Home Genetica Test del DNA: 23andme, Geno 2.0, Living DNA e le altre Compagnie

Test del DNA: 23andme, Geno 2.0, Living DNA e le altre Compagnie

57
Test DNA recensioni
Test DNA recensioni

Qual è il Miglior Test del DNA per le Origini?

 In questo articolo vi dirò le mie opinioni sui vari test genetici commerciali come 23andme e Geno 2.0.
Qualche anno fa ho iniziato ad appassionarmi di antropologia fisica e genetica delle popolazioni e un po’ alla volta mi è venuta la curiosità di acquistare un test del DNA per conoscere le origini ancestrali.
Non sapendo quale scegliere, dal momento che sono un tirchio bastardo, ho iniziato a documentarmi in rete su quale test genetico fosse il migliore da comprare, quello che potesse soddisfare le mie curiosità (soprattutto relative alle origini etniche) con il miglior rapporto qualità/prezzo.Vi dico subito che alla fine ho scelto 23andme e fra poco vi spiegherò come funziona un test DNA per le origini e cercherò di dare una risposta a tutte le più comuni domande che ho sentito su questo argomento negli ultimi anni.Iniziamo.

Quando costa un test del DNA?

Un test del DNA ha un costo piuttosto variabile, si va da poco più di 100-200 euro per i test commerciali fino alle migliaia di euro per quelli più specialistici.
In data odierna il test di 23andme costa 169€ mentre il Geno 2.0 costa 150€+36€ per scaricare i dati genetici (funzione gratuita in 23andme), quindi in totale 186 euro. Living DNA costa 99€ + 12.95€ di consegna in 14-20 giorni lavorativi oppure 24.95 € di consegna in 5-7 giorni lavorativi. In totale quindi viene circa 120€. I prezzi però variano e si può beneficiare di sconti e promozioni.

Normalmente, per le esigenze e curiosità che ha una persona comune, un test commerciale è più che sufficiente.Non bisogna fare l’errore di pensare che il test valga poco perché costa molto meno, perché, come vedremo, questi test sono davvero di ottima qualità.
Probabilmente (queste sono solo mie supposizioni) se uno deve andare in tribunale e necessita di un elemento probatorio per attestare una paternità, il test del dna comune non basta, ma se volete semplicemente sapere se c’è una qualche ragione oscura per cui vostro figlio assomiglia più al bagnino della scorsa estate al mare che a voi, un comune test del dna vi darà tutte le risposte che cercate.
Che poi anche le analisi dei test commerciali vengono fatte in laboratorio da professionisti eh, non è che ve le fa Paperino.


Che servizio offrono i test del DNA commerciali?

Generalmente un test del DNA ti dà

-Il tuo Aplogruppo paterno, contenuto nel cromosoma Y, che viene appunto trasmesso di padre in figlio (solo figli maschi) e ti permette di tracciare i movimenti del tuo ramo paterno indietro di migliaia di anni.

-Il tuo Aplogruppo materno, del dna mitocondriale, che viene trasmesso dalla madre ai figli di ambo i sessi.

LEGGI: IL MITO DELL’APLOGRUPPO

-Il DNA autosomico, non sessuale, che costituisce il grosso del nostro patrimonio genetico e che si ricombina di generazione in generazione.

-Le percentuali di DNA  Neanderthal (e talvolta Denisovan)

-I tuoi “cugini” genetici, ovvero persone di tutto il mondo che hanno effettuato il test e che risultano avere una porzione di dna in comune con te, anche piccolissima e risalente magari ad antenati comuni che avete avuto 500 anni prima.


-La tua predisposizione genetica alle malattie, servizio che però al momento è sospeso dal mercato italiano ma del quale possiamo ugualmente beneficiare attraverso altre strade che poi vedremo.

