01/01/18

Perché agli Uomini Piacciono le Ragazze Brutte?


Dalla Posta dei Lettori 

"Perché gli uomini preferiscono donne non esteticamente al top? 
Molti controbattono l'oggettività della bellezza con "ma no conosco molti che sono attratti dalle donne in carne/mascoline/basse" oppure quando gli utenti di questa pagina votano la gnocca della settimana che non è una maxima bellezza, vi siete mai chiesti il motivo? Ovviamente c'è da puntualizzare che l'etero medio sbaverebbe davanti anche a una 4_5 truccata bene e che in questo periodo si sbava anche davanti alle CO (cesse obese ndr.) e si eleggono come veline e come madre natura gente che assomiglia a Juan Cuadrado(un giocatore della Juventus) con la figa, quindi non vuol dire nulla se una donna che presenta caratteristiche che non corrispondono ai canoni di bellezza oggettivi fa arrapare molti uomini. La prima ragione sta nel voler soddisfare l ipergamia femminile , un uomo tende a preferire una donna inferiore a lui in quanto non si sente all altezza di una
donna di livello. Ammetto anche io, che mi sego regolarmente sui video di Karma Rx e francamente ben poche volte lo faccio pensando alle varie modelle di Victoria Secret, non perché queste non hanno le tette e la pornostar nominata in precedenza si(anche se devo dire che pur non disdegnando un paio di tette, esse siano sopravvalutate, la parola abbondanza non va d'accordo con la parola donna, diciamo che tra una 6 tettona e una 6 piatta preferisco la prima, ma una 9 "piatta" e una 9 tettona, preferisco la prima, sproporzionerebbe con il suo fisico perfetto), per tettona intendo dalla 4 in su ovviamente e per piatta(specialmente quando tiro in ballo le 9)non intendo assenza totale di seno, il fatto è che mi sento totalmente inarrivabile che quasi non mi viene nemmeno da fantasticare in un rapporto sessuale, ricorda la classica frase"nemmeno nei tuoi sogni". La seconda è più subdola ed è la tattica dell uvacerbismo, il classico esempio sta nel latin lover che fa stragi (in senso figurato)di donne sotto il 7 ma non riesce a combinare nulla con le gnocche allora se ne esce con frasi del tipo "La vera donna è formosa e in carne" "Una donna troppo bella è come un quadro bellissima ma non t arrapa" "Meglio una donna sciatta perché non se la tira" "Le donne alcolizzate e fumatrici hanno quel non so che di femme fatale"(tradotto, riesco a combinare qualcosa solo con le trashone alcolizzate e fumatrici ma voglio sentirmi superiore a chi riesce a scoparsi donne migliori) "Le trans hanno quel qualcosa in più"(fidatevi l'ho sentito dire) Tutta questa tattica è per sentirsi superiori a chi si scopa le modelle. La terza opzione è un semplice feticismo ma non fanno testo quelli, un pò come dire che le morte potrebbero essere meglio delle vive, perché ci stanno i necrofili(non mi meraviglierei, insomma si parla di gente che crede che un'Adriana Lima abbia le stesse possibilità di una CO perché la bellezza è soggettiva) Aggiungo anche che nei vari concorsi di bellezza, specialmente in quelli dei paesi dove regna il politicamente corretto, le donne che corrispondono ai canoni quasi perfettamente vengono scartate per il pelo nell'uovo, mentre le nere, i trans, le disabili, ma anche le basse, quelle coi capelli corti, vengono prese cosi a caso, in un Paese serio, questo tipo di donne non dovrebbero nemmeno partecipare a miss Centro sportivo In Culo Al Mondo, che poi fa arrapare i maschi è un altro discorso."

LA MIA OPINIONE


La tua riflessione, che ti ringrazio avermi inviato, sostanzialmente riguarda una questione annosa nel mondo redpill, che ritorna ciclicamente e che accende sempre gli animi, e cioè il rapporto tra attrattività e bellezza.
Nel votare una ragazza bisogna prendere in considerazione l'attrazione sessuale da lei generata oppure la pura estetica escludendo il lato sessuale?
Gli utenti si suddividono in due gruppi, anche se il secondo gruppo, del quale io stesso faccio parte, sembra essere il più numeroso.

Io distinguo la bellezza, che è l'insieme di caratteristiche fisiche piacevoli ed oggettive, cioè rispondenti a determinati canoni, dall'attrattività che invece riguarda la bellezza ma anche, ad esempio, il look (trucco, pettinatura, abbigliamento), la disponibilità sessuale e, non ultimi, i gusti personali.
I fautori della teoria dell'attrattività dicono che è più opportuno riferirsi solo a questa, perché è essa che ha maggiore importanza sul piano delle relazioni sociali mentre la bellezza di per sè "non serve a niente".
 Io, al contrario ritengo che abbia senso votare solo la pura bellezza per diverse ragioni:


  • L'attrattività è troppo variabile.Una donna può benissimo passare da 5 a 7 con un po' di trucco e una foto con un'angolatura fatta bene.A quel punto come la dobbiamo votare?5 oppure 7?O si valutano gli elementi concreti ed immutabili dei tratti somatici oppure tanto vale non votare nulla.Altrimenti anche un uomo a parità di valore estetico è più attraente se ha più o meno denaro e status.
  • Gli uomini hanno una soglia di attrattività minore rispetto alle donne.Per l'uomo medio una qualunque cessetta agghindata è trombabile, mentre le donne hanno pretese più elevate.Di conseguenza, dando credito alla teoria dell'attrattività, si arriverebbe al paradosso di dover riconoscere che le donne sono più belle degli uomini.Questo, dal punto di vista logico, a mio avviso è assurdo.
  • Il valore di mercato sessuale di una donna, per quanto ho osservato, è dato dalla sua bellezza oggettiva. Il valore degli uomini disposti ad avere una relazione fissa e duratura con una donna determina il valore sessuale della donna stessa.Ma gli uomini non scelgono le partner solo ed esclusivamente in base all'arrapamento sessuale, l'armonia e la bellezza non sessuale hanno un ruolo centrale nella scelta del partner, mentre per il sesso conta molto di più quanto una è sexy e ciò ovviamente non va sempre di pari passo con l'estetica oggettiva.
Da Non Perdere: Le Ragazze Brutte hanno Mediamente più Uomini


I Canoni di Bellezza

Uno dei cavalli di battaglia di chi antepone attrattività a bellezza è sostenere che i canoni di bellezza della moda servono solo per i vestiti e non c'entrano nulla con l'attrazione.Questo è palesemente falso.
Innanzitutto c'è da dire che la moda è l'unica a stabilire dei canoni di bellezza, non esistono altri ambienti che basano i loro criteri di scelta su elementi oggettivi e misurabili come la moda.

Come abbiamo visto nell'articolo sulle modelle di Victoria Secret in genere la classica modella ha una statura e misure ben precise.Tali scelte rispondono a criteri di armonia ma anche di attrattività sessuale.
Il rapporto vita-fianchi (WHR) delle modelle ad esempio è quello considerato più attraente secondo diversi studi.
L'importanza del rapporto vita-fianchi come indicatore di attrazione è stato per la prima volta teorizzato dalla psicologa evoluzionista Devendra Singh all'Università di Austin in Texas nel 1993.
Sono seguiti diversi studi che mostrano come nel mondo occidentale il rapporto vita-fianchi ideale sia di 0,7 (la circonferenza vita è quindi il 70% di quella dei fianchi).
Il WHR, determinato in gran parte dagli estrogeni, dice molto a proposito dello status riproduttivo e delle condizioni di salute della donna, e generalmente una donna appare tanto più attraente quanto più fertile.
Lo stesso discorso vale per l'altezza.Sono in molti quelli che reputano le modelle troppo alte e a negare l'importanza dell'altezza come fattore di attrattività.La scelta dell'altezza ha però una ratio ben precisa.
Il range di altezza nel quale si inserisce la maggior parte delle modelle (175-180 cm) è infatti quello che garantisce le migliori proporzioni tra le varie parti del corpo.

Nello specifico ad esempio è necessario avere una certa statura per avere un determinato rapporto tra gambe e tronco (LBR), un altro indicatore di attrazione.
Gli uomini tendono a preferire le donne con le gambe lunghe, e in genere le gambe lunghe ce le hanno le persone alte.
Il disegno delle due donne qui in parte replica due LBR estremi utilizzati nell'esperimento di Swami e al. (2006) per stabilire quale dei due è considerato il più attraente.Sia da donne che da uomini la figura di destra, quella con le gambe più lunghe, è stata considerata la più attraente.
Il rapporto tra le gambe e il tronco, non a caso , subisce un netto cambiamento durante la pubertà ed è un forte indicatore di fertilità femminile.
Insomma, come possiamo vedere, non è che le modelle vengano scelte così random ma le persone che vengono pagate profumatamente per sceglierle sanno quello che stanno facendo.
Del resto una modella famosa viene pagata fior di quattrini, ci sono in ballo interessi milionari delle aziende e nulla può essere lasciato in balia degli eventi.Nessuno sarebbe così folle da spingere verso un ideale estetico che va contro i gusti della maggior parte delle persone.

Perché agli Uomini Piacciono le Ragazze Brutte?
Penso che le spiegazioni date siano piuttosto valide, anche se hanno un peso statistico differente.
I feticismi ad esempio riguardano una minima parte della popolazione, mentre più sensato appare il discorso sul ridimensionamento dei propri standard come meccanismo di protezione.
Un fattore essenziale nella scelta secondo me è dato dalla disponibilità sessuale.
Gli uomini tendono a preferire donne più bruttine ma che appaiono sessualmente più disponibili a donne più belle ma da un aspetto e modo di fare più sobrio.
Personalmente rimango dell'idea che i gusti non vadano discussi (come dice anche il famoso proverbio latino) di conseguenza ogni polemica sulla bellezza soggettiva è sterile.
Se si vogliono invece fare determinate analisi, secondo me è necessario capirsi in anticipo e mettere in chiaro i parametri di riferimento che si andranno ad utilizzare.
Se vogliamo discutere di attrattività discutiamo di attrattività, se vogliamo discutere di bellezza discutiamo di bellezza.
Se però una discussione riguarda lo stabilire se una coppia è equilibrata oppure no (o comunque dinamiche sociali analoghe), la scelta della bellezza oggettiva come parametro diventa necessariamente obbligatoria.

TI POSSONO INTERESSARE:




21 commenti:

  1. A me la questione sembra molto semplice: potenzialmente ogni uomo potrebbe ingravidare giornalmente almeno 3/4 donne. Io che sono femmina una volta ingravidata tra gravidanza, post parto e allattamento sono "in ballo" per quasi due anni. Due preziosi anni tolti alla mia limitata finestra di fertilità e attrattività sessuale. In quei due anni un uomo potenzialmente potrebbe aver ingravidato centinaia di donne. Chi tra noi due deve essere più selettivo? Ovvio che si semplifica e si parla di situazioni "da laboratorio" ma credo che il succo della questione sia proprio nel diverso livello di sforzo riproduttivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo questa è la spiegazione...
      Ma del resto l'ho precisato più volte negli altri articoli

      Elimina
    2. Ho sentito spesso dire da uomini che le donne meno belle tendono a "compensare" la loro scarsa avvenenza con una particolare ruffianeria sessuale che le porta ad essere più disponibili e disinibite. Essendo donna ed eterosessuale non ho modo di sapere se effettivamente la cosa corrisponda a verità e non capisco se è una sorta di "giustificazione sociale" per aver intrattenuto rapporti intimi con donne poco desiderabili o se effettivamente ci sia un fondo di verità. Cosa ne pensi?

      Elimina
    3. Oggi giorno esiste il preservativo e i vari metodi di contraccezione.. il discorso che la donna è selettiva per via della potenziale gravidanza è da superarsi

      Elimina
  2. Ciao Red,
    Una breve nota sull'altezza delle donne. Io sono alto 184 cm e non trovo per nulla attraenti le donne superiori al metro e 75. Posso avere bellissimi lineamenti del volto, bel fisico ma...non mi fanno scattare la chimica. Le preferisco più basse e in genere il mio ideale è 160 cm (con una bella vista posteriore). Come si potrebbe spiegare questa mia avfersione per le alte?

    RispondiElimina
  3. Anch'io ho avversione per le alte e pure per le nordiche dalla pelle bianchissima

    RispondiElimina
  4. Oggi giorno esiste il preservativo e i vari metodi di contraccezione.. il discorso che la donna è selettiva per via della potenziale gravidanza è da superarsi

    RispondiElimina
  5. Dissento sui canoni di bellezza, e pesantemente.
    Se è vero che ne esistono di oggettivi, il mondo della moda è l'ultimo cui guardare per comprendere quali quali essi siano. Il concetto di bellezza è biologicamente legato a quello di fertilità.
    Ora, una donna alta un metro e ottanta, del peso di 50 kg e con una vita superstretta sarebbe perfetta secondo i canoni della moda, ma nello stato di natura difficilmente riuscirebbe a sopravvivere e quasi certamente morirebbe di parto. I canoni estetici introdotti in occidente dagli stilisti sono assolutamente artificiali e si basano sulle specifiche esigenze che si hanno in quel mondo. Essere alti e slanciati è una condizione favorevole a chi debba salire sul palcoscenico o essere fotogenica (certo,nell'era di photoshop tutto è possibile, ma un tempo non esisteva) ma non c'entra NULLA con la bellezza.
    Purtroppo, questa tendenza, a partire dagli anni '70, si è sciaguratametne estesa a tutta la società. I nostri bisnonni, probabilmente,non avrebbero trovato particolarmente belle le top model di oggi.
    La prova definitiva di ciò si rinviene nel ben diverso concetto di estetica femminile che si ritrova nei paesi in via di sviluppo. In questi contesti, meno influenzati dal mondo della pubblicità, il gusto è rimasto quello "naturale", ovvero quello che ci portava ad apprezzare le donne con tratti che fossero indice di fertilità: non particolarmente alte, ma prosperose, con fianchi larghi e seni prorompenti. Questa è la bellezza oggettiva. Quella che, legata appunto alla fertilità, ha dominato per decine di migliaia di anni.
    Il nostro concetto di bellezza, invece, è appunto assolutamente posticcio e direi anche dannoso se si considerano le conseguenze nefaste che ha prodotto in termini di anoressia e infertilità. Non a caso, alcune delle modelle più belle sono affette dalla sindrome di Morris, una malattia genetica che fa si che un individuo con genotipo XY abbia un fenotipo femminile. Donne bellissime (per il nostro standard), alte come uomini (cioè oltre il metro e settanta), ma prive di utero e incapaci di riprodursi. Gran bella roba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quante cavolate hai scritto. Ma lo hai letto almeno l'articolo?
      Poi quello delle modelle affette dalla sindrome di Morris è un luogo comune che è già stato smentito da tempo https://it.wikipedia.org/wiki/Sindrome_da_insensibilit%C3%A0_agli_androgeni

      Elimina
    2. Per la donna non è un bene essere troppo alta. Tieni presente che già la donna tende a usare un po' di tacco, se poi è già molto alta quanto diventa?
      Inoltre certi uomini superficiali tendono a scartare una donna a priori solo perché è più alta di loro.

      Elimina
    3. Osservatore Romano21 ottobre 2019 12:51

      Donna, ma tu vieni da un altro pianeta?

      Sono le donne a scartare gli uomini, non il contrario (a parte il 20% di fortunati, ma di sicuro l'altezza non c'entra nulla... statisticamente è più probabile una scarsa igiene).
      E da quando, per esempio, una donna alta 185cm dovrebbe essere attratta da un uomo alto 170cm (a parità degli altri fattori)?
      Amore per il mal di schiena?

      Elimina
  6. Una donna non deve essere troppo bassa... ma nemmeno troppo alta!
    La statura giusta è, a mio avviso, un metro e settanta, o anche meno. Al di sopra di tale soglia, si entra in range che è quello tipicamente maschile. Dunque, una donna perde femminilità. Oltre il metro e ottanta, poi, devi cominciare a chiederti seriamente se davvero si tratti di una donna...
    C'è poi il discorso legato alla statura maschile. Un uomo normale desidera sempre una donna più bassa di lui, per cui chi sia alto un metro e settanta difficilmente potrà apprezzare una stangona... e non è questione di adattarsi a un target inferiore, perché, se l'uomo alto 1.70 potesse scegliere fra una ragazza di 1.80 e un'altra, di 1.60, a parità di condizioni, si butterebbe certamente sulla seconda.

    RispondiElimina
  7. Anche io ho notato che gli uomini ( non tutti, ma molti di loro), ci provano pure con le cesse. Donne non solo brutte ma anche mascoline. E spesso se le sposano pure... raga, è pazzesco, ma succede ...

    RispondiElimina
  8. Sarà probabilmente che sono in cerca di una cameriera, di una governante, poi magari fanno loro le corna, si trovano l'amante bella, sicuramente. La brutta è più rassicurante, ha meno pretese, alla brutta interessa sistemarsi con un uomo , farsi mantenere, farsi la famiglia e i figli e magari sono anche a conoscenza che i mariti hanno le amanti ma non gliene frega nulla, perché i loro obiettivi sono quelli che ho detto prima. Nel paese dove abito ne conosco tantissime che se sanno di essere tradite fanno spallucce dicendo che l'importante è che il marito alla fine ritorni a casa, da loro. Si possono fare tutte le scappatelle che vogliono, capito? L'importante è che dopo ritornino alla base e provvedano con lo stipendio e con la loro presenza in casa al buon andamento della famiglia. Allucinante!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è un ragionamento che fanno più o meno tutte le donne indipendentemente dall'aspetto fisico. Ma mi stupisco che nel 2019 esista ancora la mentalità gretta di voler sfruttare economicamente un uomo.

      Elimina
  9. Ahahahsh.....ho scoperto il tuo sito oggi!!! Sei completamente matto@)))) però le tue teorie sono interessanti. ������ Secondo me tieni troppo poco in conto il fattore psico culturale: un conto è come uno/una è altro conto è come crede d'essere e questo, nella donna, dipende in larga misura dal rapporto che ha avuto con il padre. Sarei anche curiosa di sapere da "fogna"provengo ...sono alta 170cm con pelle molto bianca, occhi verdi ma capelli folti, spessi e nerissimi. Mi interessa solo l'uomo bello e il fattore " accasamento" (di cui ti do' ampiamente adito verificandolo quotidianamente) non lo prendo minimamente in considerazione.

    RispondiElimina
  10. Bello il discorso "avere una governante a casa per poi farle le corna." Io la metterei in termini più poetici: avere un porto sicuro e concedersi dei viaggetti. Sperando che la compagna di viaggetto non decida di diventare lei il porto, e si scatenino ossessioni e stalking.

    Appunto dovuto sul concetto "donna alta non troppo gradita". Falso. Io sono naturalmente alta 1.70 e quando metto i tacchi, attiro l'80% in più di sguardi. Però é vero che gli uomini si intimoriscono facilmente. Cioé, gli uomini veri no, i conigli sí. Altra cosa: il coniglio vuole la donna lavoratrice, specie se é un coniglio di successo, di solito cerca una compagna di pari livello professionale e di stipendio. Questo perché una che "ha i soldi" può contribuire all'eventuale acquisto di casa grande ecc. e poi, il roditore fa bella figura a presentarla ai parenti ("sí, é una manager...") . L'UV cioé uomo vero o uomo alfa, se ne frega e strafrega del lavoro della compagna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bellissimo commento, ho appena scritto a Red per fargli aprire gli occhi sul cambio di mentalità degli uomini nei confronti delle donne, sono anni che stanno provando a ipergamare pure loro anche se non possono permetterselo (= quelli che tu chiami "conigli"). Mi piacerebbe che approfondissi il concetto sull'uomo coniglio

      Elimina
  11. Il ragazzo che scrive ci prende parecchio, i commenti in buona parte sono il solito discorso della volpe e l'uva più una forzata difesa della categoria dei sanitari. Chi è basso o brutto non può avere le belle fighe e si inventa che una ragazza di un metro e ottanta non è bella mentre Evidentemente è bella ma è bella per un ragazzo di un metro e 90, In secondo luogo ci sono quelli alti e coglioni che si scopano le nane perché appunto si cagano addosso davanti a una bella figa. Il fatto però è che questo è 1 scritto in italiano e gli italiani tolto il Triveneto sono equiparabili al Nord Africa più Il singolare caso del nord ovest Dove sono le donne più brutte del mondo, ma nemmeno nella Macedonia del sud ci sono robe così schifose. Scopate Luciana Littizzetto e a raccontarvi le cazzate fra figli di un Dio minore che chi è dritto continua a scopare le Irina Shayk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me l'Irina a letto fa schifo: l'hanno scaricata tutti.

      A parte ciò se una è fica le misure non mi importano, ma se posso scegliere sto tra i 173 e i 179 cm, per un massimo di 65 kg: mi garbano le atlete, donne che hanno tratto il massimo funzionale dal loro fisico senza chirurgie del cazzo o diete da cocainomani.

      Intendiamoci, m'andrebbe pure la stanga da 186 cm (stile Vittoria Piani/Sara Bonifacio), ma temerei di perdermi dentro tanta abbondanza.

      E non ho complessi nei confronti di nessuna... semplicemente è inutile farsi film se una non te la vuol dare: ce ne sono tante altre.

      Elimina
    2. Alla fine si traduce il tutto a chi scopa meglio, belle o brutte che siano!

      Elimina

Ciao! 😃 Grazie per aver deciso di lasciare un commento, sono contento di sentire cosa pensi del mio articolo. Prima di postare però per favore dai un'occhiata al Regolamento: