03/06/18

Come Andare a Prostitute:Vademecum del Buon Cliente


Al Salon de la rue des Moulins - Toulouse Lautrec
Al Salon de la rue des Moulins - Toulouse Lautrec 1895

Ciao Red, ho notato che nel tuo blog affronti spesso la questione prostituzione. Visto che sono cliente più o meno abituale delle peripatetiche da quasi 10 anni, ho pensato di mandarti due righe che ho buttato giù ieri sera. Se ti interessa, pubblica pure.

Faccio innanzitutto due premesse:
  1.  Quando parlo delle mie esperienze pay faccio riferimento esclusivamente alle esercenti d'appartamento (aka "loft girl"). Non sono mai andato con le stradali, sia per ragioni etiche (molte prostitute di strada sono schiavizzate e quasi tutte sono sfruttate da papponi e maman senza scrupoli) che di rapporti costi/benefici (le stradali non costano meno, in proporzione, di molte loft, mentre si riducono igiene e qualità della prestazione)
  2.  Da anni ho perso molto entusiasmo per il mondo pay. Pagare per il sesso infatti non ti permette di accedere né alla validazione sessuale né all'affetto di una donna, anche se esistono professioniste molto brave nel recitare la parte della fidanzatina, con conseguente illusione da parte del cliente, che si convince che la copula sia gradita da entrambe le parti Per questo motivo ritengo che la prostituzione, persino se a basso prezzo, non potrà mai emancipate più di tanto gli uomini dalla loro dipendenza sessuale nei confronti delle donne né risolvere i problemi degli incel.

Prostitute: Consigli Pratici

Passiamo ora ai consigli pratici. Non ci sono vere regole in ambito pay, mi limito a fare alcune considerazioni dettate dall'esperienza e dal buon senso.

  1. Informarsi sempre prima attraverso i forum. Mai come quando si spendono 150 o 200 euro in un' ora è importante sapere in anticipo con chi si avrá a che fare. Ovviamente non tutti i forum hanno la stessa serietà e attendibilità  (le recensioni che si trovano sui siti di annunci valgono meno dell'inchiostro virtuale con cui sono scritte); lo stesso dicasi per i recensori: di solito è bene diffidare da chi ha poche recensioni all'attivo o da chi tende a dare sempre valutazioni lusinghiere. Se per l'utente Pincopallo quelle con cui va lui sono tutte delle pornostar nate che godono a profusione ad ogni incontro (ne ho trovati diversi), forse è bene prendere quello che scrive col beneficio del dubbio.
  2. Diffidare dei thread nei quali scrive l'esercente. Potrà sembrare incredibile ma persino tra i puttanieri coperti dall'anonimato esistono fior di zerbini pronti a difendere a spada tratta una professionista per il semplice fatto di essersi palesata sul forum, con il probabile scopo di farsi belli ai di lei occhi e (magari) di ottenere uno sconto. In generale, quando una pay entra nel thread i giudizi tendono irrimediabilmente a perdere di obiettività.
  3. Valutare diversi punti di vista. Una sola recensione positiva significa poco o nulla: potrebbe essere un'auto-promozione (alcune pay concedono sesso in cambio di recensioni favorevoli) oppure il risultato di un caso eccezionale. Molte recensioni positive sono invece segno di predisposizione e correttezza dell'esercente. Fondamentale risulta, tuttavia, mantenere un approccio "popperiano": una recensione negativa, specie se ben argomentata, vale molto di più di dieci positive e dovrebbe sempre far scattare un campanello d'allarme.
  4. Evitare quelle che oscurano volto e/o corpo. Nel 90% dei casi, l'esercente che non si mostra chiaramente ha qualche cosa da nascondere, non lo fa certo per ragioni di "privacy" (come invece scrivono tutte). Poco utili sono anche i giudizi estetici che si trovano sul forum. Nel corso degli anni ho constatato che c'è molta più obiettività nel descrivere l'attitudine di una peripatetica piuttosto che il suo aspetto. Inutile dire poi che molti trovano attraenti e giudicano "carine" o "praticamente modelle" dei mezzi roiti (l'ho ahimè sperimentato sulla mia pelle).
  5. Leggere sempre le presentazioni che si trovano negli annunci. Personalmente ho notato che le pay che si pongono in maniera gentile e "sobria" risultano di solito più affidabili e capaci di quelle che infarcisono la scheda di "ammmore" e cazzate caricaturali da film porno hardcore. Lo stesso dicasi per la voce e i modi al telefono, che non sempre però appartengono alla ragazza che incontrerete (alcune hanno una centralinista)
  6. Fatevi trovare sempre lindi e ben vestiti. Sarà banale dirlo ma molte professioniste si lamentano dell'igiene dei clienti. Anche la barba non è sempre ben accetta, visto che può causare irritazioni alla pelle. Personalmente vado sempre fresco di doccia e collutorio e rasato a livello delle parti intime. Conciarsi come se si andasse ad un appuntamento galante è sempre un buon biglietto da visita.
  7. Mai contrattare. Io sono un libero professionista e Dio solo sa quanto mi fanno girare i coglioni quelli che cercano di tirare sul prezzo. Lo stesso vale per le peripatetiche: chi contratta viene spesso visto male, me lo confermano in tante. Il valore delle proprie prestazioni lo decide l'esercente, è assai sgradevole dal suo punto di vista che voi andiate a contestarglielo in faccia.
  8. Chiedete sempre il permesso prima di eseguire qualunque pratica. Anche se avete pagato è sempre la prostituta a stabilire cosa si può e non si può fare. Anche questo potrà sembrare banale ma da quello che mi viene detto non è affatto così, molti infilano lingua e dita senza farsi problemi, risultando così sgraditi e rovinando la prestazione.


Prostitute:PRO E CONTRO

Passiamo infine a pro e contro dell'opzione pay. Nel complesso, i vantaggi della scelta prezzolata sono:

  • Assenza di rifiuti (esistono pay che rifiutano clienti ma sono rare escort di alto livello e di solito lo fanno mettendo il cliente in black list col cellulare, quindi niente di esplicito come invece avviene provandoci con le c.d. "free"), con conseguente assenza di dipendenza psicologica nei confronti della dispensatrice di favori sessuali (questo è ciò che sono de facto le donne nel mercato sessuale attuale)
  • Disponibilità quasi immediata (basta chiamare e mettersi d'accordo, cosa impensabile all'inizio con le free, a meno di non essere sosia di Gandy)
  • Certezza del costo e della prestazione (una pay ha prezzi chiari e, sfruttando i forum, è possibile sapere in anticipo come si comporterà; una "relativamente free" non garantisce nulla in termini di effettiva disponibilità sessuale né di costi effettivi da sostenere per meritarsi l'amplesso)
  • Niente rotture di coglioni post-sesso. Si paga, si consume e poi sarete voi a stabilire se vale la pena rivedersi, con le stesse dinamiche del precedente incontro.
Per quanto riguarda gli svantaggi:

  • Costi elevati sul lungo periodo (1 ora di sesso con una pay gradevole difficilmente costa meno di 150 euro: ad una media di 1 ora di sesso a settimana, una vita sessuale esclusivamente a pago richiederebbe un investimento di quasi 8000 euro all'anno)
  • Assenza di validazione sessuale (come già detto sopra, per me l'aspetto più problematico)
  • Necessità di spostarsi (l'offerta pay è varia solamente nelle grandi città: per chi non abita a Roma o Milano c'è da spostarsi o da prendere quel poco che passa il convento locale)
  • Rischio malattie sessualmente trasmissibili  (molte pay fanno orale scoperto e alcune si fanno venire in bocca: se si vuole essere abbastanza sicuri bisogna evitare di ricevere e soprattutto praticare sesso orale senza precauzioni)
  • Stigma sociale (di fatto, oggigiorno confessare di andare a pay è quasi come ammettere di essere uno stupratore seriale).

In definitiva, ritengo che l'opzione pay costituisca una scelta pienamente soddisfacente solamente per coloro che hanno ottima disponibilità economica, elevato disincanto rispetto alla vulgata vaginocentica dominante e scarso interesse per l'approvazione sessuale delle donne (quest'ultima caratteristica è tipica, da quel che vedo, di coloro che hanno già fatto ampia  scorta di feedback positivi). Una netta minoranza nel panorama maschile attuale, dunque.
Ça va sans dire che il sesso prezzolato dovrebbe invece rappresentare una scelta obbligatoria per tutti coloro che si ritrovano a 25 o 30 anni senza aver mai toccato una donna. In quel caso si tratterebbe anche di un modo per de-mitizzare il corpo femminile e (forse) per acquisire competenza sessuale, di vitale importanza nell'improbabile ipotesi di ottenere un giorno l'agognata intimità a gratis.

-Contino Bricchio-




Forse ti interessano: 



26 commenti:

  1. Le prostitute sono le uniche donne oneste

    RispondiElimina
  2. Il miglior compromesso sono quelle senza sito internet che lavorano in casa con annuncio sul quotidiano. Costano meno di quelle col sito e il livello di pulizia è piu' o meno il medesimo. Certo non puoi vederle in anticipo ma puoi andartene se non ti piacciono. Tra i consigli aggiungerei di essere sì pulitissimi e freschi di doccia ma vestirsi in maniera sobria, cioè non far sembrare di essere ricchi perché la pro nel proporti il prezzo (che non ti dice mai per telefono ma ti dice "vieni e ne parliamo") fa una valutazione delle potenzialità economiche del cliente e se ritiene che il cliente sia benestante spara piu' in alto. Per la stessa prestazione una LOFT senza sito internet puo' andare dai 60 ai 200 euro.

    RispondiElimina
  3. Sono una donna etero e ringrazio vivamente l'autore per l'occhiatina a un mondo a cui giocoforza non avrò mai accesso ma che mi incuriosisce moltissimo. Apprezzo anche molto la scelta etica di evitare le prostitute per strada (talvolta soggette a fenomeni di sfruttamento) per privegiare professioniste che svolgono la loro professione in modo volontario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Henry de Toluose Lautrec2 dicembre 2018 17:54

      Potresti levarti lo sfizio e farti una trombata pay con un gigolò, ma l'ambiente e lo stile sono completamente diversi quindi non avresti comunque idea del mondo della prostituzione femminile per uomini.
      I gigolo' per donne infatti sono pochi, costosissimi e offrono un servizio "all inclusive": compagnia per una cena, magari rose in regalo (che comunque hai pagato tu) e notte insieme, con quello che deve succedere, a piacere della cliente.
      La prostituzione per uomini si limita a una frettolosa trombata di 15/20 minuti perche' è quello che gli uomini vogliono.

      Elimina
  4. Non sono d'accordo con il fatto che non si possa contrattare, è una trattativa come un'altra e ognuno ha diritto di strappare il miglior prezzo che riesce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche io penso che si possa tranquillamente contrattare. L'articolo rispecchia il punto di vista dell'autore, non il mio per intero, anche se penso che rimanga comunque un contenuto molto utile per i più inesperti.

      Elimina
  5. Henry de Toluose Lautrec2 dicembre 2018 16:37

    Ciao ti faccio un commento che potrebbe essere spunto per un tuo approfondimento, se vuoi.

    Da parte mia un'idea, seppur soggettiva, sul perché gli uomini vanno a prostitute.

    LA gratificazione sessuale secondo me è fatta di tra strati:

    1) quello puramente fisico dato dalle contrazioni della prostata e svuotamento delle vescicole seminali. Non cambia nulla da questo punto di vista se state scopando con una modella, con vostra moglie, con la vostra mano o con un sex toy maschile.

