Home Cultura e Società Antifemminismo I Have a Voice, l’ONLUS che Campa Diffondendo Odio

I Have a Voice, l’ONLUS che Campa Diffondendo Odio

39

 

I have a voice onlus
I have a voice onlus

I Have a Voice – Unite si può (diffamare)

Che il femminismo fosse un movimento farcito di disinformazione si sapeva già, così come che esistono molte associazioni femministe condannate per diversi reati.
Ma che persino il Redpillatore finisse per essere coinvolto nel tritacarne di queste fanatiche senza scrupoli non lo avrei immaginato, visto che sono una persona che si è sempre fatta gli affari suoi.

Invece ieri mi viene segnalato un post vergognoso proveniente da “I Have a Voice”, pagina femminista che cerca pateticamente di riciclarsi in ONLUS, che si intitola “Chi sono i Redpilliani?”, e che termina con l’invito a segnalare la mia pagina facebook, sulla base di una falsa accusa nei miei confronti.

Esatto, una falsa accusa, come quelle di violenza che fanno alcune donne, a causa delle quali le vere vittime stentano ad essere credute, tanto per usare un paragone caro alle femministe.

L’accusa è di portare avanti “idee pericolose” e quindi di essere meritevole di subire censura.

Premesso che non me ne fotte una sega della pagina facebook, se me la abbattono (buona fortuna, in 3.5 anni non ho avuto un giorno di ban, tanto per far capire quanto facebook mi considera pericoloso) ne creo un’altra. Ciò che mi sta sui coglioni è la disonestà intellettuale e la vigliaccheria di certa gente e siccome ho già provato senza esito ad essere diplomatico contattando queste persone privatamente cercando di farle riflettere ma ho trovato gente totalmente irragionevole, è giusto che anche io abbia la possibilità di dire la mia.

Chi Sono i Redpilliani? 

Già il titolo basterebbe per bocciare l’articolo. E’ possibile che uno che scrive un articolo sulla Redpill non sappia che i seguaci della Redpill si chiamano Redpillati? Mai letta questa parola?
“La teoria RedPill, da cui derivano i redpilliani, sostiene che esista
un’enorme sproporzione di opportunità a favore delle donne nello
scegliere un compagno sessuale.
Ritengono che le donne scelgano solo in base al LMS (look, money, status), ossia aspetto fisico, status sociale e soldi.”

Sorvolando sull’italiano da prima elementare, in cui manca persino la concordanza tra i soggetti tipica di chi copiaincolla senza rileggere, abbiamo qui già la prima falsità.
Non è vero che la redpill sostiene che le donne guardino solo quei fattori, ma che siano i principali criteri di scelta. La differenza può sembrare minima, ma in realtà in mezzo passa un abisso. 

Ora, inutile discutere tanto, questa più che la redpill è un’interpretazione che ho dato io della redpill, visto che i siti redpill di altre nazioni possono non trovarsi d’accordo. Ed è solo una piccola parte del mio pensiero. La politica del mio blog è evidente in questo articolo e come si può notare si tratta di pensieri legittimi, supportati da studi scientifici e che in nessun modo giustificano o promuovono la violenza. Bisogna essere in totale mala fede per affermare il contrario. Persino i lettori di quella pagina, pur non concordando con noi (ci può stare) avvertono l’admin che questa volta ha sbagliato bersaglio, facendole notare i suoi errori, ma lei, pur non sapendo controbattere, continua imperterrita con il suo atteggiamento infantile.

I have a voice onlus
I have a voice onlus

Ma andiamo avanti.


“La maggior parte dei sostenitori di questa teoria, si considera troppo
brutto e povero per essere scelto da una donna, e sono quindi “incel”,
celibi involontari (ossia non per loro scelta, ma perché sono rifiutati
dalle donne). “

Ovviamente è falso, puramente inventato. E’ vero che alcuni incel sono redpillati ma gli incel non c’entrano una sega con la redpill. Ormai basta anche una rapida ricerca su wikipedia per sapere che incel e redpillato non sono sinonimi.
E detto questo è inutile stare a discutere sulla sequela di affermazioni stereotipate e totalmente senza senso che l’autrice attribuisce arbitrariamente a una moltitudine eterogenea di persone senza uno straccio di prova e che non rispecchiano minimamente né l’incel medio né tanto meno il mio blog.
Trovatemi ad esempio anche solo un solo post in cui parlo dell’omessualità femminile. Mah.

Per bollare gli incel come malati mentali pericolosi seguono poi alcune righe contenenti una fumosa analisi psicologica.

Peccato che si tratti di roba scopiazzata da wikipedia (a quanto pare trova difficile creare contenuti originali, sotto un post della nostra scopiazzato da Lorenzo Tosa), che io stesso avevo citato e confutato in questo articolo e che nel frattempo è stata rimossa dalla pagina perché ritenuta non attendibile dai moderatori della nota enciclopedia.

I have a voice
I have a voice

Notare come non ci sia mai nessuna fonte in questo articolo, nessun riferimento scientifico. Nulla di Nulla. Tutto vago, tutto fumoso.Viene fatta menzione di pagine a tema redpill che sarebbero state chiuse? Quali sarebbero e qual è la prova che facebook le ha chiuse per la ragione specificata?


Abbiamo quindi qui la conferma definitiva che l’autrice non sa un bel niente del tema del suo articolo, quindi ha creato il tutto facendo un’accozzaglia di contenuti senza senso e mezzi scopiazzati con un solo e preciso scopo: danneggiare me.

Infatti, a conclusione di questo delirio e dopo l’immancabile citazione dei vari attentati ad opera degli incel, segue l’invito a segnalare la mia pagina con una motivazione che dà i brividi:

Questa pagina non scrive post particolarmente volgari o violenti,
tuttavia porta avanti una corrente di pensiero che può essere molto
pericolosa.”

Capite? Nonostante sia perfettamente conscia che nella mia pagina non c’è odio, Lei utilizza il pretesto dell’odio per invitare gli utenti a censurarmi, con metodi squadristi da fascista. Combatte un odio inesistente istigando all’odio verso di me. E infatti i suoi utenti si sono già lanciati rabbiosamente ad insultare me e i miei utenti, cercando in tutti i modi di umiliarci anche istigandoci al suicidio (censuro il nome perché non sono come loro).
Ci hanno augurato di crepare soli, utilizzando incel come insulto anche verso uomini che incel non sono, hanno tirato in ballo le nostre madri (non sono donne anche loro?) e ogni altro genere di attacco colmo d’odio. Il tutto per cosa? Per aver semplicemente fatto notare che un post della loro admin era impreciso e ingiusto. E questa sarebbe la gente che combatte contro l’odio? Ma fatemi il piacere.



Mi è già capitato di avere a che fare con siti che pubblicavano notizie false ma su opportuna segnalazione hanno sempre provveduto a rettificare. E’ una questione di correttezza. Ogni portarle serio lo fa. Questa volta invece è proprio evidente la meschinità e la mala fede della admin, che peraltro fa tanto la morale a me ma poi raccoglie denaro per supportare gli assassini, come si può vedere da questa raccolta fondi a suo nome.







Si preoccupa della pericolosità eventuale delle mie idee e poi supporta i crimini veri, già commessi, chiedendo anche soldi.

E in effetti ho riflettuto a lungo sul perché di tutto questo accanimento ingiustificato nei miei confronti, visto che non ho mai avuto a che fare con questo blog o con la relativa pagina e l’unica risposta che sono riuscito a darmi, oltre al fatto di avere di fronte un’emerita deficiente incapace di rendersi conto della portata delle sue azioni, l’ho trovata nel link a PayPal alla fine dell’articolo in cui I Have Voice chiede denaro ai lettori.

Penso che abbiano quindi bisogno di nemici immaginari per giustificare la loro stessa esistenza e avere un pretesto per elemosinare soldi, anche se a quanto pare sembrano essere pochi i polli che ci cascano.
A detta dell’admin della pagina tutte le associazioni femministe serie l’hanno lasciata fuori.


I have a voice onlus
I have a voice onlus

A quanto pare non solo le femministe ma anche gran parte di facebook si è accorto di avere di fronte una pagina mondezza. 

I have a voice onlus

I have a voice onlus
I have a voice onlus

 
Due anni fa andò a rompere le palle anche a Selvaggia Lucarelli.


I have a voice onlus
I have a voice onlus




Nel sito viene offerta assistenza legale gratuita ma non compare il nome di alcun legale, e io sarei proprio curioso di sapere quale professionista accetta di lavorare (gratis) per un’associazione che diffama gratuitamente gli altri siti e cosa ne pensa il suo Albo.


Concludo citando un pezzo del piagnisteo in prima pagina, in cui la miserabile si lamenta che non riceve abbastanza elemosine:

Capisco che non tutti abbiano grandi possibilità, ma credo che 5
euro, meno di un caffè al giorno per una settimana, tutti siano in grado
di donarli.

E credo che più di qualcuno ne possa donare 10, 20 o anche di più.
Allora, perché non ci aiutate a portare avanti questa community?
Credete forse che coi soldi raccolti, chiudiamo tutto e scappiamo alle Maldive?”

Come dicevano i Romani: “excusatio non petita accusatio manifesta”, una scusa non richiesta è un’accusa manifesta.

Come dice invece Chiara, una ragazza fra i commenti: “Così potete fregare i soldi alla gente con ste cazzate”

P.S. Lei chiede di segnalarmi ma a me non interessa metterla a tacere ma solo smascherarla. Se volete però lasciatele una recensione nella pagina per mostrare ciò che è realmente. Forse alla fine rifletterà sul suo comportamento.







Sottoscriviti
Notificami
guest
39 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Anonimo
Anonimo
5 mesi fa

Ennesima prova che il femminismo è oramai un brand, un business e non ha più niente a che fare col progresso e i diritti civili. Anzi, è una metastasi sociale.

Unknown
Unknown
5 mesi fa

Non ti curar di loro , ma guarda e passa…(cit.)

Anonimo
Anonimo
5 mesi fa

la "libertà di pensiero" è un inaccettabile per certe persone: in nome del 'bene' si deve censurare ora questo ora quest'altro. Atteggiamento tipico di ogni ideologia oltranzista, ivi compresa quella portata avanti da talune femministe radicali!

Mi sono un po' letto la pagina "I have a voice".

Il messaggio dominante sembra essere questo: se una donna è infelice è per colpa di una società patriarcale; e se le donne non si liberano da codesto patriarcato saranno destinate all'infelicità!

Ma che cos'è una società patriarcale? In merito, non esiste alcuna definizione categorica, univoca, e concordante, ma esiste però un parametro preciso, nitido, ed incisivo per individuarla: è l'infelicità! Ovunque c'è infelicità, giusto là, c'è un patriarcato. Con questo assioma la strumentalizzazione, la distorsione, e la mistificazione riescono sempre a trovare terreno fertile in abbondanza, perché la felicità è sempre fugace:
«Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera.» [Quasimodo]

Anonimo
Anonimo
5 mesi fa

Ma lascia perdere queste pagine di pura diffamazione…

A proposito, cosa ne pensi delle lesbiche 🤣🤣🤣?

Gino
Gino
5 mesi fa

Io ho sempre lavorato per cooperative onlus, dato che si sa che il terzo settore in Italia è interamente demandato alla partecipazione di soggetti privati. Io appena leggo onlus divento come il toro quando vede rosso. Il 99% delle suddette è costituito per poter accedere alla spartizione di fondi pubblici, andando ad arricchire quei due o tre filantropi dei miei coglioni che le gestiscono, sfruttando i dipendenti/collaboratori e spesso facendo più danni di quelli che farebbero se non esistessero. Il tutto infilandosi in cavilli e pertugi che consentono di pagare nulla a livello di tassazione. Le onlus sono l'ipocrisia lavorativa più assurda del nostro paese.

Anonimo
Anonimo
5 mesi fa

Sto leggendo tutta la faccenda sulla loro pagina FB, ho dato un'occhiata ai commenti e la sensazione è stata "discutere con gente stupida non ha alcun senso, ti battono per esperienza". Davvero ragazzi, pensare che quelle persone hanno diritto al voto, a riprodursi e tutto il resto mi porta a ribadire il concetto espresso qualche giorno fa a commento di un altro pezzo. I social vanno chiusi, punto. Questa gente prima stava a casa, o al bar, e veniva ignorata. Adesso fanno gruppo, ed è questa la tragedia. Se fanno gruppo il livello generale di stupidità aumenta e sarà sempre peggio.

Urhen
Urhen
5 mesi fa

A fine articolo dicono pure che alcuni REDPILLIANI e INCEL hanno fatto profili fake di donne per venirgli contro nelle ultime settimane. Peccato che ci siano commenti negativi di donne risalenti a molto prima.

Anche se in realtà sono io che lo faccio da anni perchè sono un INCEL REDPILLIANO cattivo, frustrato, brutto e povero e ora che hanno scoperto il mio piano malvagio sono costretto a scappare nel buco in cui stavo, accidenti sono troppo intelligenti.

Dave
Dave
5 mesi fa

Forse hanno confuso redpiliani con rettiliani.
Al primo che commenta l'articolo sulla quella pagina spazzatura, gli casca il pistolino xD

"Le caratteristiche psicologiche ricorrenti degli incel sono: isolamento sociale, elevati livelli di ansia, depressione, inibizione, negatività o disturbi della personalità. Il loro insuccesso in campo amoroso, quindi, sarebbe legato a problemi che li riguardano le loro scelte di vita, ma non al modo generale in cui si attuano le dinamiche sociali che essi criticano.

Molti incel, infatti, rifiuterebbero – per libera scelta o inconsciamente – di avere una vita sociale, isolandosi e auto-inducendosi la solitudine affettiva di cui si lamentano."

Quindi un ragazzo eterosessuale, fisicamente sano, che ha erezioni continue durante la giornata, così, dal nulla, decide spontaneamente di autoisolarsi e ritirarsi a vita privata in cameretta? Mi pare giusto.
Quest'articolo fa il paio con quello della eminente psicologa che sosteneva che i ragazzi di oggi non fanno più sesso perchè preferiscono giocare ai videogames.

Dave
Dave
5 mesi fa

Tra i vari commenti sulla loro pagina FB, spicca questo che man mano che lo leggevo sembrava una trollata contro di loro….e invece no!!
Era proprio serio il tipo xD

"Mi scontro spesso con questa gente. Totalmente fuori dalla realtà, negano l'ovvio.
Basta frequentare una qualsiasi università per trovare migliaia di casi di ragazzi squattrinati e trasandati, figli di nessuno che vivono belle storie con ragazze di ogni bellezza, status e posizione. Questo perché ad avvicinare le persone sono gli interessi, la maturità e ciò che l'un l'altro si possono dare.
A quella gentaglia non verrà mai in mente che il motivo per cui vengono disprezzati non è il loro aspetto, ma la puzza di merda che emerge dai loro pensieri. Vanno in giro a dire "tu sei una troia inferiore" e poi si meravigliano d'essere allontanati. Insomma, da sempre sono combattuto tra il disprezzare questa gente o il convincermi che hanno qualche disturbo per cui andrebbero curati."

Notiziona: chi non ha una donna nel 2020, è perchè esordisce con "sei una troia inferiore"!

miguel de flor
miguel de flor
5 mesi fa

È evidente che questo sito pseudofemmi nista esiste con l' unico scopo di ravanare soldi, e per farlo ha bisogno di trovare evidenza, inventandosi nemici. Se gli dai spazio fai il suo gioco.

Ex Nerd Chatters Slayer
Ex Nerd Chatters Slayer
5 mesi fa

Per quanto possa valere massima solidarietà a te red-pillatore !!
SE scateni queste ondate di odio significa che la red-pill è la strada giusta e da fastidio alle femministe o donne tristi perché le smascheri nella loro triste ipocrisia di "superiorità morale".

Lo ho scritto altre volte ma lo ripeto:
Se le donne nel mercato sessuale di ora è come se fossero dei gladiatori armati contro noi poveri fanciulli senza spada ed armati solo delle nostre mani beh la red-pill se conosciuta e compresa ci fa diventare dei discepoli della divina scuola di Hokuto ed a quel punto non c'è gladiatore che tenga.

Giusto un dilettevole video per far capire a chi non è un 40enne che cosa si intende con Hokuto (da 0:45sec)
youtube.com/watch?v=9qBxcrDlBr4

Mentre quello che vogliamo noi red-pillati è soltanto equità tra i sessi ed un tasso di ipocrisia tendente a ZERO e la fine di tutte le str@@@@te che ci vengono insegnate in questa società bluepillata del c@@@o…tutto qui !!
Ne avrebbero da guadagnare anche le donne ed infatti come ha scritto il red-pillatore le donne red-pillate ci sono – anche se per me molto poche ma è già un inizio.

@Dave:
Volevo farla io la battuta redpilliani = redpill+rettiliani ma mi hai anticipato 🙂 … +100punti simpatia nerd 🙂 .

Dave
Dave
4 mesi fa

Comunque scorrendo la page vedo che è solo un gruppo di pazze col mestruo perenne che strumentalizza tutto in funzione di una lotta uomini-donne che non ha ragion d'essere.

Cavillano sulla terminologia e i modi di dire ("donne con le palle" sarebbe sessista secondo loro), propongono battaglie per le quote rosa in commissione covid19 (preferireste essere curati da un bravo medico, donna o uomo che sia, o da un medico donna?), strumentalizzano la questione Silvia Romano che ha suscitato polemiche più per altre mille ragioni (riscatto, trattativa coi terroristi, conversione all'Islam) che non per il fatto di essere lei donna.
Figuratevi come potevano reagire dinnanzi una page che parte dall'assunto che uomini e donne sono diversi…già solo questo va a strindere contro il loro principio cardine che siamo tutti uguali (infatti io ho una vagina tra le gambe, mi depilo e sogno di diventare madre! xD). Che non esistono uomini e donne, il sesso maschile e il sesso femminile, ma esistono "persone". Milioni di anni di evoluzione spazzati via da un gruppo di pazze schizzate.

In casi del genere, stabilire il confine tra stupidità e malafede è impresa ardua.

Feltrino
Feltrino
4 mesi fa

E' palese che la pagina è popolata da nazi-femministe frustate. Le ho segnalate per divertimento. Immaginate che bello se a ste schizzate gli bannano tutto come impazziranno?

Anonimo
Anonimo
4 mesi fa

Se noi redpillati diamo così tanto fastidio, vuol dire che siamo più che mai nel giusto, la verità fa male a certe femministe. Dopo anni e anni di male bashing e discriminazioni subite dagli uomini in silenzio…beh adesso un risveglio di massa del genere maschile, anche se molto lentamente é in atto e come dicevano in un noto film…è Inevitabile.

Petrushka
Petrushka
4 mesi fa

Penso sia fondamentale lasciare una recensione negativa e segnalare la pagina.

Immaginate che bello se venissero addirittura bannate. Una punizione da girone dantesco ahahah

Anonimo
Anonimo
4 mesi fa

Red ma che te ne frega, lascia che parlino. Un proverbio inglese dice "There's no such thing as bad publicity". Non esiste la cattiva pubblicità. Più parlano più la redpill si diffonde.

Anonimo
Anonimo
4 mesi fa

Non segnalo le pagine di fb x principio, odio ogni censore, specie quelli del politicamente corretto.
Ho visitato la pagina in questione ed ho visto un astio ed un odio verso chi ha preso coscienza della redpill come poche altre volte. La cosa più triste sono i commenti “non scopate perché odiate le donne”, oppure “sei uno sfigato per forza che nessuna ti vuole” usati contro chiunque commenti e dimostrando di fatto la realtà dei fatti.

Il Marchigiano

MarcoC
MarcoC
4 mesi fa

Io ho avuto modo di parlare in privato con l'admin di quella pagina.

Dice di essere una bella ragazza con un passato da modella e da concorsi di bellezza , che oggi sta con un ragazzo brutto che pesa 110Kg (e chi ci crede!!). Vista la palese falsità contenute nei suoi """articoli""" non mi stupirei se il fidanzato brutto di 110Kg in realtà fosse un palestrato da 8 alto 190, o non esistesse del tutto. Guarda caso, appena le ho chiesto le foto di entrambi per dimostrarlo, ha tagliato corto e ha cambiato discorso. Sia mai fornire una straccio di prova di quel che vai blaterando…

Mi consiglia poi di corteggiare le ragazze "bruttine", ma quando le dico che pure le "bruttine" oggi se la tirano da matti, mi risponde: "Eccallà, pure tu giudichi le ragazze e le chiami bruttine/bruttarelle!! Vedete come siete superficiali?" (stesso termine usato da lei 2 secondi prima!!)
Metterei qui gli screen della conversazione per far capire, al di là delle panzanate femministe che va diffondendo, quanto è bluepillata. Roba che nemmeno io a 13 anni stavo combinato così….

Tra i consigli ricevuti in privato, spiccano:
– sono tutte cavolate, scuse per non capire cosa c'è di veramente sbagliato in voi: superficialità e mancanza di empatia
– io non perdo tempo con teorie insulse
– sei solo frustrato, si vede e qualsiasi donna scappa a gambe levate
– solo col dialogo si può trovare l'amore vero, se tu non riesci a dialogare non lo troverai mai nemmeno fossi Brad Pitt
– fatti un esame di coscienza, lavora sui tuoi problemi personali, sii meno superficiale e vedrai che l'amore arriva.
– il ragazzo di cui mi ero innamorata era orribile, ma simpatico e intelligente e mi faceva ridere. Era obeso e col viso deturpato da un incidente, eppure non ha mai avuto problemi con le ragazze
– vi consiglio di lavorare sull'automstima, è tutta una questione di personalità
– lascia perdere queste teorie dementi, anzichè vederti brutto, stempiato, ecc…inizia a vedere i tuoi pregi interiori e non esteriori, e quando parli con le donne metti in risalto quelli

Ditemi voi se è possibile instaurare un qualsivoglia confronto serio e costruttivo con una che sta messa così. Come sedersi a un tavolino e iniziare a dialogare con un piccione.

Gino
Gino
4 mesi fa

Questa notte causa botta di insonnia sono andato a leggermi i commenti sulla pagina incriminata e allo stesso tempo ero curioso di vedere in faccia le donne che sostengono questa pagina. Vi giuro che il pensiero di poter incontrare tali potenziali psicopatiche ha ulteriormente rafforzato la mia intenzione di diventare Mgtow. Ho segnalato la pagina, perché un conto è il pensiero opposto, un altro è l'insulto gratuito che in tale pagina ha i connotati del razzismo più becero. Dall'altra parte però mi ha reso orgoglioso di contribuire alla causa dei maschi nel modo più efficace: togliere validazione a questi esseri umani che non si possono nemmeno definire donne. Non c'è niente di peggio per una donna che farle avvertire che la sua vagina non ha il minimo potere sull'uomo. E i commenti sono lì a dimostrare che gli brucia il peperone, eccome se gli brucia.

Anonimo
Anonimo
4 mesi fa

Non è giusto ignorarle. Dovete far valere le vostre posizioni. Questo femminismo ha distrutto famiglie, sottratto lavoro ai padri di famiglia in nome della carriera che "spetta a tutti".Ci sono milioni di bimbi trascurati e smollati a nonni ottantenni…milioni di bravi ragazzi che sono tagliati fuori e non trovano una ragazza neanche brutta perché sono delle racchie pretenziose (colpa dei genitori che le hanno educate senza valori e con il prosciutto sugli occhi).
Io che sono donna non sopporto più queste " femmine". Egoiste, insensibili, senza senso materno, senza compassione per alcuno tranne che per se stesse e soprattutto brutte, sgraziate, tatuate, fumatrici e con i capelli blu.
Spero che nei prossimi anni la redpill abbia un enorme successo.
Saluti a tutti.

Anonimo
Anonimo
4 mesi fa

Domando perdonanza e comprensione, ma c'è un punto che ancora non sono riuscito a chiarire: quindi scopare adesso è un diritto o, quanto meno, un bisogno primario di cui la collettività dovrebbe farsi carico?

Unknown
Unknown
4 mesi fa

Caro Red, sono con te. Mi spiace molto che tu sia stato attaccato in quel modo e condivido quello che scrivi sui tuoi post che non incitano affatto alla violenza sulle donne. Per lunghi tratti della mia vita sono stato schifato dalle tipe ma non ho mai pensato di compiere gesti violenti contro nessuna.

Anonimo
Anonimo
4 mesi fa

Il problema enorme riguardo alla diffusione della redpill è che la gente non ci sta capendo nulla. Gli italiani, intendo (all'estero non so). Tipo un'amica giorni fa mi disse che gli incel sono "gli uomini che uccidono le donne che li rifiutano". Che si può dire a chi ti dice queste corbellerie?io credo fermamente che un esperto di redpill debba metterci la faccia e farsi intervistare. La gente sta travisando tutto. Inoltre ci sono diverse donne (me compresa) che, appoggiando le teorie redpill vengono etichettate come " maschiliste". Non capiscono mica che ne va della sopravvivenza della specie. Queste continuano imperterrite a fare figli con gente ritardata che si bacia i bicipiti. Non c'è più meritocrazia.

Lestat
Lestat
4 mesi fa

Non riesco nemmeno a commentare…..

Lestat
Lestat
4 mesi fa

Ottimo articolo ; il femminismo è patologia

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

Redpillatore, hai visto la vicenda del padre che ha ucciso due figli gemelli e si è suicidato?

C'era una separazione in corso…

Ora, il mio istinto mi dice che dietro c'era pure un centro antiviolenza.

Ne ho seguiti tanti di casi così, e di solito il centro antiviolenza c'è. Magari non è questo il caso, ma di solito c'è.

La donna si sente invincibile e oltrepassa il limite di sopportazione dell'altro.

Secondo me ci potresti fare una ricerca, uno studio… Anche se poi verresti attaccato ferocemente.

Ma tu sei il redpillatore, dovresti avere le spalle larghe…

Pier
Pier
3 mesi fa

Non comprendo l'utilità di mettersi a fare la lotta senza quartiere al femminismo.
Che le femministe, specie quelle radicali, siano un gruppo di esaltate non è certo una novità. Ma a che pro mettersi a battibeccare con loro?
L'obiettivo è essere felici e avere belle figliole, o l'obiettivo è prendersi la ragione con un branco di signore mature inacidite, se non addirittura prossime alla terza età?

Mi sono sempre messo a ridere sia dinanzi alle rivoluzioni femminili al grido di "La sorellanza mozzica!!", sia dinanzi alle rivoluzioni maschili al grido di "Viva i Maschi!!".
Fregatevene delle femministe, polemizzando con loro vi fate solo del male. Ogni minuto perso discutendo con una femminista, è un minuto che avreste potuto dedicare a voi stessi per essere persone migliori, che è andato irrimediabilmente sprecato.
Una donna vuole sentirsi importante figa e al centro del mondo? Una donna vuole pensare di avere un debito nei confronti del mondo e degli uomini?
E fateglielo credere, che vi costa? Tanto quelle che interessano a voi/noi non sono le femministe radicali bruttone zitellone che appestano Facebook. Sono delle Cenerentole mancate, poverine, abbiate un minimo di compassione per loro.