Home Dinamiche Sociali Critiche e Risposte alla Redpill e alla Teoria LMS

Critiche e Risposte alla Redpill e alla Teoria LMS

63
Incel Redpill Teoria LMS
Incel Redpill Teoria LMS

 Critiche agli Incel, alla Redpill e alla Teoria LMS

Il Redpillatore fra meno di un mese spegnerà la sua seconda candelina e, come era prevedibile, questi due anni non sono stati facili.

Diffondere un certo tipo di pensiero, quale può essere quello relativo alla redpill, in un contesto sociale che è totalmente dominato dalla bluepill, comporta tutta una serie di ostacoli sotto forma di critiche, accuse e spesso anche diffamazioni.

Ciò però non è bastato a fermare la crescita di questo blog, che invece continua in maniera inarrestabile a guadagnare consensi giorno dopo giorno.

Come potete immaginare questo progetto non nasce da un giorno all’altro, non mi sono svegliato una mattina e ho scritto le prime cose che mi passavano per la testa, ma è frutto di anni e anni di esperienze personali (dirette e indirette), studi, letture ma, soprattutto, di confronto con altre persone.

Le tematiche che tratto qui sono già state affrontate per anni in altri spazi online e nel tempo sono state oggetto di affinamento e cesellatura, epurate dagli estremismi e rese il più oggettive possibile.

Qualcuno però non lo comprende e puntualmente, per prendersi i suoi 5 minuti di celebrità, viene qui o altrove a intervenire in maniera supponente e arrogante pensando di metterci in difficoltà ripetendo con saccenza i soliti luoghi comuni.

Con il diffondersi della redpill e della teoria LMS nel web, questi episodi si sono moltiplicati e hanno coinvolto sempre più persone fino ad arrivare ad essere oggetto di trattazione anche da parte di altri blogger e youtubers più o meno famosi.

In particolare un argomento che appassiona molto è quello relativo al fenomeno incel, che ormai è diventato una specie di moda (quanto scommettete che presto uscirà anche un film?).

E’ stata creata anche una pagina wikipedia sull’argomento incel, dove ho scoperto peraltro di essere stato menzionato più volte.

A proposito, ringrazio chi mi ha menzionato e sorrido nel vedere come i miei termini Tommy e Cerbiattina Nordica abbiano assunto rilevanza enciclopedica. Tutto avrei immaginato, tranne di diventare glottologo!

Ma non è per ragioni autocelebrative che ho scritto questo articolo bensì per raccogliere un po’ tutte le varie critiche che vengono fatte e dimostrare come siano quasi sempre totalmente insussistenti.

Le ultime le ho lette ieri da parte di uno youtuber che ha preso la tabella delle classificazioni estetiche che ho creato e pubblicato nell’articolo sulla bellezza e, senza neppure capirla, ha iniziato a sparare banalità e a dire che quelli belli e quelli brutti si vede chiaramente che lo sono, è “oggettivo”, ma “in mezzo è tutto soggettivo”.

Un po’ insomma come dire che il nero e il bianco sono oggettivi, ma il grigio è soggettivo.

Incel Redpill Teoria LMS
Incel Redpill Teoria LMS

Infatti se io vado da un concessionario per comprare una macchina e la voglio grigio metallizzata, mica dico al venditore di darmela grigia, indicandogli nel dépliant il codice del colore. Gli dico “dammi una macchina di un colore che può essere considerato bianco ma anche nero”.

Al video seguono commenti ancora più arguti del tipo “la bellezza non è oggettiva, cambia a seconda delle epoche, culture ecc.”.

Capite? Non vi disperate se nell’Italia del 2018 siete considerati brutti, magari in qualche tribù maya del 1400 sareste stati considerati belli, non è consolatorio?

Oppure “in giro è pieno di uomini belli con donne brutte“, che è tipo un’obiezione che nella community incel/ redpill viene fatta dalla notte dei tempi e sulla quale sono stati spesi fiumi di inchiostro virtuale, ma per qualche ragione trovi sempre qualcuno che è convinto di essere il primo a farla, come se gli occhi per guardare le coppie per strada ce li avesse solo lui e nessuno avesse mai considerato questo aspetto.

I migliori sono quelli che ti fanno tutte le obiezioni insieme senza accorgersi che sono contraddittorie. Tipo: “la bellezza è soggettiva, è pieno in giro di brutti con donne belle”.

Ma se la bellezza è soggettiva, come fai a stabilire che sono brutti, pirla?

Critiche Wikipedia

Ma approfondiamo l’articolo su wikipedia, sotto il quale sono state presentate le critiche più comuni e cerchiamo di analizzarle una per una dal punto di vista logico.

  • Critica n.1

“Le piattaforme virtuali in cui i sedicenti incel vanno iscrivendosi fungono da casse di risonanza per pensieri negativi, false credenze e frustrazione. Ovvero darebbero luogo a fenomeni di echo chambers. Cosicché anche una persona che stia vivendo un moderato momento di disagio, frequentando le comunità incel, potrebbe peggiorare la propria condizione psichica. In particolare alcune false credenze dovute a ragionamento per analogia (che potevano essersi formate relative a scarse dinamiche relazionali) riguardanti il mondo femminile, l’attrattività, l’importanza dell’estetica, ecc., non trovando esempi di teorie alternative nei blog e forum incel, verrebbero a consolidarsi in modo patologicamente acritico.”

  • Smentita

Questa non è un’argomentazione ma un’accusa infondata. Si dà per scontato che ciò che viene trattato nei forum sia errato e nocivo, senza però dimostrarlo.

Sono abbastanza d’accordo sul fatto che i forum non siano un ambiente salubre per tutti e che in quelli incel ci sia molta gente che affossa, ma questo che c’entra con la redpill? Si può essere incel e/o redpillati senza frequentare forum e viceversa.
Critichiamo le idee o critichiamo i gruppi online? Perché sono due cose diverse.

Ridicolo poi il fatto che gli utenti dei forum non trovino “teorie alternative”, quando la società è prevalentemente blupillata e i redpillati diventano tali proprio perché le cazzate che sentono ogni giorno evidentemente non li convincono.

Pare che a molti stia iniziando a dare fastidio che la gente inizi a ritrovarsi e a discutere di tematiche tabu, a confrontarsi e ad aprirsi per poi diffondere i pensieri al pubblico.

Improvvisamente le donne hanno scoperto che tutti gli uomini che loro scartano sono persone e come tali hanno dei sentimenti e possono soffrire e, perché no, lamentarsi. Questo non era nei piani del meraviglioso sistema progressista. Mi dispiace per loro, se ne facciano una ragione.

  • Critica n.2

“La teoria LMS è troppo riduttiva o semplicistica, per quanto non del tutto errata. Seppure, cioè, sia vero che personaggi ricchi e famosi o donne e uomini esteticamente avvenenti risultino avvantaggiati nella ricerca e nel mantenimento d’un partner amoroso, la gran parte – o buona parte – delle dinamiche dell’innamoramento non sarebbero legate ai fattori LMS. In particolare la personalità, il “modo di fare”, la simpatia, il carattere, la cultura, ed altri fattori di questo tipo, rivestirebbero un ruolo di primo piano nell’attrattività e nella generazione dello stato di innamoramento. Mentre l’aspetto estetico, lo status e i soldi, potrebbero avere un ruolo soprattutto – e forse non oltre – le prime fasi del corteggiamento o del flirt.”

  • Smentita

Questa critica contiene un evidente argomento fantoccio, e cioè “l’innamoramento”.
Si tira fuori l’innamoramento, che è un concetto talmente fumoso e antiscientifico che è impossibile stabilirne con certezza le cause, per confutare la teoria LMS.

Peccato che la teoria LMS non riguardi l’innamoramento bensì l’attrazione.

Stabilisce i criteri su cui si basa l’attrazione femminile, quelli che, posseduti in maggior quantità, ti permettono di riuscire ad andare a letto con le donne più belle, quelle con il maggior valore di mercato.

In ogni caso sarei veramente curioso di sapere quale sarebbe questa fantomatica personalità, “modo di fare”, carattere, cultura che magicamente farebbe innamorare le donne.

E’ una vita che sento dire che con le donne conta la personalità, ma questi sapientoni che sono così sicuri di ciò ci spieghino finalmente in dettaglio qual è questa personalità.

Tutti con questa aria da maestrini “eh, gli incel sono disagiati, bisogna aiutarli perché le difficoltà possono capitare a tutti”.

E allora perché non li aiutano? Che rivelino questo grande segreto per attrarre le donne in loro possesso una volta per tutte.

Cosa aspettano? Lo dicano e basta senza tanti giri di parole o tacciano per sempre.

Perché io ho speso 5 anni in una community di automiglioramento seduttivo dove la gente si scambiava quotidianamente informazioni su come comportarsi, discutendo di psicologia e linguaggio corporeo anche citando testi di rilevanza accademica, e non ho mai conosciuto un individuo che fosse uno che avesse LMS basso e sia riuscito con la “personalità” a rimorchiare belle fighe.

La verità è che non esistono caratteristiche di personalità che accomunano tutti quelli che rimorchiano e, fidatevi, quasi tutti quelli che guardano con superiorità gli incel hanno spesso una vita tale e quale alla loro, se non peggiore.
La differenza tra loro e gli incel è che almeno gli ultimi hanno l’onestà intellettuale di riconoscere la propria condizione.

Per quanto riguarda l’ultimo paragrafo di questa critica, chi l’ha scritto evidentemente ignora il concetto di effetto alone e non sa che le singole caratteristiche di una persona non possono essere scisse, ma interagiscono tra loro e si influenzano a vicenda.

Per cui non ha senso dire che l’aspetto fisico, lo status e il denaro contano solo all’inizio, mentre poi viene valutata la personalità, perché il giudizio che viene dato alla personalità è influenzato dai fattori precedentemente esaminati, primo fra tutti appunto l’aspetto.

In ultimo, affermare che LMS conti solo all’inizio non mi sembra una smentita alla teoria LMS. Ammesso e non concesso che sia così, infatti, se uno non ha sufficienti livelli di LMS viene subito scartato e non arriva neppure al punto di avere la possibilità di dimostrare la sua personalità. Quindi aspetto fisico e status socioeconomico rimangono sempre i fattori più importanti!

  • Critica n.3

“La maggior parte degli incel sono maschilisti, misogini e/o depressi, ed/od hanno qualche altro tipo di disturbo psicologico come la ginecofobia e/o l’ansia sociale. Allorché il loro insuccesso in campo amoroso è legato a problemi che li riguardano, o a loro scelte di vita, ma non al modo generale in cui si attuano le dinamiche sociali che criticano. In particolare molti incel rifiutano -per libera scelta o inconsciamente- di avere una vita sociale del tipo che li porterebbe a fidanzarsi e/o a sposarsi. Generalmente, cioè, essi si isolano da amicizie e luoghi di ritrovo che non siano virtuali, auto-inducendosi la solitudine affettiva di cui si lamentano. Inoltre smettendo di trasformarsi (soprattutto mentalmente), adagiandosi in realtà contenutisticamente statiche, monotematiche, finiscono per consolidare il senso di bruttezza estetica che avvertono nei propri confronti, giungendo all’odio.”

  •  Smentita

Altra critica trita e ritrita. “Non rimorchiate perché siete misooogginiii XD XD”.
Critica che dà erroneamente per scontato che uno nella vita reale si comporti come si comporta su internet.

Ma quando mai un misogino va in giro a dichiarare la propria misoginia, rischiando conseguenze gravi sia a livello sociale che professionale? Capiterà magari qualche esternazione misogina ogni tanto, fra amici, ma dubito che uno si lasci andare a certi discorsi con una ragazza appena conosciuta.

Questa critica inoltre si basa su un errore logico molto comune, che è quello di confondere causa con conseguenza.

Per cui non è che uno non rimorchi perché è misogino, depresso ecc. ma è esattamente il contrario, ovvero che diventa misogino e depresso perché appunto non scopa e le donne lo rifiutano costantemente.

Anche il fatto che i fattori elencati ti impediscano in assoluto di rimorchiare è comunque falso, dal momento che è pieno di uomini di elevato valore che sono misogini ( depressi è più difficile, ma esistono) e di donne ne hanno tantissime ugualmente.

Una volta facevo gli esperimenti online con i fake di fotomodelli e mi divertivo a trollare le tipe con discorsi depressoidi, maschilisti e misogini e nulla mi impediva di concludere ugualmente gli appuntamenti dopo pochi minuti.

Vedi: La misoginia negli ambienti redpill

Per cui mi chiedo, ma chi fa queste critiche, ci vive nella vita reale o vive in un mondo parallelo?

Anche la conoscenza del mondo incel da parte di chi ha scritto quella critica, lascia molto a desiderare.
Infatti il fatto che la maggior parte degli incel sia come l’autore li descrive è un’affermazione basata sul nulla poiché

  1.  Gli incel non sono solo quelli dei forum perché, come spiegato da Madned, gli incel non sono una subcultura ma un fenomeno, per cui anche tutti i vari zerbini petalosi femministi che non rimorchiano sono comunque incel anche se non si riconoscono nel termine.
  2.  Anche all’interno dei forum ci sono diversi orientamenti, e molti incel sono perfettamente rassegnati e non provano nessun rancore.

L’errore è includere un numeroso gruppo di persone eterogenee in un enorme calderone, banalizzandone le problematiche con luoghi comuni e colpevolizzandoli.

Questo tipo di comportamento non porterà mai da nessuna parte, non c’è nulla di peggio per un ragazzo che viene regolarmente scartato ancora prima di aprire bocca che sentirsi dire da estranei “è colpa tua”.
E’ questo che manda fuori di testa, essere colpevolizzati ingiustamente. Non la redpill.

  • Critica


“L’intero impianto nichilista, determinista, materialista, social-darwinista, antifemminista sottostante l’ideologia degli incel è declinato in modo troppo radicale, negativo e pessimista dagli utenti delle comunità incel. Di fatto il materialismo estremo (come pure l’eliminativismo nei confronti dei fenomeni mentali) è sottoposto ad una serie di obiezioni, o comunque presenta una serie di problematiche oggettive, come molti altri impianti ontologici, filosofici e scientifici dell’età contemporanea.”

  • Smentita 

Ma che significa questa roba lol 
E’ un discorso fuffa inconcludente. Ok, gli estremismi non vanno mai bene, e quindi? La redpill è obiettività, non è estremismo.

  • Critica n.5


“La condizione degli incel, fosse anche -più o meno- reale, dovrebbe portarli a conferire valore ad aspetti della vita che non siano le relazioni amorose. A queste ultime essi danno troppo peso facendone spesso, irrazionalmente, il perno del loro benessere generale e scopo irraggiungibile di vita.”

  • Smentita  

Va beh questa è una provocazione, voglio sperare che sia una trollata di cattivo gusto.

Quasi sicuro questa roba l’ha scritta una donna. Già mi pare di vederla “eh vabbè siete sfigati, cioè, kissene frega, segatevi e non rompete XD XD”


Come detto all’inizio, a molte donne inizia a scocciare che la redpill diventi sempre più mainstream perché questo significa dover riconoscere di essere delle privilegiate.


La redpill non solo è una minaccia ai loro privilegi, ma invalida anche tutte le loro battaglie femministe.


Ribatto con un’altra provocazione:

“La condizione di inferiorità retributiva rispetto all’uomo, fosse anche -più o meno- reale, dovrebbe portare le femministe a conferire valore ad
aspetti della vita che non siano il denaro e la carriera. A quest’ ultima esse danno troppo peso facendone spesso, irrazionalmente, il perno del
loro benessere generale e scopo irraggiungibile di vita.”


Come vi suona? Stupido no?

Ma la critica di partenza è ancora più grave perché il sesso è un bisogno fisiologico primario per l’individuo e quindi è un po’ come dire: hai fame ma non hai i soldi per mangiare? Non importa,
distraiti pensando ad altro, non esiste solo il cibo nella vita.

Chi ha scritto quella cazzata o è in malafede e sta cercando di aggrapparsi agli specchi o ha seri problemi a ragionare.


Aggiornamento

Critiche Random

  • Critica n.1

“Non trovate estremamente buffo che redpillati e compagnia cantante non abbiano il benché minimo “successo” con le donne, ma pensino di sapere tutto alla perfezione su di loro, su ciò che vogliono, su come funziona il mondo della seduzione, attrazione e accoppiamento ecc ecc, tanto da essere estremamente arroganti e supponenti nelle loro esternazioni in materia (sì, anche in questo gruppo)?

Non è un po’ come un cieco dalla nascita che parla di colori?”

  •  Smentita

Questo tizio confonde incel con redpillati e crede che le due cose coincidano.
Ciò è ovviamente falso perché un redpillato può benissimo non essere incel (anzi molto spesso non lo è) e viceversa.

Vedi: Incel e redpillato non sono sinonimi.

Anche accettando l’errore e ammettendo che parli di incel, la critica non ha nessun senso ugualmente perché la maggior parte delle cose che conosciamo le conosciamo per esperienza indiretta.
E’ ciò che sta alla base del concetto di cultura, ovvero un insieme di informazioni che vengono tramandate di generazione e generazione e che certo non vengono sperimentate di volta in volta in prima persona.

Io posso sapere che il fuoco bruci anche senza metterci la mano sopra, ma evidentemente per qualcun altro non è così e sente il bisogno di ustionarsi per forza. Sono scelte.

Inoltre anche chi ha sperimentato certe cose in prima persona non è detto che le abbia comprese.
Se non è abbastanza intelligente e analitico può benissimo non imparare nulla dalle sue stesse esperienze.


  • Critica n.2

“Si vedono un sacco di uomini brutti che stanno con donne più belle”

  •  Smentita

Critica trita e ritrita oltre che basata su un’affermazione palesemente falsa.
L’80% di chi fa questa affermazione semplicemente:

  1. non sa votare, e quindi sopravvaluta le donne e/o sottovaluta gli uomini 
  2. si riferisce a uomini che compensano all’aspetto con status e denaro.

Ci sono poi altri motivi che possono riguardare l’ambiente, la cultura o comunque altre situazioni che rappresentano in ogni caso delle eccezioni e che certo non smentiscono la regola.

Vedi: Lui Brutto e Lei Bella: la Verità delle Coppie Sbilanciate

  • Critica n.3



“Anche gli uomini guardano la bellezza. Non penso proprio che voi andreste con una ragazza brutta”

  • Smentita:

Se le brutte non hanno problemi a trovare partner sessuali mentre i brutti sì significa che gli uomini ci vanno eccome con le brutte, a differenza delle donne. Anche gli uomini guardano la bellezza ma i criteri di selezione estetica maschile sono molto meno rigidi. Una donna brutta chiaramente non attrarrà come una bella ma troverà comunque qualcuno disposto ad avere un rapporto sessuale con lei. Se non ci credete provate a creare un account online con le foto di una donna che reputate bruttissima. Fidatevi che in mezzo pomeriggio troverete diversi uomini anche sopra la media disposti a venire con voi, laddove un uomo nella media deve sudare sette camicie per avere un appuntamento anche con donne più brutte di lui.

  • Critica n. 4



“Anche gli uomini se potessero andrebbero con donne più belle di loro. Se potessero andare con una più bella di certo non sceglierebbero la loro pariestetica.”

  • Smentita:

Banale rispondere che se fossero gli uomini a discriminare le donne, la situazione sarebbe invertita e sarebbero appunto le donne a lamentarsi della discriminazione. Ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte.
Inoltre, il fatto di poter fare una cosa non significa che tale cosa sia etica. Ad esempio penso che se non ci fossero le leggi molte persone inizierebbero a rubare. Sulla base di ciò iniziamo a giustificare il furto? E’ molto comodo approfittare di una situazione che ti avvantaggia sul piano sessuale a discapito di altri e poi pretendere che chi ne viene discriminato accetti la cosa passivamente e senza lamentarsi.

  • Critica n. 5

“Il Sesso non è un diritto”

  •  Smentita:

La nostra Costituzione all’articolo 3 dice che E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli
di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e
l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona
umana
e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori
all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.”

Non c’è dubbio che avere una vita sessuale e affettiva sia necessario per un pieno sviluppo della persona umana quindi tecnicamente sì, il sesso è un diritto riconosciuto dalla nostra carta fondamentale, anche se poi rimane disatteso perché un diritto presuppone un dovere da parte di un altro e non esiste nessun dovere a fare sesso.

Inoltre anche l’Assemblea generale dell’Onu nel 1993 ha pubblicato un documento nel quale veniva riconosciuto a tutti i portatori di
handicap, sia fisico che mentale, il diritto “di fare esperienza della propria sessualità, di viverla all’interno di una relazione, di avere
dei figli, di essere genitori, di essere sostenuti nell’educazione della prole da tutti i servizi che la società fornisce, e anche, non ultimo,
il diritto a ricevere un’educazione sessuale”.
Naturalmente la bruttezza non viene trattata alla pari di un handicap, ma se si sente il bisogno di precisare che la sessualità è un diritto anche per i disabili significa che si dà per scontato che lo sia per le persone sane.

  • Critica n. 6



“Allora le donne dovrebbero andare con chi non vogliono? Ognuno deve essere libero di fare ciò che vuole”

  • Smentita:

 Argomento fantoccio. Nessuno nella comunità incel o redpill ha mai avuto l’obiettivo di costringere le donne ad andare con chi non vogliono. Faccio però notare che appellarsi alla “libertà” è un discorso senza senso. In una società civile ognuno sacrifica parte della propria libertà per il benessere comune. E’ comodo esercitare la propria libertà a danno di altri.
Il problema non è che le donne siano libere di andare con chi vogliono, ma che nel farlo una fetta di uomini risulti esclusa. Siccome viviamo in una società civile bisogna tenere conto delle ripercussioni che certe libertà hanno sulla collettività.

  • Critica n. 7

 “Che alternative proponete? I redpillati non propongono alternative”
 

  • Smentita:

Non è certo compito dei redpillati proporre alternative, esiste la politica per questo.
Personalmente ho più volte proposto 3 soluzioni:

– Regolamentare la prostituzione e renderla accessibile a prezzi bassi, se non gratuitamente.

– Condannare la promiscuità femminile invece di promuoverla.

– Eliminare i riferimenti sessuali non necessari, ad esempio nelle pubblicità di prodotti.

Vedi: Idee Pratiche per Risolvere i Problemi degli Incel

  • Critica n.8:

“Se gli uomini la smettessero di andare con chiunque respiri verrebbe risolto il problema incel.”

  • Smentita:

Non funziona così, ognuno a questo mondo pensa al proprio egoistico interesse. Non è che da domani tutto il genere maschile si può mettere d’accordo per alzare le pretese, non vedo perché un bello dovrebbe rinunciare ad andare con ragazze meno belle di lui ma pur sempre carine per fare un favore agli uomini più brutti di lui E’ un modo molto infantile di ragionare e mi sembra solo un tentativo di scaricare le colpe.
Chissà perché dovrebbero essere gli uomini ad alzare gli standard e non le donne ad abbassarli.

  • Critica n.9

“Se gli incel pensassero a migliorare loro stessi il problema sarebbe risolto”

  • Smentita


Molti incel pensano già a migliorare loro stessi ma l’automiglioramento, per quanto auspicabile, è una soluzione che si può applicare solo individualmente e non risolve il problema incel.
Se tutti gli incel diventassero migliori non si risolverebbe il problema incel, si alzerebbero solo le aspettative femminili. Se tutti fossero migliori nessuno sarebbe migliore.

Il fatto che agli incel venga chiesto di migliorare se stessi e che debbano fare uno sforzo per ottenere meno di ciò che le loro equivalenti femminili ottengono senza muovere un dito è in ogni caso la prova evidente che sono svantaggiati.

Leggi: il Paradosso dell’Automiglioramento

  • Critica n.10


“Gli incel dovrebbero attaccarsi e imparare ad accettare la loro situazione”

  • Smentita

Non vedo perché dovrebbero essere gli incel ad accettare la situazione e non le donne a ridimensionare le pretese. E’ come dire che i poveri dovrebbero stare zitti e accettare di essere poveri, mentre i ricchi si arricchiscono sempre di più. Follia allo stato puro.

  • Critica n.11


“Non si può impedire alle persone di essere libere”

  • Smentita


In una società civile la libertà assoluta non esiste, ogni libertà viene limitata nell’interesse di tutti.
Sei libero di muoverti ma non di andare ovunque o di girare in auto a velocità troppo elevate. Sei libero di esprimerti ma non di diffamare gli altri. Non vedo perché la libertà sessuale dovrebbe fare eccezione. Peraltro ci sarebbero soluzioni tali per cui la libertà non verrebbe neanche limitata così tanto.

  • Critica n.12

“La popolazione mondiale è in continuo aumento quindi non vuol dire che si riproducono solo i belli ma anche i brutti”

  •  Smentita
A parte il classico argomento fantoccio (la redpill non dice che SOLO i belli si riproducono) va precisato che a far aumentare la popolazione mondiale sono i Paesi del Terzo Mondo, quelli per intenderci che hanno ancora una struttura sociale basata sulla famiglia tradizionale.
I Paesi Occidentali, in seguito alla liberazione sessuale (e all’aumento del benessere che ha portato all’edonismo) hanno visto tutti precipitare il proprio tasso di fertilità che ormai è finito sotto la soglia di sostituzione.
La popolazione italiana ha smesso di crescere già dagli anni ’70.
I dati demografici casomai sono un’ulteriore conferma della redpill, non certo una smentita.



In Conclusione:

Come potete vedere, le critiche alla Redpill e alla teoria LMS sono di livello argomentativo veramente basso, da osteria oserei dire, e smentibili in pochi minuti di ragionamenti banali.

Del resto io penso che una persona mediamente intelligente e che non abbia subito un eccessivo lavaggio del cervello, non dico che finisca per diventare supporter accanito della Redpill, ma quantomeno ne riconosce la sensatezza dei principi e non cerca di perorare una causa persa in partenza rischiando di rendersi ridicolo.

Siete d’accordo? Quali delle critiche menzionate nell’articolo vi capita di sentire con più frequenza?



Forse ti Interessa:

 

Sottoscriviti
Notificami
guest
63 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
pantheon111
pantheon111
1 anno fa

Eccellente disamina, articolo che tutti i blupillati dovrebbero leggere prima di parlare.

Emanuele
Emanuele
1 anno fa

Ciao Redpillatore, ho scoperto il tuo blog alcuni mesi fa e seppur non trovandomi sempre d'accordo con ciò che scrivi desidero ringraziarti perché i tuoi articoli mi hanno fornito parecchi spunti di riflessione.
Credo di potermi ascrivere al gruppo degli incel che "sono perfettamente rassegnati e non provano nessun rancore", questo anche grazie al fatto di aver intuito già da solo (prima di conoscere la teoria LMS) di non essere in possesso dei requisiti necessari ad attrarre una donna.
Per quanto concerne questo articolo, mi trovo in disaccordo solo su di un punto e cioè che il sesso sia essenziale quanto il nutrimento.
Non ne posso certo negare l'importanza ma credo sia sotto gli occhi di tutti che chi non mangia o non beve presto o tardi muore, chi non fa sesso rimane comunque in vita (certo, frustrato e depresso ma comunque in vita).

Unknown
Unknown
1 anno fa

Eccellente! Cheapeaux!

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Se c'è una cosa che fa arrabbiare i redplillati sono proprio le critiche ridicole come quelle sollevate su wikipedia! XD

La personalità fa innamorare una donna..eccerto..ma vaf*******!

Ogon bat
Ogon bat
1 anno fa

Sublime la provocazione

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Cit. "La condizione di inferiorità retributiva rispetto all'uomo, fosse anche -più o meno- reale, dovrebbe portare le femministe a conferire valore ad aspetti della vita che non siano il denaro e la carriera. A quest' ultima esse danno troppo peso facendone spesso, irrazionalmente, il perno del loro benessere generale e scopo irraggiungibile di vita."

Invece non suona affatto stupido, perché più carriera, se da una parte significa anche più soldi e visibilità, normalmente significa anche più responsabilità e meno tempo libero. Posso capire che suoni come la volpe e l'uva, ma non è a mio parere una buona controargomentazione. E cmq il sesso non ha la stessa importanza per tutti, e mediamente per le donne ne ha di meno che per gli uomini 😉 …

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

"Non esistono caratteristiche di personalità che accomunano tutti quelli che rimorchiano" semplicemente perché non tutte le donne hanno le stesse esigenze e preferenze. Quello che va bene per una può non andare bene per un'altra.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Riguardo agli esperimenti on line con fake di fotomodelli pur facendo discorsi depressoidi e misogini, rimediavi SEMPRE appuntamenti con TUTTE o qualcuna ti lasciava perdere? In qualche caso può subentrare anche la "sindrome della crocerossina" che fa provare attrazione per individui dai comportamenti "problematici"… E nessuna ha mai sentito "puzza" fin da subito di "fake"?

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Ho scoperto da pochissimo la redpill. Da standardcel ho sempre puntato alle mie pariestetiche e sono stato sempre respinto per tipi forse non più belli, ma certamente più ricchi e con più status. Memorabile l'ultimo episodio: lei mi ha detto che, pur giudicandomi una persona di grande sensibilità, cultura e preparazione professionale (siamo entrambi giuristi), non voleva impegnarsi in una storia perché stava attraversando un "periodo particolare". Il mese dopo l'ho ritrovata fidanzata con uno più ricco e con più status di me.

Ci ho sofferto molto. Perché questa sofferenza, che accomuna tantissimi uomini, non dovrebbe interessare la società? Per quale motivo mostrare empatia per categorie quali immigrati e gay è considerato progressista, mentre anche solo prendere in considerazione l'esistenza del problema incel è uno scandalo?

Faccio al Redpillatore i migliori auguri e gli ricordo le quattro fasi che attraversa ogni idea innovativa: "Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci" (Gandhi).

Michele
Michele
1 anno fa

Ottimo articolo come al solito. Quel youtuber di cui parli all'inizio, neurodrome suppongo, è un altro signor distruggere che sa solo deridere e fare sarcasmo spiccio su tutto e su tutti.
Sta lì h24, non argomenta nulla e ti cancella i commenti contro anche se li scrivi alle 3 di notte. Per me è più incel di tutti gli utenti del fdb messi insieme.

Shady
Shady
1 anno fa

Ottimo articolo, dovresti approfondirlo anche con le critiche dei vari giornali/ blog.
In questi mesi si è parlato veramente tanto dell'argomento incel.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Il sesso è un bisogno primario si se ne può fare a meno.Ma ad alto rischio di nevrosi,bisogna avere un alto livello di autocontrollo.Comunque red parlando del tuo articolo molto ben fatto,hai saputo ben confutare le affermazioni blupill/femministe.Comunque nonostante tutto la redpill si sta diffondendo.Mi occupo anche di altre cose e spesso vengono fuori articoli redpill nei siti più lontani dall'argomento.Buon segno la verità sta uscendo fuori.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Mi chiedo se mai si arriverà ad una sana e saggia "violet pill", ovvero ad una visione su certe questioni pur lucida e consapevole di certe dinamiche ma cmq costruttivamente e razionalmente aperta alla speranza.

Certo che, secondo me, respingere in toto tutte le critiche che vengono rivolte ai "dogmi" sostenuti qui non è certo un buon punto di partenza al riguardo…

Bruttin
Bruttin
1 anno fa

Ciao Redpillatore! Volevo dirti una cosa un po' strana che farà un po' ridere.
Io frequento forum di incel da qualche tempo e avendo notato come wikipedia fosse approssimativa e falsa nei contenuti sulla pagina "incel" ho deciso di modificarla, qualche tempo fa.
Sono io sia quello che ha messo molti dei tuoi link, che ha aggiustato la parte sulla teoria LSM e in generale l'intera pagina; sia quello che ha scritto le critiche.
Questo ultimo passaggio l'ho fatto perché mentre modificavo la pagina ero osteggiato da qualcuno. Riempiendo di link scientifici ed altri riferimenti effettivi (su quello che si sostiene nelle comunità incel) piano piano mi hanno dovuto lasciato fare. Tuttavia, a un certo punto, mi hanno segnalato la pagina come troppo "a senzo unico", cheidendo che fosse inserito un capitolo di critica. All'inizio ho provato a spiegargli che le critiche alla redpill non hanno nessuna base scientifica, ma poi ho fatto quel che potevo. Ho inserito le varie "teorie popolari" o "standard" dell'attrazione e critiche varie che mi era capitato di sentire più spesso. Attualmente questa sezione di critica alla redpill è segnalata come avente fonti di basso livello, ma questo problema è insolvibile, glielo avevo spiegato, perché appunto non c'è alcuna prova di quelle tesi. Come hai pure ben detto nell'articolo infatti. Devo dire che l'ultima critica mi è uscita proprio bene x) è quello che molte donne continuano a dirmi, una cosa che mi crea davvero frustrazione.
La cosa incredibile è che secondo me un detrattore della redpill non avrebbe fatto meglio di me nell'inserire le critiche, tanto è vero che quelli di wiki mi dissero che gli era piaciuta molto la sezione; dacché ho potuto fare i miei comodi nelle altre con serenità finalmente.

Un saluto!

Giovanni Drogo
Giovanni Drogo
1 anno fa

Ciao redpillatore; l'utente che ha inserito le critiche è un affezionato frequentatore dei forum incel e lo ha fatto per i motivi che ti ha illustrato.
Tra l'altro ha sviluppato un programma che attraverso un test fornisce dei risultati sulla propria attrattività.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Sono Henri de Toulouse-Lautrec; in realtà la critica 5 è quella che apprezzo di più in quanto la più redpillata: Dal momento che per la popolazione femminile siamo degli untermensch e dal momento che non possiamo (giustamente) obbligarle per legge a darcela; se siamo nati perdenti e il mercato è a nostro sfavore, farsene una ragione può aiutare.
Alla fine ti sta dicendo: sei brutto, sei un essere subumano dal dna inferiore, è inutile che perdi tempo a cercare donne tanto non te la daranno mai, dedica il tuo tempo ad altro. Non è forse meglio di quelle che invece ti dicono "non demordere che prima o poi la donna giusta per te arriverà" (sì, aspetta e spera) oppure "qualcuna la troverai" (qualcuna ma ovviamente non lei, qualcun'altra…. ma qualcun'altra detto da tutte significa nessuna).
Alla fine ha detto nient'altro che la verità: se sei brutto non attrarrai una donna. Puoi andare a puttane, puoi pure illuderti di attrarne una andando a prenderla in un posto dove muoiono di fame, puoi illuderti di attrarne una raccattando una sedotta e abbandonata da un chad con 3 figli da mantenere, ma sarà sempre una che mentre fa sesso con te (col contagocce) chiuderà gli occhi e immaginerà che a trombarla sia qualcun altro.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Salve, vorrei segnalare la sequela di informazioni diffamatorie contenute in questa pagina: linkiesta.it/it/article/2018/05/02/incel-gli-sfigati-uccidono-e-quelli-italiani-sono-sempre-piu-pericolos/37928/

Solo perché, principalmente a causa del nostro aspetto, non riusciamo a trovare una donna che ci ami siamo, nell'ordine, sfigati, pericolosi, pedofili e pure necrofili.

E' possibile che esistano degli incel pedofili, come del resto esistono omosessuali pedofili. Ho tuttavia il sospetto che l'autrice di quell'insulso articolo non assocerebbe mai omosessualità e pedofilia. Noi però siamo sfigati e il politicamente corretto per noi non vale, anzi, è proprio il politicamente corretto che impone di insultarci.

Y
Y
1 anno fa

Credo che ci sia qualcosa di più profondo oltre alle critiche lette in questo post (alcune condivisibili, altre effettivamente stupide). Io ad esempio ogni volta che inciampo nei vostri post/commenti cerco di immaginarvi tra una decina d'anni, quando probabilmente andando avanti così invece di essere sposati felici con una famiglia sarete ancora dietro ad un computer a cercare LE FIGHE perchè ommioddio le ragazze ci odiano allora cataloghiamole come se fossero oggetti e odiamole ancora di più, anzi già che ci siamo banalizziamo le relazioni e l'amore così andrà tutto meglio. Purtroppo non funziona cosi, anzi, catalogare le donne come oggetti vi porterà ad avere oggetti con cui trombare e basta, non troverete così la persona che vi amerà davvero, perchè la catalogherete e la farete scappare.E vi informo che le ragazze NORMALI, che SANNO AMARE e che VOGLIONO AMARE esistono, mi dispiace davvero per quelli che hanno avuto brutte esperienze, ma questa è la vita, si nuota nella merda finchè non si trova qualcuno con cui valga la pena di andare anche a fondo nella merda se necessario. E questo, mi spiace dirvelo, vale sia per gli uomini che per le donne. Ma vi prego non lasciatevi inaridire completamente dalle stronzette, perchè state diventando come loro ma in versione maschile, vi piace l'idea??
Aprite gli occhi, non solo gli strafighi e le strafighe possono essere amati, ognuno merita amore ed è capace di dare amore, una che magari catalogate come 2 potrebbe rendervi molto più felici di una 10. E so che inizierete con il discorso che i voti riguardano l'attrazione, ma l'attrazione è dovuta a parecchie variabili che voi manco considerate. Guardatevi intorno, solo gli strafighi hanno moglie e figli? Solo gli strafighi sono felici? Continuando così magari arriveremo a quello, visto che i 'meno fighi' saranno occupati a discriminare le 'meno fighe' o semplicemente le donne normali, per colpa di qualche stronza incontrata. Questo discorso vale ovviamente tiene conto delle donne che scartano ragazzi a prescindere o che credono di averla solo loro o che guardano solo ai soldi, purtroppo queste esistono e probabilmente un giorno saranno più infelici di voi. Spero che il mondo diventi un posto migliore per tutti, anche se andiamo avanti così la vedo veramente difficile.
Mi avete messo tristezza con alcune frasi e post che ho letto e quindi ho voluto scrivere, consapevole che in ogni caso non cambierà niente, ma chissà magari qualcuno stasera uscirà e dimenticherà questi schemi e cataloghi inutili e dannosi (per voi stessi eh mica solo per gli altri) e magari riuscirà a trovare una donna vera e con un cuore, perchè esistono, giuro.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Secondo me alcuni dei punti di vista diffusi dalla redpill sarebbero anche condivisibili. Il problema, a mio avviso, sta nella troppa generalizzazione e nell'attribuzione di determinati comportamenti esclusivamente al genere femminile: L credo conti parecchio anche per molti uomini, M e S non saprei. Posso, però, dedurre, che una top model non guadagni poco, ad esempio. Quindi credo che la questione sarebbe più veritiera se fosse posta in questi termini: in certi ambienti uomini e donne tendono a farsi influenzare parecchio da LMS; inoltre, essendo che la società tende a dare molta importanza a determinate "categorie", legate al mondo dello spettacolo/dell'immagine, allora, di conseguenza, c'è chi si fa influenzare da tutto questo e, in maniera più o meno consapevole, tende a fare delle scelte in funzione di LMS. Questo viene fatto sia da uomini, sia da donne, e non è che tutte le donne (né tutti gli uomini) ragionino in quella specifica maniera, belle o brutte che siano.

Unknown
Unknown
1 anno fa

un errore della sua comunità è che si depingono le brutte come in una situazione particolarmente favorevole rispetto ai brutti.

il fatto che fanno le facili per SPERARE di avere una relazione a lungo termine non mi sembra esattamente l'ideale.
una donna sana vorrebbe essere difficile (da differenziale dall'avere gusti difficili) ed avere il rapporto sessuale DOPO che lei è (quasi) certa che la relazione può funzionare, nel senso che il tizio non la tradirebbe ed è intenzionato a continuare la relazione. tutto il resto è farsi del male.
sono le donne che hanno un rischio maggiore di malattie trasmissibili, sono anche loro che rischiano di rimanere incinte.
ho smesso di avere amicizie a 19 anni (sono donna) quindi non posso giudicare quanto siano intelligenti le donne occidentali ma se davvero sono così facili "con i boni" sono veramente delle idiote, il liberalismo ha davvero danneggiato molti membri della nostra comunità e pur essendo di sinistra (socialista) non avrei problemi a parlare di degenerazione culturale e sessuale.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Sono redpillato da anni ormai; ho una relazione stabile (voluta da me e in cui la faccio da padrone) e anche un’amante.

Tuttavia vari problemi di cui non discuterò mi hanno sempre fatto sentire inadeguato; gravi mancanze che mi rendono infelice. Diciamo che sarei sulla buona strada per essere un Incel se mi mancassero le poche cose che ho ottenuto. La teoria RedPill è paragonabile ad un fioretto, infilza, trapana il cuore di un uomo va dritto al punto con una precisione chirurgica da far impallidire ogni teoria psicologica (che guarda caso è spesso supportata da studi di donne e mai di uomini intrisi delle loro deduzioni bluepill). Praticamente non esiste nulla che io non condivida dell’altro RedPill; anche se vivo nella paura ormai, nel nichilismo, e nell’angoscia. Anche io ho perso tante occasioni, vedo altri perderne tante; i belli e le donne vivono praticamente una vita parallela.

È tutto molto triste. Cosa mi sta salvando? Per ora il mio essere antisociale e calcolatore. In futuro si vedrà.

Anonimo
Anonimo
11 mesi fa

Qualcuno sa se queste tematiche stanno entrando nelle agende di qualche partito, movimento o persona influente ?

Anonimo
Anonimo
11 mesi fa

Sono gay ma hai ragione su tutto

Anonimo
Anonimo
5 mesi fa

Mi sono deciso a scrivere due righe, perché trovo molto interessanti gli argomenti di questo sito. Naturalmente non sono d’accordo su tutto, ma devo dire che leggendo qualche pagina si scopre ciò che ho capito in decenni di vita. Un’oretta contro decine di anni, non male. Sono ormai un ultracinquantenne e ho avuto grandi difficolta nel trovare soddisfazioni dal punto di vista sessuale e sentimentale. Fino a vent’anni non è stato un grande problema, bastavano gli amici, i birrozzi, i viaggi, i concerti. Vita piena e soddisfacente, le donne non erano importanti. Dopo i venti l’interesse per le ragazze è aumentato molto e sempre di più col passare del tempo. Ma incredibilmente, per come ragionavo allora, intorno a me c’era il deserto, e non capivo. Non puntavo alle superbelle, sono sempre stato una persona con la testa sulle spalle, ma alle pariestetiche. Queste però si comportavano in modo incomprensibile. Quando capivano che le puntavo si infastidivano molto, con comportamenti cattivi e antipatici. Per capire che le pariestetiche donne si trovano qualche gradino sopra ai pari uomini mi ci è voluto più di un decennio. In questo tempo ho buttato via energie, risorse e anni di vita, inutilmente. Ero impegnato a capire in cosa sbagliavo, come dovevo cambiare ecc., nella speranza che una ragazza si innamorasse di me. In pratica volevo asciugare una pozzanghera con la pioggia. A saperlo prima avrei cercato di trovare soddisfazione altrimenti, magari anche frequentando prostitute, ma ero un bravo ragazzo (ho scoperto dopo che per le donne esserlo è molto negativo) ed ero convinto che alla fine una donna si sarebbe innamorata di me. Essere consapevoli è un vantaggio perché si può trovare soddisfazione con quello che si ha e si evita di rincorrere ciò che non si ha e non si può avere. Guardando alla mia vita, avrei potuto comportarmi diversamente nei miei vent’anni-inizi dei trenta. Lasciare perdere le donne “normali”, per esempio, e farmi qualche viaggetto in paesi dove la prostituzione è organizzata meglio ed è legale. E poi decidere, continuare oppure mettermi con un’ultratrentenne che ha ridotto le pretese. Alla fine mi sono sposato, ho figli e una famiglia soddisfacente. Moglie però classica donna di paese, brava massaia, ma poco interessata al sesso. Se fossi stato consapevole alla fine avrei fatto la stessa cosa, ma almeno avrei potuto spendere meglio i miei vent’anni. Per curiosità ho letto qualcosa in un forum di INCEL e mi ha impressionato l’enorme tristezza che aleggia in quell’ambiente. Le donne non possono essere obbligate a mettersi con chi non vogliono, ma essendo consapevoli della situazione gli uomini devono trovare soddisfazioni altrimenti. Non ci sono solo le donne. Si può viaggiare, ci sono le serate tra amici, gustare buon cibo, buon vino, fare sport e se è necessario si mette via qualche soldo e ogni tanto si chiede a quelle che lo fanno per soldi e non per amore. Non ci può rovinare la vita così. La cosa che mi ha impressionato di più leggendo nel forum degli INCEL è stato l’avviso di non parlare di suicidio, pazzesco. Un ultimo commento. Ho notato che queste pagine sono frequentate da persone con idee di destra, danno responsabilità alla sinistra per la situazione attuale. Ribadisco che le donne hanno tutto il diritto di scegliere e non devono essere obbligate ad occuparsi solo dei fornelli di casa per un marito qualsiasi, giusto perché altrimenti non avrebbero reddito. Forse è questo ciò che è ritenuto di sinistra. Sono libertà di cui ci avvantaggiamo tutti. Forse il punto è che anche le donne dovrebbero essere più consapevoli. Una figlia di operaio belloccia si può invaghire dell’uomo con la Porche, ma dovrebbe sapere che per quell’uomo sarà solo una delle tante che si porta a letto. Magari anche per lei sarebbe più conveniente investire su un’altra tipologia di uomo. Che poi tra quelli che foraggiano questo sistema ci sono uomini con l’età di un nonno (se non un bisnonno) che si fidanzano con ragazze di età poco più che adolescenti. E questi non sono di sinistra, è noto. Un saluto a tutti.

Anonimo
Anonimo
4 mesi fa

Serie redpillatissima: SUITS

fotomodelle travestite da segretarie si fanno fottere a richiesta solo se l'MS del maschio è alto a sufficienza (e conta pure l'abbigliamento)
amoralità preferita, predicata e incitata, etica respinta (al confronto quelli di Wall Street sono dei frati francescani) e la regola è la poligamia haremica.
Serie che piace molto alle donne, manco a dirlo.

Anonimo
Anonimo
4 mesi fa

"il sesso non è un dritto"
molte femministe, e anche parecchi zerbini (quelli che addirittura non pisciano in piedi pur di assecondare le assurdità intrise di astio delle medesime) ci marciano parecchio sopra su 'sta storia che il sesso non è un diritto.
Costoro affermano che se esistesse un diritto per l'uomo di fare sesso ciò implicherebbe che le donne debbano sorbirsi il dovere di soddisfarlo.
Attenzione. Un dovere non è un obbligo! In una società civile i doveri sono subordinati all'obiezione di coscienza del singolo. Pertanto, una donna che in cuor suo non intenda concedersi a un uomo ha tutta la libertà di non concedersi.
Al contrario sono le femministe che di fatto vietano di esercitare la propria libertà di coscienza a tutte le donne che vogliono concedersi agli uomini per venire incontro a un loro diritto (vedi escort, assistenti sessuali, ecc…) infliggendo loro un'imposizione obliqua, criminalizzando cioè gli uomini.
Ma poi, il diritto al sesso è universale, non è solo un diritto degli uomini, ma anche delle donne.
Io sono convinto che qualche donna, magari disabile, desidererebbe davvero avere contatti umani con un assistente sessuale.