-Altre cose sfiziosette ma abbastanza inutili, colore degli occhi (no, scusate questo non è inutile, è fondamentale!) , lentiggini, tolleranza alla caffeina.Su 23andme,ora, di recente hanno messo una opzione che ti dice quanta probabilità hanno le tue urine di odorare di asparago lol.

Tutto qui?

No, oltre a questo, come ho già accennato, vi è anche la possibilità di scaricare in un file i vostri raw data, ovvero i vostri dati genetici nudi e crudi, non ancora interpretati.
Esistono delle tool alternative (calcolatori) che, gratuitamente o con piccoli costi, vi forniscono interpretazioni alternative dei vostri dati genetici.Inutile dire che affinché una tool accetti i vostri raw data essi devono provenire solo da compagnie famose e non da Pincopalla, per questo qui vi parlerò solo delle compagnie più importanti.

Quali sono le compagnie che effettuano questi test e qual è la migliore?

Ce ne sono molte ed è un mercato in continua crescita.Alcune sono già collaudate altre emergenti.
Alcuni nomi:
23andme, Geno, Living DNA, Ftdna, Ancestry, DNAtribes, Wegene, Igenea.

Ormai ho conosciuto centinaia di persone che hanno effettuato il test del DNA e posso dire che, soprattutto in Italia, la scelta cade generalmente sui primi 2.Ultimamente si sta facendo molta strada Living DNA che è una compagnia nuova e che promette veramente molto bene.

In linea di massima non c’è un test migliore ed uno peggiore, il tutto dipende dalle vostre necessità e da che tipo di prospettiva volete guardare i vostri geni.

Per capire quale test può soddisfare meglio le nostre esigenze è sicuramente innanzitutto utile capire come funzionano, e ora lo spiegherò.

Il test di 23andme  utilizza un principio che possiamo chiamare “di comunanza genetica”.
I marker genetici vengono esaminati analizzando il modo in cui si relazionano e combinano tra loro (Living DNA lo definisce “DNA Constellations”) e vengono paragonati a quelli presenti nelle popolazioni moderne.

Gli altri test invece utilizzano dei programmi chiamati di Struttura o di Admixture.
Il primo è più vecchio ma fondamentalmente porta agli stessi risultati.
Entrambi sono programmi computerizzati designati per dedurre delle componenti ancestrali dai raw data.
Vengono inseriti i dati, stabilite quante componenti assegnare, e poi alla fine si sommano.
Tali componenti dovrebbero essere in teoria delle popolazioni antiche e raggiungono la maggiore frequenza in determinate aree che in genere danno il nome alla componente stessa (ad es. Atlantic per le admixtures che raggiungono il picco nelle coste atlantiche)

Appare qui evidente la prima distinzione tra 23andme e gli altri test: 
il primo si focalizza sui vostri dati ancestrali più recenti (diciamo gli ultimi 2k anni) mentre gli altri definiscono la vostra genetica antica.

Questi programmi possono essere totalmente automatici oppure ci può essere una persona fisica che prende queste componenti e le combina insieme per formare nuove componenti ancestrali.

Quest’ultimo processo, necessitando di una supervisione, si chiama appunto “modalità supervisionata di Admixture”. Il secondo invece “modalità NON supervisionata di Admixture”.


FTDNA si basa sulla modalità supervisionata di Admixture
Geno e Ancestry si basano pure su Admixture.

Esempio di risultati di 23andme

Messa così la scelta tra 23andme e Geno sarebbe solo una questione di preferenza.Tra l’altro hanno un costo di base praticamente identico.
Il punto è che, come già detto, esistono dei calcolatori che operano nello stesso modo di Geno, per admixture, e che sono molto precisi (oltre che gratuiti).
In pratica, il servizio che vi offre Geno, lo potete avere gratuitamente con i calcolatori se acquistate 23andme, e in più avete l’analisi di 23andme che è un compagnia molto buona e i suoi dati sono accettati da tutte le altre compagnie.
Potete avere sia i risultati genetici antichi sia quelli recenti.Non è tutto, perché, a differenza di 23andme, per avere i raw data di Geno bisogna pagare altri 36 euro.

 
L’unico punto di forza effettivo di geno è che vi analizza
l’aplogruppo paterno (e forse anche il materno, ma non ne sono sicuro)
andando più nello specifico rispetto a 23andme.Lì però è una questione
di fortuna, può essere che abbiate un aplogruppo recente
e quindi 23andme è sufficiente a descrivervelo totalmente oppure che abbiate un aplogruppo più antico e allora in quel caso beneficereste del servizio
di geno.Le probabilità che abbiate un aplogruppo antico però sono
inferiori a quelle di avere un aplogruppo recente perché ,in genere, nella storia le popolazioni vincitrici tendono a soppiantare quelle precedenti.

Geno 2.0

In ogni caso
personalmente credo sia abbastanza superfluo conoscere in dettaglio la
specifica clade dell’aplogruppo, tanto alla fine non trovereste troppe
informazioni sulla vostra clade in internet perché nessuno si prende lo
sbattimento di studiarsi tutte le cladi con minuzia e l’aplogruppo alla fine è meno importante rispetto
all’autosomico.Inoltre sempre più calcolatori stanno iniziando ad
analizzare anche l’aplogruppo oltre che l’autosomico quindi
probabilmente anche questo vantaggio di geno sparirà.
In rete
troverete gente che vi dice che geno è migliore perché analizza più snp
(cioè più marker genetici).In realtà ciò è vero ma non lo rende migliore
perché, oltre una certa soglia, non è più tanto importante il numero di
snp analizzati quanto la tipologia di snp.

Anche 23andme in
passato analizzava più snp ma con gli aggiornamenti li ha ridotti
notevolmente specificando proprio nel sito che gran parte di essi era
inutile e i calcolatori, che
come detto sono ottimi e hanno un livello di precisione altissimo,
analizzano un numero di snp che è notevolmente inferiore sia a geno che a
23andme; questo appunto per dire che più snp non significa più
precisione.
Queste in linea di massima le differenze tra i due test.
Ah,
calcolate anche che 23andme te lo portano il giorno dopo che l’hai
ordinato (o al massimo 2 gg dopo) e i primi risultati te li danno già in
3 settimane.Per i risultati del geno invece devi aspettare mesi.Tempo
fa almeno erano 3 mesi, ora non so se si sono dati una mossa.

Living DNA

E’ una compagnia emergente (quando ho fatto io il test non c’era fra le opzioni, se ci fosse stata devo dire che avrei avuto l’imbarazzo della scelta) con sede in Inghilterra che si focalizza sul mercato europeo e ha il vantaggio rispetto a 23andme di frazionare maggiormente macrogruppi.
Per le isole britanniche ad esempio ci sono ben 21 regioni, mentre 23andme raggruppa tutto in un generico “British and Irish”.
Se avessi origini anglosassoni è probabilmente il test che sceglierei, per quanto riguarda l’Italia non è così dettagliato, ma è l’unico test che suddivide l’Italia in 4 clusters (Nord,Toscana, Sud e Sardegna), mentre 23andme si limita ad un generico “Italian” e “Sardinian”.
Se l’idea di avere solo un generico risultato “italian” non vi entusiasma e vorreste avere un’analisi più dettagliata con tanto di aree italiane di origine allora la scelta ricade necessariamente su Living DNA, però per va detto che la compagnia è nuova e più si scende in dettaglio meno diventa precisa (a livello generale invece è altrettanto precisa di 23andme). E’ probabile però che il futuro ci siano dei miglioramenti sotto questo punto di vista e come qualità potrebbe addirittura superare 23andme.
Anche Living DNA dà la possibilità di scaricare i raw data e sono tutti validi nei maggiori calcolatori, ma soprattutto sono gratis.
Il prezzo è decisamente più basso di 23andme, il che la rende molto competitiva.


Vedi: 

MyHeritage

E’ una compagnia che offre un servizio misto genetico e genealogico ad un costo più contenuto rispetto agli altri test.
Ho pubblicato i miei risultati e fatto una recensione in un articolo specifico.

Questi test sono precisi?

Certo, l’attendibilità di questi test è abbastanza buona. I ricercatori di solito usano due parametri per stabilire se un determinato modello funziona
-Precisione
-Recupero

Precisione e recupero

Nel nostro caso la precisione ti dice la percentuale di correttezza di una determinata stima, se il risultato è “italian” la precisione ti dice quante volte ci azzeccano quando viene stimato “italian”.
In pratica risponde alla domanda:”Quando il sistema predice che un pezzo di DNA viene dalla popolazione A, quando spesso quel DNA è della popolazione A?”
Il recupero invece risponde alla domanda” Delle porzioni di DNA che sono effettivamente della popolazione A, quanto spesso il sistema predice correttamente che provengono dalla popolazione A?”
Come potete vedere nella tabella, basata su 23andme, sia precisione che recupero raggiungono su larga scala percentuali altissime, talvolta del 99-100%.
Questo significa che il test è molto buono e anche uno 0,2% si può considerare dna effettivo, mentre le percentuali inferiori all’1% in sistemi basati su admixtures vengono spesso trattati come rumori statistici.

Come si effettuano?

Come funziona il test?E’ molto semplice, la compagnia ti invia un kit con tutte le istruzioni e tu devi fornire un campione di saliva e rimandare indietro il pacco.I risultati ti compariranno su internet.
23andme prende il tuo campione attraverso una provetta dentro la quale bisogna sputare, mentre altre compagnie utilizzano un semplice cotton fioc da passare all’interno della guancia.


Leggi Anche: Test Genetico: Come Interpretare i Risultati

I CALCOLATORI 

Gedmatch

eurogenes k 13

Parlando di calcolatori, senza dubbio va menzionato gedmatch, un sito gratuito che racchiude tutta una serie di calcolatori sviluppati da appassionati o professionisti.
I calcolatori di gedmatch si basano su admixtures, alcuni in modalità supervisionata, altri non supervisionata.
La cosa interessante di questi calcolatori è che alcuni vi danno un oracolo,  cioè, una volta elencatevi tutte le vostre admixtures principale, vi dicono dove simili combinazioni si trovano con più frequenza e di conseguenza cercano di indovinare la vostra area di provenienza (il vostro cluster genetico).
Alcuni sono più precisi, altri meno.Come capire se un calcolatore è buono?
-Deve analizzare almeno 25k snp
-Deve essere basato su un numero sufficientemente elevato di campioni
-Se analizza i dati di un soggetto proveniente da aree geneticamente molto omogenee deve indovinare con precisione il suo cluster.

Quindi, chiedete ad esempio ad un lituano o ad uno svedese cosa gli compare in cima all’oracolo.Se vi dice che gli compare “tedesco”, il calcolatore è spazzatura.
Non è però necessario che vi prendiate il disturbo perché l’ho già fatto io, quindi vi dico subito quali sono i calcolatori migliori (almeno per gli europei).
-Eurogenes
-Mdlp
-Dodecad (meno preciso rispetto ai precedenti e un po’ antiquato ma sempre buono)

Una interessante funzione di Gedmatch è quella di indovinare il colore degli occhi.Questo servizio funziona molto bene con i dati di 23andme, mentre è impreciso con i dati di altre compagnie.

 
Vedi: 

DnaLand

E’ una associazione no profit, gestita da universitari e affiliata con la Columbia Universiy e il NY Genome Center.
Si basa su modalità supervisionata di Struttura ed è nuova del settore, di conseguenza piuttosto imprecisa ancora.
Oltre alle origini etniche vi dà anche i parenti genetici e altre cose interessanti come la stima dell’altezza, miopia e altri tratti somatici. Anche questo è gratis.