    2) Quello del contatto fisico con un bel corpo femminile. Prendere tra le mani un bel corpo femminile, strusciarcisi nudi, leccarlo, ecc, è gratificante. Molto piu' che usare un sex toy o masturbarsi. Ecco perche' una prostituta è comunque piu' gratificante di una sega.

    3) Quello dell'egoboost: aver attratto una donna al punto da farle fare sesso con voi gratis è estremamente gratificante, si ha la conferma ufficiale di non essere cessi e di essere in grado di attrarre donne, e piu' quest'ultima è bona e desiderata piu' la gratificazione è alta. Se poi si viene a sapere in giro c'è anche l'aumento di social proof che potrebbe anche migliorare il successo con altre donne (le wingwoman le inventarono per questo, escort non sessuali che fanno finta di essere la vostra ragazza). Ecco perche' scopare una donna attraente gratis è piu' gratificante di una prostituta, che a sua volta è piu' gratificante di una sega.

    Quindi nell'ordine: sega, prostituta, ragazza rimorchiata gratis

    Il punto 1 è a portata di tutti (impotenti a parte); il punto 2 è a portata di quasi tutti (basta avere quel minimo di soldi per andare a prostitute in casa); il punto 3 è un lusso di pochi.

    Molti uomini non potendo avere il 3, si accontentano del 2, che è comunque meglio dell'1

    Altri uomini poi si mettono in situazioni di tipo 2 cercando di convincere se stessi di essere in una situazione 3: parlo di uomini potenti che si rovinano la reputazione facendo sesso con ragazze del loro ambiente: professori universitari con le ricercatrici o addirittura studentesse o dottorande, chirurghi con le infermiere, magistrati con le cancelliere, registi con le attrici.... sono tutti uomini che avrebbero soldi per andare con escort superlusso bellissime e in completa discrezione.
    Eppure si sputtanano per andare con la sciacquetta del proprio ambiente lavorativo. Perché? Per avere l'illusione che la ragazzina in questione scopi con loro "per il loro fascino latino" e non perche' soggiogate del loro potere o addirittura con la palese speranza di ottenere favori sul lavoro (una carriera piu' veloce, ecc).
    Quest'ultimo fenomeno secondo me merita approfondimento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che significa "soggiogate dal potere"? diciamo che è il fascino dello status che è comunque uno dei tre fattori della teoria LMS, anche se però in molti casi non si tratta di fascino ma appunto solo di uno scambio di favori analogo ad un rapporto mercenario, anche se non ne ha gli stessi connotati.

      Elimina
    2. Henry de Toluose Lautrec2 dicembre 2018 17:48

      Un po' è il fascino dello status un po' è un senso automatico di sottomissione. L'avevo letto su un libro ma non ricordo quale e fa proprio questo esempio che colpisce anche gli uomini:
      non so se hai mai notato che di fronte a una persona potente (es. a cena con l'amministratore delegato) ti viene automatico di ridere di fronte alle sue battute idiote o di assecondarlo nei discorsi che fa;
      nel mio precedente lavoro quando passava l'amministratore delegato le colleghe donne benche' sedute si mettevano tutte sull'attenti a petto in fuori (e, probabilmente, vagina bagnata);
      non lo facevano apposta, gli veniva spontaneo;
      In ogni caso l'uomo viene egoboostato piu' se rimorchia per "L" che non per "SM". L'amministratore delegato, il docente universitario, il chirurgo o il dirigente cercano di convincersi che se trombano la ragazzina del proprio ambiente lavorativo è per "L" non per "S".
      Così come quello che compra la ferrari cerca di convincersi che rimorchia per "L".
      Come faccio a dirlo? Perche' con i 200 mila euro che costa la ferrari ci vai a puttane di lusso fino alla nausea: ti ci paghi 1000 trombate di lusso da 200 euro con discrezione e con fighe della madonna e niente perdite di tempo (e soldi succhiati dalle fighe nonche' costo della benzina e manutenzione); supponiamo 2 trombate a settimana sono 500 settimane, più di 9 anni e mezzo di superfighe pagate, senza rischiare di andare in bianco; stessa cosa il chirurgo basta che faccia 2 visite private in piu' e ha la trombata pagata, senza rischio che l'infermiera o ricercatrice innamorata (o presunta tale) lo ricatti minacciando di dire tutto alla moglie (è capitato), o che nell'ambiente lavorativo circoli la voce e ne vada in gioco la sua credibilità.

