giovedì 17 agosto 2017

Perché alcune donne amano così tanto viaggiare?




Prendo spunto da un recente thread sul forum per affrontare un argomento molto interessante e mai toccato finora, ovvero il rapporto delle donne con i viaggi.
Non so se lo avete mai notato ma le donne tendono mediamente ad avere una passione particolare per il viaggio, amano viaggiare molto più degli uomini in genere.
Spesso, quando parlo con una ragazza della mia vita e dei miei problemi, il consiglio più comune che mi viene dato è quello di staccare e partire per un viaggio.Questo dovrebbe essere in teoria un modo per risolvere i problemi, ma in realtà i problemi sono dentro di noi (anzi molto spesso al di fuori di noi, cioè nel nostro aspetto) e certo non è spostarsi da un punto all'altro che li può cambiare.
Citando Seneca "Caelum, non animum mutant qui trans mare currunt”, ovvero “coloro che attraversano il mare cambiano solo il cielo che sta sopra di loro, non l'animo”.
Per quali ragioni quindi molte donne hanno la passione del viaggio?

  • Rispetto ad un uomo pariestetico il viaggio finisce con l'essere una esperienza molto più piacevole in quanto i disagi e gli inconvenienti dei viaggi sono del tutto ridotti mentre le avventure e il divertimento moltiplicati.Questo è senza dubbio il motivo principale.Pensate ad esempio a quanto è più facile per una d0nna normaloide trovare un alloggio e trovarlo ad un costo inferiore o anzi del tutto gratuitamente durante una vacanza.O ai vari cocktail/cene che possono scroccare.Volendo potrebbero farsi delle vacanze del tutto gratuite.E poi ci sono i giri in barca o in cabrio sul lungomare offerti dai vari che cercano di sc*pare, più avventure di vario tipo dalle quali gli uomini saranno sempre tagliati fuori (oddio, forse a qualche modello capiterà di trovare la ricca signora in vacanza ma già un tipo carino si attacca).Insomma, il divertimento in viaggio è riservato solo a “codeste”, mentre per la maggior parte degli uomini il viaggio significa solo tanti pali e hangovers.
  • Possibilità di coltivare il proprio narcisismo, facendosi le foto da mostrare sui social per far vedere che sono avventurose, dinamiche, intraprendenti e far invidia alle amiche.Il denaro come criterio di scelta è anche finalizzato a ciò, a vedere la disponibilità che un potenziale partner ha di far fare loro delle belle vacanze che suscitino l'invidia delle amiche (come del resto anche il fidanzato figo serve a questo).
  • Possibilità di z*ccoleggiare in santa pace lontano dalla pressione sociale del luogo di origine.Per una donna lo sc*pare in vacanza, e per di più con uomini di livello estetico molto più alto, è una certezza.Il livello di zerbinismo e di concorrenza maschile in vacanza è ancora più spietato.Tra alcol e anonimato garantito i freni inibitori vengono meno e alla fine esse possono dar sfogo alla loro natura più bestiale (più di quanto già facciano).Le italiane poi, in viaggio sono le più z*ccole di tutte.
  • Necessità di avere sempre stimoli nuovi.Putroppo la donna media è viziatissima e perennemente insoddisfatta, richiede sempre di più dalla vita, sempre più emozioni ed eccitazione, poiché fondamentalmente è incapace di accontentarsi di ciò che ha.
Questo è in sintesi il rapporto donna-viaggio.
Alla prossima.


Nessun commento:

Posta un commento

Ciao!Mi fa piacere che tu voglia lasciare un commento,sono contento di sentire cosa ne pensi.Ti chiedo solo di rispettare alcune regolette:

- Cerca di scrivere post ricchi di contenuto.Niente insulti, spam, dati falsi o tendenziosi, polemiche sterili.
- Se devi farmi una domanda non relativa all'articolo, prima guarda la sezione faq.Può essere che la risposta sia già lì.
- Se vuoi commentare in anonimo creati almeno un nick di fantasia per evitare che chi leggerà faccia confusione tra i vari commentatori.