06/08/19

Incel e Redpillato NON sono Sinonimi

 

Incel e Redpillato: il Significato


A scrivere questo articolo mi sento un po' come un insegnante di sostegno per bambini con difficoltà, ma che ci posso fare.
Sono ormai anni che ripetiamo sempre gli stessi concetti relativi alla redpill e al mondo incel, temi che ormai hanno persino avuto rilevanza mediatica internazionale, ma devo mio malgrado constatare come molti non abbiano ancora chiara la differenza tra i termini base.
Diciamolo e spieghiamolo quindi di nuovo una volta per tutte: Incel e Redpillato non sono sinonimi.
Noto che molti continuano ad usare questi termini a sproposito, risultando invero piuttosto ridicoli, e sicuramente fastidiosi, soprattutto quando il loro utilizzo viene fatto in post che vorrebbero essere critici nei confronti della tematica incel.
Come si può pretendere di avere autorevolezza in una discussione quando non si capisce neppure il significato dei termini che si usano?

Facciamo un po' di chiarezza:

Incel

E' un uomo involontariamente celibe o, per dirlo in maniera più terra terra, uno sfigato. Essere incel è una condizione che una persona subisce suo malgrado a causa della sua scarsa attrattività, che è determinata da fattori spesso difficilmente modificabili.
Non si sceglie di essere incel, non è un'ideologia o una subcultura come molti cercano di farla passare.

Vedi: Essere Incel non è un'ideologia o una subcultura

Questo è importante sottolinearlo perché si cerca continuamente di passare il messaggio che uno scelga di essere sfigato, come se ci fosse qualche vantaggio in tutto ciò. In giro per il web ho visto pure una "Guida per Incel Pentiti", che già il titolo è uno stupro alla lingua. Che cavolo vuol dire incel pentito? Mi pento di essere basso e pelato e di fare schifo alle donne? "Oh cavolo, grazie di avermi fatto capire che essere un cesso non è la soluzione ai miei problemi, ora sono pentito e da domani scelgo di essere attraente". Deliri allo stato puro.

Possiamo fare una concessione e dire al limite che un incel è uno sfigato consapevole di esserlo, mentre molti sfigati continuano per vergogna a negare agli altri e persino a se stessi la propria condizione. Questo però a mio avviso è moralmente un punto a favore degli incel, che almeno hanno la maturità di riconoscere i propri limiti, a differenza di molti cessi sfigati che vanno in giro per il web a prendere le distanze dal mondo incel ergendosi a superiori ma risultando solamente patetici.

Redpillato

E' un uomo onestamente intellettuale che cerca di guardare la realtà per quella che è e non per come gliela vogliono proporre, e ha il coraggio di accettare anche scomode verità.
Quali linee di pensiero caratterizzano una persona come "redpillato"?
In verità è un argomento dibattuto. Io posso provare a dire la mia opinione. Secondo me un redpillato, per essere tale deve essere a conoscenza delle nozioni base di psicologia evoluzionistica e comprendere che gli esseri umani prima di tutto sono animali, i cui comportamenti sono stati plasmati da millenni di evoluzione. Un redpillato deve essere in grado di comprendere che l'evoluzione ha tracciato profonde differenze tra uomini e donne, che si manifestano chiaramente nei loro comportamenti sessuali.
Per me se uno capisce il concetto di ipergamia , di valore di mercato e di conseguenza di potere sessuale, si può già benissimo definire redpillato.

Dalle due definizioni appena date appare chiaro perché gli Incel e i Redpillati non sono la stessa cosa.
Molti incel non sono per nulla redpillati (vedi l'esempio sopra dei vari sfigati stupidi che pensano che disprezzare gli incel sia una strategia valida per distrarre gli altri dal fatto che sono sfigati) e molti redpillati non sono incel, anzi talvolta hanno abbondanza di donne.

Questo blog tratta anche l'argomento incel ma non è un blog incel, è un blog redpill. E' sicuramente seguito da molti incel, ma fra i lettori ci sono anche bellocci pieni di donne, uomini sposati, donne, o molti altri ragazzi che stanno nel mezzo e hanno avuto le loro esperienze pur incontrando le classiche difficoltà di chi non ha un valore di mercato top. Io ad esempio appartengo a questo ultimo gruppo. Primo bacio a sedici anni, prima trombata a 17, prima storiella a 19. Ho avuto le mie esperienze però ho preso una caterva di pali e la vita con le donne non è mai stata facile per me. Non sono incel eppure sono redpillato.

Spesso i redpillati vengono etichettati come incel anche se non lo sono. I loro detrattori pensano di riuscire in questo modo a sminuire i concetti redpill ma è un giochetto che francamente ha stancato. Le discussioni si vincono con le argomentazioni e non cercando di alterare la realtà.



Questa subdola strategia, che fa leva sul senso di vergogna, ha poi avuto come conseguenza il fatto che molti sono di fatto redpillati, ma hanno paura di esporsi per essere etichettati come incel.
 
Ma in conclusione, al di là di fraintendimenti terminologici, una cosa è certa: essere incel oppure no non cambia nulla ai fini della bontà dei concetti redpill.
Un concetto valido è tale indipendentemente dalla bocca di chi lo pronuncia e non saranno certo questi viscidi tentativi di censura ad ostacolare la diffusione della redpill.
















103 commenti:

  1. A mio avviso esiste anche un ulteriore tratto che connota il Redpillato, e ció vale a prescindere dal fatto che sia anche Incel oppure no: la consapevolezza che il sistema si basa su pressioni sociali volte a far sopravvalutare al singolo il valore del sesso e dell’accoppiamento affinchè costui prenda parte ad una giostra nella quale ha in realtà tutto da perdere. Perlomeno al giorno d’oggi.
    Dico questo perché vedo sempre più persone che, prima ti dicono che le relazioni sono una fregatura totale e che trovare una donna per un maschio normale significa sottoporsi a sacrifici e umiliazioni e poi ti ritrovi su Tinder a sbavare dietro ogni pelo di figa.
    Queste persone non possono, a mio avviso, considerarsi redpillate, perchè, o non hanno davvero capito come funziona il mondo o sono schizofreniche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto e straquoto: un vero redpillato, una volta compreso che il sistema è concepito per danneggiarlo, facendolo partecipare ad un gioco che non vale la candela, se ne astiene.
      Il vero redpillato sa che inseguire la figa, almeno dal 6,5 in giù, è una fatica indotta dal miraggio della validazione che la società gli inculca.
      Di conseguenza, l’unico vero redpillato è il MGTOW.

      Elimina
    2. In effetti, è una cosa che ha sempre lasciato molto perplesso anche me.
      Dite che le Long Term Relations sono da evitare perché le donne vi ridurrebbero a paggetti;
      dite che sotto il 7 non è vita perché troverste solo delle cessone obese che se la tirano da qui a Timbuktu e ritorno;
      dite anche che su Tinder è peggio perché le donne sono ancora selettive, e poi...

      Poi uno vi trova tutti puntualmente a fare i morti di figa, tutti rigorosamente con account Tinder e di altre app simili, tutti a sbavare dietro qualunque creatura umanoide munita di vagina...

      Se davvero pensate quello che scrivete, siate coerenti con voi stessi: non impegnatevi MAI in Long term relations (perché poi si devono mantenere i figli) e, se non siete chad, rinunciate a prescindere alle donne, magari ripiegando sulle prostitute.

      Non sono un MGTOW ma devo riconoscere che loro sono gli unici coerenti.

      Elimina
    3. Ragazzi, avete centrato il punto.

      Molti redpillati sono in realtà dei finti redpillati, nel senso che, se a parole vivisezionano e criticano in maniera impietosa il meccanismo dei rapporti sociali, poi di fatto sono i primi ad alimentarlo.
      Non hanno probabilmente abbandonato, dentro di sè, il desiderio della famigliola del Mulino Bianco, anche se palesemente irrealistico.
      Credo che questi finti redpillati, che spesso si ergono a paladini MRA, siano mille volte più dannosi dei bluepillati.
      Stigmatizzano lo strapotere femminile e poi sono i primi a foraggiarlo.
      Vagheggiano un ritorno al patriarcato, coprendosi di ridicolo, e poi sono i primi a foraggiare il femminismo e l’ipergamia come tante scimmiette ammaestrate alla ricerca di “validazione”.
      Sono anche peggio dei PUA, che almeno rimangono coerenti con loro stessi.
      Mille volte meglio invece sono i MGTOW, che non si perdono in mille cazzate velleitarie e, piuttosto, preso atto di come è fatto il gioco, usano il cervello, si alzano dal tavolo e vanno per la loro strada.

      Elimina
    4. Ottime riflessioni. Sarei curioso di sapere cosa ne pensa il Redpillatore.

      Elimina
    5. Non sono d'accordo, l'impulso sessuale è uno dei più forti che la natura ci ha dato. Siamo a questo mondo per sopravvivere e riprodurci quindi penso sia normale che qualcuno conservi un minimo di speranza a farsi una famiglia anche se è perfettamente conscio che siamo in un'epoca in cui l'uomo medio ha poco potere contrattuale. Al limite si potrebbe discutere su quanto ci sia di fisiologico e quanto di indotto nel bisogno sessuale, ma vedere il sesso come pressione sociale e basta mi pare una forzatura.

      Elimina
    6. Beh, ma nessuno mi pare abbia negato che l’impulso sessuale sia forte.
      Ma un conto è soddisfarlo (magari con la
      masturbazione o la prostituzione), tutt’altro conto è metter su famiglia.
      Se la prima cosa è fisiologica, la seconda è indotta dalla società (perchè senza di essa si estinguerebbe).
      Ed essendo anche una fregatura totale per un uomo della nostra epoca, la redpill dovrebbe portare ad evitarla.

      Elimina
    7. Io parlo proprio di fare figli. Penso sia normale il desiderio di fare figli e farli al di fuori di una coppia è chiaramente possibile ma non è il massimo per crescerli secondo me.

      Elimina
    8. Precisamente.
      Una persona coerente e razionale sa che, a meno di essere uno strafigo, quello della ricerca di una donna è un gioco a perdere.
      Per non parlare del metter su famiglia, che è un gioco a perdere pure per i chad (la legge si applica anche a loro...).
      E allora, siccome è razionale e non masochista, evita.
      Se riesce a fare a meno del sesso, meglio per lui, se invece non ci riesce, va con le prostitute o si arrangia col “fai da te”.
      Quello che di sicuro non farà è cacciarsi scientemente in un gioco dal quale sa di uscire con le ossa rotte.
      In fondo, più che Redpill, si tratta di buon senso.
      Poi è senz’altro vero, anzi direi ovvio, che è “naturale” metter su famiglia, ma ció non significa che sia un bene.
      Come insegnava Leopardi, alla Natura non frega assolutamente nulla del benessere dell’Uomo; ha obiettivi totalmente diversi.
      Siccome peró noi siamo appunto uomini e non scimmie è giusto e doveroso che, con l’uso della ragione, ci teniamo lontani da ció che potrebbe farci del male.
      Solo questa è vera Redpill.

      Elimina
    9. Mi riferivo al post precedente e non ho visto la risposta del Redpillatore che nel frattempo è sopraggiunta.
      Onestamente dissento sul discorso figli: siamo sempre lì. La natura ci spinge a farli inducendoci a pensare che sopravviveremo attraverso di loro.
      Ma questa è una clamorosa,
      anche se antichissima, forma di bluepill.
      I figli sono persone autonome; quando si è morti, si è morti, che si abbiano mille figli oppure no.
      E non è nemmeno vero che diano necessariamente soddisfazioni, perlomeno paragonate ai sacrifici che costano.
      È un’illusione vecchia come il mondo che la vita, per avere senso, debba generare altra vita.
      Anche i topi procreano; anzi, lo fanno meglio di noi. Viceversa ci sono uomini che fanno cose grandiose senza avere figli.
      Quindi sarà anche un desiderio naturale (o normale) ma nasce da un’illusione.
      Una volta che la smascheri, anche il desiderio cessa.

      Elimina
    10. @il Redpillatore

      il desiderio istintivo/naturale riguarda l’atto sessuale in se; viceversa quello di avere figli è determinato esclusivamente dal condizionamento sociale.

      Basti pensare che gli animali, e probabilmente anche gli uomini preistorici, non sono nemmeno consapevoli del fatto che ci sia correlazione fra sesso e riproduzione.

      Un desiderio naturale (e non socialmente indotto) che abbia ad oggetto la procreazione in quanto tale, se esiste, riguarda esclusivamente le donne.

      Elimina
    11. @Il RedPillatore

      E' molto importante che tu ribadisca ancora e ancora questi concetti: la consapevolezza è qualcosa che va affinato sia a livello di individuo sia a livello di gruppo ed il tuo lavoro di comunicazione lo fa egregiamente.

      Premetto che per motivi professionali, ho sempre fatto parte del gruppo al top di LMS e, molto prima che qualcuno concepisse la Redpill, ne ho sempre sostenuto l'esistenza in quanto realtà sperimentabile ed ineludibile.

      Come già detto, anche al gruppo al top fa comodo pensare di "saperci fare" e di possedere qualcosa di soggettivamente superiore ma chi vuole capire troverà sempre la verità delle cose.

      Qualche volta mi sono chiesto se fosse corretta la tua concezione della finalità di essere RedPillato (ossia che te ne fai infine della conoscenza della realtà), che tu hai sempre sostenuto essere arbitraria, ossia lasciata alla sensibilità dell'individuo.

      Bene, anche se oggi, passati i 50 anni, posso arrivare ad essere concorde con te, vale a dire che posso lasciare a ciascuno le proprie valutazioni su come comportarsi, devo ammettere di aver cresciuto i miei figli con la Redpill, che tuttavia per loro si è obbligatoriamente orientata a MGTOW (ossia all'inutilità delle LTR).

      Ora, se mi mettessi a fare come il genitore di una volta che ti dice "fatti la fidanzata", mi sentirei di aver tradito l'esperienza che ho maturato.

      Infatti, appartenendo ad una generazione diversa, anche se posso aver personalmente accettato di essere corso dietro alla f**a con estrema soddisfazione, diventa ora necessario ai nuovi Redpillati trarre qualche conclusione ed effettuare una scelta pratica a mezzo di questa nuova consapevolezza, ossia dell'avvenuto cambiamento della società.

      E' un po' come sapere che se esci di casa è probabile che ti rapinino; alla fine hai due scelte: o non esci di casa perché non sai difenderti (scelta assimilabile alla condizione di incel) o esci di casa perché hai imparato ad aggredire i tuoi aggressori (assimilata a MGTOW). Uscire sperando che non ti capiti nulla è troppo ingenuo e rischioso (ed è assimilabile ad essere un "white knight"): tertium non datur.

      A questo punto sia l'inceldom (sebbene rappresenti una condizione passiva e deprecabile dal punto di vista della società), sia MGTOW (che incarna il concetto di autodeterminazione consapevole in una società al culmine dell'individualismo), con l'aiuto della consapevolezza Redpill (che ti motiva a canalizzare le energie su te stesso) sono entrambe una condizione evolutiva utile alla sopravvivenza sociale in questi tempi.

      Rimango quindi un tradizionalista, che crede ancora che la famiglia compatta e stabile sia condizione preferibile sia per l'individuo sia per la società, ma temo che questa ideologia cesserà giocoforza con la mia generazione.

      Elimina
    12. a) Mi sembra abbastanza evidente che, nell’uomo, il desiderio di fare figli sia indotto dalla società; in natura il maschio non si preoccupa di fare figli, il maschio SCOPA. Far nascere i piccoli e allevarli è un problema della femmina, lui non sa nemmeno di averli avuti;
      b) detto ció, mi sembra un dibattito davvero sterile; che il desiderio sia indotto dalla natura o dalla società, l’oggetto del desiderio è comunque una cosa che, qui, oggi, non ti conviene.
      c) prendi il desiderio di mangiare una torta alla crema; se sei diabetico, la torta ti FA MALE; chissenefrega allora di stabilire se questo desiderio sia “normale” oppure no, se non sei masochista è un desiderio che ti devi far passare.
      Lo stesso discorso vale per il metter su famiglia nella nostra epoca.

      Elimina
    13. @Roby

      Severo ma giusto.

      Elimina
    14. Anche io ho sempre notato questo aspetto.
      Le LTR sono controproducenti; fare figli non aggiunge significato alla tua vita; le donne alla fine vengono con te solo per convenienza e, di conseguenza, a quel punto sono meglio le prostitute.
      Sono tutte considerazioni logiche che del resto si trovano in questo come in molti altri blog a tema.
      La cosa che però stupisce è che non si arrivi alla conseguenza obbligata, e cioè che per gli uomini è meglio lasciar perdere e diventare MGTOW.
      E' come se non si volesse andare fino in fondo, affrontare al 100% il peso della, per altro ovvia, verità.
      Insomma, si preferisce una redpill annacquata: una pinkpill.
      Eppure non si tratta di considerazioni complesse, direi anzi che sono persino ovvie.
      Forse la verità è troppo dolorosa per chi ha trascorso buona parte della sua vita illudendosi e, dentro di sè, desidera illudersi ancora.
      Direi che questi redpillati sono "immaturi" nel senso che non hanno ancora il coraggio di spiccare il volo e portare il discorso fino alle estreme ma inevitabili conseguenze.

      Elimina
  2. Una precisazione: così come ci sono InCel inconsapevoli di esserlo, ci sono anche non poche persone che si considerano tali (soprattutto tra i più giovani) ma che in realtà NON lo sono. Sono quelli che magari avrebbero abbastanza chance con l'altro sesso, ma a cui proprio non va di ridimensionare i propri target, talvolta perché si sopravvalutano, altre perché pur consapevoli di essere appena sopra la media proprio non accettano di abbassare l'asticella. Insomma, ci sono molti 6,5 circa che hanno occhi solo per quelle o addirittura per quellA (la "oneitis") abbondantemente di livello superiore al loro e proprio non considerano le pari livello che li vorrebbero. Insomma, quelli che "o lei, o perlomeno aspetto di incontrarne un'altra che mi piace almeno quando lei, o niente... adeguarmi ad una che stravede per me ma che non mi emoziona altrettanto mi sa di rassegnazione"). Insomma, il comportamento citato NON è un'esclusiva femminile, anche se forse è un po' più frequente tra le ragazze.

    Cambiando discorso, capisco che l'espressione "incel pentito" suoni stonata, ma cmq, quando si tratta di uno stato dovuto a questioni modificabili su cui si è riusciti a lavorare con qualche risultato (che siano estetica, atteggiamenti, contesti o altro), non vedo perché non essere possibilisti riguardo ad un cambiamento della propria condizione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sia qui che sulla pagina Facebook continui a sottolineare che anche gli uomini selezionano oppure non si "accontentano" di una pariestetica. Continui inoltre a sostenere che nelle donne questo comportamento sarebbe "moderatamente" più frequente. Perché non segui il consiglio che un altro lettore ti ha già dato in passato, e cioè provare ad utilizzare Tinder con due account diversi (uno mashile e uno femminile) e poi torni a riferirci i risultati?

      Elimina
    2. @Emanuele: grazie del suggerimento, ma non mi va di perdere tempo. Le mie convinzioni sono frutto della mia esperienza personale e di quella che ho osservato nelle persone (non poche) che ho incontrato nella vita reale, che ammetto che forse possa essere un po' datata rispetto a quello che accade tra i ventenni o poco più di oggi. Non ho difficoltà a credere che sul web e Tinder sicuramente certe dinamiche, presenti anche nella vita reale, siano amplificate; ma penso anche che non tutto si riduca a quello e che non sia uno specchio fedele delle relazioni nella quotidianità.

      Elimina
    3. Scusa, Anonimo 16:28, ma non è che per caso si sa mai fosse che fosse hai qualche leggero deficit cognitivo?

      Fai dei distinguo di lana caprina praticamente off-topic e non afferri il sugo di concetti che non hanno certo bisogno di un blog per essere evidenziati...

      Elimina
    4. @Emanuele 6 agosto 2019 16:09
      "Sia qui che sulla pagina Facebook continui a sottolineare che..." Qual è l'articolo di Facebook e qual è il commento a cui ti riferisci? Non sono riuscito a capire... :-|

      Elimina
    5. @Andy: l'anonimo con cui mi sono confrontato è una donna che segue anche la pagina Facebook e che spesso interviene con i suoi commenti. Qui sul blog ha sempre preferito mantenere l'anonimato (credo perché preferisce che si presti attenzione a ciò che viene scritto piuttosto che a chi lo scrive) ma dallo stile è abbastanza semplice intuire di chi si tratta. Non mi riferivo ad un articolo in particolare, rimarcavo che ogni volta che vengono portati fatti a sostegno della teoria LMS da parte sua arriva sempre la stessa obiezione: anche gli uomini selezionano e non si accontentano in misura quasi uguale alle donne.
      Francamente sono un po' stufo di sentirla ripetere a mo' di disco rotto.

      Elimina
    6. @Emanuele 6 agosto 2019 18:37
      Te l'ho chiesto giusto per conferma... Ho capito chi è :-)
      Thanks

      P.S. Sono un po' stufo anch'io del solito disco rotto

      Elimina
    7. @Emanuele ed Andy: se vi da fastidio forse è perché in fondo sapete che è vera ma fate fatica ad ammetterlo ;) ...

      Cmq terrò a mente il vostro fastidio e proverò a contenermi (non sarà facile, ma tenterò O:) ...). Scusatemi, se potete.

      Elimina
    8. @Anonimo 6 agosto 2019 18:54 alias Alessandra Cresti
      Dai, almeno evita certe uscite... ti rendi ulteriormente noiosa e poco credibile.

      Elimina
    9. @Anonimo 6 agosto 2019 18:54:

      Devo fare una precisazione: non ho alcun problema ad ammettere che anche gli uomini selezionano. Quella che invece non condivido è la tua tesi secondo cui tra le donne sarebbe solo un tantino più frequente. Le donne sono molto ma molto più selettive.

      Elimina
    10. @Emanuele: che dirti, può darsi che la mia esperienza e quella delle ragazze con cui ho avuto a che fare in certi anni non sia stata rappresentativa della media e/o che nel corso di questi ultimi dieci-quindici anni certe dinamiche si siano accentuate. Pensando ai ragazzi che conosco (famiglia, conoscenti) non mi sembra così tanto come dite qui, ma forse qualcosa mi sfugge.

      Cercherò di essere meno insistente da ora in poi sull'argomento.

      Elimina
    11. @ Anonimo 6 agosto 2019 19:53: D'accordo, apprezzo la volontà di continuare a confrontarsi in maniera pacata e civile.

      Elimina
  3. Red, perdona la mia curiosità, ma non sei incel perché sei riuscito a trovarti una fidanzata o perché sei diventato un volcel? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché ho fatto un'analisi dei costi benefici e considerando il target di donna alla quale posso ambire con i miei livelli di LMS mi accorgo che è meglio da solo. Comunque mi sa che un giorno parlerò più in dettaglio della mia situazione perché vedo che continuate a chiedermelo di continuo.

      Elimina
    2. Tutto chiaro, per quanto mi riguarda non è necessario che racconti altro.
      Credo di essere un caso molto simile, ma con possibilità di scelta ancora più scarse.
      Grazie per avermi risposto ;)

      Elimina
    3. Insomma, ho capito: sei un MGTOW di ripiego

      Elimina
    4. @ Anonimo 7 agosto 2019 08:24: Non so se ti riferivi a me o al Redpillatore, ma per quanto mi riguarda non credo che si possa parlare di MGTOW, per il semplice motivo che non ho la possibilità di scegliere.

      Elimina
    5. @Emanuele

      mi riferivo al Redpillatore...

      Elimina
  4. È triste che si sia reso necessario spiegare un concetto così elementare, ma non è una gran sorpresa. Per alcune persone il redpillato brutto è incel "uno sfigato reietto che scarica le sue frustrazioni sugli altri" il redpillato bello è "un tipo profondo, cinico e disilluso"

    RispondiElimina
  5. La redpill è il passato. Ora c'è la blackpill

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti il Redpillatore dovrebbe chiarire che ora "redpill" è un termine che è stato rubato dai PUA.
      Just be confident, broooooooo!!!

      Elimina
  6. Sillogismo: il Redpillato non è MAI Incel.

    1) Incel significa celibe “involontario”
    2) il Redpillato sa che le LTR non convengono e perció le evita di proposito
    3) Il Redpillato è dunque sì celibe, ma sempre volontario.

    In teorie si potrebbe fare una distinzione fra chi, volendo, potrebbe accedere ad una relazione e chi, anche se volesse, non potrebbe farlo.

    Ma è una distinzione di lana caprina, veramente capziosa, perché comunque il Redpillato, se è tale, evita per definizione le LTR.
    Si distinguerà al limite fra chi sta sopra il 7 e, finchè è giovane, scopa occasionalmente free, e chi è sotto e, o si astiene, o si masturba, o ricorre alla prostituzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra molto come la volpe e l'uva; non ci arriva e allora dice di non esserne interessato. L'incel è involontariamente celibe per definizione, ma anche il redpill subisce gli stessi rifiuti; con l'unica differenza che è consapevole delle dinamiche del mercato

      Elimina
  7. Chi sostiene che fare figli è un condizionamento sociale mente sapendo di mentire

    MGTOW e redpillato sono cose diverse. I primi sono in un certo senso degli utili idioti a servizio di altri che neanche vengono pagati, oltre ad essere il rifugio di chi, non potendo comunque riuscire ad avere donne, non accetta la cosa ma si racconta la favola che non ne ha bisogno.
    Questo secondo fattore non vuol essere a discredito di tutti i MGTOW, che sesso e contatti col femminile possono ben averli.
    E' difatti il primo punto il problema per un discorso molto molto semplice che anche gli incel consapevoli devono capire: le donne si conquistano ed intendo semplicemente che tale conquista si fa a scapito di altri maschi.
    MGTOW apre le porte alla conquista altrui. Conquista vuol dire sottomettere.
    Spero che abbiate capito che gli MGTOW sono alla fin fine una sorta di quinta colonna involontaria.

    daouda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Redpillato è uno che ha capito, fra le altre cose, che riprodursi, per un maschio, in questa società, è decisamente sfavorevole.
      Di conseguenza, per il redpillato due sono le alternative: o è masochista e si lascia trascinare dal gioco nonostante sappia che molto probabilmente lo rovinerà, oppure è una persona intelligente e diventa MGTOW.
      Non è nemmeno vero che quest’ultimo lasci necessariamente le donne agli altri.
      Ripassiamo le basi: il MGTOW non è uno che non scopa; è uno che non si impegna in relazioni a lungo termine e non vuole figli.
      Il tuo è un discorso che puó valere solo per il MGTOW “monk”, che si astiene dal sesso in tutto e per tutto, ma esistono moltissimi MGTOW slayer (sempre che il loro livello LMS glielo consenta) che scopano a destra e a manca senza lasciare niente a nessuno.
      Utile idiota è invece chi, spinto dal desiderio di fare figli, si lascia invischiare in una LtR che sarà la sua rovina.

      Elimina
    2. Se avessi voluto fare le distinzioni che fai ( dimentichi che la maggior parte dei MGTOW stanno tra i monk e gli slayer , espungendo come ovvio dal novero gli illusi che si rifugiano in quella che chiamano "scelta" ) le avrei potute fare tranquillamente.

      Ho scritto che fare figli oggi è cosa facile?
      Ho scritto che una LTR non è rischiosa?
      Ho scritto che gli MGTOW devono lasciarsi trascinare?
      Ho scritto che scopare è la stessa cosa che avere famiglia?
      NO.

      Forse tutto è molto risolvibile. La tua misinterpretazione è nell'ultima tua frase giacché io non ho accennato agli utili idioti ma all'essere una sorta di quinta colonna.

      Di red pill ce ne sono tante caro anonimo...ma se la donna può essere bottino di guerra al maschio è riservata solo schiavitù se non morte.

      Per quanto mi riguarda non sono chiuso a nessuna ipotesi e qualunque scelta riesca o debba prendere in base alla mia forza ed alle circostanze, l'importante è la consapevolezza, l'assumersi le proprie responsabilità e non essere MAI sprovveduti.

      saluti, daouda

      Elimina
    3. @daouda

      hai una visione della realtà totalmente capovolta. Si direbbe tu venga da un altro pianeta...
      Sulla Terra, peró, nell’Occidente del XXI secolo le relazioni con l’altro sesso sono, per l’uomo, assolutamente svantaggiose.
      Leggiti uno qualunque degli articoli di questo Blog per fartene un’idea.
      Il MGTOW agisce di conseguenza e le evita (perlomeno, quelle a lungo termine).
      Egli compie peraltro anche un’azione socialmente meritevole: se tutti si comportassero così, il valore di mercato delle donne calerebbe e i rapporti sarebbero più equi.
      Al contrario, le quinte colonne del femminismo sono gli uomini zerbini che pur di “conquistare” sono pronti a fare gli scendiletto e accondiscendere a qualunque capriccio.
      Quelli sono individui socialmente pericolosi perchè mandano alle stelle il potere sessuale delle donne.
      Cosa significa poi “conquista”? Vuoi dire che, darwinianamente, se io scopo con tizia non lo farà caio e quindi saró io e non lui a trasmettere i miei geni alla prossima generazione?
      E un bel Machissenefrega non ce lo vogliamo
      mettere?
      Una persona intelligente si preoccupa vivere bene gli anni che gli sono toccati in sorte piuttosto che di riprodursi.
      Se, al contrario, qualcuno accetta di automartirizzarsi e diventare vittima di una megera al solo scopo di riprodursi, beh non lo chiamerei “conquistatore” ma piuttosto masochista.

      Elimina
    4. E' evidentemente ormai un cliché il presumere che l'altro con cui si interloquisce è un ebete che ignori la materia quando afferma cose che non rientrano nelle etichette prestabilite per inquadrare i problemi.

      Dunque:
      -ho scritto che le condizioni del rapporto di coppia od occasionale fra femmini e maschi siano uguali o vantaggiose per i maschi?
      NO.

      Quindi già parti presumendo cose inesistenti e facendo false deduzioni.
      Se il mondo fosse un sistema chiuso, il tuo discorso avrebbe senso.
      Se il femminismo non fosse nato grazie al foraggiamento maschile, forse avrebbe senso.

      E' evidente quel che scrivi su zerbini e mdf.
      Il problema è che io ho aggiunto un termine che forse ti è sfuggito appena più sù, ed è: guerra.
      E ti ripeto che di redpill ce ne sono tante, ma tante proprio.

      Tralasciando che chiunque affermi che l'umano non sia biologicamente disposto alla genitorialità è un cojone cretino, attestato che non c'è nessun obbligo al riguardo ( seda la bile ), io sto solo facendo presente che i Faggots Going On Their Way aprono le porte alla conquista altrui, e lo ripeto, non troppo delle donne.

      L'articolo precedente ha analizzato il perché i maschi giovincelli non si impegnino più di tanto, e le ragioni sono quelle ed anche altre sicuramente. Ciò non significa che sia sensato non impegnarsi.
      E' esattamente quello che volevano ottenere in realtà, semmai.

      daouda

      Elimina
    5. Quello che probabilmente ti sfugge è che i Men (che tu, insultandoli senza motivo, chiami Faggots) going on their way:
      1) non necessariamente lasciano donne ad altri, visto che possono fare sesso a loro volta, astenendosi per contro solo dalla prospettiva idiota e autolesionista della procreazione;
      2) se anche, con la loro scelta, dovessero lasciare -come sostieni- più spazio agli altri (il che puó effettivamente accadere se sono monk), di tutto ció essi si impipano altamente.
      Essendo persone intelligenti, e non scimmie pelate che corrono dietro a diktat riproduttivi, perseguono infatti esclusivamente ció che è meglio per loro (non per la natura o la specie).

      E non riprodursi è oggettivamente più vantaggioso per un individuo umano di sesso maschile nella nostra epoca.

      Quanto alle vere e proprie elucubrazioni su guerre, bottini e schiavitù, francamente non mi pare nemmeno il caso di rispondere, anche perché non ci riesco a intravvedere alcun ragionamento di senso compiuto.
      Saluti

      Elimina
    6. Non hai chiaro il concetto di comprare una donna. Stammi lontano.

      Io stavo intendendo, se mi è concessa la facoltà, il fatto(dopo) che tale postulato MGOTW (prima) dà come risultato fatale che non avrai più possibilità di riscattare te stesso. Soldi compresi ovviamente.
      E' sempre un multilevel stile Ponzi.

      Forse è meglio che ampli la categoria dei masochisti...

      daouda

      Elimina
    7. Com'era?

      https://i.redd.it/sb4uhnje6lk21.png

      https://i.redd.it/fp8um7qlyoe31.jpg

      saluti

      Elimina
    8. @daouda

      Come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribàcchi confaldina? Come antifurto, per esempio.

      In effetti devo ampliare la categoria dei masochisti: ci metteró anche quelli che cercano di trovare senso compiuto nei tuoi discorsi...

      Saluti carissimo...

      Elimina
    9. Io nun sò caro pé gnente e nun sto in vendita, nemmanco er cervello mio colle menate strumentali passive da checche camuffate che volete propagandare conto terzi.

      Manco l'hai capito perché se sò scopati er cervello delle donne creando questa situazione vé?
      Aspetta allora con calma fino a che te lo butteranno in berta, uomo intelligente.

      p.s. spero ti sia reso conto che hai ammesso di essere un masochista da te stesso.

      “Non rivendico diritti; perciò non ne devo riconoscere alcuno. Ciò che posso prendere con la forza, con la forza lo prendo; a quello che non posso ottenere con la forza non ho nessun diritto, e non mi dò arie, né mi consolo parlando dei miei imperscrutabili diritti.Non m’interessa se ho diritto o no a una data cosa, se sono autorizzato o no a fare questo o quello; quando ho il potere, diritti e autorizzazioni me li prendo da solo e non ho bisogno che me li riconosca un altro...Io dico: liberati quanto puoi e avrai fatto ciò che sta in tuo potere; infatti non è dato a tutti di superare ogni barriera, ossia, per parlare più chiaramente, non per tutti è una barriera ciò che lo è per alcuni. Perciò non preoccuparti delle barriere degli altri: è sufficiente che tu abbatta le tue“ Max Stirner


      daouda

      Elimina
    10. Hai ragione, sono stato masochista a darti retta.
      È che pensavo di avere a che fare con uno che tenta di fare un discorso razionale... chi poteva immaginare di trovarsi di fronte a un cumulo di cazzate senza costrutto messe lì a caso per fare effetto?
      Non so se tu ci sia o ci faccia, ma fai morire dal ridere.
      Davvero, manco Tognazzi.

      P.S Spero tu non ti debba mai ritrovare senza casa, con un sacco di soldi da passare a quella che ti sei “conquistato”.
      Sai, potresti anche rivalutare i MGTOW...

      Elimina
    11. Veramente sei te che avevi ragione inconsciamente su di te, non rigirare le cose.

      Hai fatto bene ad usare il condizionale. Io invece sono curioso di vedere quanti saliranno sul carrozzone quando si troverà la soluzione alla problematica che ci attenaglia.
      Non ci resta che scommettere, il futuro non dipende solo da noi giust'appunto

      daouda

      Elimina
    12. Cari tutti,

      nel mondo di oggi andare a donne e riprodursi è obiettivamente svantaggioso.
      Chi ha cervello, perció, se ne tiene alla larga.
      Chi non lo fa, o è bluepillato e si illude che sia tutto rose e fiori, oppure, se è consapevole della situazione e nonostante questo decide di farsi del male da solo, è un cretino. Da internare.
      È quello che accade nel mondo di oggi. Nel mondo di domani, chissà.
      Ve lo dice un quasi sessantenne che ne ha passate tante e viste ancora di più.
      Questa è la verità. Tutte le altre sono imbecillità.

      Elimina
    13. @daouda

      Non riesco a capire il tuo discorso, che peró mi incuriosisce.
      Potresti spiegarmi, in Italiano corrente, cosa significa “comprare una donna” e, più in generale, uno secondo te come si dovrebbe comportare?

      Elimina
    14. La prima domanda che mi fai non ha risposta. Io per me ho creato il modello LMST + D dove T è per pensiero e D per dominanza, e la separo perché permea le altre 4 lettere.
      Ad ogni modo una cosa comprata è tua e và difesa. E' un complementare del termine "conquistare" che ovviamente non intendevo con alcun richiamo alla sentimentalità o la romanticheria.
      Penso il resto si svisceri da sè.

      Uno? Puoi fare come vuoi e riscrivo: "Per quanto mi riguarda non sono chiuso a nessuna ipotesi e qualunque scelta riesca o debba prendere in base alla mia forza ed alle circostanze, l'importante è la consapevolezza, l'assumersi le proprie responsabilità e non essere MAI sprovveduti."
      Ad ogni modo oltre questo direi che la legge statuale è il problema ma qui già passiamo alla Questione Maschile e mischiare le cose prima che confusionario mi sembra una trovata strumentale conto terzi.

      ...L'unico pensiero importante comunque sia è il tuo...

      daouda

      Elimina
    15. Potresti spiegarmi meglio questo modello LMST + D?

      Elimina
    16. Non è il mio blog questo.

      Elimina
    17. Quante idiozie, Dio santissimo...
      mi ricorda la mentalità di qualche mio amico: la mentalità di “Attula flaccello d’ittio”, quello di Diego Abatantuono, per intenderci.
      Evocano infatti un uomo “seffaggio e setoloso”, come appunto il “cinghialo” di Attula...
      Una specie di ominide il cui unico scopo vitale è quello di trasmettere i propri geni alla generazione successiva, imponendosi in tal modo sui concorrenti maschili.
      In questa mentalità troglodita, in effetti, tutto viene visto come una guerra fra maschi in cui manifesti la tua dominanza in vario modo, primo fra tutti quello di accaparrarsi le donne e, ovviamente, non lasciarsele soffiare dagli altri.
      Ma è, appunto, una mentalità da ominidi, non da homines sapientes.
      È come se, siccome in natura non esistono gli antibiotici, uno si lasciasse crepare di infezione.
      L’uomo sarà anche un animale, ma un “animale razionale”, echeccazzo.
      In quanto tale, è capacissimo di ergersi al di sopra di questa marea di stronzate e imboccare la strada più logica e conveniente nel contesto in cui vive. Che oggi è, come altri hanno detto sopra, quella del MGTOW.
      La cosa davvero interessante, in tutte queste strampalate esternazioni, è l’acredine che emerge proprio verso i MGTOW.
      Chi ha optato per la strada della riproduzione, magari nobilitando l’assurdità della sua scelta con le fanfaluche di cui sopra, noterà certamente che il MGTOW vive decisamente meglio di lui, essendosi sottratto a un sistema suicida.
      E questo non gli va giù: non accettano che qualcuno viva lieto mentre loro annaspano nello stallatico.
      Insomma, invidia.
      Ecco allora che devono insultarlo, screditarlo, dargli del “finocchio”, dell’uomo debole, perchè lui, vivendo single e felice, è la dimostrazione di quanto inutili siano state le loro fatiche da pretesi maschi alfa, seffacci e setolosi.
      Come ‘o cinghialo.

      Elimina
    18. Beh è evidente che incappi in quel che critichi dovendo far percepire, tramite le lettere computate, che hai il cazzo duro a marmo. Seffaggio te, tu padre, e tu nonno a quanto pare...

      Ora fermo restando che siete voi stessi che espungendo l'intelligenza dalla LMS arabbattate tutto su quel che è di più genetico ed animaloide ( genio e genìa hanno la stessa radice e non dovrei spiegarvi io cosa fossero i genii nell'antichità ), per poi però fare i gaggi MGOTW visto che la sapete lunga, che voi non siete stati gabbati.

      Non sto qui a spiegare perché il fattore L col tempo è divenuto ben più preponderante addirittura di SM, e non sto neanche a spiegare perché il fattore T è stato abilmente espunto.
      Ergo la critica che alla fine mi fai( che parli a me oltretutto appioppandomi all'interno di una categoria collettiva che è probabilmente inesistente ) è del tutto illusoria e controproducente.
      Non che voglia dar retta alle menate sapiosessuali, ma un modello deve corrispondere alla realtà , una descrizione parziale non è reale tanto quanto la fisiologia in sè si distanzia da uno stato patologico che di certo và affrontato ma alla luce del sano funzionamento dell'organismo previamente conosciuto. La robba che vediamo lì fuori non è la realtà di per sé ma la sua totale patologia e patologizzazione.

      Riprenditi allora le tue vili accuse e se non ti rendi conto del pericolo MGOTW e di come è nata e pasciuta questa situazione, di coloro che hanno creato la situazione e un giorno la risolveranno, stai lontano da me perché anche tu sei un traditore.

      Ad ogni modo sul comprare(M) e conquistare(D) ed aggiungerei calamitare (S) l'accaparrarsi le donne non c'entra proprio nulla.
      Io semmai ho lasciato intendere forse malamente che esse sono usate nelle relazioni sociali ( beh sono si e no il 50% della popolazione ) in una guerra da cui non ci si può esimere e dinnanzi la quale non serve a nulla chiudere gli occhi o forsi i cazzi propri, perché invecchierai anche tu e perché già ora , MGOTW, rispetti lo schema credendoti sveglio.
      Ma appunto tu dici che è modalità da trogloditi...ma parliamo di gente che ha già prefigurato le mosse della massa, perché se non sbaglio sta robba è data in pasto ai plebei principalmente e chi se la può permettere, avendo grande appeal secondo la teoria, è portato a farsi i cazzi suoi rinomato come vincente, quando ciò gli è solo permesso come regalo per rimane cane docile che non intacchi il meccanismo ( ma almeno questi vincenti "risvegliati" non si creano etichette, sono essi fautori di sè ).

      Se tutto questo ti pare frutto di menti troglodite, beh, stai a pezzi.


      daouda

      Elimina
    19. Deh, meschino, tu fai l’uso di favella sì ricercato e sapienziale sol per farti un gran segone e apparir men demenziale!

      Complimenti, davvero, non ho mai visto nessuno capace di dire simili scemenze, cercando di colmare il vuoto pneumatico concettuale con termini aulici e sintassi messa lì a cazzo a creare quella sensazione di mistero che fa’ tanto guru de sta cippa.

      Volendo prenderti sul serio -ma è proprio uno sforzo sovraumano- rispetto a tutte le minchiate che hai scritto, si puó dire che
      1) LMS D e tutte le altre favolose consonanti qui non c’entrano nulla. Nessuno si è messo a sindacare in merito a quali siano le caratteristiche che attraggono una donna
      2)nemmeno c’entrano gli oscuri complotti che sembri adombrare: quali che ne siano le cause, questa è la realtà in cui viviamo, ed in questa realtà si dà il cado che riprodursi sia stupido e controproducente per un maschio. Ergo, se la mia reazione al sistema (cioè quella di diventare MGTOW) compiace qualche eminenza grigia oppure no, la cosa non mi riguarda: basta che renda felice me.
      3)la guerra esiste solo nella testa tua e degli altri Attila flaccellodittio che pensano di essere chiamati a fare i maschi alpha e poi finiscono malamente umiliati da una stronza, subissati di debiti e privati oltretutto da qualche Giudice del diritto di frequentare i figli...
      4) qua, infatti, il punto è sopravvivere nel modo migliore possibile: il MGTOW prende il meglio della vita (sesso compreso) senza sobbarcarsi di inutili responsabilità.
      5) chi al contrario si martirizza per seguire ancestrali istinti, ignorando oltretutto che scopo di chi glieli ha istillati, la Natura, non era quello di renderlo felice, non è un vincente, è un cojone.

      Elimina
    20. In realtà il problema non è tanto e solo di tipo legale, ma ben più profondo e radicale.
      Per quale motivo, ditemi, io dovrei mai fare figli?
      Perchè così trasmetterò i miei geni? Ma sai quanto me ne frega? Che li trasmetta o meno invecchierò e morirò ugualmente.
      Posto che la società ti spinge a riprodurti, e lo fa per il semplice fatto che altrimenti si estinguerebbe, a me, individuo, dell’essermi riprodotto, che me ne viene?
      Si potrebbe dire che da vecchio avrei qualcuno ad occuparsi di me, ma non mi convince...
      Intanto, perché bisogna vedere se l’ipotizzato vantaggio vale i sacrifici del metter su famiglia.
      E poi, moltissimi sono i genitori anziani che vivono e muoiono in solitudine, pur avendo magari figli e nipoti.
      La stragrande maggioranza dei ricoverati in case di riposo hanno avuto una progenie, la quale non ha saputo far meglio che rinchiuderli.
      Per non citare quello che accade nel nord Europa, modello cui somigliamo sempre più...
      Quindi, davvero, non riesco a cogliere il senso della riproduzione.
      Gli animali, che ovviamente non hanno la nostra capacità di ragionamento, non ci arrivano e agiscono secondo istinto.
      Noi che però siamo umani, e possiamo cogliere il senso e l’utilità delle nostre azioni, perché non dovremmo farlo.
      Comunque la si rigiri, il MGTOW è l’unica risposta.
      Se le donne vogliono un figlio, che ricorrano all’inseminazione artificiale; non vedo perché io, homo sapiens di sesso maschile, dovrei farmi carico dei bisogni biologici loro o delle esigenze della società...

      Elimina
    21. Allora.

      Cercherò di stare tranquillo ( anche se mi hanno insegnato che morì inculato ) ma di per sè accetto quel che mi scrivi perché io non so scrivere, perdo in sintassi e grammatica e provo a simulare il parlato, fermo restando che internet nelle sue modalità commentarie è prono al non favorire la dialogicità di qualsivoglia confronto.

      Se ti è piaciuta sta solfa fattece na pippa sopra allora, se te costa troppo andà a travelli, schifoso.

      Scritto ciò, se l'accusa de fasse le zaganelle è reciproca, e se infondo se le famo tutti e due, che io sia od appia demenziale è proprio quel che voglio.
      Che tu scriva a me che io camuffi per non apparir tale, quando è per incapacità manifesta e per mia non volontà, apparir comprensibile non mi interessa, non posso che rispedire a te ed alla tua vanità che permea a cazzo duro ( supposto ) il tuo scrivere.

      Forse che tu non abbia colto la realtà scrivendo di sovra-umanità? Alché però dipende, perché se fossi un copione come Nietzsche col suo poppante in larga scala, beh, allora non ci intederemo mai, sovra-umano è tale proprio quando non Lo sai, morte che non rende il ni-ente.

      ma rispondo dopo a te vecchia sòla, e passo oltre al buon Martino:

      Beh Martì se i tuoi avi avessero pensato così, dove sarebbe la scocca di chi scrive qui?
      Ma non che la tua disamina non sia chiara, cogente e reale.
      NESSUN MOTIVO PER FAR COSI'...MA NEANCHE NESSUNO MOTIVO PER NON FARLO!
      Se uno è consapevole, se è in forze , sà assumersi le sue responsabilità ed è uno scaltro ed avveduto e non un poraccio, non c'è etichetta, nonc'è strada , non c'è visione che non possa aprirsi anche a 50 anni.
      NOn c'entra niente che da vecchio qualcuno badi a te. Il welfare state è stato implementato e poi smantellato ( ed aspettatevi di peggio , pensione di certo non ci sarà ) proprio per discarnare la solidarietà familiare e sociale fra la gente.
      Che te regalano le cose perché uno fà la guerra per i diritti? A SCEMI!

      Tutto quel che descrivi è vero. E' deludente prima che triste.

      Infatti non c'entra nulla la riproduzione ed il sesso di per sè, c'entra che uno debba assumere un dettame eterodiretto.

      Ti hanno detto che è l'unica risposta!
      Come un giorno, quando si risolverà questa situazione, quando l'ipergamia calerà, quando non solo l'aspetto sarà fondamentale, tutto ciò sarà a fagiolo per altre disamine , altre oppressioni.

      Combattiamo per il futuro, siamo formiche di merda per loro.

      daouda

      Elimina
    22. Beh, non è vero che non ci sia nessun motivo per non fare figli... è un atto che ti puó esporre, e non in pochi casi, a gravi conseguenze, patrimoniali e personali.
      Un mio amico, quando divorzió e non potè vedere più i suoi figli stava per impazzire... e come lui ce ne sono tanti.
      Comunque, anche al di là del problema legale, mettere al mondo e crescere un pischello è una bella impresa.
      E poiché, come dicevo, alla fine non ti dà nulla, è un’impresa vana.
      Non mi va di fare la marionetta della Natura e sacrificarmi solo perchè lei ha l’esigenza di perpetuare la specie.
      Dici il vero quando affermi che se i miei avi avessero ragionato così ora io non esisterei... ma, onestamente, non me ne frega nulla.
      Io ragiono per me. E non faccio nulla se non ne trovo una ragione.
      Ti sembrerà egoista, ma tutti lo siamo, nel senso che tutti perseguiamo il nostro interesse e nessuno fa niente per niente. Mai. Manco li santi.
      Solo che alcuni credono che fare certe cose sia nel loro interesse quando, invece, si stanno solo facendo del male.
      Ed è per questo che, te lo dico sinceramente daouda, io non combatto per il futuro. Anzi, direi che non me ne puó fregà de meno, del futuro.
      Io penso al mio presente, che già quello basta e avanza.
      E vado per la mia strada: mangio, bevo, dormo, scopo (gratis o a pagamento) e cerco di vivere al meglio. Poi sicuramente invecchieró, mi ammaleró e creperó. Come tutti.
      Ma allo stronzo che troverà il mio cadavere mummificato non resterà manco l’oro dei miei denti. Perchè avró vissuto intensamente e speso ogni centesimo per me stesso. Il futuro non è una cosa che appartiene a me ma chi verrà e, onestamente, son cazzi loro.

      Elimina
    23. Volevo rispondere a Marco ma mi impegno con Martino, bentrovato.

      Tutto ti espone a gravi conseguenze, soprattutto se non sei leccaculo, infame e merda.
      Il futuro no è nelle nostre mani...domani crepo torturato? Incidente mortale? Overdose? Infarto?
      Bah.

      Ma io ho scritto che , lasciando il futuro dov'è, la cui imprescrutabilità è poi la cosa interessante in fin dei conti, chi si prepara ed è consapevole, chi coltiva sé stesso e sà leggere le situazioni, và a testa alta ed è avveduto dunque, può fare come vuole o come può, margine neanche troppo distante che denoterebbe poco realismo.
      Ecco perché mi incazzo ( a buffo ).

      Sulla "Natura" non mi esprimo ma sto Lei è del tutto insensato.

      Il discorso che tu ragioni per te ha un senso invece un po' limitato.
      I tuoi comportamenti e comunicazioni, un giorno o l'altro arriveranno anche a me, di certo oggi oerlomeno tramite il digital telematico virtualistico ossia internet.
      Arriva.
      Guarda, non parlare a me di "egoismo" perché sono la persona sbagliata con cui esporsi su questo argomento.
      E come ho scritto prima sulla "Natura" non voglio esprimermi, cose più legate di quanto sembri.

      Il discorso mio è molto più semplice caro Martino. Il tuo futuro, se non combatti, sarà una merda.
      E ti conviene vedere, perché non rimani giovane per sempre.
      Tutto totalmente egoistico.
      Vogliono levarvi ancora una volta dal gioco.
      Te piace pijallo ar culo Martì? Ancora?

      Come devo leggere la tua speranza di intensità se ora già non sei intenso?

      daouda

      Elimina
    24. Il mio futuro sarà una merda se lascio cannibalizzare le mie finanze da una stronza, anziché spenderle per me stesso.
      È quello che accade ogni giorno a chi si lascia sedurre dalla società e dalla natura che gli suggeriscono di “‘metter su famiglia”.
      Siamo pupazzi, dauda, che si muovono in un teatrino di cartapesta.
      E a tenerci i fili è la Natura (o la società, fa lo stesso) che ci muove per scopi che non sono i nostri.
      Un po’ come i cervi stanno a darsi craniate tremende, magari qualcuno ci resta pure, o come i ragni maschi, che si fanno divorare dalla femmina.
      E tutto perchè? Perchè la natura vuole che si riproducano
      Ma i cervi, e i ragni, non lo sanno mica che stanno agendo per conto si sta’ baldracca, credono che quello che fanno sia una cosa seria. O non credono niente.
      Noi, invece, abbiamo la capacità di capire che quello in cui ci troviamo è appunto un teatrino di cartapesta e non c’è nulla di davvero sensato -per i nostri interesi- nella recita quotidiana di chi corre dietro alla figa, si riproduce e si fa sfruttare.
      Vedi, daouda, io non ce la faccio ad illudermi che la “famiglia” sia una cosa che davvero darà senso alla mia vita. Perchè so che è una cazzata. Io mi sono accorto che il cielo sopra di noi è di cartapesta e la gran puttana della Natura (Leopardi la chiamava matrigna ma io son più scurrile) ci usa per i suoi scopi.
      Per questo, neanche se volessi, riuscirei a prendere parte al gioco, perchè ormai so che è tutta una pagliacciata.

      Elimina
    25. x Martino:
      Il tuo futuro sarà una merda perché altri faranno molti figli e tu nessuno. Il welfare non durerà all'infinito zio, tienilo a mente.
      Con ciò io non ho voluto far intendere questo: "se lascio cannibalizzare le mie finanze da una stronza, anziché spenderle per me stesso.È quello che accade ogni giorno a chi si lascia sedurre dalla società e dalla natura che gli suggeriscono di metter su famiglia" perché questa è evidentemente una scelta e lungimiranza da persona sana.
      Ho scritto semmai che se uno è forte e si coltiva per sé, è consapevole (red pill varie che và di moda) ed è avveduto niente gli impedisce di accasarsi a 45 anni, niente gli impedisce di fare 7 figli entro i 35.Dunque io sostengo le tue constatazioni, ma noto 2 cose:
      a) i faggots hanno la soluzione, sono categorici, in definitiva hanno un approccio da ritardati
      b) i faggots alla luce della TREMENDA SITUAZIONE, la daranno vinta al resto

      Se i FGTOW volessero divenire davvero MGTOW creerebbero una militanza comunitaria o diverrebbero monaci reali ( poco importa di che religione siano )ma alla fine potrebbero essere semplicemente quel che sono.c) che è questo: le femmine sono quel che sono e mi piacciono proprio per questo, sia se non me la diano che se io non la voglia.
      Il discorso Natura ( sempre con la maiuscola, và di moda questo concetto e non mi riferisco a te) è risibile.L'umano è appunto una via di mezzo, a parlar simbolicamente, fra un angelo ed un animale.Tralasciando il fatto che questo termine ha dei risvolti completamente opposti se usato in senso filosofico, giurisprudenzial/morale, geo-ambientale, vitalistico, io avevo ben scritto che NON c'è OBBLIGO.Ma ugualmente non c'è OBBLIGO al contrario. Poi se je dice bene ad uno che la moglie ed i figli sò bravi e non hanno problemi, si sparla sul caso, sul culo, sulla fortuna,sull'infamia, discorsi che solo i piagnoni possono tirare fuori.La "Natura" non usa nessuno per un motivo banale, non ha personalità.
      L'ho scritto che uno deve fare le cose per sè.E foss'anche la famiglia fosse perfetta, foss'anche che noi non si sia in una situazione di merda come oggi, questa o comunque sia la propria moglie/compagna NON basterebbe uguale a dar senso alla vita quindi addure questa motivazione è del tutto superfluo, che varrebbe lo stesso.

      x Marcus:

      A zi il fatto è che sono proprio andicapace a scrivere. Rilassati.
      Complimenti anche a te per il masochismo, club in ascesa a quanto pare. Stay tuned!

      1) il TUO punto 1 è inerente a questo blog. Io sostengo che anche l'intelligenza ( non la cultura ) gioca un ruolo nell'attrazione.Ugualmente affermo che la dominanza permea quelle quattro lettere che riportavo. Scusa se siamo su un blog che usa questi riferimenti...
      2) c'entrano per un motivo molto semplice. Ad ogni modo lungi da me complottismo o mainstream, ufficialità ed undegroundismo. Il motivo è questo: la scelta FGTOW è quella sperata e voluta. Sò che viviamo dove viviamo, ma il tuo assolutismo non tiene conto della complessità oltre al fatto che non è per definizione sempre così e nemmeno è indicabile a tutti come se lo potessero tutti oltretutto.Per il resto non sarai mai un atomo monadico ininfluenzabile.
      3)il tuo punto 3 presume che io ragioni in questo modo. Ma è inutile spiegarti che la dominanza non è la stronzaggine né la violenza. Ora lo scrivo apposta, perché sò che tale distinguo è basilare ma non comprendo perché io dovrei darti attenuanti mentre a me paghi la moneta che dai ad ogni bluepillato. Gioco forza devo dirti che se rimani al concetto di alpha stai a pezzi e che tale distinguo forse neanche lo riesci a fare davvero.
      4) sopravvivere nel modo migliore? Pensavo vivere.
      5) va bene, ciao

      daouda

      Elimina
  8. @Anonimo 7 agosto 2019 13:56
    Cosa intendi per "conquistare" e "sottomettere"?

    RispondiElimina
  9. Ho già scritto troppo perché i presupposti sono biechi. Ad ogni modo letteralmente per quanto riguarda il rapporto intramaschile perché il discorso donne, di per sè, lascia il tempo che trova.

    saluti, daouda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Anonimo 7 agosto 2019 14:38
      Ehh?? Cos'è, la supercazzola? :-)

      Elimina
    2. regolareeeeee

      daouda

      Elimina
  10. Credo di aver trovato la famigerata "guida" a cui si accenna nell'articolo:

    https://ilmaschiobeta.wordpress.com/2019/07/29/piccolo-manuale-di-sopravvivenza-per-incel-pentiti/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah beh se è quella tana di ritardo la fonte allora è tutto chiaro.
      Capiranno mai qualcosa o un qualche discorso complesso e analitico quei subumani prima di crepare e di mettere fine alla loro esperienza in questo triste mondo oppure è veramente vana ogni speranza?

      Elimina
    2. Ho provato a leggere l'articolo che hai linkato e ho capito una cosa: le scie chimiche esistono veramente... e se le è respirate tutte l'autore!! :-)

      Elimina
    3. Qualche ora fa l'ho letto tutto con attenzione e ho anche lasciato un commento.
      Vedremo se c'è la possibilità di confrontarsi.

      Elimina
    4. @Emanuele 8 agosto 2019 16:04
      Già solo il fatto che l'autore definisca quella degli Incel un’ideologia, denota che, oltre ad essere ignorante, è pure un co***one. Una persona con un minimo di cervello e di buon senso, prima di scrivere cose sul web, si documenta adeguatamente, onde evitare di diffondere cazzate e di fare figure di m**da. Poi, se fa figure di m**a, ma non causa danni, potrebbero anche essere solamente affari suoi. Quando, però, fornisce una visione falsa della realtà mettendo così gratuitamente in cattiva luce delle persone, allora la cosa non va affatto bene.

      Lasciamo poi perdere il mare magnum di idiozie, banalità, luoghi comuni che scrive e lo stile inutilmente prolisso e stucchevole con cui lo fa...

      Ammiro il tuo tentativo di confronto, ma dubito che ne avrai risposte sensate.

      Elimina
  11. Red scusa l'off topic, ma visto che si parla di incel ogni tanto, a quando un articolo sull'importanza (vera o presunta) della dimensione dei polsi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami, ma la dimensione dei polsi uno se la può attaccare al cazzo onestamente. No, dico sul serio. Io ho i polsi sottili, ma ho fatto un botto di palestra negli anni.. ero arrivato ad avere una circonferenza di braccio di 38 - 39 cm, con un polso da mezza sega. I longilinei se curano l'alimentazione e l'allenamento possono arrivare ad avere un ottimo fisico, di gran lunga superiore ai tozzi con i polsoni grossi.
      Più che i polsi, io mi preoccuperei di altro onestamente: postura, muscolatura, denti, capelli e altri difettucci (ognuno conosce i suoi).
      An dimenticavo :) fanculo alla genetica! Nella mia famiglia hanno tutti i polsi grossi, avambracci sviluppati e polpacci a diamante. Io sono nato come un secco del cazzo, ma devo dire che grazie ad allenamento costante, tanto sport e dieta sana ho costruito un ottimo fisico. Dai 21 ai 27 anni ero veramente al top, certo con i miei alti e bassi. Ora sono arrivato alla soglia dei 30 con ancora un bel fisichetto ;)

      Roger

      Elimina
  12. Ciao come vi consigliano in molti qui lasciate perdere Ltr e matrimonio, andate con le pro.
    Con una come questa solo se foste Ronaldo potreste sperare di andarci a letto.
    https://www.escort-advisor.com/recensioni/3247438201

    RispondiElimina
  13. Ho scoperto ieri questo sito e letto alcuni articoli. Sono completamente in disaccordo con ciò che viene detto ma non perché lo ritenga sbagliato, semplicemente tutto ciò che pensate delle ragazze lo penso io stessa di voi, i ragazzi,solo in maniera meno estrema, pessimista e delirante, probabilmente perché sono molto giovane e non sono poi così fissata con i rapporti sociali darmi 50.000 seghe mentali al giorno. Non ho niente contro di voi, semplicemente mi fa ridere la presentazione del sito dove l'autore afferma di avere "l'assoluta verità" quando mi sembra che non abbia capito veramente il succo del discorso: gli uomini e le donne sono 2 mondi con complessità comunicative enormi e questo sito, così come molti altri delle cosiddette "nazifemministe" (mi reputo femminista e la maggior parte di ciò che oggigiorno si professa come tale è maschilismo mascherato) ne sono la prova. In alcuni articoli dove ragazzi raccontavano di essere stati trattati malissimo dalle ragazze alcunE utenti scrivevano che era successa la stessa cosa a loro con il sesso opposto e le risposte erano del tipo "sei molto intelligente ma erano altri tempi, ora è diverso, sono rari casi, la maggior parte non è così e bla bla bla..." insomma, arrampicate sugli specchi a go a go...ad un'altra utente è stato risposto "la maggior parte delle ragazze chi sceglierebbe tra un uomo bello, ricco e stupido e uno intelligente, brutto e povero?". Beh, chi sceglierebbe la maggior parte dei ragazzi? Oppure un altro esempio: parlando degli Incel dite che nell'epoca odierna le ragazze brutte trovano comunque un ragazzo mentre i ragazzi sono costretti alla solitudine...be sono rimasta shoccata! Indovina perché?! Penso e vedo esattamente il contrario ma non ho l'arroganza di presumere che la mia sia assoluta verità e le vostre solo rarità o altro. Diverse prospettive, tutto qua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "parlando degli Incel dite che nell'epoca odierna le ragazze brutte trovano comunque un ragazzo mentre i ragazzi sono costretti alla solitudine...be sono rimasta shoccata! Indovina perché?! Penso e vedo esattamente il contrario"

      Ti do lo stesso consiglio che è stato dato ad altre donne che hanno mosso la stessa obiezione: scarica ed installa sul tuo smartphone "Tinder", poi crea un profilo mettendo le foto della donna più brutta che riesci a trovare online. Fatto questo prova a creare un nuovo account, stavolta maschile, e carica le foto di un uomo che ti sembra esteticamente nella norma. Attendi qualche ora, poi prova a confrontare quanti match e messaggi hanno avuto i due profili.

      Elimina
    2. @Anonimo 16 agosto 2019 13:38
      "...la presentazione del sito dove l'autore afferma di avere "l'assoluta verità"..." Probabilmente mi è sfuggito, mi linki l'articolo preciso?

      Elimina
    3. Guarda, io sono molto giovane e i miei coetanei (quelli che conosco io, che non sono nemmeno tantissimi) non usano Tinder, bensì social network oppure escono direttamente. Tra l'altro, perdona la mia ignoranza ma le dating apps non servono per arrivare al "dunque"? Io mi riferisco a relazioni serie nel mio esempio.
      Per link di presentazione non intendo un articolo ma la pagina web del sito dove spiega chi è e che cosa fa.

      Elimina
    4. @Anonimo 16 agosto 2019 15:51
      Appunto, no ho trovato quello che hai riportato tu. Sicura di aver letto bene? Ho qualche dubbio a riguardo...

      Elimina
    5. @Anonimo 16 agosto 2019 15:51
      Tagliamo corto: tu hai letto questo "...ti renderai conto che non c'è alcuna presunzione da parte dell'autore di essere il depositario di verità assolute e indiscutibili" ma hai capito l'esatto contrario. Ergo: prima impara a leggere e a capire ciò che hai letto, poi, magari, esterna le tue considerazioni.

      Elimina
    6. Hai ragione! Chiedo venia, c'era un "non" che ho saltato causa assenza degli occhiali da vista, mi dispiace. In effetti mi sembravano strani questi toni di onniscienza; comunque rimango del mio parere.

      Elimina
    7. Ad esempio, leggo spesso in questo sito che "le donne brutte se la tirano tantissimo",bene io sono una di queste donne "cesse" di cui spesso parlate. Sono un po' all'antica e non concepisco assolutamente le dinamiche degli incontri casuali e Tinder, nemmeno se me lo chiedesse il belloccio di turno. Perché avere qualcosa di intimo con uno sconosciuto mi disgusta parecchio, non so che malattie possa avere, che INTENZIONI possa fare o se ha in mente pratiche sessuali non convenzionali ecc... insomma c'è paura e disagio allo stesso tempo, ovviamente non giudico le scelte degli altri ma sono liberissima di vivere come voglio. E il ragazzo bruttino ma molto più carino di me che mi scrive in chat da settimane e che poi dimostra che il suo unico scopo è il "dunque" mi offende sì, perché magari si è convinti che gli piacessi come persona, come carattere, sensibilità...e invece ci si sente trattati come delle macchine da riproduzione o come degli oggetti. Invece, da quello che ho capito, al ragazzo fa male il mio rifiuto, perché la copulazione era uno dei suoi desideri e si sente punito o rifiutato per questo, come se gli stessero negando il fatto di essere uomo, giusto? E io che son cessa me la sto tirando perché secondo lui se fosse stato un gran figo io non avrei fatto tante storie...

      Elimina
    8. @Anonimo 16 agosto 2019 16:53
      Hai mai preso in considerazione anche i ragazzi tuoi pariestetici?

      Elimina
    9. In che senso? Ho fatto l'esempio di un ragazzo leggermente più carino di me ma comunque brutto per spiegare l'esempio delle "ragazze brutte che se la tirano". Sinceramente non so nemmeno come sarebbe un mio pariestetico.

      Elimina
    10. @Anonimo 16 agosto 2019 17:47

      “...E il ragazzo bruttino ma molto più carino di me… “

      “...di un ragazzo leggermente più carino… “

      Ma scrivi con cognizione oppure no? Deciditi...

      Elimina
    11. Ma aiuto xD...non sto descrivendo una esperienza che è successa realmente, è per fare un esempio accidenti, un esempio dei vostri e parlo di un ipotetico ragazzo più brutto comunque più carino di me, leggermente o molto di più decidilo te, non credo che cambi molto il mio esempio. So di essere brutta, quanto non ne ho idea e sinceramente non mi interessa, non sono così fissata con i parametri estetici.

      Elimina
    12. *un ragazzo brutto

      Elimina
    13. @Anonima: il fatto è che qui a mio parere, pur affermando dinamiche che hanno cmq un fondamento, c'è la tendenza a vedere le relazioni in maniera un po' troppo schematica e semplicistica. Da molti qui il rifiuto (in particolare quello di una donna verso l'uomo) viene visto come il segnale inequivocabile che chi lo impartisce pensa di meritarsi di più e di poter aspirare a meglio. Non è da escludere che forse questa sia la maggioranza dei casi, ma ci sono anche situazioni in cui chi respinge lo fa perché si sente inadeguato, perché ha paura di essere sedotto ed abbandonato o per altre ragioni che niente hanno a che fare con il sentirsi migliori di chi viene scartato. Però c'è chi fatica a ritenerlo possibile...

      Elimina
    14. "Però c'è chi fatica a ritenerlo possibile..."

      No, semplicemente ritengo che si tratti di una percentuale irrisoria rispetto al totale.

      "Tra l'altro, perdona la mia ignoranza ma le dating apps non servono per arrivare al "dunque"? Io mi riferisco a relazioni serie nel mio esempio"

      Sì, ma il fatto di desiderare qualcuno non esclude la possibilità di una relazione sentimentale. Ho conosciuto coppie che si sono formate in seguito a quella che doveva essere solo un'avventura come tante altre.

      Elimina
    15. @Anonimo 17 agosto 2019 00:08
      “il fatto è che qui a mio parere, pur affermando dinamiche che hanno cmq un fondamento, c'è la tendenza a vedere le relazioni in maniera un po' troppo schematica e semplicistica”
      Appunto, è un tuo parere. Lecito, ci mancherebbe, ma pur sempre un tuo parere.

      “Non è da escludere che forse questa sia la maggioranza dei casi”
      Infatti, togli pure il “forse”. A parte le innumerevoli testimonianze qui nel Blog e in tutto il web riguardo la pretenziosità delle donne al giorno d’oggi, basta fare l’esperimento dei due profili con Tinder o una qualsiasi app, chat, cazz, mazz, ecc.... Anche Emanuele lo ha ribadito per l’ennesima volta.

      “ma ci sono anche situazioni in cui chi respinge lo fa perché si sente inadeguato, perché ha paura di essere sedotto ed abbandonato o per altre ragioni che niente hanno a che fare con il sentirsi migliori di chi viene scartato”
      Io non lo nego affatto, il Redpillatore idem, e così penso anche la maggior parte degli utenti del Blog.

      “Però c'è chi fatica a ritenerlo possibile”
      E se anche fosse? Qual è il problema? A te cosa cambia se qualcuno non lo ritiene possibile?
      Ciò oltretutto non nega la tesi (e la realtà dei fatti) dell’attuale pretenziosità femminile.
      Ma poi… è così necessario ribadire ancora e ancora e ancora che non tutte le donne hanno gli stessi parametri di valutazione? Ok, chi ha voluto lo ha accettato, chi non ha voluto non lo ha accettato... ora però basta.

      Elimina
    16. Rispondo alla ragazza che sta scrivendo,
      sono la donna che ha scritto alcuni giorni fa raccontando come fosse stata trattata male da ragazza da tizi assai più brutti di lei.
      Io da ragazza non sapevo una verità semplicissima. Le persone oneste sono pochissime. La realtà è molto triste e nella vita occorre molta fortuna. La maggior parte della gente (sia uomini che donne) non è in cerca di un legame autentico con un'altra persona ma vuole solo soddisfare i propri egoistici bisogni (sesso, più importante per i maschi, validazione sociale, importante per entrambi, appoggio morale e materiale, più importante per le femmine). L'uomo (a parte i pochi che cercano una compagna di vita) cerca sesso e validazione sociale. Se la donna è bella fornisce entrambi e quindi ha un valore maggiore. In tal caso l'uomo è disposto a impegnarsi in Ltr. Se è brutta può fornire solo sesso. Quindi le verrà proposta relazione brevissima su Tinder ecc.
      La donna cerca principalmente appoggio e validazione sociale. Se l'uomo è bello, ricco e di buon carattere, la donna desidererà talmente tanto una relazione con lui che sarà disposta a fornirgli subito il sesso nella speranza di costruire con lui una ltr. Ci riuscirà solo se è bella abbastanza.
      La donna brutta ha successo solo se disponibile a relazioni di puro sesso. Ma è un successo effimero e che la svaluterà sempre di più agli occhi di potenziali compagni per la vita.

      Elimina
    17. Che fare se si cerca un compagno di vita? Avere occhi ben aperti. Non basta che sia pariestetico o anche meno perché gli si offra sufficiente validazione sociale, perché tutti nella nostra società hanno standard altissimi, credono di meritarsi il massimo dalla vita (e non sanno di essere solo carne da cannone). Bisogna cercare con calma, con contatti reali e non su Internet. Mai affezionarsi finché non si è sicuri. Ed è la cosa più difficile perché si tende ad illudersi. Ricordare che uno su cento è una brava persona (vale per entrambi i sessi). Aspettare col sesso finché non si è sicuri. Insomma i consigli della nonna sono i più validi. Anche adesso. Le cose vanno selvaggiamente. Bisogna trovare le pochissime persone diverse.
      Occhio a chi si atteggia a diverso e non lo è. Sono i peggiori.

      Elimina
    18. @Alessandra

      'sta cosa del sesso solo con chi 'merita' ha portato tanti brutti caratteri ed è propagandata dalla chiesa cattolica tra gli altri: se la dai solo a un potenziale marito muori vergine o peggio (ingannata dall'illusionista più bravo dei precedenti)

      il sexo è importante: sul resto si può negoziare ma se a letto va male le corna sono già prenotate, quindi meno menate e al massimo lo mandi affanculo dopo la prima prova; che non significa scopare con chiunque ma nemmeno arrivare pura all'anello con diamante (vedi corna di prima)

      questa storia delle brutte per il sesso funzionerà tra bifolchi ma sopra il QI di 100 se uno s'accoppia con una donna poco attraente alla vista (o semplicemente poco appariscente) è perchè essa ha altre doti... per esempio potrebbe essere spiritosa (ci sono più donne da 9 estetico che donne spiritose), avere un buon odore, una bella pelle, essere elegante, avere delle buone maniere, essere gentile E colta... e magari tutte queste cose insieme; t'è venuto in mente?
      Non ho nemmeno menzionato classe, fascino e personalità perchè nella circostanza è inutile.

      Ultima considerazione, statistica: se le persone diverse sono pochissime si estingueranno molto presto. Condoglianze.

      Elimina
    19. Secondo me Alessandra e la ragazza che ha commentato in anonimo hanno scritto cose condivisibili, dimostrano una certa analisi di base che difficilmente si riscontra nel genere femminile. Complimenti

      Elimina
  14. @ redpillatore guarda sembri una persona intelligente e vorrei usare questo post per esprimere alcune critiche alle idee espresse in questo blog (senza polemica eh, giusto per il piacere di discutere)

    1 - Secondo me descrivi una situazione eccessivamente drammatica. Le dinamiche che descrivi possono essere vere in un contesto di provincia italiana ma gia in grandi citta e all'estero la situazione si ribalta parecchio. Guarda nelle grandi metropoli europee secondo me sono gli uomini ad avere piu potere sessuale in quanto le donne soffrono di piu la situazione di solitudine tipica di quelle citta'

    2 - Sembra che il provarci sia una tortura, ma io l ho sempre visto come un piacere sopratutto se fatto insieme ad amici con cui si sta bene. Ovvio che bisogna quagliare ogni tanto senno' e' un gioco a perdere ma io non vedo il problema a prendere pali... che noia sarebbero le nostre serate se non ci fosse l adrenalina di approcciare le ragazze (ok anche questo piu' facile e divertente all'estero)

    3 - Troppo focus sul problema della mancanza di fica in Italia, ok non si scopa perhce non parlare piu' delle possibili soluzioni? Ad esempio il trasferirsi in Est Europa. Perche' non approfondire questo punto?
    Inoltre perché non dire che piu scopi e piu scopi? Non acchiappi? inizia a scoparti le cesse cosi sembri meno morto di figa e poi quelle carine arrivano...quando ero soddisfatto era MOLTO piu facile rimorchaire

    P.S.
    Ho notato un po' di razzismo in alcuni post... lascia perdere e meglio parlare dell analisi sologica della figa che li sei preparato

    RispondiElimina
  15. la figa è il solo assunto quantistico presente nel nostro mondo reale, c'è e...non c'è, momenti in cui la cerchi e sembra estinta definitivamente, momenti che non ci pensi e ti appaiono davanti le ricche messi dell'Oklaoma.
    Per il resto, penso ai decenni passati, la bella ragazza che passeggiava da sola o con le amiche, tutta timida e nonostante maliziosa attirando schiere di mosconi che dovevano lottare come leoni per avere un suo sguardo, e penso a quella di oggi, con il suo smartphone, il suo cane, le sue minchiate per apparire forte e decisionale, ma immagino con la tristezza nel profondo per non essere più la timida e maliziosa di un tempo.
    E' un cambiamento epocale per noi, è un cambiamento epocale per loro, da gestire senza sproloqui, follie o sovrastrutture immaginarie, la redpil è essenziale in questo frangente, per non essere più degli idioti

    RispondiElimina
  16. Ma secondo voi la redpill quanto è diffusa? Io pensavo pochissimo, ma leggendo diversi commenti sotto video di youtube "buonisti" (tipo la bellezza delle coppie miste, di lui magro lei obesa ecc...), mi sono accorto come i commenti redpillati siano decisamente i più likati. Idem su forum di rilevanza nazionale (che non nulla hanno a che fare con le tematiche qui trattate), dove discussioni su argomenti sentimentali/sessuali fanno uscire una forte componente redpill (nel pubblico maschile ovviamente, nel femminile manco a parlarne).
    Ovviamente bisogna distinguere chi è un redpillato vero da chi lo è "part-time", ovvero oggi lo sono perché la mia ex mi ha mollato e odio tutte le donne, ma domani appena una me la fa annusare torno a fare il beta-zerbino. Però secondo me è più diffusa di quanto si pensi (sebbene per percentuali ancora basse sul totale, visto che bisogna togliere donne, over 50 tutti blupillati e buona parte anche dei più giovani). Voi che ne pensate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Negli ultimi tempi si è diffusa moltissimo in rete, grazie al Redpillatore e ai forum per incel.
      Anche io ho visto un aumento vertiginoso dei commenti redpillati sotto i video di youtube. Meglio così.

      Elimina
    2. @DM 20 agosto 2019 09:21
      Ho notato anch’io le stesse cose che hai riportato tu e spero che la RedPill si diffonda sempre di più. A mio modesto parere, sempre più persone stanno aprendo gli occhi sia sul discorso legato alle relazioni uomo/donna e sulla piega che hanno preso da qualche decennio a questa parte, sia, più in generale, su tutto lo schifo che la società buonista/progressista/femminista da anni ci sta propinando.

      Elimina

Ciao! 😃 Grazie per aver deciso di lasciare un commento, sono contento di sentire cosa pensi del mio articolo. Ti chiedo solo di rispettare alcune regolette:

✔️ Se vuoi commentare in anonimo creati almeno un nick di fantasia (Vedi: Nome/URL) per evitare che chi leggerà faccia confusione tra i vari commentatori.
✔️ Cerca di scrivere post ricchi di contenuto. Niente insulti, volgarità, spam, dati falsi o tendenziosi, polemiche sterili o discorsi oziosi.
✔️ Se devi farmi una domanda non relativa all'articolo, usa prima la funzione "Cerca" oppure vai al menu alla voce FAQ. Può essere che la risposta sia già lì.