      Elimina
    3. se io sono laureato in medicina, e ho uno status alto, ciò mi rende automaticamente più attraente di essere la stessa prsona con la lccenza elementare,attraente non perchè dispensatore di favori ma perchè "medico", che vuol dire colto intelligente e coi sorrrdi

      Elimina
  6. Una domanda per quelli che, più o meno abitualmente, vanno "a pagamento": vi capita mai che quelle delle cui prestazioni usufruite vi dicano cose del tipo "è incredibile che uno come te non riesca a fare certe cose senza pagare" o giù di lì? E, se si, ci credete o le trovate frasi di circostanza? Una volta uno raccontò su un blog che gli era capitato di andare con una prostituta e che questa non si sia fatta pagare :o ... Ovviamente ne parlava con estrema soddisfazione.
    Personalmente trovo che sarebbe interessante se su questo blog una "ragazza di mestiere" raccontasse anonimamente dei suoi clienti, giusto per capire le loro motivazioni, quanti sono praticamente costretti ad andarci per mai troverebbero una ragazza disponibile nei loro confronti, quanti ci vanno per scelta perché non va loro di "ipogamare" e/o di avere o fingere implicazioni sentimentali e quanti invece ci vanno pur in presenza di una relazione stabile, magari pure almeno apparentemente appagante :-/ ...

    RispondiElimina
  7. Ciao grazie per i consigli racconto la mia io vado da escort a pagamento da circa un anno e ho 24 anni trovo che quello che dici tu sia assolutmanete reale per chei come me non ha ancora am i visto o toccato una figa

    RispondiElimina
  8. io penso che non ci sia nulla di male a frequentare donne a pagamento. è sicuramente un rapporto piu onesto dell'uomo che fa carte false,offre cene e cazzate varie per lo stesso scopo, ovvero una trombata

    RispondiElimina
  9. Io non sono d'accordo con il punto 7. Diciamo che io chiedo lo sconto gentilmente e in alcuni casi l'ho ricevuto, che male c'è. Anche io sono professionista e ho fatto tanti sacrifici con lo studio, avuto tante privazioni nella mia giovinezza e non guadagno quello che le escort guadagnano in mezz'ora di lavoro senza arte e ne parte. Una escort dalle mie parti, dove c'è un alto tasso di disoccupazione e i fitti non sono molto alti, per 20 min di sesso mediamente guadagna 50 euro, e questo mi fa un po rabbia.

    RispondiElimina
  10. Esempi di forum ai quali rivolgersi per evitare fregature?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Escortadvisor è il numero 1, è pieno di recensioni.
      Altrimenti c'è punterforum.

      Elimina
  11. Qualcuno molto più saggio di me diceva sempre "Le donne che paghi subito sono quelle che ti costano di meno"
    Se solo non avessimo il giogo del Vaticano... Un mio amico va spesso a Berlino in un FKK, in pratica un bordello legalizzato, che è la descrizione del paradiso in terra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è tanto il Vaticano il problema in Italia, conta pochissimo... che non vuole la regolamentazione della prostituzione ma chi ha più potere è un certo femminismo.
      La Svezia non è certamente un paese che basa le sue regole sul Vaticano-Chiesa e la chiesa ma l'opposto.. intanto hanno una fra le leggi più dure e repressive in Europa(anche perchè sbilanciata contro il cliente se uomo).
      La Francia col governo socialista e laico di sinistra ha vietato diverse forme di prostituzione prima legali. Anche qui c'erano organizzazioni femministe a chiederlo.
      In Italia stesso, la legge Merlin, che non permette il sistema tedesco è di sinistra ovvero di una socialista, l'opposto che religiosa.
      In Germania tutti i giornali che ho visto scrivere articoli a favore della chiusura dei vari FKK, Brothel o altro.. sono su giornali di un certo centrosinistra, pseudo-socialisti(stile repubblica ma tedeschi, come orientamento, per intederci con le idee più vicine a un partito come quello di Schulz.. socialdemocratico quindi lontanissimi dalla chiesa.
      Chiedono la legge svedese anche in Germania .
      Mi viene in mente il "Der Spiegel" per esempio.

      Elimina
    2. Concordo, i bordelli in Italia sono stati chiusi nel 1958 e prima di allora la società era più religiosa di adesso. Sono le femministe a mettere i bastoni fra le ruote.

      Elimina
    3. @Lorenzo e @Van: La prostituzione è eticamente triste (io, fossi uomo, preferirei sotterrarmi piuttosto che pagare una persona che prova repulsione per me per fare sesso), ma tant'è, se voi uomini non vi sentite umiliati da tutto ciò sono affari vostri, senza contare i rischi igienici. Mi dà un certo fastidio sentir dire che alle donne la prostituzione infastidisce. Non mi piacerebbe ci andasse/fosse andato un ipotetico mio fidanzato perché se non si hanno problemi come handicap etc. fa molto "sfigato" andare a pro, quello sì. In ogni caso legalizzarla sarebbe molto meglio: tanto le prostitute ci sono comunque in Italia. Ci sono le stronzette ladruncole che lo fanno in casa senza partita Iva e senza pagare le tasse e ci sono le povere sventurate che lo fanno in strada (e un uomo che ricorre a quelle che stanno in strada è un malato di mente depravato e senza cuore) e in strada ce le mettono le mafie. Pensate davvero che l'Italia, patria della mafia, si lascerà mai togliere guadagni dai bordelli legalizzati? Sognate pure..

      Elimina
    4. CHIARA27 settembre 2019 11:53
      Mi sa che non hai capito un tubo di quello che abbiamo scritto
      Commento una frase:
      "Mi dà un certo fastidio sentir dire che alle donne la prostituzione infastidisce"
      Nessuno ha mai parlato di DONNE ma di FEMMINISTE. Fra l'altro ho citato "un certo femminismo" che andando nello specifico viene anche chiamato "femminismo abolizionista".
      Capisci la differenza? Se una non capisce nemmeno la differenza fra le due cose credo sia inutile andare avanti.
      Anche una SEX WORKER ESCORT o altro può essere una donna..
      2)La prostituzione anche se in percentuale è maggiormente femminile per motivi di domanda/offerta, ma esiste anche quella maschile vedi Gigolò, accompagnatori per signore e altro.. una regolarizzazione riguarderebbe anche quest'ultima.
      Basta cercare su internet gigolò, accompagnatori per vedere che c'è un mondo dietro.
      Quindi la discussione non è fra uomini e donne..
      3)Non abbiamo chiesto un tuo parere su chi va a prostitute.. sono affari suoi. Sinceramente non mi interessa e non ha niente a che vedere col nostro discorso che era improntato su un piano pratico/legislativo. Prlando di regolarizzazione si parla di persone "adulte" e "consenzienti" che possono decidere cosa fare o non fare.
      Abbiamo discusso sul perchè in Italia non è possibile fare una regolarizzazione di tipo TEDESCO, parlando dei decreti e leggi che non lo permettono e di quali governi, con quali interessi, li hanno attuati.

      Il potere della mafia se credi che esista solo in Italia sei tu una povera sciocca..
      Le varie mafie (non esiste solo quella italiana, esiste la mafia turca molto diffusa in Germania ad esempio..la mafia cinese etc..) e hanno tentacoli in tutta Europa, per non parlare di Usa e altri paesi.. non è da tempo localizzata solo in un luogo.
      Non è vero che non si possa dare un colpo alla mafia economicamente.
      è stato fatto con sequestri di valori di possesso di organizzazioni mafiose. Nello specifico per esempio negli Usa quando col proibizionismo degli alcolici la mafia(anche italiana) aveva raggiunto livelli di potere inimmaginabili e comandava tutto il mondo della vita notturna. Avevano guadagni inestimabili.
      Parliamo del periodo fra il 1919 e il 1933.
      Con la regolarizzazione e la fine del proibizionismo la mafia ha subito un colpo durissimo.
      Ultimo punto: è ovvio che il proibizionismo non abbia sconfitto la prostituzione in Italia, è sotto gli occhi di tutti e viene esercitata.. forse anche di più perchè anarchica, senza regole. Senza controllo di documenti..
      è sulle strade sotto gli occhi di tutti.. anche ora, non è che regolarizzando spunterebbe fuori qualcosa che non esiste già(questo lo hai detto anche tu ma lo rimarco).
      Verrebbe solo alla luce quello che ora succede nell'ombra(e neanche tanto visto che in molte città lavorano in pieno giorno).
      Solo che ci sono movimenti che si oppongono e la maggior parte fanno parte di quelli che ho citato, e hanno un "peso" nella politica che è quella che deve prendere le decisioni.


      Ultimo punto:
      Ho semplicemente spiegato all'utente sopra il motivo per cui non è possibile fare una regolamentazione di tipo tedesco.

      Elimina
    5. Esiste persino il blog di una DONNA che è contro alle posizioni delle FEMMINISTE ABOLIZIONISTE RADICALI.
      Ha scritto diversi articoli sull'argomento.
      Non condivido tutto quello che dice, la cito per SOTTOLINEARE il fatto che parlare di questo argomento, inziando con i soliti luoghi comuni tipo "VOI UOMINI" "VOI DONNE" come se le abolizioniste rappresentassero "TUTTE LE DONNE" non ha senso.
      Anzi, alcune categorie di "ABOLIZIONISTE" sono molto aggressive, verso le DONNE che non la pensano come loro.
      La stessa cosa vale per gli uomini.. ci sono UOMINI ABOLIZIONISTI e altri ANTIABOLIZIONISTI.

      Elimina
    6. @Chiara

      o dolce fanciulla, ti informo che tante prostitute, oltre che essere part time e molto selettive (tanto i clienti li trovano uguale, a che serve accompagnarsi al brutto porco che non si lava?) sono molto più pulite della donna media (è il loro lavoro) e anche dal punto di vista sanitario più sane (è il loro lavoro essere in forma, e in più una malattia -venerea o meno- per loro sarebbe un terribile danno economico non potendo lavorare, quindi si controllano molto più frequentemente... visto che si possono permettere le tariffe delle visite private).
      Moltissime di loro, per tua ulteriore informazione, frequentano prestigiose università private (IULM e Bocconi, per stare a Milano) e locali notturni supercool (Corso Como eccetera) in qualità di buttadentro/cubiste/ragazze immagine.
      Risiedono in residence il cui affitto un normale lavoratore nemmeno si sogna di potersi permettere (quindi molto più elegante, ordinato e igienicamente lindo del cesso di casa di una media single senza figli italiana).

      Quindi come vedi (ma ci vedi?) a parte l'obiezione etica (ricordo che per chi ha i denari necessari c'è pure la "girlfriend experience) del tutto soggettiva (che gusto c'è a farsi trattare di merda da una donna "normale" che nemmeno te la da? E' etico, quello?) la prostituta di livello (appartamento, tariffa da 200€/h) rispetto alla donna "normale" ha solo vantaggi. Non ho citato quello dell'avvenenza fisica perchè il tasto è davvero dolente (per le donne "normali").

      Tra l'altro se per caso capita che uno se la fidanzi (dopo che la ragazza ha smesso il mestiere: di solito in qualche anno accumulano abbastanza da mantenere se stesse e tutta la famiglia lasciata a casa per un paio di generazioni) ha pure la fortuna di una donna finanziariamente indipendente. La quale non ha comunque preso più cazzi di una qualunque partecipante a Grande Fratello, Uomini (tzk) e Donne eccetera (non guardo la tv, non sono ferrato in materia).

      Pensaci: magari una di quelle "donnacce" ti ha pure passato gli appunti mentre stavi all'università. Poi la vedevi venire a prendere da un tizio in Porsche. Un tizio diverso ogni mese, tipo.

      Quelle in strada sono schiave ed è un'altro discorso. Ma i lavoratori dipendenti a 4,5€/h? Quelli vanno bene, eh?

      Elimina
  12. Il sesso a pagamento può essere un palliativo per chi in giro non trova proprio niente, ma è davvero una cosa triste e squallida : a parte il fatto che è umiliante e squalificante il dover pagare per scopare, specie se si è giovani e in buona salute, ma poi per una che ti fa divertire, ce ne sono dieci che dopo aver preso il regalino stanno lì con aria scazzata, non vedendo l' ora che te ne vai per poter iniziare col prossimo cliente, poi "non mi baciare, questo non si fa, quest' altro nemmeno"...boh, cosa ci sia di divertente proprio non lo so. E poi, sinceramente, il sapere che prima di te è stata con altri 5 o 10 nello stesso giorno, fa un pochino schifo. Poi tutto ciò è un mio punto di vista, non ha certo l' ambizione di vangelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo solo in parte con te: per me è più umiliante sentirsi dire di no ogni volta che ci provi con una donna "normale", anche se la tua richiesta non è fare sesso ma semplicemente uscire insieme per una pizza o un film a cinema. E' vero invece che anch'io ho avuto esperienze negative con prostitute che non vogliono essere baciate sulla bocca e praticamente vogliono che le consideri esattamente come un paracarro con un buco, devi fare tutto in modo meccanico e anche alla svelta, questo sì è umiliante perchè non riesco nemmeno ad eccitarmi se non c'è almeno una parvenza di intimità. Il fatto che una prostituta sia stata con altri 10 clienti prima di te e starà con altri 10 dopo di te fa parte del gioco, del resto se tu hai la fortuna di essere accettato da una donna le chiedi quanti partner ha avuto in vita sua e ti regoli in base a quello per decidere se vale la pena frequentarla? E se poi vi lasciate vale la pena sapere con quanti starà dopo essere stata con te?

      Elimina
  13. Mai avuto una fidanzata vera in vita mia...due mezze esperienze, una in adolescenza e una a 21 anni purtroppo non andate oltre il bacio. Non ho mai superato la paura del rifiuto quando mi capitava che mi piacesse una ragazza in particolare...mi rammarico forse di non averci messo l'impegno che richiederebbe ad un normaloide da 5,5-6 trovare una pariestetica, ma capita quale è la natura femminile, e avendo osservato l'immane spreco di tempo, energia e soldi dei miei coetanei per avere una LTR con delle borghesotte consumiste stupide e viziate, molte persino cesse e in sovrappeso, alcuni ora divorziati e rovinati economicamente dalla loro "dolce metà" mi sono rassegnato e ritengo che il gioco non valga la candela...ora ne ho 35 e da 13 anni sono sempre andato solo da quelle a pagamento...con un paio sono diventato cliente fisso(con una vado da 8 anni, ed è sempre figa come quando ho iniziato a trombarmela, ha compiuto adesso 30 anni... molte donne "free"son troppo svogliate per fare sport e tenersi in forma da diventare già dei cessi nello stesso lasso di tempo e a quell'età) perchè vuoi per la confidenza, vuoi per la "fedeltà cliente" sono decisamente più disponibili ad una maggiore intimità e non guardano troppo l'orologio(invece che 15-20 minuti, a 50 euro ci scappa la mezz'ora e a 100 un'ora)...per il resto mi dedico ai miei interessi e alle mie passioni, non butto nel cesso il mio tempo per un buco di figa...

    RispondiElimina

Ciao! 😃 Grazie per aver deciso di lasciare un commento, sono contento di sentire cosa pensi del mio articolo. Prima di postare però per favore dai un'occhiata al Regolamento: