Home Cultura e Società Cinema e Letture Le Babbee di Tinder

Le Babbee di Tinder

147

Tinder Swindler – Il Truffatore di Tinder

Chissà quante volte avrete provato quel senso di amarezza e desolazione di fronte all’ennesima serie di 100 spolliciate conclusasi senza neanche un match. Su Tinder, l’abbiamo visto, le donne fanno selezione spietata. Solo un’esigua minoranza di privilegiati che supera la scrematura estetica ed economica riesce a combinare un appuntamento. Chi ha i tratti migliori del viso e/o mostra lo stile di vita e la posizione sociale più interessante prende tutto ciò che c’è sul banco.

Nella nota app di incontri però è anche facile fingersi ciò che non si è, e millantare un valore di mercato inesistente.
Chiunque può migliorare le proprie foto e alterarsi i connotati, oppure scrivere nella biografia di essere un grande manager o persino un astronauta; con qualche capacità tecnica in più ci possiamo addirittura trasportare in ambienti lussuosi tramite fotomontaggio.
Ma l’arte della mistificazione si può spingere ben oltre questi mezzucci e conosce solamente il limite del babbeismo femminile, il quale, come sappiamo, ha soglie molto basse.
Ce lo insegna Simon Leviev, o meglio Shimon Yehuda Hayut , un israeliano sulla trentina figlio di un rabbino che ha avuto la geniale idea di utilizzare l’app della fiamma per intortare e truffare centinaia di donne, fottendosi qualcosa tipo dieci milioni di dollari.

lo sprepuziato


La sua strategia consisteva in un classico schema Ponzi: su Tinder si fingeva miliardario ed esibiva uno stile di vita da nababbo. Dichiarava diverse false identità, tra cui più recentemente quella di figlio di Lev Leviev, suo connazionale magnate dei diamanti. Matchava le varie gold digger del web, le faceva volare in Jet privati, le scarrozzava in limousine, le portava in feste e ristoranti lussuosi. Dopo essersele lavorate per bene, anche per mesi, chiedeva loro in prestito del denaro, con la scusa di essere in grave pericolo a causa di concorrenti spietati che attentavano alla sua vita e di avere bloccato i conti per non farsi rintracciare. I soldi ottenuti in prestito servivano per pagare i lussi con i quali impressionava e intortava le vittime successive.

La sua storia è l’oggetto del (docu) film “Il Truffatore di Tinder”. Tre delle sue vittime ci hanno messo la faccia e hanno raccontato come hanno conosciuto questo Bernard Madoff della figa e come si sono fatte inchiappettare per bene.

La prima è una norvegese sulla trentina, fenotipo tronder, molto carina anche se con qualche chiletto di troppo, che all’inizio del documentario spiega il suo rapporto con Tinder (assiduo a quanto pare, viste le migliaia di match dichiarati) e cosa cerca dagli uomini, rivelando di essere attratta dai tipi ambiziosi (che in femminesco significa ricchi, a meno che non mi vogliate convincere che ereditare una miniera di diamanti richieda ambizione) e di non essere affatto una da una botta e via. In effetti non ti aspetteresti mai che una tipa dal visetto così dolce salga la sera stessa in una camera d’albergo per soddisfare la libidine di falli sprepuziati come una escort qualunque, ma questo è esattamente ciò che ha fatto.

Le altre due- una svedese e un’olandese- sono di livello estetico inferiore, non brutte ma decisamente wallate. Anche loro dichiarano di essere abituate a frequentare uomini con il portafoglio bello gonfio, tanto che la svedese si concede perfino il lusso di respingerlo sessualmente, ritenendolo troppo basso e poco attraente.
Deciderà però comunque di tenerselo come amichetto ricco e di inserirlo quindi nella categoria di uomini che nel video lei definisce come “caricabatterie” , contrapposti agli uomini “scaricabatterie” (che sarebbero i fighi, quelli che le spremono le chiappe per bene, suppongo), definizioni che rispecchiano la dicotomia sesso transazione e sesso validazione.

Se la misoginia causata da tutte le crudezze che vedete nel video non vi ha totalmente offuscato la mente noterete che fin da subito le scroccasushi dello scappellato hanno diverse caratteristiche in comune che le rendono vittime perfette: sono tutte nordeuropee, quindi emancipate e indipendenti, senza solidi legami famigliari alle spalle, e figlie di una società opulenta ed edonistica.

Sembrano vivere in un mondo arcobalenato. Nessuna che dopo mesi di frequentazione si sia presa la briga di googlare Lev Leviev e scoprire che non ha nessun figlio con quella faccia, nessuna che si chieda come mai uno che ha intorno una famiglia multimiliardaria abbia bisogno di ricorrere proprio a loro per poche decine di migliaia di euro, nessuna che neanche per sbaglio si ponga una delle centinaia di domande logiche che avrebbero potuto mettere la pulce nell’orecchio, a cominciare da “Perché un miliardario dovrebbe volere una come me?”.
Sembrano solo tutte completamente accecate dall’avidità, così soddisfatte dall’aver trovato il pollo perfetto che la loro mente rifiuta di concepire l’idea che ci possa essere dietro qualche fregatura. Eppure le donne sono tanto brave a dare spiegazioni del perché gli uomini non scopano. Parlano come se fossero in grado di scandagliare qualunque sfumatura di personalità a raggi x, ma chissà com’è che poi non si accorgono di cadere in maxitruffe internazionali.

Lui è un criminale, ma è difficile anche provare un briciolo di compassione per loro. Non sono povere disperate fragili a causa di una vita rifiuti come può esserlo un Roberto Cazzaniga, sono esseri opportunisti che negli anni hanno scartato e contribuito a causare la sofferenza di migliaia di uomini che le avrebbero amate sinceramente.
Hanno abusato del loro potere sessuale con così tanta brama che alla fine hanno trovato uno più cinico e spietato che ha rivoltato lo stesso giochetto contro di loro.
Ora si fanno pure pubblicità e hanno pure avviato una raccolta fondi ricevendo finora, dopo pochi giorni, già oltre 100mila sterline. Anziché prendersi le proprie responsabilità, sperano ancora che qualcun altro paghi per loro. Facevano tanto le strong indipendent woman e ora si sono ridotte a chiedere l’elemosina, che fine misera. Simon Leviev invece, dopo appena 5 mesi, è uscito di galera e continua a spassarsela alla grande con una nuova modella israeliana, a riprova che alle donne, quando hai il bel faccino o i soldi, non frega un cazzo delle questioni morali. Che tu abbia comprato Bitcoin nel 2009, vinto alla lotteria, ereditato un’azienda da tuo padre, faticosamente costruito una tua attività con sangue e sudore, messo a frutto un colpo di genio, rubato o truffato, per le donne non fa alcuna differenza. L’importante è che lo champagne continui a scorrere, e le stories su Instagram mostrino sempre Yacht, Lambo e località esotiche.

In questa storia c’è veramente tutto il degrado dell’Occidente: la società opulenta e femminista che crea donne sempre più avide ma al tempo stesso sempre più vulnerabili a causa della loro emotività e dell’assenza di una figura maschile in grado di contenerla, la liquidità di rapporti umani, la crudeltà degli standard femminili riguardo agli uomini e l’iniquità che ne consegue.

Sarebbe giusto che queste donne soffrissero, non perché sono delle babbee, ma perché sono delle parassite e delle arrampicatrici sociali che abusano di una società che ha dato loro immeritato e illimitato potere sessuale.

E invece alla fine in quanto donne possono solo cadere in piedi, i loro errori verranno ripagati e magari ne usciranno anche più ricche e famose di prima.

Ti sei fatta fottere centinaia di migliaia di euro in una truffa in cui ti sei cacciata solo per la tua avidità e stupidità?
Non ti preoccupare, ci penseranno i cucchi del web a ripagare i tuoi errori con una bella colletta. Così quando avrai sanato i tuoi debiti con i loro soldi potrai tornare di nuovo a scartarli su Tinder mentre cerchi il prossimo principe azzurro. Rigorosamente bello e ricco.

Advertisement
Sottoscriviti
Notificami
guest
147 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Sultano di Costantinopoli
Sultano di Costantinopoli
3 mesi fa

Considerando come le milioni di donne che truffano ragazzi nella realtà (dalle classiche “brave ragazze”, le quali, tramite l’implicita promessa di concessione delle loro grazie o la tacita prospettiva di fidanzamento, ottengono favori, autostima o altre utilità economico-sentimentali senza dare nulla in cambio, fino alle nuove “donne del web” le quali, fingendosi innamorate/fidanzate, spennano per mesi o anni… pallavolisti e sultani) non ricevono alcun tipo di condanna (nemmeno morale e mediatica, figuriamoci penale…), i cinque mesi comminati a questo sedicente Leviev sono comunque eccessivi.

Io gli avrei dato un premio: finalmente qualcuno in grado di ripagare le donne (classiche e moderne) con la loro moneta!

La faccia di questo figlio di rabbino mi è pure simpatica (mica come quella da c… di Montezucchero…). Bisogna ammettere che gli scappellati in certe cose (come appunto la sottile arte di tendere trappole “da sacerdote”, basate cioé sul promettere l’inesistente) hanno una marcia in più…

E’ proprio vero che a volte, come nel proverbio orientale, basta stare ad aspettare sulla riva del fiume per vedere passare il cadavere delle nemiche… Magari un giorno mi capiterà di leggere fra le “vittime” una certa bergamasca di nome Sofia…
Mi sento già un po’ vendicato.

Forse questa è la volta che faccio pace con il popolo di Israele (o almeno con i suoi giovani più “skillati”), in sha’ Allah!

Alle
Alle
3 mesi fa

Non so voi ma io l’ho trovato MAGISTRALE!

So che è un aggettivo esagerato per un semplice docu-film maaa…ragazzi! Che dire, ascoltare dall’inizio alla fine le più disparate stronzate di queste tre idiote fessacchiotte e vedere lui come alla fine la scampa è stato fantastico!

Piuttosto ho trovato terrificante la naturalezza con cui le tre protagoniste raccontano dei loro metodi per la selezione del partner.

C’è da dire che la donna a livello comunicativo ha capito tutto dalla vita, è un talento che a noi uomini manca: con un sorriso stampato sulla faccia e il tono di voce di un angioletto innocente affermano tra le righe (senza offendere nessuno) che l’uomo medio praticamente è una creatura mitologica che non esiste.

Donne del genere approcciate da un ragazzo dall’aspetto e lavoro medio si sentirebbero di fronte ad una candid, incredule e probabilmente infastidite.

Parliamo tra l’altro di tre donne medio-carine, una delle tre anche parecchio rifatta, che hanno letteralmente professato di essere di tutto rispetto, praticamente da sposare, romantiche, estroverse, simpatiche, dolci, allegre, e tutti quei complimenti che di default la donna si autospamma senza troppi problemi. Ma a parte una, le altre dopo neanche così tanto tempo di frequentazione non hanno nemmeno avuto il minimo dubbio nel lasciarsi trasportare in questa fantasmagorica love-story stile disney con uno sconosciuto conosciuto su una cazzo di app!

Dio santo quanto è vero che la Disney ha devastato il cervello di ste rincoglionite.

L’attesa dolorosamente sostenuta anche per anni, cinicamente difesa a spada tratta, dell’arrivo del famigerato principe azzurro, descritto in pubblico con aggettivi socialmente accettabili, quali: forte deciso, intelligente, romantico, indipendente ed ambizioso. Che da enciclopedia clitoridea sta a significare ” col cazzo grosso, spaccone ma sottomesso, ricco e abbastanza stupido da mantenermi pensando che la mia bellezza (unica momenta di scambio in possesso)tutto d’un tratto si cristallizzerà.

Nel guardarlo ho provato immensa stima per lui, nonostante fosse un criminale con gravi problemi, ho gioito nel vedere come alla fine si sia rimesso in carreggiata più forte che mai.

Per le tre babbuine non ho provato nessuna pena, considerando che il sopruso psicologico, la perdita di denaro, la presa per il culo emotiva e di tempo che hanno subito, ogni giorno, ogni cazzo di giorno lo subisce un UOMO là fuori.
E a nessuno
FREGA
UN EMERITO
CAZZO.

Dudd
Dudd
3 mesi fa

Blackpill enorme alle 8 di mattina
non me l’aspettavo, well done

La verità scomoda è questa, che piaccia o no mi dispiace: le donne vanno trattate un po’ come si trattano i bambini, con umanità e benevolenza, ma senza lasciarle decidere alcunché. Vanno prese le redini, perché loro non sono in grado di pensare razionalmente e prendere decisioni.

Se si commette quest’errore ci si troverà in grossi guai, quindi se siete in una relazione a lungo termine, fate in modo che la vostra morosa non abbia nessuna voce in capitolo su questioni importanti, al massimo fatele scegliere il colore delle tende del salotto, non di più, altrimenti saranno dolori per voi.

Manuel
Manuel
3 mesi fa

È una storia terrificante! Concordo pienamente sul fatto che questa vicenda dimostra tutta la decadenza dell’Occidente.
Oggi è difficile dapertutto: dalla provincia, alla metropoli, al nord e al sud Europa….
Ma da Italo tedesco, conoscendo fin troppo bene paesi come Germania, Olanda, Svezia, Gran Bretagna..e la mentalità arcobaleno di molte nord Europee, quando leggo articoli sulle italiane super selettive della regione natale del Redpillatore, alla luce anche delle mie personali esperienze, alla fine le preferisco!
Tra i due mali meglio il male minore!
Preferisco personalmente una super selettiva difficile che una che la dà a tutti, che si fa mantenere da pochi, che non si sente mai giudicata neanche se è andata con mezzo mondo, di tutti i colori e prepuzi..
Poi se le tre ” vittime” della storia sono quelle delle foto, onestamente non le trovo bellissime… Io credo che sia una storia che racconti più di una certa mentalità opulenta e viziatissima del nord Europa che dei social come Tinder…

Jurij Sputnik
Jurij Sputnik
3 mesi fa

Neanche il dubbio che forse un ricchissimo figlio di papà non punta 40enni wallate su internet ahahahah l avidità ha fatto loro spegnere il cervello. Non provo alcuna pietà per loro

Il MALE
Il MALE
3 mesi fa

Le ha inculate due volte praticamente.
Santo subito!!!!!

Last edited 3 mesi fa by Il MALE
Cutlass
Cutlass
3 mesi fa

Bilancio finale : sia lui che loro ne escono comunque vincenti, mentre i cucchi del web sono i veri perdenti .

Jokn
Jokn
3 mesi fa

“…nessuna che neanche per sbaglio si ponga una delle centinaia di domande logiche che avrebbero potuto mettere la pulce nell’orecchio, a cominciare da ‘Perché un miliardario dovrebbe volere una come me?’ ”
Ecco dove porta l’ipergamia sfrenata: alla stupida idea che avere una figa tra le gambe sia l’unico requisito necessario per poter esigere solamente il meglio del meglio. Il guaio è che quella domandina non se la sono fatta perché l’unica cosa che avranno pensato è “oh là, finalmente il tipo che merito, uno veramente degno di me”

asso78
asso78
3 mesi fa

sono esseri inutili le femmine……..da sempre…… se non fosse per quello che hanno fra le gammbe farebbero la fine dei fuchi per le api(che non dimentichiamolo vengono uccisi perchè inutili all’interno dell’alveare);
a chi sembra una cosa troppo dura risponda a questo: l’utilità di queste effettivamente nella società quale sarebbe?
solo di consumare il denaro degli uomini?

OrangePill
OrangePill
3 mesi fa

Articolo perfetto. Non poteva sintetizzare meglio la questione.
Ancora non sapevo che avessero fatto partire una colletta per ripagare i frutti della loro stupidità, anche se avrei dovuto aspettarmelo.
Già mi mette tristezza vedere amici e contatti statunitensi chiedere l’elemosina sui social ogni volta che che si ammalano seriamente (cancro) o hanno un brutto incidente.
Ma che ci sia gente che va a parare il culo a queste babbee è forse la nota più demoralizzante di tutta la faccenda.
Non mi stupirei se l’idea principale dietro il documentario fosse proprio quella di dare risalto alla loro questua.
Spero (inutilmente) che siano solo colleghe golddiggers e scroccasushi a contribuire per solidarietà, visto che avrebbero potuto benissimo finirci loro in quella situazione.
Ma se ci sono uomini -come sicuramente ce ne sono- meritano la Siberia.

Angelo Agato
Angelo Agato
3 mesi fa

Un punto importante che non ho letto da nessuna parte e che, secondo me, rende la storia ancora piu’ cruda. I fatti in questione si sono svolti fra 2017 e 2018. Da allora, stando ai profili Instagram di Pernilla e Cecilie, le due signorine piene di debiti si sono fatte le seguenti vacanze (da sole o in coppia): Rio de Janeiro, Mykonos, Ibiza, Marbella, Creta, una sciatina sulle Alpi, Tailandia, svariate gite in Gran Hotel fra Londra e Svezia. Non male per chi afferma di stare ancora pagando enormi debiti per una truffa che le ha costrette ad aprire una campagna di crowdfunding qualche settimana fa.

Central Scrutinizer
Central Scrutinizer
3 mesi fa

Gente inutile. Nel vero senso della parola. Non ho altri commenti.

Brack.83
Brack.83
3 mesi fa

Le parole di Red in questo articolo, come in tutti gli articoli, ma questo in particolare, sono come proiettili di artiglieria lanciati a migliaia di metri al secondo e dovrebbero penetrare facilmente la corazza degli uomini Blupillati, che con la loro visione Mainstream ancora sognano ad occhi aperti e non riescono a distinguere la fantasia dalla realtà quando si tratta di donne. E invece come sempre passerà in sordina e sarà motivo di dibattito per le Femministe e da parte degli stessi uomini Blupillati, dibattiti che si concluderanno con un “Capisco”.
Saranno come sempre lì, pronti a coccolarle e rassicurarle dei loro sbagli, e addirittura ripagare i loro debiti, di modo che possano ancora una volta cadere in piedi. Sempre lì, pronti a farsi ammaliare con la speranza di poter combinare con loro qualcosa, non riuscendo proprio a rendersi conto di essere stati invece, solo usati e dimenticati. A me non dispiace affatto, per entrambi.

Last edited 3 mesi fa by Brack.83
Alex Le Large
Alex Le Large
3 mesi fa

La raccolta è arrivata a 127.000 sterline, diecimila sterline in un giorno.
Mi viene voglia di tagliarmi la fava, mettermi una parrucca bionda e andare in giro a chiedere soldi, che tanto da uomo non mi cagherebbe nessuno.

Ciccio
Ciccio
3 mesi fa

Internet non è solo un luogo di truffatori senza scrupoli ma è anche un luogo in cui le persone si incontrano per aiutarsi.

Proprio oggi mi è arrivata la lettera di un principe nigeriano che è stato rinchiuso in galera per motivi politici, ma fortunatamente ha messo da parte una fortuna in Svizzera di diversi milioni, mi ha scritto che se gli pago la cauzione, appena 10.000 €, poi lui appena tornato in possesso dei suoi beni mi darà un milione di euro per ringraziarmi, un’occasione da non lasciarsi sfuggire no?

Ovviamente si scherza.

Du Roy
Du Roy
3 mesi fa

“In questa storia c’è veramente tutto il degrado dell’Occidente: la società opulenta e femminista che crea donne sempre più avide ma al tempo stesso sempre più vulnerabili a causa della loro emotività e dell’assenza di una figura maschile in grado di contenerla, la liquidità di rapporti umani, la crudeltà degli standard femminili riguardo agli uomini e l’iniquità che ne consegue.”

Non avresti potuto riassumere meglio la situazione attuale Red…che poi alla fine il femminismo non da assolutamente la felicita alle donne, anzi le rende miserabili. Mala tempora…

Il Marchese
Il Marchese
3 mesi fa

” E invece alla fine in quanto donne possono solo cadere in piedi, i loro errori verranno ripagati e magari ne usciranno anche più ricche e famose di prima ” .
Questa è la cosa che fa più incazzare , sapere che le donne possono fare tutte le stronzate che vogliono e la passeranno sempre liscia mentre gli uomini alla minima distrazione vanno a gambe all’aria , tutto ovviamente per i ritardati che fanno queste donazione ( sono certo che il 90% dei donatori siano maschi ) :
la misogenia andrebbe rivolta non alle donne ( che alla fine approfittano semplicemente delle opportunità della società ) ma ai veri NP cioè Simp/Femministi/Maschi idioti che pagano 20 euro al mese Onlyfans a una che in alcuni casi nemmeno si spoglia .

Signal
Signal
3 mesi fa

“Perché un miliardario punterebbe a una 40enne wallata e e nemmeno bella?”
Perché è pieno di beta che si fanno ipogamare da queste manipolatrici in la con l’età.

Come Verstappen, il campione del mondo di formula 1 che guadagna 25 milioni all’anno di soli 24 anni che è fidanzato con una donna di 9 anni più grande di lui e con una figlia avuta da una precedente relazione con un altro pilota.
Chissà quando si sveglierà visto che potrebbe avere donne ancora più belle e della sua età o più piccole e la sua ragazza entro circa 5 anni sarà una wallata

Martino90
Martino90
3 mesi fa

Che poi ste polle manco fossero giovani…. hanno superato da un bel pò i 30… e un miliardario dovrebbe cercarsi delle wallate? Davvero, anche se queste cadranno in piedi, è spaventevole come i social abbiano a queste (e a moltissime altre) danneggiato la capacità di ragionare, a livello di rimbambimento impressionante…

MediterraneoDinaricizzato
MediterraneoDinaricizzato
3 mesi fa

Tutto giusto e enormemente condivisibile, solo una frase mi ha lasciato perplesso. Una donna, da tanti anni ormai, non ha bisogno di chiedersi “Perché un miliardario dovrebbe volere proprio me?” Per due enormi motivi, uno più convincente dell’altro.

1) Gli uomini sono interessati a trombare il più alto numero di donne nell’arco della loro vita. Chi dice il contrario o mente scientemente oppure mente perchè ormai annegato nelle sovrastrutture sociali/religiose dell’epoca in cui vive. Chiunque, sapendo che un loro collega ne cambia una al giorno, prova una leggera invidia. Di uomini schizzinosi ce ne sono pure, ma se rifiutano una donna è sempre per i motivi sociali e religiosi sopra elencati. Indi per cui la nordica trönder insieme alle colleghe non si pone proprio la domanda. Credono che gli uomini che siano in grado di rifiutarle si contino sulle dita menomate di una mano di un adolescente che ha perso le articolazioni per colpa di un petardo appena passata la mezzanotte di Capodanno.

2) La domanda è troppo razionale. E loro campano per emozioni. Avranno ‘pensato’ “chissà che figo se questo miliardario, falso al 97%, si rivela vero e mi riempie di diamanti!” E si sono buttate sperando che quel 3% di probabilità di successo vada a buon fine semplicemente perchè più emozionante rispetto alla controparte ben più razionale e deludente

Purple Guy
Purple Guy
3 mesi fa

Per me sono giusto pisellabili, sti 3 uteri marci e sfondati, niente di più… Perché truffare, sapendo del ginocentrismo che caratterizza questa fogna di società? È sufficiente andare a bordelli… Se sempre più uomini si vantassero di andare ai bordelli (esattamente allo stesso modo degli uteri che fanno le zoccole e degli LGBT che spadroneggiano), sarebbe già un passo avanti: sempre più “donne” si sentirebbero minate e smascherate, magari si toglierebbero pure la vita dalla disperazione, facendoci un ulteriore favore, così da prendere due piccioni con una fava…questo, malgrado loro siano abituate a prenderne ben più di due

Last edited 3 mesi fa by Purple Guy
OrangePill
OrangePill
3 mesi fa

Una cosa che mi ha peraltro impressionato è stata che i luoghi principali del misfatto sono gran parte del mio mondo, lavorativo e non: Amsterdam, Stoccolma e Londra.
Conosco bene le donne sia olandesi che scandinave e hanno in comune, tra le tante cose, una maggiore fiducia nel prossimo, ovviamente influenzate da una società più rilassata e meno malfidata di quelle più a sud di loro.
Questa ovviamente non è una scusa. Se siete donne di mondo come vi piace tanto profilarvi è vostro dovere sapere che lo stesso livello di fiducia che esercitate su un/a connazionale, cresciuto/a nella vostra stessa maniera e con gli stessi esempi e valori, non può essere utilizzato con gente che proviene da società dove la competizione estrema (anche per la semplice sopravvivenza), l’inganno, la malizia la fanno da padrone.
Ma loro si rifiutano di vedere queste differenze. Obnubilate dalla peggiore ideologia egalitario/petalosa non si pongono mai il dubbio che se la loro società è più benestante, meglio organizzata e meno corrotta è dovuto alle maggiori qualità civiche e -diciamolo pure- umane dei suoi cittadini autoctoni. Si pensano invece che siamo tutti uguali e che dando fiducia a chiunque se ne ricavi sempre un vantaggio.
Danno fiducia ad autentici scapestrati senza arte né parte, figuriamoci se non la danno (la fiducia e anche altro) a uno che le ‘wina & dina’ nei posti più esclusivi d’Europa.
È la stessa fiducia cieca nel prossimo che ha la madre dei miei figli (guarda caso svedese), nonostante molteplici fregature e esperienze brucianti, e che non voglio assolutamente che i miei figli abbiano, specialmente la femmina.
Un’italiana, che di media pure lei non è una cima, a questo personaggio come minimo gli avrebbe fatto le pulci su Google e forse pure oltre.

Alex Le Large
Alex Le Large
2 mesi fa

Ultime notizie: la raccolta per queste tre è crollata, fermandosi a 175.000 sterline. Dalle 10.000 sterline al giorno dei primi tempi, si è calati a 200 sterline al giorno o persino meno (che peraltro sarebbero oro per altri, se non fosse per il debito osceno che hanno accumulato queste gold diggers fallite).

E qui le tre ganze sono incappate in un altro boomerang del tipo di società delle apparenze in cui prosperano: la caducità delle cause. Tranne poche eccezioni, tutto viene esaltato, mangiato, digerito e cagato alla velocità della luce, quindi anche la loro raccolta fondi. Passato il momento di notorietà, non ti caga più nessuno, anche se ce la metti tutta per apparire e per sfruttare il tuo status di donna danneggiata dal maschilismo. Il momento dell’oblio, inevitabillmente, arriva.

La tipa a sinistra, visto l’andazzo, ha messo su facebook un annuncio in cui fa lavori di grafica con photoshop per cinque dollari. Dubito che servirà.

Rimangono quindi oltre 400.000 sterline da pagare…. francamente, con tutto il cazzochemenefrega che avvolge la mia mente (per i motivi già descritti), un pò mi dispiace, essendo un essere umano e non un sasso…anche se sicuramente meno stronzo di loro, poco ma sicuro.

Alla fine prevedo accasamenti con beta provider ricchi, accasandosi a denti stretti con qualche stempiatone cinquantenne benestante e solo. Nulla di più facile alla fine, per delle normocarine senza meriti.

Ci è riuscita la figlicida Casey Anthony, figuriamoci se non ci riescono loro.

Last edited 2 mesi fa by Alex Le Large
Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

Beh….lui visto in altre foto mi ricorda vagamente il rapper napoletano Rocco Hunt.
Le “truffate” sono abbastanza carine ma credo che un vero milionario possa permettersi molto di più.
Per dire…probabilmente il Sultano le avrebbe scartate come sugarbabies.
Prima di dire che sono babbee però io verificherei che siano state veramente truffate da questo tizio.
Non ci vuole niente, una volta che un truffatore viene in qualche modo smascherato, ad “aggiungersi” alla lista delle “vittime” per avere un valido motivo di chiedere soldi alla gente….

Martino90
Martino90
2 mesi fa

se penso a quanti mdf e non solo ha imbrogliato una come malika chalhy, vien da pensare che queste potevano essere fregate ben di piu. invece ad esse succederà come a malika, cioè che si fa fare raccolta fondi per poi comprarsi casa, mercedes (anche se usata) e cagnotto da 3000 euro alla faccia dei boccaloni che ci sono cascati. a gente come la malika augurerei di trirovarsi senza soldi , ma so che tanto poi di altri fessi ne troverà ancora, il mondo ne è pieno che cascano nella rete delle vaginomunite che si credono oppresse (e anche in quelle che non credono a ste cose)…

silvio
silvio
3 mesi fa

I babbei sono sia donne che uomini. È pieno di uomini che si fanno truffare dalle gold diggers. Ogni volta che uno ha un valore di mercato (vero o presunto) superiore (o meglio ancora molto superiore) controlla l’altro come l’ultimo degli idioti. Manipolazione completa.

Nicola
Nicola
3 mesi fa

Avevo sperato nel coronavirus a mazzulare questa società riportandola a più miti consigli. Niente da fare: troppo debole. Anche l’ISIS, sebbene qualche risultato lo ottengano, sono troppo lenti ad avanzare rispetto alla velocissima deriva della società occidentale. L’ultima risorsa é il famoso meteorite, non ci son cazzi.

Veneto
Veneto
3 mesi fa

premesso che tutta la storia è estremamente divertente (e lo sarebbe ancora di piu se si conoscesse il numero totale di polle truffate) questo è anche un esempio clamoroso di quanto (almeno sul breve termine) la d (anche bella e piacente) sia mediamente assai poco accorta e quindi facilmente ingannabile sia sul M che sul S …..

Gary
Gary
3 mesi fa

dalla forma degli occhi mi sembra di percepire tre cose dalle tipe :
-quella a sinistra mi sembra la classica ragazza che se gli fai vedere le belle cose va ai pazzi…quelle con gli occhi grandi , “avare” di usarli per vedere il bello e goderselo. Sono sognatrici e spesso stupidotte.
-Quella a destra pare invece una che vorrebbe ma sa che ha dei limiti, forse il fatto di arrivare ai 40 la sta mettendo in guardia, quindi mi sembra meno ragazzina.
-La terza al centro invece ha gli occhi socchiusi , furbetti …è una che se la fai incaz*** ti fa a pezzi e direi che secondo me a letto è pure mezza sadica. Quando ho visto questa durante il film ho subito pensato “secondo me è questa quella che ora lo fa nero…”

Last edited 3 mesi fa by Gary
Gian
Gian
1 mese fa

Tinder va dichiarato illegale

Quasimodo68
Quasimodo68
3 mesi fa

La truffa è stata possibile solo per la presunzione delle signorine ” che c’è di strano che un miliardario perda la testa per me?”
Però alla fine lui oltre che qualche scopata ha messo in tasca ( paradisi fiscali) una cifra per la quale vale la pena di rischiare la galera?
Perché se alla fine in quanto a soldi chiudeva solo in pari … a modo suo è un mdf
Quanto alle nostre candide fanciulle mi sa che alla fine avranno il loro bel tornaconto tra colletta e popolarità….scommettiamo che c’è le troviamo in TV?

Paradiso Perduto
Paradiso Perduto
3 mesi fa

Ho sentito dire che, da qualche tempo, i siti d’incontro hanno iniziato a perdere popolarita’… Pare che la seduzione stia tornando “alla vecchia maniera”, anche per episodi simili…
Confermate questo cambio di rotta?

Martino90
Martino90
2 mesi fa

Pure Ilar ha acceduto con Tinder? pure tra lei e totti separazione e sempre per un flirt di lei parrebbe…beh poi si è trovata un betaprovider mica da poco in quanto a soldi soldi, e pure lei ne guadagna un bel pò, ora può “rifarsi una vita “, per così dire…

Last edited 2 mesi fa by Martino90
Viviana
Viviana
1 mese fa

Con me non avrebbe attecchito tale tizio perché sono tirchia. Chiunque mi conosce dice che sono tirchia come un rabbino. Poi io penserei non sono Bianca Balti, quindi perché questo milionario vorrebbe una come me? Non mi si é mai avvicinato nessun riccone in vita mia, come mai proprio questa volta? Avrà dei problemi psichici gravi che non trova una modella? E se fosse un criminale che vuole stuprarmi e uccidermi o portarmi alla droga?

pino
pino
3 mesi fa

un PARACULO insomma!

toronto
toronto
3 mesi fa

aspettavo questo articolo come babbo natale a natale !

Alex Le Large
Alex Le Large
1 mese fa

Aggiornamento: le tre ganze del Tinder Swindler hanno chiuso la campagna GoFundMe che avevano lanciato per pagarsi i debiti. Erano arrivate a 183.000 sterline (su 600.000 necessarie), poi hanno chiuso anzitempo la raccolta e hanno pubblicato questo messaggio:

“Hi everyone! We are so thankful for all the help we’ve received in getting our life back and repaying our debt! We have now closed the GoFundMe, we have received more than we ever could’ve hoped for!
With your generous help you’ve helped us being able to hopefully repay our debts, and move forward with our lives:)
Again, a big and warm thank you
Cecilie, Pernilla and Ayleen”

Per la serie: grazie, betacucchi, per aver pagato completamente i nostri debiti contratti fra cene in ristoranti stellati e viaggi di lusso, mentre la maggioranza di voi sputa sangue per arrivare a pagare un mutuo dopo 30 anni, magari crepando di infarto a 60 anni dopo esserci riuscito. Noi abbiamo l’arma definitiva: la figa. E grazie a quella ci sarà sempre un coglione che ci pagherà vizi e sprechi.

Alex Le Large
Alex Le Large
3 mesi fa

Aggiornamento: la raccolta fondi per queste tipe è arrivata, mentre scrivo, a 112.000 sterline in meno di 10 giorni, su 600.000 richieste per annullare tutti i loro debiti. Solo oggi hanno raccolto a spanne un 30.000 sterline.
Tempo due mesi scarsi (o molto meno) e potranno fare la vita splendente di prima.

Le donazioni arrivano a un ritmo di una ogni 5 minuti, un italiano è il secondo miglior donatore con ben 1500 euro.

Per fare un paragone, William Pezzullo (il ragazzo acidificato dalla sua ex) ha ricevuto, su due e o tre piattaforme di donazioni, poco più di 70.000 euro totali in 5 anni. Ed è già grasso che cola.

Cosa insegna ciò? Che:

1) se sei donna tutti saranno più disposti ad aiutarti
2) se sei donna e bella, il punto 1 vale doppio.

Clipboard01.jpg
Last edited 3 mesi fa by Alex Le Large
Alex Le Large
Alex Le Large
3 mesi fa

Occhio però, scommetto già a cosa state pensando. Se non volete truffare nessuno ma avete semplicemente il legittimo desiderio di vestirvi da miliardari e tirare bidoni su Tinder a delle gold diggers, dando loro appuntamenti a 200 km di distanza in posti sperduti dove voi non vi recherete mai, con grandi risate da parte vostra, sappiate che NON potete farlo, mi sembra di aver sentito qualche caso di denuncia, ora non ricordo bene dove e quando.

Le donne hanno sempre la golden option, come nel caso di quella scuola calabrese: per le studentesse molestate si è mobilitata tutta la scuola, per uno studente bullizzato, pestato e mandato quasi in coma nessun supporto.

Tradotto: se una gold digger vuole vendicarsi di un burlone che le ha lasciate attendere a un tavolo di un ristorante in culo al mondo, può farlo con successo e con sostegno legale e sociale “ad hoc” per il solo fatto di esser donna. A maggior ragione queste oche sicuramente avranno orde di femministe e zerbini pronte a finanziarle come hanno fatto con Malika, la lesbofuggitiva con Mercedes.

E infatti ad oggi hanno raccolto oltre $ 100.000, molto più dei 47.000 dollari di danni civili che Leviev è stato condannato a pagare.

Il tipo è da biasimare? Legalmente sì. Moralmente, credo proprio di no.

Last edited 3 mesi fa by Alex Le Large