Home Incel Incel e Redpillato NON sono Sinonimi

Incel e Redpillato NON sono Sinonimi

103

 

Incel e Redpillato: il Significato

A scrivere questo articolo mi sento un po’ come un insegnante di sostegno per bambini con difficoltà, ma che ci posso fare.
Sono ormai anni che ripetiamo sempre gli stessi concetti relativi alla redpill e al mondo incel, temi che ormai hanno persino avuto rilevanza mediatica internazionale, ma devo mio malgrado constatare come molti non abbiano ancora chiara la differenza tra i termini base.
Diciamolo e spieghiamolo quindi di nuovo una volta per tutte: Incel e Redpillato non sono sinonimi.
Noto che molti continuano ad usare questi termini a sproposito, risultando invero piuttosto ridicoli, e sicuramente fastidiosi, soprattutto quando il loro utilizzo viene fatto in post che vorrebbero essere critici nei confronti della tematica incel.
Come si può pretendere di avere autorevolezza in una discussione quando non si capisce neppure il significato dei termini che si usano?

Facciamo un po’ di chiarezza:

Incel

E’ un uomo involontariamente celibe o, per dirlo in maniera più terra terra, uno sfigato. Essere incel è una condizione che una persona subisce suo malgrado a causa della sua scarsa attrattività, che è determinata da fattori spesso difficilmente modificabili.
Non si sceglie di essere incel, non è un’ideologia o una subcultura come molti cercano di farla passare.


Vedi: Essere Incel non è un’ideologia o una subcultura

Questo è importante sottolinearlo perché si cerca continuamente di passare il messaggio che uno scelga di essere sfigato, come se ci fosse qualche vantaggio in tutto ciò. In giro per il web ho visto pure una “Guida per Incel Pentiti”, che già il titolo è uno stupro alla lingua. Che cavolo vuol dire incel pentito? Mi pento di essere basso e pelato e di fare schifo alle donne? “Oh cavolo, grazie di avermi fatto capire che essere un cesso non è la soluzione ai miei problemi, ora sono pentito e da domani scelgo di essere attraente”. Deliri allo stato puro.

Possiamo fare una concessione e dire al limite che un incel è uno sfigato consapevole di esserlo, mentre molti sfigati continuano per vergogna a negare agli altri e persino a se stessi la propria condizione. Questo però a mio avviso è moralmente un punto a favore degli incel, che almeno hanno la maturità di riconoscere i propri limiti, a differenza di molti cessi sfigati che vanno in giro per il web a prendere le distanze dal mondo incel ergendosi a superiori ma risultando solamente patetici.

Redpillato

E’ un uomo intellettualmente onesto che cerca di guardare la realtà per quella che è e non per come gliela vogliono proporre, e ha il coraggio di accettare anche scomode verità.
Quali linee di pensiero caratterizzano una persona come “redpillato”?
In verità è un argomento dibattuto. Io posso provare a dire la mia opinione. Secondo me un redpillato, per essere tale deve essere a conoscenza delle nozioni base di psicologia evoluzionistica e comprendere che gli esseri umani prima di tutto sono animali, i cui comportamenti sono stati plasmati da millenni di evoluzione. Un redpillato deve essere in grado di comprendere che l’evoluzione ha tracciato profonde differenze tra uomini e donne, che si manifestano chiaramente nei loro comportamenti sessuali.
Per me se uno capisce il concetto di ipergamia , di valore di mercato e di conseguenza di potere sessuale, si può già benissimo definire redpillato.

Dalle due definizioni appena date appare chiaro perché gli Incel e i Redpillati non sono la stessa cosa.
Molti incel non sono per nulla redpillati (vedi l’esempio sopra dei vari sfigati stupidi che pensano che disprezzare gli incel sia una strategia valida per distrarre gli altri dal fatto che sono sfigati) e molti redpillati non sono incel, anzi talvolta hanno abbondanza di donne.

Questo blog tratta anche l’argomento incel ma non è un blog incel, è un blog redpill. E’ sicuramente seguito da molti incel, ma fra i lettori ci sono anche bellocci pieni di donne, uomini sposati, donne, o molti altri ragazzi che stanno nel mezzo e hanno avuto le loro esperienze pur incontrando le classiche difficoltà di chi non ha un valore di mercato top. Io ad esempio appartengo a questo ultimo gruppo. Primo bacio a sedici anni, prima trombata a 17, prima storiella a 19. Ho avuto le mie esperienze però ho preso una caterva di pali e la vita con le donne non è mai stata facile per me. Non sono incel eppure sono redpillato.

Spesso i redpillati vengono etichettati come incel anche se non lo sono. I loro detrattori pensano di riuscire in questo modo a sminuire i concetti redpill ma è un giochetto che francamente ha stancato. Le discussioni si vincono con le argomentazioni e non cercando di alterare la realtà.

Questa subdola strategia, che fa leva sul senso di vergogna, ha poi avuto come conseguenza il fatto che molti sono di fatto redpillati, ma hanno paura di esporsi per essere etichettati come incel.

Ma in conclusione, al di là di fraintendimenti terminologici, una cosa è certa: essere incel oppure no non cambia nulla ai fini della bontà dei concetti redpill.
Un concetto valido è tale indipendentemente dalla bocca di chi lo pronuncia e non saranno certo questi viscidi tentativi di censura ad ostacolare la diffusione della redpill.


Forse ti Interessa:

Sottoscriviti
Notificami
guest
103 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Anonimo
Anonimo
1 anno fa

A mio avviso esiste anche un ulteriore tratto che connota il Redpillato, e ció vale a prescindere dal fatto che sia anche Incel oppure no: la consapevolezza che il sistema si basa su pressioni sociali volte a far sopravvalutare al singolo il valore del sesso e dell’accoppiamento affinchè costui prenda parte ad una giostra nella quale ha in realtà tutto da perdere. Perlomeno al giorno d’oggi.
Dico questo perché vedo sempre più persone che, prima ti dicono che le relazioni sono una fregatura totale e che trovare una donna per un maschio normale significa sottoporsi a sacrifici e umiliazioni e poi ti ritrovi su Tinder a sbavare dietro ogni pelo di figa.
Queste persone non possono, a mio avviso, considerarsi redpillate, perchè, o non hanno davvero capito come funziona il mondo o sono schizofreniche.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Una precisazione: così come ci sono InCel inconsapevoli di esserlo, ci sono anche non poche persone che si considerano tali (soprattutto tra i più giovani) ma che in realtà NON lo sono. Sono quelli che magari avrebbero abbastanza chance con l'altro sesso, ma a cui proprio non va di ridimensionare i propri target, talvolta perché si sopravvalutano, altre perché pur consapevoli di essere appena sopra la media proprio non accettano di abbassare l'asticella. Insomma, ci sono molti 6,5 circa che hanno occhi solo per quelle o addirittura per quellA (la "oneitis") abbondantemente di livello superiore al loro e proprio non considerano le pari livello che li vorrebbero. Insomma, quelli che "o lei, o perlomeno aspetto di incontrarne un'altra che mi piace almeno quando lei, o niente… adeguarmi ad una che stravede per me ma che non mi emoziona altrettanto mi sa di rassegnazione"). Insomma, il comportamento citato NON è un'esclusiva femminile, anche se forse è un po' più frequente tra le ragazze.

Cambiando discorso, capisco che l'espressione "incel pentito" suoni stonata, ma cmq, quando si tratta di uno stato dovuto a questioni modificabili su cui si è riusciti a lavorare con qualche risultato (che siano estetica, atteggiamenti, contesti o altro), non vedo perché non essere possibilisti riguardo ad un cambiamento della propria condizione.

Emanuele
Emanuele
1 anno fa

Red, perdona la mia curiosità, ma non sei incel perché sei riuscito a trovarti una fidanzata o perché sei diventato un volcel? 🙂

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

È triste che si sia reso necessario spiegare un concetto così elementare, ma non è una gran sorpresa. Per alcune persone il redpillato brutto è incel "uno sfigato reietto che scarica le sue frustrazioni sugli altri" il redpillato bello è "un tipo profondo, cinico e disilluso"

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

La redpill è il passato. Ora c'è la blackpill

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Sillogismo: il Redpillato non è MAI Incel.

1) Incel significa celibe “involontario”
2) il Redpillato sa che le LTR non convengono e perció le evita di proposito
3) Il Redpillato è dunque sì celibe, ma sempre volontario.

In teorie si potrebbe fare una distinzione fra chi, volendo, potrebbe accedere ad una relazione e chi, anche se volesse, non potrebbe farlo.

Ma è una distinzione di lana caprina, veramente capziosa, perché comunque il Redpillato, se è tale, evita per definizione le LTR.
Si distinguerà al limite fra chi sta sopra il 7 e, finchè è giovane, scopa occasionalmente free, e chi è sotto e, o si astiene, o si masturba, o ricorre alla prostituzione.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Chi sostiene che fare figli è un condizionamento sociale mente sapendo di mentire

MGTOW e redpillato sono cose diverse. I primi sono in un certo senso degli utili idioti a servizio di altri che neanche vengono pagati, oltre ad essere il rifugio di chi, non potendo comunque riuscire ad avere donne, non accetta la cosa ma si racconta la favola che non ne ha bisogno.
Questo secondo fattore non vuol essere a discredito di tutti i MGTOW, che sesso e contatti col femminile possono ben averli.
E' difatti il primo punto il problema per un discorso molto molto semplice che anche gli incel consapevoli devono capire: le donne si conquistano ed intendo semplicemente che tale conquista si fa a scapito di altri maschi.
MGTOW apre le porte alla conquista altrui. Conquista vuol dire sottomettere.
Spero che abbiate capito che gli MGTOW sono alla fin fine una sorta di quinta colonna involontaria.

daouda

Andy
Andy
1 anno fa

@Anonimo 7 agosto 2019 13:56
Cosa intendi per "conquistare" e "sottomettere"?

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Ho già scritto troppo perché i presupposti sono biechi. Ad ogni modo letteralmente per quanto riguarda il rapporto intramaschile perché il discorso donne, di per sè, lascia il tempo che trova.

saluti, daouda

Emanuele
Emanuele
1 anno fa

Credo di aver trovato la famigerata "guida" a cui si accenna nell'articolo:

ilmaschiobeta.wordpress.com/2019/07/29/piccolo-manuale-di-sopravvivenza-per-incel-pentiti/

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Red scusa l'off topic, ma visto che si parla di incel ogni tanto, a quando un articolo sull'importanza (vera o presunta) della dimensione dei polsi?

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Ciao come vi consigliano in molti qui lasciate perdere Ltr e matrimonio, andate con le pro.
Con una come questa solo se foste Ronaldo potreste sperare di andarci a letto.
escort-advisor.com/recensioni/3247438201

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Ho scoperto ieri questo sito e letto alcuni articoli. Sono completamente in disaccordo con ciò che viene detto ma non perché lo ritenga sbagliato, semplicemente tutto ciò che pensate delle ragazze lo penso io stessa di voi, i ragazzi,solo in maniera meno estrema, pessimista e delirante, probabilmente perché sono molto giovane e non sono poi così fissata con i rapporti sociali darmi 50.000 seghe mentali al giorno. Non ho niente contro di voi, semplicemente mi fa ridere la presentazione del sito dove l'autore afferma di avere "l'assoluta verità" quando mi sembra che non abbia capito veramente il succo del discorso: gli uomini e le donne sono 2 mondi con complessità comunicative enormi e questo sito, così come molti altri delle cosiddette "nazifemministe" (mi reputo femminista e la maggior parte di ciò che oggigiorno si professa come tale è maschilismo mascherato) ne sono la prova. In alcuni articoli dove ragazzi raccontavano di essere stati trattati malissimo dalle ragazze alcunE utenti scrivevano che era successa la stessa cosa a loro con il sesso opposto e le risposte erano del tipo "sei molto intelligente ma erano altri tempi, ora è diverso, sono rari casi, la maggior parte non è così e bla bla bla…" insomma, arrampicate sugli specchi a go a go…ad un'altra utente è stato risposto "la maggior parte delle ragazze chi sceglierebbe tra un uomo bello, ricco e stupido e uno intelligente, brutto e povero?". Beh, chi sceglierebbe la maggior parte dei ragazzi? Oppure un altro esempio: parlando degli Incel dite che nell'epoca odierna le ragazze brutte trovano comunque un ragazzo mentre i ragazzi sono costretti alla solitudine…be sono rimasta shoccata! Indovina perché?! Penso e vedo esattamente il contrario ma non ho l'arroganza di presumere che la mia sia assoluta verità e le vostre solo rarità o altro. Diverse prospettive, tutto qua.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

@ redpillatore guarda sembri una persona intelligente e vorrei usare questo post per esprimere alcune critiche alle idee espresse in questo blog (senza polemica eh, giusto per il piacere di discutere)

1 – Secondo me descrivi una situazione eccessivamente drammatica. Le dinamiche che descrivi possono essere vere in un contesto di provincia italiana ma gia in grandi citta e all'estero la situazione si ribalta parecchio. Guarda nelle grandi metropoli europee secondo me sono gli uomini ad avere piu potere sessuale in quanto le donne soffrono di piu la situazione di solitudine tipica di quelle citta'

2 – Sembra che il provarci sia una tortura, ma io l ho sempre visto come un piacere sopratutto se fatto insieme ad amici con cui si sta bene. Ovvio che bisogna quagliare ogni tanto senno' e' un gioco a perdere ma io non vedo il problema a prendere pali… che noia sarebbero le nostre serate se non ci fosse l adrenalina di approcciare le ragazze (ok anche questo piu' facile e divertente all'estero)

3 – Troppo focus sul problema della mancanza di fica in Italia, ok non si scopa perhce non parlare piu' delle possibili soluzioni? Ad esempio il trasferirsi in Est Europa. Perche' non approfondire questo punto?
Inoltre perché non dire che piu scopi e piu scopi? Non acchiappi? inizia a scoparti le cesse cosi sembri meno morto di figa e poi quelle carine arrivano…quando ero soddisfatto era MOLTO piu facile rimorchaire

P.S.
Ho notato un po' di razzismo in alcuni post… lascia perdere e meglio parlare dell analisi sologica della figa che li sei preparato

Ultron
Ultron
1 anno fa

la figa è il solo assunto quantistico presente nel nostro mondo reale, c'è e…non c'è, momenti in cui la cerchi e sembra estinta definitivamente, momenti che non ci pensi e ti appaiono davanti le ricche messi dell'Oklaoma.
Per il resto, penso ai decenni passati, la bella ragazza che passeggiava da sola o con le amiche, tutta timida e nonostante maliziosa attirando schiere di mosconi che dovevano lottare come leoni per avere un suo sguardo, e penso a quella di oggi, con il suo smartphone, il suo cane, le sue minchiate per apparire forte e decisionale, ma immagino con la tristezza nel profondo per non essere più la timida e maliziosa di un tempo.
E' un cambiamento epocale per noi, è un cambiamento epocale per loro, da gestire senza sproloqui, follie o sovrastrutture immaginarie, la redpil è essenziale in questo frangente, per non essere più degli idioti

DM
DM
1 anno fa

Ma secondo voi la redpill quanto è diffusa? Io pensavo pochissimo, ma leggendo diversi commenti sotto video di youtube "buonisti" (tipo la bellezza delle coppie miste, di lui magro lei obesa ecc…), mi sono accorto come i commenti redpillati siano decisamente i più likati. Idem su forum di rilevanza nazionale (che non nulla hanno a che fare con le tematiche qui trattate), dove discussioni su argomenti sentimentali/sessuali fanno uscire una forte componente redpill (nel pubblico maschile ovviamente, nel femminile manco a parlarne).
Ovviamente bisogna distinguere chi è un redpillato vero da chi lo è "part-time", ovvero oggi lo sono perché la mia ex mi ha mollato e odio tutte le donne, ma domani appena una me la fa annusare torno a fare il beta-zerbino. Però secondo me è più diffusa di quanto si pensi (sebbene per percentuali ancora basse sul totale, visto che bisogna togliere donne, over 50 tutti blupillati e buona parte anche dei più giovani). Voi che ne pensate?