Taux de similitude

Recente e davvero molto bello.Prendete i dati di alcuni calcolatori
gedmatch e li inserite qui.Vi darà altre stime delle componenti antiche e
individuerà la vostra posizione genetica in un grafico.

pca con i cluster europei

Wegene

wegene
wegene

E’ pensato per il mercato cinese, 
l’autosomico è molto impreciso per gli europei però vi analizza più in
dettaglio l’aplogruppo e la genetica Neanderthal.
Ci sono anche altre funzioni probabilmente interessanti ma sono disponibili solo per l’interfaccia in cinese e non mi fido a cliccare.Non vorrei mai che saltasse fuori un ordinativo per mutandine usate dalla Cina.

Promethease 

 per le condizioni di salute, probabilmente il migliore in questo senso (però si pagano circa 5 euro)
Come vi dicevo sopra il problema della mancanza di un report salutistico nel test principali si può risolvere inserendo i raw data in calcolatori che vi danno informazioni mediche.

DNAfrieger

Dà parecchie informazioni sia di salute sia relative ai tratti somatici.
La maggior parte di queste sono gratuite, mentre per alcune c’è da pagare (ma si tratta solo di 50 cent)

Una funzione interessante è quella che ti permette di calcolare le probabilità che i tuoi figli abbiano gli occhi di un certo colore.
Qui sotto una stima che è stata fatta con due campioni già presenti nel sito, verosimilmente un sud europeo e un nord europeo.

Il primo, in conformità ai suoi marker genetici, ha gli occhi castani e
una probabilità del 62% di avere capelli neri e 38% capelli castani.
Il secondo ha invece gli occhi azzurro/grigi e una probabilità del 67%
di essere biondo e la rimanente di essere castano chiaro.
A destra i
risultati di un ipotetico figlio tra i due il quale avrebbe il 73% di
avere gli occhi castani,il 17% di averli azzurri e il 10% di averli
verdi.
Sotto ci sono delle stime che ho fatto io. Le stime riguardano le combinazioni occhi/capelli e le percentuali di probabilità che esse si verifichino.

Dnatribes

Non lo consiglio per niente, i risultati degli utenti che hanno provato dnatribes appaiono piuttosto sfasati e incongruenti.
Io stesso ho provato dnatribes ed è quello che mi ha dato i risultati più strani.

Gencove  

 Tool molto recente, funziona sia per l’analisi dei raw data sia come test del dna vero e proprio.
E’ molto semplice come interfaccia e ha poche funzioni. L’Europa è divisa in 5 parti:

  • Nordest
  • Nord e centro
  • Mediterraneo orientale
  • Mediterraneo occidentale 
  • Ashkenazi

Come affidabilità dei dati non mi pare ancora granché, rispetto ad altri test e calcolatori più blasonati tende a sottostimare la percentuale di nord europeo negli italiani del nord e sovrastimare il mena in quelli del sud.I risultati spesso non sono coerenti tra vari utenti della stessa area e questo secondo me è un indicatore di imprecisione.
Diciamo che c’è di peggio come calcolatore, ma lo consiglio solo perché è gratuito.

Geneplaza   

E’ un sito che offre diverse applicazioni, da 1 a 5 euro circa.Quando ti iscrivi però hai un bonus di 3€ da spendere, quindi si può usufruire gratuitamente di qualche applicazione.
Ce ne sono sia riguardanti le origini ancestrali sia che analizzano diversi altri tratti come la statura, il peso, la capacità di addormentarsi, il metabolismo della caffeina.Io ho scelto la classica applicazione sulle origini ancestrali e quella sul neoroticismo.
Pensavo di avere un elevata predisposizione ad essere neurotico, invece sono tutto sommato in media, come mostra la tabella sopra.
Per quanto riguarda le origini ancestrali invece le ho trovate piuttosto in linea con dna.land.
Tra l’altro ho notato che molti dei campioni di riferimento sono simili:
Mediterraneo orientale: Siciliani, maltesi e ciprioti
Mediterraneo occidentale:Baschi (sia francesi che spagnoli), francesi meridionali e spagnoli.
Europeo nordoccidentale: Scozzesi, inglesi,norvegesi e, curiosamente, islandesi.
Nord slavo:Bielorussi, estoni, lituani, ucraini occidentali e un campione russo.
In definitiva penso che il sistema sia lo stesso di dna.land e valgono le considerazionei di cui sopra.
Ci sono poi altre due funzioni interessanti che però non ho ancora provato, cioè quella del PCA e quella che ti dà i
risultati confrontati alle popolazioni antiche.
Alcuni amici che le hanno provate mi hanno detto che non sono male, però sono a pagamento (circa 5 euro).


Se invece volete informazioni sulle prestazioni atletiche c’è athletigen

Per ora è tutto, in futuro terrò aggiornato l’articolo nel caso ci fossero novità.

Forse ti Interessa:

Sottoscriviti
Notificami
guest
57 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Anonimo
Anonimo
3 anni fa

Pareri sui servizi di Momondo e National Geographoc? Grazie!

Anonimo
Anonimo
2 anni fa

Ciao per rispedire i test negli USA, come hai specificato il contenuto nella bolla doganale? Grazie mille

Anonimo
Anonimo
2 anni fa

Grazie per questo articolo, argomento interessante.
Mi sembra di capire che sono tutti "millantatori" secondo la sua esperienza, quale può essere IL test "pressapoco" tangibile, che vada a ripescare le origini anche di mille anni addietro (a patto che possa esistere) personalmente oltre che curioso, tengo l'entusiasmo a freno, uso la ragione, sono molto scettico..grazie di un eventuale risposta.

Unknown
Unknown
2 anni fa

Buongiorno, perché sconsiglia MyHeritage come test del DNA? Io l'ho appena ordinato e sono curiosa, quello che vorrei conoscere io è la mia composizione etnica,nient'altro.

Lorenzo Fantone
Lorenzo Fantone
2 anni fa

Questo commento è stato eliminato dall’autore.

Anonimo
Anonimo
2 anni fa

Ciao sono Lorenzo, scusa la domanda, che ne pensi invece del test dei Dante Labs?

Unknown
Unknown
2 anni fa

molto minteressante l'rticolo,sono curioso di provare 23andme ma anche vedendo la predisposizione alle malattie.in Italia vedo che non è possibile,nell'articolo c'è scritto che ne avreste parlato come aggirare questa blocco…intendevi con i calcolatori o c'è una strada alternativa.
Grazie

ciao

Unknown
Unknown
2 anni fa

Ciao! Bellissimo articolo complimenti, anche io sono come te bastardamente tirchia hahah e volevo sapere più de queste tema prima di comprare uno de queste kit test, e solo tu hai saputo a schiarire i miei dubbi si comprare el 23andme, Genova 2.0, ancestry o il genographic project di National Geographic queste ultimo ho trovato veramente poco ma consigliato da una amica… se ne sai qualcosa gentilissimo da parte tua se mi spieghi, un saluto e di nuovo complimenti per l'articolo bel fatto

Unknown
Unknown
2 anni fa

Ciao! Bellissimo articolo complimenti, anche io sono come te bastardamente tirchia hahah e volevo sapere più de queste tema prima di comprare uno de queste kit test, e solo tu hai saputo a schiarire i miei dubbi si comprare el 23andme, Genova 2.0, ancestry o il genographic project di National Geographic queste ultimo ho trovato veramente poco ma consigliato da una amica… se ne sai qualcosa gentilissimo da parte tua se mi spieghi, un saluto e di nuovo complimenti per l'articolo bel fatto

Unknown
Unknown
2 anni fa

Questo commento è stato eliminato dall’autore.

Luigi
Luigi
2 anni fa

Ciao e grazie per l'articolo.
Ho visto che l'articolo è dell'agosto 2017, avevo pensato a myheritage, ma ho letto ed a momento lo escludo…. quindi al momento meglio 23anme o geno 2.0
Ci sono stati cambiamenti, nel senso c'è qualcosa di meglio ad oggi?
Io e mia moglie vorremmo farlo, ma vorremmo qualcosa di più preciso possibile. Mi occupo di informatica, quindi vorei sapere, quale sistema ha più mole di dati a cui attinge per la ricerca.
Vorremmo capire le nostre origine più precise possibili.
grazie e buon lavoro

Anonimo
Anonimo
2 anni fa

Ciao. Hai ulteriori feedback di Living DNA? Si dice sovrastimi la componente anglosassone…

Paolo Isola
Paolo Isola
2 anni fa

Appena ho soldi da buttare farò il test 23andme, anche se il Living lo trovo più interessante in quanto divide l'Italia in 4 etnie, anzichè solo in 2 ed io sono veramente multietnico dal punto di vista italiano…Feci il test del DNA con MyHeritage, ma uscì questo risultato assurdo:
Europa
77,3%
Europa Meridionale
77,3%
Italiano
35,5%
Sardo
30,4%
Greco
11,4%
Africa
17,8%
Nordafrica
17,8%
Nordafricano
17,8%
Asia
4,9%
Asia occidentale
4,9%
Dell'Asia occidentale
4,9%
Paolo Isola
100,0%
Ok all'Italia, alla Sardegna e alla Grecia (padre calabrese, Calabria etnicamente parlando, imparentata con la Grecia), ma il Nord Africa e l'Asia occidentale, da dove sono spuntate fuori?

Paolo Isola
Paolo Isola
2 anni fa

Mia madre è sarda ma ha un cognome toscano, mio padre era calabrese ma aveva un cognome genovese, perciò sono multietnico…non sono sardo puro, anzi…ho avuto pure problemi in Sardegna per la mia poca sardita'…ho pure avuto la sfortuna di fare l'adolescenza in un periodo in cui i sardisti separatisti erano oltre il 30% dei sardi, perciò c'era poco da stare allegri…

Pensatore
Pensatore
2 anni fa

credo che serva un programma scritto anche in italiano (o per me francese) , e che consideri in primis l'Europa Balcani compresi, poi l'Asia steppica, indi l'Anatolia. Antiche popolazioni nel neolitico migrarono in Europa attraverso il loss del Danubio.

Unknown
Unknown
2 anni fa

Buongiorno, vorrei fare qualche domanda. Ho letto molti dei post del tuo (interessantissimo) blog, ma non ho trovato – a meno che non mi siano sfuggite – le cose che vado a chiedere. Io ho fatto il test con 23andme e sono in attesa dei risultati. Innanzitutto vorrei chiedere quali sono più o meno i tempi di risposta. In secondo luogo: come vengono effettivamente presentati i dati. Per finire parli ripetutamente dei dati nel loro formato 'raw' e delle possibilità di approfondimenti vari che essi consentono (e che certamente farò): ebbene, vengono rilasciati in automatico insieme alle altre informazioni o vanno espressamente richiesti ? e – nel caso – con quale modalità ? Grazie, Michele

Unknown
Unknown
2 anni fa

Buongiorno, volevo chiederti, a parte la nostra discendenza etnica ecc ecc… Nell esame del DNA vengono riportati anche dati su possibili malattie ? Chi sarebbe poi in grado di capire o leggere un eventuale quadro clinico per lo stato di salute ?Grazie ciao.

Unknown
Unknown
2 anni fa

Ciao complimenti per gli articoli interessanti che pubblichi sul tuo blog. Mi è capitato di fare un test del dna, mydnaheritage e con mia grande sorpresa i risultati sono questi:
greco 72,9 %, italiano 8,7%, asia occidentale 8,1%, Ebreo aschenazita 6,1% e medio oriente 4,2%. Il fatto è che non ho nulla di particolarmente "esotico" nell'aspetto, al massimo mi scambiano per inglese o tedesco, ho la pelle bianchissima, occhi verdi e capelli castano chiari, mi sorprende molto quella parte medio orientale e l'altra ancora più consistente di asia occidentale. Tu come interpreteresti questi risultati? Avevo intenzione di caricare i miei dati grezzi su dnaland per soddisfare altre mie curiosità…Tuttavia non c'è rischio per questi dati vengano utilizzati e pubblicati senza il mio consenso? Mi pare di aver letto una cosa del genere sul loro sito poco prima di caricare i miei dati.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Ciao, ottimo articolo. Io ho fatto il test con MyHeritage, ho letto i risultati (poco convincenti, a mio parere) e poi ho scaricato il file dei raw data e l'ho inviato con upload a 23andMe. Poi ho pagato i 19$ per ottenere l'unblock dei dati e quindi ho preso visione dei risultati. Vorrei chiederti: facendo in questo modo, ho ottenuto una risposta identica a quella che avrei ottenuto facendo il test direttamente con 23andMe?

Giacomo Tricarico
Giacomo Tricarico
1 anno fa

Buongiorno sono un ragazzo pugliese, ed ho appena acquistato un kit LivingDNA. Ci sono novità (positive) circa questo prodotto da quando ha scritto questo ottimo articolo? Ad esempio una maggiore "compatibilità" ed efficacia per gli italiani, ecc.. Grazie

Giacomo Tricarico
Giacomo Tricarico
1 anno fa

Per quanto riguarda 23andme, siccome arriva dagli Stati Uniti, si pagheranno i dazi doganali e iva alla consegna? E per rispedire indietro invece ci sono problemi?

Constanzo M
Constanzo M
1 anno fa

Salve, come faccio a spedire un kit di 23andMe dall'Italia?
Sono andato alle Poste e mi hanno detto che non sanno con quale modalita' viene rispedita in Olanda (da dove mi hanno inviato il pacco) e mi vogliono fare pagare.
Non ho idea come funzionano le cassette postali rosse… sono nuovo in Italia! E' sicuro mettere la mia scattoleta cosi', senza nessun recapito?
Vi saluta in teoria un 50% italiano (vedremo dopo la percentuale oppure cosa scopro!), trasferito da un anno a Padova.. L'altro 50% dovrebbe essere una mescola tra venezuelano/spagnolo!

luca
luca
1 anno fa

Ho fatto il test con Living DNA. Mi potresti dire qualcosa di più sui risultati se te li mando?

Domenico Ferrari
Domenico Ferrari
8 mesi fa

Salve ho letto con attenzione il suo commento…. ma 23andMe è fatto in America da società gestita anche da Google ( e tutto ciò che ne consegue su trattamento dei dati), Inoltre ha rischiato il fallimento più volte. Molti utenti hanno riscontrato problemi nell'inviare dall’Italia i loro campioni.
Essendo Americana mi viene il dubbio che abbia moltissimi campioni di Dna NON EUROPEI. Quanto può oggettivamente essere precisa?
Sul fatto di affidabilità… io darei uno sguardo a questo articolo molto importante mai mensionato adnkronos.com/salute/medicina/2018/05/14/boom-per-test-dna-fai-date-esperto-inquietante_hAfnymMtYRQN52rprNynOL.html , perchè mi sembra tanto un nuovo mercato.
Ho saputo di conoscenti in ambito archeologico che hanno dovuto fare il test del Dna per non contaminare i reperti. Questo di sicuro non darà risultati sull'albero genealogico, quindi mi chiedo se qualche università o centro medico europeo, ad oggi faccia questo tipo di lavoro. Lei ne sa qualcosa?
grazie.
Domenico