico figo ? Presentamelo". È a meno che non è un autistico certificato, qualcosa con le donne combina . Anche più di qualcosa

      Elimina
    4. @Unknown20 luglio 2019 21:58

      Sì, il problema vero però subentra quando non hai manco gli amici a cui le tipe potrebbero chiedere "informazioni".
      E comunque anche qui, se superi la soglia del 7 puoi pure essere sociofobico oggettivo e trovare prima o poi una tipa che ti approccia semplicemente facendo una passeggiata in centro, fai senza social e fai pure senza amici-intermediari.

      Diciamo che gli amici ed il giro sociale diventano funzionali alla conoscenza di nuove tipe potenzialmente interessate se sei nella fascia fra il 6 ed il 7: se questi amici e questi giri non li hai, allora sei davvero nella me**a e sei costretto a buttarti sui social, con l'aggravante di non avere una vita sociale da esporre su tali strumenti (ecco quindi che sei costretto, giocoforza, a fare più o meno la stessa vita del brutto vero pur non essendolo per nulla, oppure ad accettare la situazione e "andare per la tua strada").

      Elimina
    5. Sempre con riferimento al "contesto", aggiungo un'altra variabile. Capita che ragazzi, magari cresciuti in provincia dove avevano una certa "visibilità", una volta trasferiti in un ambiente più ampio per studi o lavoro siano pesantemente ridimensionati, un po' per la maggiore concorrenza, un po' perché con gli anni l'elemento L tende a ridimensionarsi rispetto al resto (che comprende sicuramente M ed S, ma va anche "oltre"...).

      Elimina
    6. @Anonimo23 luglio 2019 10:08

      No, ti sbagli.
      Io vivo in una provincia del Centro-Nord e, per esperienza personale diretta, noto piuttosto l'esatto contrario.

      Il fatto è che nelle piccole realtà di provincia, del Sud in primis, ma in misura piuttosto evidente anche del Centro e del Nord, lo status, il fatto di essere ben inseriti (magari nei "giri giusti" e l'essere "figlio di": quindi Status+Money) contano tantissimo, quasi come la variabile Looks se non al pari di essa.
      Ecco quindi che chi non è socialmente inserito e magari ha pure problemi di money, rischia di essere più o meno tagliato fuori pur in virtù di un aspetto più che decente (anche qui però vale sempre la "regola del 7": passato questo livello, la bellezza oggettiva ed universale, tutto questo viene meno e rimorchi anche da sociofobico che non interagisce mai con nessuno).
      Senza poi contare che, in genere, nelle realtà provinciali dominano le LTR e la cultura del sesso occasionale è ancora relativamente limitata: io ad esempio sono fondamentalmente MGTOW e concepisco al più le relazioni occasionali, o comunque di breve durata e senza particolari vincoli e/o impegni, se non fosse che mi taglia le gambe l'enorme handicap di essere affetto da una grave sociofobia (diagnosticata dettagliatamente) che mi impedisce di interagire normalmente con le persone.

      Venendo agli esempi concreti: al top della mia attività mondana esclusi lavoro/palestra/camminate veloci, vale a dire passeggiando tranquillamente per le vie di quel piccolo capoluogo di provincia che è la mia città, se va di lusso in circa un'oretta di camminata raccoglierò al massimo 3-4 tipe che buttano l'occhio, mediamente un paio, in certe giornate "no" addirittura nessuna.
      In palestra poi manco parliamone: mi guarda una tipa proprio ogni morte di papa!

      E consideriamo che vengo giudicato in media come un 6-6,5...Il Redpillatore mi valutò persino come 7 pieno, anche se considero il suo giudizio moooooolto generoso e sopravvalutato di un mezzo punto abbondante (tanto per riallacciarsi all'esordio del suo articolo, dove parlava di ragazzi che si sorprendono della sua valutazione) :D

      Tuttavia, trasferendomi ad esempio in località di villeggiatura o contesti geografici più "scoperecci", le cose iniziano un pochino a cambiare: gli sguardi spontanei aumentano (non in maniera vertiginosa, si capisce) e si verificano episodi che dalle mie parti sarebbero fantascienza, ad esempio la cameriera di un locale in riva al mare, fino di quel momento a me totalmente sconosciuta, che dal niente mi rivolse un complimento estetico esplicito.

      Stessa cosa su Tinder: pochissimi match stando dalle mie parti (dove peraltro trovi una quantità davvero risibile di utenza femminile), mentre spostandomi ad esempio su Bologna potevo fare anche 3 match al giorno, anche con donne esteticamente nella media o addirittura normocarine.

      Quindi, come vedi, la realtà è molto più complessa e soprattutto differente per ogni singolo caso.
      Poi non metto in dubbio che la tendenza generale sia quella che hai esplicitato tu: in linea di massima, SE SEI BEN INSERITO SOCIALMENTE, hai un buon giro di amicizie e magari non sei messo malissimo economicamente, quando sei nella fascia fra il 6 ed il 7 avrai sicuramente più chances in provincia.

      Mentre invece se hai problematiche sociali di una certa rilevanza e magari svolgi pure lavori "umili" (o peggio ancora sei disoccupato), hai solo l'aspetto dalla tua parte e dunque il tuo "valore di mercato" aumenta in quelle realtà dove, per l'appunto, conta quasi esclusivamente l'aspetto.

      Passato il 7 poi lo ribadisco, non ci sono più distinguo e teorie varie che tengano: rimorchi sempre, comunque e dovunque, persino al netto dei problemi mentali, sociali ed economici.

      Elimina
    7. @Marco: mi riferivo a casi di ragazzi che, cresciuti in provincia dove avevano una certa visibilità per via di quello che il redpillatore chiama "lo status delle quattro pareti" poi, una volta trasferiti per studio o lavoro in contesti più ampi e competitivi, si ridimensionano molto e diventano tizi assolutamente nella media se non addirittura un po' sotto...

      Elimina
    8. @Anonimo24 luglio 2019 10:30

      Ah ok, se parliamo di questi esempi allora sono d'accordissimo con te, scusa per il misunderstanding :D

      Perlatro, pensandoci bene mi vengono in mente proprio un paio di casi reali: ragazzi esteticamente nulla di che, diciamo sul 6 scarso se non anche 5.5, che però al paesello o nel piccolo capoluogo di provincia godevano di un successo relativamente discreto proprio in virtù del famigerato status delle 4 pareti, oppure della loro reputazione di "figli di papà".

      Trasferendosi invece in realtà differenti, di città medio-grande o comunque contesti dove conta quasi esclusivamente l'aspetto, ecco che la loro mediocrità estetica veniva prepotentemente a galla e finivano per fare la vita di pippe, frustrazione ed invisibilità totale (dove anche quella sporadica manciata di tipe che adocchiano diventa un miraggio) a cui è destinato il normaloide scarso/normbruttino medio!

      In sintesi, una situazione più o meno opposta alla mia.

      Il fattore "location" è indubbiamente molto importante e spesso sottovalutato.

      Elimina
  3. Articolo eccellente ed esaustivo rispetto ad una problematica spesso sottovalutata.

    Aggiungerei anche alcuni dei casi illustrati nel primo articolo linkato, anche se lì il problema non riguarda propriamente il non rimorchiare, quanto proprio l'impossibilità materiale di conoscere tipe a causa dell'assenza più o meno totale di vita sociale (escluse uscite di routine tipo lavoro, palestra, supermercato e qualche gita fuori porta: purtroppo ne so qualcosa).
    In questi casi, il problema si risolve solo buttandosi sui social tipo Tinder o Instagram, a meno di non essere almeno dei 7,5 a cui le tipe rivolgono approcci diretti pure in palestra o mentre passeggi per strada.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda amico io che sono sul 6 scarso e in fatto di approcci diretti falliti ho una carriera,posso dirti che almeno nella mia città ( Reggio Calabria ) non ho mai visto una donna approcciare un uomo per strada. Forse potrebbe succedere con Brad Pitt. Sono troppo conplessate e chiuse mentalmente per concepire di essere approcciare da sconosciuti

      Elimina
    2. Ho vissuto per 3 anni a Udine e la non lo so se potrebbe accadere

      Elimina
    3. No, fidati che per essere approcciato direttamente in contesti da "vita di tutti i giorni" quali palestra, supermercato, fermata dell'autobus o persino in mezzo alla strada, basta già essere poco sopra il 7.

      Una volta è capitato persino a me che sono un normaloide sul 6-6,5 in base al giudizio medio ricevuto, quindi basterebbe già questo a farti realizzare che, una volta superata la soglia della bellezza oggettiva ed universale (mettendola con i soliti numeretti, la soglia del 7), tali episodi iniziano ad accadere non una volta o due nella vita, ma con una frequenza che inizia ad essere rilevante e dunque ti puoi permettere di tutto: non avere uno straccio di amico, non avere giri sociali, essere affetto da sociofobia/Asperger e chi più ne ha, più ne metta.

      Va detto che vivo al Nord, magari a Reggio Calabria capita massimo un paio di volte nella vita pure ad un bello vero da 7.5, potrebbe anche darsi.

      Elimina
  4. Caro Redpillatore. Del tuo articolo mi convince molto la conclusione: se uno dice di essere bello ma di non rimorchiare, la causa di gran lunga più veritiera è che si sta sopravvalutando come bellezza oppure ambisce a target che sono comunque alla sua portata. Mi convince molto meno che la causa possa essere che il tipo è " socialmente inetto" ( salvo che non abbia disturbi psichiatrici certificati da specialisti)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè volevo scrivere " non sono alla sua portata "

      Elimina
  5. Ciao redpillatore scrivi qualcosa sulla triste storia di Luigi Tarascio, morto suicida dopo la scoperta del tradimento della moglie? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne ero a conoscenza. Lo sto scoprendo ora, una storia molto cruda.

      Elimina
  6. Curiosità che fenotipo sei e quanto ti valuti?

    RispondiElimina
  7. Una delle tanti prove della deriva: https://www.corriere.it/sette/esteri/19_luglio_19/eli-baden-lasar-io-concepito-un-donatore-sperma-ho-trovato-32-fratelli-10aac55a-a8b4-11e9-ad04-d2eaa84e69e7.shtml

    RispondiElimina
  8. Dilettevole ed interessante articolo che sembra scritto a me stesso.
    Partito da una situazione di sfiga totale al liceo (tra acne, denti storti e poco curati, verruche alle mani, sfighe varie, depressioni famigliari e scolastiche) gradualmente sono arrivato ai 21 anni ad essere gradevole di aspetto (e lo sono ancora).

    Come è che nonostante io non fossi un asociale cronico (tra alti e bassi comunque non stavo sempre in casa) non riuscivo a combinare nulla ?

    Beh molto semplice...alle ragazze interessava come eri inserito nel gruppo di amici, le donne ventenni nei "dorati e blue-pillati anni '90 di m@@@a" come requisito zero valutavano se eri nel loro "gruppo di amici" e poco importava chi eri, cosa facevi, se eri carino, se eri bravo a scopare, se eri uno che sapeva il fatto suo, ecc. ecc..

    Scena "classica" che capitava a me era questa:

    Ci si trova a casa di amici, amici di amici o in un locale ... poco importa.
    Nel mio gruppo di "amici" (12..15maschi e K+Nfemmine dove K=2 )le ragazze già fidanzate) ed 0 <= N <=2 quelle libere) ci si trovava poi arrivava un altro gruppo di amici di amici e poteva capitare (ammetto ero tra i più "intraprentendenti") che conoscevi una N_esima ragazza (chiamiamola 2b-girl) del secondo gruppo.

    Questo è quello che succedeva:

    ex-nerd: Piacere si sono ex-nerd amico di ... ma mi ha detto pino che studi biologia.
    2b-girl: Si studio biologia mi piace ambiente, ecc. ecc.


    il dialogo continua su cosa si studia e cosa no.

    ex-nerd: prendo stuzzicadenti, carta, penna, tovaglioli e disegno dilettevoli teorie matematiche dell'argomento della tipa (a memoria se scienze esatte facevo dei diagramm idi flusso) con battute e simpatia assortita.
    2b-girl: ex-nerd...ma che simpatico che sei...poi passa amico/a in comune...ehi ma nel vostro gruppo avete un genio ... dovrebbe scrivere libri :-)

    Il dialogo continua su temi personali si "scopre" che la tipa è single e si arriva anche a scambio di numero e(o promessa di rivedersi (cellulare lo ho avuto dal 1998 altrimenti davo numero fisso di casa mia...abitavo con mai mamma).

    ex-nerd: Beh dai se ricapiti con il mio gruppo sono contento.
    2b-girl: Certo...così mi illustri altre teorie.

    Intanto arrivano altri amici di 2b-girl che si siedono intorno, parlano, interagiscono con me in modo sterile. ecc. ecc.

    Poi (e giuro mai ho visto un chad o super-fico) arriva altro gruppo di amici e la 2b-girl si alza e dice...scusami sono arrivati dei miei amici che non vedo da tempo.

    2b-girl: ehi Chicca...chicca...coem stai...ma lo sai che il Giangi settimana prossima va a Londra...che bello mi porterà la tazza dei poguz-gremus (o altro gruppo indie-pop-grunge.-anni-'90-mtv-pizzo-generation)...poi piano piano mi saluta e dice...beh sentiamoci.

    passano i giorni o nel caso la rivedo e la risento...e quindi i ldialogo era più o meno questo.

    ex-nerd: Ciao 2b-girl poi hai avuto la tazza dei poguz-gremuz...ma che musica fanno non hai delle mp3?
    2b-girl: Ma come non conosci i poguz-gremuz hanno fatto un concerto al (locale-disco.pub-sound-della-mia-città) beh senti ci si sente io vado a bere un birrozzo con i miei amici.

    Quindi seguono momenti di scazzo, non sorride più alle mie battute...morale chissenefrega se ero "interessante" all'inizio, ero solo uno dei tanti "pizzettari" che orbitavano nei gruppi di amici di amici (con rapporti tipo 80% maschi e 20%femmine) ed a vedere ora la tristezza ed acidità delle mie coetanee ho il sospetto che a queste qui poco interessava di scoprire se stesse con il sesso; percepivo anche commenti di semi-apprezzamernto nei miei confronti ..ma il più bello che ho sentito di straforo è stato: "Proprio carino ex-nerd ... è il mio tipo ... peccato che frequenta quel giro di tipi alternativi ... si gli ho lasciato il numero ... ma un tipo come lui troppo "cerebrale" nel mio gruppo di amici non si integrerebbe bene".


    firmato: Ex-nerd-chatters-slayer

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Ex-nerd

      Sarai a volte un po' troppo "tecnico/informatico" e per questo di certi passaggi non capisco una sega (sono negato per 'sta roba ahahahah), però i tuoi interventi li leggo sempre volentieri e spesso mi strappano un bel sorriso :D

      Simpaticissime e gustose sono poi le varie citazioni cinematografiche, comprese quelle dalla serie classica di Star Trek che mi fanno tornare ragazzino!

      Elimina
    2. @Marco:

      Lieto di far divertire i lettori del blog :-) .
      La serie classica poi contiene numerosi consigli su come affrontare la vita...beh almeno io la vedo così.

      Una cosa posso dire per sicuro...ad affrontare la vita mi ha aiutato di più StarTrek (Kirk, Spock, Scottie, McCoy et smilia) che non il liceo classico che non le varie 2b-girl, il liceo di m@@@a, i circoli alternativi et smilia.

      Comunque se non capisci prova a chiedere...mica siamo al liceo dove se non capisci vieni preso in giro da quelli più "sgamati" (si per il liceo...per la vita reale lasciamo stare) o peggio ancora dai professori (che come cervello sono ancora al liceo e salvo casi molto rari non hanno mai affrontato un anno di vita lavorativa vera).


      firmato: ex-nerd-chatters-slayer.

      Elimina
    3. @Marco:

      errata corrige:
      Ho fatto il liceo scientifico non il classico.
      Ma nella mia testa è una scuola di m@@@a in blocco tutti questi licei (io avrei voluto fare perito informatico) ma mia mamma blue-pillata del c@@@o:

      ah no è una scuola di serie B e poi il liceo allarga la mente poi dopo puoi fare TUTTE le università mentre quelli del tecnico avranno forti difficoltù xchè devono imparare il metodo di ragionamento critico analitico che solo un liceo può dare....

      Per fortuna in ultimo è uscita dal suo "mondo fatato" ed ora ci si riesce a fare un discorso serio.


      E poi cresci e scopri che Federico Faggin {#01} ha fatto istituto tecnico..ed ora si occupa di scienza della consapevolezza {#02} ... più "mente-allargatore" di così...cosa si vuole :-) .


      firmato: ex-nerd-chatters-slayer.

      #01: http://www.fagginfoundation.org/it/biografia/
      #02: http://www.fagginfoundation.org/it/

      Elimina
    4. @Ex-Nerd

      Pensa, io ho fatto un tecnico commerciale e mi pento di non aver scelto il liceo (classico o linguistico, allo scientifico invece avrei probabilmente faticato) :D

      Al tecnico davvero ricordo un grezzume ed una mediocrità dilaganti, davvero un cattivo ricordo.

      Riguardo alla serie classica di Star Trek, concordo con il tuo pensiero: era quel tipo di fantascienza un po' filosofica che poi riscontravi anche nei romanzi dell'epoca (quelli di Heinlein, Clarke, Asimov, Vance e così via, poi c'era pure Philip Dick ma quello stava già in una dimensione differente) e che poteva fornirti qualche spunto di vita che sicuramente non avresti ottenuto in altra sede.
      Stessa cosa i film tratti dalla serie, soprattutto i primi due.
      Poi già a partire dalla Next Generation con Picard al posto di Kirk, seppur godibilissima a quanto ricordo, si è cominciati a virare un po' troppo sul tecnologico e sull'effetto speciale random, perdendo un po' quella magia e quel "sense of wonder".

      Elimina
  9. Molte persone pensano di essere più belli di quello che sono, questo può succedere-
    Soprattutto quando i pareri degli amici, non sono sinceri.
    è un male.. soprattutto se alcune persone cercano di colpevolizzarli, in maniera falsa, con problemi caratteriali inesistenti o poco rilevanti, solo perchè non hanno il coraggio di dire che fisicamente quella persona non li attira.
    Viviamo in una società nella quale l'aspetto estetico conta, come la posizione sociale. Ma non tutti lo ammettono..
    In ogni caso, credo che ci siano dei "segnali" più evidenti di altri per capire.
    Parto dal mondo digitale:
    1) quando chatta con una, quella si troverebbe anche bene con lui, ma appena vede la foto chiude o si allontana.. sparisce.
    Se capita quasi sempre è molto probabile che il suo aspetto fisico lo penalizzi.
    2)ho amici che se entrano in chat con la loro foto, non gli risponde nessuno.
    Vengono scartati a priori, da un numero enorme di persone. Prima ancora di aver detto una parola.
    3) Molte donne quando parlano di maschi e di aspetto estetico li escludono, parlando di loro senza malizia, come se fossero un fratello o una sorella.. anche questo "potrebbe" indicare che non sono belli e nemmeno attraenti ai loro occhi.
    4) Ormai in moltissimi locali si usa fare le foto.. a un mio amico che non è bello hanno chiesto diverse volte addirittura di spostarsi delle donne, perchè gli avrebbe rovinato la foto...
    Tutto questo, nonostante fossero uscite con lui (ma per comodo perchè volevano fargli sottoscrivere un contratto con una insegnante di ballo).
    Quando hanno scoperto che non si sarebbe iscritto lo hanno "bloccato".

    Al giorno d'oggi, almeno nel nord dove vivo io, se uno piace esteticamente, qualche segnale diverso lo riceve rispetto a un altro che non interessa. Dico a parità di carattere, carisma e altro.
    6) In casi estremi, ci sono degli esperti(maxillo facciali) che valutano anche l'armonia di un viso, se una persona ha per esempio delle deformità.
    In questo caso bisogna parlare con "veri" specialisti, non con chiunque. Parlo di problemi scheletrici o cose gravi ovviamente.
    Se non ha niente, perchè il suo problema non è estetico, viene mandato a casa.
    7) se uno mette la foto in Internet e 9 persone su 10 gli danno 2, 3, 4... o voti comunque non alti.. con un numero altissimo di utenti.. vuol dire che qualche problemino estetico potrebbe averlo. Non mi piace dare dei voti a una persona, non è il mio metodo preferito, è solo per dire che oggi è più facile che in passato scoprire eventuali difetti estetici che il miglior "amico", oppure la ragazza che ti scarta non rivelerebbe per motivi detti sopra.

    è solo il mio parere, ho provato a fare degli esempi "chiari" e "poco equivocabili" che comunque se uno non piace potrebbero capitare, visto che oggi la gente, almeno dalle mie parti, è abbastanza "diretta".

    RispondiElimina
  10. P.s: nel messaggio sopra, mi riferivo soprattutto al punto 1.
    "Non sei veramente bello".

    Conosco molte persone che non si rendono conto dei loro difetti estetici oppure tendono a "sopravvalutarsi" troppo. Per questo ho pensato di parlarne.
    Escludendo chi non ha vita sociale(che è un discorso a parte), mi concentrerei sul discorso estetico, parlando di chi pur interagendo con altre persone alle quali spera di piacere, vede che la sua estetica non è particolarmente gradita.

    RispondiElimina
  11. A sentire i giudizi delle donne dovremmo essere circondati da top model e maestre di stile. Invece guardatevi intorno quante donne non sanno mimimamente vestirsi e appaiono ridicole indossando cose che non solo non le valorizzano, ma le rendono dei veri e propri fenomeni da circo. E queste hanno pure il coraggio di giudicare uno che si veste normalmente solo perchè brutto? Qua siamo veramente alla frutta...mi spiace per chi sceglierà di prendersele, fosse per me queste sarebbero tutte gattare zitelloidi.
    Gino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le gattare infatti sono in aumento http://munafo.blogautore.espresso.repubblica.it/2019/06/07/la-vergognosa-vignetta-di-radio-maria-contro-le-donne/ e trovi un altro articolo su mgtow italia

      Elimina
  12. Riguardo al punto 2, non viene citato uno dei fattori che più spesso viene considerato un ostacolo pur in presenza dell'attrazione: l'età. Ci sono non poche donne che escludono a priori di legarsi ad un uomo più giovane, fosse anche solo di un giorno (frase testuale sentita con le mie orecchie) oppure per le quali una differenza anche di 7-8 anni sembra qualcosa di insormontabile. Poi ci sono anche quelle che aspirano ad avere accanto qualcuno che abbia ALMENO 4-5 anni più di loro, e proprio non riescono a prendere in considerazione un coetaneo o quasi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, però diciamo che l'età è un ostacolo più che altro in ottica di relazioni a lungo termine, mentre per un'avventura le donne non si fanno tanti problemi per la differenza di età.

      Elimina
    2. A mio parere incide in entrambi i casi (anche se certamente di più per le LTR). Per la maggioranza delle donne le ottiche non sono così facilmente scindibili. Ci sono donne (meno rispetto al passato) interessate SOLO alle LTR, così come ce ne sono altre (le più) che pensano "spero nella LTR ma anche se con lui fosse solo un'avventura mi andrà bene lo stesso". Sono però davvero poche le donne (soprattutto in Italia) con l'approccio "con lui voglio SOLO un'avventura e niente altro...". Quella normalmente è una prerogativa maschile...

      Elimina
  13. Riguardo all'influenza del punto "Money- Status", penso che influisca molto, ma lo metterei su un livello diverso.
    Una persona che non ha uno status altissimo, ma è molto bello, può tranquillamente trovare da fare sesso, incontri, persone che vogliono frequentarlo. (almeno nel centro-nord) dove vivo io, ho quasi sempre visto questo.
    Poi ovviamente nelle storie a lunga durata o matrimonio penso che sia avvantaggiato chi ha "anche" lo status- money perchè in quel caso oltre alla bellezza fisica, il fatto di essere "sistemato", la "reputazione" fanno guadagnare un numero maggiore di punti.
    Ho un amico palestrato che piace moltissimo alle donne, gli hanno proposto di fare dei video a petto nudo nel quale lava le macchine, riceveva spesso approcci di tipo sessuale da donne anche molto più grandi nella palestra che frequentavo.
    Lui non ha uno status altissimo.. però attira. Ha anche un viso e forma della mascella molto maschile.
    Sto parlando di un caso su mille.. è bello sia a livello di volto, e ha un fisico enormemente sopra la media.
    In ogni caso, a mio parere, chi non piace esteticamente, spesso è escluso in entrambi i livelli.. sia quello del sesso che quello della storia a lungo termine, anche perchè prima di scegliere un compagno a lungo termine la maggior parte delle persone che conosco, vogliono frequentarlo(come compagno), sapere tante cose..
    Quello che non piace fisicamente, purtroppo, spesso, viene scartato "prima" o visto "come amico"(che è un modo falso di dire che non piace), quindi, nella maggior parte dei casi, perde entrambe le possibilità.

    Sono importanti e possono dare punti entrambe le cose.. in ogni caso:
    In ordine di importanza, soprattutto se si confrontano persone "normali" e non "famose", non ricche o con differenze di "status- money" enormi, metterei "sicuramente" prima la bellezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La bellezza porta necessariamente con sè un po' di status. I tre fattori sono difficilmente scindibili. Leggi qui se vuoi approfondire: https://www.ilredpillatore.org/2018/06/come-attrarre-donna-conquistare-ragazza.html

      Elimina
    2. "Molto bello", "un caso su mille", "fisico enormemente sopra la media": questi dettagli sono la chiave di tutto.

      Questo tuo conoscente probabilmente è un 8, se vogliamo metterla coi numeretti, o comunque sicuramente sopra la soglia della bellezza oggettiva ed universale, tanto è vero che viene approcciato da sconosciute (e pure spesso) non solo nei locali notturni o in contesti sociali classici di comitiva mista, bensì persino in un ambiente da "vita di tutti i giorni" come la palestra.

      A quei livelli, altro che non avere uno status altissimo: come ho già scritto in altri commenti, in casi del genere la musica non cambierebbe neppure se fosse un asperger, un asociale, o un sociofobico senza amici, con conseguente status rasente lo zero.

      Il problema dei "belli che non trombano" o dei "belli che non piacciono" riguardano essenzialmente la fascia fra il 6 ed il 7, dove si è giusto nella media o poco sopra e dunque non si è poi chissà quanto belli, al massimo sei un normocarino e non puoi permetterti grosse mancanze nelle altre variabili dell'equazione o non essere socialmente inserito, pena il rimorchiare poco o nulla e nei casi più estremi (vedi sociofobici gravi, asperger diagnosticati, agorafobici, ecc...) fare praticamente la stessa vita di un brutto vero.
      A meno ovviamente di non buttarsi nella giungla di Tinder.

      Io fui valutato anche 7 da alcuni, eppure in 6 anni di palestra ho ricevuto un solo approccio femminile, peraltro con una scusa tipo "Ehi ciao! Mi faresti da spalla per questo esercizio?", quindi nemmeno un qualcosa di così esplicito.
      Questo per far capire quanto il divario fra gli over7 e la fascia 6/7 sia forte.
      Non parliamo poi dei sub6, lì purtroppo la soglia è ancora più netta, dato che si comincia a parlare di bruttezza tout court.

      Elimina
    3. Si, ho letto quell'articolo, lo trovo interessante.
      A prescindere dal fatto che ho trattato in modo maggiormente "distinto", alcuni elementi nell'esempio fatto, non la penso "troppo" diversamente su alcuni punti.
      Non metto in dubbio che lo status possa influenzare la scelta di una donna. Io stesso potrei raccontare casi banali.
      Ad esempio quando un uomo si presenta circondato da belle donne, (come uno "di successo") a volte attira altre donne. Però in quel caso avviene una forma di competizione tra loro, che poco ha a che vedere con l'attrazione in senso stretto verso di lui.
      Questo lo ho notato in certi locali da ballo: ti presenti con una donna che sbava per te? magari carina? ci balli in modo sensuale in pista davanti a tutte? altre ti cercano, ti chiedono il numero. Ti presenti da solo? nessuna delle stesse magari ti parla. Eppure sei sempre la stessa persona, con gli stessi pregi e difetti.
      Non voglio generalizzare su questo, però può succedere.
      In ogni caso la vedo nella seguente maniera:
      Lo status può alterare "parzialmente" il giudizio su qualcuno, ma non farà mai vedere un 2 come un 8.. (il mio è un esempio estremo per chiarire meglio, quello che intendevo nel precedente messaggio).
      ------------------------------------------------------------
      Alcuni giornali di gossip, parlano spesso di "brutti" che piacciono, ma in realtà secondo me viene esagerato questo concetto, a volte. Non sempre racconta tutta la verità:
      1) alcuni di quelli che tali riviste descrivono come "brutti che piacciono", così brutti non sono(a mio parere).
      2) a volte viene creato un personaggio appositamente per fare credere alla gente che uno con caratteristiche del genere possa piacere, in ogni caso i veri brutti (quelli con asimmetrie importanti, malformazioni o altro) vengono più spesso scelti come attori comici oppure nei film horror. Bisogna guardare in termini di percentuali, il caso singolo con tanto potere magari, conta poco.
      3) come hai detto tu stesso, se Brody fosse stato un netturbino non lo avrebbero chiamato brutto che piace, magari pur avendo la fama di una persona rispettabile aggiungerei.
      Infatti io nella parte finale, avevo detto che mi riferivo soprattutto al confronto fra persone "normali", non famose. Altrimenti la sfida tra chi può smuovere giornali, televisioni e riviste e chi niente.. può diventare troppo "sbilanciata".
      Ho visto persone anche benestanti, ma che sembrano un Frankenstein, non le vedo mai prendere in considerazione, per una storia a breve termine o di sesso. (se non c'è uno scopo).
      Mentre nel caso di un partner ricco, la moglie può godersi soldi, il successo, i selfie sulle riviste, e tradirlo con altri che le piacciono davvero.. l'amica può sperare in favori e "modificare" il suo parere su di lui, mentendo anche a se stessa a volte.. nel caso della storia di sesso o breve, senza nessuna implicazione, viene a cadere lo "scopo". Per questo ho fatto la distinzione.
      Avendo conosciuto il mondo dello spettacolo relativamente da vicino, ho visto come è facile per loro "gonfiare" la fama di un qualcuno, inventando caratteristiche che non ha, quando hanno uno scopo, o sgonfiarne un altro che ritengono "scomodo".
      Ho letto l'esempio di Adrien Brody: è vero, non è bello ma secondo me non è neanche poi così brutto.. in questo caso, aggiungendo la sua posizione sociale, trovo normale che possa essere appetibile.
      Quindi in conclusione, dico solo mia "personale" opinione:
      Si, lo status è importante. Avere successo è importante anche per se stessi, può rendere più facili tante cose, indirettamente collegate. Non ho mai consigliato a nessuno di trascurare questo.
      Per il resto, la penso come sopra..
      Grazie per lo scambio.

      Elimina
  14. per Marco:
    Ho fatto un esempio sopra la media perchè questa persona veramente oltre al fisico non ha molto di speciale, lo ammette lui stesso. è un bravo ragazzo..come ce ne sarebbero migliaia. Spesso, parla di pesi e integratori(che non sono gli argomenti preferiti dalle donne).. era un esempio estremo.
    In ogni caso, nella mia città, anche persone "da 7", capita che vengano approcciate a volte(anche se meno spesso).
    Chi è un 5 se la passa malissimo. Anche persone da 6/6,5 molto spesso si vedono mettere da parte(ho usato i numeri solo per rendere una idea).
    Questo dipende da diversi fattori, ne vorrei evidenziare uno:
    In Italia in particolare, ho visto la tendenza di molti uomini a fare gli zerbini.
    Gli stessi ti criticano se non fai come loro. Se non metti sempre la donna su un piedistallo.
    Per non parlare delle sale da ballo nelle quali moltissimi invitano qualsiasi persona di sesso femminile, basta che respira, mentre le donne sono più selettive.
    Infatti ci sono uomini che si beccano una sfilza di no.. anche tutto il locale, ma non ho mai visto nessuna donna ricevere un "no" da un uomo.
    Ultimamente alcuni hanno capito che era controproducente, comunque una grossa fetta continua a farlo.
    Questo per dire che il rapporto domanda offerta è piuttosto sbilanciato tra uomo e donna. Avviene anche nei normali approcci a volte.
    Chi è nella norma, che si trova una concorrenza spietata.
    Ho visto una mia amica, era da 4-5 massimo entrare in chat e ricevere molte proposte in meno di 30 minuti. Tante finestrelle aperte.
    Gente che la chiamava "stellina", "dolcezza", senza nemmeno conoscerla.
    Entri con un nick da uomo e non succede.
    Se una donna, anche non bella, viene corteggiata da così tante persone( a volte anche amiche poco sincere che sperano in favori e la riempiono di like, e di frasi come "sei bellissima"), se magari ha già la testa montata di suo.. se la monta ancora di più.
    Si sente una "regina" anche se non lo è. Di conseguenza pretende sempre di più.
    Ecco quello che penso sia uno dei motivi. Ne possono trovare di livello ben più alto del loro, quasi non muovendo un dito. Alcune.
    Con l'uso di internet questo processo si è amplificato perchè gli zerbini che prima di persona facevano più fatica ad approcciare una donna, si buttano in massa su qualsiasi persona col nick femminile, con il risultato che quasi nessuna risponde dopo, se non conosce. (anche qui ho estremizzato un pochino il concetto per rendere l'idea).
    Questo atteggiamento di alcuni a zerbinare(se ne è parlato in un altro articolo), purtroppo danneggia proprio quelli che non sono "Brad Pitt", non sono da 8 o 9.
    Se, faccio un esempio, alcune donne non si abituano ad essere messe in discussione, perchè ci sono quelli pronti sempre a calare la testa, la situazione potrebbe peggiorare.
    Ho visto anni fa.. in discoteca in un altro paese, donne seminude che ballavano, quasi nessuno andava ad approcciarle.. (l'esatto opposto).
    Anche se le donne montate si trovano dappertutto le differenze si vedevano.
    Credo che questa svalutazione dei 6/6,5 a volte persino alcuni 7 dipenda anche in parte dall'atteggiamento di questi.
    Non dico che uno debba stare da solo, ma anche invitare ogni essere vivente solo perchè è di sesso femminile, e usare alcuni atteggiamenti quasi di sottomissione, come ho visto fare ad alcuni, anche piacenti.. per il puro gusto di mostrarsi "cavalieri" , non credo abbia effetti positivi.
    P.s:
    Metto la firma con il nick sotto. così non si confondono le discussioni:

    Van

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Anonimo 25 luglio 2019 18:41

      Chiedo scusa per eventuali errori o mancanza di punteggiatura adeguata, ma sono di
      frettissima…

      Ciò che dici è proprio quello che da un po’ di tempo a questa parte sta emergendo, e cioè che i morti di figa hanno proprio rotto il ca**o. Sputtanano loro stessi e tutto il genere maschile, il che mi fa girare non poco le palle perché, esendo uomo, ci sono dentro anch’io. Quegli sfigati che, pur di ramazzare anche un rottame ambulante, esordiscono con “sei bellissima”, “ciccina cara”, “ciao stupenda”… non fanno altro che egoboostare anche le più cesse del pianeta, contribuendo notevolmente ad incancrenire la situazione attuale, che è già fin troppo incancrenita di suo.
      L’ho già scritto in qualche altro mio commento e lo ribadisco: è sacrosanto il farsi avanti con una donna, mi sembra scontato, ma cazzo, che almeno non lo si faccia ponendosi come il Fantozzi di turno… non per nulla qualche suo megadirettoregalattico lo chiamava “merdaccia”.

      Elimina
    2. Sì, diciamo che il 7 è quel livello dove si inizia già a ricevere qualche approccio diretto dal nulla da parte di sconosciute anche nella vita di tutti i giorni, magari raro e/o frutto di botte di culo (è diverso invece in disco e contesti sociali classici dove basta già essere normocarini sul 6,5 per sculare ogni tot un approccio senza muovere un dito), soprattutto nelle grandi città del Nord dove conta quasi esclusivamente l'aspetto, a discapito di M+S.

      Anche per questo ritengo di essere stato un pelo sopravvalutato e che il mio "valore estetico" (i numerini saranno una cazzata di per sè, ma nella sostanza sintetizzano benissimo situazioni e concetti) si deve collocare da qualche parte fra il 6 secco ed il 6,5 stiracchiato, perchè questo dicono i miei feedback ad impatto, che non avendo una vita sociale degna di tal nome si limitano giocoforza a qualche sporadico sguardo/occhiata per strada, nonchè ai risultati in termini di match ottenuti quando sperimentai Tinder.

      Per il resto concordo con tutto: è proprio quel meccanismo da te descritto, con uno zerbinismo ai limiti del patologico alla base di tutto (si punta tanto il dito sulle donne e sulla loro pretenziosità, ma quella è una CONSEGUENZA, non è il vero problema che sta all'origine di tutto!) che alla fine mette in difficoltà anche ragazzi che, pur non essendo dei Brad Pitt, non sono manco dei bruttini da 5 o peggio.

      Poi è chiaro, se sei un 6,5 o anche un 6, ma hai la fortuna di essere inserito socialmente, il tuo giro sociale ti consente di frequentare molti ambienti e conoscere molte donne, quindi prima o poi, armandoti di pazienza, ti capiterà anche quella a cui piaci (dato che brutto, di fatto, non sei), magari non necessariamente messa male esteticamente, se non proprio pariestetica.
      Perchè anche l'ipergamia non è altro che un concetto generale e come tale ammette eccezioni.

      Elimina
  15. Ultima cosa: Parlando di voti, che spesso vedo dare tramite forum, chat o altro.. e di variazioni fra come si viene visti online e fuori. Fra come uno "pensa" di essere bello, e come poi viene percepito nella vita comune (palestra, uscita con gli amici etc..). Faccio esempi giusto per dare un'idea:
    Ho notato che alcune persone scattano 200 volte (è un modo di dire) una foto, prima di metterla online. Cercano di nascondere dei difetti(se possibile). Altre le ritoccano. Con certe cam basta inclinare più o meno il cellulare, cambiare la luce per dare una impressione leggermente diversa. Infatti in alcune foto la persona, col viso deformato, risulta più brutta.
    Ho visto su un famoso Q&A che molti internauti erano talmente abituati a ritoccarle che non erano d'accordo con chiunque dicesse che non era consigliabile farlo.
    Alcuni usano effetti (oppure Faceswap, Youmakeup).
    Altri deformano le dimensioni della foto:
    Supponiamo che uno/a abbia una pseudo "long face", un pochino antiestetica.
    Ridimensionando semplicemente la foto e cambiando le impostazioni di larghezza e lunghezza, non conservando la forma totale, potrebbe apparire un pelino meno accentuata.
    Appena quello o quella va all'appuntamento, l'altro/a vede che ha il faccione lungo e stretto(è solo un esempio).
    Una cosa è curare il proprio aspetto(e sono favorevole), altra è modificare le foto con effetti digitali.. non riproducibili nella realtà.
    Premesso che un brutto magari non diventerà bello o viceversa, piccole variazioni, penso che possano causare il rischio di sopravvalutarsi o sottovalutarsi( ovvero uno degli argomenti di cui si parlava sopra).

    Vedo molte persone che non cambiano la foto per 4,5 o più anni nel profilo di facebook, Whatsapp.
    Mille volte ho visto persone che ottenevano l'appuntamento, ma dal vivo, esteticamente deludevano.
    Non dico che uno debba mettere una foto in cui è venuto male, ma almeno più realistica possibile.
    Io stesso avevo una foto leggermente sfuocata nella quale sembravo meglio di come ero realmente.. visto che era fatta da professionisti per una copertina. I commenti che ricevevo erano migliori con quella rispetto a un'altra foto.. poi ho capito che era poco utile usarla. Meglio sorprendere a un appuntamento che deludere. (quindi non generare nell'altra persona una aspettativa troppo alta rispetto al proprio aspetto reale).
    è solo il mio parere. Mi sembrava utile parlarne, visto che si trattava il punto: " se una persona è realmente bella oppure no", e oggi questi mezzi sono usatissimi sia da ragazzi che ragazze.

    Van

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Anonimo27 luglio 2019 03:40

      Discorso condivisibilissimo, anche se va detto che questi stratagemmi di fotoritocco, angolazioni "tattiche" e roba del genere, sono per l'appunto largamente utilizzati più che altro su social e siti d'incontri (Tinder, Instagram, Lovoo, lo stesso Facebook, ecc...).

      Quando invece si richiede una valutazione onesta e "redpillata", si spera che uno non cerchi di barare nei modi specificati nel tuo intervento, come parimenti si spera che non utilizzi foto appositamente peggiorative al fine di fingersi brutto e prendere tutti per il culo.

      Io ad esempio mi sono sempre preoccupato di ottenere giudizi il più possibile obiettivi ricorrendo a foto realistiche, quindi scattate alla distanza corretta, con condizioni di luce naturali e senza distorsioni, da diverse angolazioni (frontale, profilo, 3/4) e cercando di evitare il più possibile tatticismi vari, per non parlare dei ritocchi che manco sono in grado di fare e sicuramente evitando di scattarmi decine di foto, anzi tutto il contrario :D
      In più mi sono persino fatto valutare "dinamicamente" tramite video in cui pure parlavo (anche lo stesso Redpillatore mi ha visto in diversi filmati), il che probabilmente rappresenta il sistema migliore per ottenere un giudizio il più possibile obiettivo e simile a quello che si otterrebbe dal vivo.
      Il responso è stato sempre quello: un range che andava dal 6,5 al 7.
      In foto invece mi feci valutare da una platea piuttosto vasta e lì la forbice si allargava, dato che arrivarono anche un 5.5, un 6, tre 8 ed un 7/7,5: la media però si piazzava sempre attorno al 6,5.

      Diciamo che la "regola del pollice" per valutarsi correttamente è quella di farsi giudicare tramite video, togliere quel mezzo punto che magari possono darti come bonus o magari frutto di soggettività, e soprattutto raffrontare il tutto con i tuoi feedback d'impatto nella vita di tutti i giorni.

      Sempre nel mio caso, tali feedback sono quelli tipici di una persona nella media, che in genere passa del tutto inosservata e sporadicamente può attirare lo sguardo di qualcuna, non necessariamente brutta ma anche pariestetica sul 6 o poco più.

      Alla base di tutto questo va però sempre considerato quanto i voti, di per sè, siano un po' una cazzata, un mero esercizio visivo basato su una scala spesso arbitraria e personale: sono tuttavia utili per fornire un'idea di massima, tale da comprendere la propria collocazione in fatto di valore estetico (brutto vero, normobruttino, normaloide, normocarino, bello vero).

      Elimina
    2. Marco27 luglio 2019 10:38
      Concordo su quanto hai detto. Il video, soprattutto se dinamico può offrire una visione maggiore. Muovendosi, può scoprire dettagli che in altri modi potrebbero non notarsi.
      Mi sembra corretto il modo in cui hai detto di fare le foto.
      Anche in altri ambiti, molto tecnici, quando si vuole analizzare un problema che sia mascellare, zigomatico, altro.. in diversi casi si chiedono per una prima valutazione online alla quale poi segue quella di persona, più approfondita: frontale,profilo (da entrambe le parti possibilmente), 3/4 etc.. con buona qualità, senza distorsioni.
      Per il resto, come hai detto anche tu, queste tecniche sono largamente utilizzate sui social, chat, etc..
      Siccome nel mondo dei giovani e meno giovani, hanno una diffusione enorme, ritenevo "lo stesso" utile parlare di questa abitudine.
      Parlando di sopra-sottovalutarsi, questo, potrebbe in certi casi essere strettamente collegato, anche supponendo che "noi" non lo facciamo, perchè molte persone si lasciano trascinare dalla moda. dicendo: (estremizzo per rendere l'idea, con frasi che ho sentito)
      1)"tanto lo fanno tutti, perchè non farlo anche io?"
      2)"tanto sono sempre io nella foto, mica sto imbrogliando, cerco solo di mostrare il meglio". Invece sbagliano, perchè alcuni non si rendono conto del fatto che un dettaglio può cambiare molto. Basta pensare a quelle operazioni maxillo facciali nelle quali, spostando un osso di pochi millimetri, nella maniera giusta e studiata, l'armonia generale di un viso può cambiare (aggiungerei in bene o in male).
      3) Noto che oggi, diversi giovani(senza generalizzare) passano quasi più tempo in questi social network che in un pub a parlare con estranei. Addirittura a volte li vedi col cellulare in mano anche quando escono la sera, quando viaggiano su un treno, continuando a scrivere.
      La diffusione è dimostrata anche dal numero di iscritti, e il numero di download di tali app da fotoritocco,che a volte addirittura create dagli stessi "padroni" del social stesso.
      Se si abituano a guardare e fare guardare la loro foto, con un dettaglio cambiato, anche solo per vedere i "like", possono rischiare di abituarsi a una visione "leggermente distorta" del proprio aspetto.
      Siccome la realtà virtuale e reale, non sono mai state così intrecciate, alcune di queste persone iniziavano addirittura a "schifare" le foto nelle quali secondo loro erano "venuti male".
      In realtà, alcune, erano soltanto più veritiere, crude, "grezze" meno "ricercate".
      Non tutte le persone sono "consapevoli" di questo, quindi rischiando di stare borderline con l'argomento, ho aggiunto questa parentesi.
      Allo stesso modo, chi non cambia la foto per 7 anni, pur usandolo tutti i giorni, come un mio ex-amico, forse potrebbe rischiare, alla lunga, di cercare di "sembrare" uno pseudo "Dorian Gray".
      In conclusione: questo non lo collego direttamente con la svalutazione di alcuni cosiddetti 6,5 che invece ritengo sia molto più causata dall'innalzamento delle pretese, per motivi di cui abbiamo largamente parlato prima, ma al fatto che fuori, con il vento che li spettina oppure sudati per il caldo, potranno sempre apparire leggermente diversi da come sono visti su tinder, instagram, fb o altro(da cui vengono la maggior parte delle valutazioni che sento in giro).
      Alcuni di quelli che prendono il "vizio" di usare certi software, facendolo spesso, difficilmente "tornano indietro".
      Uno dei rischi, credo sia addirittura rigettare la propria immagine senza i miglioramenti(che potrebbe avere "indirettamente" ricadute anche sul sociale).
      Questo perchè non parliamo della semplice simulazione che fa un chirurgo.. che viene usata solo a scopi di studio (per esempio una rinoplastica) ma di foto usate addirittura sui loro profili, che rivedono tutti i giorni.

      Van

      Elimina
  16. Scusate, vorrei un chiarimento.... ho letto diversi commenti in cui sostanzialmente si dice che se uno è decente esteticamente, riceve "approcci" per strada, in palestra, ecc....
    Potreste definire cosa intendete per "approccio"?
    Vorrei immediatamente chiarire che io mi considero uno assolutamente nella norma.
    Io mi sento dire di non essere MAI stato "approcciato" nella mia vita da una sconosciuta, tranne una volta che è stata abbastanza ovvia. Ero in un autobus semideserto con molti posti vuoti ed una ragazza è venuta a sedersi appositamente accanto a me, facendo qualche osservazione sull'ambiente e parlandomi. Questa è l'unica volta che posso considerarla come approccio perchè ovvia e lapalissiana. Io non ho approfittato comunque della cosa perchè soffro di fobia sociale ( diagnosticata dallo psichiatra) e mi sentivo in imbarazzo.
    Diverse volte, come immagino a tutti, mi è capitato invece di essere stato approcciato da donne con domande tipo
    hai accendino? Sai dove si trova il posto X? Sai a che ora passa l'autobus X? Questo per strada con altre persone nei paraggi.
    Questi ovviamente NON li considero approcci perchè volendo potrei fare queste stesse domande ad un uomo, senza che io abbia secondi fini.
    Chiedo questo perchè una volta, una ragazza è venuta a chiedermi di accendere, un mio amico l'ha visto e mi ha detto che questa mi aveva approcciato. Io ovviamente presi questa esternazione del mio amico come una battuta e mi misi a ridere.
    Mi è venuto questo dubbio, voi che dite?

    RispondiElimina
  17. Funkydildo: no... dalle mie parti generalmente non basta essere "decente esteticamente". Di persone "decenti" che le fanno la corte ne hanno tante. Se dovessi dire un numero.. si parte dal 7 per dare l'idea...
    Quelli che hai elencato non "sono" approcci.
    Sono normali informazioni o favori che possono chiedere al vecchietto o al bello, senza interessamento.
    Per approcci io intendo frasi più compromettenti.
    Esempio in sala da ballo: "commenti sulle braccia" a uno con dei bicipiti sviluppati. Poi la tipa gli chiede di ballare, flirta con gli occhi e non lo molla.
    Altro esempio: uno in palestra riceve battute a senso unico, domande specifiche. Anche questo è "sopra" la media.
    A un altro addirittura una cassiera gli manda foto compromettenti con Whatsapp dopo avergli chiesto il numero. Ad occhio lui è sul 7,5.
    Se è un approccio te ne accorgi perchè la cosa non finisce li.."ci mette un pochino di malizia.
    Anche la semplice richiesta di amicizia la distinguerei..
    Se cerca di avvicinarsi a te, ma senza malizia, perchè le serve qualcosa. In questi casi se il "ragazzo" cerca di approfondire lei "frena" e "mette subito in chiaro" che non le interessa per niente aver a che fare con lui "al di fuori" dei "paletti" che ha creato.
    Altro esempio. Da una parrucchiera entra uno:
    Una impiegata fa apprezzamenti sulla sua estetica, la collega idem, e poi gli fanno domande: se era fidanzato, con chi usciva.. insomma il terzo grado.
    Altra parrucchiera entra un ragazzo carino col pizzetto.. una signora lo riempie di domande perchè voleva farlo conoscere a sua figlia, che non aveva il coraggio di dirglielo..
    Anche questo lo ritengo un "approccio" anche se indiretto e fatto "tramite una terza persona".
    Sarà che vivo in una regione nella quale alcune donne, "se" piaci a loro te lo sbattono in "faccia" a volte.
    Idem se non gli piaci.. ti trattano davvero male.
    Alcune sono sfacciate, ma "se" sei il prescelto. Il "se" però è grande come una casa.. Spesso hanno pretese "assurde", rispetto al "loro livello". Puntano molto in alto..
    Anzi.. se qualcuno fa un approccio verso di loro, molte di esse, raccontano di essere "infastidite" al punto da ritenerlo quasi una offesa. Oppure vanno in sala da ballo e si lamentano se non ricevono "approcci e inviti" da "qualcuno". In realtà loro per "qualcuno" intendono "quello che interessa a loro".
    La verità è che qualcuno si chiederà perchè alcune fanno gli approcci?
    La risposta è che, differentemente dagli uomini che possono riceverne "a caterve", queste raramente ricevono un "no". Sono talmente montate alcune di esse, che molti ragazzi si tengono a distanza.
    Qualcuno erroneamente potrebbe pensare: "fanno approcci quindi sono facili..".
    No.. è l'opposto. Quelle di cui parlo sono fra le più difficili che abbia visto al mondo. Gli approcci li fanno in casi "molto selezionati".
    Fra l'altro spesso "durante" l'approccio valutano "Money, successo e altro".
    Fanno domande specifiche: se uno fa un lavoro che loro considerano "non di alto livello", anche se lo riceve può essere scaricato pochi minuti dopo.
    Sono il contrario che socievoli, loro mentalità ispirata a uno pseudo-femminismo estremo guardando certi film svedesi.. le porta ad essere enormemente infastidite se uno che non è "di loro gradimento" prova a conoscerle. Addirittura da ritenerlo come una violenza quasi(basta vedere alcuni di quei film per capirlo). Infatti..in alcune scuole di ballo, la maggior parte di quelli che pensano di non essere di loro gradimento, non solo non fanno approcci verso di loro ma non gli rivolgono nemmeno la parola per paura di una brutta reazione.
    Questa è la mia opinione, relativa a alcune zone italiane che conosco.
    Van

    RispondiElimina
  18. No il vero problema è che viviamo in Italia paese dove nulla gira secondo logica, andate all estero vedrete come cambia la musica....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io continuo a ripeterlo ma questi non ci sentono...
      Certe volte gli individui si sentono rassicurati a razzolare sempre nella stessa merda e restano ad annusarla affezionati.

      Elimina
    2. @Anonimo 19 agosto 2019 16:34: il fatto è che non tutti possono o cmq sono in grado di vivere all'estero (e cmq estero è un concetto un po' troppo generico...). Al di là delle difficoltà di adattamento a causa della lingua, dello stile di vita e dell'ambiente, ci sono spesso situazioni in cui non mi sento di biasimare chi anche avendone la possibilità NON ci va (pur ritenendo che si stiano perdendo qualcosa). Ci sono genitori anziani, magari rimasti vedovi senza altri punti di riferimento oltre al figlio (capita spesso soprattutto se non si hanno fratelli), o fratelli disabili, o altro ancora, o ci sono problemi di salute propri che magari non ce la si sente di affrontare con la sanità straniera, sia per questioni di lingua, sia per i diversi sistemi previdenziali. E questi sono i casi più gravi...

      Poi (e parlo da persona che ha vissuto a lungo all'estero) certo c'è anche gente a cui pesano questioni climatiche, o di diverse usanze rispetto al cibo, o non poter andare allo stadio a seguire la propria squadra del cuore, e verso quelli ho meno comprensione. Personalmente consiglio a tutti di fare un'esperienza di vita all'estero; però allo stesso tempo quello che ho visto mi induce a dire che, almeno sul lungo termine, non è qualcosa esattamente alla portata di tutti...

      Elimina

Ciao! 😃 Grazie per aver deciso di lasciare un commento, sono contento di sentire cosa pensi del mio articolo. Ti chiedo solo di rispettare alcune regolette:

✔️ Se vuoi commentare in anonimo creati almeno un nick di fantasia (Vedi: Nome/URL) per evitare che chi leggerà faccia confusione tra i vari commentatori.
✔️ Cerca di scrivere post ricchi di contenuto. Niente insulti, volgarità, spam, dati falsi o tendenziosi, polemiche sterili o discorsi oziosi.
✔️ Se devi farmi una domanda non relativa all'articolo, usa prima la funzione "Cerca" oppure vai al menu alla voce FAQ. Può essere che la risposta sia già lì.