Home Dinamiche Sociali Ecco Perché le Ragazze Brutte hanno Mediamente più Uomini delle Belle

Ecco Perché le Ragazze Brutte hanno Mediamente più Uomini delle Belle

42
ragazze brutte
ragazze brutte

Oggi  vi voglio esporre questa mia personale e singolare teoria, che ancora non è accettata dalla comunità scientifica ma che in futuro sicuramente rivoluzionerà la storia delle dinamiche sociali.

Normalmente siamo portati a pensare che le donne più belle, risultando più attraenti ad una percentuale maggiore della popolazione maschile, abbiano anche più probabilità di avere rapporti sessuali e quindi cambino partner sessuali più spesso.

La mia esperienza e le mie osservazioni mi hanno portato però ad una conclusione differente, e anzi per certi versi opposta:io ritengo che siano invece le ragazze o donne più brutte ad avere più partner sessuali e cercherò di spiegare le mie ragioni in questo articolo, le cui  considerazioni valgono anche per leragazze brutte che diventano belle o per quelle che si credono belle, dal momento che le relazioni sociali dipendono non solo dal valore di mercato che uno ha, ma anche da quello che ritiene di avere.

L’ho chiamata la “Teoria del Recipiente” e si può sintetizzare nel seguente brocardo “Il numero di uccelli diversi presi da una donna nel corso della vita è inversamente proporzionale al livello estetico della stessa”

Va detto immediatamente che questa teoria presenta alcuni limiti, ma sento di essere sulla buona strada.

Un primo probabile ostacolo alla sua accettazione è dato dal fatto che esiste uno studio che dimostra come le persone belle abbiano più partner sessuali delle brutte e questo sembrerebbe smentire il mio punto di vista, se non fosse che, a mio avviso, le conclusioni dello studio vanno interpretate in maniera critica analizzando la tipologia dei campioni su cui sono stati effettuati.

Ad esempio, se consideriamo due campioni, uno con donne molto belle e uno con donne molto brutte, è ragionevole pensare che il numero di partner sessuali sia più elevato fra le donne del primo campione, ma si tratta di un’estremizzazione.
Un conto è paragonare un gruppo di donne da 2 con un gruppo di donne da 8 e un conto è paragonare un gruppo di 5 con un gruppo di 7.
Nel primo caso le donne da 8 avranno più partner sessuali, nel secondo caso invece a mio avviso no.
Di conseguenza la teoria del recipiente potrebbe avere una soglia estetica di partenza oltre la quale troverebbe applicazione. Ma andiamo avanti.

Le donne sono generalmente molto restie a concedere i propri favori sessuali, a mio avviso per due fondamentali ragioni di tipo biologico:

  1. Il fatto che la natura ha loro imposto il pesante onere della gravidanza, e questo è ciò che le porta a compiere una selezione sessuale improntata sull’ipergamia dandola solo agli uomini di valore superiore.
  2. Darla a molti uomini diminuisce il loro valore di mercato perché diminuisce il loro valore di riproduzione.

Una donna sessualmente molto promiscua non offre sufficienti garanzie riproduttive ad un uomo perché il suo comportamento sessuale non permette di stabilire con certezza la paternità di un figlio e un uomo, nell’allacciare una relazione con lei, corre il rischio di trovarsi a mantenere il figlio di un altro, il che non è esattamente la migliore delle strategie;anzi, non è affatto una strategia.

Tutto questo è dovuto al fatto che la donna, quando è fertile, a differenza di altre specie animali non emette segnali visibili (la cd. ovulazione occulta) e anzi neppure lei stessa sa con certezza di essere feconda, quindi nel caso rimanga incinta risulta molto più complesso stabilire da chi è stata fecondata.

Il motivo per cui la donna si offende mortalmente quando le viene dato della troia o della puttana è proprio il fatto che si tratta di aggettivi che la vanno ad aggredire in quello che più ha di prezioso, ovvero il valore di mercato sessuale, e possono potenzialmente renderla meno appetibile di fronte agli occhi di alcuni uomini che, a causa della sua promiscuità, vengono disincentivati ad intraprendere una relazione con lei.
Gli stessi aggettivi però, del resto, vengono per primi utilizzati dalle stesse donne per sminuire il valore delle loro rivali, quindi appare abbastanza ipocrita offendersi per i giudizi maschili di questo tipo e utilizzarli a propria volta nei confronti di altre.

La paura di essere considerate delle “troie” è a mio avviso nettamente maggiore nelle ragazze di valore più elevato per ovvie ragioni, perché a causa della loro tendenza ipergamica hanno un bacino nettamente inferiore di potenziali uomini a cui attingere e quindi devono ponderare molto meglio le proprie scelte.

Per una ragazza di valore medio che va con un uomo di elevato valore, il rischio di vedere la propria reputazione infangata è fortemente compensato dal beneficio di riuscire ad ipergamare parecchio, mentre per una ragazza molto bella il gioco non vale la candela.

Questo spiega perché ad esempio, da giovani, le donne nella media instaurano rapporti di trombamicizia esclusivamente con uomini di bell’aspetto, dai quali si fanno sfrullare allegramente la fagiana, mentre ai loro pariestetici la smollano solamente dietro promessa di una relazione a lungo termine (leggi = schiavitù consensuale) e spiega anche in parte il fenomeno incel.

Pensate ad esempio alle varie modelle famose: raramente vengono coinvolte in scandali relativi ad avventure, a botte e via con sconosciuti, nonostante abbiano sempre i paparazzi alle costole e notizie del genere farebbero molta gola e verrebbero subito alla luce.

Non si sente mai di una Bar Refaeli o di una Caroline Winberg che si apparta nei bagni di una disco con un tipo appena conosciuto, mi viene in mente giusto Kate Moss che però aveva problemi di tossicodipendenza, mentre invece è strapieno di star di Hollywood maschili che lo fanno.

ragazze brutte
“questa bionda è molto meglio delle commesse che ti fai di solito”

Lo fanno però con ragazze nettamente sotto il loro valore, con tipe nella media o poco più.
Un Leonardo DiCaprio ha molte avventure con ragazze comuni appena carine, ma poi quando si stanca e/o trova la Bar Refaeli ci si fidanza e inizia una storia a lungo termine.

Viceversa una Bar Refaeli deve stare molto attenta a non infangarsi la reputazione perché poi farà più fatica a trovarsi un Leonardo DiCaprio visto che gli uomini di valore così elevato sono pochissimi (sono molte di più le modelle).

Di medioman disposti a prendersi gli scarti di DiCaprio invece è pieno (e anzi dopo una vita di seghe sono pure contenti, pensano di avere svoltato) quindi la tipa media ha solo da guadagnarci ad andare con la star perché , anche grazie a questa “meravigliosa” società, cadrà sempre in piedi.

Mi rendo conto che è una teoria piuttosto audace, e sono disposto ad accettare eventuali critiche.
A supporto posso portare la mia esperienza, ma c’è anche uno studio effettuato su 233 coppie che sono state seguite per 3 anni e che dimostra come le donne più belle tendano a tradire di meno [1]

In pratica ti sposi una cessetta perché “è sciocco essere superficiali” e “bisogna andare oltre le apparenze” e lei premia questo tuo sacrificio facendosi stantuffare da uno meglio di te, non appena tu esci di casa per andare a fare il tuo lavoro da schiavo e poter pagare il mutuo trentennale.

Non è proprio lo stesso discorso dell’articolo ma io qualche parallelismo ce lo vedo, perché è difficile credere che questi comportamenti promiscui siano una conseguenza del matrimonio e non piuttosto qualcosa di strettamente connesso al valore di mercato delle donne che li attuano.

La Juggernaut Theory

In fine ci sarebbe da menzionare anche la cd. “Juggernaut Theory (o Law)” ovvero la teoria secondo la quale le donne più brutte avrebbero paradossalmente più attenzioni delle belle proprio perché gli uomini pensano che il fatto di essere più brutte le renda meno pretenziose e quindi più disponibili, mentre le donne belle mettono soggezione e vengono considerate fuori portata.
Questo in un certo senso dimostra come sia impossibile fermare il potenziale di appuntamenti di una donna, che è inarrestabile. Da qui appunto il termine Juggernaut che in inglese indica una forza inarrestabile.

Forse ti interessa anche:

L’autore della vignetta in alto è Eriberto Intestini

Advertisement
Sottoscriviti
Notificami
guest
42 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Unknown
Unknown
2 anni fa

Ciao Redpillatore, mi sono fatta una bella scorpacciata di tutto il blog negli ultimi due giorni e, nonostante ciò possa andare contro i miei interessi in quanto posseditrice di fagiana, non posso negare che ci sia più verità qua dentro che in qualsiasi trattato di psicologia, sociologia, sessuologia, ecc.
Per cui complimenti vivissimi per la tua incredibile capacità di analisi dei REALI rapporti uomo-donna, continua così! 😉

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Bruta de muso larga de buso. Sarebbe bastato chiedere ad un Veneto.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Si parte da un presupposto che oggigiorno è sempre più discutibile: la promiscuità è un disvalore agli occhi del maschio.
Sicuramente un tempo era così, per le ragioni “biologiche” descritte.
Oggi però la promiscuità è totalmente sdoganata, per cui tutte le donne quando si sposano (sempre che ci arrivino) hanno avuto un numero imprecisato di uomini.
Per questo i maschi, anche se preferirebbero la donna “sexy come Madonna ma pura come le suore”(citazione Drupi), si devono di fatto accontentare.
Oggi la promiscuità è talmente pervasiva che nessuna donna se ne vergogna più. Ecco perché anche una strafiga, alla fine, avrà tanti partner.
La differenza con la brutta è che, ovviamente, essendo mediocre, queat’ultima se vuole scopare deve compensare la mancanza di bellezza con la troiaggine.
Se una bella e una brutta si comportassero entrambe da brave ragazze, la bella avrebbe più probabilità di scopare.
Affinchè il divario sia colmato, la brutta deve imputtanirsi…
Semplice e lineare…

Anonimo
Anonimo
2 anni fa

È così oggi ed era già così trent’anni fa, le ragazze brutte la danno via come acqua fresca, anche perché è l’unico modo di ottenere attenzioni che diversamente non gli arriverebbero. Oltre questo hanno un’ enorme voglia di rivalsa nei confronti delle vere belle, e non vedono l’ora di dimostrarla fregando il ragazzo morto di fica all’amica più carina e, purtroppo, riuscendovi nella maggior parte dei casi. Esse fanno conto sul fattore T2 (tette e troiaggine) che tanta presa ha sui maschi. Ho visto ragazze belle e con un bel modo di fare messe da parte per la “cessa obesa” dotata di grosse tette e abbastanza troia. Una ragazza bella ma timida raramente ha la meglio su quella meno bella ma più spregiudicata negli atteggiamenti. In quanto al fatto che le donne belle stiano attente alla reputazione, fanno solo che bene: il cock carousel non porta da nessuna parte ed è altamente sconsigliato alle ragazze povere. Al contrario se lo possono permettere le ricche di famiglie, le uniche alle quali viene perdonato e che, anche se hanno preso più cappellate che l’attaccapanni di un barbiere, troveranno comunque marito in virtù di Money e Status, elementi che attirano anche i maschietti, non solo le femminucce.

Unknown
Unknown
2 anni fa

Ciao Redpillatore, mi sono fatta una scorpacciata di tutto il blog negli ultimi due giorni e, nonostante ciò possa andare contro i miei interessi in quanto posseditrice della famosa fagiana, non posso fare a meno di ammettere che c'è più verità qui dentro sui REALI rapporti uomo-donna che in un qualsiasi trattato accademico di psicologia, sociologia, sessuologia, ecc.
Perciò complimenti vivissimi per la tua straordinaria capacità di analisi e continua così! 😉

Urhen
Urhen
1 anno fa

Nella mia esperienza di vita pure io ho notato che le donne medie hanno molti più uomini delle brutte e ho ipotizzato i tuoi stessi motivi, però penso che il motivo principale sia la Juggernaut Theory (secondo cui gli uomini vedono come più disponibili sessualmente le donne brutte).
Una prova di questa teoria è che le medie ti palificano molto peggio delle belle (esperienza personale), appunto perché vengono "approcciate" più spesso delle belle ritenute irraggiungibili.

MountainLion
MountainLion
1 anno fa

Beh, la tua teoria è abbastanza intuitiva : se la donna ha molto valore, ad andare con cani e porci ha solo da perdere, mentre se ha valore basso, nella fattispecie perché è brutta, ha solo da guadagnarci, dal momento che gli uomini di valore più elevato ben difficilmente la calcoleranno e quindi deve contentarsi di ciò che trova.

Veneto
Veneto
4 mesi fa

Hai perfettamente ragione ed io ho potuto osservare il fenomeno già al liceo. Avevo in classe una compagna brutta ma piuttosto intelligente che da subito ha capito che se voleva essere circondata da una coorte di maschietti (magari anche belli) aveva una sola strada : fare in modo che trapelasse la nomea di ‘facile’ è così ha fatto per tutto il liceo e l Università dopo (si raccontava addirittura di gang bang universitarie …) raccogliendo successo. Alla fine del Università voleva sistemarsi definitivamente col moroso che aveva Fin dal liceo (un medio man mio compagno che negli anni era stato trattato come spazzatura ed aveva subito umiliazioni pubbliche da non credersi…cosa non si fa pur di ficcarlo) ma incredibilmente il medio man l ha abbandonata per un altra allo stesso livello ma magari meno rompi! Per quello che ho osservato nella mia vita la media degli uomini avuti da tipe fra il 6ed il 5 è mediamente ben più elevata di quelle fra il 7 e 8, aggiungo che spesso sono giù giovani ad essere attive sessualmente e spesso anche le prime a sposarsi …

Anonimo
Anonimo
2 anni fa

Mah… secondo me tra fattore estetico e "facilità" non esiste nessuna correlazione diretta, così come non c'è tra bellezza esteriore ed interiore. Secondo me incidono molto di più altri fattori, come educazione, retroterra familiare, mentalità, cultura, pratica religiosa, ecc. ecc.

Anonima
Anonima
4 mesi fa

Premettendo che, personalmente, credo che ci siano fattori che influiscano di più della bellezza/non bellezza riguardo alla facilità o meno a concedersi di una ragazza (famiglia di origine, contesto, istruzione, retroterra di valori di riferimento, religiosità, ecc. ecc.), provo ad inserire un altro elemento.
Ho l’impressione che spesso le normocarine (diciamo le 6.5 – 7 scarso) siano più corteggiate delle belle e bellissime decisamente sopra il 7. Tralasciando interpretazioni tendenti alla bluepill del tipo “magari la 6.5 è molto più simpatica e umanamente interessante della 7.5/8”, forse non completamente prive di fondamento ma di sicuro riduttive, penso che possa subentrare il fatto che la bellezza, quando è estrema, spaventa o quanto meno inibisce.
Mi è capitato abbastanza di frequente assistere a uomini che rinunciavano in partenza a farsi avanti, anche educatamente, con ragazze decisamente molto oltre la media perché pensavano: “con una del genere vado incontro ad un palo sicuro, perché può aspirare a molto meglio di me…”.

Che ne dite?

Unknown
Unknown
2 anni fa

ci sono anche le brutte che hanno il "blocco" perché abbastanza intelligenti da capire che le intezioni degli uomini che LE contattano sono di BREVISSIMO TERMINE.
io sono asessuale e l'ho subito capito, tra tutti quelli che mi hanno fatto la "proposta" solo uno sarà stato serio (ma sono asessuale quindi.. non vi è stato "lievo fine").
su internet ho avuto la sensazione che una minoranza avesse intenzioni di lunga durata ma questo solo perché apprezzavano la mia personalità e io la loro, dopo settimane di black humor, discussioni poco politically correct ecc.

invece una mia amica eterosessuale ma nella mia stessa situazione si è chiusa, il massimo della "troiaggine" è stato fare cam spogliandosi per ricevere complimenti… e boh basta.. a 22 anni era ancora vergine senza aver mai avuto una relazione amorosa.

mi chiedo quante siano come la mia amica, al mio contrario, loro DESIDERANO una relazione VOGLIONO UNA FAMIGLIA ma sono troppo sospettose ed EVITANTI (comprensibilmente).

sono abbastanza certa che ci sono le bruttine come le hai descritte e probabilmente sono anche la maggioranza ma mi chiedo quanto siano rare le persone come la mia amica.

Unknown
Unknown
2 anni fa

Amo Le Donne brutto

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Posso confermare appieno questa teoria! Conosco una ragazza bassa, grassa con un viso banale/brutto, e che dá pure la sensazione di sporco (denti sporchi ecc), si veste male, eppure trova pali di continuo, e li ha sempre trovati! Ha uomini che l'approcciano in ogni dove! Invece conosco ragazze molto carine che quando son single non hanno un appuntamento per mesi. Ma non perché son delicate e declinano gli inviti, ma proprio vengono solo guardate e mai approcciate, oppure i ragazzi scambiano delle battute ma poi l'uscita non si concretizza! Da qui l'evidenza che le brutte combinano di più

Ele
Ele
1 mese fa

Concordo con te pienamente e sono giunta a questa conclusione da tempo.
Ho notato anche io, e sono una donna!!, che confrontandomi con tutte le mie conoscenti/amiche più cesse io figuro come una educanda. Sostanzialmente però non lo sono mai stata ma istintivamente ho sempre seguito quello che tu scrivi non mi sono mai sentita talmente disperata o ‘di bocca buona’ per mollarla a chiunque.
Istinto il mio, non strategia, successivamente ne ho capito le motivazioni che collimano totalmente con la tua teoria che secondo me è realtà.
Ho notato questo fin da quando ero ragazzina, quando uscivo con qualche cessa che come scrivi tu si credeva una bellezza stratosferica ero sempre coinvolta in menage che trovavo squallidi.
Ricordo episodi in cui dopo una cena a 4 (io la mia amica del periodo e due tipi conosciuti la sera prima) io passai la serata post cena seduta su uno sdraio a bordo piscina a parlare piacevolmente con uno dei due tipi mentre la mia amica si faceva come dici tu usare la fagiana in sport acquatici con l altro. Mi ha sempre irritato questo ‘bisogno’ loro di svendersi pur di essere ‘cagate’.
Rividi successivamente il tipo per una pizza a due e nacque una simpatica frequentazione sfociata dopo qualche sera in una piacevolissima nottata di fuoco ma soprattutto di intimità visto avevamo feeling e parlare con lui era molto stimolante per me. Per un periodo ci siamo sentiti anche telefonicamente come amici e se lo rivedessi so che il bel ricordo sarebbe reciproco.
Altro episodio tra i tantissimi che ricordo a comprova che la tua teoria è realtà è quando sfinita dalle sue insistenze andai in ferie con una sfigata cessa e la figlia di 6 anni per qualche giorno.
Alloggiammo in un villaggio in Croazia: io molto piacevolmente stavo con la bimba, lei si trombò il portiere il barista e non ricordo chi nell arco di 4 giorni. La fame nel mondo, ricordo che pensai. Mi sentivo a disagio perché a mio avviso ‘mi faceva fare figure di merda’, della serie ‘queste sono proprio affamate e di bocca buona, un motivo ci sarà’.
Anche io avrei potuto trombarmi ovviamente mezzo villaggio maschile ma non mi sono mai sentita così disperata.
È umiliante, non è questione di ‘tirarsela’, è uno stato di bisogno e di disperazione a mio avviso e non mi appartiene.
Consigliavo a quelle così di mettersi a fare le ‘escort’ almeno avrebbero monetizzato 😂
Rocco Siffredi per es secondo me è un grande… ha fatto del vizio virtù e business e la moglie ex pornostar è altrettanto una grande!
Oggi secondo le tue teorie che condivido appieno e che per me sono realtà mi sento ‘non più appetibile’, dicono non è vero se me ne esco con le mie teorie, ma la mia dignità e modo di essere è ancora in linea con gli esempi che ho scritto sopra.
Una cessa al mio posto sarebbe onorata delle molte proposte che ho ma io so che sono appetibile solo a chi vuole una botta e via perché le mie possibilità di instaurare relazioni piene passando anche per il sesso sono drasticamente diminuite … e quindi mi comporto come sempre
Un 30enne che mi corteggia mi fa sentire una merda visto potrei essere sua madre se lo avessi avuto da poco più che adolescente mentre a molte disperate da importanza…
Ma l argomento sarebbe lungo… ciao e complimenti

Viribus Unitis
Viribus Unitis
2 anni fa

Condivido questa teoria: quasi tre anni fa, in uno dei miei esperimenti su Tinder con il mio profilo reale riuscii a raccattare solo una tizia sul 4 (nelle foto sul profilo, invece, con il trucco e le solite angolazioni furbe sembrava un 6 pieno).
Questa mi confessò candidamente la sua scopamicizia allacciata con un tipo con cui si vedeva periodicamente: stentavo a crederci, era la prima volta che usavo Tinder, pensavo che una tipa del genere non riuscisse ad avere vita sessuale, onestamente parlando, e invece riusciva a scopare con estrema facilità.
Detto questo, gli ultimi due paragrafi mi hanno fatto venire in mente questo video del Lambre, in particolare al minuto 03:20.
youtube.com/watch?v=DiLE-79oovU

Francesco Sartori
Francesco Sartori
5 mesi fa

La juggernaut theory ricorda il me stesso delle superiori, innamorato di una bruttina alla mano caratterialmente, che io per qualche ragione ritenevo simpatica ed attraente,non avevo i social ai tempi e non sapevo che razza di trascorsi avesse né delle sue uscite da camionista smoccolone beh sì, ero lo sfigato della classe anche se di aspetto mi ritengo normodotato ma non troppo navigato a livello di esperienze sociali . Non che fosse orribilmente snob la tipa era anche onesta conoscendola meglio per certi versi, considerando quello che venne dopo nel corso della mia vita ma una creatura così non deve mai entrate nella mente e nelle viscere psichiche di un uomo, ne ricava solo danni.
Ps discorso da tenere a mente pure l’eccessiva femminilizzazione dell’uomo, da mammo nei confronti dell’improbabile compagna di vita al zerbino sonda attenzioni.

Giacca
Giacca
2 anni fa

Vero. Le 8 hanno più blocchi delle 5. Le 8 vedono di malocchio la fellatio, poichè si considerano delle "signore". Le 8 demomizzano la pillola perchè le fa ingrassare e quindi imbruttire. Le 8 non vogliono essere "strapazzate" durante il rapporto sessuale, poichè il loro bel corpo è "delicato".
Le 5 sono più disinibite e sessualmente molto più appaganti.