13/02/20

La Parola ai Lettori: la Storia di Ciubbo


 

Ciubbo il "re dei pizzettari" (una storia da anni '90 ed un nuovo modo di gioire della condizione di Incel)

Qualcuno mi conosce, altri no, quindi riepilogo in breve chi sono io.
Ho 45anni ed un forte background di cultura nerd (ditemi Asimov, Kirk, fumetti Marvel et similia ed io sono contento ).
Spesso si parla di condizione Incel ed io sono passato da tale condizione (in alcuni anni si "rompeva" solo in estate) a far parte del "famoso" 20%.
Non sarò un super-Chad ( penso di rientrare nella fascia bassa di questo 20%) ma quando si parla di Incel (in maiuscolo !!) so bene di cosa si parla.
Questo "salto quantico" mi è stato dato grazie alle chat (il discorso è molto lungo semmai sarà altro articolo).

La storia che vi narrerò è un esempio di vita vissuta, ambientata a fine anni '90 E parla di un Incel che mi sembrava negasse a se stesso tale condizione. All'epoca io ero molto bluepillato e nel pieno di una crisi depressiva forte.
Non sapevo cosa avrei avuto dalla vita, non mi andava bene nulla. E vivevo in uno stato quasi da hikikomori, mi rifugiavo nelle mie nerdate per sfuggire allo schifo circostante.
Essere ventenne, mentre tutti ballano e cantano felici e gaudenti (con senno di poi molto era apparenza) in tali condizioni non è il massimo.

Il gruppo di amici che frequentavo all'epoca (ed avrei frequentato per altri anni) non era fatto da gente triste ma da genuini sognatori (pochi casi di fauna da centro sociale oKKupato) che volevano cambiare il mondo.
In questo gruppo i maschi erano l'80% ed il restante 20% ragazze simpatiche e a loro modo genuine. Mai esagerate sul socializzare ed i fidanzamenti erano eventi rari (mai visto scopamicizie e, chissà come mai, i ragazzi più in vista erano sempre fidanzati).

Tra i ragazzi c'era questo tizio chiamato Ciubbo direi normo-carino nella media, con capelli simil-rasta ed un vistoso pizzetto (un simbolo dei '90 per me detestabile).
Come mai "Ciubbo"? beh una volta glielo chiesi e mi disse che suona bene insieme al suo solito boccale di birrozzo da un litro (forse ciubbo deriva da ciubbozzo...beh non ricordo ora ).
Gli avevo affibbiato il sorpannome "re dei pizzettari" perché lui 40enne (penso fosse il cugino di qualcuno) se ne stava tra noi 20-30enni a dispensare consigli ed era un concentrato di luoghi comuni social-forumisti del tipo:

*) Il lavoro a tempo indeterminato non c'è più, se uno se lo trova lo tiene ma fra poco c'è la rivoluzione.
*) Dopo il G8 di Genova le cose cambieranno. Io c'ero ed ho percepito la rivoluzione imminente. Questa volta non è come il movimento della pantera.
*) Le multinazionali controllano i mass-media, cosa decide la gente, ed è tutta colpa del sistema se il popolo è lobotomizzato.

Sul discorso ragazze sviava sempre ed una volta io insistevo chiedendogli come fare a conoscere ragazze (da blue-pillato che ero pensavo che lui, avendo 40anni, chissà quante esperienze avrà avuto).
Le sue risposte erano sempre sul vago."Mah, non so, chiedi alle tue amiche che ti presentino altre amiche, fai volontariato, sei giovane vai a ballare" un coacervo di luoghi comuni anche qui degni delle riviste per donne.

Una volta si parlava di donne alla italiota in stile anni '90. Della serie: tante chiacchere, tante ipotesi, tanti blablabla, e ZERO racconti reali.
Capitava che una ragazza ascoltasse e poi si allontava dicendo che facevamo discorsi da maiali (giuro, quasi mai si parlava di sesso) ed io ricordo un mio amico disse:
"Ciubbo, ma meglio le birre,che ne puoi avere quante ne vuoi...bionde,more e rosse" e lui sentenziò: "Amico mio...parole sante".

Ma ora veniamo alla sua filosofia per essere felici della propria Incellitudine, che io ho carpito durante un sabato sera che ricordo essere stato anche divertente.
Dopo partite a ping pong, giochi da tavolo, risate, musica ed altre cose "divertenti" (come la cameriera che sbaglia ordinazione) arrivano le due di notte e ci sbattono fuori dal locale.
Siamo tutti fuori in strada e a questo punto ormai si è stanchi. Si formano, così come in altre serate, tre gruppi:
  1. Chi ha la donna con una LTR solida (ricordo due coppie sposate) e casa libera quindi si finisce la serata con una bella scopata. 
  2. Altri che sono fidanzati ma non c'è una casa libera quindi finiranno con un bel limone sotto il portone ed anche un pompino fatto con amore e dolcezza. 
  3. Tutti gli altri maschi (il restante 60% tra cui io) che saluta tutti in amicizia ed andrà a casa sua in qualche modo contento (chi più e chi meno).
     
Direte voi che fin qui nulla di male, bella serata tra amici, ma poi sono le due di notte si va a dormire; che altro bisogna fare ?
Ed ecco che arriva Ciubbo ed esclama:
"Ma come si va a casa, dai sono solo le due di notte, andiamo in un altro locale a berci un'altra birra. Ma uno lavora e si fa il mazzo tutta la settimana e poi quando esce con gli amici va a letto presto solo alle due?"

Io sincero dicevo che ero stanco, avevo sonno e basta fine e stop me ne sarei tornato a casa (nel 90% dei casi a farmi una o due seghe come si deve). Cosa pensare dunque ?
Certo si torna alla depressione di sempre (col senno di poi ero da ricovero in psichiatria) ma è stata una bella serata tra amici ed ora si chiude e se non fai parte del gruppo A) o gruppo B) fine del discorso.
Ricordo che poi Ciubbo è andato con altri tre in un nuovo locale ed io ammiravo Ciubbo che resisteva ancora e sapeva vivere alla grande (come ero blu-billato! ).

Ecco la lezione di Ciubbo su come affrontare la condizione Incel ed esserne felici: fare come la rana che bolle in pentola e non si  preoccupa della temperatura che sale ma chiede anche bagno schiuma e sali, incurante che fra poco sarà bollita.

Sia mai che uno lavora tutta la settimana e poi "giustamente" dovrebbe avere delle ricompense emotive fatte di dolcezza, sesso ed affetto (beh almeno una volta ogni tanto ...non so al massimo ogni due mesi).
No, si lavora e ci si fa il mazzo e poi...ecco la serata dei "pizzettari". Certo con persone sincere, con birrozzi e partite al biliardino ma alla lunga anche chiacchere inutili su gol visti e non visti dall'arbitro, politica e nuovi partiti e partitini, blablablabla, questo è il motivo ed il significato vero della vita.
Altro che lavorare e produrre (per se stessi e gli altri) e poi avere affetto sincero con risate, abbracci, chiacchiere vere ed una bella scopata come si deve.

Da quanto ho percepito Ciubbo non ha mai provato ad uscire dall'incellitudine. Presumo non fosse vergine ma non lo ho mai visto in compagnia di una donna.
Per come la vedo io la strada di Ciubbo è completamente errata, per percorrerla devi essere triste dentro. Poi se ciubbo in realtà avesse gli ormoni spenti beh in tal caso decade quanto ho detto.

Ex-nerd-chatters-slayer



224 commenti:

  1. Una storia con molti dettagli irrilevanti. Ho capito il concetto finale che condivido ma la storia andava scritta meglio a mio avviso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, però considera che l'articolo è una sintesi di un racconto ancora più lungo e con ancora più digressioni che io ho chiesto gentilmente di ridurre, quindi apprezziamo almeno lo sforzo.

      Elimina
    2. @Adidas:

      Sono l'autore dell'articolo.
      Al lavoro di mail ne scrivo molte (e spesso mi diverte anche :-) ) e se c'è da fare della documentazione sono tra i primi ad essere contattato.
      Qui sono andato un po' a ruota libera e volendo potrei riscriverla meglio...si certo però eddai sto cercando di rimuovere gli anni di m@@@a del liceo :-) un commento del genere dalla tristissima professoressa di italiano del bienno mi va bene ma da un red-pillato...e che cavolo vediamone il concetto base.
      Comunque ho "registrato" e semmai sarà prossimi contributi al red-pillatore li curerò meglio.

      I dettagli possono essere irrilevanti ma era (nel limite del possibile) per farvi immergere nell'atmosfera di venti anni fa Edel tip odi amici che frequentavo.
      Nel caso per apprezzare meglio la mia storia che dire prova a rileggerla con sottofondo una canzone dance tipo questa:
      https://www.youtube.com/watch?v=TtQ8RZrNMfs

      Forse assaporerai meglio la "magica" atmosfera degli anni '90 oppure rileggila con un bel pizzetto al mento :-)


      firmato: ex-nerd-chatters-slayer

      P.S.: la mail originaria al red pillatore era più lunga ed ammetto molto digressiva ed anche "frattalica" tipo le mille ed una notte dove ad ogni racconto si aprono altri racconti....diciamo in primis ho scritto a lui come sfogo tra amici della confraternità dei gentiluomini red-pillati.

      Elimina
    3. Triste la storia, tristi i dettagli, triste la replica. Peccato perché Ciubbo è un personaggio che merita. Io ne conosco un paio e ipotizzo anche altri, ben mimetizzati.

      Ha fatto bene l'autore a darsi all'informatica: la narrativa non è il suo campo.
      Chiedo scusa a Red per la critica ma bisogna puntualizzare, altrimenti i contributi dei lettori fanno solo spazzatura e non contenuto di valore.

      Elimina
    4. Stupenda la musica dance anni 90-primi 2000. Quando ero ragazzino io c'era, sempre di prezioso e marvin "tell me why", o anche "voglio vederti danzare". Quanti bei ricordi.

      Elimina
    5. @RedPillatore:
      Una delle mie preferite è questa qui:
      https://www.youtube.com/watch?v=9Scw4pTVTwk (Basic Connection - Hablame Luna)
      Quante volte che la sentivo avrei voluto ballarla come un lento con una qualsiasi ragazza normo-carina :-( .... ecco in tali casi invidiavo il Ciubbo perché lui gli bastava un birrozzo per essere felice....e forse lo era davvero.

      Invece quest'altra qui è un altro cult:
      https://www.youtube.com/watch?v=QwqmJilXxJY (Robert Miles - Children)
      Ed è legata a ricordi piacevoli, la mia prima volta (avevo 21anni e 11mesi) con una ragazza russa...se aspettavo le donne italiote sarei finito in TSO :-( .


      firmato: ex-nerd-chatters-slayers

      P.S.: Lo ho detto altre volte, diffidate dei miei coetanei che parlano degli anni '90 come magici, unici e stupendi e loro erano dei chad scopatori...la mia generazione ha il difetto di essere dei vecchiacci precoci ed esaltare il passato dicendo ai miei tempi (io lo ricordo dai miei nonni quando ero bimbo e loro avevano 75anni e dintorni !!).

      Elimina
    6. @Anonimo_13 febbraio 2020 20:21:

      Guarda SE dici che è un personaggio che merita allora anche se non ti è piaciuto il mio articolo qualcosa t i ha lasciato.
      Conosci un paio di Ciubbi ? Beh raccontaci di loro allora...magari per qualcuno che vuole diventare MGTOW monk mode (come il "mio" Ciubbo) potrebbero essere fonte di ispirazione.

      @RedPillatore:
      Che dici inseriamo Ciubbo nel dizionario dei termini redpill come Incel 40enne e dintorni contento di esserlo e patito del birrozzo ? :-)
      (ovviamente sto scherzando !!)

      Elimina
    7. Ex nerd,

      A prescindere da Ciubbo e la sua storia, sui MGTOW Monk, devi riconoscere che in ottica redpill, ma non solo, si tratta sicuramente delle persone più sagge e felici di questo mondo.
      Insomma, una spanna sopra a tutti, incel, slayer, alpha, beta, etc...

      Elimina
    8. @Ex Nerd Chatters Slayer 14 febbraio 2020 00:21
      Red, ex-nerd, perdonatemi l’OT, ma io in quegli anni ascoltavo e suonavo cose tipo queste...

      https://www.youtube.com/watch?v=zTuD8k3JvxQ

      https://www.youtube.com/watch?v=V5UOC0C0x8Q

      https://www.youtube.com/watch?v=Qf0yWQzz0gM

      questi per me erano gli anni '90!! \m/ ];-)

      Elimina
    9. Lo so continua OT ma vedo che si parla di musica anni '90 e direi che la colonna sonora di Ciubbo poteva essere ad esempio in queste canzoni:

      https://www.youtube.com/watch?v=XyX2C9iancI [Persiana Jones - la tremarella]
      https://www.youtube.com/watch?v=OurGZr5EGLY [SkaP - legalizacion]
      https://www.youtube.com/watch?v=i7WZCWFs1Ec [Banda Bassotti - Zio Paperone]

      Beh poi anche Guccini ed altri classici "revolucionari"...però i brani sopra sono musica Ska ed anche quelle sopra diciamo è musica so 90s insieme al metal di Andy (ehm heavy, dark, ecc. ecc. il sotto-genere mi spiace mi perdo).

      Elimina
    10. @Anonimo15 febbraio 2020 15:46:
      Certo ci mancherebbe che sia più felice nel momento in cui sia un vero e puro monk mode (non ha esigenza del sesso quindi ha un'esigenza fisiologica in meno).

      Ed inoltre, meglio essere un Ciubbo che non un beta-provider che ha sposato una popolana cicciona e triste con due figlie (non del beta) anche loro belle ciccione, tristi, e popolane.

      Elimina
  2. Sempre un bell'articolo che dimostra che oltre alla scientificità della LMS, il razzismo biologista, il darwinismo sociale e il pessimismo cosmico si manifesti, in questo gruppo grande speranza.
    I redpillati sono autenticità,cultura,dialogo e relazione, ovvero ciò di cui ha bisogno il mondo occidentale.
    Sia chiaro che oltre alla frustrazione dovuta alla natura delle donne, per me questo gruppo è più che altro una grande critica alla superficialità moderna; quella che esclude ogni tipo di relazione autentica, fondata sulla scoperta dell'altro e di sé, sull'essere e non sull'apparire, sul noi e non sull'Io.
    È opportuno far conoscere questo blog, perché dialetticamente questi uomini medi, su cui il nostro gruppo è costituito, sono l'elemento frustrato e sottomesso, ma paradossalmente la molla del progresso.
    Redpill è alternativa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Unknown !!

      Mi è piaciuto molto il tuo commento e vinci 500 punti simpatia :-) .
      Veramente, anche io sulla red-pill ci vedo qualcosa di spirituale e rivoluzionario (molto più dei miei ex-amici alternativi) di contestazione a questa società di m@@@a.

      firmato: Ex-nerd-chatters-slayer (autore della storia)

      Elimina
    2. il Redpillatore potrebbe raccogliere tutti gli articoli (perlomeno tutti quelli degni di nota..quest'ultimo, concordo, non tanto) e pubblicarli in un libro (autoprodotto..previa raccolta di prenotazioni e versamento caparra ..o qualcosa del genere)

      Elimina
    3. @Anonimo13 febbraio 2020 22:50:

      Pienamente d'accordo che il mio articolo non è dei migliori tra quelli pubblicati...anzi non sarebbe nemmeno nel top 20% che spiegano 80% di teoria redpill :-) .
      Però mi sembrava in tema red-pill (mi stupirei del contrario...orache ci penso sono sul blog del redpillatore :-) ) ed anche se non potrà non essere piaciuto, come vedo da altri commenti negativi che prendo come critica costruttiva.

      firmato: Ex-nerd-chatters-slayer (autore della storia)

      Elimina
  3. Vedi che nel linguaggio delle IB "pizzettaro" significa una cosa completamente diversa. E' un refuso voluto o no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Rettiliano_Verace:

      Eccoti qui...acneh tu sei un grande maestro di red-pill !!
      Ho letto molto bene questo tuo articolo:
      https://www.ilredpillatore.org/2017/10/moneymaxing-i-lavori-piu-richiesti.html

      E diciamo il me stesso 20enne lo ha molto apprezzato :-) ...
      Invece io da 45enne più o meno realizzato ho aggiunto un commento in tema.


      firmato: ex-nerd-chatters-slayer (autore della storia)

      Elimina
    2. @RettilianoVerace:

      Per "pizzettaro" intendo uomo portatore di pizzetto.
      Se quello con la barba si dice barbuto quello con il pizzetto...pizzettuto ? :-) .

      Non so io ho sempre detto "pizzettaro" colui che porta il pizzetto così come quando mi si dice "paninaro" io non penso a quelli che fanno i panini ma alla "cultura" giovanile anni '80.
      Chiamiamola "cultura" ma con tanto di virgolette.
      Quanto li detestavo da ragazzino !!
      Anche loro un concentrato di blue-pill da far schifo !!

      firmato: ex-nerd-chatters-slayer

      Elimina
    3. @Rettiliano_Verace:
      Scusa ignoranza ma cosa è il linguaggio delel IB...chi sono queste IB ?
      E nel caso...cosa intendo le IB con "pizzettaro"...sono curioso ora :-) .

      Elimina
  4. Io a ciubbo gli voglio già un po' bene, me lo terrei sul comodino :-)

    Attendiamo la restante parte dell'articolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @UnUtente:

      Beh se vuoi chiediamo al red-pillatore di pubblicare tutto il mio "delirium-carteggiorum" :-) ma non penso sia il caso.
      Credimi veramente quello che c'era da scrivere come concetti è la storia di cui sopra.

      Non so SE vuoi chiedere altro nello specifico di questa storia (volendo sarebbero apribili altri macro-temi ma evitiamo).
      Nel caso prova a chiedermi cos'altro vorresti sapere.

      firmato: ex-nerd-chatters-slayer

      Elimina
    2. Parlavo di questa parte:
      "Questo salto quantico" mi è stato dato grazie alle chat (il discorso è molto lungo semmai sarà altro articolo)."
      Credevo ci fosse anche questa parte, nel caso a mio avviso sarebbe interessante.

      P.S. quanti "tristi" ricordi anche per me, quando si rimaneva in 4/5, rigorosamente tutti maschi, a parlare di calcio, politica, scene comiche, ecc.
      E gli altri a ciulare

      Elimina
    3. @UnUtente:

      Quanti tristi ricordi...ecco perfetto hai centrato una delle sensazioni che volevo comunicare.
      Certo immagino anche tu ridevi, scherzavi e hai passato bei momenti con i tuoi amici ci mancherebbe...ma da qui a pensare che serate così erano il TOP anche no...invece per Ciubbo SI !!

      Elimina
    4. Se avevate dei buoni amici con cui parlare e ridere di tutto, allora sì che erano il TOP. Io rimpiango quelle serate passate in giro o in macchina a discutere con gli amici, a fare cose "pazze",... Dopo ho potuto avere forse il TOP per quel che riguarda l'amore, ma le serate TOP dell'amicizia sono ormai una rarità, anche a causa di età e stanchezza 😅. Forse l'ideale sarebbe stato avere il massimo da uno e dall'altro ambito nello stesso periodo, es. il venerdì passato in coppia e il sabato con gli amici a far tardi in giro?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    5. DOMANDA PER GARDALAND15 febbraio 2020 10:54

      Ciao anonima gardaland, che cosa intendi per "cose pazze"?

      Elimina
    6. da ASCOLTARE MENTRE SI LEGGE15 febbraio 2020 11:28

      https://www.youtube.com/watch?v=q8Mh_O6Fp50

      Elimina
    7. @DOMANDA PER GARDALAND

      Cose pazze?
      Girare in macchina con un nostro amico seduto sul tettuccio o stare in 8 ammassati e nascosti nel bagagliaio, fare vacanze spartane insieme piene di comiche disavventure e bagni di mezzanotte, chiacchierare in auto fino al sorgere del sole, organizzare feste in costume e poi infilarci in qualche sagra di paese conciati così,...
      Magari per qualcuno non è niente di che, ma noi ci divertivamo :)

      Anonima Gardaland

      Elimina
    8. @anonima_gardaland:

      Immagino eravate un gruppo di amici ed amiche con tre ragazze ed almeno dieci maschioni di cui una coppia formata e voi due a fare le profumiere dico bene ?

      Sia mai tra le cose pazze fare esperienza sessuale con i propri amici maschi, distribuire felicità, e gioire del proprio corpo quando si ha venti anni ed usare il sesso come gioia di vivere....questa si che sarebbe stata una cosa pazza e divertente.

      Ma come dire, ah no...io sono una brava ragazza...e poi i miei amici (zerbini o quasi) beh loro sono a-sessuati.

      Certo tutto bello quello che descrivi :-) lo ho vissuto anche io ... ma chissà come mai ricordo meglio e più felici le vacanze in estate con gruppi di volontariato e ragazze straniere dove il sesso era visto come sincero e naturale e senza ipocrisia..beh ma noi donne italiane siamo serie e per la famiglia...vero ?

      Elimina
    9. @Ex Nerd Chatters Slayer

      No, mi spiace, non hai proprio azzeccato la composizione del gruppo :)
      Eravamo alcune femmine e due/tre maschi, tutti compagni di scuola
      (i maschi amici fraterni e interessati ad altre ragazze: a uno piacevano quelle più grandi, - e più bone 😅 - l'altro era indeciso e poi si è orientato definitivamente sui maschi) tranne un ragazzo più grande che era appunto il fidanzato di una di noi. Questo il nucleo base, poi di volta in volta si aggregavano amiche e amici di uno e dell'altro di noi: coppie, ragazze, ragazzi... con cui nel tempo si sono formate e sformate altre coppie. Non facevamo le profumiere con nessuno, quindi :)
      Purtroppo o per fortuna, chissà, a vent'anni - ma pure ora 😅 - non avevo la capacità di immaginare il sesso come puro divertimento, anche perché mi innamoravo facilmente e non avrei mai retto ad una situazione di coinvolgimento fisico in cui non fossi stata ricambiata nei sentimenti. Non è questione di essere serie, ma di tutelare la propria salute mentale 😅 (parlo per me, ci mancherebbe, ci sono sicuramente ragazze che la vivono diversamente. In fondo, beate quelle che ci riescono, straniere o non!).

      Anonima Gardaland

      Elimina
    10. Anonima delle 00.03. credo che ex Nerd volesse dire che è bello vivere le serate con gli amici sparando cazzate, ma devono essere accompagnate anche da serate adrenaliniche, in compagnia di una ragazza che ti piace, altrimenti diventano qualcosa di forzato.
      Io ad esempio, ricordo con nostalgia le serate con gli amici, in particolare quelle con i pochi e fidati piuttosto che con la cumpa, ma ricordo anche le bellissime sensazioni provate in compagnia della prima ragazza e ricordo invece con grande tristezza le numerosissime serate in cui si era tutti maschi, e anche se si sparavano cazzate a tutto andare, alcuni di noi (sottoscritto compreso) erano tristi, perché mancava qualcosa, perché ne avevamo abbastanza di goliardate, perché ci eravamo già visti la sera prima e quella prima ancora, perché di quello che sparava i mega tutti ci eravamo stancati, ma soprattutto perché, quando durante il giorno avevi incrociato due/tre belle ragazze che ti avevano trasmesso qualcosa e che ti ispiravano pensieri di ogni tipo,non avevi proprio voglia di ritrovarti nel solito casermone militare.

      Elimina
    11. @Unutente

      Mi sa che a quell'età tra maschi e femmine siamo proprio diversi. A me non pesava molto essere solo tra donne o quasi, specie sotto i 20: la cosa più bella di aver incrociato due/tre bei ragazzi durante il giorno era PARLARNE con le amiche. Secondo me in adolescenza abbiamo modalità diverse di socializzare e di iniziarci alla sessualità, forse è per questo che finiamo per non comprenderci. Dopo i 20 pesava anche a me ogni tanto la solitudine, ma più che altro invidiavo gli aspetti romantici delle coppie di miei amici, o mi ponevo la domanda se avrei passato l'intera vita da sola e come sarebbe stato.
      Tu a quale periodo di età ti riferisci?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    12. Eh sì, a un certo punto raccontare episodi anche divertenti che risalgono però a 20 anni prima viene a noia... Inoltre testimonia che non c'è nulla nel presente che possa fare da collante al gruppo che è rimasto o venuto a costituirsi per una sorta di gara a eliminazione in cui l'eliminato è però chi vince. Si continua a vedersi/uscire per routine, per non voler ammettere che dopo una settimana di lavoro si è "obbligati" a rimanere a casa per mancanza di esperienze da condividere con qualcuno (fosse anche il classico gruppo di ex pizzettari, per dirla come Ex Nerd :-)). Io nel mio cammino di acquisizione della redpill a volte me ne sto a casa, un po' mi pesa ma almeno non ho quella sensazione di desolazione quando me ne torno a casa dopo il birrozzo.

      Elimina
    13. @UnUtente:

      Così come in altri commenti hai preso in pieno (con altre parole) cosa volevo comunicare.

      Ed infatti anche tu vedo provavi (almemno leggendoti) le mie stesse sensazioni di tristezza e vuoto emotivo perchè una parte della vita che dovrebbe essere NORMALE per un 20enne sembra irraggiungibile.

      Ricordo (qui meriterebbe un altro articolo :-) ) sensazioni di panico e terrore di rimanere solo e di non conoscere mai nessuna ed appunto vedermi a 40anni come il Ciubbo ed un sorriso finto ma finto (mentre magari lui poteva essere contento) con il mio birrozzo in un loop all'infinito senza speranza...poi che dire forse ...ecco ci sono...dovevo farmi crescere anche io il pizzetto...quello che rendeva felici circondando il sorriso (a volte veramente ebete) di taluti compagni di bevute.

      Va bene la serata tra amiconi ma NON puoi avere solo quella e NON puoi trasformarla come il "main event" settimanale di una vita se tu funzioni in modo normale (con ormoni, desideri sessuali e affettivi).


      Tra gli amici che frequentavo non ero io unico triste ma eravamo una minoranza (a memoria ne conto altri tre che la pensavano come me) e le ragazze che MAI e poi MAI capivano cosa voleva dire la solitudine ed ora mi viene in mente una tizia (frequentava biologia o lettere) cui chiedemmo di portare qualche sera le sue compagne di corso e che ci disse che lei non è una casa di appuntamenti...ma che tristezza di "amica" :-) .

      Che dire per loro esprimere la sessualità era sentirsi ammirate e corteggiate (in mancanza del capetto del "giro dei pizzettari" che potesse essere un vero fidanzato con tanto di LTALR [Long Term All Life Relationship :-) ] con tanto di bollo in ceralacca del ministero della sessualità italiota.

      Inoltre la ragazza bella che vedevi (e poi sognavi insieme a te per una serata sesso&affetto) poteva essere anche la normo-carina vista sul tram con degli occhi particolari, che leggeva Dylan Dog, che aveva una voce meolodiosa...non necessariamente la bonazza da 8 ed oltre.

      Elimina
    14. @Anonima_Gardaland:

      Beh era un gruppo di amicone allora con un fidanzamento, un gay che beati loro non soffrono quasi mai l'Incellitudine.
      Il volerle più grandi e più bone presumo fosse una scusa per dissimulare la sua sessualità.

      Però ammetti che quando entravate in discoteca o in locali il vostro gruppo attirava attenzione e non avresti avuto problemi a trovare un partner.

      Sul fatto che non riesci a vedere la sessualità come spirito libero beh è frutto del condizionamento mentale italiota ed io non posso far altro che dire di liberare la tua mente.

      Spesso vedo alcune donne che hanno la vagina collegata in retroazione in un circuito chiuso al cervello e pertanto rischiano instabilità emotiva tra alti e bassi...
      Il trucco è quello di red-pillarsi, quindi "spezzare" tale catena e vedere il tutto come una linea retta.
      Mi piace uno per un qualche motivo, ci scopo e ci faccio sesso, accumulo esperienza e poi come va va...mi vorrà rivedere allora ben volentieri.

      La vagina è un organo del corpo umano e più lo usi e più poi si abitua a godere e provare piacere.
      Pensi che fisiologicamente una donna dell'est o nord europa o america latina sia differente da una donna italiana ?

      Beh continua a frequentare questo forum...e vedrai che ti verrà voglia di scopare distribuendo (ma anche ricevendo !!) felicità.

      Elimina
    15. @Ex Nerd

      Ti rispondo partendo dal fondo: grazie del consiglio ma sono impegnata e va bene così :)
      Le separazioni da qualcuno con cui sono stata così in intimità a me provocano un dolore emotivo lancinante. Ormai è tardi per provare a impostare la vita in un altro modo, avrei dovuto farlo a partire dalla primissima adolescenza e non so neanche se e come avrei potuto, visto che nessuno mi forniva materia prima per sperimentare 😅 Si vede che questo era il mio destino.

      - Quando entravamo in locali il nostro gruppo attirava a volte attenzione ma erano quasi sempre le mie amiche ad essere approcciate, comunque diffidavamo degli incontri in discoteca per il motivo di cui sopra.

      - il ragazzo che mirava alle più grandi non era quello che poi si è rivelato gay, era un altro.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    16. Anonima delle 13.19
      "Tu a quale periodo di età ti riferisci?" In parte al periodo adolescenziale e soprattutto alla fase dei 20 anni. Ho passato lunghi periodi di cumpa triste, tornavo a casa il sabato sera depresso e sconfitto.

      Ex Nerd delle 18.46
      Più che il timore di restare solo, ad un certo punto mi venne la fobia del giudizio degli altri, di essere considerato sfigato perché mi vedevano sempre non accompagnato. Ricordo i giudizi sprezzanti delle ragazze nei confronti di quei "bravi ragazzi" che non avevano mai avuto una ragazza. Li sfottevano e deridevano e li usavano come metro di paragone in negativo.
      Temevo di fare la stessa fine.
      A noi le amiche che non presentavano nessuna si giustificavano dicendo "le mie amiche sono tutte fidanzate", poi magari le beccavi in pizzeria, tavolate di 5/6 ragazze.
      "poteva essere anche la normo-carina vista sul tram con degli occhi particolari, che leggeva Dylan Dog". Esattamente! Anche per me era la stessa cosa, ma anche per altri miei amici. Non ambivamo alla super gnocca tirata, ma alla ragazza particolare, con un fisico discreto, un bel viso, acqua e sapone.
      Anche io ce l'avevo con il mondo, perché non accettavo questa discriminazione, non accettavo con un ragazzo normale non potesse avere le stesse possibilità di una ragazza normale. Non avevamo niente che non andasse eppure non piacevamo, non si riusciva a capirne i motivi, soprattutto perché vedevamo emeriti coglioni pieni di ragazze. Ricordo che a volte provavo a "instupidirmi" pensando che il motivo fosse quello, ma ovviamente non cambiava nulla.

      Elimina
    17. @anonima_Gardaland:
      Puoi sempre cambiare forma mentis...io mai capirà questa mentalità italiota di esaltare adolescenza come inizio di tutto ed anche la fine.
      Poi dolore lancinante la separazione...esagerata dai :-( ... la separazione vedila come la "morte" nei tarocchi la fine di qualcosa può portare ad altro.

      Il ragazzo mirava alle più grandi ma se concludeva buon per lui se non concludeva e non prendeva di mira voi del gruppo...beh è il classico amicone zerbinone che fa tanta tenerezza vero :-) .
      Per la cronaca come ne facevo io...poi dopo con le chat divenni uno "sporcaccione" :-) .

      Ecco appunto entravate in discoteca e vi facevate ammirare e questo vi gratificava assai...se Ciubbo poteva essere uno zerbino light voi facevate le profumiere light :-) .

      Elimina
    18. @UnUtente:

      Ho letto ultimo tuo commento e per quanto possa valere fa piacere di non essere unico pirla isolato ma che qualcun'altro capisce ed ha percepito parte delle emozioni del mio racconto.

      Altra cosa che però mi da immensa tristezza:
      ----
      Ricordo i giudizi sprezzanti delle ragazze nei confronti di quei "bravi ragazzi" che non avevano mai avuto una ragazza. Li sfottevano e deridevano e li usavano come metro di paragone in negativo.
      ----

      Beh le amiche del gruppo che frequentavano non erano così a tali livelli di str@@@@@gine.
      Ma questo tuo frammento di vita la dice lunga su quanto le donne dipinte come angeli, belle, buone, dolci e sensibili se ci si mettono sanno essere str@@@e ed insensibili.

      Poi che dire già è difficile il gioco della seduzione e va bene ci può stare...ma se poi ci sono poche occasioni veramente che tristezza :-( .
      Ma è un po' come essere un Mario e non solo non ti capitano mai dei funghi ma in più devi combattere armato di solo martello contro le quattro tartarughe ninja....eccheccavolo :-) !!

      Elimina
  5. Vorrei chiedere al redpillatore se la tesi "calcio è da boicottare perché i calciatori scopano e noi no", è applicabile " non vediamo i porno perché loro scopano e noi no".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai parlato di boicottare il calcio (sarebbe bello comunque), la mia critica è rivolta ai fanatici che idolatrano i calciatori facendoli scopare e ottenendo in cambio solo illusioni, visto che i successi o gli insuccessi delle squadre non cambiano minimamente la vita del fanatico/tifoso, che quasi sempre in genere è una persona mediocre che trasporta nel tifo il suo desiderio di sentirsi importante.

      Elimina
    2. @Unknown:
      Beh gli attori porno lo fanno di lavoro e le loro scopate almeno sono di tipo redpillato (proprio li vedi :-) ) e volendo puoi identificarti in tutto e per tutto con l'attore ;-) mentre che dire se sei ragazzino puoi sognare il campione e gridare goal ma se sei adulto che fai ti identifichi con il campione giocando a calcetto con gli amici (e qui di storie tristi di partite di calcetto dove i maschi sfogano la loro tristezza ne avrei da raccontare) ed indossando al sua maglia ?

      Invece le scopate dei calciatori sono di bluepill totale (quante ragazzine sognano di sposare il campione) ed alimentano il popolino con il gossip, i giornali e il letamaio che hanno in testa. Inoltre gli attori porno lo fanno di lavoro e altra cosa che fa inc@@@@@re (almeno a me) è vedere come i nostri imprenditori italioti sput@@@@no i soldi nel calcio e magari le loro aziende sottopagano i dipendenti oppure gliene può fregare di meno (qui potrei fare esempi ma andrei OT).

      Penso che per diventare redpillati un primo passo sia quello di eliminare il superfluo e prendere coscienza effettiva della tua realtà senza idolatrare altri (cantanti, calciatori e politici) o meglio ancora mandandoli cortesemente aff@@@@ulo !!

      Elimina
  6. Sono curioso di come sia avvenuto questo "salto quantico", spero ne parlerai in futuro :)

    RispondiElimina
  7. Io ne conosco almeno due di Ciubbo, anche se non sono pizzettari e non lo sono mai stati. Sulla soglia dei 50 vivono in casa con i genitori, lavorano durante la settimana e il loro weekend è andare a giocare a pallone come i bambini e seguire il campionato di serie A. Ah dimenticavo la cena del sabato sera, sempre nello stesso posto e con un alcune presenze maschili che ruotano ma tutti rigorosamente incel. Ogni tanto il sabato sera è a casa di un altro che vive da solo ad ammazzarsi a Fifa con la play. Zero hobbies se non l'ossessione per il calcio, non vanno neppure in vacanza quando hanno le ferie. In apparenza sembrano sereni, anche se non credo che sappiano minimamente cosa sia la redpill, forse che si possa sperimentare anche indirettamente e inconsapevolmente? Per come sono fatto io (e per i miei studi) ho sempre la necessità di ragionare e dare un nome alle cose, ma forse in alcuni casi c'è da dire, con affetto e al di fuori di ogni giudizio: "Beata ignoranza".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Gino:
      Esatto beata ignoranza...a volte anche io "maledico" me stesso per questa mania di fare il McGyver della società e volere capire, comprendere, hackerare, vivere al meglio, e migliorarmi anno dopo anno...ti assicuto che a volte è una tortura esistenziale.

      Purtroppo non me ne frega nulla del calcio, detesto idea base di fumare (figuriamoci le droghe), per cui non ho nulla che mi possa far rincoglionire e vivere felice e contento come un qualsiasi italiota medio di fronte al campionato di calcio.

      Elimina
  8. Bah, racconto totalmente inconcludente e che fa cagare.
    Pensavo che ci fosse una seconda parte che dà senso al tutto, ma così fa veramente cagare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Anonimo13 febbraio 2020 21:51:
      Il fatto che il racconto sia inconcludente e senza una seconda parte che da senso al tutto anche qui è un effetto involontario anni '90 quindi in qualche modo ho comunicato tali sensazioni.
      Me ne sono reso conto dopo (non sei unico) che richiama i finali delle puntate del telefilm X-files (un cult degli anni '90).

      Sul fatto che faccia cagare che dire...de gustibus...nel caso era da molto tempo che non andavi in bagno lieto di averti aiutato alla regolarità delle tue funzioni fisiologiche :-) .

      Comunque grazie di critica costruttive, semmai sarà i prossimi contributi al blog cercherò di scriverli meglio.

      Elimina
    2. Te l'appoggio: puro esibizionismo di sciatteria narrativa.

      Il Ciubbo meriterebbe miglior cura nel mondo incel; anche io ne conosco diversi come quelli che racconta Gino. Disoccupati a sognare un posto fisso dove fare un cazzo dalla mattina alla sera, nemmeno usciti dai confini patrii a sperimentare la passera straniera. Gradiscono la 'musica' Unz Unz e le commediacce italiane anni '70-'80 (Pierino, Fantozzi, Banfi, Pozzetto eccetera). Dev'essere un tratto comune...

      Elimina
    3. @anonimo_14 febbraio 2020 01:07:
      Beh vedo continuo a collezionare commenti negativi :-) ... così a memoria questo post è quello con più "pollice basso" o "m@@@a" tra quelli pubblicati a suo modo è un risultato :-) .

      Comunque se hai letto bene io rispetto la condizione Incel ma non era il caso di Ciubbo cherispetto agli "Incel di Gino" (non ho idea di chi siano) che tu racconti lui aveva cultura, era un sognatore, aveva il suo lavoro e casa sua.

      Non volevo mancare di rispetto agli Incel (hai notato che lo scrivo in maiscolo ?) ma solo evidenziare come per un 20enne fosse stato "traumatizzante" sapere da una sua figura di riferimento che il TOP di una serata era il birrozzo con gli amici fino alle 05:00 del mattino ed anche oltre...mentre a me pareva normale (o quasi) finita la serata anche paicevole basta si va a dormire se non hai niente di meglio da fare.

      Cioè Se fino alle 02:00 di notte hai parlato degli Iron Maiden e dei gol dell'Inter poi fino alle 05:00 cosa fai parli dei Guns'n'roses e delel coppe del Milan ? Maddai per favore...gli amici li rivedi il sabato sera prossimo.

      Elimina
  9. Rimango un po’ perplesso dall’insieme: intanto a lasciarmi interdetto è l’autore: un nerd che diventa slayer mi sembra alquanto singolare...
    In secondo luogo il giudizio sul pizzettaro mi pare totalmente decontestualizzato.
    Non si capisce per esempio se il ragazzo avesse LMS sufficienti a permettersi una donna.
    Sappiamo bene infatti che i ‘prerequisiti’ o ce li hai o puoi farci davvero poco.
    E se non aveva nè bellezza nè soldi nè status aveva anche ragione a fare la sua scelta.
    Che avrebbe dovuto fare: andare per discoteche a farsi dare pali? Meglio il pub con gli amici, allora.
    Poi sinceramente bisogna anche capire cosa volesse dalla sua vita questo tizio: se gli interessasse cioè veramente avere una storia seria con una donna (dal racconto mi par di capire che non fosse un adone per cui di ONS difficilmente se ne sarebbe potute permettere).
    Non siamo tutti uguali, cribbio!
    D’altra parte, se vogliamo invece stare su un piano prettamente oggettivo, non sappiamo che fine abbiano fatto le coppiette, quelle del “pompino fatto con amore” ( solo l’espressione fa morire dal ridere...).
    Magari i rispettivi maschi ora se ne stanno a fare gli zerbini betaprovider scarrozzando le pompinare amorose di allora ora ciccione rompipalle all’Ikea tutti i fine settimana e non avendo sfoghi di nessun tipo.
    Non sarebbero mica casi isolati. Anzi.
    E allora, a questo punto, lunga vita a Ciubbo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Anonimo13 febbraio 2020 23:55:
      Rispondo con ordine e per punti per evitare perplessità o altro per chiarire:
      01) Il "pizzetto" era un simbolo anni '90, io sempre ben rasato come i personaggi di Star Trek :-), e Ciubbo lo aveva bello vistoso ed elaborato come a ribadire di essere un "capo" tra i pizzettari uno che si conforma alla mode alternative degli anni '90.
      02) Valori LMS li aveva sufficienti(non era sgradevole aveva il suo lavoro e casa sua) perché potesse, come normale dovrebbe essere, avere uan fidanzata, scopamica, moglie o altro.
      03) Già detto che meglio vivere alla Ciubbo che non con la cicciona.
      04) Pompino fatto con amore...beh ho riso anche io :-) ...ammetterai che fondere red-pill e blue-pill, come fanno i grandi chef con i sapori dolce e salato, è un capolavoro di poesia :-) .
      05) Non siamo tutti uguali...eccerto...ma a venti anni...cosa dovrebbe essere normale...avere possibilità di conoscere ragazze oppure passare una serata con i pizzettari e considerarla al TOP del TOP tanto da volerla prolungare fino alle due di notte ?

      Beh se permetti io dico come direbbe Spock lunga vita e prosperità a Ciubbo :-) !!

      Elimina
  10. Ed ora prima di andare a dormire e sognare le pecore elettriche come fanno i bravi androidi :-) [+100 punti simpatia a chi coglie questa citazione nerd] rispondo in generale:
    01) Sul discorso delle chat di articoli ne potrei fare diversi ma qui nel caso farò delle proposte al redpillatore e semmai sarà mi rileggerete.
    02) Mi spiace articolo non sia piaciuto a tutti ma presenta diversi elementi de-strutturanti:
    *) Volevo comunicare sensazioni più che azioni.
    *) Era una specie di wormhole spazio temporale tra il 2020 e la fine anni '90.
    *) Volevo portare alla luce una tipologia di Incel particolare.
    *) Un po' di rabbia con l'universo da parte mia si percepisce e non è nei confronti di Ciubbo ma sul fatto che (io ero 20enne) il massimo che ci si poteva aspettare come "zucchero della vita" era la serata con gli amici ed il birrozzo.
    Col senno di poi, anche se non a livelli stratosferici, quellicome Ciubbo sono un po' degli zerbini light.
    *) Chiarisco anche che Ciubbo era simpatico e di lui come persona in generale ne avevo un'impressione positiva ed ho passato belle serate (ma a 20anni in un contesto normale dovresti avere la possibilità di sperimentare le relazioni con universo femminile con alti e bassi e se vuoi "ciubbare" che sia una scelta tua ma non che il tuo cervello si autoconvince che il bello della vita è la serata tra pizzettari.

    Poi ora posso dirlo, ho sempre odiato il pizzetto ed altre str@@@@@te degli anni '90 e mi dissocio da tutti i miei coetanei che spammano la rete con "ricordi" di ogni tipo come se fosse l'essenza della vita il dire (a 40anni !!!) che ai miei tempi si stava meglio.

    firmato: ex-nerd-chatters-slayer

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riscuoto i punti simpatia per Philip Dick ;) e ti dico la mia: come molti altri ho trovato la storia un po' inconcludente, più che altro perché non si capisce quale sia il rimprovero a Ciubbo. Forse sei risentito perché l'avevate preso come esempio e dal tuo punto di vista vi ha fatto perdere tempo che avreste impiegato meglio a cercar ragazze? Ma allora perché definirlo ora "zerbino light", visto che delle donne si disinteressava? Eravate liberi di seguirlo o meno, potevate passare serate con lui ed altre a cuccare in discoteca se così volevate, senza rinunciare al bello di uno e dell'altro tipo di uscita. Non eravate ragazzini minorenni che magari dipendevate dalla sua autorità o dal suo automezzo...

      Anonima Gardaland

      Ps: il pizzetto era ancora di moda nei primi 2000 e a me non dispiaceva :D

      Elimina
    2. @Anonima_Gardaland:

      Io a Ciubbo non rimprovero nulla...ognuno vive come meglio crede.
      Non ha fatto perdere tempo né a me né a nessun altro (se rileggi dico che con le donne dispensava consigli e luoghi comuni quindi ZERO utilità) solo che in un discorso di distorsione spazio-temporale mi chiedo, e trovo assolutamente un qualcosa di non-normale per un ventenne maschio, come potesse un ciubbo considerare il TOP del TOP a 40anni la serata tra amici a bersi il birrozzo dopo una settimana a lavorare.

      Inoltre era uno dei tanti [spiccava nel gruppo per la sua età ma anche il suo pizzetto tutto pizzoso e pizzettato :-) anzi no :-{>~) ] che vedevo e non dipendavamo da lui (all'epoca di episodio avevo 25anni ed ero uno dei più giovani).

      Ti assicuro che le ragazze le guardava, non era a livello di certi zerbini MdF, ma non m siembrava né gay né asessuato (poi che dire...magari dissimulava bene).

      Elimina
    3. Be' ma la maggior parte degli uomini a 40 anni il sabato sera lo passano con la moglie o pseudo tale, magari con figlioletti al seguito, in casa stanchi morti davanti alla tv o se va bene fuori a bere il birrozzo con altre coppie di amici... Ciubbo era un uomo libero e si comportava da tale, quale alternativa più interessante avrebbe avuto? Sopra dici che a te sembrava meglio tornarsene a casa a dormire: a me sembra comunque meglio discutere di argomenti appassionanti fino all'alba, chè il fatto di avere argomenti appassionanti e amici che li condividono è già grasso che cola!

      Anonima Gardaland

      Elimina
    4. @Anonima_Gardaland:

      Certo ed infatti la normalità a 40anni dovrebbe essere appunto avere una famiglia, una compagna di vita che insieme a te mette a letto i bimbi e dopo che sono addormentati ci si fa una bella scopata (prima di dormire) e poi un'altra ancora più bella (dopo il sonno il testosterone si ricarica :-) ) al mattino presto preso prima che si sveglini i bimbi [plurale neutro...vanno bene anche due bimbe].

      Certo che Ciubbo era un uomo libero ma non hai compreso il senso dell'articolo...è normale che un "normie" (anche simpatico e con interessi culturali quindi raramente mai noioso) come era Ciubbo non avesse la possibilità dicasi la possibilità (come noi 20enni e 30enni del gruppo) di conoscere e socializzare con ragazze e se capitava era un evento raro come certi Isotopi dell'Uranio ?
      SE tu lo trovi normale contenta tu...io a vent'anni lo trovo assolutamente un fallimento totale !! E pare che per i giovini di oggi non sia cambiato nulla :-( ....tranne per il discorso dating-on-line ma qui aprirei un macro-OT.

      Gli argomenti appassionanti...la politica, il calcio, le birre, la musica ?
      come ho scritto prima...fino alle 02:00 di notte parli di Inter e Guns'n'Roses e poi fino alle 05:00 del Milan e degli Iron Maiden ?
      Dai ma per favore...appassionanti si ma sei stato fuori quattro ore tornatene a casa e dormici su riprendi il sabato prossimo.

      Elimina
    5. @Ex Nerd

      Sarà che io non smetterei mai di chiacchierare e parlare dei massimi sistemi, ecco perché invidio le nottate col Ciubbo 😂

      Ps: mettere a nanna i bimbi e poi scopare sera e mattina?! Auguri, non lo sai che con i figli piccoli la vita sessuale va quasi sempre a farsi benedire? 😂
      Alla sera si è a pezzi, al mattino SE i bimbi hanno dormito e si è riposati, te li trovi a saltare sul letto o reclamare la poppata/colazione e sicuramente non riesci a batterli sul tempo, anche perché appunto vorresti solo dormire. (non ho figli ma ne ho sentite dai miei coetanei di storie così... gente che per fare il secondo ha dovuto sforzarsi vincendo la perenne stanchezza, ma proprio perché lo volevano tanto tanto dargli il fratellino).

      Anonima Gardaland

      Elimina
  11. Io non ci ho capito granché. Il tema era simpatico ed interessante per chi non ha vissuto quel periodo, ma...quindi? E dopo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E stiqatsi ce lo vogliamo mettere?
      A volte pure sul blog redpillator tocca leggere inutili minchiate...

      Elimina
    2. La tua riposta è più minchiata della minchiata, questo è certo.

      Elimina
    3. @Anonimo14 febbraio 2020 09:30:
      Non c'è un dopo...è un racconto sospeso nel tempo (tipo il finale di Zaffiro & Acciaio :-) ) che lascia al lettore le considerazioni del caso SE è giusto che uno a 40anni consideri come TOP dei TOP una serata tra amici con il birrozzo e proseguirla oltre le due di notte.

      Ringrazio gl ialtri due per il commento: minchiata :-) ...prometto semmai sarà che il prossimo articolo lo curerò meglio.

      Elimina
  12. A me è simpatico un tipo con cui farsi un paio di stout e 4 risate senza pensare che ci debba per forza provare
    Non un mdf insomma ce ne fossero di più
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, uno così alle donne sta simpatico. Giusto quello, però...

      Daniele27

      Elimina
    2. Dipende...di certo il suo comportamento gli fa guadagnare punti rispetto al mdf
      Marina

      Elimina
    3. @marina
      sì, sì, come no, i punti per diventare un amicone straordinario.
      Peccato però che certi individui si scordano della regola dell'amico.
      Morale della favola: l'amico finirà per diventare zerbino di prima categoria, e l'amica finirà un giorno per mostragli il suo amato ragazzo, convinta magari di ricevere pure le sue congratulazioni, visto che uno zerbino (giustamente) viene percepito da una donna al pari di un eunuco.
      C'est la vie!
      Non capisco perché certi giullari non vadano al circo! Almeno guadagnerebbero qualcosa. Davvero incomprensibile.

      Elimina
    4. Non farci caso, anonimo... Marina è fidanzata col vibratore (scritto lei stessa un paio di giorni fa). Non signiFICA che non possa tradire il vibratore con un chad, ma di sicuro l'elettrotecnica batte l'80% dei penemuniti, nel mondo di lei.

      Elimina
    5. Di sicuro batte te
      Marina

      Elimina
    6. Anonimo 23 49
      Parti dal principio che lui voglia fare sesso con lei fingere amicizia sperando di scopare è il classico atteggiamento da zerbino
      Ma sembra che non fosse questo l oniettivo di ciubbo per lui probabilmente una compagnia femminile o maschile per le sue serate alcoliche era indifferente
      È le essere un mdf che ti trasforma in zerbino
      Marina

      Elimina
    7. A 20 anni (ed è già tardi secondo me) provi ancora a giocartela con i punti simpatia...che inevitabilmente diventano l'anticamera della friendzone. E concordo che la cosa più triste è considerare l'amico del cuore come asessuato (ma forse è per avere una valida scusa per scaricarlo se dovesse tentare una avance quando questo non servirà più alla donzella). A me piace giocare la carta della simpatia, mi piace avere la battuta pronta e fare dell'ironia, ma fine a se stessa, perchè piace a me, non per diventare il giullare di corte di qualche donna o per farmi chissà quale illusione.

      Elimina
    8. Anonimi,
      un amico che non zerbina non fa la fine che dite voi. Se non c'è la minima attrazione si rimane amici, se ci sono i margini scatta qualcosa. Ne conosco di gente che si è messa insieme dopo essere stati solo amici, e i tipi erano tutt'altro che zerbini. A sentir voi sembra che non esistano le vie mi mezzo, o sei un cagnolino scodinzolante sfruttato dalla tipa di turno, o sei visto immediatamente come attraente e ti saltano addosso; come se non esistessero situazioni in cui ci si frequenta per un po' nell'ambiente di lavoro, università, gruppi di hobby ecc... e a un certo punto scatta la scintilla. Di sicuro in questi casi scatta più facilmente per un Ciubbo che sembra disinteressato alle donne che per uno che lo vedi provarci con la qualunque...

      Anonima Gardaland

      Elimina
    9. Anonima dimentichi la viariabile "tempo" per chi ha 40 anni. In un mondo dove tutto è veloce e "just a click away" o si trova l'incastro perfetto subito o se no si lascia perdere e si passa oltre. Vero è che l'aspettativa di vita si è allungata e i 40 sono i nuovi 30, però se un uomo o una donna vedono il completamento della propria esistenza con la nascita di un figlio 40 anni sono già l'ultima chiamata per la donna (poi certo ci sono anche i casi in cui si hanno figli a 50 anni). In una grande città fidati che il tempo per le vie di mezzo (conoscenza, hobby in comune, simpatia reciproca, invito per tastare il terreno) a 40 anni non c'è. Non dico che la maggioranza siano donne che ti saltano addosso o ti schifano a priori perchè non ho esperienze in merito nè dirette nè indirette di amici o conoscenti. Io vedo tante solitudini che fanno fatica a incontrarsi, questo sì. So già che non sarai d'accordo perchè la tua esperienza è diversa, però fidati che la tua condizione (e il fatto che probabilmente, correggimi, tu viva una piccola realtà di provincia) non ti permettono una visione d'insieme attendibile.

      Elimina
    10. @Marina 15 febbraio 2020 09:05
      "È le essere un mdf che ti trasforma in zerbino" Ti quoto al 100%. Da uomo posso dire che per me è motivo di forte imbarazzo quando sono in giro con amici e questi, appena vedono un qualsiasi essere umano di sesso femminile, iniziano a fare i MDF. Conseguenza inevitabile, poi, è che la tipa di turno li veda come unicamente come degli zerbini sfigati.

      Elimina
    11. Gino
      A vent anni è già tardi?
      Per cosa? L aspettativa di vita di un uomo è 81anni.
      A vent'anni è tardi per giocare con i soldatini non per interessarsi al altro sesso
      A 20anni ero timido e imbranato i successi li ho avuti passati i 25 fino a 35.
      Ho amici 50enni separati che dicono che ora sono sul buono del divertimento
      Come potete a meno di 30 anni sentirvi tagliati fuori?

      Elimina
    12. sono anonimo delle 23.49
      rispondo alle anonime Gardaland e Marina.
      Reputo zerbino ogni uomo (indipendentemente dal suo interesse per il sesso) che non si pone alla pari con una donna.
      E un pagliaccio non si pone mai alla pari con una donna.
      Lo zerbino non solo danneggia se stesso, ma danneggia, di riflesso, anche me. E pertanto mi reputo in diritto di chiedergli gentilmente di smetterla.
      Ma tagliamo la testa al toro. Se voi aveste un fratello gemello, vostro coetaneo, sangue del vostro sangue, che magari vi somiglia pure, e che in vita sua non ha mai baciato una ragazza e neppure mai fatto una passeggiata mano nella mano con una ragazza - e ciò nonostante si comportasse come un pagliaccio - beh, non vi verrebbe naturale dargli due schiaffi e dirgli "smettila di fare il pagliaccio e sii un uomo con la U maiuscola!"

      Elimina
    13. Anonimo 23 49
      Come fai a dire che ciubbo è uno zerbino? Lui si pone perfettamente su un piano di parità lui non ci prova non è interessato è come mi dicesse...tienitela per me può anche farci le ragnatele...o più cinicamente non hai nulla da darmi in più di quanto possa darmi la battona al angolo

      Elimina
    14. Anonimo 23 49
      Lui si pone su un piano di parità anzi ci snobba ha i suoi interessi il suo mondo la politica al limite le donne sono accessorie
      Come donna posso sentirmi sminuita da lui ma devo ammettere che è un uomo con le palle
      Marina

      Elimina
    15. @Anonimo 15 febbraio 2020 12:56

      Hai ragione non si capisce, intendo dire 20 anni è già tardi per rendersi conto che la simpatia non serve a nulla da sola per combinare qualcosa con una donna. Bisognerebbe rendersene conto prima. Mi riferivo a questo.

      Elimina
    16. @Gino

      Sì, vivo in una realtà di provincia, forse è questa la discriminante, ma vedo che altri provinciali come me lamentano la tua stessa situazione... boh, dipenderà dal tipo di provincia.

      @Anonimo che dice che Ciubbo è un pagliaccio: ma dove?? Dove si evince che abbia un comportamento di questo tipo? Marina intendeva dire che un uomo simpatico e indipendente può essere un ottimo compagno di bevute e chiacchiere alla pari, non un giullare di corte

      Anonima Gardaland

      Elimina
    17. Ricordiamoci che l'uomo non prova attrazione sessuale verso una donna con cui interagisce solo se è veramente brutta o veramente stupida. Se no dissimula in maniera più o meno abile a seconda di quanto sia o meno redpillato. Io non credo nell'amicizia uomo/donna e infatti non ho amiche nè mi interessa averne. Un mio carissimo amico però mi dice sempre "Io sono amico di tizia o di caia, perchè sono talmente brutte che non potrei mai vaderle sotto un altro aspetto".

      Elimina
    18. Allora non mi sono spiegato, mi rivolgo ancora alle signore:
      sì, io reputo Chubbo un pagliaccio, uno zerbino, quello che volete voi, un individuo che va contro i miei interessi se esce con marina o gardaland o chi volete voi; e va solo e soltanto a vantaggio degli interessi di Marina ecc...
      Vuoi mettere, uscire con un uomo, divertirsi, senza che nessun ragazzo esterno viene a provarci visto che siamo già in compagnia di un altro uomo, che poi tra l'altro non ci sminuisce affatto, visto che Lui ci ritiene degne di riversare le sue energie per il nostro spensierato divertimento (e questo non fa che alzare la nostra autostima) - se poi passa quello che mi piace davvero, posso farmi sempre avanti io.
      Io la penso così, e vi lascio libere anche di 'odiarmi' per questo, ma non venite ad insultare la mia intelligenza.
      Un Chubbo qualsiasi gradisce la vostra compagnia perché vi percepisce come creature graziose (anche quando lui non avesse particolari interessi sessuali); e riscuotere le vostre risate, ancorché sessualmente disinteressate, lo fa sentire meritevole di stare al mondo.
      Con ciò, la vostra naturale inclinazione all'ipergamia non potrà che rinforzarsi a svantaggio di una moltitudine di uomini invisibilmente normali.

      Elimina
    19. @Anonimo delle 15:55

      Ma Ciubbo non esce da solo con una ragazza!! La situazione io l'ho immaginata in una compagnia mista. Il Ciubbo del racconto non frequenta donne a tu per tu e non è affatto uno zerbino, punto.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    20. @Gino

      Sarà anche come dici, ma un uomo magari riesce a essere amico di una donna anche non orrenda perché ha altro per le mani (è impegnato o sta puntando ad un'altra), quindi la fuggevole attrazione che può provare per l'amica/collega in questione lascia il tempo che trova e lui non ha nessun interesse ad approfondire. Ci sono pure amicizie che durano fin da ragazzini e ci si vede come fratello e sorella, sentito dirlo esplicitamente da più di un uomo riguardo loro amiche.
      Poi se fosse vero quel che dici non ha nemmeno senso parlare di pagliacci o zerbini, visto che a quanto pare qualunque uomo ha attrazione per quasi qualunque donna: se in una comitiva o in un gruppo di colleghi ci sono ragazze divertenti che fai, ti precludi di farci due risate insieme se no passi per "amicone-zerbino" visto che non te la danno? Tutti quelli che si fanno serate divertenti o chiacchierate intellettuali con conoscenti donne fanno la figura di poveri scemi?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    21. Anonimo 15.55
      Perché a nostro esclusivo interesse?
      Riversare le sue energie su di noi?
      Cosa vuol dire si sta in compagnia perché piace ad entrambi
      Gradisce la nostra compagnia al pari di quella maschile perché ci vede come amichevoli non come graziose
      A rinforzare l ipergamia se mai sono quelli come te che sappiamo bene in cosa sperano e per cosa sbavano e quindi ci fanno sentire potenti
      Marina

      Elimina
    22. Gino
      Che ti posso dire credo che l amicizia sia un grande sentimento se escludi già di poterlo avere con il 50% della popolazione mondiale peggio per te
      Marina

      Elimina
    23. Gino
      Una sola banale domanda sei soddisfatto dei tuoi rapporti con l altro sesso?
      Se la risposta è sì tutto ok continua così
      Se la risposta è no chiediti come mai
      Se non ci puoi considerare come amiche vuol dire che non ci consideri nemmeno come persone ma solo come oggetti sessuali
      Ora secondo i dettami della redpill se sei un gran figo o chad alla fine le donne molte almeno ti perdoneranno anche questo..se non lo sei e la cosa traspare verrai schifato da tutte anche se sei un normie
      Marina

      Elimina
    24. Anonimo 15.55
      Che uno vada contro ituoi interessi è una cosa che per questo sia un pagliaccio o uno zerbino è cosa ben diversa
      Vedo che in questo ambiente prettamente maschile ci sono due donne che dicono la loro opinione forse provare ad ascoltarle potrebbe aiutare a capire di più il mondo femminile
      Alle due signore però chiederei uno sforzo per capire anche il comportamento maschile io credo che ci possa essere benissimo un amicizia disinteressata uomo donna tuttavia pensando al mio passato devo riconoscere che mi invaghivo facilmente delle amiche più simpatiche questo era determinato più da quanto mi pesava la mia solitudine che non dalla loro avvenenza
      Certo che chubbo tutto era fuorché uno zerbino

      Elimina
    25. rispondo a Marina 17.32
      noto che già esprimi la tua libertà di 'odiarmi'.
      Va bene così, è giustissimo così. Non posso darti né torto né ragione in merito alla percezione che le altre donne hanno di me. Non sta a me giudicare me stesso. Una cosa è certa! Le uniche donne che si sono concesse a me sono quelle alle quali ho fatto capire il mio interesse sessuale verso di loro. Ovviamente i due di picche hanno sempre superato di gran lunga i successi. Di solito procedo gradualmente, talvolta col doppio senso, mai brutalmente. E tante cose ancora devo imparare, non si finisce mai d'imparare. Il che non significa saperci fare, ma evitare il non saper fare.
      Quanto allo zerbinaggio, è facilissimo non cadere nella trappola. Se ti piace una donna sessualmente e lei non ti corrisponde, si deve avere la forza, a seconda delle circostanze (magari fa parte della tua compagnia) o di vederla come un 'uomo' (il che non è sempre facile), oppure essere onesto, sia con se stessi sia con la controparte femminile, e dirle di non sentirsela di vivere, haimé, un rapporto d'amicizia asimettrico. E quindi troncare.
      Ritengo asimmetrico anche un rapporto dove un uomo ( con o 'senza ormoni') percepisce graziosa una donna, mentre quest'ultima lo percepisce al più come un simpaticone. Un uomo su cui fare affidamento laddove ci fosse bisogno anche di 'usarlo' come 'sfogatoio', perché il proprio boy magari la tratta male o la fa piangere ecc...
      Forse mi sbaglio, ma è più forte di me.
      "A rinforzare l ipergamia se mai sono quelli come te che sappiamo bene in cosa sperano e per cosa sbavano e quindi ci fanno sentire potenti": spiacente, questo è un pensiero che si ha solo quando a manifestare il proprio interesse è un uomo che non piace, che non interessa, che mette in imbarazzo (tradotto basso LMS); se avesse un altissimo LMS, lui si potrebbe concedere anche il lusso di rovesciare la sua bava dove meglio crede; e ciò conferma la mia tesi: cari uomini, attenzione ai rapporti asimmetrici, si danneggia se stessi e gli altri.

      Elimina
    26. @Marina

      Io però non la vedo così drastica, secondo me può anche essere che secondo lui nessuna donna può essergli SOLO amica perché lui se ne sente anche attratto fisicamente... Non ha detto che vede le donne come puri oggetti sessuali.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    27. Allora, intanto preciso che io non ho mai parlato di Ciubbo come zerbino o pagliaccio, non ho giudizi su di lui, può darsi che sia arrivato a un livello di red pill elevatissimo come essere rimasto fermo a Eboli per deficit cognitivi non lo so.
      @Anonima
      Se capita di conoscere ragazze simpatiche e di compagnia sicuramente è un piacere e mi metto volentieri al servizio del divertimento, per cui ci rido e ci scherzo. Ma alla fine della serata/occasione la cosa si chiude se non ho avuto un minimo di attrazione. Non mi interessa la compagna di bevute, che ci posso fare?
      @Marina
      Non sono soddisfatto del mio rapporto con le donne perché come ho già avuto modo di dire mi considero un 6 a livello di L ma sono sotto 0 per quel che riguarda M e S. Quindi so già che le possibilità che una donna si interessi a me sono scarse. Non vi considero solo come oggetti sessuali, anzi sto arrivando a non considerarsi proprio, forse è questo che ti/vi fa incavolare... Il fatto che si ammetta chiaramente di poter fare a meno di voi.

      Elimina
    28. Femministeallosbando15 febbraio 2020 20:08

      caro Redpillatore, tu però certi post tipo quella della fidanzata del vibratore che fa social shaming di Gino (proprio come nelle chat delle domnule che screenshottate sul gruppo) non dovresti tollerarli.
      Ti ho detto la mia, eh.

      Elimina
    29. Gino
      Guarda che io capisco benissimo che puoi fare a meno di noi in fondo è proprio ciò che ha fatto chubbio
      Voi potete fare a meno di noi e noi di voi...ma se si provasse a capirci forse staremmo meglio tutti
      Marina

      Elimina
    30. Femministe allo sbando
      Non sono fidanzata con un vibratore lo uso... è diverso
      Marina

      Elimina
    31. @Marina
      Quando dici "peggio per me" se non voglio avere amiche non è che dimostri di tollerare granché questa mia presa di posizione... Inoltre quando sostieni che se non vi considero come amiche non vi considero come persone ma come oggetti sessuali uccidi proprio l'idea che ci si possa capire meglio in tempi brevi. Probabilmente sarà necessario qualche evento epocale prima di invertire la tendenza, chi lo sa, per il momento mi faccio la mia vita, se ci sarà una donna per cui riterrò opportuno scendere in campo di sicuro lo farò. Diciamo che fino ad ora non mi è andata granché bene.

      Elimina
    32. a marina
      hai detto bene capirci. E molti redpillati, incel o meno, sono tutt'altro che compresi in questa società, anzi vengono spesso e volentieri dipinti come dei mostri. Ora avrai notato che qua dentro noi diciamo una cosa tanto banale quanto spaventosa, ossia che "il re è nudo". E questo può far male a qualquno/a. Ma nessuno, avrai notato, al di là forse di un facile sarcasmo, ha mai dichiarato per esempio di bandire per legge il vibratore perché se no...
      Per quanto ti può sembrare assurdo noi teniamo alla tua libertà più di quanto una qualsivoglia femminista sia in grado di farlo per te.
      Ci vogliono togliere tutto, anche la libertà di parola, ma la nostra battaglia di affermare la redpill, è la battaglia per difendere anche la tua libertà di parola. Perché potrebbe venire il giorno che le femministe e i loro zerbini, toglieranno la parola anche a te; e soprattutto toglieranno la libertà a una donna di fare ciò che vuole con il suo corpo, qualora ciò contrastasse contro i loro folli pregiudizi.
      Qua dentro troverai gente dire che magari la 'friendzone' può essere uno schifo, e tante altre cose che non ti piaceranno, ti urteranno, e ti manderanno in bestia. Questa è la forza del pensiero, e il pensiero rompe gli schemi, non senza dolore:"Gli uomini temono il pensiero più di ogni altra cosa al mondo più della rovina e persino più della morte. Il pensiero è sovversivo e rivoluzionario, distruttivo e terribile [...]; il pensiero è spietato nei confronti del privilegio [..] indifferente verso le autorità [...]. Se il pensiero non è bene di molti, ma soltanto privilegio di pochi, lo dobbiamo alla paura. E' la paura che limita gli uomini - paura che le loro amate credenze si rivelino delle illusioni, paura che le istituzioni con cui vivono si dimostrino dannose, paura di dimostrarsi essi stessi meno degni di rispetto di quanto avessero supposto di essere".
      by Bertrand Russell

      Elimina
    33. Gino
      Rileggendo quanto hai scritto precedentemente vedo che dici se non c'è storia cerco di vederla come un uomo ( le parole forse erano diverse ma il concetto era quello)... perfetto è esattamente ciò che mi sembra giusto non c'è attrattiva sessuale la vedi come un uomo e ti aspetti da lei la stessa correttezza che ti aspetti da un amico maschio se vedi che lei usa la sua femminilità per sfruttarti la mandi a quel paese
      Banalmente se il primo giro lo hai offerto tu il secondo tocca a me non posso sentirmi esentata perché sono una donna
      Spero di aver spiegato il concetto
      Marina

      Elimina
    34. @Gino

      se vuoi avere qualche chance di dialogo colla femminista allo sbando devi trasformarti in un dispositivo elettrico di piacere personale, capisci? Meno esigenze sentimentali e più vibrazioni!

      Elimina
    35. @marina
      sono anonimo delle 19.13 del 15/02/2020.
      Scusa, ma mi sembra che stai confondendo me con Gino. Sono io che parlo di vedere l'altra persona di sesso femminile come un uomo ecc...
      Ho aggiunto, inoltre, che in caso contrario sarebbe più che onesto troncare.
      Però non capisco cos'è che non ti torni. Oggettivazione sessuale? Siamo tutti al mondo simultaneamente oggetti e soggetti di qualcosa. Lascialo da parte il veleno femminista. Per le femministe più nevrotiche noi uomini siamo tutti animali stupratori. Ho sentito un'americana (se non ricordo male) che vorrebbe istituire il reato di stupro virtuale. Cioè, secondo lei, le persone di sesso maschile che usufruiscono del porno sono stupratori a distanza.
      Prima o poi vieteranno pure di masturbarci.

      Elimina
    36. Più Bertrand Russell e meno marine vibratoriche: questo blog può salire davvero di livello!

      Elimina
    37. Anonimo 15 11
      Scusa avrò fatto confusione
      Si condivido se il rapporto non è paritario e se lei ci gioca la cosa migliore è chiudere e direi anche bruscamente
      Mai detto che tutti gli uomini siano stupratori sto con un uomo e lo amo ( oltre a usare il vibratore) amo e stimo mio padre mio fratello i miei amici maschi
      Che in certe frange femministe domini la follia più pura come nel caso che descrivi è pienamente vero
      Marina

      Elimina
    38. @Marina, @Anonima_Gardaland:
      Allora se volete sapere una delle basi delal red-pill è questa:

      Dati in input:
      A) Un essere di sesso maschile (M).
      B) Un essere di sesso femminile (F).

      Istanza delle classi:
      M.ormoni_level = True;
      M.Valori_LMS = [6;6;6];
      F.Simpatia = 6;
      F.Bellezza = 6;

      C) Elaborazione:
      IF M.joyness(F) && M.happy_to_talk(F)
      {
      M.vuole_scoparsi(F);
      }
      else
      {
      M.non_fa_una_beata_minchia(),
      }

      E' chiaro il discorso ?
      Finiamola con ipocrisia e falsità ed infatti è a 20anni e dintorni che M ed F dovrebbero farsi le esperienze perchè poi quando M.age >= 30 allora M.break_the_Wall == true;

      Beh compilatevi il programma e traete le vostre conclusioni.
      Per gli altri non in settore ICT quello sopra è un esempio di programmazione orientata agli oggetti :-) .

      Comunque il ciubbo parlava di donne e sesso (alla italiota...tante chiacchere e pochi fatti) e vi assicuro che quando c'era una libera un po' accettabile (leggasi dal 4 in su= anche lui si metteva intorn oa lei a parlare insieme ad altri maschioni...poi che dire ricordo certi MDF che non vi dico e quasi mai dicasi quasi mai le ragazze portavano altre amiche .
      Mentre i maschioni portavano altri maschioni ecc. ecc. io mai portato nessuno SE avevo altri gurppi di amici evitavo appunto di "portare" altri pizzetti...qualche volta (quando ero fidanzato ma con ragazze di altri gruppi) ho fatto da cupido (mai riuscito :-( ) ad altri miei amici.

      Elimina
    39. @Ex Nerd,

      più o meno ho chiaro il concetto anche se espresso in un linguaggio a me sconosciuto :D
      Ma nessuno all'epoca me l'aveva mai spiegato, mannaggia. Quanti me ne sarò persa? Sai, se sei abituata che al primo tentativo di approccio ti prendi un due di picche "sei carina e simpatica ma ti vedo come un'amica" impari che è meglio stare buonine e dare per scontato che se nessuno ci prova, nemmeno con sobri segnali o per interposta persona, vuol dire che in quel momento non piaci a nessuno, no?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    40. @errata_corrige:
      C'è stato un problema sullo stack dell'heap delle istanze dell classi.
      Debug del programma e poi può girare:
      if F.age > 30 {F.break_the_Wall == true;}

      ecco così gira meglio :-) .

      Elimina
    41. Ex nerd
      Non ho capito nulla del tuo programma e neppure mi sforzo di capirlo
      Marina

      Elimina
    42. Ah ah. "Sei carina e simpatica, ma ti vedo solo come un'amica".
      Capitava anche a me. E mica con sti gran fighi, ma con ragazzi sfigatelli che non vedevano una donna da ere geologiche. Tanto che mi ero convinta di fare proprio schifo e me ne venne una brutta depressione.
      Io non so. Credo che gli uomini non siano tutti uguali. Anche mio marito dice che non esiste l'amicizia tra uomini e donne e alle mie obiezioni dice che i tipi che mi respingevano così erano finocchi. Io non credo che sia così semplice. Mi sa invece che in certe condizioni anche i maschi diventino ipergamici. Specie se hanno poca esperienza e temono di essere "ingabbiati" in una relazione per il resto della vita (io in realtà non volevo affatto ingabbiarli, magari mi sarei stufata di loro dopo un mese). Insomma la vita è più complessa di quello che crediamo. Ah, ex nerd, di anni ne avevo 20 .

      Elimina
    43. @BertrandRussell:
      Ottimi commenti !!
      Per quanto possa valere il mio apprezzamento vedo che tu (come altro commento sopra) hai dato alla divina scuola della redpill un contributo di tipo filosofico.
      Io invece vado molto sul concreto e sul nerdico :-) ma semmai sarà è gente come vuoi che pubblicherà dei trattati filosofici e dei libri sulla redpill affinché divenga più chiaro quanto fa schifo questa società !!

      Elimina
    44. @Anonima_Gardaland:

      Sei carina e ti vedo come un'amica...eccerto perché magari puntavi al più fico che però già aveva iniziato a limonare con l'altra tua amica del gruppone di amiche...se magari ti consolavi con l'amico del più fico socializzavi anche tu.

      Beh tene sei persa ma tranquilla puoi sempre recuperare....sei donna :-) !!
      Ho conosciuto anche biblicamente due chattiste (parole loro) che in due anni dopo essersi separate avevano incontrato e scopato con venti uomini.

      Comunque...sii onesta con te stessa...e correggi la frase:
      DA: vuol dire che in quel momento non piaci a nessuno, no ?
      *A: vuol dire che in quel momento non piaci a nessuno dei più fichi del gruppetto di amici, no ?

      A me piace il sesso ed i primi cinque anni di chat ho ipogamato (senza saperlo) anche per recuperare il tempo perduto ma tranquilla vai che non ci facciamo alcun problema di paranoie come voi donne....per cui se provi a frequentare le chat vedrai che qualche normie simpatico e con dei neuroni lo trovi ed anche tu puoi recuperare il tempo perduto.

      Elimina
    45. @Marina:

      Male molto male ... la programmazione è il lavoro del futuro :-) ed io ti stavo facendo formazione gratuita :-) .

      Comunque rimedio ora, perchè le discipline STEM sono sessiste, fassiste e patriarcali, OK la scrivo in linguaggio normale :-) .

      SE una ragazza è carina e graziosa nella media e non è antipatica, nel momento in cui parla bene, ride e scherza davanti a due birre ad un tipo normale come poteva esserlo il Ciubbo che tu esalti tanto nel definirlo un amico asessuato vai tranquilla che lui proverà per lei a maggior ragione se è sentimentalemnte libera attrazione sessuale.

      Vuoi l'amico per fare da tampone emotivo...beh iscriviti ad un forum di gay perché è naturale che un uomo normale con gli ormoni standard desideri il sesso...fa parte della vita ed è biologia.

      Oppure puoi provare a chiedere a quelli che hanno "defecato" sul mio post :-) che esaltano il modello di vita di Ciubbo.

      Elimina
    46. @Ex Nerd

      Mi dispiace contraddirti ancora una volta ma, e qui mi associo a Infiltrata, non mi capitava affatto con il bellone di turno e di sicuro non con qualcuno che s'intrigava con le mie amiche, visto che avevamo gusti molto diversi. Anzi, proprio come dici tu, quando poi ho combinato qualcosa è stato in situazioni in cui conoscevamo un gruppo di ragazzi e ognuna si metteva con uno di loro (e oggettivamente non erano strafighi tombeur de femmes, es. il mio primo ragazzo aveva zero esperienza con le donne).
      Quello che mi ha detto così non stava con nessuna, ma pure dopo mi sono capitati un paio di casi dove timidamente ho cercato di portare avanti i contatti ma questi hanno reagito con freddezza, uno persino dopo che aveva dato lui per primo segnali di interesse... Figuriamoci quindi se potevo immaginare che un tizio qualunque che mgari manco mi guardava e se ne stava sulle sue, bello o brutto che fosse, stava pensando in realtà che ero ok per lui. Vai a capirli, gli uomini 😅

      Anonima Gardaland

      Elimina
    47. Amico asessuato?
      Marina

      Elimina
  13. Ciubbo era uno che conosceva il valore di una sana e virile amicizia maschile
    Birra cibo e risate non credo invidiasse quelli con la ragazza
    Quanto rimpiango i tempi delle bevute tra amici
    Magari se tutti gli incel cominciassero a uscire e frequentarsi tra di loro vivrebbero molto meglio invece di piangersi addosso
    Onore a ciubbo che insegna che non è obbligatorio essere dei morti di figa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sta tanto bene tra uomini, perché non siamo nati tutti finocchi? (cit.)

      Daniele27

      Elimina
    2. Stra-concordo. Non c'è nulla di male a desiderare amore e sesso, ma nemmeno a non desiderarli o comunque a non metterli tra le proprie priorità, non per questo bisogna essere considerato strani o sfigati (è più patetico chi si sforza di fare il Latin lover solo per paura del giudizio degli altri).

      Anonima Gardaland

      Elimina
    3. Daniele 27
      Perché allora si ricrerebbero le stesse dinamiche che ci sono tra uomini e donne.

      Elimina
    4. L amicizia è forse il più nobile dei sentimenti ma sembra che per molti uomini conti solo farsi qualche scopata come se questo gli potesse cambiare la vita
      Marina

      Elimina
    5. @Anonimo delle 18:53

      Devi essere molto giovane, se non hai colto la citazione... ��

      Daniele27

      Elimina
    6. Damiele27
      Si sono giovanissimo un ventenne con 33anni di esperienza 😢

      Elimina
    7. Anonimo14 febbraio 2020 11:41:
      Quindi la soluzione per gli Incel sarebbe quella di organizzare ogni sera birrozzi, partite di calcio e palystation e stare tra maschioni belli barbuti ? Uscirebbero così dalla loro condizione di tristezza ?
      Boh non so...io invece sono d'accordo al 95% con questo articolo del red-pillatore:
      https://www.ilredpillatore.org/2019/10/incel-soluzioni-al-problema.html

      Elimina
    8. Cena birra play station volendo...e infine perché no
      putan tour
      L alternativa una tipa che ti rompe i coglioni con i suoi problemi le sue paranoie esistenziali sperando di avere poi in fine mezz'ora di sesso scadente
      Anonimo 11,41

      Elimina
    9. @Anonimo_18Febbraio2020_12:45:
      Beh il puttantour alla italiota di girare in macchina, fischiare, vedere le poppe, chiedere q2uanto vuole e poi scappare lo trovo triste e misero.

      Discorso diverso con le prostitute in appartamento che i soldi li dai a loro...allora che dire il discorso cambia del tutto !!

      Per questo rimando all'articolo del puttaniere cortese (ed altri) su questo blog.

      Vade retro con una in strada che è sotto ricatto e sfruttata da mafiosi e papponi vari e finanzi la mafia.

      Beh ti assicuro che Ciubbo e gli alternativi mettevano la prostituzione in un unico calderone.

      Per cui volendo definire un ragionevole compromesso ci potrebbe stare che il venerdì lo dedichi al sesso con una prostituta e poi al sabato la serata dei pizzettari...ma cmq l'aspetto sesso e relazioni affettive (beh dai chiamiamole così .-) c'è ed è presente !!

      Elimina
    10. L alternativa però resta la rompicoglioni

      Elimina
  14. Ciao ex-nerd, bentornato! :-D
    Riguardo Ciubbo, secondo te aveva scelto di uscire dai giochi con le donne o non vi era neanche mai entrato?

    P.S. Questa volta la citazione da nerd mi sfugge... :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @andy:

      Secondo me aveva avuto il piacere di provare il sesso poi che dire il gruppo di amici che frequentavo principa,ente all'epoca dove c'era il Ciubbo (ma lo stesso posso dire di altri) era sempre quello di avere maschioni e maschioni (80%circa) e poche ragazze(20%) di cui una buona metà fidanzate con i maschioni del gruppo.

      La cosa che mi fa inc@@@@re con il senno di poi che le ragazze quasi mai portavano le amiche e ora da red-pillato posso dirlo...adoravano sentirsi ammirate e corteggiate.

      Ricordo da un articolo pubblicato questa frase:
      *) Gli amici portano altri amici.
      *) Le amiche non portano amiche.

      Beh da blue-pillato quale ero speravo sempre nella principessina..ma chissà come mai non arrivava mai.
      La cosa triste che vedo (ed anche anti-darwniniana) che molte magari si sono messe con il fico del gruppo e ora non hanno fatto figli ma con gioia postano foto dei loro gatti e cani...che tristezza :-( .

      Elimina
    2. Ex Nerd delle 21.49. i due punti asteriscati del tuo commento si riferiscono al mio articolo. È incredibile come le vite di molti di noi abbiamo una matrice comune. Leggendo le tue esperienze non posso fare a meno di pensare a quanto sia simili alle mie.
      Anche io, anche noi (gli altri amici), attendevamo questa ipotetica "svolta" che non arrivava mai. Ogni weekend con la speranza che arrivasse l'amica con una nuova amica, ma questo non accadeva, oppure, le pochissime volte in cui capitava, la nuova arrivata si metteva in scia del più figo, oppure, se impegnato, evaporava nel giro di poche settimane.
      Mai che arrivasse, come nei film, una ragazza carina, simpatica e alla mano e che soprattutto venisse colpita da te, che in fondo eri normale/carino, simpatico e divertente.
      Era come se fosse impossibile, eppure in giro vedevi una marea di belle ragazze, sembravano abitare altri mondi.

      Elimina
    3. Aggiungo che anche secondo me le ragazze non portavano altre ragazze, un po' per sentirsi al centro dell'attenzione, ma anche perché tra loro erano molto meno amiche rispetto a quanto riuscivamo ad essere noi maschi. Troppo competitive, troppo invidiose. Ricordo amiche che dicevano "ho tutti amici maschi, le ragazze sono invidiose".
      Altra cosa che ora mi dà una discreta soddisfazione è vedere le 20enni di allora, che se la tiravano e snobbavano, vederle ora 40enni, magari separate con figli, o anche single, ma decisamente imbruttite, inquartate e rugose. Che piacere mi dá non provare nessuna attrazione per loro e magari anche snobbarle :-)

      Elimina
    4. @Unutente

      Ecco vedi perché il mio gruppo era diverso: io sono stata fortunata e ho trovato amiche sincere e non competitive. E guarda caso da noi sono accaduti episodi inversi. Ad esempio ricordo un periodo in cui giravamo in tre femmine, l'amico gay e il fidanzato di una di noi; tramite questo eravamo entrati in contatto con amici maschi del suo paese, e con uno c'era stata una presentazione fuggevole ma simpatica che ci aveva lasciati impressi l'un l'altra, a quanto mi è stato detto. La mia amica ha fatto di tutto per convincere il moroso a organizzare qualcosa insieme con quel tipo, ma lui trovava sempre delle scuse e non se n'è fatto niente; come se temesse di non essere più "l'unico gallo nel pollaio" (con questo penserai che era una specie di alpha, invece no, era betissimo).
      Essendo in epoca pre-social non abbiamo avuto nemmeno modo di cercarci a vicenda per conto nostro :(

      Anonima Gardaland

      Elimina
    5. Sicuramente tra maschi c'è un amicizia più vera
      Riguardo alle 40 un tempo fighe e ora sul viale del tramonto è davvero da perfidi vederla così...ma devo essere prtfido pure io perché ci godo un sacco

      Elimina
    6. @UnUtente:

      Si esatto si sognava la ragazza arrivasse coem nei film ma penso che bastasse anche una 5 con simpatia a "rivoluzionare" una serata....e nemmeno questa arrivava :-( .

      Certo, ora da redpillati è tutto chiaro ed è nostro dovere (se non erro anche tu stai sui 40anni) illustrare alle giovani generazioni come funziona il discorso e confermo che si è vero con occhio lungo le donne erano molto meno amiche di quanto volessero far vedere e sotto sotto tutte in lotta per il "capo" del giro di pizzettari...per poi tenerlo sotto ricatto emotivo (ho un 80% di maschioni...ti sostituisco quando voglio :-) ).

      Le donne trovano gratificazione sessuale in questo, bene ed allora avanti con gli zerbini ed i MdF ed i giovani di oggi se trovano amiche vere bene altrimenti senza ipocrisia il sesso con le prostitute !!

      Perchè le vere amiche (io in quegli anni ne ho conto solo due ed erano fidanzate di miei amici) ti presentano altre amiche poi che dire...non fai nulla...ma questo è anche parter dle gioco !!] E ti danno consigli veri su come funzionano le donne.

      Beh a me invece da un po' di tristezza vedere (sul facebook) delle mie ex compagne di scuola, amiche, colleghe o altro, alcune che erano delle 8, non avere figli e che vivono felici e sorridenti con i loro cagnolini e gattini...e mi chiedo ed allora cosa avete ottenuto facendo le profumiere...ma almeno avevate degli orgasmi ? :-) .

      Si si quella del ho tutti amici maschi anche io la ho sentita :-) e da bravo blue-pillato pensavo beh allora vuol dire che lei è più propensa a dialogare di cose di ragazzi è meno altezzosa...come ero pirla :-) e ingenuo bluepillato :-) .

      Elimina
    7. Anonima delle 13.32
      La tua era una situazione abbastanza rara, ma comunque possibile. Probabilmente eravate brave ragazze per nulla smaliziate è un po' ingenue, non sapevate usare le vostre armi e non eravate consce del vostro potere sessuale. Sicuramente il ragazzo fidanzato con la vostra amica lo sapeva e non voleva altri ragazzi tra le scatole a fare saltare gli equilibri.

      Ex Nerd delle 19.30
      Concordo su tutto e aggiungo che mi spiace molto vedere i 20 enni di oggi con i nostri stessi problemi se non peggiori, alcuni dicono "beati voi che non avevate i social! Chissà quante ragazze avevate!"
      Pensa come sono piazzati..

      Elimina
    8. @Unutente delle 22:36

      Sì effettivamente rispecchiavamo abbastanza la descrizione che hai fatto. Ma non capisco comunque che cosa lui temesse: che arrivando un altro ragazzo finisse per soffiargli la sua anziché mettersi con me?

      Anonima Gardaland

      Elimina
  15. Se hai donne nella tua compagnia, non sei nerd e non sei brutto. Sei solo un altro normie.
    Capisco che oggi è cool definirsi depressi, hikikomori, ecc. Ora anche essere redpillati. Tipico comportamento normie che devono sentirsi alternativi. Rimane sempre la differenza tra quello che ti senti e quello che inevitabilmente sei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ddd:
      Non so se ti riferivi a me ma nel racconto parlavo del me stesso di 20 (e dintorni) anni fa.
      C'erano donne si....ma un 20% e belle chiuse e mai che protassero altre amiche.
      Be a me non sembra una situazione normale (siamo in Europa, in Occidente, c'è un alto ISU, c'è la "libertà sessuale", ecc. ecc.).

      Elimina
  16. @Redpillatore
    Consiglio di un utente affezionato, anzi di un "seguace":
    Cerca di pubblicare articoli che superano una certa soglia di qualità espositiva - come è sempre stato. Altrimenti si finisce per pubblicare di tutto, come nel forum.

    Comunque grazie per quello che stai facendo

    Anonimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Femministeallosbando14 febbraio 2020 17:59

      Idem.
      Già il celibato involontario è una sfiga, che almeno la lettura sia un piacere...

      Elimina
  17. Indipendentemente dallo stile, sono rimasto perplesso leggendo questo articolo. Mi sembra la negazione dell'interessante e direi anche originale messaggio apportato da questo blog.
    "Da quanto ho percepito Ciubbo non ha mai provato ad uscire dall'incellitudine. Presumo non fosse vergine ma non lo ho mai visto in compagnia di una donna".
    A quanto leggo il protagonista Ciubbo aveva più di 40 anni quando frequentava l'autore dell'articolo. Non è possibile che avesse già fatto i suoi bravi tentativi quando era più giovane e vedendoli fallire, per risparmiarsi altre umiliazioni, avesse rinunciato alle donne per ripiegare su attività sicuramente meno appaganti ma almeno prive di risvolti amari, come uscire con gli amici per bere una birra? Uno dei motivi per cui questo blog ha attirato la mia attenzione è che prima di "sparare sullo sfigato", come si fa praticamente ovunque, l'autore molto obiettivamente prende in considerazione le motivazioni che possono essere alla base del suo comportamento, anche se apparentemente autolesionista. In quest'ultimo intervento mi sembra che invece il messaggio sia, in forma un po' più morbida, lo stesso che viene rivolto sistematicamente e ironicamente agli incel, come si legge dal loro stesso forum (incels.co): fatti la doccia, esci di casa, provaci con le ragazze ... francamente mi sembrano tutte ovvietà, presumo che prima di gettare la spugna ci abbiano già provato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Pino59

      apprezzo molto il tuo commento che centra il punto invece di insultare l'autore del post (come peraltro merita).

      Ti suggerisco una similitudine che spiega il processo mentale anti-Ciubbo del nerd: è come quegli ex-fumatori che hanno in odio il fumo più dei non-fumatori stessi.

      Elimina
    2. @Pino59:
      Sia mai che io voglia sparare sukl Ciubbo di cui avevo un'idea positiva.
      SE notate quando parlo di Incel o faccio con la I maiuscola e non volevo offrire né soluzioni né affermazioni.

      Solo ponevo il problema SE uno a 40anni consideri come TOP del TOP la serata tra amici "pizzettari" davanti al birrozzo tanto da volerla prolungare fino alle 05:00 e considerarla come "premio-maximo" dopo una settimana di lavoro.

      Come detto altrte volte è un racconto wormhole che spezza il continuum spazio-temporale.
      Da 20enne bluepillato rimasi scioccato e perplesso da tale frase perché io (avendo gli ormoni in regola) pensavo che il TOP fosse il sesso con una fidanzatina ma al tempo stesso ammiravo il Ciubbo che viveva oltre ogni limite e sapeva stare sveglio fino alle 05:00.
      Da 40enne red-pillato invece dico che si lavora e si fatica per il pane e per la fica e che il premio vero per un uomo che produce non dovrebbe essere la serata con gli amici pizzettari ma avere una donna con cui scopare con tanto affetto e se possibile amicizia reciproca.
      Questa donna sia una fidanzata o moglie, una scopamica, una one-night-stand, una prostituta, una ex, una quello che volete voi.

      Elimina
  18. Mi piace pensare che Ciubbo, di nascosto da tutti, si facesse viaggi in Thailandia (ma al tempo andava forte l'est europa) e facesse orge con teen ahahah. Alla faccia di incel, chad e normie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O forse era l amante di un paio di donne sposate...non mitizzava il farsi una scopata perché per lui era routine...ovviamente è solo un ipotesi ma potrebbe anche essere cosi di certo non era uno zerbino

      Elimina
    2. domande IMPORTANTISSIME PER EX NERD ORA SLAYER15 febbraio 2020 11:17

      Il racconto comunica la sensazione del tempo perso in un' Italia ancora non segnava da varie crisi , con una provinciale spensieratezza e piccole sicurezze quotidiane; gli amici, le auto, il calcio, dove la "figa" era considerata un argomento taboo e le ragazze ostentavano disinteresse nei confronti del sesso perché così "doveva essere" per apparire virtuose agli occhi dei "raga" normali.
      E' un tempo in cui al festivalbar, vedendolo con gli occhi di oggi lungo e noioso, la gente urlava per performance dove gli "artisti" cantavano in playback vestiti da super Mario, magari stando anche fermi sul palco.

      Era anche il periodo in cui Rimini aveva CENTINAIA di discoteche, il turismo nordico era calante ma c'erano gli ultimi picchi di "bionde e tedesche", i seduttori veri camminavano arrabbiati tra le file di ragazze da impalare, tornando all'alba, ubriachi, stanchi e barcollanti verso il modesto bungalow del campeggio, mentre famigliole innervosite e fragilmente felici iniziavano la loro giornata di sole.

      La narrativa DEVE comunicare sensazioni e questo è ciò che ha fatto.

      Da un punto di vista sociologico invece, si possono evidenziare alcune domande;

      CIUBBO

      1 era gay, andava a meretrici, usava le "chat"?
      2 aveva dei forti difetti fisici di cui nessuno parlava per senso del pudore?
      3 era disoccupato o veniva da una famiglia (molto) benestante?
      4 che fine ha fatto ora? follow up, soldi, situazione sentimentale
      5 che tipo di lavoro faceva (operaio, impiegato, carriera) e che scolarita' aveva?
      6 come lo consideravano le ragazze del gruppo?

      Se la gente ti dice che ciò che scrivi fa cagare allora è perché sei un ARTISTA DI MERDA(cit!)

      Elimina
    3. Beh da quel che ricordo Ciubbo nel suo essere alternativo condannava la prostituzione senza SE e senza MA mentre io da blue-pillato (come molti altri amici Incel) dicevamo che così non vale, che non c'è amore, che è tutto senza romanticismo, ecc. ecc....beata fanciullezza .-) .

      Ora rispondo alle sei domande:
      01) Non era gay (detto sopra che non era poi così neutor di fronte ad una ragazza single nel gruppo) e non usava le chat.
      Anzi quando iniziai ad usarle io sosteneva luoghi comuni [gli stessi delel ragazze del gruppo fidanzate eNO] che non era per lui perché le donne bisogna vederle dal vivo, che non sai mai chi c'è dietro, ti mandano foto falsa, ecc. ecc.
      Ora che ci ripenso...non lo ricordo più tra i frequentanti quando iniziai ad avere un minimo di successo con le chat.
      02) No era un normale uomo di 40anni (a memoria alto 175) quindi in media, di vistoso aveva il pizzetto (tutto pizzoso e pizzettato :-) ) che sono sicuro avrebbe fatto sciogliere gli ormoni di anonima_gardaland :-) .
      03) Lavoro normale da impiegato ed ora che ricordo aveva una casa sua da quanto compreso comprata da sua zia (presumo io - metà anni '80 prezzi molto favorevoli e prezzo di favore da acquisto parente).
      04) Non ho idea di dove sia ora (avrà i suoi 60anni...che dire spero si sia rasato il pizzetto ed ora sia in pensione in Thailandia e si scopa una ragazza buova a settimana .-) ).
      05) Impiegato.
      06) Come uno dei tanti [io invece ero il depresso "cronico" ma simpatico perché prima o poi avrei trovato la ragazza per me :-) ].
      Era un grande conoscitore di musica e ricordo che erano spesso le ragazze che lo chiamavano: "Ciubbo...come si chiama quel cantante ?"

      Si si ho letto i commenti in cui mi danno dei giudizi fecali :-) .
      Che dire ringrazio il red-pillatore che con pubblicazione della mia storia mi ha fatto sentire un Piero Manzoni [quello della merda d'artista] :-) .

      Elimina
    4. @Ex Nerd

      Era dinarico? Altrimenti gli ormoni non mi si sciolgono, pizzetto o non pizzetto 😂

      Anonima Gardaland

      Elimina
    5. Manzoni era un genio, scegliti un altro paragone che è meglio.

      Elimina
    6. @anonima_Gardaland:

      Sull'aspetto estetico non ci scherzerei tanto :-( ....visto che voi su questo siete avvantaggiate e molto.

      @anonimo_manzoni:
      Beh ma siete voi a tirarmi m@@@a ed io trasformo i vostri commenti in frammwnri di poesia redpillata :-)
      Beh se non Pietro Manzoni...ecco Pietro...Pietre...come il cantante (mi sfugge il nome) che gli tiravano le pietre :-) .
      Va bene come paragone ? :-)

      Elimina
    7. @Ex Nerd

      In che senso scherzare? Ho messo faccine simpatiche ma non stavo scherzando

      Anonima Gardaland

      Elimina
  19. Io invece penso che Ciubbo fosse un grande: aveva capito molto bene che una birra fra amici vale molto più di una serata trascorsa per discoteche a fare i morti di figa o a chattare nella speranza di trovare qualcuna con cui fare sesso come farebbe un drogato alla ricerca del suo spacciatore.
    QUESTA è la vita di chi è triste dentro e butta alle ortiche il proprio tempo e la propria esistenza. Non quella di Ciubbo.
    Ma che “pompino fatto con amore”! Ma non farmi ridere!
    Per quello puoi pagare una puttana; lo saprà fare mille volte meglio della tua ragazza.
    Trascorri il tempo con i tuoi amici, godendo di ogni istante, non cercando continuamente di sbattere il pene in qualche pertugio.
    Chè, di quello son capaci anche le scimmie.
    Caro Chatters-Slayer, duole dirlo, ma qua la rana in pentola non è Ciubbo, SEI TU.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido pienamente!

      Elimina
    2. @anomnimo_15 febbraio 2020 19:44:
      Beh mi spiace che mi hai frainteso e non volevo suscitare emozioni negative come la rabbia verso di me (almeno così mi sembra dalla tua risposta).

      SE per te è normale che sia il TOP dei TOP la serata tra amici ed avanticosì dai 30 fino ai 60anni buon per te.
      Secondo me, ed a maggior ragione a 20anni, una serata TOP è conoscere una ragazza con cui ti trovi bene e fare esperienza poi ci sono anche le serate tra amici (che a me non dispiacevano) ma non puoi avere solo quelle (chissà com mai chi trovava poi una ragazza fuori dal gruppo raramente lo si rivedeva bazzicare il gruppone di amici).

      Presumo che tu hai provato entrambe le cose e giustamente (parere tuo personale come quello di Ciubbo) affermi che meglio una serata tra amici.

      Sul pompino fatto con amore era una espressione ironica :-) dove i sapori della red e blue pill si fondono con maestria di un grande chef delle parole.

      Sul pompino io ho provato quello fatto da una scopamica o mia fidanzata e posso dire che può essere bello come quello fatto da una prostituta (che ho provato!!)...de gustibus come il discorso di Ciubbo !!

      Ad esempio ultimo pompino che ricordo è di due settimane fa fatto da una prostituta con una bella settima di seno...beh ti assicuro è stato molto piacevole farle bere il mio seme !

      Bene, con riferimento al punto sopra, coem serata TOP che ti rimanga bene impressa...cosa sceglieresti ?
      Il pompino (sincero, gustoso, con amore ed anche ingoio :-) )con una bella p@@@@@ella oppure una serata alla Ciubbo ?

      Elimina
    3. Senza dubbio la serata fra amici; anche perché il pompino appunto me lo posso far fare quando voglio da una puttana.
      Ti consiglio comunque di mettere sempre il preservativo...anche se l’HIV non si trasmette per via orale, ci sono altre malattie sessualmente trasmissibili...

      Elimina
    4. @anonimo_18_febbraio_2020_1308:
      Beh se hai degli amici sinceri e veri i miei complimenti...è molto raro di questi tempi.

      Se ti rimane impressa una serata per la marca di birra, gli argomenti di cui avete discusso, se avete giocato a qualcosa, ecc. ecc. rispetto ad un pompino fatto (come si deve e con bevuta del seme) da una donna rinnovo la mia invidia perché hai un bel gruppo di amici (quanti siete ?) sincero, leale e valido su cui puoi contare.

      Il gruppo di Ciubbo beh era un po' vasto, di amici pensavo di averne, ma poi penso invidia o altre tristezze emotive che non avevo visto...tristi ricordi.

      Sulla mia salute sono a posto e le prostitute le scelgo pulite vai tranquillo poi che faccio anche degli esami ogni quattro o sei mesi.

      Così per curiosità, in tema con il punto sopra, hai mai visto il capolavoro: "quella sporca dozzina" ?

      trailer: https://www.youtube.com/watch?v=ff1V6ywnWcY

      Elimina
  20. La storia è raccontata male, piena di digressioni che non sono assolutamente utili al racconto principale. Capisco lo sforzo di cercare di far immedesimare il lettore nel periodo di fine anni '90, ma resta l'amaro in bocca a fine del racconto per i tanti elementi che si pensava fossero utili invece si chiudono lì mentre la figura di CIUBBO è poco delineata. A grandi linee si capisce che era un'uomo per cui le partite di biliardo e le birre con gli amici erano tutto, non aveva altre ispirazioni, quello il suo senso della vita. Non si sa come mai però, se era una scelta rassegnata dopo anni di fallimenti o ci è nato così, magari con poca libido, magari per mancanza assoluta del contatto con l'altro sesso causato dall'ambiente sociale. A mio modo penso di aver conosciuto, seppur di sfuggita, in passato vari Ciubbo, trattasi di ragazzi semplici di paese, nati con una genetica non fortunata a livello di viso, seppur non magrolini o deboli; semplicemente la loro vita, essendo qua territorio campestre, era fatta di lavori nei campi e badare alle stalle, sin da giovani, per cui il contatto con le donne fuori da quelle di famiglia era minimo se non inesistente. Molti di questi Ciubbo han continuato la loro semplice vita di agricoltori di giorno e birrette al bar la sera con gli amici guardando la partita, col tifo che rappresenta la massima soddisfazione; alcuni si sono sposati con la coetanea che abita dall'altro lato della strada. Piccoli rimasugli di una vita agricola, bucolica, fuori tempo massimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che, a conti fatti, c’è di che invidiarli.

      Elimina
    2. Io me ne sono fatto un idea completamente diversa mi sembra molto più uomo di mondo dei suoi compagni di bevute sogna un futuro diverso per la società (utopia) mi sembra molto sopra la mediocrità che descrivi

      Elimina
    3. Beh credere al social forum di Genova come inizio di una rivoluzione mi sembra una blue-pillata 68ina fuori tempo massimo.

      Poi lato miio ammiro e mi trovo bene a parlare con i sognatori e gli utopisti...come me detestano questo schifo di società !!

      Elimina
    4. Magari per motivi un po' diversi dai tuoi oppure sei ex nerd ex chatters Slayer...and now the new Che Guevara?

      Elimina
    5. @Anonimo_18 febbraio 2020 12:49:

      No sono the new Winston Churchill :-) .
      Lui diceva [più o meno] che la democrazia ed il capitalismo fanno schifo ma è il meglio che si conosca.

      Ex-nerd dice:
      Questo sistema fa molto schifo ma sempre meglio di dittaure e soprattutto presenta dei punti di pressione che se colpiti forte e forte da più persone possono farlo eslpodere e volendo migliorarlo ad ogni colpo.
      La teoria redpill consente appunto di individuare molti di questi tsubo e farli venire e mostrare in modo chiaro a tutti quanti (in primis agli uomini ma poi anche alle donne) come è la situazione.

      Una volta compreso per bene il problema si possono pensare alle soluzioni.

      Elimina
  21. Henri de Toulouse-Lautrec16 febbraio 2020 08:34

    Ho piu' o meno la stessa età e nel periodo dell'incellitudine (primi tempi che avevamo l'auto) ricordo sempre questa frase ripetuta quasi ogni serata alla fine della stessa:
    "non abbiamo trombato pero' ci siamo divertiti".
    Io ogni volta pensavo dentro di me:
    "No, non ci siamo divertiti un cazzo. Siamo andati sempre noi gente di merda (brutti), vestiti di merda, nei soliti posti di merda a parlare tra di noi dei soliti argomenti nerd di merda. Come avremmo mai potuto immaginare di trombare? Avremmo forse sperato che 5 ragazze ci piovessero dal cielo e sarebbero venute al nostro tavolo a conoscerci?"
    E così un altro sabato sera finiva nel cesso, con la garanzia della domenica mattina successiva senza studiare a causa di sveglia a metà mattinata piu' mal di testa da post sbornia e raffreffamento. Così c'erano pure i sensi di colpa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sta per finire un altro weekend... Se ne va coi gol in tele il weekend... Così poi aspetteremo il weekend... Convinti che sarà il migliore dei weekend.
      Praticamente una trasposizione moderna del Sabato del villaggio.

      Elimina
    2. Onestamente quando non avevo la ragazza e uscivo con gli amici invidiavo quelli che la ragazza c'è l avevano
      Quando avevo la ragazza invidiavo gli amici che andavano a divertirsi
      Volontà e rappresentazione

      Elimina
    3. D'altra parte per incontrare gente come Marina e il suo vibratore avreste dovuto andare a casa di lei, ché nei locali di merda i vibratori al tavolo non sono ammessi...

      Elimina
    4. Anonimo 14:10
      Mi trovi spesso in giro
      Certo che il vibra te ne mette di complessi😂😂😂
      Marina

      Elimina
    5. Henri de Toulouse-Lautrec16 febbraio 2020 15:30

      Io invidiavo chi aveva la ragazza, sia per il social proof, sia perché scopava, sia per l'egoboost, sia perché sono esperienze che ti formano caratterialmente. Poi dopo uno è libero di scegliere se fare il MGTOW o l'accoppiato, ci mancherebbe, ma le esperienze adolescenziali sono sempre positive, per chi è abbastanza bello da potersele permettere.

      Elimina
    6. @Marinafidanzatadelvibratore

      ma certo che eri in giro (non nei locali di merda tra gli sfigati, però), altrimenti come potevi ipergamare e fare la profumiera in mezzo a tanti zerbini mentre sognavi il tuo chaddone selezionando il betacuckone da cui farti mantenere?
      Un giorno ci troveremo quel disgraziato a commentare sul blog, eheheh

      Elimina
    7. Henry
      Mi riferivo a qualche anno in più del adolescenza da adolescente ero uno sfigato e basta
      Intorno ai 25 30 anche oltre cera questa contraddizione da un lato il volere avere una relazione dal altro volere essere liberi
      Ancora oggi in parte questa contraddizione la sento

      Elimina
    8. Anonimo 16:43
      Non credo di aver mai fatto la profumiera...se c'è chi la f

      a è perché ci sono MDF che gli vanno dietro...quante volte lo hai fatto?
      Farmi mantenere???...sono la titolare di un impresa piccola per carità ma non necessito di farmi mantenere...tu?
      Beta?...se per beta intendi un non alfa spero di condividere la vita con lui
      Marina...e il suo vibratore

      Elimina
    9. Anomimo16-43
      Sinceramente Marina mi sta sulle p@@@e con il suo atteggiamento però anche il tuo atteggiamento mi sembra errato tanto non la metti in imbarazzo parlando del suo vibratore
      Tanto è perfettamente anonima...forse anche per questo è anche brutalmente sincera

      Elimina
    10. @Henry

      Per me è stato esattamente il contrario.
      Anche io, quando ero kv, invidiavo chi invece aveva una ragazza.
      Avutane una, e poi un’altra e un’altra ancora (tutte normocarine, sul 6), mi sono accorto che non era poi chissà che.
      A parte il sesso, infatti, non c’è nulla, di quanto tu possa trovare in una donna, che un amico non ti sappia dare.
      Con la significativa differenza che, tra amici, si puó avere anche molto altro: complicità, sincerità e soprattutto disinteresse.
      Tutte cose che in una relazione è pressoché impossibile trovare.
      In fondo, è tipico della condizione umana: desiderare quel che non si ha come se fosse una ragione di vita, per poi accorgersi che in realtà non ti mancava niente e le cose più belle, le più vere, te le sei lasciate alle spalle.
      Certo poi ci sono i morti di figa, i quali non vedono che quella. Sono dei veri e propri drogati. Ma, come tutti i drogati, non hanno percezione della realtà.

      Elimina
    11. @Henry de Toulouse Lautrec

      È triste quello che dici, ma sai perché? Non perché non trombavate.
      Ma perché sembri insoddisfatto del giro di amicizie che avevi. A quell'età (primi anni di patente, leggo) quello che meritavi era avere amici interessanti, divertenti, con cui fare magari cose fuori dall'ordinario e che vi caratterizzassero; un po' le "cose pazze" che scrivevo più sopra (ognuno ha le sue, es. una cosa che avrei sempre voluto fare ma non ho mai avuto occasione sono i giochi di ruolo dal vivo). Le ragazze piano piano sarebbero arrivate, tra l'altro. Ma certe serate in amicizia dopo non tornano più, non è più il momento. Ricordo una vacanza all'estero a 18 anni con amici a girare per un paesino deserto e ridere come matti per ogni cavolata, mentre l'unica coppia di noi era rimasta in casa, presumibilmente a trombare: solo per un momento lì ho invidiati (c'è da dire che essendo vergine non avevo un'idea precisa di cosa invidiare), poi ho pensato a quanto si stavano perdendo.
      Adesso posso trombare pure io, viceversa quei momenti magici da "gruppo" non sono ripetibili, un po' perché rimettere insieme tutti quegli amici è logisticamente impossibile, un po' perché cambia l'atteggiamento mentale e tante situazioni non suscitano più le emozioni da adolescenza/post-adolescenza.

      Io capisco che se uno non riesce proprio ad avere contatti con l'altro sesso, nemmeno effimeri come sguardi, mezzi interessi che poi sfumano ecc..., la situazione diventi deprimente; se la condizione di isolamento è così estrema non posso che tacere. Ma tolto questo caso, secondo me non bisogna avere rimpianti né sminuire il valore formativo dell'amicizia.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    12. "Le ragazze piano piano sarebbero arrivate, tra l'altro"

      C'è sempre questa convinzione che le donne siano come la pioggia, presto o tardi arriveranno. No, non arriva proprio niente, a meno che non si abbiano alti livelli LMS. E' l'uomo che deve farsi il mazzo sperando di riuscire a soddisfare i sempre più alti standard femminili.

      Elimina
    13. Femministeallosbando16 febbraio 2020 23:39

      @Emanuele

      le domnule sono abituate a pensare da domnula, ovvero che stazionano per un po' in un posto e dopo un tempo T (che dipende dal loro aspetto fisico) qualche maschio arriva per forza.

      Ancora non hanno capisco che gli uomini giocano uno sport completamente diverso. Evidentemente, fra l'altro, non leggono questo blog.

      Elimina
    14. @anonima gardaland
      che certi momenti con gli amici siano belli non discuto: che le ragazze arrivino prima o poi, proprio no.
      Il tempo passa. Ti alzi la mattina e ti accorgi che accanto a te non c'e mai nessuna donna. Poi arrivano le feste, e ti accorgi che non c'è proprio niente da festeggiare.

      Elimina
    15. Però Anonima Gardaland non ha tutti i torti; vede le cose dal suo punto di vista e, come è anche logico, non riesce a comprendere appieno la condizione maschile.
      Detto ciò, se è vero che le donne non arrivano come la pioggia e, in gioventù, per trombare si debbono avere valori LMS notevoli, è anche vero che col passare degli anni le cose cambiano.
      Le trentenni, dopo essersi divertite coi bellocci, ripiegano sui normie, che tendenzialmente ingabbiano in una LTR.
      Alla fine, è matematica, ragazzi miei: quante persone di trent’anni e più conoscete che non siano conviventi/sposate/fidanzate?
      Certo non l’80%, come invece avviene in gioventù!
      Ma allora ció significa che, alla maggior parte delle persone, in effetti, una chance di scopare viene data.
      Solo che magari non ne vale la pena....

      Elimina
    16. @Emanuele e Anonimo delle 00:0.

      Sono stata troppo ottimista? Intendevo suggerire che con un bel giro di amicizie, specie se integrato in gruppi più grandi (es. associazioni culturali, teatrali, sportive...) e con "amici di amici" che ogni tanto vengono coinvolti, prima o poi di contatti femminili se ne creano. Non è detto che poi nascano avventure o storie, lì dipende dalle possibilità di ciascuno, ma per arrivare arrivano; almeno c'è una probabilità di combinare qualcosa superiore allo 0%.
      A meno di avere interessi in settori esclusivamente maschili. Non vi è mai capitato che uno del gruppo si mettesse con una ragazza e questa portasse le sue amiche?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    17. @Femministeallosbando e @Anonimo

      Sottoscrivo entrambi gli interventi. Per l'uomo trovare una ragazza equivale a cercare un lavoro: chi direbbe mai a qualcuno di non pensare alla sua condizione di disoccupato, di coltivare le proprie passioni e che prima o poi un imprenditore si presenterà alla sua porta offrendogli un lavoro?

      Elimina
    18. @Anonima Gardaland

      "Non vi è mai capitato che uno del gruppo si mettesse con una ragazza e questa portasse le sue amiche?"

      No, e probabilmente la mia situazione non sarebbe comunque migliorata di molto.
      Come ho scritto a commento di altri articoli non ho mai avuto un rapporto sessuale con una donna se non pagando, per cui spero che tu comprenda che leggere per l'ennesima volta (dopo esserselo sentito dire qualche milione di volte) che prima o poi "le ragazze arrivano" mi ha dato un po' fastidio.

      Elimina
    19. @Emanuele

      La tua reazione è comprensibile, scusa per il fastidio provocato da quella frase. Spero che la Redpill possa portare in qualche modo beneficio alla tua situazione, se non altro qui puoi confrontarti con altri uomini dallo stesso vissuto e trovare magari anche dei consigli pratici utili.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    20. @Gardaland
      sono anonimo delle 00.09
      una probailità dello 0.000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000001%
      Per alcuni avere una donna è come vincere una lotteria.
      Tu sei donna, che ha una vita erotica-sentimentale regolare, tu vivi su un pianeta distante anni luce dal buco nero nel quale vengono ingoiati certi uomini.

      Elimina
    21. Emanuele
      No le ragazze non arrivano da sole ( a meno che non sei un chad) e allo stesso modo succede per il lavoro non ti verrà mai a cercare un imprenditore ( a meno che hai competenze rare e particolari)
      Tuttavia non otterrai mai un buon lavoro elemosinandolo ma solo dimostrando che sei al altezza del compito... cioè devi far capire al azienda che per lei è un affare assumerti giusto?
      Allo stesso modo devi far capire/credere alla ragazza che mettersi con te è un affare per lei...elemosinarla è una pessima strategia non credi?

      Elimina
    22. @Anonimo17 febbraio 2020 19:28

      Sinceramente penso che anche farsi il mazzo sperando di ottenere l'attenzione di una donna sia un modo diverso di elemosinare.
      Sono stanco. Sono arrivato alla conclusione che tentare di lottare contro la malasorte che mi ha dato un patrimonio genetico scadente mi porterà solo a star peggio. Preferisco mettere da parte un po' di soldi e frequentare saltuariamente delle prostitute.

      Elimina
    23. @anonimo 19:28
      ipergamia allo stato puro! Ma che sei donna?
      Dici la verità, comunque, per carità!
      In ogni caso, vorrei precisare che un uomo in linea di massima non elemosina (salvo mdf patentati) proprio nulla, è la donna che lo percepisce come elemosinante o 'all'altezza del compito' se, in rapporto al suo, lo reputa di basso LMS o di soddisfacente LMS.

      Elimina
    24. @Alex

      Come già detto io non credo la percentuale di normie "a secco" sotto i 30 anni sia così alta, né che le ragazze under 30 siano quasi tutte dedite a farsi ingannare dai bellocci; ma mi hanno fatto notare che potrebbe essere per via del mio contesto molto provinciale, dove gli attuali trentenni ragionano ancora "all'antica". Ad esempio io ricordo benissimo che nel periodo adolescenziale tra le ragazze c'era molta diffidenza verso i donnaioli e "quelli che vogliono una cosa sola", segno che c'era fin da subito poca predisposizione al carpe diem con il bello-ma-stronzo. Non che fosse tanto meglio per voi ragazzi, ma almeno non eravamo facili con nessuno, né belli né brutti 😅
      Almeno quando siamo entrate in LTR con qualcuno eravamo abbastanza alla pari come esperienze, non c'era questa discrepanza che qui segnalate.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    25. Il paragone con il lavoro lascia il tempo che trova, perchè ci sono dei lavori per cui si studia e si consegue una laurea e poi sono sottopagati, ad esempio tutti i lavori nel sociale. Sono d'accordo che le ragazze non arrivano da sole, leggo però negli ultimi commenti una eccessiva idealizzazione della donna, come diceva qualcuno tutto sto sbattimento e poi magari non ne vale nemmeno la pena con quella che abbiamo idealizzato/desiderato. Riallacciandomi invece all'ultima frase di anonimo 17 febbraio ore 19:28, far credere alla donna che è un affare mettersi con te è una cosa sbagliatissima a meno che non interessi solo una botta e via. Già per una botta e via bisogna millantare un livello stratosferico di M, in una LTR questo castello di carte crollerebbe miseramente a meno che l'uomo non decida di zerbinare indebitandosi.
      Un'azienda che ti assume in primis guadagna lei, nessuno nel profit (e nemmeno nel no-profit) fa beneficienza. Credere il contrario è bluepill. Ci vorrebbe un po' di redpill lavorativa anche, ma forse in effetti la redpill è trasversale a tuti gli ambiti di vita.

      Elimina
    26. Cavaliere Oscuro17 febbraio 2020 22:20

      Anonimo delle 00:09, concordo con ogni parola che hai scritto,
      quella situazione la sto vivendo.....
      Anonima Gardaland delle 09:47, il giro di amicizie non è facile da avere, e con certi personaggi, considerando la non indifferente percentuale di cretini e zerbini in circolazione, potrebbe essere controproducente.
      Idem per le associazioni culturali, se vivi in città è un conto,
      ma se vivi in piccoli centri di provincia, come nel mio caso,
      culturalmente siamo a zero, ed è come trovarsi soli nel deserto dei tartari....

      Elimina
    27. @Anonima_Gardaland, @Marina:

      Si si certo prima o poi la ragazza arriva per tutti... :-)
      E ditemi voi facevate come le mie "amiche" che quasi mai portavano altre amiche da presentare oppure aiutavate i vostri amici facendo da Cupido ?

      Questa della ragazza che prima o poi arriva per tutti è una grande blue-pillata...tonrassi indietro SE dopo sei mesi non scopo a prositute per anche scaricarmi ed avere un contatto con una donna oltre al birrozzo ed alla partita a carte o altro gioco in scatola.

      Comunque sull'essere MdF-romantici (come lo ero io :-) ...raramente mi sono zerbinato e quasi mai dopo i 25anni) vi dico solo questo.
      Ricordo gli sguardi arrabbiati quando raccontavo dei miei successi (che potevano essere anche solo un appuntamento o un bacio i primi tempi) di chat, apparivo come un maiale patentato e sporcaccione e non come un normale over 25enne che finalmente (come dovrebbe essere !!!) si fa le sue sane esperienze sessuali e sentimentali.

      Elimina
    28. @Henry:

      Come sempre vedo che siamo molto in sintonia :-) .
      Con il tuo commento hai proprio espresso in altre parole uno degli stati d'animo del racconto con l'aggiunta che io avevo anche questi "dilettevoli" aspetti:
      01) Il gruppo era grande, speravo sempre qualcuna portasse un'amica, sorella, cugina, ecc. ecc.
      02) A mio modo ero un po' sui-generis e con schemi mentali miei...venivo percepito a status: ZERO.
      03) In estate conoscevo il sesso (smepre con ragazze straniere !!) per cui avevo assaggiato la torta di mele :-) e dicevo...eddai che la riassaggerai ecchecc@@@o !!
      04) Tornavo a casa, la domenica dormivo anche fino al pomeriggio, e mia mamma che rompeva dicendo che non avrie mai combinato nulla nella vita, poi spesso telefonava al mio padre (erano separati da 10anni) dicendo che lui doveva aiutarmi come figura di riferimento maschile.
      05) Quando chiamava lui sempre a dire ma guarda il Marco (figlio di sua moglie avuto con lui come penso ma aveva i clognome del primo marito di lei) che conoscel e ragazze, fa qui, suona la, frequenta il centro sociale okkupato, ecc. ecc.

      Insomma...speravo sempre un bel sabato sera la mai vita cambiasse...ma invece sempre le solite delusioni.

      Come te quindi pensavo:
      NON ci siamo divertiti un c@@@o !!!
      Non posso continuare ad avere serate così questa non è vita !!

      Invece (un po' la morale del racconto) da quanto ho percepito serate così per il Ciubbo erano il TOP dei TOP (e vedevo anche altri che ridevano felici beati e beoti con il loro pizzetto)...ed io andavo in crisi sempre più nera.

      E poi (e dico per fortuna !!) quando sento che i liceo ed i 20anni sono il periodo migliore della vita dico...ma andate aff@@@ulo !!

      Elimina
    29. @Ex Nerd

      - Sugli amici maschi ho dato risposta nell'altro commento. Il nucleo era quasi tutto femminile. Altri ragazzi che nel tempo ho conosciuto erano i fidanzati delle mie amiche o i loro amici, coi quali si sono a volte create altre coppie... Sopra i 25 eravamo già praticamente tutti accoppiati, quasi tutti definitivamente... poi un po' per questo, un po' per trasferimenti lavorativi, un po' per litigi personali si è un po' perso il gruppo originario, anche se le singole amicizie sopravvivono.
      - Appunto sopra i 25 anni si parla già di un'altra fase della vita, lì lo capisco che tu volessi avere vita sessuale-sentimentale, non vedo perché i tuoi amici dovessero esserne arrabbiati. A leggere cosa scrivi dopo, non è che ti vedevano come "quello strambo", inclassificabile, e non osavano presentarti nessuna?
      - Dici che in estate conoscevi il sesso, ecco, pure questo fa una bella differenza, perché fossi stato vergine secondo me avresti sofferto di meno la mancanza di donne. Però scusa, almeno qualche bella esperienza l'hai vissuta, guarda il bicchiere mezzo pieno!
      - Ribadisco infine che secondo me tu fondamentalmente coi tuoi amici ti annoiavi, avessi avuto intorno persone più stimolanti saresti stato meno insofferente.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    30. Appurato che quello del nucleo di amici o amiche con intorno una buona quantità di amici e amiche satelliti che più o meno saltuariamente incrociano le loro orbite sia una potenziale occasione di conocenza finalizzata a qualcosa (per il potenziale mai dimenticare comunque la teoria LMS), secondo me c'è un limite temporale per cui questo avviene. Dopo i 35 le coppie di lungo corso che magari hanno già figli fanno fatica a concepire la tua esistenza da single, non per cattiveria, ma per mutate priorità (giustamente). Per esempio il compleanno dei bimbi può essere un'occasione per fare in modo che si verifichi l'allargamento del gruppo ma inevitabilmente saranno altre coppie con figli al seguito.

      Elimina
    31. @Anonima_Gardaland:

      I miei amici non erano arrabbiati solo che la reazione media (prima dell'epoca in cui iniziai a chattare) era questa:

      *Donne: Eddai su ex-nerd non essere triste prima o poi la troverai la fidanzata che fa per te...importante è pensare sempre positivo e basta essere depresso...non vedi gli altri come ridono ?
      Saranno tutte state risate vere...io non ci credo.

      Uomini: Reazioni variegate dal vieni che ci facciamo un altro birrozzo, anche io ero solo poi mi sono messo [dopo N>=6 mesi di amicizia nel giro dei pizzettari] con Chicca, maddai ebbasta prima o poi la ragazza arriva per tutti.

      Per itnenderci ero quello strano per gusti culturali et similia con un'idea tutta mia sulla vita, l'universo e tutto quanto e dicevo 42 ma nessuno mi capiva :-) .

      Sull'essere strambo invece mi dilungherei ore...solo qualche esempio:
      Ad esempio ricordo una serata a parlare (avevo tutti contro...anche Ciubbo) dicendo che col c@@@o l'Italia si sarebbe liberata dai nazifascisti solo con i partigiani citando numeri, strategie militari et similia.

      Oppure una volta un tizio che diceva che Star Trek era un telefilm fascista :-) ma anche ricordo una dilettevole discussione con degli ex-liceali in cui io sostenevo che c'era più densità di pathos ed epica in Ken il Guerriero che non in Iliade ed in Odissea.

      Certo che il sesso lo ho vissuto...am grazie a ragazze straniere !!
      Ti pare normale (c'è un articolo con statistiche del redpillatore) che uno arrivi vergine a quasi 22anni ? Secondo me dovrebbe essere l'eccezione ed invece sta diventando sempre più normale...bella società di m@@@a !!

      Con quegli amici non mi annoiavo proprio anzi...rispetto al gruppo che frequentavo prima un bel salto di qualità.
      Quelli prima gli ex compagni delle superiori (gente di m@@@a) che a 20anni non sapevo con chi andare in vacanza non mi hanno invitato e sono rimasto a casa e le serate nel 90% del tempo era ricordare le licealottate, fumare mariuana [io passavo il cannone :-) a chi era a fianco], ripetere le str@@@@te di mai dire gol ed il top del top del concetto espresso era:
      * * * Ma dopo università si può rifare il liceo ?

      Beh ti assicuro con Ciubbo & soci (ed anche altri giri frequentati) è stato un salto di qualità non indifferente :-) ... però porkap@@@@a non è normale che a 20anni uno non possa avere occasione di socializzare [ribadisco...anche prendendo i due di picche] con universo femminile ed il TOP del TOP che ti possano offrire una serata tra pizzettari a bere birrozzi fino alle 05:00 del mattino.

      Si il bicchiere lo vedo pieno ora [ed aall'80% solo grazie a me stesso !!] ma sono come Capitan America...dove a volte lo Steve Rogers gracilin oed indifeso (ma con cuore, spirito e sincera onestà personale) viene fuori.

      Elimina
    32. @Ex Nerd

      Sì, a me pare normale che uno possa arrivare vergine a quell'età, ma perché nel mio giro è successo a diversi (e diverse, me compresa). Però è anche normale che negli anni dell'università (per intenderci come periodo, anche se uno già lavora) si cerchi di porre rimedio alla cosa. Oltre quell'età comincio a vederlo come problematico, anche perché poi appunto i gruppi cominciano a scaldarsi, le occasioni si socializzare con altri single cambiano e diminuiscono... Va be' ma tanto adesso ci sono le chat ;)

      Anonima Gardaland

      Anonima Gardaland

      Elimina
  22. Il Puttanier Cortese17 febbraio 2020 08:06

    Caro Ex Nerd,

    Devo dire che, più della storia di Ciubbo (che mi sembra in fondo un tipo piuttosto comune e devo dire anche simpatico), mi incuriosisce la tua.
    Innanzitutto, qual è il tuo valore LMS?
    In secondo luogo, qual è il tuo target di donna (intendo, non quella dei tuoi sogni, ma quella che concretamente riesci a portarti a letto): età, valore LMS, provenienza(italiana o straniera e, se straniera, di dove)?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Puttanier_Cortese:
      Beh intanto grazie per articolo che hai pubblicato :-) .
      Non sono un assiduo frequentatore di prostitute ma diciamo grazie a loro soddisfo il mio più sincero ed eterosessuale feticismo vintage [in un'epoca di cis-liquid-trans-gender :-) ] per le tettone dalla quinta ed oltre.

      Ti confermo che Ciubbo era un tipo simpatico e di lui non ho un giudizio negativo e ti ringrazio perchè presumo in qualche modo hai apprezzato la mia storia :-) .. altri invece la hanno un po' come dire...purgata :-) del suo vero significato.

      Il mio valore LMS è penso un 6 pieno su M ed S.
      Ho casa mia di proprietà..mutuo permettendo fino al 2035 ed un lavoro a TI solido con 2220 netti al mese nel settore ICT.
      Come L penso di essere sul 7 (assomiglio al 70% ad attore che fa Harry Potter senza barba nemmeno un pizzetto :-) ) ma posso assicurarti che la selettività della donna italiota mi ha fatto prendere dei bei pali anche in incontri dal vivo...beh c@@@@i loro che se ne tornino dal loro fidanzato vibratore :-) .

      La donna (valore medio) che riesco a portarmi a letto in media è dai 45 ai 55anni, estetica sul sei e mezzo, poppe dalla 3a abobndante e oltre.
      Ho un debole per le donne dell'est europa e semmai sarà ne sceglierò una come compagna di vita...nel caso mi trasferisco in Romania dove pare le tettone non manchino :-) .

      Elimina
    2. Ex nerd, ti stimo perché hai messo quanto prendi di stipendio... Ci credi che tra amici (ok non è "educato" parlare di soldi) è un argomento più tabù della forma delle tette o della vagina della fidanzata/moglie? Rassicuro le femministe che leggono... È volutamente un'iperbole sul fatto che i miei amici preferirebbero (notare il condizionale) parlare di quello piuttosto che rivelare quanto prendono di stipendio...Forse per paura che ci si faccia i conti in tasca non lo so... Se tu con quella cifra stai sul 6 allora ho ragione a dire che io sto <0 ahaha. Scusate l'OT.

      Elimina
    3. DOMANDE PER Ex Nerd Chatters Slayer; donne dell'est \straniere18 febbraio 2020 06:22

      Ciao Ex Nerd Chatters Slayer,

      sempre incuriosito dalla tua storia (soprattutto quando parli di mancanza di riferimento di figura paterna) chiedo se le ragazze straniere o dell'est che hai incontrato vedendoti con un buon lavoro, casa di proprietà e anche colto in modo dilettevolmente nerd non abbiano provato tattiche classiche che funzionano sempre

      1 mia mama, filio, papa, sta male
      2 vengo a casa tua (senza pagare affitto ) e intanto mi faccio mantenere un po
      3 facciomo un filio tesoro (poi via la casa e su con gli alimenti)

      Le italiane in che contesto le incontri

      a locali
      b chat
      c amici di amici, circoli sociali

      E anche le italiane , a modo loro forse diverso dalle straniere, non tentano di sedurti per il tuo valore (che seppur "medio") non è disprezzabile nel contesto attuale 2,2 al mese ci si può fare una famiglia

      E nel caso (non tutte intendo è) queste ti vedano come un target (quindi fredde calcolatrici) come decidi di muoverti, come eviti, pur dovendo e volendo effettuare relazioni sessuali, le loro manovre, quali "controtattiche" usi?

      Elimina
    4. @Gino:

      Beh grazie della stima ricevuta (il mio stipendio lo ho detto in altri post e non sono uncio) ma qui siamo in anonimo :-) .
      Poi che dire in paesi anglosassoni invece è perfettamente normale chiedere ad uno quanto guadagna.

      Invece in questo paese del c@@@o dove sta tutto andando a ramengo (in primis il potere d'acquisto) meglio appunto non parlare di soldi e questo volendo è un atteggiamento bluepilloso.

      Ho detto 6 come M e S perché non penso di essere nulla di eccezionale poi veramente non volevo e non voglio generare emozioni negative....nel caso scusami non era mia intenzione.

      Elimina
    5. @Quello_delle_domande_per_me:

      Beh mancanza di figura paterna ora con quel tizio lì che considero solo mio padre biologico [di seguito lo chiamerò: shitman :-) ] sono oltre 15anni che non ci parlo.

      Giusto il discorso del Marco che ho menzionato ti dico due righe.
      Vedendo ora le sue foto su facebook non assomiglia a me ma lo sguardo e la voce beh...ehm forse un bel test del DNA sarebbe il caso ma c@@@i loro..contro Marco non ho nulla che anzi con lui ci parlavo e scherzavo.

      In ogni caso shitman viveva un classico transfert emotivo del successo del "figlio" (o presunto tale :-) ) ed in me dell'insuccesso del se stesso ragazzo. Per cui mentre Marco era il se stesso "vincente" io ero il perdente su cui sfogarsi (coem faceva mia mamma).
      Che poi era Marco a suonare, cantare, ballare e scopare con le ragazze non shitman beh poco importa quando sei in peino transfert emotivo :-) .

      I miei incontri li faccio solo ed eslcusivamente tramite chat e quelle che cercano di approfittarsi beh le sgamo subito ancora prima in chat.
      Per il resto le tipe di est europa incontrate (non tutte scopate...prendo anche io mi miei bei pali) sono ragazze o donne mature qui in Italia a lavorare.

      Guarda diciamo quel che mi frega è la mia eccessiva sincerità nel dichiarare che non cerco una LTR ma in ultimo mi sto stancando e fra un po' anche io fingerò di volere questo (purtroppo ora con le chat devi fare così...ma qui si apre un altro film OT ed evito).

      Ti dico avere uan famiglia non mi dispiacerebbe anche per prendermi un altra bella rivincita sulla vita e poter dire moralmente a shitman e mia mamma (che finalmente sono 5anni che fa la mamma !!) cosa vuol dire fare i genitori.
      Solo che (siamo redpillati :-) ) di questi tempi un "matrimonio" o anche una convivenza significa mettere le p@@@e sotto una ghigliottina.
      Se poi ci sono i figli alla tua ex-moglie iniziano ad illuminarsi gli occhi con il segno del $ tipo zio Paperone :-) ...quindi sono mooolo restio a questo.

      Come bonus-track ti dico che uina volta ho finto di voler fare da beta-provider ad una 35enne rumena ccon figlia..lo so non mi piace mentire ma lei era al 90% come la più carina del liceo (o la 2a cerano in due a giocarsela) e diciamo non ho resistito a voler "conoscerla" bene :-) .
      Si sono stato cattivo però è stato un momento dove il diavoletto ha vinto sull'angioletto (quelli tipo cartoni animati :-) ).

      Elimina
  23. Gli anni 90 io li ho vissuti.
    Un orrore! Mille volte meglio adesso. Già parlare di problematiche sessuali su internet è qualcosa di enorme (salvo censura, che spero non avvenga mai)!
    State pur certi che migliaia di giovani negli anni 90' si sono sentiti inadeguati e sbagliati (se non hai donna, allora non ci sai fare, non hai personalità, ecc..). Gente finita al TSO credetemi.
    Quando invece non avevano niente di sbagliato; semplicemente, non piacevano alle ragazze.
    Il fatto è che purtroppo né alle donne né agli uomini è mai piaciuto dire la verità in merito. Le prime, per salvaguardare la loro onorabilità pubblica, i secondi, forse ancora più ipocriti, per salvaguardare la propria stabilità mentale. Il solo pensiero che l'attrazione erotica possa dipendere anche da fattori al di fuori del proprio controllo devasta l'equilibrio di ogni uomo presuntuoso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Anonimo-18 febbraio 2020 16:28:

      Ottima testimonianza anche perché fa piacere a sapere di non essere unico pirla a pensare fuori dal coro :-) .
      Rispetto ai '90 i giovini di oggi hanno Internet e mentre se uno era giovine ai nostri tempi O rideva felice e beota con il pizzetto ed il birrozzo (e magari non scopava da oltre due anni) e fingeva a se stesso per poi finire in TSO (ed anche io ho rischiato grosso) e quindi fare la rana bollita.

      Il giovine di oggi invece può seguire la redpill e quindi comprendere meglio le dinamiche senza tutta la m@@@a bluepillata che ti veniva somministrata come oro colato e che se tu solo osavi pensare diversamente andavi in corto-circuito emotivo pensando che prima o poi sarebbe arrivata la principessa dolce e carina a farti sentire uomo.

      EVVIVA LA RED-PILL...conquista di inizio millennio del genere umano !!

      Elimina
    2. W Internet...ragazzi vi ricordate in adolescenza le menate sulla grandezza del pene? Io vi confesso che ero in sbattimento totale perchè a riposo (e magari dopo l'attività fisica) me lo vedevo sensibilmente più piccolo degli altri. Da lì una spirale negativa pensando di essere inadeguato (e forse anche questo ha ritardato di molto le mie esperienze con l'altro sesso). Basta fare su internet qualche ricerca seria e si ha una risposta ai propri dubbi in materia, una volta bisognava esporsi molto di più.

      Elimina
    3. Ex nerd, tu vedi le cose in modo semplicistico: parti dal presupposto che tutti siano morti di figa.
      In verità a molti piaceva allora e piace oggi lo stile di vita da Ciubbo, perché, belli o brutti che siano, preferiscono una sana bevuta fra maschi al trascorrere tempo con una donna (che, se si esclude il sesso, è spesso insopportabile).
      Magari per te è impossibile crederci, ma molti trovano sinceramente squallido andare per locali (e ancora di più chattare) alla ricerca ossessiva di una bernarda.
      Dico davvero.
      Il fatto è che spesso si cerca una ragazza principalmente per accettazione sociale; e che i tre quarti di coloro che ne hanno una, anche se amano magari dipingersi come “quelli che ce l’hanno fatta”’in realtà invidiano dal profondo chi vive come Ciubbo.
      Nella gran parte dei casi si cerca una donna non tanto (o non solo) per il sesso, ma per accettazione sociale.
      Viceversa l’amicizia (tra maschi, con le donne è molto difficile e resta poi sempre un po’ambigua) è davvero una cosa preziosa.
      Una cosa che, a differenza del sesso e dell’accettazione sociale, non si puó comprare.
      Personalmente non ho mai avuto problemi con le donne, ma onestamente se avessi il tuo stile di vita, con tutto il rispetto, mi farei ridere da solo.
      A quasi sessant’anni (come Ciubbo!) sinceramente preferisco una serata fra amici.

      Elimina
    4. @Anonimo21:58

      ma basta vedere come e quello che scrive (come si firma...) per capire che lui la validazione l'ha trovata proprio da internet (lavoro, fica, chiacchiere cogli sconosciuti, sfogo d'istrionismo).
      Negli anni '50 con ogni probabilità prima dei 25 si sarebbe buttato da un ponte della ferrovia centrando il basamento di un pilone invece del fiume sottostante.
      Ma fa niente... colpa nostra che frequentiamo 'sto club e pazienza. Pigliamoci pure i soci 'sui generis'.

      Elimina
    5. Sono anonimo delle 16.28
      Di Ciubbo ce n'era più di uno a quei tempi. Non tutti erano uguali però, di carattere. Forse Ciubbo era uno che aveva capito che la vita, molto spesso, conviene prenderla con filosofia.
      Io ho quasi cinquant'anni adesso. E vi posso assicurare che l'ipergamia e il libertinismo di allora è pressoché sovrapponibile a quello di oggi. Ma noi non avevamo ammortizzatori sociali. Le riflessioni, i pensieri divoranti, le bestemmie, tutte le sofferenze le gridavamo in solitudine davanti a uno specchio maledetto. Nessuna risonanza con gli altri, nessun confronto. Chi per intelligenza o fortuna riuscì ad ingoiare la pillola rossa, ancor prima della sua commercializzazione, si è salvato: i più sfortunati sono affondati.

      Elimina

Ciao! 😃 Grazie per aver deciso di lasciare un commento, sono contento di sentire cosa pensi del mio articolo. Prima di postare però per favore dai un'occhiata al Regolamento: