Home Pillole di Vita Esperienze Sessuali dall’Erasmus – Germania

Esperienze Sessuali dall’Erasmus – Germania

38
Erasmus Germania
 
 
 

Inauguro oggi il filone delle esperienzein Erasmus con questa breve analisi che un nostro utente ha deciso presentare al pubblico di questo blog e che riguarda il suo semestre in Germania e le opinioni che si è fatto.

Esperienze Sessuali dall’Erasmus

 
Ciao Red,
 
 non possiedo la tua abilità nella prosa quindi mi limiterò a riportare alcuni aneddoti e considerazioni personali, sentiti libero di riordinare il tutto e pubblicare ciò che ritieni interessante per te e per gli altri utenti.
Ho conosciuto tantissime tipologie di persone diverse in questo Erasmus, penso di poterle categorizzare in questo modo:

Donne

Esperienze Sesso Erasmus
Esperienze Sesso Erasmus
  • Single dal 3 al 4,5: sono quelle che vanno in Erasmus con l’idea di divertirsi e rimorchiare, magari non l’hanno mai fatto prima per mancanza di libertà o per paura dei giudizi altrui, comunque scopano con chiunque sia dal 6 in su, anche dal 5 quando sono ubriache in discoteca. Sono quelle che sono ritornate a casa con il Palmares più vasto
  • Single e fidanzate dal 5 al 6,5: Che abbiano un compagno poco importa, quasi tutte si sono concesse un paio di scappatelle con maschi dal 7 in su. Sono le ragazze comuni che vanno in Erasmus per ricercare indipendenza e per fare un’esperienza all’estero, condita con un paio di trombate ipergamando.
  • Fidanzate dal 7 in su: Si, perché nessuna di queste ragazze si è dichiarata single, inaccessibili e pronte a rifiutare in malo modo chiunque. Alcune sono tornate a casa illibate, la maggior parte si è concessa una scopata con un maschio dall’8 in su 
 
 

Veniamo agli uomini:

  • Incels: tantissimi, provenienti da ogni Paese, uomini abituati a stare soli, spesso vergini, sono venuti in Erasmus alla ricerca di una svolta sociale alla propria vita. Alcuni hanno passato l’intero semestre chiusi in appartamento a giocare a videogame senza praticamente mai uscire, alcuni hanno trovato dei gruppi di amici con cui uscire ma magari non hanno mai approcciato una donna a causa della presenza di maschi di valore superiore o perché pure le più cesse non se li filavano nella speranza di accaparrarsi un bel ragazzo.
    A questo gruppo aggiungo anche i TANTISSIMI maschi, soprattutto italiani, che sono venuti in Erasmus in Germania senza saper parlare una parola di Tedesco o di Inglese, incapaci di sostenere qualsivoglia conversazione con chiunque non fosse loro compaesano. Tempo buttato.

  • Normaloidi: Nuovi amici, serate internazionali, fiumi di alcool e qualche cessetta ubriaca rimorchiata in discoteca. Erasmus riassunto moooolto rapidamente
  • Presunti slayers:

    Categoria molto interessante, ho conosciuto ragazzi che declamavano numeri da pua tornarsene a casa con 1-2 cessette stese e l’onta di essere presi per il culo ogni giorno da chi come me non aveva grandi pretese ed è riuscito a divertirsi. Alcuni magari grazie a status e ricchezza riuscivano a rimorchiare nel loro Paese natale ma in Germania hanno trovato la fitta concorrenza di chi miete figa abitualmente. Oltretutto, grazie alla loro spacconaggine, spesso non si sono fatti nemmeno un amico, al di fuori di qualche minchione come loro. Erasmus passato ad ubriacarsi ad ogni festa e finire la serata segandosi.
  • Slayers:

    Ragazzi sopra al 7, studenti non Erasmus con status elevato, gente piena di soldi che ti invitava ad eventi esclusivi e chi più ne ha più ne metta. Alcuni di loro si vantavano di aver fatto sesso con OGNI ragazza Erasmus e non credo ci siano andati tanto lontani.
Per quanto riguarda le mie avventure.. torno a casa con 5 ragazze stese di cui solo una cessetta, le altre sul 6 e addirittura una 7 tedesca. Solo una chiavata e abbandonata, tutte le altre sono diventate scopamiche che ho ciclizzato a seconda di come mi andasse. Ho fatto della riservatezza una delle mie armi vincenti per accaparrarmi queste donne e potermici divertire durante tutto il semestre, nonostante ciò alcune sapevano del fatto che mi divertissi e se ne sbattevano totalmente, anzi ciò mi conferiva addirittura uno status maggiore. Soprattutto le italiane erano sensibili a questo status, ero l’unico ragazzo italiano che si divertiva con le straniere e una volta venuto alla luce ciò hanno mostrato tantissimo interesse verso di me, interesse glissato perché ero totalmente inebriato dalle prime gnocche estere della mia vita.

Il mio punto di forza principale è stato il fatto che io parli 4 lingue, di cui l’inglese e lo spagnolo a livello paragonabile ad un madrelingua. La prima mi ha permesso di farmi rapidamente molti amici tra gli studenti internazionali, il solo fatto di essere italiano e parlare inglese mi conferiva automaticamente status, ho perso il conto di quante volte mi sia sentito dire “come parli bene per essere italiano, come mai sai l’inglese se sei italiano?”.  Lo spagnolo è stato utilissimo per farmi amica la comunità sudamericana, super numerosa e popolare in Germania, ero diventato praticamente uno di loro e potevo andare a tutte le feste più popolate di gnocca, dove ovviamente saper trangugiare litri di tequila e saper ballare latino erano skills fondamentali, ma visto che ho la dinamicità in pista di un palo e all’alcool ho sempre prediletto il fumo mi sono limitato a qualche rimorchio in area fumatori.
Un altro punto di forza è stato quello di non essere un coglione. Ho visto amici slayers perdere tutti i loro plates perché se la tiravano, perché calcavano troppo la mano sulle ragazze sentendosi legittimati dall’avere alternative, addirittura alcuni ubriachi hanno sbandierato in pubblico dettagli e nomi o pubblicare foto intime su instagram.. Le ragazze un attimo sveglie preferivano me, che alle feste mi comportavo come un normalissimo amico salvo poi portarmele in casa con una scusa e finire lì la festa.
E poi ovviamente, come in ogni nazione, le ragazze sono superficiali e guardano molto l’aspetto esteriore. Non ho un bel viso ma ho un corpo allenato e in un Paese dove l’obesità è dilagante aiuta molto. Oltretutto ho tratti del viso che all’estero sono apprezzati, così come i miei capelli lunghi (quasi assenti tra i ragazzi tedeschi)
Barba e un minimo di gusto nel vestire aiutano.

Questa è una mia rapida analisi, non so che altri elementi potrebbero interessarvi, magari qualche aneddoto su feste e rimorchi, sentitevi liberi di chiedere.

– Gore –

Forse ti Interessa:

Hai anche tu un’esperienza Erasmus a tema redpill che vorresti raccontare? Contattami in privato.

Sottoscriviti
Notificami
guest
38 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Riccardo
Riccardo
1 anno fa

Ciao, posso chiederti se hai visto certe categorie sovrarappresentate?
So che ad esempio ci sono più donne che uomini, ma per quanto riguarda il livello estetico ci va la stessa gente che si vede in giro oppure magari gli uomini brutti tendono ad andare più dei belli?
Inoltre da quali facoltà proviene il maggior numero di studenti Erasmus?
Grazie

illus
illus
1 anno fa

ma ad Erasmus si va solo per trombare o anche per studiare?

Pluto
Pluto
1 anno fa

Topic molto utile grazie, per me cade a fagiolo visto che proprio in questi giorni stavo pensando di andare in Erasmus.
Ma tu prima di andare lì come te la cavavi con le donne se non sono indiscreto?

Henry de Toluose Lautrec
Henry de Toluose Lautrec
1 anno fa

Dice bene il redpillatore nel suo articolo sugli erasmus: l'erasmus è semplicemente un amplificatore (o un moltiplicatore) io aggiungo pero' allo stesso modo di come oggi lo sono le app di dating: se sei slayer lo sarai ancora di piu', se sei sfigato lo sarai ancora di piu'. In erasmus si tromberà anche 5 volte di piu' ma se trombi zero, 5 moltiplicato zero è sempre zero. La stessa fregatura degli erasmus si anche nei viaggi in posti popolati da belle donne se occidentali (Svezia, Danimarca, ecc). Si salvano i paesi dell'est dove c'è pieno di maschi sovrappeso o alcolizzati (certo ci sono anche quelli fisicati ma non sono abbastanza per tutte e l'uomo occidentale ha alti S e M), ovviamente non le capitali (Kiev, Mosca, San Pietroburgo) dove le ragazze hanno capito come funziona l'azienda e sono quasi come quelle di Milano.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Ciao Gore, ti chiedo in che citta' della Germania fossi e se sapevi anche il tedesco (inglese, spagnolo, italiano e ?)
Ti chiedo inoltre se i posti in cui statisticamente eri favorito erano 1 pub 2 disco 3 feste di amici di amici 4 tandem linguistici.

Burnett
Burnett
1 anno fa

Come immaginavo non c'è trippa per gatti neanche in Erasmus se sei incel.

Grazie per averci avvertiti.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

GRazie per la tua candida condivisione; cosa intendi dire nell'interessante passaggio ". Ho visto amici slayers perdere tutti i loro plates perché se la tiravano, perché calcavano troppo la mano sulle ragazze sentendosi legittimati dall'avere alternative". Esempi pratici?
Quando parli di "alle feste mi comportavo come un normalissimo amico salvo poi portarmele in casa con una scusa e finire lì la festa" quali erano le scuse principali per "portarsele nella loro camera"?

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Fantastica esperienza!
Ma i tedeschi sono nulli e grassocci come dicono le ragazze tedesche in erasmus qua in italia o ci sono slayer di rilievo?
Com'è il loro modo di provarci rispetto al nostrano italico.

Mario Rossi
Mario Rossi
1 anno fa

Quindi mi state dicendo che un 6,5 in erasmus riesce a portarsi a letto solo 5 donne in 6 mesi? Porca miseria, sotto il 6 (salvo alti valori di money o status) è l'inferno o quasi, c'è poco da fare.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Ciao Gore, posso chiederti cosa intendi esattamente per "tratti del viso che all'estero sono apprezzati"?

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Interessantissimo! e come gestivi l'eventuale "Non sono mica scema lo so che vuoi fare quello…. o "guarda che se vuoi scopare non ci andiamo a vedere netflix" senza dare in escandescenza o mandare tutto in vacca?

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Anche se è difficile fare statistica con gli aneddoti (pur preziosi) di che nazionalita' erano le prede e hai notato differenze tra la gnocca italica e quella teutonica (a livello di comportamento, forma mentis ecc)

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

@Gore: nel racconto della tua esperienza sembri dare per scontato che TUTTI i maschi in Erasmus fossero o perlomeno si dichiarassero liberi da legami, al contrario delle femmine (le "decisamente sopra la media" da ciò che scrivi affermavano tutte di essere in questo stato). Era realmente così, o magari c'era qualche "accoppiato" che però non si dichiarava tale per non bruciarsi le eventuali occasioni?

Lo chiedo anche perché, in altri ritrovi su Internet più o meno frequentati dalla stessa fascia di età di questo, ho notato molte ragazze disperatissime per la prospettiva che il loro lui andasse in Erasmus, sia per l'eventualità tradimenti e/o rotture, sia per il fatto che sembravano affrante dall'idea di trascorrere qualche mese da sole senza avere il "punto di riferimento" con cui organizzarsi la vita. Al contrario, i maschi avevano reazioni meno estreme, e soprattutto quasi nessuno si poneva il problema del "ed ora, senza lei, che faccio nel tempo libero?".
Che ne dici?

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Che consigli dai se uno è un 3/10?

Henry de Toluose Lautrec
Henry de Toluose Lautrec
1 anno fa

Rischia pero' di deprimere ancora di piu' l'incel bluepillato al quale viene detto "vai in erasmus che trombano tutti" poi va laggiu' e scopre che trombano solo le ragazze e i belli o, peggio ancora, quasi tutti tranne lui. C'è stato anche qualche caso di suicidio in erasmus (anche se non si puo' dire che sia dovuto a quello).
Mettici poi che anche quelli che non hanno trombato tornano in Italia dicendo di aver trombato (*) e così l'incel bluepillato va veramente in depressione.
(*) E' l'effetto Svezia anni 90: tutti tornavano dalla Svezia dicendo di aver trombato, uno ci andava e puntualmente non trombava pero' pensava "cavolo, mica posso dire di essere l'unico stronzo a non aver trombato" e raccontava anche lui di aver trombato, e così via.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Henry, ribadisco che nella tua posizione ci vedo troppo pessimismo. A tirarsi sempre indietro nelle cose perché "tanto cmq mi andrà male e tornerò più deluso ed amareggiato di prima" di sicuro non si migliora la propria situazione. Almeno andando in Erasmus la possibilità (NON la certezza) che qualche progresso si possa fare c'è (sicuramente di più rispetto ad una vacanza nei luoghi citati), a patto che ci si vada un minimo "attrezzati" nell'animo. Come ben emerge in ciò che ha scritto Gore, andare in Erasmus senza parlare una parola della lingua del posto o senza avere una conoscenza adeguata di una lingua veicolare (normalmente l'inglese) finisce per penalizzare quanto o forse di più di un'estetica non entusiasmante. Poi cmq magari può aiutare scegliere posti dove ancora il ragazzo italiano gode di una buona reputazione e/o il livello economico medio locale è inferiore rispetto all'Italia (e di sicuro questo non accade in Svezia, e ne so qualcosa perché ci ho vissuto).

Insomma, "tentar non nuoce" e "chi non risica non rosica" (anche se confermo che aiuta farlo con la giusta consapevolezza…).

Elle
Elle
27 giorni fa

Sono decisamente disgustata da questo blog! Definire ragazze con un numero vi fa dei porci maniaci! Non vi meritate neanche un minino rispetto!