03/02/20

Il Paradosso dell'Automiglioramento


"L'Automiglioramento è Masturbazione" Fight Club - David Fincher (1999)

Il Paradosso dell'Automiglioramento


Al giorno d'oggi una fetta numerosa di uomini è tagliata fuori dalla possibilità di avere una vita sessuale a causa delle eccessive pretese femminili. Tuttavia, se un uomo si lamenta di non essere attraente con le donne, difficilmente riceverà comprensione, figuriamoci solidarietà. In molti casi otterrà come risultato solo quello di essere colpevolizzato. "Se non trovi una ragazza è perché non ci sai fare, dovresti migliorare te stesso". Una frase che avrete sentito molte volte e ma che è uno slogan che contiene in sè innumerevoli contraddizioni.
Per cominciare, il fatto stesso che un uomo sia costretto ad un notevole sforzo aggiuntivo per ottenere meno di ciò che una donna ottiene senza muovere un dito è già di per sè una dimostrazione che sul piano sessuale è discriminato e non capisco come mai nessuno riesca mai a cogliere questo semplice passaggio logico.
Pensate se io dessi la stessa risposta a una donna che si lamenta di essere discriminata professionalmente: "Embè, lavora e impegnati di più!". Finirei con l'essere linciato, perché in pratica è come ammettere che la donna è discriminata e che va bene così, che sono solo problemi suoi. Nessuno lo farebbe perché la tendenza attuale è quella di deresponsabilizzare la donna per ogni cosa. Quando essa non arriva ai suoi obiettivi la colpa è della società maschilista, invece quando un uomo non ci riesce la colpa è sempre sua.

Non è però di empatia e di discriminazione che voglio parlare oggi. Il tema di questo articolo è invece il concetto di automiglioramento, di impegno e di duro lavoro per migliorare sè stessi e raggiungere gli obiettivi. Nello specifico parliamo di successo con le donne, ma i concetti che esporrò si possono applicare un po' a tutti i settori della vita.

Dopo aver passato anni a mettermi in discussione e a cercare di migliorare me stesso e il mio comportamento in modo da risultare attraente, sono giunto a una conclusione che secondo me è il nocciolo della questione:

Qualunque fattore ottenibile e migliorabile con il semplice impegno avrà sempre scarsa importanza per le donne.

Seguitemi nel ragionamento e sono sicuro che alla fine anche voi dovrete riconoscerne la sensatezza.
Partiamo dal presupposto che tutti desiderano essere attraenti, la volontà di trovare una donna è forse l'impulso più forte. Se non è una motivazione forte quella non so cosa possa esserlo.
Se essere attraenti fosse una scelta o una questione di impegno tutti si impegnerebbero per essere attraenti. Questo porterebbe ad un evidente paradosso, dal momento che:

Se tutti fossero attraenti, non lo sarebbe nessuno.


L'attrattività è una caratteristica relativa, per cui uno è sempre attraente in relazione a qualcun altro che invece non lo è. Pensate alla bellezza. I belli esistono perché esistono i brutti, e viceversa. Se tutti fossero belli non lo sarebbe nessuno. Un po' come se tutti fossero ricchi.
Attualmente possedere 1 milione di euro ti rende ricco, ma cosa succederebbe se tutti possedessero almeno un milione di euro? Non solo avere un simile patrimonio non ti renderebbe ricco, ma saresti appena sulla soglia di quella che verrebbe considerata la povertà.


Si possono fare innumerevoli esempi. Ad esempio le donne su Tinder spesso fissano 180 cm come altezza minima e considerano bassi gli uomini alti 170 cm. Ma un secolo fa un uomo di 170 cm era considerato un uomo piuttosto alto.
Un secolo fa avere un'automobile era considerato un segnale di ricchezza, ma se al giorno d'oggi possiedi una punto vecchia, che a confronto delle vetture che venivano prodotte un secolo fa è un bolide, vieni considerato un pezzente.

L'automiglioramento non è dunque praticabile come soluzione collettiva perché se tutti diventassero migliori non lo sarebbe nessuno.
Le caratteristiche che ci rendono attraenti devono essere esclusive, difficilmente ottenibili. Meglio se innate. Che valore può avere qualcosa che possono ottenere tutti?

Bellezza, Status e Ricchezza, ovvero i tre fattori di attrazione più importanti, rispondono perfettamente a questi requisiti. I belli, i ricchi, i famosi che vediamo ogni giorno e che attraggono le donne sono pochi e sono tali per ragioni che normalmente non toccano la persona media: un talento particolare, una buona genetica, una ricca eredità, o comunque una gran dose di fortuna.

Sperare di avvicinarsi a loro semplicemente con l'impegno è un'idea piuttosto utopistica.

Ecco perché pensare che basti iscriversi in palestra, essere in forma e curati per essere belli è un'idea ridicola. La bellezza è principalmente una questione di genetica, non certo di impegno.

Uno studio condotto da Jonason et al. (2012) mostra ad esempio come, per entrambi i sessi e i tipi di relazione (a lungo o a breve termine) il viso sia nettamente più importante rispetto al fisico.
La spiegazione che gli scienziati danno a questa scoperta, che dà autorevolezza scientifica a concetti che ormai nel web sono diventati meme come "conta solo il bel faccino", ricalca un po' quanto ho appena detto: il viso è valutato maggiormente perché è indicatore più affidabile di bontà genetica, non essendo modificabile se non attraverso interventi chirurgici invasivi.

Un aspetto facilmente migliorabile (o simulabile), proprio per questa ragione, diventa dunque automaticamente secondario.


Insomma, un automiglioramento reale e in grado di portare risultati presuppone inevitabilmente non solo notevoli sacrifici, ma anche tutta una serie di fattori che sono al di fuori del nostro controllo.
Inoltre, per le ragioni viste sopra, non può essere trattato come soluzione collettiva al problema incel, perché se ipoteticamente domani tutti gli uomini meno attraenti, e quindi scartati, migliorassero al punto di ottenere un livello di attrattività nella media, le donne non inizierebbero a concedersi a loro ma molto più semplicemente alzerebbero il livello delle loro pretese, alzerebbero gli standard e la soglia di attrattività, essendo per natura ipergamiche e quindi portate a selezionare sempre e comunque gli uomini migliori in un dato contesto.

Con questo articolo non voglio ovviamente dissuadere gli utenti dall'affrontare un percorso di automigliormento ma semplicemente cercare di far capire che è tempo di smetterla di colpevolizzare gli uomini in maniera esagerata e iniziare a riconoscere che siamo davanti ad un problema sociale e che finché ci sarà la libertà sessuale ci sarà sempre e comunque una fetta di uomini impossibilitata ad avere una vita sessuale, e non per colpa loro. Se anche per ipotesi essi migliorassero, non risolveremmo il problema ma avremmo semplicemente una società di uomini migliori per donne sempre più mediocri e pretenziose.



243 commenti:

  1. >Se tutti fossero attraenti, non lo sarebbe nessuno
    In questa frase c'è tutto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, basta vedere le ragazze iper truccate. Ne vedi una, le hai viste tutte. Al punto che la bellezza "artificiale" femminile non ti fa realmente distinguere la bellezza femminile vera (che non c'è).

      Elimina
  2. Caro Red, come sempre cogli nel segno.
    ottimo articolo, lunga è la via per l'illuminazione e ognuno dei tuoi pezzi è un passo nella direzione giusta.

    RispondiElimina
  3. Nulla da eccepire se diventassimo tutti degli 8 sarebbero considerati belli solo i 9 e 10
    Il vero automiglioramento consiste anche nel non essere dipendenti dalle donne non considerare il successo con loro come metro di giudizio di noialtri come persone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo concetto è tanto importante quanto difficile da applicare. Mi pare che se dal punto di vista morale possiamo giudicare gli uomini per la loro affidabilità, forza, bontà d'animo, educazione, civiltà, ecc, dal punto di vista sostanziale siano giudicati in base a quanto rimorchiano; o meglio dalla loro potenzialità a rimorchiare, indipendentemente da quanto lo facciano. In questa chiave l'uomo migliore coincide con l'uomo di successo, cioè che ha successo con le donne (o che può averne); va da sé che quindi l'uomo "migliore" più o meno coincide con l'uomo dallelevato lms.
      Questo per descrivere lo stato sostanziale delle cose.
      Quello che dici tu, che io appoggio totalmente, si può fare solo se una massa critica di persone fuoriesce da questo schema culturale, iniziando a giudicare la sostanza nello stesso modo in cui giudica la morale. Ma forse è un'utopia.

      Elimina
    2. Capisco ma non condivido
      Possiamo davvero pensare che ad esempio Ghandi avesse come fine ultimo quello di rimorchiare? Napoleone voleva conquistare la Russia perché c'era figa? E Michelangelo.... almeno di lui possiamo essere certi che non pensava alla figa
      Credo che comunque i veri giudici del nostro miglioramento dovremmo essere noi stessi non lasciarci giudicare dagli altri di qualunque sesso siano

      Elimina
    3. L' automiglioramento è masturbazione mentale. Le cose avvengono naturalmente per chi è portato. Comunque anche il troppo accasciamento è da stupidi. Ci vuole una via di mezzo come in tutte le cose in medium stat virtute... in qualsiasi modo si dica.. il concetto è chiaro vabbè

      Elimina
    4. Anonimo delle 16:39
      secondo me come diceva anche Freud tutte le azioni umane si riconducono al biogno di fama o del sesso

      Elimina
  4. la "soluzione collettiva" sarebbe la "presa di coscienza degli uomini", un qualcosa di speculare al movimento femminista degli anni '70, per cui gli uomini incomincino nel loro insieme, a non accettare più certe situazioni per loro assolutamente inique, ad esempio scendendo in piazza con manifestazioni per chiedere una revisione della legge sul divorzio etc. per il resto automigliorandosi non si perde nulla, tranne forse la fatica e il tempo, ma se ad esempio si fa sport si perde peso e ci si guadagna in salute... per cui migliorarsi va sempre bene se lo si fa per se stessi. sul discorso dell'essere attraenti è sì relativo, nel senso che ci sarà sempre qualcuno più o meno attraente di un altro... ma è anche assoluto perchè una persona può essere considerata oggettivamente attraente... un' ultima considerazione sulle donne pretenziose etc. non tutte le donne e non tutti gli uomini attraenti usano tinder & co. non conoso le statistiche, ma credo siano cmq una minoranza, soprattutto per chi ha una certa età.... e poi non è realisto parlare della domanda / offerta tra uomo e donna come se fosse un mercato finanziario, dove operano fondi di investimento efficienti che selezionano solo alcuni titoli a un determinato prezzo... questa non è la realtà, le persone si incontrano e si relazionano anche in altro modo, non siamo in "The Matrix".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La voglia di f**a di certi uomini supera ampliamente di anni luce il tuo concetto. E siccome siamo in un rapporto di 100 a 1 (a stare larghi), la vedo dura...

      Elimina
  5. A mio modo di vedere non bisogna confondere l'automiglioramento con la trasformazione radicale. Uno deve essere sempre consapevole del proprio livello di partenza, ed è comunque soddisfacente e divertente darsi da fare per migliorarsi un po'. Praticare uno sport o un'attività all'aria aperta che piaccia e gratifichi ha ripercussioni positive sulla salute e sull'umore. Provare a vestirsi un po' meglio non comporta spendere migliaia di euro in vestiti firmati. Prendersi del tempo per sé, concedersi delle coccole o dei piccoli e sani "vizi" fanno parte di quel processo di automiglioramento che fa bene. Dall'altra parte bisogna essere realisti, se si pensa di svoltare con le donne allora si rischia la delusione totale e tutto è inutile. Se l'automiglioramento è masturbazione...in fondo masturbarsi è fare sesso con la persona che ami di più. Ehehehe

    RispondiElimina
  6. In fondo è quello che si ripete sempre bene o male. Migliorarsi va bene, di certo i risultati che si possono ottenere con l'altro sesso sono "predeterminati" da fattori di partenza quali censo e aspetto fisico, l'upgrade di sé stessi permette di aggiungere qualche tacca in più sulla propria cintura, siamo sempre comunque a livelli piuttosto marginali.
    Gli scopatori veri sono nati tali, almeno tutti quelli che ho conosciuto io erano bei ragazzi.. e spesso sono finiti ad ipogamare di brutto pur di fare numero.
    Quello che mi chiedo io è: qualcuno di voi ha intrapreso veramente strade che gli hanno rivoluzionato la vita con l'altro sesso? Qualcuno che sia diventato ricchissimo oppure abbia fatto cambiamenti radicali (vedi interventi chirurgici o trasformazioni fisiche estreme)?
    Sarebbe interessante conoscere qualcuno di questi qua e vedere cosa ha ottenuto rispetto a prima e se ne è valsa la pena.
    Nel mio piccolo, io ho migliorato di molto il fisico (anni e anni di dieta e palestra): ho beccato anche delle belle ragazze, probabilmente i muscoli hanno aiutato. Ne è valsa la pena? Ni. Tanta fatica e nonostante le soddisfazioni, ho spesso visto bei faccini con fisici mediocri passarmi davanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poichè sembri una persona riflessiva, ti chiedo: i bei faccini che avevano un fisico mediocre, avevano una buona postura? Ho notato che gli uomini che attraggono la mia attenzione ( sono etero ) sono sempre dotati di un ottima postura che li rende attraenti. Accade la stessa cosa quando mi attrae una donna poco formosa, che tuttavia ha una buona postura

      Elimina
    2. @ Giacca

      La risposta alla tua domanda è si. La postura era corretta nella maggior parte dei casi. Quanto meno non c'erano atteggiamenti cifotici, colli in avanti o spalle curve.

      Elimina
    3. la postura è sempre importante. E' un messaggio non verbale potentissimo , il primo e più importante per foirmare la cosidetta " prima impressione " che è fondamentale.
      Curare una postura ottimale è basilare

      Elimina
    4. Spesso una buona postura è correlata a un'occlusione dentale di prima classe. Basta prendere un libro di anatomia, anche uno di quelli delle scuole superiori per vedere che una seconda classe scheletrica è correlata ad una ipercifosi della zona cervicale, mentre una terza classe a una iperlordosi nella zona lombare.
      Della serie che chi ha una struttura cranica e facciale a posto, ha più probabilità di avere anche un bel fisico. Neanche farlo a posta, ogni problema fisico (e quindi estetico) ha una causa riconducibile ad elementi ben precisi. Non mi stancherò MAI di ripeterlo, ma prima dello sviluppo prendere certe contro misure è indispensabile.. lì va a culo, bisogna avere dei genitori attenti e avere la fortuna di capitare dallo specialista giusto.
      Poi è un casino, sistemare schiene storte è una bella rogna.. e lí ragazzi la palestra e il "nuoto che ti apre le spalle" arrivano fin dove arrivano.
      Sul fatto poi di imporsi di stare "dritto" per me è una cagata pazzesca. Ci sono delle forze a livello muscolare e scheletrico che inevitabilmente spingono la testa disallineata rispetto al tronco. In particolare chi ha una mandibola poco sviluppata tenderà sempre ad avere la testa proiettata in avanti, e per compensare le spalle saranno curve.

      Elimina
    5. @Roger

      Verissimo, e aggiungo che molto fanno anche eventuali difetti visivi (miopia, astigmatismo,...). Io sono riuscita a migliorare la postura in tarda età grazie a un optometrista in gamba e un nuovo paio di occhiali, non l'avrei mai detto!

      Elimina
  7. Al netto dei consigli PUAH che leggo sempre riaffiorare (non ce la fate proprio, eh?), manca di nuovo l'indicazione che uno debba fare ciò che desidera. Non fare ciò che si desidera conduce alla frustrazione, allo stress e all'irritabilità (tutti abbassatori di Status).

    Esempio: si desidera scopare "free" in Italia? Aumentare M e S al massimo possibile.
    Si preferisce finire ingabbiati in una LTR con donna di terza mano rompicoglioni e succhiasoldi? La palestra va benissimo, oppure i gruppi teatrali amatoriali e persino le app di dating.
    Si sogna di fare un safari in Africa e sparare di frodo alle bestie in via d'estinzione? Farsi un amicO boero (della Rhodesia è il top) e accumulare ferie sufficienti.
    Si immagina di rigare l'auto della collega stronza e profumiera? Eh, be', qui non posso suggerire nulla...
    Si gradisce crepare presto e gravare sul SSN quanto più possibile? Bere alcool a manetta e fumare due pacchetti al giorno di senza filtro sicuramente aiuta.
    Eccetera eccetera.
    Ma non c'è una ricetta valida per chiunque perchè ogni individuo è un microcosmo in una rete infinita di relazioni involontarie.

    E intanto tic... tac...
    tic... tac...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mambo italiano4 febbraio 2020 02:57

      Quali consigli potresti dare per aumentare Status e Money? Vorrei moneymaxxare e statusmaxxare

      Elimina
    2. Anonimo 3 febbraio 23.18 non so dove tu abbia letto consigli PUA. Il discorso di fare ciò che si vuole è corretto e non mi pare che sia stato messo in discussione, quindi per assurdo se la felicità di una persona passa attraverso un processo che è connotato negativamente dalla società in linea di massima non ci sarebbe niente di sconveniente. Peccato che le persone che decidono di intraprendere queste strade lo facciano spesso irresponsabilmente e quando si accorgono di aver in qualche modo "rovinato" la propria vita tentino di tornare indietro quando ormai è troppo tardi.

      Elimina
    3. Il fatto è che i nostri desideri non sono sempre coerenti con le strade da percorrere per raggiungerli.
      Per es tu dici "vuoi avere donne free? Aumenta m ed s". Certo, ma il mio desiderio è avere donne free non aumentare m ed s, attività che potrei considerare noiosa, frustrante e del tutto estranea alla mia persona. Quindi a volte gli svantaggi delle strade che portano a soddisfare i nostri desideri possono essere maggiori dei vantaggi.
      Quindi credo che oltre agli obiettivi sia da soppesare anche la strada da intraprendere.

      Faccio un esempio banalizzando un po':

      Soddisfazione (realisticamente parlando) ricavata dal briciolo di successo amoroso fornito da incremento MS = 8
      Sbattimento,noia,frustrazione, disgusto collaterali all'attività di incremento ms (soggettivi) = - 10
      Risultato - 2

      Frustrazione dovuta al mancato incremento ms= - 5
      Soddisfazione data da attività personalmente ritenute piacevoli ma che non aumentano l'attrattivita', ad esempio analizzare le ricadute ambientali delle nostre azioni e vivere in modo quanto più sostenibile possibile (abbastanza in costrasto con l'incremento ms) = 8
      Rusultato +3

      Spesso la via è la meta, non contano solo gli obiettivi.

      Elimina
    4. @Mambo

      suppongo tu faccia una domanda simile perchè hai meno di 25 anni e nemmeno la più pallida idea di come funziona il mondo, vero?
      Viceversa sei nei guai.

      Comunque per lo status impara a giocare a golf o a tennis.
      Lezioni private, e cerca di diventare bravino.
      Soprattutto quando il cervello è piccolino statusmaxare costa.

      Elimina
    5. @Gargamella

      purtroppo (per te) non ci capiamo (fondando il tuo dettato sull'infantilismo del desiderio piuttosto che sul realismo della soggettività), quindi non resta che darti ragione e che la pace sia con te.
      Ovvio che se riduci la tua carbon footprint siamo tutti più contenti.

      Elimina
    6. @Anonimo

      Al di la del tuo snobismo, io penso invece che Gargamella abbia proprio ragione

      Elimina
    7. QUELLO CHE NON HAI E' QUEL CHE NON TI MANCA.

      Elimina
    8. @Adidas

      non mi sorprende: siete la stragrande maggioranza.
      Il che per il pianeta è pessimo ma per chi vuole accoppiarsi invece è ottimo. Sul breve periodo approvo molto.

      Elimina
    9. Gargamella, quali sarebbero le attività che non consideri "noiose" e che non portano sbattimento e frustrazione? Fare le radici sul divano? Divorare compulsivamente serie Netflix? Sfondarti di birra e super-alcolici? Farti 4h al giorno di videogames?
      Per qualcuno quelle scritte qui sopra potrebbero essere attività molto divertenti, mentre per me sono di una noia mortale.

      Io credo che qualunque attività stimoli il nostro intelletto e il nostro corpo, porti di riflesso a un aumento di LMS.

      Giusto infatti assecondare le proprie passioni, senza forzarsi a fare cose che non ci piacciono. Io non diventerei mai un esperto di musica elettronica che bazzica certi locali, solo per rimorchiare le truzze discotecare col piercing alla lingua.
      Ho un'altra testa, altri gusti, altri standard. Sarebbe un supplizio per me ascoltare quella spazzatura, avere a che fare con quella gente, fare quegli orari, nella speranza di essere accettato da loro e poi, forse, ficcare dentro un buco.
      Solo i bambini agiscono in modo tale da compiacere gli altri, che siano i genitori, il fratello o la maestra. Gli adulti agiscono secondo i propri gusti.

      Elimina
  8. Concordo su tutta la linea, in particolare sul fatto che una donna se non fa la carriera che vorrebbe è legittimata a dare la colpa al maschilismo, guai a dire il contrario, ad un uomo invece nel campo relazionale non è riconosciuta la condizione sfavorevole in quanto uomo.
    Mi è capitato di parlare con amiche, a parte una che onestamente mi disse "si, per noi donne è più facile trovare qualcuno", altre ripetevano la stessa litania: "è perché non ti dai da fare, anche per noi è difficile, non è vero che siamo avvantaggiate ecc ecc.." poi indagavi sulla loro vita e scoprivi che senza sforzo e impegno avevano sempre trovato nuovi ragazzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero per noi donne è più facile trovare qualcuno...ma solo per fare sesso il problema è che questo non ci appaga e allora preferiamo rinunciare
      Certo quando incontriamo il cosiddetto chad che è ben più bello di noi scendiamo a patti con la nostra natura che vorrebbe una relazione...ma si resta sempre con un po di amaro in bocca
      Marina

      Elimina
    2. Marina, come molte donne sottovaluti l'importanza del sesso, proprio perché puoi averlo facilmente. Ogni cosa che si ottiene con facilitá tende ad essere svalutata. Per fare un esempio banale, una bottiglietta d'acqua non ha quasi nessun valore, ma se fossi dispersa nel deserto, varrebbe più di tutto l'oro del mondo. Tra uomini e donne, il sesso è il motore alla base dell'attrazione, per cui è di fondamentale importanza.
      Se tu avessi un compagno che sessualmente non ti desidera saresti contenta? Credo di no, eppure ne parli come se non fosse importante. È un errore di valutazione che commettete in molte.

      Elimina
    3. @Unutente

      Vorrei aggiungere un concetto a quanto espresso da Marina. Il problema secondo me è che per le donne il sesso non è automaticamente sinonimo di piacere; dipende da tanti elementi, uno fra questi ci deve essere forte attrazione fisica e in parte anche sintonia mentale. Proprio perché la donna per natura è più selettiva, con quanti tra quelli che accetterebbero di fare sesso con lei avrà probabilità di provare piacere? Molto pochi. Se ci aggiungi varie altre problematiche che possono verificarsi al di là della reciproca attrazione, potrebbe anche non incontrare mai l'uomo "giusto" da quel lato.
      Quindi il vantaggio del "sesso facile" per le donne c'è, ma non tanto nella soddisfazione sessuale, quanto nella lusinga di sapersi desiderata.

      (anche se poi magari capisci di essere desiderata da gente per cui una vale l'altra e che si ecciterebbe anche con una molto più brutta di te, perciò di "validazione" ce n'è ben poca 😅
      Secondo me in confronto a questo è più lusinghiero per un uomo essere desiderato anche da una sola donna in tutta la sua vita, perché almeno è un desiderio esclusivo e potente, che lo eleva sopra a tantissimi altri.
      Ma mi sa su questi argomenti non ci capiremo mai a fondo, tra uomini e donne... ).

      Anonima Gardaland

      Elimina
    4. @Unutente @Marina

      Comunque come dicevo in un altro post io tutta questa estrema facilità al sesso non la percepisco, ma sarò un caso a parte... Se volessi ottenere sesso (ipotizzando di essere single) non saprei da dove cominciare, probabilmente dovrei sbandierare ai quattro venti la mia disponibilità o buttarmi direttamente sulle app di rimorchio... sperando di non far fuggire al primo appuntamento quelli che incontrerei 😅
      Forse sono troppo fuori dai giochi per capire come funzionano le cose adesso.
      Se Marina è una trentenne single mi piacerebbe sentire la sua esperienza, quante occasioni ha e come nascono, ecc.. (visto che io praticamente non ho nemmeno amiche single)

      Anonima Gardaland

      Elimina
    5. Anonima, secondo me metti insieme erroneamente le donne di un certo stampo (alle quali tu appartieni mi pare di capire) alle donne in generale. Ormai tantissime ragazze/donne fanno sesso con il figo o con chi le aggrada, per il semplice piacere di farlo. Certo, un minimo deve crearsi un legame, ma giusto un minimo.
      Ti faccio un esempio. Un amico 30enne, diciamo sul 6.5,conosce una ragazza 25enne, sul 6.5/7. Iniziano una trombamicizia, lui si innamora, lei no. Lei è molto indipendente, parte per una vacanza all'estero in cui fa sesso con tre tizi diversi (glielo confida in virtù dell'amicizia). Torna in Italia, riprende il rapporto con il mio amico, che continua a vedere come trombamico, nel frattempo conosce anche altri con i quali si vede ed è costretta a chiudere con il mio amico, perché lo percepisce troppo preso, il quale ovviamente la prende male ma alla fine se la fa passare.
      Morale della favola, lui prima di incontrala era tipo 2 anni che non faceva sesso, questa carenza ha fatto sì che si legasse ancora di più ed ora che non fa più il trombamico, passerá ancora parecchio tempo prima che possa nuovamente far sesso.
      Lei invece vive la vita a "100 all'ora" rispetto a lui (e alla maggior parte degli uomini), semplicemente perché ha scelta, può permetterselo, spuntano sempre nuovi ragazzi/uomini a cui può decidere di concedersi o meno. È un enorme vantaggio che vedo non riuscite a comprendere.
      A volte la mancanza di scelta ti forza in una direzione.

      Per quanto ti riguarda, non sono ancora riuscito a capire quale sia il tuo livello estetico, potresti anche essere una media che si veste in modo sciatto (è pieno di donne di questo tipo), in ogni caso potresti facilmente trovare qualcuno, come? Serate nei locali con amiche, palestra, dalla sala pesi ai corsi, corsi di latino americano, fotografia ecc, per arrivare alle varie app di incontri, in cui proprio non c'è partita. È questo che fa la differenza, la scelta.
      Senza contare che ci sono donne di un certo stampo che magari attraversano periodi di libertinaggio, a seguito per esempio della rottura con l'ex storico, che scelgono di darsi alla pazza gioia, arrivando a collezionare anche 10 avventure sessuali in un anno. Tutte cose che per la maggior parte degli uomini sono fantascienza (a meno che non si vada pay), senza contare che per noi una relazione fissa non è sinonimo di frequente e ottimo sesso.

      Elimina
    6. Femministeallosbando8 febbraio 2020 16:14

      @Gardaland

      sei una blupillata da manuale, cerca almeno di esserne consapevole.
      O non hai amiche o vivi su un pianeta differente dal nostro. Gli uomini questo lo capiscono, le donne no.

      Elimina
    7. @Unutente

      Ti riferisci a me o a Marina?
      Perché era lei che parlava di donne che vogliono la relazione.
      Io facevo un altro tipo di discorso, che però vedo che non è stato colto: si può riassumere col fatto che anche per noi vale la tua ultima frase, ovvero che avere opportunità di fare sesso non significa che sia soddisfacente. Per dirlo chiaro e tondo: voi uomini perlomeno quando lo fate avete l'orgasmo quasi assicurato, per noi è tutto un altro paio di maniche. Di recente una mia amica mi ha rivelato che con nessun uomo è MAI riuscita a venire (dirai che è un problema suo, non ci piove, ma intanto è uno svantaggio tutto al femminile. Senza contare chi ha problemi peggiori tipo endometriosi, cistiti, problemi cronici post parto ecc... Ultimamente ne sto sentendo di ogni). Secondo me è anche per questo che a volte alcune donne dicono che per loro il sesso non è così importante.
      Spero per quella che "vive la vita a 100 all'ora" che le vada sempre bene, anche se questa sua estrema promiscuità mi fa un po' pensare che sia una perenne insoddisfatta (in tutti i sensi).


      @Femministedamanuale

      Ho amiche e diverse conoscenti di varie parti d'Italia, come ho detto chiaramente si tratta di persone tranquille e a questo punto devo dire "vecchio stampo", tutte in coppia da anni e anni. Le poche che si sono lasciate, in pratica sono passate da una storia seria all'altra, al massimo ci sono state un paio di avventure nel giro di un anno. Non è questione di bluepill, sono qui proprio per capire meglio come gira il mondo fuori da queste dinamiche, infatti ho chiesto lumi a Marina (o se qualcun'altra vuole intervenire, magari anche con un articolo al Redpillatore) nel caso si ritrovasse nel ritratto della single odierna.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    8. @Unutente, sul "vestirsi in modo sciatto": credo di no, mi piace la moda, ma cosa intendi di preciso? Perché se viene fuori che basta vestirsi un po' sottotono per essere schifate, chi tra maschi e femmine sarebbe il pretenzioso?! 😜 (scherzo)

      Anonima Gardaland

      Elimina
    9. Anonima, mi riferivo a te, facendo un discorso in generale. Non metto in dubbio che le donne possano avere tanti problemi sessuali, sia fisici che psicologici, ma anche noi ne abbiamo. Mi vengono in mente ad esempio,la paura del pene piccolo, l'ansia da prestazione, l'eiaculazione precoce ecc. Il maschio è talmente sotto esame che alcuni prendono cose tipo Viagra già da giovani, problemi che "un tempo" non esistevano. Molte donne faticano a raggiungere l'orgasmo perché hanno troppe paturnie mentali, ci sono quelle che non si sono mai masturbate e pretendono che sia l'uomo a farle godere, quando loro stesse non sono capaci di farlo. Per cui alcune non hanno molta confidenza con il proprio corpo.

      Per sciatteria intendo un modo di vestire trascurato, poco attento. Poi ci sono quelle che vanno ad evidenziare i propri difetti, tipo culone con i jeans attillati, coscione con minigonne, ecc..
      Per cui volevo dire che ci sono molte donne in una fascia media (forse più medio-bassa) che anziché valorizzarsi finisco per imbruttirsi. Non intendo quindi essere schifate, perché come spiegato molto bene anche da altri, se volete qualcuno (per sesso)lo trovate facilmente, anche se siete brutte o mal vestite.

      Elimina
    10. Femministeallosbando8 febbraio 2020 19:56

      @Anonima

      sto facendo un grosso sforzo per non scriverti ciò che penso.
      Passo dunque al dato scientifico: il sesso è un bisogno fisiologico.

      Quella che tu indichi come "soddisfazione" è una sovrastruttura mentale. Psicologica, sociologica, indotta, validazione... pensala e chiamala come ti pare ma non c'entra niente con la fisiologia.

      Riassumo: gli uomini sub7 fanno una enorme/ingiustiFICAta fatica a ottenere minime quantità di soddisfazione di tale bisogno FISIOLOGICO. Sai che signiFICA "fisiologico", spero?

      Ora tu rimbalzi la pillolozza blu secondo la quale alle donne interessa l'ALTRO livello di soddisfazione. Ciò è, specie dopo la lettura di questo blog, piuttosto ottuso.

      "alcune donne dicono che per loro il sesso non è così importante"
      ma certo... saranno le stesse che dicono che l'aspetto fisico è secondario (NB: ironia)

      Elimina
    11. @Unutente

      Sì, indubbiamente gli uomini sono soggetti a più problemi di natura psicologica in quel campo, devo dartene atto.
      In quanto ai problemi delle donne spesso sono fisici e c'è poco da fare. In parte può essere come dici tu, in parte è proprio una difficoltà tecnica aggiuntiva che avviene nel rapporto con l'uomo rispetto alla masturbazione (ad es. l'amica che citavo non ha nessun problema a raggiungerlo da sola. Pure io la vedo la differenza, ma credo valga anche per gli uomini: da soli si "arriva" sempre).

      Anonima Gardaland

      Elimina
    12. @Femministeallosbando

      Perdonami ma non riesco a capire cosa vuoi dire. Forse c'è stato un fraintendimento. Di quale "altro livello di soddisfazione" starei parlando? Io mi riferisco alla soddisfazione sessuale, punto.
      Sto dicendo che, come redpill insegna, una donna può avere 10 occasioni di sesso nel mentre che il suo simile uomo ne ha una; ma che non è scontato che in quelle 10 riesca ad avere rapporti fisici piacevoli e pienamente soddisfacenti, mentre l'uomo è quasi sicuro che quell'unica se la potrà godere bene.
      Ciò che ha aggiunto Unutente sulle disfunzioni maschili mi ha fatto poi ripensare alla mia affermazione (d'altronde non sono un uomo e non posso capire appieno la vostra condizione).

      Anonima Gardaland

      Elimina
    13. @Unutente
      Ah scusa, non ti ho più risposto sul discorso sciatteria. Sei stato ancora un po' troppo vago 😅 Per me sciatteria è uscire coi capelli sporchi e/o spettinati o con ricrescita a vista, unghie sporche e mani ruvide, indossando tute sformate e ciabattazze (roba che andrebbe bene giusto in casa)... Per altre/i è già sciatteria non avere un filo di trucco e le unghie smaltate. Per quello chiedevo.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    14. Femministeallosbando8 febbraio 2020 22:11

      "mentre l'uomo è quasi sicuro che quell'unica se la potrà godere bene"

      lo vedi che sei un manuale di bluepill?

      Tra l'altro femminista: "siccome l'uomo è una bestia gli basta infilarlo in un buco umido e venire".

      Parliamo due lingue differenti.

      Elimina
    15. Anonima delle 21.08. Si, anche quella è sciatteria, tuttavia questo termine lo collego maggiormente al vestirsi con poco gusto, in modo approssimativo. Maglioni della "nonna", pantaloni che non vestono bene. Non ti è mai capitato di pensare di qualcuno che vestisse male?
      È difficile da spiegare, però quando capita di vedere qualcuna/o in quel modo, anche altri notano la stessa cosa e dicono :dovrebbe curarsi un po' di più.

      Elimina
    16. @Unutente

      Sì, ho capito cosa intendi; ho un'amica un po' un carne che si veste da sempre con jeans larghi e maglioni sformati, ma la volta che per una serata elegante ha messo un bel vestito siamo rimasti a bocca aperta perché stava veramente bene, le sue curve erano valorizzate. Nelle nuove generazioni però penso sia una situazione meno comune, oggi c'è molta più attenzione al look (con un sacco di tutorial online su come truccarsi, come assecondare la propria forma del corpo,... c'è molta più consapevolezza). Comunque non credo questo sia un mio problema, ci sto attenta a queste cose - e non ho particolari difetti fisici che potrei accentuare. Poi va be', la mia tenuta quotidiana non è particolarmente valorizzante visto che per lavoro devo indossare abbigliamento "comodo/sportivo", ma appena posso mi vesto con cura.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    17. @Femministeallosbando

      Mi metti in bocca parole che non ho detto né pensato. Non denigro assolutamente gli uomini, anzi la mia era una piccola forma di invidia per un vantaggio che pensavo aveste, poi Unutente mi ha fatto riflettere e ho capito che nella fisiologia sessuale avete comunque altri tipi di difficoltà.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    18. Femministeallosbando9 febbraio 2020 14:41

      @Gardaland

      non siamo a un dibattito in tv: quello che hai scritto resta ed è leggibile da tutti.

      "mentre l'uomo è quasi sicuro che quell'unica se la potrà godere bene" l'hai scritto tu
      come corollario di "alla donna (poverina) tocca scoparne dieci per trovare un po' di soddisfazione"

      Elimina
    19. Anonima, discorso abbigliamento... Io da uomo posso dire che preferisco una tenuta sciatta (attenzione non trasandata) ma neutra a una mise che vorrebbe essere elegante/seducente/provocante ma ottiene il solo risultato di far apparire la donna una maschera di carnevale per via di difetti fisici inutilmente evidenziato da un abbigliamento non commisurato alla fisicità che lo indossa. Purtroppo molti sono convinti che l'abito faccia il monaco, il discorso di valorizzare i punti forti mascherando il più possibile i difetti è spesso messo da parte. Chissenefrega se tu donna (in generale) piaci a te stessa facendo ribrezzo ad altri, questa non è sicurezza, ma superbia e pure violenza perché mi obblighi a guardare un horror, quando andrebbe bene una semplice commedia leggera.

      Elimina
    20. @Femministeallosbando

      "mentre l'uomo è quasi sicuro che quell'unica se la potrà godere bene" è diverso da "siccome l'uomo è una bestia gli basta infilarlo in un buco umido e venire", che è una frase TUA, non mia. Si parlava di sensazioni e problemi fisiologici, non psicologici (anzi ho poi concordato con Unutente che se un uomo ha problemi sessuali di solito sono di origine psicologica, mentre una donna ne ha più facilmente di natura fisica - infiammazioni, secchezza, ecc...
      Comunque niente, ti sei fatto una certa idea di me e non credo la cambierai, pace. Quel che volevo dire l'ho detto e spero di essere stata capita dai più.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    21. Femministeallosbando9 febbraio 2020 18:35

      @Anonima

      mi sono fatto l'idea che vivi alla grande la pillola blu e antropologicamente rifiuti quella rossa, che tratti alla stregua di una bizzarra e affascinante teoria, un po' come quelli che trattano Boris come "serie di culto" quando invece è un feroce e disperato grido di dolore nei confronti dei prodotti massmediatici nell'epoca del politicamente corretto (mercificazione dell'individuo inclusa).
      Ci sta. Se però evitassi di distorcere la verità dimostrata in base al "eh, ma le mie amiche mica sono così e/o fanno questo e quello" eviteresti d'offendere il buonsenso dei presenti.

      Esempio (poi la smetto perchè vano): una donna prima di decidere di smollarla NON pretende la cartella clinica dei candidati o presenta la sua per chiarire i termini antropometrici della faccenda in modo da limitarsi a scopare solo con quelli che posseggono la misteriosa arte di dribblare tutti i suoi problemi fisici e mentali in modo da soddisfarla. Basta con questa BUFALA.

      Elimina
    22. @Femministeallosbando

      No no, ma io non intendevo che una prima di combinare qualcosa si assicura che tutto sia perfetto. Niente, era solo un pensiero sulle difficoltà personali intime femminili che probabilmente mi è venuto dopo aver sentito da mie conoscenti una serie di sfighe, lasciate perdere.
      In quanto al resto io non distorco nulla, se permetti però avendo poca esperienza di dinamiche odierne uomo-donna single (essere ed avere amiche in coppia da lustri non aiuta in questo, lo ammetterai) sono qua per saperne di più da chi c'è dentro.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    23. @Gino

      Secondo me quella che descrivi non è violenza né superbia (a meno che la persona in questione non si creda figa invece di giocare di autoironia e consapevolezza). Ovviamente chi incrocia per la sua strada è liberissimo di farsi una sua opinione e non gradire esteticamente l'effetto. Capisco anche che se si è in coppia è una forma di gentilezza e attenzione, quando si esce insieme, evitare i look che proprio non piacciono al partner... meglio riservarli alle uscite con amici/amiche.
      (discorso generale, non parlo necessariamente dei look pseudo-provocanti. Mi viene in mente la fashion blogger americana che sugli outfit femminili che fanno storcere il naso ai ragazzi ci ha costruito un blog e una carriera, Man Repeller 😄)

      Anonima Gardaland

      Elimina
    24. Ho 34 anni
      Sottovaluto l importanza del sesso?
      Forse può essere è ovvio che nel sesso cerco il mio piacere la mia soddisfazione è una cosa egoistica come lo è per i maschi non capisco perché noi dovremmo preoccuparci perché voi avete difficoltà più di noi a trovare un partner
      È ovvio che siamo attratte dai belli ( voi dalle racchie???) per loro si accetta anche un incontro saltuario ma non è quello che desideriamo
      Marina

      Elimina
    25. Femministe allo sbando
      Anonima Gardaland solleva un giustissimo argomento è vero che noi possiamo scopare con molta più facilità ma non con la stessa facilità raggiungiamo l orgasmo... quindi la scopata è un fallimento totale molto meglio il proprio affidabile vibratore.
      A tal proposito se il sesso è un bisogno fisiologico...risolvi anche tu con il fai da te...ma non pretendere che una donna faccia sesso con te perché è un tuo bisogno fisiologico
      Marina

      Elimina
    26. Femministeallosbando9 febbraio 2020 23:21

      @Marina&ilvibratore

      "se il sesso è un bisogno fisiologico" (cit.)

      Ecco, lo vedi che vivi in un mondo parallelo, tutto blu e simpatico e vibrante?

      Che il sesso sia un bisogno fisiologico non è l'opinione di qualche maschio arrapato, è una realtà dei fatti, della biologia umana E animale.
      E sì, pretendo che la realtà non sia mistiFICAta.
      ==>femministe raus.

      Elimina
    27. Marina delle 22.05. nessuno ha detto che dobbiate preoccuparvi delle maggiori difficoltá maschili, infondo se la società attuale ha al primo posto l'individualismo sfrenato è proprio per ragionamenti come questo, "che caxxo me ne frega dei problemi altrui, ho già i miei" e si vive tutti come pesciolini in un acquario, senza capire il mondo che ci circonda. Ecco, questo credo sia uno spazio in cui viene raccontata la verità nuda e cruda ed è già qualcosa. Per cui nessuno dice di farti carico dei problemi altrui, si fanno semplicemente dei ragionamenti.
      D'altronde nessuno si farà carico dei tuoi, quando anziché avere 34 anni, ne avrai 44 e il tuo potere sessuale sarà notevolmente diminuito (non per il sesso, ne troverai sempre), per cui goditela, finché dura.

      Elimina
    28. Un utente
      Approvo in gran parte ciò che dici ma allora tutta la società deve cambiare dobbiamo passare dal individualismo al sentirci tutti parte di una comunità dove abbiamo pari diritti e pari doveri
      Non mi sembra che la maggior parte dei redpillati la pensi così pensano solo che sarebbe loro diritto usare una donna (detta np) per soddisfare il loro egoistico desiderio di godere.
      Non ho mai avuto un gran potere sessuale e comunque da 5 anni ho una relazione stabile che spero duri
      Marina

      Elimina
    29. Femministe allo sbando
      In natura il sesso è un bisogno fisiologico lo è anche per l homo sapiens
      Ma in natura i maschi si battono per il possesso delle femmine e spesso periscono nelle lotte inoltre il ruolo di maschio alfa o stallone dominante è tale solo finché lo sa detenere
      Pochi maschi si accoppiano e solo per un breve periodo nel massimo delle loro forze
      Se davvero vuoi usare la natura come modello della società vedrai che è esattamente quella che odi pochi maschi dominanti (molta lms) si accoppiano e per gli altri nisba
      Se pensi che la società umana dovrebbe essere diversa allora devi cambiare paradigma

      Elimina
    30. @Marina

      Secondo me è un po' riduttivo dire che i redpillati vogliono solo quello, anche se magari qualcuno interviene solo su tale argomento e ci calca la mano.
      Vedo che anche tu sei impegnata da tempo in una relazione. C'è da considerare una cosa: loro (quello single, con intenzioni più o meno serie) si trovano ad aver a che fare con le trentenni single, magari incallite. Sono un tipo di persone diverse da quelle come me, te e tante altre che si sono trovate un partner serio già da tempo. Probabilmente sono donne che non vogliono sistemarsi, o che non riescono a far funzionare una storia più di poche settimane o mesi, o che hanno ideali assurdi per cui nessuno gli va mai bene (perché altrimenti, a meno di essere asociali o estremamente sfortunate, qualcuno l'avrebbero già trovato). L'alternativa è che incappino in qualcuna a posto ma appena uscita da una storia lunga finita male, solo che in questo caso aumentano le probabilità che la tipa abbia già figli (soprattutto se dai trenta ci si avvicina/oltrepassa i quaranta) e molti di loro non ne sarebbero contenti... li capisco anche...

      Anonima Gardaland

      Elimina
    31. Marina delle 9.06. non credo che la società possa cambiare in positivo, sotto l'azione di qualche spinta etica, perché appunto ognuno tende a guardare il proprio orticello. La verità è che sono molto pochi a volere pari diritti e doveri, direi piuttosto che si vogliono i diritti degli altri ma i doveri nostri. Secondo me l'unica via possibile è circondarsi di persone il più possibili simili a noi (noi inteso in senso generale).
      "pensano solo che sarebbe loro diritto usare una donna (detta np) per soddisfare il loro egoistico desiderio di godere"
      Qui ti sbagli di grosso. Non mi sembra di aver letto da nessuna parte cose del genere, piuttosto il redpillato prende coscienza della realtà e cerca di comportarsi di conseguenza.
      Non so perché poi, avete sempre questo concetto di "usare una donna". Perché le donne quando fanno sesso non usano l'uomo per godere? È la stessa cosa, solo che voi generalmente l'utilizzo dell'uomo (metti il chad) lo pagate solo con il vostro corpo, noi con il nostro corpo se siamo fighi, altrimenti con status e/o money. Tutto li.
      Il commento delle 13.20 di Anonima a mio avviso è ottimo, descrive esattamente ciò a cui va incontro l' uomo medio, che deve confrontarsi con variegate tipologie di donne, da quella iper pretenziosa, alla fuori di testa, alla madre single, a quella che dopo 2 mesi è già in crisi ecc.. Noi tra l'altro, non possiamo nemmeno avere accesso gratuito al sesso.

      Elimina
    32. Un utente
      Condivido quello che dici riguardo al usare però se accetti questo modo di vedere allora devi ammettere che il problema maschile è non avere sufficiente m e s da mettere sul mercato
      A mio avviso bisognerebbe cambiare completamente la prospettiva ma non credo avverrà mai
      Anonima gardaland
      Condivido ciò che dici anche noi donne abbiamo le nostre problematiche e anche tra noi abbondano le stronze mai detto che noi siamo meglio dei maschi quello che non accetto è che secondo loro dovremmo comunque pensare al loro piacere sessuale
      Marina

      Elimina
    33. Rispondo a Marina 22:21.
      C'è un problema di fondo che ho la sensazione che ti sfugga.
      Indipendentemente dal piacere orgasmico, quello di non trovare nessuna con cui avere una vita erotica soddisfacente è un problema di natura prima di tutto sociale.
      Avere intimità con la nudità di una donna è una tappa essenziale per crescere e diventare maschi adulti. Una volta esisteva il rito di passaggio, e i padri portavano a donne i propri figli. Era il passaggio all'età adulta. Ora ci stiamo avvicinando verso una società, come in Giappone, dove il 40% dei trentacinquenni è vergine. Un fallimento totale.
      Ora, grazie al femminismo radicale, la prostituzione (parlo di quella esercitata autonomamente, no le schiave e via dicendo) in vari parti d'Europa così come in America (e per certi versi anche in diverse zone Italia) è criminalizzata, e i clienti devono andare in galera, al fine di essere rieducati (giusto come i dissidenti politici). Nessun incel al mondo sano di testa Vuole che Marina od altre donne si concedano a chicchessia; desidera soltanto essere compreso ed essere lasciato in pace se desidera frequentare un'assistente sessuale (non chiamiamola prostituta): se poi a te piace pensare che il mondo sia stato estrapolato dalle favole, che una persona di 35 anni che non abbia mai fatto neppure due chiacchiere accanto a una donna nuda possa essere paragonato a una persona che abbia raggiunto un'adulta, equilibrata, maturità, beh allora che discutiamo a fare?

      Elimina
    34. Anonimo delle 21.38. sottoscrivo in pieno il tuo commento.
      "Ora ci stiamo avvicinando verso una società, come in Giappone, dove il 40% dei trentacinquenni è vergine. Un fallimento totale."
      Esattamente questo e dico, ma stiamo scherzando? Ormai è pieno di ragazzi/uomini senza alcuna vita sessuale oppure molto scarsa, questo è un vero e proprio problema sociale.

      Elimina
    35. Niente contro la prostituzione (maschile,femminile,lgt) purché liberamente scelta (magari pagandoci le tasse!!) se tutto si riduce a questo ok
      Ma non vedo dove sia il problema vai su Google e dgt "escort" seguito dal nome della tua città appaiono decine di siti. La prostituzione non è vietata in Italia lo sono alcuni reati collegati come l induzione e lo sfruttamento
      Marina

      Elimina
    36. @MARINA
      purtroppo in diverse parti d'Italia è vietata e come (con tanto di macchia penale).
      Ad esempio, prendo una città a caso. Non so, Firenze. Qui l'Ordinanza del Sindaco vieta sia l'acquisto sia la richiesta d'acquisto di prestazioni sessuali in ogni luogo, sia pubblico che privato (anche in casa quindi). Naturalmente, solo e soltanto il cliente viene punito (la vendita è libera ed è vietato l'acquisto, e addirittura è vietata la sola contrattazione, senza consumazione). Questa è la folle gloria delle femministe radicali di oggi. Non solo, in Svezia per esempio si vuole vietare l'uso di Robot e bambole varie, perché tutto questo rappresenta (nella testa di una femminista radicale) oggettivazione del corpo delle donne. Invece il vibratore che cos'è? Ovviamente nessun divieto per i giocattoli femminili, perché, poverine, hanno tutto il diritto di conoscere il proprio corpo.
      Fai te!
      Qui dentro non mi è mai sembrato che la maggioranza degli utenti straveda per obbligare le donne a concedersi. Mi sembra che la maggioranza aspiri ad una società che incoraggi (no obblighi) alla monogamia, e alla famiglia tradizionale, non senza legalizzare anche la prostituzione. Eppure a sentire certi psicologi, sociologi, giornalisti sembra che un incel (diciamo redpillato) rappresenti chissà quale pericolo pubblico. Solo perché qualche disturbato in America ha fatto stragi. E' come se io dicessi che gli appassionati di calcio sono pericolosi giusto perché allo stadio c'è qualche imbecille fanatico di ultras che commette crimini.

      Elimina
    37. @Unutente

      Riguardo alle percentuali del fenomeno mi interesserebbe avere qualche indicazione. Se ben ricordo tu ora sei impegnato, ma comunque sapresti quantificare il numero dei tuoi amici e conoscenti sui 30-40 anni single da tanto, o che hanno storie brevi ma restano soli ogni volta per tipo un anno o più tra una e l'altra? (single intendo senza vita sessuale se non a pagamento, non single donnaioli). Perché alla fine se non portate le vostre esperienze io non riesco a capire.

      NB: vero che era stato fatto un sondaggio dal Redpillatore, ma era solo sul numero di partner sessuali, quindi non spiega questa parte del fenomeno: perché magari uno potrebbe aver avuto una sola partner ma continuare a starci insieme e trombare come ricci, un altro averne avute dieci ma tutte nello stesso periodo anni fa ed ora non rimediare più nulla da secoli.
      Chissà che il Redpillatore non possa realizzare un nuovo sondaggio per quantificare queste altre variabili.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    38. Anonima della 14.10. tutte le cose che ho riportato sul sito derivano da esperienze dirette o dall' "osservazione" delle persone che mi circondano, amici, conoscenti, colleghi. Cosa ho dedotto? Che i dati riportati dal redpillatore e da altri utenti coincidono con i miei. Per essere più precisi,ti faccio alcuni esempi. Per anni ho frequentato la classica "cumpa" mista, di ragazzi e ragazze che andavano a ballare ecc. C'era un solo ragazzo, belloccio e con status di figlio di papá che veniva letteralmente venerato dalle ragazze. Poi via via in ordine decrescente, si arrivava a quelli "invisibili", che ci fossero stati o meno, alle ragazze non importava nulla.
      Se poi parliamo di amici e conoscenti di lunga data, ne conosco almeno due di 40anni ancora vergini. Altri che hanno avuto una storia intervallata da anni di singletudine (forzata), alcuni di questi ora sono sposati.
      Un amico, ne ha cambiate moltissime (grazie ad aspetto e soprattutto status) e ora è sposato con una donna bellissima.
      Le percentuali sono proprio queste: pochissimi uomini all'apice della catena, poi una fetta che ha avuto qualche storia/avventura ad un ritmo normale, poi molti che ne hanno avute pochissime ed infine i verginelloni, che ormai hanno rinunciato alle donne e al sesso.
      Il 20% che ha grande successo con le donne è quindi reale e bisogna anche dire che esistono ulteriori sottoinsiemi, in quel 20% ci saranno quelli che hanno il massimo "successo", così come nel restante 80% della popolazione maschile, ci saranno sostanziali differenze.

      Elimina
    39. @Unutente

      Quando dici "qualche storia/avventura a un ritmo normale" cosa intendi per ritmo normale? Vorrei capire se si riesce a concordare tutti su una definizione o se è qualcosa di soggettivo. A me pare dipenda dal contesto; posso dirti che per ciò che ho sempre visto intorno io, trovo anormale qualcuno che a 35 non ha mai avuto una storia o è da solo da almeno due/tre anni, sempre che stia cercando attivamente un partner (alla nostra età se pensi solo al lavoro e non hai amici che si muovono per farti conoscere qualcuno credo proprio non possa accadere nulla). Per storia intendo proprio relazione, per quanto breve; non conosco nessuno/a che vada a caccia di avventure di una notte quindi non so valutare quel tipo di situazione e quali aspettative di ritmo vi siano.
      A vent'anni mi ricordo anch'io che nei gruppi c'erano ragazzi invisibili all'altro sesso, ma non so che cosa ne sia poi stato di loro.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    40. Anonima 21.25. mi rendo conto che sia impossibile dare una definizione di normalità condivisa, comunque intendo quei ragazzi che magari hanno una storia di un anno, poi passano alcuni mesi da soli, per poi trovare un'altra ragazza, magari per qualche mese e così via, in modo tale che non sia troppo problematico frequentarne di nuove. Per quanto mi riguarda, ho sempre visto una facilità di scelta da parte delle donne maggiore rispetto all'uomo. Della serie che l'uomo restava da solo per diversi mesi (anche anni) per mancanza di possibilità, mentre se accadeva alla donna, era per una selezione eccessiva. Ad esempio, un mio collega è stato alcuni anni con una donna straniera e ora è solo da un bel pezzo. Un altro fa "vacanze sessuali" (tipo Thailandia) e frequenta abitualmente prostitute, ma non l'ho mai visto con una ragazza, anche se gli farebbe piacere. L'ho visto provarci timidamente con una barista che però non gli ha mai lanciato segnali di interesse.
      Io stesso mi sono trovato a scegliere tra un numero ristretto di donne, che mai mi hanno proposto solo sesso, ma solo relazioni con coinvolgimento sentimentale. Le amiche single per parecchio tempo, sono solitamente medio/brutte, restano tuttavia selettive e ogni tanto raccontano che tizio ci ha provato, ma non sono interessate, preferiscono restare in attesa. Conosco donne "vecchio stampo" che si sono fatte i loro bei periodi di frequentazioni senza impegno.
      Dimenticavo di dire che conosco anche alcuni uomini, "felicemente" fidanzati/sposati, che integrano la scarsa dieta sessuale offerta dalla compagna, con saltuari incontri con prostitute. Le loro donne sono talmente così poco attente ai loro bisogni che nemmeno se ne accorgono.

      Elimina
  9. "Ti devi migliorare!" Ti impegni, lavori su te stesso, vieni incontro a ciò che dicono siano le richieste/esigenze delle donne, ti adegui... "Eh, ma devi essere te stesso!" :-D

    Daniele27

    RispondiElimina
  10. Condivido in pieno l'articolo, sebbene il migliormaneto debba essere SEMPRE un imperativo morale, a prescindere dalle donne.
    Aggiungo che il forte vince sempre sul più debole. In questa epoca, gli uomini sono deboli, se paragonati agli uomini di un centinaio di anni fa, pertanto le donne spadroneggiano. 100 anni un morto di f..a lo avrebbe deriso tutto il paese. Oggigiorno lo zerbino è tollerato. 100 anni una donna pretenziosa si sarebbe autoemarginata. Oggigiorno appare sicura di sè e qundi sexy ( non ai miei occhi ovviamente )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspirante blackpillato4 febbraio 2020 16:15

      perchè generalizzi? cosa vuol dire 'sempre'.

      Elimina
    2. 100 anni fa un uomo non doveva preoccuparsi più di tanto del suo aspetto. Una donna l'avrebbeo comunque avuta assicurata.

      Elimina
    3. 100 anni fa però se la doveva pure mantenere.

      Elimina
    4. Non è così. Non puoi dire che gli uomini 100 anni fa erano più forti per qualità intrinseche. Erano più forti socialmente rispetto alle donne per fattori che il singolo individuo non poteva controllare.
      I morti di figa ci son sempre stati, gli zerbini pure. 100 anni fa la vita era dura rispetto ad oggi e un uomo adulto trovava una donna senza problemi rispetto ad oggi ma doveva faticare di più per tutto il resto. Proprio un altro mondo, con regole diverse.
      Le donne spadroneggiano solo perché sono altamente ricercate dagli uomini e sarebbe stato lo stesso 100, 200 anni fa se la rivoluzione sessuale fosse successa allora. Aggiungo che la combinazione di vari fattori legati alla modernità (lavori poco faticosi disponibili per le donne, elettrodomestici, anticoncezionali, sicurezza diffusa quindi bassa probabilità di essere stuprate o uccise) ha creato le basi per la libertà di fare sesso da single con i più belli senza ripercussioni, in questo modo vengono tagliati fuori molti uomini e altri che non sono tagliati fuori in modo netto faticano molto per prendersi una fetta.
      Alla base di tutto questo discorso c'è la logica della riproduzione sessuale: un sesso che seleziona e uno che viene selezionato.

      Elimina
  11. Con un massiccio dimagrimento, un trapianto di capelli e un trattamento ortodontico piuttosto lungo e travagliato, sono passato dal 5-5,5 al 6,5 solido.
    Nel frattempo, però, ho sacrificato parecchio tempo e denaro, per non parlare delle energie psico-fisiche spese per giungere all'obiettivo di risultare quantomeno decente a livello estetico.
    Senza contare il fatto che sono stato costretto a tagliare i ponti con tutti i miei amici (purtroppo, gli interventi per risolvere il problema della calvizie non sono affatto accettati a livello sociale) ed ora mi ritrovo pure con uno status a livelli risibili, dato che non ho più uno straccio di giro sociale.

    Per contro, una donna sul 5-5,5 è già "sufficiente" per la stragrande maggioranza dei maschi italiani, visto lo zerbinismo dilagante, senza contare il fatto che non deve temere perculate gratuite (cosa che invece succede sempre più spesso ai maschi sub6): di conseguenza, questa normobruttina random può tranquillamente permettersi di rimanere tale, di mantenere lo status quo diciamo.

    Va bene l'ipergamia, però ribadisco: la colpa qui è soprattutto degli zerbini e dei MDF così tanto diffusi in Italia, non tanto del femminismo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei andato in italia o all'estero per il trapianto? Dopo hai avuto risultati migliori con le femmine?

      Per quanto riguarda i giri sociali.. posso dire che non è impossibile ricreare compagnie da zero, certo ci vuole una grande forza di volontà.
      Dici che sei stato escluso per invidia?

      Elimina
    2. Osservatore Romano4 febbraio 2020 20:49

      Ci sono due articoli sul blog a riguardo "Guida antizerbinismo" e "Perchè le donne bruttine hanno più uomini delle fiche": che bisogno c'era di ribadire?

      E' naturale che se per migliorare L ti sei sputtanato M e S significa aver fatto male i conti. E non è colpa di zerbini o 'domnule'...

      Elimina
    3. @Marco: Cit "(purtroppo, gli interventi per risolvere il problema della calvizie non sono affatto accettati a livello sociale)"
      Purtroppo hai ragione, esiste una grandissima ignoranza sull'argomento. Aggiungerei il menefreghismo, per esempio il belloccio che sta bene rasato non capisce(o fa finta) che altri tipi di volto possano "perdere punti" senza capelli.
      Sono d'accordo anche su altre cose che hai detto.
      Però c'è un problema: esiste una propaganda antimaschile che non va bene.. in un "certo" femminismo.
      Ad incoraggiare comportamenti zerbinanti o comunque sottomessi a volte sono "messaggi" che vengono lanciati. Faccio un esempio: il più potente fornitore di film, streaming a livello mondiale, è americano, ha applicato un grossissimo filtro che riguarda femminismo e politically correct. Questo porta anche in normalissime serie tv per ragazzini(che sono i più influenzabili) a mostrare maschi zerbini a volte, uomini che chiedono scusa in ginocchio a una donna anche se lei ha torto.. o altri esempi..che non mi sembra vadano proprio bene. Troppo sbilanciati. Non ho detto che siano tutti così, ma una buona percentuale segue questa tendenza.
      Di conseguenza, esistono dei "tagli" che censurano o escludono personaggi da trasmissioni se non sono "allineati" e anche una discussione moderata come quella tra noi 2 ora, in certi ambienti, rischierebbe di essere "censurata". A volte fanno sentire una "sola voce".
      P.s: ho scritto il messaggio 2 volte per problemi con "l'invio", se dovesse arrivare doppio non dipende da me.

      Elimina
    4. Credo si sia autoescluso per timore di essere deriso dai vecchi amici, ma su questo ti saprà rispondere meglio il diretto interessato.
      Il trapianto di capelli comporta un post-operatorio lungo e complesso. Ti ricordi Berlusconi che nell'estate del '94 teneva la bandana in testa? Secondo te la teneva perchè amava il look da pirata, o perchè aveva lo scalpo martoriato dal chirurgo?
      A parte il disagio del farsi vedere con la testa glabra e arrossata, gli interventi estetici sugli uomini non sono così ben accetti come sulle donne. Specie se il giro di amici è rappresentato da persone che non hanno mai meso il naso fuori dal buco in cui sono nate, e sono sempre pronte a criticare qualsiasi cosa sia estranea al loro (ristretto) modus operandi.

      Certo, i giri sociali si possono riprendere anche dopo i 30 anni, ma richiedono uno sforzo superiore rispetto a quelli che si creano in adolescenza e gioventù, e probabilmente sono un pelo più labili.

      Elimina
    5. Perdonami Marco, ma con tutto il rispetto per la tua scelta non credo che io avrei mai fatto nulla di simile: hai perso gli amici per diventare "più bello", e peraltro -se ho capito bene- non ti è nemmeno servito per scopare...
      ci sta anche che uno ci tenga alla propria immagine e sia soddisfatto di vedersi meno brutto, ma non certo a costo di perdere la propria vita sociale.

      Per la miseria, che te ne farai della bellezza, quando sarai vecchio, solo e, per giunta, di nuovo brutto?

      Elimina
    6. Rispondo un po' a tutti.

      Innanzitutto, dello scopare o meno non me ne è mai fregato una cippa (anche se qualche storia, seppur normobruttino, l'ho avuta quando ero socialmente inserito), come non mi interessa più di tanto neppure ora, sono MGTOW-monk in sostanza: ho looksmaxato esclusivamente per me stesso, in quanto non sopportavo più di vedermi brutto sia in foto che allo specchio, senza contare il fatto che la bruttezza (e qui purtroppo il concetto non è ancora chiaro a tutti, è una redpill troppo dura da digerire e lo posso comprendere) va molto al di là del semplice discorso "donne".
      Dico solo che nella società di oggi, se sei brutto rischi seriamente le perculate random, in pratica ormai rischi di essere additato o deriso gratuitamente mentre sei per i cazzi tuoi che ti fai una vacanza o una passeggiata (per non parlare poi dei contesti sociali): insomma, in una società dove l'immagine e l'estetica sono diventati IL valore per eccellenza, un brutto o comunque un sub6 non è una persona libera.
      O almeno, io la vedo così e magari potrei anche sbagliarmi o estremizzare troppo, non lo metto in dubbio.

      In tutti i casi, ecco perchè sono voluto uscire dalla bruttezza e diventare quantomeno decente se non qualcosina di più: per essere o comunque sentirmi LIBERO, per essere in pace con me stesso e con la mia immagine riflessa, pur conservando ancora notevoli complessi che mi limitano parecchio nonostante il miglioramento estetico oggettivo e "certificato".
      In estrema sintesi, per me la libertà viene prima della vita sociale e molto prima di quella sessuale.

      Poi, anche se volessi trombare, non avrei possibilità concrete per farlo, almeno dal vivo: innanzitutto, come ho specificato, ho tagliato i ponti con tutti e dunque sono privo di giri sociali che mi permetterebbero, giocoforza, conoscenze femminili potenzialmente interessate.
      L'unico modo che avrei per trovare donne sarebbero dunque le app tipo Tinder o Lovoo: tentai a suo tempo così per provare, ebbi alcuni match ed occasioni d'incontro anche con ragazze esteticamente sul 6-6,5 (alcune, stavolta però sul normobruttino andante, presero proprio loro l'iniziativa nel propormi un appuntamento e quindi tentare l'ipergamata).
      Rifiutai queste occasioni perchè tanto, durante l'uscita a due, avrebbero capito subito che vivo da mezzo recluso che esce praticamente solo per andare al lavoro o in palestra, senza più amici nè contatti sociali di sorta.

      Inoltre soffro di sociofobia (diagnosticata), quindi ricostruirmi un giro di amicizie da zero, dopo che quello precedente nacque a suo tempo praticamente per miracolo, risulta materialmente impossibile dato che botte di culo clamorose come quella capitano una volta sola nella vita.

      Last but not least, sono alla soglia dei 40 anni.

      Concordo poi con i discorsi sia di Dave, che ha azzeccato in pieno il motivo per cui ho tagliato i ponti con la vita precedente, sia di Van: in effetti c'è una parte di femminismo che sconfina nella misandria (sarebbe da chiamare con il termine giusto quindi, cioè MISANDRIA: il femminismo non c'entra, qui si trascende), quindi in un vero e proprio odio di genere al pari della misoginia.
      Tuttavia, il problema dello zerbinismo spesso trascende tutto questo e rappresenta un problema tutto italiano.

      Elimina
    7. @Marco: parlo soprattutto di quello moderno diffuso in Occidente,anche in contesti nei quali una donna può essere molto più emancipata dell'uomo medio, Ovviamente. Di un certo vittimismo nel quale si fa vedere sempre la donna come vittima a prescindere e (di conseguenza) l'uomo come il "cattivo" che le opprime. Persino in alcuni contesti nei quali, non è solo falso ma anche ridicolo(a mio parere). C'è un articolo sulla stessa pagina facebook del Redpillatore su uno dei tanti argomenti, Avevo inserito qualche link pure sul blog ma non è passato, riportando alcuni dati che smentivano appunto una delle tante bufale usate come cavalli di battaglia oppure dati interpretati male o eccessivamente gonfiati in maniera poco trasparente e unilaterale, sparati sui media con titoli sensazionalistici)sui quali alcuni di questi miti si basavano. La misandria a volte una conseguenza diretta di tutto questo.
      Ovviamente siamo in Occidente, Europa. Non parliamo di altri movimenti in paesi arabi o in altri contesti completamente diversi, che possono avere " ragioni" completamente diverse.
      Non solo.. esiste la misandria. In realtà quando ho frequentato ambienti di centrosinistra soprattutto, ma non è detto, femministi estremi di quelli moderni, le due cose non erano quasi mai nettamente separate. Sarebbe un discorso lungo, per ora mi fermo qua.

      Elimina
    8. Dimenticavo: in certe correnti, che si fanno chiamare femministe, o psedo-tali, non solo esiste la misandria(verso gli uomini), ma anche una certa demonizzazione delle "donne" che la pensano diversamente da loro. Per questo parlare di misandria quando si parla di alcuni movimenti sarebbe limitativo. Basta vedere come vengono insultate anche in pubblico, alcune donne, solo perchè non allineate alle loro idee(anche in Italia).
      Il fornitore di streming del quale parlavo nel messaggio precedente, è diventato così, proprio da quando un ex-presidente americano(dichiaratosi apertamente femminista e con determinate idee politiche ribadite quasi in ogni opera) e una donna (femminista anche lei), hanno siglato un accordo pluriennale per la produzione. Tutte le opere che non sono "allineate", difficilmente li vedo passare. Quindi parlavo di un fenomeno "specifico". Eppure è uno spazio "globale" con milioni di utenti che dovrebbe racchiudere una utenza più vasta.
      Per il resto: hai ragione, in Italia il problema zerbinismo sarebbe limitativo ridurlo a un movimento o l'altro, per questo c'è stato un articolo ne abbiamo già parlato "abbondantemente".

      Elimina
    9. @Van

      Stai parlando di quel servizio che inizia con N e finisce con X? (non si può nominare?)
      Perché non è la prima volta che vi vedo associato questo discorso. Vorrei capire se sono stati boicottati determinati film o serie, perché io non ci vedo tutto questo "schieramento"; non ne usufruisco direttamente, ma spesso a casa di amici e la scelta mi è sempre sembrata ampissima e variegata. Se ripenso a ciò che abbiamo visto di recente non c'era traccia degli schemi di cui parli; in un film c'era l'antagonista uomo-orco ma anche il protagonista era maschio e salvava la fanciulla in pericolo, questo è un cliché antichissimo e non ha nulla a che fare col femminismo.

      O forse stiamo parlando di due piattaforme diverse?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    10. Netflix ne fa parte, ma non solo..
      Non ci sarebbe femminismo su Netflix?
      Mi sembra che sia evidente, ti consiglia anche a volte o serie con personaggi femminili forti e personaggi maschili ridicoli, molti forum americani ne parlano, se poi nei forum italiani non tutti riescono a "cogliere" messaggi più o meno diretti è un altro discorso. Addirittura guardando le serie consigliate cercavo prima con google "nome della serie" e poi "femminismo" in inglese, e c'erano 2 volte sue 3 persone che avevano notato collegamenti, in moltissimi titoli, non credo di essere il solo.
      Per non parlare di messaggi politici nei quali, il partito "avversario" (sempre lo stesso) viene dipinto come il male assoluto, e viene persino fatta vedere una locandina molto simile a quella di tale partito(propaganda politica pura). Questo è successo in una serie tedesca, che si definiva "contro il sistema per i giovani" ma alla fine era "contro un partito". Ci sarebbe un libro da raccontare. Tanto che alcuni film, anche italiani, ma considerati "politicamente scorretti" da quei movimenti li ho dovuti cercare su "altre piattaforme" perchè anche se avevano avuto grandi incassi, non sono stati fatti passare. P.s: l'eccezione ci può essere sempre.. non fraintendere, ma la maggioranza è quella che ti dico, a mio parere. Un film antifemminista su Netflix, sinceramente non lo ho mai visto(anche solo per avere una visione del mondo diversa), anche se ritenuta sbagliata, visto che ci sono donne antifemministe. E i messaggi non vengono fuori quasi subito a volte, nell'ultima Serie Tv li hanno messi più avanti. Non devono essere serie femministe, il messaggio te lo mettono anche in contesti diversi(è questa la novità)
      Ho visto persino una serie Tv nella quale una ragazza uccide il suo ex e poi con una musica divertente fanno vedere che i maiali fanno sparire i suoi resti, e la fanno vedere come "reginetta" del ballo, tutti contenti. In generale le vita valevano poco.. ma mi sembra un tantino eccessiva come cosa. Tutta la serie era concentrata su lei e il suo concorso. A nessuno importava di questo, rimane impunita. Sarà una serie stupida. Vorrei vedere se a parti invertite sarebbe passato. Sempre gli stessi mesaggi: canzoni jazz che vengono censurate perchè "non allineate" al politicamente corretto femminista(in uno da ridere sulla mafia) e chi la cantava che veniva umiliato. è uno standard che hanno cantato moltissime donne, per decenni. Per non parlare di imposizioni del politically correct che a volte fanno ridere, se ci sei abituata non te ne accorgi, ma se confronti con film del passato noterai delle differenze.
      P.s:la differenza la noti quando il cattivo che maltratta le donne viene considerato "giustamente" cattivo(e ci stà). La donna che maltratta l'uomo viene considerata quasi "eroina" anche se in certi casi non ha proprio ragione. Magari solo con insulti, o prese in giro che dall'altra parte non verrebbero accettate. Ricordo una serie nella quale una ragazzina dava del brutto pelato a uno senza capelli.. tutti ridevano.

      Elimina
    11. I messaggi tipici usati in campagna elettorale si vedono durante diverse serie.
      Fra quelli che ho elencato quello della reginetta era più che altro squallido, anche stupidino.. per il resto del bombardamento di messaggi, si trova anche dove non c'entrano niente. Ma hai visto qualcuna delle serie per teenager? in quelli ce ne sono di più e si notano meglio, a mio parere. Oltre ad altre situazioni ripetute molto simili.
      Altro esempio: la ragazza ricatta un ragazzo per fargli avere una cosa che è sua, che aveva lasciato da lei. Lui invece di arrabbiarsi la zerbina e si umilia facendo tutto quello che vuole lei. Che lo tratta come un cagnolino.
      Attenzione: parliamo di "ricattare una persona". Non di un gioco.
      Senza un minimo di rispetto. Nella serie lei viene spesso fatta passare lei come una eroina femminile. Fra l'altro la stessa ragazza offende sia lui che un'altra ragazza, non della sua parte politica, con idee diverse, umiliandola (la famosa umiliazione delle donne "non allineate" di cui parlavo prima). Queste, formano anche un gruppo femminista durante la serie, dicono spesso slogan, e fanno una trasmissione a temi femministi.
      Differentemente nella serie c'è anche un ragazzo che tratta male una ragazza, ma in questo caso:
      1)viene fatto passare per cattivissimo( era antipatico anche a me se devo essere sincero)
      2)viene umiliato dal gruppo femminista, con insulti vari, quindi trattamento diverso rispetto alla prima, punito, e poi incomincia a zerbinare il gruppo femminista anche lui. Insomma: 2 pesi e due misure.
      Invece di esempi "in controtendenza", film "politicamente scorretti" non me ne viene nemmeno uno, prova a cercare con google "politically correct" legato ad alcune di queste piattaforme.. troverai anche altri le ritengono eccessiva la sua presenza, non sono l'unico(indipendentemente dalle idee di chi lo vede). Comunque se ci sono film in controtendenza, saranno pochi e "non recenti" per quello che ho visto fino ad ora.

      Elimina
    12. P.s: "qualcuno" potrebbe anche non essere d'accordo con me, ma se venissero applicate le regole del "politically correct", che vengono imposte in alcuni settori dello spettacolo (film e serie tv) ho paura che anche questo blog verrebbe in parte ridimensionato. Che una donna possa non percepirlo mi sembra normale, visto che limita maggiormente il ruolo maschile, ma da parte degli uomini mi aspetterei una attenzione diversa su questo tema. Infatti ci sono pagine di qualche femminista che hanno attaccato anche questo blog. Vorrei che nessuno se lo scordasse. Si trovano con google anche quelle. Ovviamente come ho scritto sopra, non generalizzo mai, e non lo faccio nemmeno su questo. Però io penso che l'arte e lo spettacolo debbano essere liberi. Come lo sono stati di più in passato. Senza imposizioni di P.C così strette. Poi con lo spirito critico uno capisce quali sono le opere che valgono di più e quelle da buttare, come si è sempre fatto. Se si impone un P.C troppo stretto, si rischia al contrario che tutte le opere diventino uguali.

      Elimina
    13. https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/02/01/madonna-la-popstar-torna-in-tour-e-sciocca-il-pubblico-non-sono-mai-stata-con-un-uomo-che-ce-lo-aveva-piccolo/5692339/

      immaginiamo un cantante che avesse detto :
      non sono mai andato con una nana racchietta vecchia ( come è Madonna ) . Apriti o cielo

      Elimina
    14. @Van

      Sulla base di quello che racconti mi sembra di capire che ci siano più che altro molti personaggi femminili cattivi. Magari forti, ma cattivi. Più che un messaggio femminista io lo percepisco tutto al contrario, come il cliché della donna-strega e maliarda...
      Se dovessi immaginare una trama iperfemminista, penserei a una protagonista vittima di uomini che poi si ribella o vendica da sola o con l'aiuto di altre donne; non a una donna potente ma antagonista e antipatica.

      Nel caso che citi nel secondo commento c'è qualcosa di simile (il ragazzo cattivo messo sotto dal gruppo di femmine), oltretutto mi pare di capire che è una serie apertamente di stampo femminista. Per curiosità, potresti dirmi il nome?

      Comunque non mi è capitato di vedere spesso di recente serie adolescenziali dato che non sono il loro target, però i miei amici ne stanno seguendo ora proprio un paio ambientate tra ragazzi/ragazzini e dal quel che mi dicono non pare inneggino al femminismo (Ares e Ragnarok).

      Secondo me comunque bisogna distinguere tra due cose: la presenza spinta di concetti femministi, e l'assenza di film antifemministi. Perché esistono anche una marea di opere neutre, o no? Non è che debba esserci per forza un messaggio in tal senso. Ad esempio tu cosa intendi per "film antifemminista" (se puoi fare qualche esempio)?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    15. Cavaliere Oscuro5 febbraio 2020 23:29

      Premetto che sono un cinefilo incallito, e posso confermare che
      quanto scritto da Dave, è veritiero.
      Ormai, mi rifiuto da diversi anni, di seguire certe serie tv,
      e di guardare molti film, in particolare Americani.
      Ho notato, che nel corso del tempo, la cinematografia Hollywoodiana ha preso una piega femminista, e a favore del suprematismo nero, infatti vengono proposti sempre più
      film in cui le donne vestono i panni di eroine invicibili,
      oppure con protagonisti attori di colore, che rivestono ruoli
      di supereroi.
      D'accordo, si tratta di megaproduzioni fracassone adatte per un pubblico lobotomizzato, e dal valore artistico pari a zero, però
      intanto, il messaggio passa....

      Elimina
    16. Cosa c'è di femminista in queste serie, le consigliate da NFX per febbraio? https://www.netflixlovers.it/classifiche/migliori-serie-tv-su-netflix

      Questa è la classifica italiana, forse il problema di cui parli è più sentito negli USA..?

      Anonima Gardaland
      (se non va bene mettere il link toglietelo pure, comunque per citarne alcune: Breaking Bad, Narcos, Black Mirror, Sherlock, Friends...)

      Elimina
    17. @Cavaliere Oscuro: hai perfettamente ragione. Quello che ho citato infatti avviene sia in serie tv che in film Hollywodiani(soprattutto). Prendono la gente per stupida a volte, anche perchè non si rendono conto del fatto che chi guarda un film non lo fa perchè vuole essere indottrinato(esiste già la politica 10 ore al giorno in Tv per quello), sfinano anche vecchie opere rovinandole per mettere tutti quei messaggi che con la trama non c'entrano niente. Diventa una pena guardare qualcosa, al punto che poi qualcuno spegne e non li guarda.
      @Anonima: mi sembrava di essere stato chiaro.. tu definisci (non femminista) quello che in realtà lo è "oppure" è una conseguenza della propaganda di determinati movimenti, oppure come ho detto possono essere "messaggi" in una serie "non femminista". Altri che mi hanno risposto hanno capito benissimo anche qui(tutti).(Ho citato persino una serie dichiaratamente femminista con slogan femministi, nella quale i personaggi si professano femministi e applicano il famoso "doppio livello di Politically Correct, asimmetrico" , tipico della propaganda di alcuni movimenti. Quello di cui parlavo non è cattiveria femminile (non solo almeno) ma soprattutto "il doppio standard".. e la discriminazione positiva che un certo filtro richiesto da movimenti può creare, sbilanciamento dei ruoli: (chi dice "a" verso una donna viene considerato "giustamente in certi casi" cattivo, chi fa lo stesso gesto oppure offende un uomo viene considerata quasi "eroina femminile"), più chiaro di così..
      Un certo femminismo moderno da anni usa questo doppio standard in certa propaganda, chiedendo di rimuovere "alcune" opere e
      "tacendo" o chiedendo la diffusione di altre. Ci possono essere donne cattive (per esempio in Viking che è una serie più vecchia) ma nessun messaggio di quel tipo, nessuno sbilanciamento. Anzi..
      Non posso farti esempi qui serie per serie(sarebbe inutile fra l'altro), mi fermo, ti ho già detto come ho cercato io, e i riferimenti in rete ci sono tutti, fai la stessa ricerca che ho fatto, se vuoi.. e ti fai la "tua" idea. Appena netflix o altre piattaforme(la macchina non le riviste) consiglia le serie a te o amici, visto che i riferimenti in inglese(che poi alcune serie sono le stesse delle nostre le ritrovi), specificano serie e puntata nella quale "notano" messaggi a volte, puoi controllare. Ci sono discussioni "apposite" su questo. Dico solo che Black mirror è una delle prime che ho visto e non la considero tale.
      @eeone: Hai capito benissimo. Il tuo esempio esprime perfettamente cosa produce questo "doppio standard" oltre al politically correct asimmetrico che trovo abbastanza ipocrita, fra l'altro. Inserito in molti contesti.
      Concludo con un esempio: Censurare un grande classico come "My funny Valentine" è stato il colmo, su serie netflixiane. Il protagonista prova a cantarla e viene criticato umiliato, poi ci rinuncia durante la serie.
      Parliamo di un grande classico, fra l'altro cavallo di battaglia di grandi voci femminili come Ella fitzgerald, interpretato da grandi artisti come: Miles Davis, Chet Baker. Non farò altri esempi o nomi di serie, film e altro.. Chi vuole può cercarli. La serie si chiama "the good Cop" e il messaggio è inserito in un contesto che niente avrebbe a che fare con femminismo, politically correct etc.. anzi l'opposto .. Nemmeno i talebani censurano l'arte in questo modo(è un modo di dire). Vi immaginate cosa succederebbe se uno si mettesse a fare lo stesso con tutte le opere del passato?
      Chiudo.

      Elimina
    18. @Marco

      Perdonami, ma proprio non ti capisco.
      Nonostante io sia un brutto vero (un 4 o forse anche meno), sei mesi dopo la laurea ho trovato lavoro e, anche se non saró il CEO di General Motors, i miei duemila al mese li portò a casa.
      I miei colleghi sono tutti i normaloidi, anzi il mio capo è decisamente brutto.
      Potrei dire lo stesso di tutte o della stragrande maggioranza delle persone che conosco.
      Non ho mai assistito ad episodi di derisione o ghettizzazione aperta di una persona per il suo aspetto. Tantomeno ne sono stato vittima in prima persona.
      Sicuramente, vedendomi in molti penseranno: “guarda che ciccione”, ma francamente è un problema loro.
      Neppure ho mai avuto problemi di natura sociale. I brutti possono tranquillamente avere amici; e del resto tu stesso ne sei la testimonianza, visto che avevi una vita sociale da bruttino e ora non ce l’hai più.
      In conclusione, temo tu abbia una visione davvero distorta della vita.
      Se sei brutto non scopi ma, per il resto, non è certo l’inferno che si dipinge.
      Spero in ogni caso che tu ora sia felice e, dal tuo punto di vista, essere diventato bello sia una soddisfazione sufficiente a ripagare tutto quello che hai perso.
      Non ti nascondo però, pur senza volerti giudicare, che, se mi fossi comportato come te, ora avrei la sensazione di aver buttato nel cesso tutto ciò che avevo di buono per restare con un pugno di mosche.

      Che dire: il mondo è bello perché è vario...

      Elimina
    19. Cavaliere Oscuro6 febbraio 2020 22:25

      @Van: Perdonami, nel precedente commento riferendomi a te, ti ho erroneamente scambiato con Dave, comunque mi hai capito benissimo
      lo stesso.

      Elimina
    20. @Anonimo6 febbraio 2020 21:46

      Evidentemente sei un caso fortunato, riguardo poi alle esperienze indirette beh, non credo che in tanti te lo vengano a raccontare così a cuor leggero dato che sono traumi molto pesanti.
      Però fidati, sono cose che ormai succedono, sono sempre più diffuse in questa società dove l'estetica rappresenta IL valore primario.

      E' vero, da bruttino avevo una vita sociale ed ora da normocarino non ce l'ho più e quindi questo potrebbe sembrare un paradosso che demolisce tutta la teoria LMS: non è affatto così, dato che sono un caso a parte, anzi un caso limite quindi non faccio testo (soprattutto perchè soffro di una patologia conclamata che si chiama sociofobia, quindi davvero non faccio statistica).

      Quella vita sociale che avevo prima era rappresentata in buona parte da uscite un po', come dire, "da sfigati", in più era nata pressochè per miracolo, in circostanze fortunose al limite dell'irripetibile.
      Era sopra la media dal punto di vista quantitativo, sicuramente, ma da quello QUALITATIVO era per contro ben sotto la media; solo negli ultimi tempi uscivo con un gruppo che frequentava assiduamente le discoteche, ma, guarda caso, qui ero visto come un mezzo zimbello a causa sicuramente del mio aspetto che a quei tempi era quello di un mezzo panzone pelato e maloccluso.

      La sensazione di aver buttato nel cesso una parte della mia vita a volte viene, non lo metto in dubbio, ma dall'altro lato ribadisco che ora mi sento LIBERO, a differenza di prima.
      In più, ora riesco a guardarmi allo specchio, in foto, nei video...e MI PIACCIO.
      Queste cose per me vengono prima di tutto, anche prima della vita sociale e sicuramente ben prima di quella sessuale, ma come giustamente hai sottolineato, sono punti di vista (di un sociofobico, oltretutto) che non si possono applicare a livello universale.

      Tuttavia, a livello universale vale sempre il fatto che la società in cui viviamo, volente o nolente, pone l'immagine davanti a tutto e tocca prenderne atto: qui credo che in molti concordino con me, su questo blog che cerca di analizzare la realtà in maniera anche brutale.
      E' sicuramente una società abbastanza malata che si sta via via imbarbarendo sempre più, ma che ci possiamo fare? Metterci a gridare "Fermate il mondo, che voglio scendere"?

      Elimina
    21. Ciò che dice Marco sull'aspetto fisico è un po' estremo, ma sicuramente non è lontano dalla verità. Un medio brutto può non essere particolarmente deriso, ma un brutto penso che riceva parecchie battutacce, magari alle spalle.
      Io che sono un medio ad esempio, ho vissuto un periodo in cui ero parecchio sovrappeso, già solo questa condizione mi attirava addosso battute QUOTIDIANE da parte di amici e colleghi: "fate attenzione che mangia anche il vostro piatto! - attento che non passi più dalla porta..." e tutta una serie di frasi "scherzose" che alla fine diventano fastidiose.
      Ti accorgi anche da queste cose quanto la gente sia fissata sull'aspetto esteriore.

      Elimina
    22. @Unutente

      Io quelle battutine più o meno quotidiane le subivo sulla calvizie, da parte di amici soprattutto, ma in certi casi anche da tipe conosciute in disco durante le uscite di gruppo.
      E' stato anche questo uno dei motivi che mi ha spinto a looksmaxare, anche a costo di buttare nel cesso la mia vita sociale.

      Questo è uno dei tanti esempi di ciò che intendo con LIBERTA': libertà significa anche andare in giro a testa alta senza temere di subire battutine idiote più o meno a random.

      Elimina
    23. Ragazzi, ma voi vi fate condizionare in modo eccessivo!
      La gente vi parlerà sempre alle spalle. Magari non perché siete calvi o grassi ma un motivo lo troveranno sempre.
      Se vi lasciate condizionare dal loro giudizio, tutto sarete tranne che liberi.
      Io sono un ciccione, davvero sovrappeso. Probabilmente molti rideranno di me in mia assenza, ma questo non significa che non sia libero e non vada a testa alta.
      Il fatto è che io amo essere un grassone, mangiare a sazietà le cose che preferisco e alzarmi dalla tavola soddisfatto.
      Se le conseguenze di ció, appunto la mia ciccia, non aggradano agli altri è un problema loro.
      Libertà significa non farsi imporre da
      nessuno il proprio stile di vita.

      Elimina
    24. Anonimo delle 16.24. A volte é farsi condizionare e qui posso darti ragione, ma altre é essere bersagliati quotidianamente senza andare a cercarsela. Nella mia fase grassa, ricordo una vera e propria ossessione da parte di qualche amico o collega, che ad ogni pasto, osservava cosa mangiavo e iniziava con "non ti fai mancare niente..figurarsi se saltava il dolce..ha talmente fame che se non gli portano il pane inizia a mangiarsi le unghie..ecc". Battute che fatte 1,2,3,4 volte fanno sorridere, ma che ascoltate tutti i giorni diventano stressanti.

      Elimina
    25. L’imbecille sfortunatamente può sempre capitare e, anche se sei magro e bello, troverà di che romperti le palle.
      Magari dandoti del terrone o del polentone, prendendoti di mira perché sei juventino o per mille alter ragioni.
      In questi casi la soluzione è semplice: lo si manda, più o meno garbatamente, affanculo.
      Non diffondiamo però l’idea che se sei calvo o grasso la tua vita è caratterizzata da continuo bullismo e derisione generalizzata, perché è una visione chiaramente falsa, la classica blackpill tossica da forum dei brutti.
      Anche perché bisogna tenere conto di un fatto: la gran parte delle persone che vedi in giro, passati i quaranta (ma anche i trenta) non è esattamente rispondente all’archetipo di bellezza greca; al contrario, di quarantenni in perfetta forma e muniti chioma fluente devo dire che ne vedo pochini.
      Di conseguenza, sarebbe anche poco sensato per loro prenderti in giro per la tua pancia o la tua calvizie, perché si presterebbero a facili repliche.
      Quando qualche collega o conoscente si lascia scappare la classica ‘battutina ’ sulla mia perfetta forma (sferica), non manco di rendergli pan per focaccia, perché qualche difettuccio puoi star certo che glielo trovo.
      In ogni caso, non è qualcosa che accada tutti i giorni, ma una volta ogni tanto.
      È anzi più probabile che sia io a far riferimento alla mia ciccia perché tendo a essere autoironico.
      Dunque, non drammatizziamo: di donne sicuramente non ne attiri, ma di qui a dire che vieni trattato come un rifiuto umano ne corre, e parecchio.

      Elimina
    26. @Anonimo 8 febbraio 2020 21:22

      Scrivi: "la classica blackpill tossica da forum dei brutti".
      No non ci siamo, la cosiddetta "blackpill" da forum è ben altro: si tratta di deliri partoriti da gente palesemente depressa e/o schizoide, uniti a trollate di terz'ordine di personaggi che parlano di Gorgonzola, di puzza, di piedi, di più o meno assurde "crudezze" e nel frattempo gridano "E' tutto finiiiiiiitoooooooh!!1!1!".
      Non confondiamo queste stronzate con ciò che stiamo discutendo qui, per cortesia.

      Il discorso che sto facendo io, a cui si è aggiunto UnUtente che in buona parte concorda con me, è piuttosto redpill purissima: sono riflessioni, magari un po' ciniche e brutali, su di un mondo dove l'estetica ha assunto il ruolo di valore preponderante, anche al di là del mero discorso "donne", un mondo dove volente o nolente dobbiamo vivere e dunque tocca adattarci di conseguenza.
      Se a te sta bene restare grasso, magari facendoti perculare e trattare da zimbello più o meno regolarmente, nessuno te lo impedisce, ma permetti che a molti altri invece l'essere trattati in tal modo dia invece (eufemisticamente parlando) "un po' fastidio" e che dunque cerchino o abbiano cercato in tutti i modi di uscirne fuori?

      Poi quando parli di uno juventino che ti prende per il culo se sei milanista o interista fai un paragone veramente fuori luogo e molto bluepill: la tua fede calcistica te la scegli tu, mentre la calvizie è una tegola che ti piomba sul groppone quando s'intende lei...c'è una differenza ABISSALE.

      Infine: "la gran parte delle persone che vedi in giro, passati i quaranta (ma anche i trenta) non è esattamente rispondente all’archetipo di bellezza greca; al contrario, di quarantenni in perfetta forma e muniti chioma fluente devo dire che ne vedo pochini."
      Appunto, io di anni ne ho 39, la mia capigliatura è ora degna di un 18enne, il mio fisico è degno di un calciatore professionista, il mio viso risulta nel complesso decente: questi sono i risultati del looksmaxing e ciò, dato che arrivo persino a spiccare in positivo rispetto ai miei coetanei, di sicuro mi garantisce di non essere perculato random per qualcosa che non ho scelto, ergo mi garantisce la LIBERTA'.
      Se poi qualcuno mi prende in giro per la fede calcistica, per come mi vesto, per la musica che ascolto o altre cose CHE HO SCELTO IO, chiaramente non me ne frega un cazzo: capisci la differenza?.

      Delle donne poi ribadisco, non me ne può fregar di meno: sono MGTOW-Monk, non frequento nemmeno i siti d'incontri anche perchè attualmente ho problemi più grandi da tentare di risolvere e non posso perder tempo a swippare su Tinder, chattare su Tinder e uscire con tipe a caso che magari abitano a minimo 50km.
      In primis, la mancanza totale di amicizie e giri sociali, dopo aver tagliato i ponti, ormai da quasi 7 anni, con la mia vita precedente.

      Elimina
    27. No caro Marco, tu vivi in un mondo un po' deformato. Pur essendo grasso e brutto non sono proprio lo zimbello di nessuno. Mi sembrava di averlo chiarito.
      Siccome poi un quarantenne su due è o calvo o sovrappeso (o entrambe le cose) capisci che non ha nessun senso quello che dici: siamo tutti sulla stessa barca e nessuno è lo zimbello di nessuno. Diavolo, non siamo mica all'asilo!
      Poi è vero che l'immagine nella nostra società è importante, ma di qui a dire che se sei brutto non puoi andare in giro senza che la gente ti prenda per i fondelli ne corre.
      Sei felice di essere una specie di Big Jim? Ma io ne sono felicissimo per te! Non venire però a raccontare che la vita di chi ha fatto una scelta diversa sia priva di libertà, perché è una stupidaggine.

      Elimina
    28. Quoto Anonimo,
      è vero che viviamo nella civiltà dell’immagine, ma che l’essere grassi (o brutti) significhi essere emarginati e derisi quotidianamente è una forzatura.
      Nella mia fase grassa (che rimpiango, e dalla quale mi sono allontanato con dolore solo per ragioni cliniche) non ricordo nulla dell’inferno che descrivete.
      Avevo il mio lavoro, la mia vita, i miei amici, ecc... e lo stesso posso dire di tutte le persone a me note nelle identiche condizioni.
      Quindi, insomma, mi pare che qui si esagera.
      Soprattutto non capisco cosa c’entro il dimagrimento con la libertà.
      Personalmente mi sento molto meno libero ora che devo stare attento a quello che mangio è vivo in un corpo nel quale non mi riconosco di quanto lo fossi prima quando me ne andavo in giro con la mia cara ciccia e potevo mangiare quel che volevo.

      Elimina
    29. Fra delle 8.07, l'inferno è soggettivo e dipende anche dal contesto, così come esistono persone bullizzate che non fanno una piega e altre che arrivano addirittura al suicidio.
      Per quanto mi riguarda, la fase grassa non era qualcosa di insopportabile, per carità, ma di molto fastidioso si. Perché ci sono giorni in cui non hai voglia di sentirti ripete le solite battute trite e ritrite ed è vero che puoi contrattaccare, ma chi ne ha voglia?
      Poi se tu e altri non ne avete patito buon per voi, non è questo il punto.

      Elimina
    30. Ne parli come se fosse un diluvio quotidiano di battutine...
      Ora, io non so se ho frequentato solo persone particolarmente educate (ma, da quello che dice anonimo, evidentemente non sono stato l’unico), perché di ‘battutine’ me ne capitava una ogni tanto, ma tipo una ogni due o tre mesi... per cui a meno di essere davvero permalosi oltre misura mi pare difficile che si possa considerarlo insopportabile.
      Forse ad essere soggettiva è un’altra cosa, ovvero la soddisfazione che si ha di sè stessi.
      Probabilmente per voi era difficile essere grassi non tanto perché qualcuno ve lo facesse notare, ma perché eravate voi per primi a non piacervi.
      È peró ben possibile che una persona invece si piaccia anche da grassa o da calva. Ad esempio, ora che sono magro (per costrizione), quando mi guardo allo specchio nemmeno mi riconosco e rimpiango la mia bella immagine tonda e felice.
      Per cui sì, è soggettivo, ma non tanto per la capacità individuale di resistere agli sfottó (che sono comunque poca cosa) quanto piuttosto perché è diversa l’immagine che ciascuno di noi desidera per sè stesso e nella quale si riconosce.

      Elimina
    31. Quoto sia Fra che Anonimo.
      L’idea che se sei brutto la gente ti deride per strada o ti subissa di prese in giro è semplicemente demenziale.
      Son cose che non accadono nel mondo degli adulti.
      C’è però un aspetto in ciò che dice Marco che mi incuriosisce.
      Affermi, se ho capito bene, che ti dispiace quando la gente ti prende in giro per una condizione involontaria (come la calvizie) e non per una che invece è di tua scelta.
      È un ragionamento che fatico a comprendere, perché a mio avviso dovrebbe essere l’esatto contrario.
      Le prese in giro/gli attacchi/il disprezzo che si riferiscono a una condizione involontaria sono evidentemente le più stupide e comunque non dovrebbero condizionare l’autostima, proprio perché non implicano alcuna colpa.
      Colpa che invece può esserci dietro a una condizione volontaria.
      Ad esempio, se mi perculassero perchè mi sono fatto licenziare a causa delle continue cazzate combinate sul lavoro, la mia autostima avrebbe di che risentirne.
      Viceversa, perché dovrei avere meno stima di me stesso se mi cadono i capelli?
      Mi sembra che tutto ció non abbia molto senso...

      Elimina
    32. Fra, l'ho già scritto, basta leggere con attenzione. Le battute erano quasi quotidiane, perché a pranzo con i colleghi andavo tutti i giorni, in più capitava a cena con gli amici.
      In realtà il problema me lo creavano proprio gli altri, all'inizio nemmeno ci pensavo e anzi, non pensavo neanche di apparire così grasso. Erano gli altri che a forza di sottolineare quanto lo fossi mi facevano venire i complessi.

      Elimina
    33. Osservatore Romano10 febbraio 2020 23:37

      @Ale

      se avessi una direttrice HR femminista saresti più probabilmente licenziato per la sopraggiunta calvizie piuttosto che per le reiterate cazzate commesse sul posto di lavoro: esse sono in grado di individuare e stroncare la prima (coi suoi annessi&connessi) rispetto alle seconde (non rientrano esplicitamente nello spettro LMS, specie se i colleghi ti coprono eccetera).
      Quindi occhio ;-)

      Elimina
    34. @Osservatore Romano

      Bella battuta :)
      Tornando alla realtà: la mia ex capa ha assunto un signore completamente calvo e stravedeva per lui professionalmente. L'ha anche messo insieme a me a selezionare personale e abbiamo scartato un ragazzo carino ma dal carattere completamente inadatto al ruolo che avrebbe dovuto ricoprire.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    35. È incredibile come ad Anonima Gardaland capitino regolarmente situazioni diametralmente opposte a quelle che vengono testimoniate dalla maggioranza dell'utenza

      Elimina
    36. @Gino

      Perché, l'utenza ha testimonianze di gente brutta o pelata lasciata a casa dal lavoro, o surclassata da belli incapaci? Oh, può darsi che succeda in ambienti di lavoro "fashion", a contatto col pubblico (venditori principalmente, anche se comunque lì ci vogliono anche altre doti),... Nel mio caso si trattava di lavori dietro le quinte, che ce ne facevamo di un tipo caruccio che sarebbe andato nel pallone alla prima situazione imprevista, per sua stessa ammissione?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    37. Ma in questo caso ha ragione: che la gente venga sistematicamente bullizzata, derisa e addirittura licenziata perché diventa calva è davvero una minchiata portentosa.
      Magari non saremo il paese della meritocrazia, ma manager, imprenditori e dirigenti non sono affatto mediamente più belli della media. Direi il contrario; di tutti gli uomini più ricchi al mondo (anche limitandoci a quelli partiti “da zero”) i belli son proprio pochi. Al contrario, abbiamo uomini decisamente brutti (come Jeff Bezos). Insomma, basta con la blackpill tossica, per favore.
      La bellezza è importante ma, al di fuori della sfera sessuale, non più di tanto.

      Elimina
    38. @Anonimi

      siete proprio ignoranti: decine di studi anglosassoni su leadership e management hanno evidenziato come altezza sopra la media e folta capigliatura siano innegabili vantaggi in fase di selezione (a qualunque livello); ciò non impedisce a nani orribili (sapete a chi mi riferisco) di assurgere a posizioni apicali, ma restano eccezioni.
      E' pieno di manager pelati, si sa, ma hanno perso i capelli in corso d'opera (Bezos avrà scarso L ma è l'uomo con la M più alta del mondo, non facciamo finta di nulla, eh... e pure lui è inciampato sul pisello -le corna alla moglie che gli sono costate 100miliardi di euri- e mica per una di Victoria's Secret... ipogama pure Bezos, rendetevi conto!!!).
      In fase di assunzione uno scarso look è estremamente penalizzante: mica ti conoscono di persona, quelli: sei come ti presenti.
      Non per niente nel commerciale i boss sono tutti uomini ma quando c'è da intortare un cliente il contorno femmineo è d'obbligo, e si scelgono sempre le più attraenti (in tutti i settori tranne il circo).
      Fateci caso (altro esempio): a parte Bill Gates e Steve Jobs che esibivano i loro occhialoni e occhialini come dettaglio vezzoso TUTTI gli altri big usano l'occhiale come accessorio d'abbigliamento ma si sono fatti eliminare la miopia col laser per poter apparire in pubblico senza lenti. E vi assicuro che nell'ITC il 95% del personale ha difetti di vista che richiedono correzione.

      Elimina
    39. Ragazzi, sul lavoro dipende sempre da che lavoro stiamo parlando.
      L'unico vantaggio della bellezza sul lavoro, oltre all'ambito relazionale, ti può permettere di guadagnare con la bellezza (anche tanto se sei tanto bello).
      Marco

      Elimina
    40. @ Marco

      Grazie di avere raccontato la tua storia. Onestamente devo dire che la trovo utile e spero che infonda motivazione a chi vuole lookmaxare.
      Certo servono molti soldi, ma piacersi e sentirsi finalmente liberi penso che non abbia prezzo.

      Elimina
  12. Ottimo come sempre

    RispondiElimina
  13. Caro Redpillatore, sei così sicuro che non contino proprio nulla per gli uomini i tre fattori? Personalmente (ho quasi 35 anni) ho visto molti uomini "ipergamare" andando alla ricerca di donne con almeno uno dei tre fattori bello pronunciato, e sì anche S e M. Da come ragioni sembra che anche la corda del cesso ottenga qualsiasi uomo purché dotata di vagina. Una donna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' così infatti, il livello socioeconomico conta anche per gli uomini ma molto meno di quanto conta per le donne. Un uomo sarà sempre più attratto dalla ragazza carina ma povera che dalla brutta ricca.

      Elimina
    2. @Anna

      "Da come ragioni sembra che anche la corda del cesso ottenga qualsiasi uomo purché dotata di vagina".
      E' proprio quello che avviene. Una donna trova sempre un disperato che se la tromba.

      Elimina
    3. Osservatore Romano4 febbraio 2020 20:46

      Scusa, Anna, ma l'uomo è portato a (cercare di) soddisfare i propri bisogni: se ti devi sopportare una cessa rompicoglioni che almeno sia ricca o ti introduca agli ambienti giusti.
      Potrei fare numerosi esempi ma non c'è bisogno: Tronchetti Provera è il master del settore.
      Ovvio che, parallelamente, partono serie di corna perchè, com'è ormai noto, il maschio etero punta 2 cose: 1) disponibilità 2)L-ook.

      Elimina
    4. @osservatore romano..beh se le cose stanno così uomini e donne aono meno differenti di ciò che si tenderebbe a pensare.😜

      Elimina
    5. Osservatore Romano5 febbraio 2020 00:36

      @Anna

      sì, non sono così differenti, come non sono differenti quelli che, in un esercizio commerciale stanno da una parte e dall'altra del bancone... 🙄

      Spero si capisca l'ironia dell'esempio.
      Uomini e donne praticano due sport letteralmente opposti.

      Elimina
    6. Osservatore romano
      Anche noi donne siamo portate a soddisfare i nostri bisogni per questo ipergamiamo . L egoismo è alla base del comportamento umano come insegnava Adam Smith.
      Marina

      Elimina
    7. Osservatore Romano5 febbraio 2020 18:31

      @Marina

      ma certo, anche voi donne siete portate a soddisfare i vostri bisogni. Senonché il vostro bisogno primario è un maschio che vi protegga. Meglio se alfa, altrimenti va bene il beta col grano. Donne indipendenti esistono, naturalmente (anzi, in-naturalmente, biologicamente parlando) ma si tratta di numeri attorno all'1%.

      Elimina
    8. Un maschio che ci protegga?
      In una società civile a proteggere i cittadini di entrambi i sessi è lo Stato.
      L alfa non protegge al limite opprime...il che non toglie sia eroticamente attraente.
      Il beta può essere un uomo attraente in prospettiva famigliare purché affidabile
      I soldi possono contare non tanto per farsi regalare dei gioielli ma per garantire un futuro ai figli.
      Marina

      Elimina
    9. la natura ha selezionato 2 sessi proprio per avere caratteristiche complementari : la donna forte ecc non c'è perchè non ha senso.
      C'è il maschio per quello e la femmina lo sa.
      Le donne forti hanno solo cambiato appoggio : prima il marito , ora lo stato.
      Ma la donna forte è una contraddizione di termini

      Elimina
    10. @Osservatore Romano

      Ma proteggere da che?
      Oggi non c'è bisogno di protezione, più che altro di consolazione dallo stress e dai dispiaceri... Certo piace l'uomo che fisicamente offre un senso di "protezione" - per altezza o stazza, ma più per una questione di dimorfismo (l'uomo è mediamente più alto e più muscoloso della donna) che per effettivo bisogno di una "guardia del corpo"... anche perché mica si passa tutto il giorno con l'uomo a fianco 😅

      Anonima Gardaland

      Elimina
    11. Ammesso che cercassimo un maschio in grado di proteggerci un uomo forte allora chi viene scartato è perché non abbastanza maschio non abbastanza uomo...concordi Osservatore?
      Marina

      Elimina
    12. @eeone

      La donna forte c'è sempre stata nella società e nell'immaginario: prova a pensare alle contadine di una volta, guai se non fossero state forti... era una caratteristica che veniva richiesta, se volevi trovare marito. Però forte in senso di resistente alla fatica, alle prove di gravidanze e parti, ecc..., forte moralmente per sopportare l'inevitabile perdita di qualche figlioletto,... Pensa anche alle donne africane che fanno chilometri per prendere l'acqua ai pozzi e hai capito cosa intendo.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    13. Il problema, Anonima Gardaland, è che la donna moderna dimostra di essere forte esaltando oltremodo quelle caratteristiche prettamente maschili: l'essere cacciatore, la paura di perdere la propria libertà/indipendenza, la convinzione che la mitezza è la gentilezza siano interpretate come debolezza, la competizione sfrenata. Questo ha creato confusione tra i ruoli, un'incertezza tra il maschile e femminile che non porta altro che ad aumentare la complessità del sistema relazionale. Questa complessità è difficile da gestire e porta a frustrazione da entrambe le parti. Se uomini e donne ascoltassero maggiormente quelle caratteristiche che giocoforza distinguono i due generi si avrebbe sicuramente meno confusione e più soddisfazione da entrambe le parti. È qualcosa che ha a che fare con la vocazione nel senso più ampio del termine. Quando si va contro, consapevolmente o meno, non si combina nulla.

      Elimina
    14. Osservatore Romano6 febbraio 2020 14:57

      Ragazze, siete di una banalità sconcertante. Anzi no, niente sconcerto: è tutto nella norma.

      Proteggere da che?
      Se non aveste bisogno di protezione non ci sarebbe bisogno di menarla con le distorsioni del linguaggio tipo "femminicidio".
      Se vi si rompe la lavatrice chi viene a sistemarla?
      Idraulici elettricisti muratori sono quelli che vi consentono di non sapere fare un cazzo con le mani (pun intended) e di abitare comunque al coperto con tutti i coNforZ.

      Sapete perché potete aggirarvi beate in bei resort nei paesi del terzo e quarto mondo in tranquillità mentre poco distante branchi di poveracci affamati bramano di farvi le peggio cose (a ragione, obbiettivamente)? Ma no, meglio far finta di nulla: tutto pur di evitare la realtà.

      Gli alfa hanno l'harem, altro che balle. E l'aritmetica non è un'opinione. Buona pillola blu a voi.

      Elimina
    15. Osservatore romano
      È vero che idraulici elettricisti ecc sono principalmente uomini e è vero che senza uomini la società non esisterebbe.
      Ma questo vale anche per le donne se sei qui è perché una donna ti ha partorito poi ti ha allattato curato e sfamato (chissà cosa pensa delle tue idee) quindi il rapporto di dipendenza caso mai è reciproco.
      Da adulti poi sembra che siete voi quelli più dipendenti a giudicare da quanto vi fa star male il semplice non scopare.
      Forse sei tu che rifiuti la realtà da un lato dici che gli alfa hanno un harem ammesso sia vero il problema tuo è che tu non lo sei...questa è la redpill che dovresti prendere
      Riconosco che sui femminicidi dovrebbe esserci meno vittimismo e più autodifesa
      Marina

      Elimina
    16. @Osservatore Romano

      L'esempio della lavatrice c'entra poco, visto che anche la maggiorparte degli uomini di oggi non sa aggiustare le cose (se tu ne sei in grado tanto di cappello). Così come le donne non sanno più cucire ecc..
      Quando ti si rompe qualcosa di complesso chiami il tecnico (quasi sempre uomo, vero); quando ti si rompe una gamba vai dal medico (uomo o donna) perché non siamo esperti di qualunque cosa. Notavo tra l'altro che ultimamente trovo quasi solo benzinaie donne, mi chiedevo il perché.

      Nei resort del terzo mondo rischiano maschi e femmine, credi forse che un uomo benestante non sarebbe oggetto di rapimenti, scippi e peggio?

      Comunque in sostanza come dice Marina oggi chi ci protegge - noi e voi - sono le forze dell'ordine, non i nostri fidanzati o mariti. E sai che ti dico, quelli che vedo avere l'harem a me pare siano i bellocci o i contaballe, più che i forzuti.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    17. Il maschio Alfa è per definizione quello che ha il punteggio più alto di LMS, quindi è totalmente senza senso mettere in dubbio che abbia o meno un harem, dove per harem si può anche intendere una vasta possibilità di scelta, in tutti gli ambiti. Funziona così anche per gli animali più terra terra...il figo seleziona e i gregari si accontentano delle briciole. Marina parli di redpill senza nemmeno sapere cosa sia. Poi tirare fuori la storia che si esce tutti dalla fessurina della donna è di una banalità veramente avvilente.

      Elimina
    18. Gino
      Forse hai ragione sul fatto che non so cosa è la red pill vediamo se è vero
      1)contano solo look money e status
      2)per motivi biologici le donne tendono a ipergamare quindi a selezionare i migliori maschi possibili
      3)quanto detto sopra crea una notevole facilità per noi donne di trovare un partner SESSUALE mentre per i maschi è più difficile e molti sono tagliati fuori o devono ridurre le pretese (ipogamare)
      4)Ad una certa età le donne limitano i loro "sogni" e accettano un uomo che sia affidabile per avere una famiglia (lo chiamate beta)
      Ok dimmi dove ho sbagliato...grazie
      Marina

      Elimina
  14. @Marco: Cit: purtroppo, gli interventi per risolvere il problema della calvizie non sono affatto accettati a livello sociale" Devo dire che hai ragione su questo. C'è troppa ignoranza sull'argomento oppure menefreghismo.
    Per esempio chi è un belloccio e sta bene anche rasato a zero spesso non capisce(o fa finta) chi invece per non perdere "punti" dei capelli ne ha bisogno.

    Sono d'accordo anche su altri punti, però un "certo" femminismo, secondo me, ha portato tante cose.. In alcune serie tv per ragazzini (per fare solo un esempio)un politically correct che porta molti personaggi principali a zerbinare, scusarsi con una donna anche quando hanno torto, e altri esempi che sicuramente non aiutano.. anzi..
    Ovviamente non generalizzo ma un certo fornitore in particolare di film streaming fra i più usati nel mondo dai ragazzini, mi pare ci sia andato pesante. È americano.
    Visto che li guardano milioni di teenager .. l'effetto che avrà nel futuro mi pare evidente. Chi è controcorrente e parla anche solo come stiamo facendo noi 2 noi qui, di questi argomenti spesso viene censurato, escluso.
    Non generalizzo ma parlo di una tendenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Van delle 20.37. concordo pienamente con il tuo intervento. I messaggi femministi più o meno subliminali che sono disseminati nei film, serie, trasmissioni TV, ecc sono ormai tantissimi.
      La ragazza o donna è spesso dipinta in modo cazzuto, che lotta contro il mondo, indipendente, capace di gestire eventuali figli e che nonostante tutto sa amare l'uomo imperfetto e pieno di problemi.
      Persino supereroi e film fantascientifici sono rivisitati in modo tale da dare alla donna il ruolo di protagonista.

      Elimina
    2. bravo.
      Da lì viene il problema.
      Come mai multinazionali dei media spingono il femminismo pur contro l'evidenza dei fatti ?

      Elimina
    3. @eeone:

      perchè certi programmi tv (anche cable) sono graditissimi ai deficienti (ricordiamo: l'80% della popolazione mondiale, il 90% circa in Italia), e siccome le donne sono il 50% del totale il bacino dei deficienti è nettamente polarizzato.

      Elimina
    4. eeone5 febbraio 2020 18:24
      A mio parere lo fanno perché molti uomini glielo permettono.
      Io nel mio piccolo, quando vedo messaggi di quel tipo, interrompo la visione. Quasi sempre. Almeno cerco di non contribuire a finanziare certa roba.

      Elimina
    5. @Anonimo6 febbraio 2020 00:33
      deficienti o no è tutto un esaltare le donne attribuendo loro caratteristiche maschili e denigrare o deridere gli uomini.
      Evidentemente ciò è funzionale alla società occidentale odierna

      Elimina
    6. @ Van : hai messo il dito sulla piaga. Se gli uomini di oggi non tollerassero i comportamenti delle donne stai tranquillo che loro non si permetterebbero. IL problema di oggi è che il maschio occidentale è
      zerbino, quindi le femmine hanno vita facile a denigrarlo.
      Giusto anche il concetto di boicottare ciò che è antimaschile.
      Le aziende che si fanno belle con la misandria possono essere contrastate NON acquistando i loro prodotti.
      Es la Gillette : fece un vergognoso spot antimaschile.
      Bene, io non compro più prodotti di quel brand, anche perchè io mi rado con rasoio di sicurezza, lamette e pennello. Mi rado meglio, risparmio e mando in c..o una ditta che se lo merita

      Elimina
  15. Emanuele...allora non ho capito nulla di cosa voglia dire "ipergamia"...dal ragionamento mi era parso che qualsiasi cessetta stronza possa ottenere automaticamente ciò che desidera (che è più di quanto le spetterebbe) e cioè la LTR con un bello da sottomettere, ciò è ben diverso da trovare " un disperato che se la tromba". Sul fatto che tra una bella povera e una cessa ricca gli uomini preferiscano le prime ho le mie belle riserve confutate da più di un dato di fatto, e poi ritengo che esista un immenso serbatoio fatto di vie di mezzo e cioè : anche gli uomini -di qualsiasi faccia siano dotati- amano le situazioni rassicuranti, tra una bella o carina e povera o sfogata o complicata o che vive delle mille € che guadagna e una cessetta (magari anche acida) o un'anonima tranquilla e/o di solida famiglia preferiranno sempre la seconda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti invito a dare un'occhiata a questo video:

      https://youtu.be/_vylDHwXFiU

      Elimina
    2. Anna una carina che guadagna 1000 euro può eventualmente pensare di stare con un brutto se guadagna 3 o 4 volte tanto. Già con un bello o carino che guadagna 1000 avrebbe qualche difficoltà. Più spesso sta con tutti e due, così ha sesso e soldi.

      Elimina
    3. Salve Anna,
      ti sei mai chiesta perché esistono tanti delinquenti?
      Esistono tanti delinquenti perché questi non hanno alcun motivo di contenere il proprio istinto criminale! Questi vengono premiati sessualmente - il più grande dei premi!
      I delinquenti, solo quelli più forti e/o fortunati, con le buone o con le cattive si prendono il piedistallo della vittoria e si posizionano sopra.
      Ecco! Ipergamare significa provare attrazione erotica verso coloro che stanno sul piedistallo della vittoria, e poco importa se questo salire esige il riempimento dei fiumi, col sangue, e con le lacrime di persone innocenti.
      Ipergamare inoltre significa provare poca (o nessuna) attrazione erotica verso chi non è posizionato sul piedistallo della vittoria.
      I guru, affermando che i bravi ragazzi non attraggano sessualmente perché mancano di forte carattere - a differenza invece di certi delinquenti - non hanno capito nulla.
      Il carattere di un uomo viene erotizzato giusto quando sale sul piedistallo della vittoria, indipendentemente dal fatto che egli sia timido o spavaldo - se sappia usare i congiuntivi o meno.
      L'uomo, quando 'ipergama', di solito non lo fa per attrazione erotica ma per interesse.
      Infine, nella società d'oggi, i piedistalli della vittoria sono ubicati sotto i riflettori LMS. Ergo, la rispettiva teoria.

      Elimina
    4. Scusa Anonimo ma non credo che ipergamare significhi quello che hai detto tu. Quello è più una perversione erotica, una forma di feticismo per il potere.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    5. Se tu provi più attrazione erotica verso i perdenti anziché verso i vincenti - beh, mi congratulo con te, dai davvero un contributo notevole alla realizzazione del regno dei cieli sulla terra: "beati gli ultimi perché saranno i primi" .
      Ripeto: quando un uomo si erge sul piedistallo della vittoria con i pugni alzati al cielo , allora il suo carattere, il suo corpo, il suo alito, fin'anche i suoi peli animaleschi, acquistano (con alta probabilità, no assoluta) sapore erotico!
      Se per te non è così, pace!

      Elimina
    6. @Anonimo delle 11:25

      Non provo particolare attrazione né per gli uni né per gli altri, anche se forse più per i secondi (spirito da crocerossina 😅); d'altronde un uomo non necessariamente è un vincente o un perdente, magari è una persona normalissima che sta nel mezzo. Molto suggestiva la tua descrizione dell'uomo vittorioso ma in effetti no, non mi suscita nulla di erotico. Senza polemica e per togliermi un dubbio: per caso sei gay? O donna? Perché la tua visione mi sembra molto "sentita", ecco. Se non è così mi scuso e prendo atto che si tratta di un mero pensiero antropologico-filosofico ben descritto.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    7. Lo spirito da crocerossina è uno degli atteggiamenti peggiori che possano esistere perchè presuppone una situazione di "malattia" che va se non guarita per lo meno curata. Se ci pensate uno che sta bene non ha bisogno nè del medico nè dell'ambulanza per il primo soccorso. Lo spirito della crocerossina presuppone uno scostamento tra la situazione di un uomo e la normalità che la crocerossina si sente in dovere di colmare. Lo spirito della crocerossina appaga in primo luogo chi lo agisce perchè lo eleva a essere puro e buono. Uomini evitate il più possibile le donne con lo spirito da crocerossina perchè il messaggio che riceverete continuamente è: io sto insieme a te perchè sento che ti devo curare, cioè cambiare. E se si vuole cambiare una persona è perchè non ci va bene così com'è.

      Elimina
    8. Salve Gardaland,
      No, non sono donna, né gay. Anzi un gay difficilmente 'sentirebbe' quel tipo di attrazione. Un gay è come un maschio eterosessuale con orientamento opposto.
      In altre parole è tendenzialmente promiscuo, e non tende all'ipergamia (dove con ipergamia intendo l'inclinazione ad erotizzare l'eccellenza - no in termini di virtù, ma in termini di salute [ivi compresa quella riproduttiva] e in termini di protezione [dunque, in particolare la forza sociale]: quella del piedistallo della vittoria è una mia metafora che da sola spiega in modo olistico-globale il concetto di ipergamia che va concepita in relazione alla società in cui si vive. Infatti, se leggi bene, scrivo che nella società d'oggi codesti piedistalli sono ubicati sotto i riflettori LMS. Se fossero ubicati sotto i riflettori X avremmo la teoria X e così via.
      La mia convinzione nasce dalla mia esperienza diretta e indiretta, ovvero 'vivendo', leggendo, scrivendo.
      Quanto alle vie di mezzo, sì esistono, e queste sono giocoforza condizionate dalle inclinazioni poligame dell'uomo e ipergame della donna. Per questo un uomo normale è messo di solito assai peggio della donna di pari livello. Se quest'ultima sta su un piedistallo n difficilmente gradisce un uomo sul piedistallo uguale o minore di n. Al contrario, invece, lei gradirà sempre più facilmente un uomo che sta su un piedistallo uguale o maggiore di n+1.
      Spero di essermi spiegato.

      Elimina
    9. @Gino

      Forse con la metafora della crocerossina mi sono spiegata male; in realtà il mio intento non è cambiare la persona, ma consolarla, coccolarla. Se resta perdente quindi meglio ancora, ecco perché forse sono ugualmente pericolosa 😅
      Più che crocerossina, in sostanza, potrei definirmi "consolatrice degli oppressi".

      Anonima Gardaland

      Elimina
    10. Onestamente, io provo attrazione per uomini che emanino forza e sicurezza. Poi è chiaro che tutti possono avere i loro momenti di debolezza, ma quando un uomo è a terra, potrò consolarlo, tentare di aiutarlo ecc, ma non proverò attrazione fisica per lui.
      Nella teoria LMS forza e sicurezza sono status? Perché vedo che non considerate la personalità. Però la personalità produce status e quindi rientra in gioco lo stesso.

      Elimina
    11. @infiltrata

      sì, fanno status

      la personalità non conta nulla, altrimenti i delinquenti sociopatici sarebbero tutti incel

      Elimina
    12. Rispondo a infiltrata:
      forza e sicurezza la danno il piedistallo della vittoria: la personalità viene erotizzata quando ci si erge sopra con i pugni alzati.
      Quando la personalità non si correla alla vittoria, per quanto stimata, difficilmente acquista sapore erotico.
      La personalità non è condizione sufficiente per produrre status. Fa certamente la sua differenza a parità di LMS, o può servire come 'carburante' per salire sopra il piedistallo della vittoria.
      Il fatto che la donna erotizzi la personalità di un uomo è verissimo, e induce erroneamente quest'ultimo (se bluepillato) a pensare che deve prendersi cura della personalità per essere più attraente; e così prende vie sbagliate, alla ricerca di fantomatici, infecondi, tratti della personalità da mostrare al gentil sesso. Il sale che dà sapore alla personalità (con alta probabilità, no assoluta) è la vittoria in termini di LMS. La personalità in sé e per sé è come la pasta senza sale e senza salsa. Per quanto possa essere di buona qualità, sa di poco.
      Sarebbe interessare capire se ciò che non passa dalla porta possa passare magari alla finestra - capire cioè quando la personalità di un uomo, pur non correlandosi ai fattori LMS, possa risultare attraente.
      Un bluepillato ti risponderà alla solita maniera scontata e 'rassicurante'. Un redpillato ti risponderà onestamente che allo stato attuale le evidenze in merito sono scarse; ma che è comunque pronto ad aprirsi in merito a qualunque studio scientifico degno di questo nome. Un redpillato è aperto alla verità: non è una persona reclusa nella cella buia dei dogmi.

      Elimina
    13. @Infiltrata

      In realtà se parliamo di attrazione fisica conta prima di tutto se l'uomo in questione ci attrae col suo aspetto. Riguardo i concetti di forza/debolezza, ci sono molte sfumature... Il lettore cui rispondevo parlava di uomini "vittoriosi", che "hanno successo": come se intendesse la forza in rapporto ad altri uomini "perdenti". In questo senso non mi attira particolarmente, sarà anche perché mi è capitato di associarla alla vanagloria e alla strafottenza. Ma ci sono altre situazioni in cui un uomo mostra forza fisica o forza d'animo, e certo non si può dire che siano tratti repellenti in sé, anzi. Però personalmente se l'uomo che mi attrae è giù di morale, subisce dei torti ecc..., mentre lo consolo non smetto di provare desiderio per lui, anzi mi sento felice se con la mia presenza anche fisica posso dargli motivo di distrarsi e risollevarsi il morale almeno sul piano affettivo e sessuale :P

      Anonima Gardaland

      Elimina
    14. sono anonimo 12:59. Ci sono alcuni refusi nel mio messaggio, e qualche imperfezione grammaticale. Pardon! L'importante, alla fine, è che il messaggio sia chiaro.

      Elimina
    15. A me viene in mente Valentino Rossi... Se non fosse il manico che è in moto con conseguente stipendio a 6 zeri sarebbe un normalissimo ragazzo/uomo che nessuna si filerebbe. Concordo con il discorso del piedistallo.

      Elimina
    16. @Anonima Gardaland
      Guarda non vorrei passare per un mostro insensibile, ma io ho sempre provato attrazione per uomini "di successo", anche solo di successo in un ambiente ristretto. La bellezza mi attrae, naturalmente, ma meno. Poi è chiaro che se provo affetto per qualcuno, lo provo a maggior ragione se lo vedo in difficoltà. Ma l'attrazione cala. È brutto da dire, ma sto cercando di essere sincera il più possibile. D'altro canto sono indifferente al fattore money, quando non va insieme al successo (ad esempio un brillante ricercatore per me è attraente indipendentemente dallo stipendio).
      Comunque la mia preferenza per lo status mi ha creato anche problemi in passato. Per esempio sono stata spesso attratta da uomini narcisisti, con tutti i guai che ne possono derivare.

      Elimina
    17. Gino delle 15.50. è pieno di personaggi che se non fossero famosi non combinerebbero nulla, tanti presentatori 60enni che stanno con fighe cosmiche di 25 anni ad esempio

      Elimina
    18. Cavaliere Oscuro12 febbraio 2020 00:08

      A dire il vero, a prescindere dalla teoria LMS, un esperimento condotto in Inghilterra da un team di psicologi ha dimostrato
      che le donne preferiscono uomini dalla personalità psicopatica,
      rispetto a uomini normali.
      Su oltre 120 donne a cui sono stati presentati due uomini con personalità diverse, la scelta comune è stata per quello con psicopatia conclamata, quindi un autentico criminale.
      Naturalmente, le donne in questione non erano state informate
      della patologia di questo, e non era stata fornita nessuna informazione sullo status economico dei due uomini partecipanti
      all'esperimento.
      Quindi, ennesima conferma, e stavolta con prove scientifiche, che
      le donne preferiscono i delinquenti, salvo poi lamentarsi e fare le vittime perché gli uomini sono violenti.....

      Elimina
    19. @Infiltrata

      Ci mancherebbe, ognuno ha i suoi gusti. Però vedi, quello che tu intendi per successo (es. il brillante ricercatore) mi pare un po' diverso da quello che intende l'anonimo come "piedistallo della vittoria". Anche a me piacciono gli uomini che hanno uno scopo nobile o interessante nella vita e si danno da fare per raggiungerlo, o gli sportivi che sfidano i propri limiti, ad esempio; ma non la vedo come una forma di competizione con altri uomini in cui conta sgomitare per la "vittoria". E nemmeno come conquiste femminili, infatti se scopro che un uomo ha successo tra le donne perdo quasi subito interesse, forse perché io stessa sono poco competitiva e preferisco abbandonare il campo, o perché mi sembra di essergli inutile visto che ne ha già tante intorno.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    20. @Cavaliere Oscuro

      Interessante questo esperimento, ma c'è qualcosa che mi sfugge su come è stato condotto: in pratica molte donne hanno detto di preferire uno dei due e, inconsciamente, avevano scelto quello psicopatico? Ma quanto e come avevano potuto interagire con loro prima di esprimere il parere?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    21. Rispondo a Cavaliere Oscuro 00.08
      Quello della psicopatia la conosco. Si discosta parzialmente dalla LMS. Infatti, da come spiegato da insigni psichiatri (la faccio breve) oltre allo status in ATTO di un uomo, la donna è attratta anche dallo status POTENZIALE di un uomo, e lei è disposta ad accoppiarsi con lui (salvo poi pentirsi se le cose stanno diversamente).
      Inoltre, c'è un altro aspetto della sessualità spesso oscurato negli ambienti perbenisti: l'egocentrismo. In questo caso, in effetti, ci si può trovare fuori del contesto LMS. I saggi del passato lo sapevano. Nei miti o nelle novelle possiamo trovare metaforicamente questo aspetto, come ad esempio in "la bella e la bestia". In pratica, ci si sono delle donne che talvolta erotizzano la 'bestia' al fine di 'addomesticarla' con la loro (presunta, direi quasi narcisistica) femminilità (ne ho conosciute di femministe così). Insomma, queste qui si sentono tanto più donne quanto più riescono ad addomesticare la bestia. Le vedi piangere e disperarsi, ma di lasciare la 'bestia' non le vedrai quasi mai: perché lasciare la 'bestia' significherebbe ratificare il proprio fallimento come donna - come creatura gentile per antonomasia.
      Detto questo, andrebbe certamente approfondita la questione personalità, ma no in versione edulcorata della bluepill, ma in quella nuda e cruda della realtà dei fatti.

      Elimina
    22. È molto probabile che quello che nella nostra società è un delinquente nel paleolitico fosse un vincente.

      Elimina
    23. @ Anonima Gardaland

      <>

      Quindi anche tu sei attratta dai vincenti, che ti piaccia o no. Perché dietro al brillante ricercatore che si alza ogni mattina per trovare la cura per il cancro, ci sono decine se non centinaia di perdenti, tutti quelli che il brillante ricercatore ha superato negli esami universitari, nei concorsi, nei bandi per i finanziamenti, e che adesso sono degli anonimi impiegati di banca, che non hanno lo scopo nobile di sconfiggere il cancro semplicemente perché sono stati SCONFITTI dal brillante ricercatore. Fidati, sono ricercatore anche io, e per arrivare in cima devi naturalmente essere bravo (condizione necessaria), ma devi sgomitare forte e non avere nessuno scrupolo se vuoi davvero arrivare ad essere in grado di perseguire concretamente il nobile scopo. The awful truth...

      Elimina
    24. Ops, sono l'anonimo di prima, ho dimenticato la firma: Daniele27.

      Elimina
    25. @Daniele27

      A me non interessa che il ricercatore in questione sia "brillante" (pensavo intendesse che è talentuoso, non che "brilla" in società), mi basta che sia un ricercatore per ammirarlo. Ma lo stesso se si tratta di un artigiano appassionato del proprio lavoro, un impiegato in un'azienda che ha dei valori in cui lui crede,... chiunque ama ciò che fa per sé e per gli altri, anche perché è la stessa cosa che cerco di fare io. Rispetto molto anche chi per motivi di famiglia o salute non ha potuto scegliere e si è dovuto sacrificare, ma comunque cerca di far quadrare il tutto magari esprimendo le proprie passioni in altro modo.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    26. @Daniele27

      Specifico che non conosco il mondo della ricerca quindi ho scritto "mi basta che sia ricercatore" perché immaginavo si potesse esserlo a più livelli, se mi dici che tanti devono gettare la spugna e cambiare totalmente lavoro comprendo e ritorno all'ultimo punto (il caso di persone che sono scese a patti con difficoltà varie insormontabili). Anch'io ho dovuto reinventarmi e intraprendere strade diverse da quelle per cui avevo studiato e lavorato inizialmente. L'importante è riuscire comunque a trovare un senso a quello che si fa e possibilmente non finire a fare qualcosa che proprio non c'entra niente con noi.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    27. Molto vero quello che dici.
      Io so benissimo che il brillante ricercatore difficilmente ha un animo nobile, sennò non sarebbe lì. Lo dico anche io per esperienza personale. Sono stata una dei perdenti.
      Resta però che, al di là di ogni considerazione morale, l'uomo di successo mi attrae di più.
      Sarò più amica e più a mio agio col perdente, che è più simile a me, ma più attratta dal vincente. È la stessa cosa che succede a voi confrontando una brava ragazza un po' bruttina a una bella stronza. Magari vi dispiace, ma non ci potete fare niente.
      Tra l'altro io sono una persona che non sa difendersi, perciò è come se cercassi un uomo in grado di difendere anche me.

      Elimina
    28. @infiltrata

      è stato già scritto in varie salse sopra (e le femministe allo sbando rispondono che loro hanno bisogno solo del vibratory): a voi serve un uomo che vi protegga. Pagina 2 di Freud, peraltro...

      Elimina
    29. Osservatore Romano12 febbraio 2020 19:12

      @infiltrata

      sia il Redpillatore che numerosi sociologi hanno già spiegato in lungo e in largo come l'umanità abbia 2020 sul calendario ma l'istinto femminile si basi su abitudini vecchie di 100mila anni. È una delle basi della Pillola Rossa, architrave della teoria LMS. Non fate che confermare.

      D'altra parte mica sono fessi, i sociologi. La sanno lunghissima.

      Elimina
    30. @ Anonimo 18:06 Leggo un sottotesto di leggero disprezzo per questo mio ammettere di aver bisogno di protezione. Io invece penso che non ci sia niente di male e che, nel mondo di oggi, ci voglia un certo coraggio ad ammetterlo.
      Vi lamentate delle donne femministe, ma finite col disprezzare quelle che non lo sono. Molti dei vostri problemi derivano da certe. contraddizioni

      Elimina
    31. Ribadisco che personalmente non mi sembra di avere questo tipo di inclinazione, forse incanalo negli uomini un recondito istinto materno e li voglio proteggere io, boh 😅
      Lo schema lo rispetto solo come parvenza fisica, perché come quasi tutte le donne sono attratta da chi è più alto di me (però non possente, anzi mi piace che abbia un'aria forte e fragile insieme). E sempre stando ad elementi atavici, ammetto che apprezzo chi riesce a scovare cibo in mezzo alla natura: qui è proprio istinto ancestrale, non si scappa!

      Anonima Gardaland

      Elimina
    32. dear infiltrata 19.38
      Io sinceramente non disprezzo le donne per la loro inclinazione LMS. Io disprezzo semmai la natura che ci ha plasmato in modo tale da vivere l'inferno della disparità sessuale. Così come me, penso siano in molti, ma spesso questa rabbia verso la natura viene travisata come misoginia. Ma!
      Disprezzo il femminismo astioso di oggi, questo sì, che metterebbe la camicia di forza a tutti gli incel che frequentano le escort (brutti, sporchi, cattivi stupratori a pagamento! Le femministe vedono sempre stupratori, ovunque).
      I media sputano molto più veleno verso un incel che verso un malavitoso.
      I bonobo, nostri vicini parenti hanno risolto il problema alla fonte: a riprodursi è il vincente, sì, ma la competizione la fanno gli spermatozoi. Tutti s'accoppiano con tutte, alla fine gli spermatozoi più sani hanno la meglio. Tutto questo avviene spontaneamente, la natura li ha plasmati così. Beati loro.
      Ma sfortunatamente noi non siamo come i bonobo, siamo un po' gorilla, un po' orango, un po' scimpanzé, e ci ritroviamo con la LMS.
      Comunque, personalmente, io mi sento preso per il c..o dalle donne che predicano 'bene' e poi razzolano 'male'. Dalle donne sincere, di solito no.

      Elimina
    33. @Infiltrata

      femministe e domnule sono tutte appartenenti al grande club di quelle che un uomo sano di mente e corpo, single, economicamente indipendente (pur se non benestante) deve evitare peggio dell'HIV.

      Ovvio che le donne meritevoli di una LTR dal punto di vista di un redpillato sono una piccola frazione del totale. Proprio perciò si ripete da anni che la LTR è, molto probabilmente (statistiche alla mano), un'inculata e/o una scelta di ripiego, per l'uomo consapevole.
      Come fatto notare da altri, le vostre obiezioni stanno solo confermando la necessità e la fondatezza empirica della pillola rossa.

      Elimina
    34. Cavaliere Oscuro12 febbraio 2020 22:02

      @anonima gardaland, hanno scelto inconsciamente lo psicopatico,
      non so dirti per quanto tempo abbiano potuto interagire tra loro,
      comunque mi sembra che di solito, se un uomo vi attrae, non ci pensate sopra molto.....
      @infiltrata, hai ragione, probabilmente lo psicopatico nel paleolitico era un vincente.
      Purtroppo, siete voi donne che non vi rendete conto che siamo nel terzo millennio... quindi continuate a fare le vostre scelte seguendo gli stessi istinti delle cavernicole del Neanderthal....

      Elimina
    35. Cavaliere Oscuro12 febbraio 2020 22:37

      Anonimo delle 02:30 Penso che la tua chiave di lettura sia molto logica, quseto spiega ancora meglio perché è più facile vedere un uomo perbene solo, senza una donna, piuttosto che un delinquente.
      Io stesso, che mi considero una persona perbene, ne sono perfettamente consapevole.....

      Elimina
  16. Capisco il punto di vista di Red, che è riassumibile con:
    - se tutti gli uomini domani diventassero dei 7 estetici, le donne si inventerebbero un nuovo criterio di selezione che escluderebbe molti e premierebbe pochi, perchè il 7 sarebbe visto come la normalità, mentre ciò che attrae è l'eccezionalità. Quella cosa che solo pochi possiedono.

    Ci sta. Ho sempre pensato che la selezione sessuale avviene per un differenziale di LMS. Se i belli possono ottenere donne a profusione, è perchè esistono i brutti che cozzano contro la loro genetica superiore, amplificandola.


    Questo però non vorrei si trasformasse in un disincentivo a migliorare singolarmente la propria vita. Il fatto che non possiamo vincere tutti, non deve essere preso come scusante per non vincere singolarmente. La Natura non è equa, nè filantropa. Quindi non vedo perchè dovrei esserlo io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Osservatore Romano4 febbraio 2020 21:21

      Esatto, caro PUAH.

      Come dicevano gli antenati: "Chi non sa lavorare con la testa deve lavorare con le braccia." E, senza saperlo, già delineavano la proporzione 10/90...

      Elimina
    2. Migliorare la propria vita (professionalmente, culturalmente, economicamente, ecc...) è una cosa che ha sempre senso. Pensare che, facendo palestra, dieta e cambiando look si comincerà ad aver successo con le donne, quella (almeno, nel 90% dei casi) è illusione...

      Elimina
  17. Insomma, l'automiglioramento è un'illusione, la ricerca di una donna è un gioco al massacro, delle relazioni manco a parlarne... l'unica scelta sensata, alla fine, sembra essere quella di metterci una pietra sopra e fare a meno delle donne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oppure, e lo dico da agnostico, la soluzione proposta da sempre dalla Chiesa che, al contrario di quanto tanti credono, aveva capito tutto 2000 anni fà

      Elimina
    2. No aspetta, non è un'illusione. Il miglioramento dei fattori LMS (detto anche maxxare) è quello utile (anche) per rimorchiare. Il miglioramento di altro, è utile principalmente per sè stessi.

      Elimina
    3. @Birra

      Invece sì che è un'illusione, a meno di non superare il 7 a livello L oppure di migliorare non solo L ma anche gli altri due fattori (e questa è un'impresa veramente ardua, alla portata di una ristrettissima minoranza di persone).

      L'automiglioramento si fa per sè stessi, se ti metti in testa di farlo solo ed esclusivamente per rimorchiare, rischi di cadere rovinosamente.

      Elimina
    4. L'automiglioramento non è un'illusione nella misura in cui hai delle carte da giocarti.
      Per un uomo di 40 anni, totalmente calvo da quando ne aveva 20, brutto in viso, con zero esperienze con le donne e uno stipendio da morto di fame, è un'illusione. E' quello che qualcuno definirebbe un "finito vero".
      Per uno con un viso tutto sommato guardabile, con qualche Kg di troppo da smaltire, del potenziale chirurgico e che è rimasto parcheggiato ai margini della vita per svariate ragioni, non lo è.

      E' sbagliato dire L'automiglioramento è alla portata di tutti, ma è ugualmente sbagliato dire L'automiglioramento è un'illusione.


      In verità, anche il 40enne pelato potrebbe migliorare, ma avrebbe bisogno di un cambio di passo così radicale da risultare quasi impossibile. Ci vorrebbe un team di professionisti che lo prendono e lo ricostruiscono da zero, mentalmente e fisicamente. Ma quando sei in bolletta, depresso, solo come un cane e non hai memoria dell'ultima volta che una donna ti ha sorriso, psicologi, personal trainer, chirurghi, serate mondane, nuovi obiettivi di vita, sono cose a cui non pensi minimamente. Un po' perchè non ci credi, un po' perchè non te le puoi p€rmett€r€.

      Elimina
    5. Dai, basta bluepill: la realtà è che tutto o quasi ruota attorno a LMS.

      L'automiglioramento, se fatto PER SE' STESSI, quindi non al fine di rimorchiare e per raggiungere quantomeno la sufficienza estetica (ma volendo anche un 5,5), non è mai un'illusione e anzi, è un comportamento auspicabile per evitare episodi di aperta discriminazione, senza contare le ripercussioni positive in termini di salute fisica.

      Se invece l'automiglioramento è fatto al fine principale di rimorchiare, nella maggioranza dei casi E' UN' ILLUSIONE, è bluepill.
      Tranne nei seguenti casi:

      1) Si punta tutto sul looksmaxing e si raggiunge un livello estetico superiore a 7 (o anche pari a 7 in certi casi): in tal caso te ne puoi tranquillamente fregare di money e status, rimorchi e scopi a prescindere, forse anche se sei Asperger o sociofobico estremo.

      2) Si punta non solo sul looksmaxing, ma anche su statusmaxing (soprattutto) e moneymaxing: in tal caso, raggiungere anche solo la sufficienza piena IN TUTTE E TRE le variabili LMS, in certi casi può già rivelarsi utile per ottenere qualche soddisfazione una tantum.
      Meglio ancora se lo status si assesta su di un valore sensibilmente sopra la media: in tal caso, con tutta probabilità, farai "centro".

      3) Si punta sul looksmaxing raggiungendo quantomeno un valore di L pari a 6,5 e si cerca quantomeno di non far crollare a livelli infimi il proprio status (eventualità niente affatto remota se ti sottoponi a certi interventi, in primis trattamenti per risolvere il problema calvizie: ne parlavamo proprio in questi giorni analizzando il mio caso specifico): questa forse è la soluzione più abbordabile ed alla portata di più persone, ma siamo veramente "al limite" se come fine principale ci si pone il rimorchio.

      Ergo, l'automiglioramento a fini trombatori non è illusione in tutti o quasi i casi 1), nella maggioranza dei casi 2) ed in una limitata fetta dei casi 3).
      Senza contare che i casi 1) e 2) sono alla portata di un numero indubbiamente ristretto, o comunque minoritario, di soggetti.

      In tutti gli altri casi invece lo è, ovviamente a fini di rimorchio: per sè stessi invece non lo è (quasi) mai.

      Elimina
  18. Illuminante l’incpit per cui se una donna ha un problema la colpa è della società maschilista e degli uomini mentre se un uomo ha un problema, anche lo stesso problema, ca❌❌i suoi. Rientra nella narrative Petalosa dei media mainstream ......
    Il Marchigiano

    RispondiElimina
  19. Il miglioramento vale se hai una buona genetica. Essendoci uno squilibrio tra domanda e offerta il prezzo sale, ovvero l'ipergamia

    RispondiElimina
  20. red, fermo restando che sono d'accordo con quanto scrivi, che soluzione proporresti? non mi dire escort di stato perchè ti assicuro che il problema verrebbe solo leggermente tamponato..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. https://www.ilredpillatore.org/2019/10/incel-soluzioni-al-problema.html

      Elimina
  21. aspirante blackpillato6 febbraio 2020 13:39

    Sulla non accettazione sociale secondo
    me un po esageri. Soprattutto per quanto riguarda autotrapianto. Che grado di nw eri btw?☺

    RispondiElimina
  22. DOMANDE PER TUTTI; AUTOMIGLIORAMENTO ILLUSIONE?8 febbraio 2020 12:09

    Salve a tutti,

    osservando con grande interesse i rimedi chirurgici e meno invasivi pubblicizzati e consigliati chiedo se qualcuno di voi, sempre in via anonima qua, è migliorato grazie a questi interventi; per operazionalizzare il risultato in modo scientifico : num relazioni sessuali prima dell'intervento vs num relazioni sessuali dopo l'intervento

    E' chiaro che questa è una esplorazione preliminare e le eventuali differenze possono essere ascritte a decine di altre variabili (placebo, penso di essere migliorato esco di più incontro più donne ed ottengo più relazioni sessuali)
    Però è sempre un interessante spunto che potrebbe portare a migliori risultati.


    Esempi;

    dieta e palestra
    sport
    trapianto di capelli
    cure facciali
    botox
    rinoplastica

    Chi di voi le ha fatte può in forma anonima ovviamente effettuare il resoconto secondo il semplicistico schema formulato prima?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LOL, ma allora continuiamo a non capirci.

      Prendere come parametro quello della vita sessuale prima e dopo il looksmaxing non ha alcun senso, soprattutto riguardo al tema dell'articolo dove si sostiene (giustamente) che l'automiglioramento è nella maggioranza dei casi illusione e che il looksmaxing vada fatto esclusivamente per sè stessi, non per rimorchiare.
      L' unico parametro valido è quello oggettivo, cioè relativo all'estetica o alla situazione economica: lì i miglioramenti sono appunto OGGETTIVI e possono essere quantificati (però con tutti i limiti che tale sistema comporta) con una valutazione numerica.

      Il mio caso specifico dimostra poi in maniera clamorosa quanto il sistema che proponi tu sia sballato: difatti, scopavo di più prima del looksmaxing, ora zero totale...e pure uscivo MOLTO di più (ora non ho vita sociale, prima uscivo quasi tutte le sere!).
      Non è affatto un paradosso per ragioni che ho già spiegato mille volte e penso che questo chiuda il discorso.

      L'unico sistema valido è dunque quello di valutare il miglioramento (nel caso di L o di M; per lo status invece è più difficile) in maniera oggettiva e del tutto scevra dal discorso "donne".

      Elimina
    2. RISPOSTA PER MARCO9 febbraio 2020 17:35

      Il tuo caso potrebbe essere definito un caso limite; la maggior parte degli interventi più o meno invasivi è probabile che venga fatta per massimizzare le relazioni sessuali o in una più o meno sterile e temporanea conquista di un primato di attrattivita' estetica.

      Esempio; Pino si esercita in palestra nell'illusoria o reale speranza di rimorchiare di più o di essere più attraente o di migliorare il rapporto sessuale con la sua fidanzata.

      Ester dimagrisce e si fa una rinoplastica per essere più attraente per ragazzi più alti o più ricchi o semplicemente sentirsi "meglio" con se stesse quando passeggiando la quantita' di occhiate è superiore.

      Alla base di questi miglioramenti estetici c'è il tentativo di essere o sembrare più attraenti.

      Per operazionalizzare il cambiamento si potrebbe optare per un questionario \resoconto dove la persona che si è sottoposta al miglioramento estetico racconta quante e quali ragazze\donne\uomini\ragazzi ha avuto in più rispetto a prima


      Ovviamente non è solo un problema numerico.

      Esempio; Ester pesava 80 chili ora 60; dopo questo cambiamento lascia il suo ragazzo grasso ed esce a ballare con gli uomini che finalmente la guardano.

      Altra domanda più intrigante potrebbe essere; se Pino diventa più muscoloso ma e' sempre basso rispetto a CHad, riuscirà ad intrattenere più relazioni sessuali rispetto a CHad o con migliori donne o risulterà sempre
      un ragazzo basso e bruttino ma muscoloso.

      Ma anche qui si potrebbe delineare un altro scenario; PIno è bruttino e basso ma la sua maggiore muscolarita' lo rende più attraente per le 5,5 che prima lo snobbavano.

      Quindi si può dire che un miglioramento c'è stato.


      L'esposizione del tuo caso limite non può essere generalizzata al vasto mercato di uomini e donne che cercano il miglioramento estetico per ovvia anche se spesso non dichiarate finalita'.


      Elimina
  23. un/una femminista che parli di automiglioramento maschile si contraddice. Assume un atteggiamento maschilista. Sta dicendo che l'attrazione erotica dipende da variabili che sono sotto il controllo degli uomini. Ora, se a tutta prima, in ragione di tale postulato si riesce a scaricare tutte le 'colpe' sugli sfigati per la loro inettitudine, di converso si sta dicendo che i fili dell'erotismo sono in mano agli uomini; e se essi sono capaci, se hanno acquisito destrezza e abilità nel gioco, insomma se sono "all'altezza", allora avranno una vita erotica soddisfacente; in quest'ottica, dunque, le donne non sarebbero altro che pupazzi legati a quei fili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la teoria LMS è la piena, sana, espressione del vero femminismo libertario.
      Ti dice onestamente che in ambito erotico le donne hanno autonomia di scelta.
      Ti dice che le donne sono persone con la P maiuscola, no creature infantili che si lasciano ammaliare da imprecisati, indefinibili, direi quasi fattucchieri, tratti della personalità in grado di sedurre le donne. Tratti della personalità che trovano la loro espressione in atto di discorso e di comportamento: chiamiamoli pure pure carisma, assertività, sicurezza di sé, ed altre cose fine a se stesse.
      La teoria LMS ti dice che i gusti femminili correlano in modo significativo ancorché non assoluto verso appunto i fattori LMS.
      Ti dice infine che anche la gentilezza di un uomo può essere erotizzata, così come il carisma, l'assertività, ecc, purché queste si correlino al successo. Ti dice infine che diventare un stronzo non ti servirà a nulla.
      La teoria LMS io la chiamo rispetto per la verità, e conseguentemento rispetto verso l'umanità.

      Elimina
  24. Premetto che considero la redpill abbastanza valida e che visito il blog da circa un anno e lo trovo interessante. Tuttavia credo che certi uomini abbiano forse delle abilità di convincimento tali da poter riuscire a portarsi a letto diverse donne e non so come facciano. Un esempio rilevante è l'untore Valentino Talluto, che pur essendo brutto è riuscito a portarsi a letto decine e decine di donne (contagiandole con l'hiv purtroppo). Credete che sia un'eccezione alla redpill o che lui abbia sfruttato la parte "money"? é un dubbio che ho da molto tempo.

    RispondiElimina

Ciao! 😃 Grazie per aver deciso di lasciare un commento, sono contento di sentire cosa pensi del mio articolo. Prima di postare però per favore dai un'occhiata al Regolamento: