21/01/20

La Parola ai Lettori: il ''Vademecum Antizerbino''


 

Il Vademecum Antizerbino


Raccolgo qui, per il blog del Redpillatore, una vademecum orientativo "antizerbino" in otto punti per capire dove, come e quando si sta sbagliando nelle fasi iniziali con una donna. Non vedetele come azioni prescrittive o imposizioni, e nemmeno in senso assoluto. Interpretatele cum grano salis. Sappiate solo che sono punti derivati da oltre 20 anni di esperienza reale sul campo (e non a lussarmi il dito su Tinder). La premessa di partenza è fondamentale: la donna sceglie, l'uomo decide.
 1) Non insistete con una donna, né online né offline, soprattutto se comincia a fare la "preziosa". Nel giro di tre appuntamenti, la partita è chiara. Proseguire vi pone in una condizione di debolezza, e allontana pesantemente le vostre possibilità di successo. E se non risponde ad una vostra chiamata o messaggio, non insistete. E' anche quello un messaggio (non scritto) che vi sta arrivando da parte di lei.

2) Una donna che già al primo appuntamento (o anche al secondo...) comincia a guardare il suo smartphone, e magari anche mentre parla con voi, è da bocciare. Può essere accettabile che una si scusi e vi chieda di rispondere ad un messaggio urgente o ad una chiamata (ma che sia breve). Se nemmeno si scusa, fatele presente che siete usciti per passare del tempo di qualità, non per vedere il suo viso illuminato dallo schermo dello smartphone. Sappiate che ingoiare il rospo non vi assicurerà il risultato finale, ma di sicuro vi farà perdere il suo rispetto.

3) Una donna può accennarvi qualcosa sui suoi ex, ma se comincia a parlarne troppo, è un pessimo segnale. Lasciate perdere tutte le fesserie sulla gelosia indotta etc... è cattiva educazione e/o ostentazione di probabili insicurezze, oltre al fatto che potrebbe usarvi come sfogatoio emotivo. A quel punto, glielo si fa notare, spiegando che non è elegante parlare di propri ex con una persona con la quale si esce non certo in amicizia (e lì, a quel punto, dalla sua faccia capirete molte cose)

4) L'uso dei social racconta molto di voi. Più di quanto voi stessi vorreste. E viceversa. Ma se alle donne vengono perdonate tante frivolezze, per gli uomini cambia la situazione. Ergo, il consiglio è: massimo un post al giorno su Facebook / Instagram. Commenti ridotti all'osso, così come i "like". Utilizzo sobrio del linguaggio. Complimenti quasi del tutto assenti: non vi svalutate, e non gonfiate l'ego di chi vuole solo quello. A maggior ragione se una donna mostra solo lato B e décolleté. 

5) Messaggistica: si risponde non in presa diretta, a meno che non si tratti di qualcosa di urgente e, soprattutto, in fase conoscitiva non si sta per ore a chattare. Se una donna vuole parlarvi, vi incontrate e basta. Altrimenti state riempiendo i suoi tempi morti, e valete come riempitivo. Corollario a questo fatto: su tutte le piattaforme va settata la privacy al massimo. Ergo niente spunte blu su Whatsapp e via dicendo. Rispondere è educazione e piacere, non un obbligo assoluto. Tra l'altro, farete capire che la vostra vita ha una serie di impegni e priorità che non vengono messe in discussione da una appena conosciuta (segnale forte per far capire di non avere a che fare con uno zerbino o mdf).

6) La tecnica della pastura usatela quando andate a pesca. A maggior ragione sui social. I "buongiorno principessa" e "buonanotte bella" riservateli, al massimo, per una con la quale siete già almeno stati a letto. Con le donne, non funziona la pastura intensiva, checché ne dica il cugggino del procugggino. Al massimo le gonfiate l'ego e aumentate la loro autostima. E' un gioco in cui il pasturatore è in perdita, perché quando arriva il pescatore con l'amo e l'esca giusta, è lui che si prende la trota che avete nutrito (di attenzioni) fino al giorno prima.

7) Al lavoro (e nelle dinamiche collegate) o all'università non fatevi condizionare dalla bellezza di una donna. Lei userà quell'ascendente per ottenere favori da voi, e da parte sua non farà nulla per voi. Se il vostro retropensiero è quello di fare colpo, avete sbagliato. Se una donna è interessata a voi, ve lo fa capire chiaramente (e a quel punto si sposta tutto il gioco fuori dal contesto lavorativo/universitario, in campo neutro). Meglio passare per scontrosi e anche misogini (accusa evergreen) piuttosto che fare lo zerbino e il beta ally (figura molto presente nei posti di lavoro).



8) Non fate regali e non prestate soldi (prestare i soldi, non andrebbe fatto nemmeno dopo...). Al massimo, potete fare qualcosa di altamente simbolico (nel senso di elegante, se la lei di turno è ricettiva), tipo una scatola di cioccolatini o qualcosa di quel tenore al primo/secondo appuntamento, ma nulla di più. I regali già vi mettono in una posizione da zerbini, da compratori. E se è anche vero che siamo dalla parte della "domanda" per ragioni prima biologiche e poi culturali, ciò non significa che dobbiamo partecipare ad un'asta. Anche perché, da questo punto di vista, ci sarà sempre uno zerbino che potrà fare un regalo più sostanzioso...



-Stenka Razin- 
Vedi Anche:


211 commenti:

  1. Risposte
    1. Sì, e cosa ne pensano le donne? Un esaustivo articolo femminile, tratto da un sito femminile. Le donne riconoscono la comodotà di avere un uomo zerbino, sebbene lo detestino...

      https://www.unadonna.it/emozioni/uomo-zerbino-come-riconoscerlo/108371/

      Elimina
  2. Aspirante2 Blackpillato21 gennaio 2020 22:02

    Meglio morto che zerbino!😎

    Mare Rosso non avrai il mio scalpo!

    RispondiElimina
  3. Tutto condivisibile, per carità...
    Sennonché, comportandosi così solo un bello rimedierà una relazione equilibrata, mentre un brutto non otterrà nulla.
    Forse è anche meglio così: meglio soli che zerbini.
    Anzi direi che è senz’altro vero.
    Peró occorre dirselo: se è un brutto a fare il “duro”, di duro gli resterà soltanto una cosa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me, bisogna guardare al fenomeno globale per percepire maggiormente il danno che producono questi comportamenti. Anche perchè molte cose sono cambiate. L'azione di un numero sterminato di persone che zerbinano, tutti i giorni, crea danni enormi. Pretendere "almeno" rispetto reciproco non significa "fare il duro" a mio parere. Anche perchè se egoboosti una donna, al punto da renderla intrattabile, svaluti te stesso abituandola ad essere trattata come una regina e a trattarti male, poi come fai ad averci a che fare? anche ammettendo che ti "rivolga la parola" diventa molto più difficile starle vicino. Non dico che uno si debba comportare male, o non provarci con nessuna.. tantomeno rinchiudersi in casa.. semplicemente evitare comportamenti zerbinanti.
      Se un numero enorme di persone via chat, Tinder, social, Facebook, egoboostano ogni essere vivente di sesso femminile, basta che respira, persone già montate magari di loro..potranno sentirsi appoggiate e diventarlo sempre di più.
      Nei rapporti virtuali una donna può avere anche decine di finestrelle contemporaneamente. Anche quelli che non direbbero una parola a una donna di persona si scatenano in questi ambienti. Sia in termini di quantità che di qualità(molti zerbini ipogamano anche moltissimo) avrà proposte da persone di livello superiore al proprio. Di conseguenza molte tenderanno a schifare chi è di pari livello.
      Gli zerbini producono proprio questo effetto.
      Zerbinare significa fare aumentare il costo di un oggetto di scarso valore. Non è furbo. I più danneggiati dagli zerbini non sono i bellocci(che trovano lo stesso) ma proprio i "normali" "i non belli" o ancora peggio "i brutti" a mio parere.
      L'unico modo per non alimentare questo processo, è non zerbinare.
      è questo il punto.
      Il brutto che zerbina non diventa più attraente agli occhi della donna, anzi svaluta ancora di più se stesso, al massimo può essere sfruttato.
      P.s: è solo il mio modestissimo parere.

      Elimina
    2. Aggiungo che rifiutarsi di zerbinare non rende piu belli ma genera status sei un brutto ma con le palle. Quando poi le farai una cortesia le darà molto valore mentre se lo da per scontato e come proprio diritto varrà nulla. Essere un gentiluomo e essere uno zerbino sono due cose molto diverse anche a volte il comportamento è simile e induce in errore

      Elimina
    3. Condivido pienamente ogni singola parola

      Elimina
    4. Anonimo autore del commento22 gennaio 2020 17:55

      E cosa suggerireste, dunque, a un 4,5 che voglia scopare (salvo rivolgersi a una pro, ovviamente)?
      Perché è evidente che se fa il prezioso a Brad Pitt, sicuramente qualcosa combina, ma se lo fa un cesso a pedali sarà difficile... O NO?

      Elimina
    5. Secondo me zerbinando non aumenti le possibilità ma le diminuisci.
      Oltre a essere brutto perdi pure di dignità quindi vali davvero zero ai loro occhi.Non sto dicendo di ignorarle o di non corteggiarle ma al primo avviso di sentirti trattato come uno zerbino tronchi tutto

      Elimina
    6. Il 4,5 se vuole scopare si mette a lavorare su M e S: zerbinando ti autodistruggi la S, oltre a fare concorrenza sleale a uomini dotati di dignità.

      Elimina
    7. Se sei un 4,5 è meglio che cerchi di guadagnare rapidamente bei soldini e poi sarebbe anche il caso di avvicinarsi al 6: valutare un trapianto di capelli, operazioni maxillo facciali, dieta e palestra estrema (magari considerando anche l'aiuto del doping).. contemporaneamente lavorare sulla posizione sociale, ma quella vera (non il capo della compagnia degli amici alcolizzati del bar) quindi diventare un dirigente aziendale, un politico, un libero professionista di successo.
      Sennò ti trasferisci in un paese povero dell'Asia o ti porti a casa una 3.

      Elimina
    8. Scusa Roger ma se fai tutto questo per avere successo con le donne sei ancora di più uno zerbino!
      Trapianto operazioni al volto dieta palestra ( con doping!!) E tutta una carriera professionale nella speranza di scopare
      In pratica dedicare tutta la tua vita alla speranza di avere una validazione femminile se non è questo essere uno zerbino?!!
      A questo punto perfino lo zerbino classico che offre cene regali e favori diventa un esempio di dignità e indipendenza

      Elimina
    9. @Roger

      La strada più fattibile per un brutto vero da 4,5 (che poi anche qui è da valutare perchè purtroppo, potrebbe anche avere zero potenziale di miglioramento: mettiamo, ad esempio, che abbia già tutti i capelli) è quella di provare a raggiungere quantomeno il 6, facciamo anche un onesto 5,5.

      Il resto è utopia: diventare politici, dirigenti aziendali e roba del genere è roba alla portata di una percentuale infinitesima della popolazione, quindi la strada più sensata e con possibilità maggiori di successo è quella di puntare al miglioramento estetico (evitando però assolutamente il doping, proprio è follia anche solo consigliarlo per una serie di ragioni sia legali che di salute, in più conta quasi esclusivamente il VISO).

      Se non è possibile raggiungere quantomeno il 6, l'unica opzione alla portata di tutti, almeno in ambito "donne", resta sempre l'MGTOW-ing: dedicarsi a sè stessi ed ai propri interessi, godersi la vita ma lasciando completamente perdere il discorso sesso e relazioni di coppia.
      MGTOW-ing che comunque sarebbe già da consigliare dal 7 in giù, ma vabbè: qui si parla di provare a raggiungere per lo meno un livello di accettabilità che gli possa evitare le molto probabili perculate random e le pressochè certe discriminazioni palesi dovute all'aspetto.

      Elimina
    10. Essere un 4,5 dice poco se non si sanno i motivi.
      Ci sono persone alle quali basta variare poche cose per avere miglioramenti estetici, altre che per problemi di tipo osseo-scheletrico possono avere asimmetrie eccessivamente evidenti, deformità, asimmetrie.
      Il voto non dice tutto. Bisogna almeno sapere quali sono i "presunti" difetti, che influiscono negativamente sull'aspetto fisico, per poter dire qualcosa.
      Qualcuno ha un mento retruso.. altri hanno un naso che di profilo gli da un aspetto da "strega", altri ne hanno uno poco maschile etc..
      Di solito sono una combinazione di elementi a generare un viso "armonico" oppure "poco armonico".
      P.s: Il miglioramento estetico, se uno vuole seguire questa strada, penso che vada fatto prima di tutto per se stessi. Questo lo specifico sempre. Senza questa consapevolezza, si va poco lontani, anche se ovviamente anche in altri ambiti(e non solo con le donne), avere un aspetto più presentabile può avere risvolti positivi.

      Elimina
    11. @ Anonimo del 23 Gennaio

      No, no siamo fuori strada. Per me un brutto da 4,5 è uno proprio deforme. Io ne ho visti alcuni, guarda sono stato male per loro. Avevano problemi gravissimi (malformazioni scheletriche, ricordo di un ragazzo che abita dalle mie parti che è senza mandibola praticamente); in quel caso non è giusto fare una vita di merda. Io capisco il normaloide che si ritira dai giochi perché è difficile rimorchiare e si stanca. Ma il brutto vero questa possibilità nemmeno ce l'ha, vive una vita ai margini e non solo sessuali, ma anche sociali ed economici se non ha avuto la fortuna di nascere ricco. Avere un bel aspetto aiuta in tanti ambiti della vita, non solo su tinder; le nostre caratteristiche fisiche influenzano il modo in cui ci relazioniamo col mondo e come il mondo si relaziona con noi. L'autostima, la solidità caratteriale e la personalità si formano indirettamente anche grazie al nostro aspetto esteriore, altro che zerbinismo!

      @ Marco
      Un punto è già tantissimo, e a meno che un ragazzo non sia nella fascia dei 16 17 anni dove lo sviluppo ti può ancora salvare, in genere poi invecchiando si rischia di peggiorare esteticamente per cui se uno pensa che facendo la "corsetta" e mettendosi la camicia bella il fine settimana ad un tratto diventa uno splendore beh mi sa che non ci siamo.
      Il MGTOW come lo chiami tu, io lo sto praticando già da un bel pezzo.. posso dirti che dei giorni non è così male stare da soli, in altri ti senti vuoto, anche se vai a puttane una volta a settimana. Il problema è che bisogna toccare delle donne anche senza pagare ogni tanto.

      Elimina
    12. Essere ZERBINI non porta a niente... ma se un brutto comincia a tirarsela oltre ad apparire ridicolo non scoperà mai. Al massimo consiglio di evitare le compagnie di belle ragazze se si è brutti anche solo come amiche... perchè ti inacidisci soltanto a vedere tutta quella bellezza che tu non puoi avere
      Comunque zerbinare è inutile... basta comportarsi dignitosamente senza sperare in nulla ovviamente

      Elimina
    13. Rover
      Innanzi tutto dovremmo capirci sui voti ho visto dare un 6.5 a Scarlett jhoanson e un 7 scarso a Monica Bellucci ergo se le dive di Hollywood stanno si e no intorno al 7 ergo anche i divi maschi quindi i vari Clooney di caprio Pitt eccetera sarebbero si e no dei sette. A questo punto però un 4.5 è ancora uno carino o almeno normi (io sarei sotto a sto punto) uno che spicca per le deformità sarebbe a 0 non a 4.5
      Io considero il 6 come normalità (la sufficienza scolastica)un 4.5 è uno brutto ma senza deformità su un campione di 100 ragazzi 60 saranno meglio e 40 peggio
      Detto ciò è vero che l aspetto fisico è importante anche in campi diversi della vita ma allora il fine ultimo non è più la validazione femminile.
      Sarebbe come pensare che Einstein abbia studiato fisica sperando che una volta diventato famoso come scienziato avrebbe rimorchiato.
      Sarà anche successo ma non era il suo scopo ma solo un piacevole effetto collaterale

      Elimina
    14. @ Anonimo del 24 Gennaio ore 9.32

      No i divi di Hollywood sono tutti belli, non ci sono cazzi sul dare 7 a Monica Bellucci, chi dice queste cose sono alcuni dei folli presenti su un noto forum.. tutti sappiamo qual è e qui mi fermo.
      Allora il discorso è molto semplice: se vai in un bar di fighetti la sera e ti guardi un po in giro, vedi subito chi scopa e chi no, salvo rare eccezioni. Ci sono dei ragazzi visibilmente attraenti, altri proprio no. I brutti addirittura in questi posti neanche ci vanno, io ad esempio li incontro al mattino sui mezzi pubblici mentre vanno a scuola o al lavoro.
      Potrei affermare, soprattutto tra i giovanissimi, che tanti di quelli che vedo sarebbero migliorabili con i giusti accorgimenti tra i quali prendere per tempo malaocclusioni, fermare principi di calvizie, sistemare posture scorrette. Vedo ragazzi che se andassero da un dentista potrebbero avere ottimi giovamenti, come signorine giovanissime belle di viso ma tendenti all'ingrasso.. insomma per farla breve. Finche sei giovane se hai dei genitori "redpillati" magari ti portano dallo specialista giusto e ti puoi fare una vita molto più decente.. lo dico con cognizione di causa. Da piccolo avevano consigliato ai miei di intervenire sull'occlusione dentale, cosa che non è stata fatta e che mi toccherà sistemare da solo (sempre se sarà fattibile).

      Elimina
    15. @Roger

      Pure io, proprio come te, provo un'avversione viscerale per quei forum, che non solo hanno poco o nulla di redpill (al limite blackpill, ma forse manco quella), ma addirittura li ritengo i principali responsabili dell'immagine negativa che il grande pubblico si è fatto della redpill e della teoria LMS.

      Tuttavia, devo al tempo stesso affermare che effettivamente su divi e dive del grande o piccolo schermo, ci si fa molto influenzare dallo status (che crea effetto alone, come magistralmente spiegato dal Redpillatore in un articolo del blog) e dunque si tende a sopravvalutarli esteticamente.

      La Johansson, ad esempio, è in effetti una comune normocarina (le darei 6,5/7 o comunque la ritengo nè più e nè meno di una mia pariestetica, o giù di lì), mentre alla Bellucci un 7 glielo possiamo dare tranquillamente, per quanto possano valere 'sti voti dato che pare che ognuno abbia la sua scala personale: diventa tutto arbitrario e sarebbe meglio fornire giudizi di massima tipo "normale", "brutto/a", "carino/a" o "bello/a" piuttosto che sparare dei voti un po' a caso che spesso risultano in parte soggettivi e/o sensibilmente influenzati da status, money e score sentimentale/sessuale.
      C'è anche il caso diametralmente opposto, quello dei "falsi belli": ragazzi oggettivamente più che decenti come aspetto, ma che alcuni valutano al ribasso causa scarso status e/o vita sessuale ridotta all'osso se non proprio nulla.
      Sono persino stati fatti "esperimenti empirici" a riguardo.

      Tornando ai divi di Hollywood, Clooney non arriva affatto all'8, sarà sul 7/7,5 oggettivo (ha alcuni lievi difetti nella struttura facciale, per esempio il terzo inferiore ed in parte la zona malare), mentre nel caso di Brad Pitt in effetti siamo sull'8/8,5 o comunque in presenza di uno strafigo a tutti gli effetti.
      I suoi corrispettivi femminili sono certe modelle tipo Bianca Balti o Adriana Lima.

      Un 9 lo darei invece a Doutzen Kroes, o a supermodelli maschili come Gandy e Sean 'O Pry.
      Il 10 poi non esiste in natura, è un valore di L del tutto teorico, a meno di non tirare in ballo ipotetici androidi asimoviani in tutto e per tutto perfetti :D

      Elimina
    16. Scusa Marco prova a uscire andare nei supermercati nei bar nei centri commerciali per strada....quante ne incontri al livello di Scarlett Jhoanson o di Monica Bellucci? Allo stesso modo al maschile
      Il mondo reale non è fatto di modelle/i ma di persone spesso in sovrappeso (in USA obesi) che senso ha la tua scala di valori?

      Elimina
    17. Seri problemi di vista: la Bellucci ha 55 anni, se la vedi da un metro scappi. La Balti per carità, è un'acciuga di 180 cm con una voce da demente (vi basate sulle foto D&G poveri voi, quelli renderebbero scopa bile Rosy Bindi). Brad è l'unico all'altezza del suo mito perché passa la vita in palestra. Clooney è un uomo affascinante e intelligente oltre la media ma ha più rughe di Yoda. Smettetela di smanettarmi su foto professionali e comparsate tv: la realtà è sorprendente.

      Elimina
    18. Il problema è che quei modelli trasmessi dai media influenzano anche la vita sociale.
      Marco

      Elimina
    19. @Anonimo 26 gennaio 2020 13:58

      In giro se ne vedono tranquillamente a livello della Johansson, anche se chiaramente non si parla di una netta maggioranza, trattandosi comunque di un'estetica già sopra la media (ma ribadisco, in maniera non così sensibile: si parla di un livello "normocarino" e relativamente comune, io stesso potrei essere un pariestetico della Johansson in base a come sono stato valutato, ma anche confrontandomi con il livello medio dei miei coetanei, che appunto sono sovente in sovrappeso e/o con lineamenti "sfatti").
      A livello della Bellucci forse ne vedi un po' meno, ma non sono manco delle rarità assolute.

      Ripeto, sui divi della TV o del cinema i giudizi estetici spesso non sono del tutto oggettivi, dato che ci si fa influenzare dallo status e dunque si tende a sopravvalutare esteticamente (c'è pure gente che ritiene "figa" una come Miley Cyrus e "gnocco" Ed Sheeran, per intendersi), senza poi contare il giusto appunto che è stato rilevato poco sotto: le loro foto sono spesso professionali, ritoccate, in più queste persone si presentano in pubblico con trucco pesante, soprattutto le donne VIP ma in parte anche gli uomini.
      Lo stesso meccanismo, come scrivevo sopra, si verifica in senso diametralmente opposo nel caso dei cosiddetti "falsi belli": basso status, vita sessuale nulla, ergo alcuni votano al ribasso facendosi influenzare da questi fattori per failo effect, quindi il giudizio estetico perde anche qui di oggettività.

      Poi è indubbio che il mondo reale è fatto anche da gente con evidenti e conclamate disarmonie facciali e/o con problemi di sovrappeso (e questi sono i sub6 o comunque sotto media, generalmente), se non fosse così dovremmo fissare la "sufficienza" a 7, cosa ovviamente non fattibile in quanto si tratterebbe di una distorsione della realtà e l'oggettività delle valutazioni andrebbe proprio a farsi benedire definitivamente: questo però è un altro discorso.

      Elimina
    20. @ Anonimo 22 gennaio 2020 17:55
      "E cosa suggerireste, dunque, a un 4,5 che voglia scopare (salvo rivolgersi a una pro, ovviamente)?
      Perché è evidente che se fa il prezioso a Brad Pitt, sicuramente qualcosa combina, ma se lo fa un cesso a pedali sarà difficile... O NO?"

      Hai travisato il senso dell'articolo.
      L'articolo non invita a fare i preziosi o a tirarsela. Non c'è scritto che se lei ti manda il buongiorno, devi ignorarla. O che se ti accenna a un evento a cui le piacerebbe partecipare, devi troncare la conversazione di botto.
      L'articolo invita piuttosto a non sovrainvestire su una persona. Le mandi il buongiorno per 2 giorni di fila e non ti risponde? Il terzo giorno leggiti il giornale al mattino, piuttosto che scriverle il terzo buongiorno di fila a cui, ovviamente non seguirà risposta. Le scrivi un messaggio di 10 righe e lei ti risponde con un laconico "Si" ? Investi di meno, scrivile 5 parole contate (purchè in italiano e di senso compiuto) visto che è troppo sforzo per lei scriverti più di una sillaba.
      Le scrivi al mattino e ti risponde la sera? Fai altrettanto tu. Aspetta, non risponderle dopo 5 secondi. Il tuo tempo è prezioso non meno di quanto è prezioso il suo.
      Ti accenna a un evento a cui vorrebbe partecipare? Cogli la palla al balzo e invitala.

      E' il solito problema della calibrazione, la differenza tra corteggiare e zerbinare, tra investire e sovrainvestire. Perchè tra fare lo zerbino che le corre appresso ogni santo giorno e le dice sempre Sei belissimaaaAAaAA! (illuminante la similitudine della pesca con la pastura), e l'indifferente che neanche la saluta se gli sbatte sotto il naso, ci sono mille vie di mezzo.

      Elimina
  4. Bell'articolo, ma l'immagine è fuorviante: andrebbe sostituita con una lumaca flaccida più confacente alla femmina italica.
    Goffredo

    RispondiElimina
  5. Punto 6 TOP! Adoro la similitudine con la pesca, l'ho sempre usata anche io in fatto di donne.

    Sul punto 2 avrei qualche piccola postilla.. ci sono delle disadattate che hanno sempre il cellulare in mano, è una malattia (di cui tra l'altro ne sono affetti tutti, uomini e donne di ogni età e estrazione sociale, basta farsi un giro al mattino sui mezzi pubblici per vedere tutte teste inchinate a rincoglionirsi davanti a uno schermo).
    Per esperienza personale, se vogliono usare il telefono in mia presenza possono anche farlo. Ci sono state 2 ragazze con cui sono stato che mentre erano con me stavano massaggiando a altri probabili pretendenti. Me ne sono sbattuto altamente, anche se ammetto che è una cosa che mi da tremendamente sui nervi. By the way, sono riuscito a scoparle la prima sera. Dal punto di vista umano che dire.. ormai una volta ficcato per un po di sere tendo a sparire. Ho anche provato ad instaurare una qualche forma di relazione: tempo sprecato. Ricatti morali, messaggi infiniti (e "stasera visto che non sei stato bravo niente sesso per ripicca"), la ricerca continua di un pretesto per litigare.
    Il mio consiglio è questo: con le ragazze nuove resistete una o due sere.. se vedete che c'è margine per fare qualcosa continuate. Se la cosa vi puzza fin da subito e non vi piace come sta andando lasciate perdere.. se sono interessate si rifanno vive eccome.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "By the way, sono riuscito a scoparle la prima sera"
      "ormai una volta ficcato per un po di sere tendo a sparire"

      Bravo, hai vinto la gara a chi ce l'ha più lungo su internet.

      Elimina
    2. Aspirante blackpillato22 gennaio 2020 15:30

      dici che ha fatto anche anal?

      Elimina
    3. UNa domanda per Roger22 gennaio 2020 16:38

      Ciao Roger , che piattaforma\ e online usi per conoscere ragazze\donne?
      Ti chiedo anche se riesci a fare degli esempi pratici dell'interessante concetto del ricatto morale o emotivo

      Elimina
    4. Rispondo a @Una domanda per Roger

      Usavo tinder fino a 2 anni fa. Poi basta, non ne valeva la pena. Un sacco di tempo speso, ho rimediato solo una ragazza con la quale mi sono frequentato un po di mesi. Piuttosto di stare su tinder ormai preferisco leggermi il Redpillatore, mi rilassa di più dopo il lavoro.
      Quello che succedeva a me: ho sempre preferito giocare facile con le donne. Non ci ho mai investito troppo tempo e denaro dietro (a parte quando avevo 20 anni, tornassi indietro mai più). In genere, ho notato che se anche riesci a fartela dare subito e stai con il coltello dalla parte del manico (prendiamo il caso che tu stia ipogamando ed esci con una bruttina o magari carina ma sfigata) riesci ad ottenere sesso velocemente finché è infatuata. Il sesso peró lei lo usa anche come arma di ricatto: sapendo che per noi maschi è una droga potentissima, sta pure certo che arriverà il giorno in cui ti dirà "no, usciamo peró voglio stare tranquilla, solo coccole stasera". Lí se accetti sei fottuto. Quando una ragazza con cui esco comincia con quei discorsi so già che è finita e sto per finire ingabbiato, inzerbinato, cornificato e umiliato (ordine non casuale).

      @ a Mario Bianchi e blackpill
      Ok :) però ribattete con qualche considerazione, senza frasette per far partire inutili flames.
      Peace

      Elimina
  6. Osservatore Romano21 gennaio 2020 23:43

    Sante parole.

    E' lei che deve partecipare all'asta. La mia.

    RispondiElimina
  7. Consigli per lo più saggi, ma credo che il vademecum non sia esaustivo e tenda a restare sul vago.

    Qualche postilla un po' più "concreta":
    - mettetela un po' alla prova, cercando di chiederle di venirvi incontro. Se abitate in una grande città, proponetele di trovarvi direttamente sul posto, soprattutto se a metà strada e raggiungibile coi mezzi pubblici (peraltro, se ci si conosce tramite il web, una tizia saggia alla prima uscita dovrebbe preferirlo, se non altro per evitare il rischio stalker). E se alla terza, max quarta uscita non prova neanche a contribuire al conto, a meno che voi non siate molto più danarosi di lei, dovrebbe scattare il campanello di allarme...
    - per le prime uscite, "volare bassi". Niente posti o attività troppo costose, anche se fossero alla vostra portata. Insomma, niente ristorantino di pesce con conti a tre cifre o posti in poltronissima al teatro, ma pub alla buona e posti in galleria. Se lei è interessata soprattutto alla vostra compagnia, apprezzerà lo stesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu sei uno zerbino di prima categoria se credi che quelle cose non siano scontate...

      Elimina
  8. Trovo che lo zerbinismo sia uno dei problemi più sottovalutati del nostro tempo ed è trasversale a quasi tutti gli ambiti di vita della persona. Il problema di fondo è la scarsa considerazione di sé che si pensa possa essere bilanciata da un eccessivo bisogno di compiacere l'altro, sia esso la donna, l'amico o anche il datore di lavoro. Questa svalutazione continua trascina l'umanità in un livello di riconoscimento sempre più basso, elevando al tempo stesso chi si "ribella" alla logica buonista al rango del re degli stronzi. Non vuoi una donna che ti usa come bancomat? Sei un misogino. Non vuoi un lavoro che ti sfrutta? Sei choosy. Non vuoi sentire tutti i lamenti degli amici? Sei un insensibile. Questa patina di altruismo è perbenismo è appunto una mano di bianco che nasconde un muro marcio, però è l'atteggiamento che va per la maggiore. E guai a non ringraziare quando ti trattano da schifo, se no sei pure un irriconoscente. Sconfiggiamo lo zerbinismo, ne guadagneremo a tutti i livelli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutto quello che menzioni è la DITTATURA DEL "POLITICALLY CORRECT"

      Elimina
  9. Henri de Toulouse-Lautrec22 gennaio 2020 05:47

    cosa significa "beta ally"?

    RispondiElimina
  10. Personalmente ho sempre fatto ció che viene consigliato nell’articolo, perché ritenevo che la dignità sia un bene non negoziabile.
    Però, ragazzi, devo anche dire che essendo brutto (ora un 3,5, in passato anche un “vertiginoso” 5) non ho combinato quasi nulla.
    Se escludo le pro, ho avuto esperienze sessuali solo con due donne.
    Mi resta il dubbio, ora che mi sono ritirato dal mercato, di cosa sarebbe successo se avessi accettato qualche compromesso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il compromesso è perdente in partenza e ti qualifica come persona per bene. Avresti dovuto usare la parola "opportunista". Gli opportunisti non scendono a compromessi poichè vedono ogni loro atto come un avvicinamento alla meta finale...

      Elimina
    2. Ti saresti ritrovato a dover mantenere una cessa isterica con tanto di pargoli non tuoi, ecco cosa sarebbe successo, non hai perso niente.

      Elimina
  11. Tutto condivisibile per carità, anzi dirò di più, mi salvo il link ma semplicemente per farlo leggere al mio primogenito tra un tre/quattro anni, vale a dire quando sarà ormai entrato da tempo in piena età adolescenziale, meglio conosciuta come il periodo più oscuro della propria esistenza per via della tempesta ormonale che si scatena nel proprio corpo e il suo contemporaneo cambiamento che ne deriva. Ecco, questo scritto può essere letto dai teeneger ma, ahime, non verrà capito, nemmeno se lo leggessero centinaia di volte dato che la "conoscenza della quotidianità"(vale a dire il saper vivere) soprattutto a quell'età, si fonda "sull'esperienza, sulla pratica diretta sul campo, sull'empirismo (se si vuole usare una parola più forbida)". La mia idea è, quindi, fargli "sbattere il grugno"(altro modo per definire empirismo) un paio d'anni per poi fargli leggere questo topic sperando che faccia poi il parallelo tra "la sua personale prova sul campo(mi riferisco all'esperienza che acquisirà di suo)" con le soluzioni suggerite dal topic sperando così che trovi "la quadra", qualora ancora non fosse riuscito per proprio conto. Perché parliamoci chiaro, zerbini in età adolescenziale lo siamo stati tutti, il problema è riuscire a capire in un tempo ragionevole, quindi non a 30/35 anni, come risollevarsi dal proprio stato di zerbinismo. Anche perché, e concludo, persino un incel a 35 anni la quadra l'ha trovata da un pezzo anche se magari con altri metodi.

    RispondiElimina
  12. Il punto 7 in particolare è importantissimo. Le donne fanno carriere e sono avvantaggiate fin dall'università da uomini zerbini che lavorano al posto loro: ho saputo di ricercatori universitari che hanno redatto la tesi a laureande senza poi ottenere alcunché da loro e queste ultime si vantavano con le amiche di aver zerbinato gli uomini con il proprio fascino.

    RispondiElimina
  13. Mah, io non sono molto d'accordo con tutto questo, anche se naturalmente sono contrario agli zerbini. Secondo me questi discorsi possono valere per i 6 e parliamo dei 6 in LMS, tutti e tre i fattori. Se sei ricco non hai hai bisogno di scervellarti, le ragazze si adeguano a te, stessa storia se sei bello, in pratica un 7 (7,5 e 8 non ne parliamo) può tranquillamente leggere tutto questo, farsi una risata e darti del matto, tanto loro trombano uguale. Se sei brutto e povero o comunque brutto ed economicamente nella media, suggerirti di fare il prezioso fa ancora più ridere, chi accidenti ti caga? Per questi motivi ritengo che il pubblico che può trarre beneficio da certi consigli è composto da 6 e forse (in qualche caso) da 5,5/5,75.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo perfettamente, ed in più bisogna dire che si possono attuare solo con ragazze sotto al 6, perchè una ragazza di un certo livello appena vede l'attuazione di queste contromisure semplicemente passa al prossimo candidato più incline allo zerbinismo...
      Questi consigli sono validi praticamente solo per uomini dal 6 in giù per tentare di tenere sotto controllo donne dal 6 in giù, o addirittura dal 5,5 in giù...

      Elimina
    2. Infatti. Non ho capito cosa si è fumato il Redpillatore per pubblicare roba PUA.
      Se i fattori discriminanti sono LMS, cosa c'entra quello che è scritto nell'articolo? Un bel nulla.

      Elimina
    3. Anonimo di sopra: puoi essere messo bene a LMS e zerbinare lo stesso perchè sei scemo. I consigli riportati sono utili ai blupillati o agli scemi (ad occhio, il 70% buono della popolazione maschile).

      Elimina
    4. Anonimo delle 20:22, non hai capito la teoria LMS.
      Se hai LMS a sufficienza, non importa cosa fai. Se zerbini, viene visto positivamente, se invece non hai LMS, lo stesso identico comportamento viene visto negativamente.
      Ergo, quello che è scritto nell'articolo, non ha valore, esattamente come tutte le scemenze PUA.

      Poi, che il 70% degli uomini siano "scemi", te lo puoi tenere per la prossima conferenza femminista a cui parteciperai.

      Elimina
    5. Blupillati il 70? Magari, si aggirano come minimo sul 90. Ad ogni modo parliamoci chiaro, certe tecniche (PUA etc) ti aiutano se sei sul 6, ma sotto la media estetica non te ne fai niente, un qualsiasi 7 pur imbranato (rari) cucca molto più di te.

      Elimina
    6. Scusate però, a me pare che l'articolo non abbia un taglio "PUA": vuole solo consigliare come non cadere nello zerbinismo per non perdere dignità e rispetto di se stessi, non dice che se non si zerbina si avrà automaticamente successo con le donne. Tra l'altro se anche un tizio con alto LMS cuccasse zerbinando perché molto insicuro e sottomesso, verrebbe preso in giro da tutti per il suo atteggiamento... non ci fa una bella figura insomma.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    7. @Rossi, impara la matematica: il 5% sono gay, il 10% sono il top-tier che non deve chiedere mai, il 15% over 70 che, se permetti, non partecipano al gioco, o mgtow o gente che sa stare al mondo (aka redpillati).

      Elimina
    8. @anonimo delle 4:56

      io ho le prove, e sono rimasto pure basso; tu hai le chiacchiere senza nemmeno il distintivo

      se la gran parte degli uomini non fosse scema il femminismo manco esisterebbe (calcola che negli anni '60 il 99% dei giornalisti - única fonte di informazione - erano uomini)

      Elimina
    9. Intanto, mostra queste "prove", altrimenti le chiacchiere son le tue.

      Zerbinare è una strategia riproduttiva, ed è un'alternativa alla competizione fisica diretta, che è quella che si vede nel mondo animale.
      Lo "zerbinismo", che in altri tempi era chiamato corteggiamento, galanteria, e mostrare le proprie risorse, funzionava quando le donne erano costrette a scegliere un uomo perché bisognava sposarsi eccetera eccetara, cose dette e ridette.

      Ora si chiama "zerbinare" perché le donne possono fare il bello e il cattivo tempo, e gli uomini si espongono in modo esagerato. Infatti si dice anche jestermaxxare, ovvero fare il giullare.

      Quindi, visto che la strategia una volta funzionava, molti uomini che ora non la vedono funzionare più, calcano la mano, ma non per questo sono "scemi", semplicemente non hanno capito la pillola rossa, perché sono blupillati dalla nascita.
      Al massimo sono ingenui, non scemi. Togliere il lavaggio del cervello della blupill può richiedere molto tempo.

      Altrimenti come elimini la competizione dei chad? Si torna alle mani? Si va in giro a spaccare la faccia a tutti quelli che assomigliano ai modelli? A me pare che questo sarebbe non solo da veri scemi, ma anche da criminali.
      Seguire i consigli blupill è la cosa più razionale, non da scemi, finché uno non capisce che i meccanismi relazionali sono diversi da quello che ci si sente dire per tutta la vita (cioè la blupill).

      Poi se a te va di insultare tutti perché così il tuo post suona più edgy, accomodati.

      Elimina
    10. @ Anonimo 13:34
      L'articolo non ha un taglio PUA, ma tutte le volte che si parla di comportamento o personalità, come se questi fossero determinanti, è sbagliata la premessa (ed è la stessa che hanno i PUA).

      "se anche un tizio con alto LMS cuccasse zerbinando ..."
      Anche tu non hai capito la teoria LMS. Un chad che si comporta da gentiluomo, viene visto positivamente. Un brutto che fa la stessa identica cosa, invece viene visto come zerbino. Capito?

      Elimina
    11. @anonimo 21:01

      trovi le prove che ti servono davanti allo specchio.

      Elimina
    12. @Anonimo delle 21:22

      Allora non mi sono spiegata io. Riprovo sottolineando i punti chiave.
      L'articolo parla sì di comportamento, ma NON AI FINI di cuccare. Mette in guardia dal fatto che zerbinando, oltre che non ottenere nulla (se sei brutto non avresti ottenuto comunque - > la redpill non è smentita), ti poni anche in una condizione di disagio.
      Poi: zerbino è diverso da gentiluomo.
      I comportamenti descritti nell'articolo sono zerbinismo (insistere quando palesemente non c'è storia, accettare che la commensale passi più tempo al cellulare che ad ascoltare te, fare complimenti smodati e favori non per amicizia,... Ho riserve solo sul punto 5, lo scriversi tanto prima di vedersi può dipendere anche dalle circostanze, e comunque non vedo cosa ci sia di zerbinesco in questo). Essere così sottomessi rende ridicoli AGLI OCCHI DEGLI ALTRI UOMINI anche i chad - che però probabilmente conoscono meglio le donne, sono più sicuri e non cadono in questi atteggiamenti.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    13. Qualcuno ancora non ha capito che sopra il 7 sono le donne che zerbinano te, altro che tempi tattici nel rispondere ai messaggi e tutto il resto.

      Elimina
    14. @Mario Rossi: non sempre è così... Ci può stare anche il caso del 7 o addirittura oltre che si fa avanti con la 6-6.5, credendo che la conquista sia assicurata, ed invece ci prende un palo. Il 7 penserà "questa se la tira... ma a chissà chi pensa di poter ambire...", mentre magari la 6-6.5 pensa "questo può avere molto meglio di me... finirà sicuramente per scaricarmi nel giro di poco per un'altra o per tradirmi".

      Elimina
    15. @ Anonima:
      "zerbino è diverso da gentiluomo"
      Lo dico per l'ultima volta e mi ritiro dalla discussione: non hai capito la teoria LMS o la stai interpretando come fa comodo a te.
      Mi va benissimo se hai una teoria migliore, ma prima devi capire e smontare quella esistente. Per ora stai dicendo cose senza senso.

      Elimina
    16. Condivido in pieno che il gentiluomo e lo zerbino siano due cose diverse e sottolineo che a mio avviso corteggiare e zerbinare sono due cose diverse.
      Purtroppo però sono cose che si confondono tra loro
      I corsi PUA mi sembrano una truffa ma nella loro filosofia vedo cose giuste e interessanti in particolare il distacco emotivo dal risultato
      È inutile ripetere che ciò che conta è LMS siamo tutti d accordo su questo resta il fatto che ognuno ha l LMS che si ritrova MadreNatura già dato queste carte e con queste carte dobbiamo giocare ci piaccia o meno
      Quindi non rimane che vedere di giocarle al meglio perché deprimersi e lamentarsi di non essere un chad non migliora per nulla la situazione

      Elimina
  14. Un articolo interessante, con consigli e spunti.
    Mi permetto di sintetizzarlo con il mio mantra. "Tratta le donne come se fossero uomini"
    Con un uomo insisteresti se facesse il prezioso, fosse soltanto per bere un caffè in un bar? No
    A un uomo continueresti a scrivere whatsapp se le risposte tardassero ad arrivare o non ti rispondesse? No
    A un uomo faresti regali e presteresti denaro? No
    Da un uomo ti faresti sfruttare senza avere nulla di concreto in cambio? No
    Durante un uscita tollereresti che usasse spesso lo smartphone? No

    Se le risposte fossero dei SI', lui ti disprezzerebbe e saresti considerato uno zerbino sfigato SENZA DIGNITA'. I nostri comportamenti influenzano ciò che le persone pensano di noi, a prescindere che siano uomini o donne...

    RispondiElimina
  15. Cit: "6) La tecnica della pastura usatela quando andate a pesca. A maggior ragione sui social. I "buongiorno principessa" e "buonanotte bella" riservateli, al massimo, per una con la quale siete già almeno stati a letto."
    Assolutamente condivisibile. Non ha senso chiamare principessa una persona che neanche si conosce, significa mettersi in una posizione di inferiorità ancora prima di conoscerla. Da un punto di vista "globale", visto che lo fanno una miriade di persone tutti i giorni, significa egoboostare all'infinito, ogni persona di sesso femminile o quasi..(spesso lo vedo fare anche verso donne di livello anche basso)
    Anche il punto 8 è ovvio.
    Per esempio: ho visto offrire cene costose, a una persona che nemmeno si conoscono, come fanno molti, e poi andare "puntualmente" in bianco.. Significa "cercarsela" la presa in giro, a mio parere.
    Quale persona con un minimo di buonsenso offrirebbe soldi a un perfetto sconosciuto o semi-sconosciuto? Al massimo si può essere visti come "potenziali compratori", ma in quel caso, anche se "per assurdo" uno volesse questo, in particolare in paesi sviluppati occidentali, bisogna essere molto benestanti.. un politico.. un chirurgo di fama internazionale..
    Ho visto operai svenarsi per farlo.. l'unica cosa che ottenevano, oltre ad andare in bianco è farsi prendere per il culo e scroccare le cene.. Un operaio non verrà "mai" visto come "compratore" nelle mie zone, per esempio, eppure tanti fanno questo errore. Sbagliano doppiamente. Al massimo può venire visto un "povero ingenuotto" ed essere sfruttato per chiedergli favori e regali. Tutto questo non ha certamente effetti positivi sull'attrazione. anzi...
    Del resto, una ragazza può pensare: se questo è così "poco furbo" che offre cene costosissime a sconosciute, lo sfrutto e poi vado con "chi mi piace".
    In generale, usare regole di pseudo-cavalleria in una epoca nella quale molte donne sono fra l'altro più emancipate di altri uomini, non ha proprio senso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Non ha senso chiamare principessa una persona che neanche si conosce" (...) "lo fanno miriadi di persone".. ma CHI lo fa? Non credo un ragazzo giovane o comunque un uomo con un minimo di intelligenza. Lo fanno i "cinquantenni buongiornissimo caffèee" oppure i disadattati... veri o finti (l'altro giorno ho visto un video del famoso Enrico Pasquale Prattico'che parlava al telefono con una mai vista chiamandola principessa e cucciolotta, ma era chiaramente un atteggiamento ridicolo). Questo genere di cose non egoboosta proprio per niente perché fatto da personaggi strani, poco "centrati"... Anche per voi uomini non credo conterebbe molto se vi fa complimenti spudorati una donna con qualche disagio intellettivo o una vecchia ninfomane, no?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    2. Hai una pessima reputazione dei cinquantenni😀

      Elimina
    3. @Anonimo delle 20:38

      Non parlavo dei cinquantenni in generale, ma di quelli che fanno uso smodato e sconclusionato dei social, zerbinamenti compresi (i "buongiornissimo kaffe', appunto 😅)
      I cinquantenni che conosco per fortuna sono quasi tutti esenti da questo" morbo".

      Anonima Gardaland

      Elimina
    4. No, si tratta di due cose diverse. I cosiddetti buongiornissimo caffè sono un fenomeno relativamente più recente. Da quando molte persone anziane usano whatsapp, alcuni giovani usano questo modo di dire per prendere in giro i messaggi (spesso di auguri), che durante la giornata questi mandano. (è una presa in giro un pochino ipocrita perchè anche giovani scemenze ne inoltrano a volte.. vabbeh lasciamo stare questo).
      Molto spesso vengono usati nelle chat di gruppo di Whatsapp, o per fare pseudo-auguri e vengono mandati anche da donne, nwl 99% dei casi inoltrati da persona a persona. Non sono loro i mittenti in diversi casi.
      Lo zerbinamento di cui parlava l'articolo invece è un fenomeno molto più vecchio, riguarda (purtroppo) persone di tutte le età, ed agisce in un contesto completamente diverso(soprattutto app di incontri), con scopo di "rimorchio" in contesti specifici. La maggior parte degli zerbini non è detto che siano disadattati.. moltissimi non lo sono per niente. Sono più che altro ingenui, ai quali è stato insegnato che devono comportarsi in un certo modo per trovare "l'amata" o per altri motivi di pseudo-cavalleria..e si comportano di conseguenza. I complimenti esagerati ai quali faceva riferimento l'articolo, che io ho riportato in parte, e condivido pienamente perchè li ho visti usare da persone di tutte le età, fanno parte di questa ultima categoria. Poi ci possono essere anche cinquantenni che lo fanno.. ma non è per niente detto.

      Elimina
    5. @Van

      Io di giovani che si comportano con cavalleria non ne conosco. Mi baso su cose viste sui social, ma non rivolte a me direttamente (ho il profilo chiuso e comunque non sono mai stata contattata da sconosciuti, poi non posto granché quindi nemmeno i conoscenti mi commentano, tanto meno in quel modo). Da quel che ho visto o sentito riferire, le tipologie di chi commenta esagerando sono quelle che dicevo (ho notato anche ragazzi di origine straniera). Di cosa succede nelle app di rimorchio però non so nulla, non conosco nessuno che le utilizzi: forse lì ci sono davvero tanti giovani ingenui che altrove non zerbinano ma in quel contesto sì, boh.

      Anonima Gardaland

      Elimina
  16. Il punto 2 è importantissimo. Uscire con una persona che già al primo o secondo appuntamento, guarda continuamente il suo smartphone, non ha assolutamente senso.
    A quel punto "per assurdo", è mille volte meglio "uscire da soli" fra l'altro. Tanto se lei con la testa è da un'altra parte, siete "soli" lo stesso. Almeno andate dove volete e siete liberi.
    Io, se esco con una persona che rispetto, il cellulare lo lascio in tasca... a volte tolgo addirittura la suoneria lascio la vibrazione se dobbiamo parlare, al massimo posso guardare ogni tanto se ci sono messaggi importanti. Se non si tratta di emergenze evito anche le chiamate nei limiti del possibile.
    Passare un'ora in un locale o ristorante con una persona e nel frattempo chattare per i fatti propri.. significa non dimostrare nessun rispetto per quella persona e nemmeno interesse a stare con lui.
    Questo consiglio mi sembra solo buonsenso. Altrettanto zerbinante e inutile è cercare di iniziare discussioni con una persona, che davanti a voi, usa solo il cellulare e risponde a monosillabi. Molto meglio salutarla e andare altrove(ovvero lasciarla sola col suo cellulare..)
    Se ha un minimo di capacità di autocritica capirà il motivo per cui lo avete fatto. Almeno non si perde il rispetto per se stessi. Idem se parla troppo del proprio ex, oppure, ancora peggio, se vi usa come "confessori" disinteressandosi di voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se una sa fare pompini come si deve può smanettare al cellulare come preferisce. Peccato la prima cosa sia rara e la seconda diffusa.

      Elimina
    2. Il problema è a chi li fa....se li fa ad un altro e non a te non è che ci guadagni molto

      Elimina
    3. Anonimo poco furbo: per capire se è brava li dovrebbe fare a te. Cioè a me, perchè tu non sembri in grado di apprezzare.

      Elimina
    4. Anonimo pane e volpe se quando è con te chatta con un altro probabilmente li farà a lui...tu avrai il privilegio di pagare cena...ma se tu apprezzi va bene cosi

      Elimina
    5. Anonimo imbarazzante: se li fa bene dopo averli fatti a me può farli a chi le pare, mica ho un contratto di esclusiva.
      Però ti ripeto che per scoprirlo me li deve fare. A me, tu al massimo paghi la cena perchè c'ha l'M alto.

      Elimina
    6. Buon per te allora si vede che hai molto L.

      Elimina
  17. il modo migliore per non essere zerbini, in qualunque contesto, consiste nel non regalare mai niente a nessuno... il proprio tempo e soprattutto il proprio denaro. ma alla base di tutto sta la consapevolezza della propria dignità. aggiungo che continuare a lamentarsi dello squilibrio tra domanda e offerta o dell'effetto nefasto dei social network (tutte cose vere) non serve a nulla, se non a demolarizzarsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @black wolf

      Scusa il commento o.t. ma leggendo il tuo refuso nell'ultima parola non ho potuto fare a meno di ridere, ne esce la suggestiva immagine di qualcuno che di lamento in lamento perde i denti 😅

      Anonima Gardaland

      Elimina
    2. e quando sei demolarizzato sono cazzi acidi (battuta per i chimici)

      Elimina
    3. @ Anonima Gardaland
      in effetti il refuso rende megio l'idea della parola corretta :-)

      Elimina
  18. Cit: "aggiungo che continuare a lamentarsi dello squilibrio tra domanda e offerta o dell'effetto nefasto dei social network (tutte cose vere) non serve a nulla, se non a demolarizzarsi" spiego meglio perchè ho scritto questo... o uno sta serenamente fuori dai giochi, si gode la sua vita e agli effetti nefasti di tinder & co non lo tangono... oppure se uno vuole giocarsela pensare a queste cose potrà solo far pedere coraggio, indurre a svalutarsi e quindi a predisporsi ad essere zerbino.

    RispondiElimina
  19. “...checché ne dica il cugggino del procugggino...”
    Penso che un ipotetico nono punto potrebbe essere:
    9) Non date retta ai perditempo da bar che raccontano cazzate a nastro e dispensano consigli di seduzione come se fossero dei playboy navigati. Se non hanno di meglio da fare che stare al bar a dire minchiate per gran parte del loro tempo libero, evidentemente un motivo c’è...

    RispondiElimina
  20. Ci sono delle azioni che un Governo dovrebbe fare a livello legislativo per la collettività e altre che dovrebbe fare il singolo. Questi comportamenti appartengono alla seconda sfera.
    Sostengo da tempo che l’educazione emotiva e sessuale dovrebbero far parte di un sistema educativo efficiente. E conoscenze come quelle presenti in questo vademecum dovrebbero essere imparate già a 14 anni.

    Se i ragazzi avessero la possibilità di ingurgitare la pillola rossa già a 13-14 anni il mondo intero sarebbe migliore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uomodimondo, il problema è che la pillola rossa contrasta nettamente con i dettami del femminismo, che campa sulla perenne vittimizzazione della donna e dato che il femminismo impera, non permetterebbe mai che venisse raccontata la verità.

      Elimina
    2. @Unutente

      Il femminismo e la vittimizzazione della donna non c'entrano niente, qui si parla di educazione sentimentale e al rispetto di se stessi (anche le donne tra l'altro possono zerbinare, in maniera simile o diversa).

      Anonima Gardaland

      Elimina
    3. Anonima, invece c'entra. Perché l'educazione sentimentale a ragazzi di 14 anni chi dovrebbe fornirla, se non la famiglia e la scuola? Ma dato che al giorno d'oggi assistiamo ad un perenne bombardamento sulla violenza sulla donne, sulla società patriarcale brutta e cattiva ecc ecc, tutto questo andrebbe (ma già lo sta facendo) ad influire sull'educazione sentimentale. Lo vediamo già dai media, se al grande fratello, programma trash, crea scandalo salvo che in maniera goliardica si rapporta indirettamente ad una ragazza, tanto da essere squalificato, ma non accade la stessa cosa quando una donna lo accusa di stupro virtuale, o dice di un altro che ha la faccia da assassino e non succede nulla, ecco che il messaggio è bello chiaro: "tu uomo, devi esprimerti in un certo modo, se la ragazza in questione è mezza nuda devi guardarla, si, ma con contegno ecc, mentre tu donna fare pure ciò che vuoi".
      Questo atteggiamento si riverbera in ogni aspetto, stiamo assistendo ad una femminilizzazione della società e se la corretta educazione è femminile, ne consegue che sarà sbilanciata da un lato.
      Vedrai che gli incel e gli uomini medi, saranno sempre più ignorati.

      Elimina
    4. Non solo, due anni fa c'era il tizio che diceva che aveva "l'agendina" con le tipe che si era fatto ma essendo uno figo è passato tutto come una goliardata, a Salvo non solo hanno rovinato la vita ma leggendo vari commenti in giro tante persone gli hanno dato del cesso per insultarlo.
      Ormai il messaggio è chiaro, la donna può dire e fare quello che vuole, l'uomo è punito per ogni cazzata ma se è bello al massimo una strigliatina e finisce li, se non lo è o si limita a fare il pagliaccio innocuo (scordati di fare satira vera) o il caso umano,
      Marco

      Elimina
    5. Marco delle 00:11. Hai aggiunto un aspetto verissimo: la bellezza influenza parecchio il giudizio ricevuto. Salvo, percepito infatti come un normo brutto, riceve lo sdegno di molte donne, in quanto non lo vedono appetibile. I casi dei belli che subiscono un diverso trattamento sono evidenti, da altri personaggi del GF che hai citato tu fino a corona, ecc ecc.
      Il GF è trash, ma secondo me fornisce un interessante spaccato sociologico, basta vedere come è cambiata la percezione dell'opinione pubblica rispetto a 20 anni fa, quando è nato.
      Al tempo erano molto più liberi di esprimersi, ora è tutto politicamente corretto, in modo ipocrita e al femminile.

      Elimina
    6. Il trash esagera e stereotipizza quello che la gente vuole, anche se sono sempre più convinto che non è che i media danno quello che vuole la gente ma sono riusciti piano piano a fare in modo che la gente volesse quello che decidono i media.
      Se non hai un aspetto da modello e vuoi lavorare nel mondo dello spettacolo (in particolare in tv) a parte che avrai meno possibilità ma devi stare MOLTO attento alle scelte che fai e a quello che dici, mentre un "modello" ha un po' più di libertà (teniamo presente che la tv è completamente finta e soprattutto essendo uno dei mezzi del potere per esprimere il suo comando non esiste libertà di espressione, o comunque puoi esprimerti entro certi paletti).
      D'altronde la maggior parte del pubblico tv è composto da donne e gay, gli uomini in maggioranza seguono il calcio (e infatti la è pieno di belle statuine femminili non a caso).
      La cosa triste è che anche nella quotidianità, fuori dai riflettori, la società si sta plasmando in questo modo.
      Marco

      Elimina
    7. e vi rendete conto, spero, che è un problema di demenza generalizzata: solo dei disabili mentali possono appassionarsi all'esistenza di trasmissioni simili

      Elimina
    8. Marco delle 12.14. condivido. Come sappiamo, una botta secca alla società l'hanno data i vari social, tuttavia persone che non li usano se ne trovano ancora.
      Certo, se sei uomo e ci fai un giro ti fai proprio del male, a me è bastata l'esperienza su Badoo di diversi anni fa

      Elimina
    9. Infatti la società occidentale odierna fa schifo.
      Marco

      Elimina
    10. Non sono un appassionato di ste trasmissioni, mi piace altro, ma indubbiamente plasmano le menti.
      Marco

      Elimina
  21. Sono l'autore del "vademecum" e intervengo per alcuni chiarimenti. Mi scuso in anticipo se non riesco a citare tutti, e se non rispondo a tutti.
    1) Mai appartenuto ai PUA, pur conoscendoli. Io ho fornito comunque (gratuitamente) alcune regole di buon senso mutuate da esperienze reali, abbastanza (le mie e quelle dei miei compagni di avventure) da poter fare testo.
    2) Prima di entrare in casa del Redpillatore, mi sono cortesemente presentato e, nei limiti del caso, lui sa chi sono. C'è in giro qualcos'altro scritto da me in era pre-social, pre-Tinder etc. Alcune regole rimangono valide e immutabili, i social hanno semplicemente appiattito l'intelligenza critica.
    3) Van ha colto perfettamente lo spirito del mio intervento. I miei complimenti!
    4) Beta ally sta per alleato "maschio beta", ovvero l'amico di pari livello, o un gradino al massimo superiore, che molte donne si fanno in ufficio e al quale delegano parte del proprio lavoro, le proprie frustrazioni e tutti gli sfoghi emotivi, in cambio di tempo passato in pausa pranzo e caffè a far annusare allo zerbino l'odore di una donna. Lui spera sempre che qualcosa cambi, ma invece, se c'è uno che si porterà a letto la donna nell'ufficio, sarà quasi sempre uno in ruoli di vertice. Lui rimarrà con il moccolo acceso...
    5) Una ventina di anni fa, un uomo che superava gli "anta" aveva ancora spesso una famiglia a cui pensare, e non aveva né tempo e né modo per fare il piacione. Al massimo faceva il simpatico con la collega e con la barista, e finiva lì. Oggi, è pieno di uomini divorziati, separati, single, incel over 30-40 e anche 50 che, con disponibilità economiche diverse, si propongono sul "mercato", sperando di sfuggire alla solitudine sentimentale e soprattutto sessuale. I nuovi mezzi tecnologici creano l'illusione a uomini (che comunque non avrebbero grandi possibilità per limiti di LMS) di poter accedere a donne alle quali non si sarebbero mai avvicinati nella vita reale attraverso l'online. Social, app di dating, sistemi di messaggistica: tutto fa brodo. Questi uomini fanno massa critica, e nella maggior parte dei casi la loro presenza, unita agli zerbini coetanei, alza il muro di difesa delle 20-30-40 e anche 50enni. Ci sono donne che apprezzano le attenzioni, pur sapendo che non daranno nulla in cambio. In questo sistema, non riescono a focalizzarsi su quell'uomo che potrebbe andare bene a loro. Oppure si concedono avventure con ragazzi più giovani, sperando persino di trovare "badanti" in vista della vecchiaia.
    6) Gino ha ragione: il problema è sottovalutato, e si vede anche dai commenti qui (e su FB). @Mario Rossi Questo "vademecum" si rivolge potenzialmente a tutti. I superbelli forse ne possono fare a meno, ma solo perché giocano ad armi pari e comunque - per dirla tutta - anche alcuni di loro usano questi comportamenti. Lo fanno però in maniera spontanea, perché spesso hanno un appuntamento il giorno dopo (e l'altro ancora) e quindi devono massimizzare tutto e non perdere Tempo. Il problema sta in tutti quelli che non sono superbelli, cioè la stragrande maggioranza della popolazione maschile.
    7) Quando gli uomini italiani capiranno che serve una rivoluzione culturale sarà troppo tardi; nel frattempo avranno consumato il loro Tempo (la nostra risorsa fondamentale) e le loro energie arrovellandosi per interpretare il monosillabo di una sconosciuta su Tinder così come nel cercare di riannodare i rapporti con la compagna di scuola dell'alberghiero ritrovata su Facebook inondandola con una miriade di like a tutte le cretinate adolescenziali che lei, annoiata madre di due figli/e avuti da padri diversi, posta ogni giorno per risollevare il suo umore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono io che ho scritto che l'articolo sembra PUA, e ti spiego perché. Il concetto di non fare gli zerbini è legato al comportamento. Il punto è che lo zerbino è colui che non ha LMS, e NON È il tipo di comportamento.
      Un articolo più corretto invece dovrebbe semplicemente dire che se non hai LMS, è finita, A PRESCINDERE dal comportamento.
      Ovvero, NON ESISTE il comportamento "da zerbino".

      Se non capisci questo, sei ancora fermo ad una ipotetica teoria LMSP, dove P sta per personalità.
      La ricerca scientifica, su questo è estremamente chiara.
      L'altro girono leggevo un articolo (se ritrovo il link, lo posto) che mostra come le persone sono influenzate dall'effetto alone anche dopo che è stato loro spiegato!!

      Ho capito il senso del tuo articolo, ma come ho scritto in un altro commento, è sbagliata la premessa.

      Elimina
    2. Sono tutti punti che condivido, in particolare il quinto. Aggiungo che una volta c'era un certo occhio sociale che frenava il dilagare del fenomeno toy boy, oggi invece va persino di moda, per cui le 40enni faticano ancora di più a crescere e restano eterne ragazzine in attesa del principe azzurro

      Elimina
    3. @Anonimo delle 23,

      il comportamento da zerbino esiste eccome, e per uno che ha basso LMS evitarlo gli consente perlomeno di non umiliarsi. Su questo siamo d'accordo? @Stenka Razin, confermi che il senso del tuo articolo era questo?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    4. Ognuno ha la propria LMS che la natura gli ha fornito inutile recriminare puòi giocare con le carte che hai in mano o uscire dal gioco. Se decidi di giocare cerchi massimizzare quello che puoi avere con la tua LMS in questo caso i consigli del articolo sono corretti non tanto perché aumentano le possibilità di riuscita ( anche forse ma è da dimostrare) ma perché ti permette di giocare senza perdere la dignità davanti a uomini e donne.
      I corsi PUA sembrano un modo per spillare soldi agli ingenui tuttavia nella filosofia PUA ci sono cose a mio parere corrette a cominciare dal vedere l attivita di rimorchio soltanto come un gioco quindi con la dovuta ironia

      Elimina
    5. @Unutente

      Principe azzurro = Chad?
      Se è così, se queste quarantenni snobbano chiunque perché hanno in mente uno stereotipo, peggio per loro: pazienza se non faranno famiglia, è selezione naturale. Così immature sarebbero delle pessime madri.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    6. Anonima il problema è che alcune famiglia la fanno anche e si vede poi come va a finire. Per la mia modesta opinione, questo caos non è generato solo dalle donne, ma anche dagli uomini, anche se in modo diverso. Credo che in parte la generazione dei 40enni, di cui faccio parte, sia una generazione "bruciata". Siamo i primi veri figli del benessere, la Milano da bere, i mitici anni '80, ecc, epoche in cui in Italia si stava bene, c'era lavoro e il concetto di "famiglia" resisteva,ma noi, nati in quegli anni, siamo il primo esempio di figli che restano tali fino a 40 anni, che non crescono. Ogni tanto facciamo queste cene tra amici, ormai è pieno di zitellone e zitelloni, oppure di separati.
      Ci sentiamo sempre adolescenti, la deriva peggiore è rappresentata proprio dalle 40enni single, donne che ne hanno viste di cotte e di crude e che alla fine si ritrovano ancora a cercare il grande amore.

      Elimina
    7. "il comportamento da zerbino esiste eccome"
      No, perché se lo facesse chad non diresti che è da zerbino.
      Diventa zerbino solo se è basso l'LMS, che quindi è il fattore determinante, e non il comportamento in sé.

      "per uno che ha basso LMS evitarlo gli consente perlomeno di non umiliarsi. Su questo siamo d'accordo?"
      Certo. Infatti ho scritto nel commento prima: "se non hai LMS, è finita".

      Elimina
    8. Vi dirò di più, mi sto rendendo conto sempre di più nelle persone che sei hai LMS alto sei nel giusto a prescindere, se hai LMS basso sei nel torto a prescindere: siamo proprio in una società malata.
      Marco

      Elimina
  22. Sono in disaccordo. Per anni non ho ottenuto nulla perché cercavo a tutti costi di non sembrare zerbino. Facevo pochi "sforzi" per portarmi a letto una e al primo segnale negativo ci provavo con un altra. Risultato: spendevo 1 con 100 donne diverse ed ottenevo 0. Quando ho provato a puntare su una sola, insistendo, mandando messaggini di buongiorno, ignorando i suoi segnali negativi ho iniziato a concludere. Spendevo 20 con la stessa invece che con 20 diverse ma alla fine ottenevo il premio.
    Secondo me, c'è solo una vera regola per non essere zerbini. Scoparsi sempre e comunque almeno una escort al mese. Questo serve a dimostrare al tuo subconscio che se la storia finisce nn rimani a bocca asciutta. Se la tua soddisfazione sessuale dipende da una donna sola sei SEMPRE zerbino, puoi solo nascondere qualche sintomo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei uno zerbinhawk

      Elimina
    2. Forse, ma da incel sono riuscito a dimostrare a me stesso che mi trombo tranquillamente le pari-estetiche e ora mi soddisfo con le pro felicemente. Inoltre pongo un quesito: è più zerbino chi fa 100 approcci, si fa la nomea di morto di figa, prende 50 numeri e molla alla prima risposta che non gli piace non trombandosi nessuna, oppure chi si concentra su una o due e dopo un po' di insistenza porta a casa la trombata faticando la metà dell'altro? Questo sempre nell'ipotesi che uno voglia trombare free perché ha ancora il complesso di non piacere. Quando uno lo supera e si leva qualche soddisfazione poi chiaramente pay tutta la vita.

      Elimina
    3. @Red Hawk

      Se te la devi giocare sulla tecnica di abbordaggio (quindi sei basso di LMS nell'ambiente che frequenti), tieni presente che è comunque poco sensato smettere al primo segnale negativo, perchè la tua lettura di disinteresse potrebbe essere imprecisa. Questo però non significa che sia necessario zerbinare, ossia che devi per forza calare le braghe per arrivare a concludere.
      Inoltre, se sei "a caccia", non devi per forza concentrarti su una sola preda alla volta (senza esagerare).
      Al tuo subconscio non serve dimostrare nulla (anche perchè è come raccontarsi una balla da soli), basta che tu *scelga* il livello di donna a cui ti vuoi dedicare e quello a cui non sei interessato, insieme al tipo di "impegno" che intendi metterci e quello oltre il quale non andrai (in tal caso stai attento a non esagerare con le pro perchè potrebbe indebolire la tua autostima)

      Elimina
    4. Ciò che dice Red hawk ha sicuramente del vero, nel senso che per un brutto, non elemosinare attenzioni, è fonte di autostima ma non lo fa concludere. Il brutto (o il medio) per distinguersi e fare la differenza, deve dare sentimento e impegno.

      Elimina
    5. Una persona che basi la propria autostima sul portarsi a letto una donna è un povero mentecatto, certamente non è un redpillato.
      Riuscire a scopare dipende unicamente dall’avere un bel faccino e, siccome non si tratta certamente di un merito, non c’è nulla di cui esaltarsi.
      Men che meno c’è da esaltarsi se la tipa viene con te per i fattori M ed S. Anche se è vero che il successo PUÓ (cosa non scontata, e men che meno in Italia) dipendere dal merito, non è che creare una relazione con una che si fa mettere incinta e poi ti risucchia le finanze sia qualcosa di cui andare fieri, anzi...
      Il vero redpillato, se è bello, va di ONS, se è brutto, va a puttane.
      Ma in nessun caso fa dipendere la propria autostima da ció che in fondo non è che un’inevitabile reazione biologica.

      Elimina
    6. Sottoscrivo anonimo 19:42 con la postilla che se il redpillato con buon LMS trova una pariestetica REDPILLATA onesta e ci organizza un compromesso / partnership soddisfacente può LTRare sereno senza rimorsi. Caso raro ma non impossibile.

      Altrimenti c'è il sistema Briatore/Di Caprio: cambi "fidanzata" ogni 3/4 anni pescandole da un catalogo di troje d'alto bordo (aka "modelle"), col patto che lei si concede senza rompere le palle e tu la vizi finchè non ti stufi e cambi esemplare. Patti chiari amicizia lunga il tempo necessario.

      Elimina
    7. Anonimo delle 19.42, il tuo discorso non ha molto senso. Intanto chissenefrega se avere un bel faccino è merito della natura, quando una o più donne ti desiderano, l'autostima ne risente in positivo, pochi cazzi.
      Inoltre se uno ha capacità e talento che gli fanno aumentare lo status e i soldi, tale successo si ripercuoterà sull'attrarre donne, anche in questo caso, chissenefrega se ci sarà quella che punterà a farsi mettere incinta, li stará all'uomo farsi furbo e valutare, ma intanto una bella intenzione di autostima.
      L'autostima risente di tanti fattori, se poi per consolarti e illuderti pensi che essere cercati o meno dalle donne sia ininfluente, è semplicemente una favoletta che ti racconti per dormire tranquillo la notte.

      Elimina
    8. @ Red Hawk
      pagare una escort rientra proprio nello spettro dello zerbinismo invece, anche se in forma molto diretta ed essenziale. in pratica il "cliente" (a mio parere sarebbe più giusto dire il "derubato") consegna spontaneamente i propri soldi, magari frutto di lavoro e sacrifici, alla escort che lo disprezza profondamente, perchè lo considera solo un pollo da spennare... mentre la escort, mossa da avidità e ambizione vuole fare tanti soldi velocemente, il "cliente", che magari per guadagnare quei soldi si spacca la schiena ogni giorno o hai investito anni della sua vita sui libri a studiare, quei soldi glieli consegna spontaneamente... per ricevere in cambio disprezzo e qualcosa che comunque è falso ... quindi pagare una prostituta per me è zerbinismo perchè si sceglie coscientemente di lasciarsi derubare e disprezzare.

      Elimina
    9. Certo sono d'accordo con anonimo delle 19 e 24. Il vero red pillato va a puttane od ons. Ma mettiamoci nei panni di un ragazzo di 20 anni che nn è mai stato con una ragazza e vede i suoi compagni concludere. Che è stato bombardato dai media, dalle donne e dai genitori su quanto sia bello essere in ltr. Davvero pensi di poterlo convincere che le ltr sono una fregatura a parole? L'unica via di fuga che ha è provare una ltr il prima possibile in modo che rischi meno di finire ingabbiato e provare sulla sua pelle cosa significa essere in una relazione. Quando sentirà sulla sua pelle che ciò che dice la redpill è vero allora sarà un vero redpillato. Prima sarà solo un incel che cerca di consolarsi.

      Elimina
  23. La donna ha il pane e l'uomo ha fame, ma l'uomo dignitoso non fa elemosina di sorta.

    RispondiElimina
  24. io, a leggere alcuni commenti mi sento abbastanza fortunato; nel senso che ho una pari estetica come ragazza, che mi rispetta e non ha pretese assurde, con cui mi trovo molto bene anche caratterialmente; inoltre è la mia redpillatrice personale XD una volta mi disse chiaro e tondo: "quelle di noi che si rendono conto di essere davvero belle, puntano dritto ai soldi. Non hanno nessun tipo di scrupolo."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oltre che fortunato probabilmente non appartieni alla trista schiera di subnormali (QI < 110) che affollano i forum PUAH e dopo esserci ciucciato il palo rifluiscono da queste parti...

      Elimina
    2. nel 2020 gli uomini non dovrebbero dare soldi o altro tipo di risorse alle donne (sia prostitute, che non prostitute)... allo stesso modo in cui le donne di oggi si rifiutano di occuparsi di casa e figli gli uomini dovrebbero rifiutarsi in maniera categorica di finanziare direttamente o indirettamente le donne e di prestar loro alcun genere di aiuto e servizi.

      Elimina
    3. Black wolf
      Capisco il tuo punto vista ma la quantità di money che uno dispone è molto diversa da persona a persona.
      Se per un lavoratore (come me 😟)pagare laute cene e fare costosi regali vorrebbe dire zerbinare e azzerare la propria dignità oltre al c/c per un miliardario farlo è una dimostrazione del potere che il denaro gli dà.

      Elimina
    4. Tranquillo, anche lei inizierà a pretendere casa, mutuo, matrimonio, figli, poi è stanca va in part-time o smette di lavorare ed ecco che magicamente sei in trappola e di fatto lavori per dare tutto a lei. Questo succede verso i 30. Se sei verso i 20 goditi la parte buona della relazione finchè dura, ma preparati al peggio.

      Elimina
    5. @ Red Hawk
      hai riassunto efficacemente in poche righe il triste destino a cui va incontro la maggior parte degli uomini...

      Elimina
    6. Anonimo 25 gennaio 19.35 sarebbe interessante capire qualcosa in più su di te e su di lei... Livello estetico, età, posizione lavorativa, da quanto state insieme... Tutte variabili che condizionano una LTR...

      Elimina
    7. "Tranquillo, anche lei inizierà a pretendere casa, mutuo, matrimonio, figli, poi è stanca va in part-time o smette di lavorare ed ecco che magicamente sei in trappola e di fatto lavori per dare tutto a lei"
      Infatti. Anche mio fratello ha un buon rapporto con la propria compagna. Hanno avuto un figlio, ma il destino "avverso" ha ritardato questo concepimento, pertanto si è creato un gap tra suo figlio e i figli dei suoi amici. Ora TUTTI gli amici di mio fratello sono impegolati con quanto descritto da Black Wolf. Alcuni conducono una triste vita da zerbini, altri si sono separati e sono stati cacciati dalla PROPRIA casa, per "il bene dei figli", ovvio. Ora mio fratello frena regolarmente la smania della sua compagna per l'acquisto di una casa. Mantienei un profilo basso e bruciati il denaro in altri modi, senza investirli sul futuro della coppia, poichè non vi è alcuna certezza su tale futuro...

      Elimina
    8. Posso farvi una domanda? Cosa si intende con "triste vita da zerbino"? Non ho intenti polemici, sono sposata, voglio bene a mio marito e vorrei che fosse felice. Ma ho a volte l'impressione che lui vorrebbe che io fossi d'accordo con lui su tutto. E questo non è possibile, perché sono una persona diversa da lui e ovviamente su alcune cose la penso in modo diverso. Finisce che si fanno dei compromessi, non piacciono tanto a nessuno, ma sono necessari se si vuole tenere insieme una famiglia. Vorrei capire quali compromessi non potreste accettare e quindi vi farebbero sentire "zerbini". Mi interessa veramente, non sono qui per polemizzare.

      Elimina
    9. @Anonimo 28 gennaio 2020 18:24

      L'articolo si riferisce ai comportamenti da zerbino nella fase di corteggiamento, credo che all'interno di una LTR ce ne possano essere altri e con scopi diversi. Il compromesso non è necessariamente negativo, se il processo per raggiungerlo è vissuto bene spesso si arriva a una soluzione terza che soddisfi entrambi i partner. Anche io non mi permetto di dare giudizi, ma se alla fine di una discussione vedi tuo marito infelice è forse perchè il compromesso si adatta maggiormente alle tue esigenze rispetto che alle sue.

      Elimina
    10. Osservatore Romano29 gennaio 2020 17:47

      @Anonima sposata: non vi conoscono ma, SPOILER ALERT, quella frase che hai scritto è l'inizio della fina della relazione. Uno che non riesce ad accettare la diversità del partner prima che un inconsapevole è proprio un coglione. Appena te ne accorgerai (per ora sei ottenebrata da affetto e abitudine), contemporaneamente realizzando che ci sono uomini più svegli a disposizione, lo lascerai alla prossima scema che gli darà sempre ragione come lui desidera. E' solo questione di tempo. Quando un uomo ha davvero ciò che vuole i compromessi cambiano nome e si trasformano in banale economia domestica. Personalmente mi accontento di una fica (tra il 7 e l'8 perchè oltre diventa complicato andare in giro) sex-positive tra i 170 e i 178 cm con un QI>120 ben educata (no white-trash o simili) con un odore a me gradevole. Non mi frega colore della pelle o religione (se QI>120 di solito la religione sparisce) o lingua o paese di provenienza e nemmeno l'età (under 55, ovvio, altrimenti certi strapazzi nolli reggerebbe) purchè sia in salute senza malattie invalidanti. Che non abbia preso troppi cazzi (diciamo attorno alla dozzina massimo se adulta fatta) perchè come spiega il Redpillatore, a ragione, le donne promiscue sono l'investimento peggiore. Non m'importa che lavoro faccia purchè faccia qualcosa (di legale; studentessa è ok, se l'età lo prevede) perchè le fancazziste rincoglioniscono chi le circonda. Sono le minime garanzie per non annoiarmi in una LTR.
      Come si vede non ho citato carattere abitudini inclinazioni hobbies interessi e altre puttanate inutili perchè anche fosse diversi dai miei ritengo la diversità un valore e non un fastidio. Eppoi LTR mica implica per forza la convivenza.

      Elimina
    11. @ Gino
      Grazie per la risposta. Purtroppo non è sempre così semplice, a volte certi compromessi non sono a favore né mio né suo, ma per esempio sono per il bene dei figli. Non sempre però si è del tutto concordi su cosa sia meglio per i figli ecc. A volte la si pensa in modo diverso ed è difficile per me cedere e accontentarlo, perché penso di agire nel superiore interesse di altri (i figli intendo).
      @ osservatore Romano, deduco dal tuo intervento che conti soprattutto l'attrazione (a parte il QI i tuoi requisiti riguardano l'intesa sessuale) e poco altro. Finita quella non resta nulla e i compromessi non si accettano più, finché c'è quella invece i compromessi non danno fastidio. È una cosa che penso anch'io. Non mi piace, ma so che è così. Purtroppo col tempo l'attrazione si affievolisce per forza. Forse bisognerebbe dirlo onestamente, invece di mettersi a discutere per stupidaggini cui prima non si faceva caso.

      Elimina
    12. Osservatore Romano29 gennaio 2020 21:20

      @Anonima capace di intendere&volere

      il punto è semplice: gli esseri dotati di cervello possono intervenire su tutto ciò che non è DNA (carattere, abitudini, modo di porsi ecc., persino la cultura si guadagna: nemmeno i figli dei professori nascono 'imparati'); si fa anche molta fatica ma resta possibile (poi bisogna vedere se vale la pena, naturalmente).

      La cosiddetta "chimica" invece (che pure può evolvere nel tempo, anche migliorare, ma deve comunque partire da una base estremamente forte) non c'è verso di crearla dal nulla: dipende proprio dalle mutue reazioni chimico-fisiche-acustiche.
      Da lì si parte, il resto si può negoziare.
      Che è il motivo per cui quando frequento una cerco di sdraiarla in fretta perchè se quel comparto va male al massimo si diventa buoni amici (è sempre MOLTO meglio di niente ma non è roba da rischio-convivenza).

      Elimina
  25. @Red Hawk26 gennaio 2020 12:35
    ne sono cosciente, ma sembra a posto con la testa, quindi non mi spaventa il tuffarmi nelle responsabilità ora che ho età, tempo e forze per assumermi, come hanno fatto i miei genitori con me, non la vedo come la fine della mia vita. Ed è normale che spaventi, ma non è necessario o salvifico fuggirne a prescindere.

    @Gino26 gennaio 2020 14:27
    entrambi oltre i trenta, contratto fisso ma con voglia di cambiare e di rimettersi in gioco per qualcosa di meglio, eventualmente; entrambi nella media, lei più carina, ma io dall'aspetto un po' più giovane. relazione di un anno circa.

    RispondiElimina
  26. Intervengo brevemente per qualche chiarimento ulteriore. Non mi interessa generare flame o discussioni inutili, su cui noi italiani siamo particolarmente bravi. E' tutto scritto, nero su bianco.
    1) @Redhawk Io ho condannato la tecnica della pastura. Non serve a niente, a maggior ragione se non hai chance: aumenti solo l'ego femminile. Meglio focalizzarsi su una, ma nel modo giusto: è una partita e va giocata nei metaforici 90 minuti regolamentari. Non concordo sull'insistenza, perché è la madre di tutti gli equivoci e della maleducazione (le donne si sono abituate a non rispondere, specialmente nei tempi del virtuale). Se una donna è interessata a te, si comporta di conseguenza. Se deve fare la principessina che si fa rincorrere, c'è già qualcosa che non va. E' una spia di un qualcosa che non va. Poi ognuno è libero di buttare il proprio tempo come meglio crede. La mia esperienza mi ha insegnato che "less is more". Se tutti si attenessero a questo principio, l'Italia sarebbe un posto migliore
    2) Nel pianto generale e inconcludente che si legge in giro, ho portato una serie di comportamenti concreti che possono aiutare a definire le situazioni. Avrei potuto aggiungere ancora parecchie altre cose, ma è un primo passo. Mettere troppa carne al fuoco non era il caso
    3) Siamo in un "mercato", ok? Come uomini, per motivi prima biologici e successivamente culturali, siamo dalla parte della domanda. Facciamo la "spesa" (o ci proviamo) con una certa frequenza, e quindi abbiamo un piccolo potere anche noi: Tempo ed energie (economiche, affettive, relazionali). Se imparassimo a spenderle nel modo giusto, si potrebbe far abbassare il "prezzo" di quel bene che anche la controparte deve "piazzare" prima o poi. Ecco, se tutti quanti ragionassimo in quest'ottica, e imparassimo a dare il giusto valore ad ogni elemento della "compravendita", non assisteremmo ai teatrini penosi che si vedono in giro. Le scelte sono individuali, ma una sommatoria di scelte individuali comincia ad avere un peso collettivo. Senza questa consapevolezza, si continueranno ad incensare le ombre nelle caverne.
    To be continued

    RispondiElimina
  27. 4) La mia esperienza è anche calibrata su periodi in cui sono vissuto all'estero, nel Nord ed Est Europa. Realtà in cui gli uomini non hanno questa necessità assoluta di dimostrare alcunché con l'altro sesso, hanno altro di cui occuparsi nella vita in via primaria e quella sessuale-sentimentale è una parte del tutto. E tale dovrebbe essere considerata. Invece l'italiano è prigioniero di un mito crudele, quello del "Casanova", per cui se non ha la fidanzata in adolescenza è un fallito e questa "pressione" se la porterà per sempre, perché la società lo giudica anche per le sue relazioni (un popolo provinciale al massimo anche su questo punto). Ergo, siccome è convinto di essere lui a "scegliere" (quando è vero il contrario), in automatico è già partito con il piede sbagliato e questo lo porterà giocoforza ad offrire una cifra sempre più alta per un bene che, nella migliore delle ipotesi, dovrebbe costare un quarto di quanto sta pagando.
    5) Corollario del punto 4: in quelle realtà, le (poche) italiane presenti si "adattavano" all'ambiente, quando volevano provare a pescare fuori dall'ambiente dei connazionali expat (dove invece le dinamiche erano da Little Italy). A dimostrazione che, come uomini, siamo parte attiva nel determinare il "valore" che diamo ad una donna. La cosa più triste era vedere zerbini italioti che "corteggiavano" per mesi la connazionale, rimanendoci poi malissimo quando scoprivano che il John/Denis/Pawel/Ivan locale non aveva perso tempo per portarsela a letto, soprattutto senza zerbinare e senza offrire garanzie ipotecarie...
    6) " il comportamento da zerbino esiste eccome, e per uno che ha basso LMS evitarlo gli consente perlomeno di non umiliarsi. Su questo siamo d'accordo? @Stenka Razin, confermi che il senso del tuo articolo era questo?". Confermo, il senso era anche quello. Se un uomo perde la propria autostima, ha già perso parte del proprio valore (lo Status ne viene intaccato). La dignità e quel pizzico di sano orgoglio sono istituti fondamentali per un uomo, per la sua personalità e il suo equilibrio. Tra l'altro, essendo una "strategia di sopravvivenza" fallimentare nel 2020 (e la Redpill è anche consapevolezza dei meccanismi che agiscono nelle relazioni), non ha nemmeno senso utilizzarla. C'è stato un cambiamento, bisogna prenderne atto. Altrimenti non basteranno tutti i server dell'Alaska per raccogliere il pianto virtuale degli zerbini italioti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Osservatore Romano27 gennaio 2020 16:18

      Applausi per Stenka.

      Elimina
    2. Cit: "Come uomini, per motivi prima biologici e successivamente culturali, siamo dalla parte della domanda." questa convinzione costituisce il fondamento dello zerbinismo e più in generale del potere delle donne... difatti ne segue il corollario che "facciamo la spesa" e si prosegue parlando di "prezzo" etc. ragionando così le donne hanno già vinto in partenza. dovremmo rifiutarci, nell'interesse di tutti, di pensare che la donna sia qualcosa per cui si debba in qualche modo pagare (in contante o in altro modo) e riconoscere che anche alle donne piace avere relazioni con gli uomini. è uno scambio alla pari, la relazione (intesa nel senso più ampio) tra un uomo e una donna o è un piacere reciproco oppure semplicemente non deve esserci... nessuno deve "indennizzare" l'altro per il disturbo, nessuno deve "sdebitarsi" per il "favore concesso" o pagare l'altro per il "servizio reso". questa logica della compravendita va rifiutata. solo così ci può essere dignità, consapevolezza ed equilibrio.

      Elimina
    3. Osservatore Romano27 gennaio 2020 22:33

      applausi pure per LupoNero che ha esplicitato IL punto fondamentale

      Elimina
    4. @Blackwolf Ho usato una metafora, quella della "compravendita" perché quello delle relazioni è un "mercato", dove ognuno mette sul piatto qualcosa e dove si agisce per archetipi spesso inconsci. Negare questo, significa vivere nel mondo delle fantasie. Con l'uso di questa metafora non incoraggio assolutamente alcuna forma di prostituzione o di vendita economica fra esseri umani, lo preciso. Per il resto, sono d'accordo sul fatto che si debba giocare la partita in parità fra uomo e donna, entrambi abbiamo da guadagnarci qualcosa (così come da perderci).
      Il concetto dell'uomo dalla parte della domanda l'ho mutuato, senza citarlo, da Massimo Fini (Dizionario erotico), ma mi sembra qualcosa di assolutamente pacifico. Ciò che io contesto è la "svendita" dell'uomo, l'incapacità nello specifico di quello italiota nell'elaborare altro che una strategia perdente di zerbinamento. E ho fornito una serie di spunti che se fossero seguiti avrebbero un impatto nella vita reale. Quantomeno per la dignità dell'uomo.

      Elimina
    5. "Se un uomo perde la propria autostima"
      Non conta. Se è chad, sono le tipe a provarci e tra l'altro a ridargli autostima, se l'avesse pera per qualche motivo.

      "istituti fondamentali per un uomo, per la sua personalità"
      Ah ecco. La personalitàhhhhh.

      Se hai basso LMS, è inutile che ci provi, perché è vero che questo egoboosta le donne (quelllo che dici nell'articolo), ma IN OGNI CASO sarebbero andate solo col chad, egoboostate o meno, perché la selezione avviene sui fattori LMS.
      L'ipergamia non si abbassa se non c'è egoboost. Questo potrebbe avvenire soltanto in un mercato di monogamia, ma non in quello corrente. La soglia LMS scende solo più tardi, quando è ora del betabux, e anche qui non c'entra con l'egoboost.

      Elimina
    6. Intervengo nuovamente nella discussione perché il punto di vista dell'ultimo Anonimo (lo stesso di prima?) mi sembra ora più evidente e quantomeno limitato. Egli conferisce alla personalità di un uomo un valore (o meglio un non-valore) legato unicamente al rapporto con l'altro sesso, come se per un uomo non contasse avere un buon rapporto con se stesso, con gli altri uomini e la società in generale. In sostanza, Anonimo è la quintessenza dello zerbinismo: si considera solo in funzione delle donne.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    7. "Egli conferisce alla personalità di un uomo un valore legato unicamente al rapporto con l'altro sesso"
      Questa è proprio una tipica frase mgtow, il che mi fa pensare che tu sia un uomo.
      Ti mancava solo dire: le donne non contano niente, vai per la tua strada uomo forte & indipendente..

      In questo articolo si parla di rapporti uomo-donna, ma questo non vuol dire che se un commento parla solo di quello (che è in topic), allora non esiste altro. Ovvio che ci sono altri aspetti del valore di un uomo. Vuoi che parliamo di moneymaxxare con bitcoin?
      Il tuo ragionamento in pratica è questo: se in una rivista di cucina non si parla di vacanze, allora a chi piace cucinare non interessa andare in vacanza.

      Non hai capito nulla del mio commento. Sarei la quintessenza dello zerbino? Ma lol!
      La tesi dell'autore dell'articolo è che l'agire zerbino spinge le donne a puntare più in alto e umilia gli uomini. La mia invece è che le donne puntano in alto a prescindere, per istinto, e scendono solo per fattori esterni (l'età, la pressione sociale (per esempio tutte le loro amiche hanno figli), la difficoltà a trovare un lavoro, ecc). L'essere meno corteggiate ("zerbinate") non le fa scendere.
      Forse l'autore dell'articolo pensa troppo come un uomo, che a forza di pali scende di pretese.
      La mia idea nasce dopo aver visto una montagna di esperimenti chadfish, molti dei quali purtroppo non sono più disponibili perché reddit e youtube li hanno cancellati. Da dove nasce invece quella dell'autore, non saprei.

      Elimina
    8. "La tesi dell'autore dell'articolo è che l'agire zerbino spinge le donne a puntare più in alto" dove hai dedotto questo? O ho capito male io l'articolo, ma mi pare non si parli di quello, bensì della seconda parte della tua frase, "(l'agire da zerbino) umilia gli uomini". Ma non credo di aver capito male visto che l'autore stesso ha confermato che avevo visto giusto.
      Sono una donna, ma cerco di immedesimarmi nel punto di vista maschile; forse più quello degli uomini MGTOW che di altri tipi di uomo.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    9. "dove hai dedotto questo?"
      Ha a che fare col concetto di zerbino. Ne ha parlato già il redpillatore della validazione (o egoboost, come ho scritto io).

      "non credo di aver capito male"
      Non l'ho mai detto. Ho detto che non hai capito il mio commento, non l'articolo.
      Comunque, non sei una donna. Nessuna donna sta qui a rispondere per giorni ai commenti.
      Che poi mi chiedo, se il pensare alle donne per te è da zerbini, il redpillatore che ci tiene un intero blog, cos'è? Un ossessionato mega-zerbino? E anche tutti quelli che lo leggono devono essere un po' zerbini. Tutti vittime del costrutto sociale di doversi validare con le donne, come dite voi mgtow.

      Elimina
    10. @Anonimo delle 08:36

      Sono una donna, che ti devo dire. Quando una discussione mi interessa la seguo e se va avanti per giorni posso seguirla anche per giorni.
      In effetti il Redpillatore è I suoi seguaci un fondo di zerbinismo potrebbero averlo... Ma poi dipende da come l'argomento viene affrontato. La visione redpill della società può essere anche solo semplicemente una presa d'atto, e conta che poi diversi articoli parlano di come star bene anche senza donne. Comunque non è che pensare alle donne sia sinonimo di essere zerbini, se no lo saremmo tutti e tutte nei confronti dell'altro sesso (o del proprio se gay) :)
      La mia provocazione era che sia zerbino chi non concepisce la propria identità al di fuori del rapporto con le donne, il che è un po' diverso.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    11. @Anonima
      Mi sa che ho capito cosa vuoi dire.
      Volersi riprodurre è una cosa istintiva. Tutti gli uomini che non hanno avuto questo desiderio, si sono estinti.
      Quindi non è che noi parliamo di donne perché ci misuriamo solo su quello come valore assoluto di un uomo.
      Il fatto è che se anche un uomo raggiunge alte vette in altri aspetti della vita, il non riprodursi rimane un vuoto che si sente.
      L'incomprensione è che a te sembra (perché qui si parla solo di questo) che questo vuoto noi lo consideriamo un vuoto totale, ma non è così.
      Poi tu lo chiami pure un "non-valore", che suona veramente mgtow.
      Anche nella piramide di Maslow, il solo sesso è visto come bisogno primario.

      Prima di congedarmi, un grazie al redpillatore che si legge tutta questa brodaglia :)

      Elimina
    12. Un appunto sulla Piramide di Maslow: con "Sex" che inserisce come bisogno primario al pari dei cibo, intende un concetto GENERALE, in senso lato: quindi comprende anche il sesso pay e persino la masturbazione.
      Quindi l'MGTOW-ing si inserisce perfettamente nella teoria di Maslow: diventare MGTOW resta l'opzione migliore quando si è sotto il 7 estetico, poi ognuno ovviamente è liberissimo di fare ciò che vuole.

      Elimina
  28. Black Wolf delle 20.36. ciò che esprimi è giusto e sacrosanto, ma in via TEORICA, ed è ciò con cui ogni redpillato si trova a fare i conti prima o poi. Fa parte di tutta quell'ampia gamma di iniquitá sociali: perchè il ragazzino della favela non può andare a scuola ed un altro si? Perché l'amministratore delegato di un'azienda guadagna centinaia, migliaia di volte quello che guadagna l'operaio della stessa azienda? Ecc ecc.
    In questo caso lo sbilanciamento è biologico, come in natura. La femmina seleziona, il maschio disperde. Siamo noi uomini che mediamente abbiamo maggiore pulsione sessuale, da qui nasce lo sbilanciamento. E da qui nasce, anche culturalmente, il bisogno di "ricompensare" la donna che ci sta.
    Purtroppo è cosí.
    La situazione si ribalta solo quando entriamo nel campo di quel famoso 20% di uomini...

    RispondiElimina
  29. Concordo con chi sopra diceva che questo è un articolo da PUA. Per un semplice motivo: cosa vuol dire "zerbino"? Chi è uno zerbino viene usato da una donna semplicemente come tuttofare, tassista, fornitore di regali, spalla amica, ecc ma NON tromba. Tutto questo non c'entra niente con il suo comportamento. Se uno ha sufficiente LMS tromba, come si comporta influenza pochissimo le sue chance. Se uno non ha LMS a sufficienza non arriva alla meta, qualsiasi cosa pensi/dica/faccia. In altre parole la 'guida antizerbino' può massimizzare l'esperienza di chi GIA' è vincente, col classico stile di fare 'il difficile', lo 'sfuggente' egli con le donne riesce a far aumentare la sua magneticità, le tiene più in tensione.
    Invece per chi è scartato non sarà fare il difficile, il prezioso, il pieno di autostima che lo renderà figo. Al solito è l'effetto alone, il carattere potenzia l'impressione di quello che già LMS crea, secondo lo schema:
    - fai lo sfuggente con alto LMS = misterioso, bel tenebroso, suscita interesse
    - fai lo sfuggente con basso LMS = asociale, maleducato pieno di sè
    corollario: conta solo il bel faccino.
    La guida insomma è utile solo a chi è già è entrato in una relazione LTR oppure trombamicizia, per magnificare il desiderio che la partner prova in lui. Per chi non ha relazioni bisogna solo potenziare LMS.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nicola, il tuo approccio è un po' troppo semplicistico. Per chi ha un LMS intermedio e si relaziona con ragazze all'incirca pari livello, il comportamento può essere davvero fondamentale.
      Il mondo non è composto solo da bellissimi o perlomeno gente top a cui va bene sempre e da reietti a cui va male sempre e comunque...

      Elimina
    2. Sarà semplicistico, ma schematico e frutto dell'esperienza. LMS Intermedio e si relaziona con ragazze di pari livello? Ma dove vivi? Io vedo solo uomini normali che per andare a colpo sicuro si relazionano con bruttine. La ragazza normale-quasi carina la vedo solo accompagnata col palestrato abbronzato definito con camicia finissima e pettorali in vista, barbetta, alto 1,90 che fa tavolo nelle serate e quando entra nel locale lo salutano tutti con stretta di mano fraterna (status della madonna)

      Elimina
    3. un altro che ha capito una coppa della LMS theory... tristezza assoluta

      Elimina
    4. @Anonimamente

      Non è semplicistico il suo approccio, è più che altro poco analitico dato che commette un errore abbastanza comune: quello di ragionare in bianco o nero senza tener conto delle varie sfumature.

      Non esistono solo belli e brutti, c'è appunto tutta la grande massa di persone "normaloidi" o con LMS intermedio dove più che il comportamento in sè (chiaramente, lo zerbinismo non paga mai ma queste sono le basi della redpill che andrebbero date per scontate) conta tantissimo la socialità.
      Nella fattispecie il livello qualitativo e quantitativo del proprio circolo sociale, che influisce direttamente sullo status quindi si ricade in pieno nella teoria LMS senza scomodare il fattore "personalità", che magari può contare ma solo marginalmente o indirettamente sullo status.

      Faccio uno schemino riassuntivo.

      1) Over7: la socialità conta zero, per il semplice fatto che quando si è belli veri la vita sociale ruota intorno a te, arriva in automatico pure se hai l'Asperger e/o sei di base un sociofobico conclamato.

      2) Fra il 6 ed il 7 (estremi compresi): la socialità è fondamentale, dato che senza circolo sociale, oppure con vita sociale di basso livello, o ti butti sulle app tipo Tinder, dove ogni tanto e con un po' di pazienza puoi toglierti qualche soddisfazione, oppure la tua vita sessuale si approssimerà allo zero.
      Questa sarà un'eventualità sempre più realistica mano a mano che il tuo livello estetico si approssimerà al 6.

      3) Sub6: tagliati fuori a prescindere, la vita sessuale sarà sempre prossima allo zero (a meno di botte di culo sempre possibili, per carità) con o senza circolo sociale adeguato, con o senza status di livello, con o senza personalità estroversa, con o senza utilizzo dei social.
      Anzi, quando si scende sotto il 5 si rischia proprio di essere esclusi a prescindere dalla vita sociale IN SENSO GENERALE (quindi non solo in ambito "donne"), anche se la personalità di base è socievole ed estroversa: al massimo si diventa la mascotte di turno.

      Elimina
    5. Secondo me stai creando una categoria intermedia che non esiste. Esiste solo avere LMS sufficiente o no.
      Tu dici che c'è chi pur non avendo LMS sufficiente, ma non troppo basso, con la personalità può farcela.
      Sa da bluepill.

      Elimina
    6. @Manzo

      Spero vivamente che tu non ti riferisca a me perchè quelle cose che dici sulla personalità non le ho MAI scritte e probabilmente hai problemi di vista e/o comprensione del testo: la personalità conta solo a livello marginale e soprattutto se sei sotto il 6 esteticamente questa conta proprio ZERO, non puoi assolutamente sperare "compensare".
      Viceversa per chi è sopra il 7, che tromba pure se affetto da patologie tipo sociofobia.

      Poi su questo "LMS sufficiente" mi sono stancato di vedere ognuno che si fa la sua scala personale: la sufficienza intesa come sicurezza di trombare a prescindere da tutto è il 7.
      La sufficienza intesa invece come "essere in gioco" è il 7.

      Spero sia chiaro una volta per tutte, anche ai duri di comprendonio.

      Elimina
    7. @Marco
      No, mi riferivo ad anonimamente.

      Comunque la sufficienza, cioè la soglia, la decide ogni donna in base a quanto vuole abbassare la propria ipergamia, non è un "7".
      Per esempio, per il look, le statistiche online (okcupid, ecc.) parlano di 95/5, ovvero, in scala lineare, un sub 9.5 non è Chad.

      Che la personalità conti nulla, l'ho detto pure io. Non ci sono "P" nella teoria LMS.

      Elimina
    8. @Manzo

      Ah ok, difatti avevo immaginato che ti riferissi al suo intervento.

      Cmq quando menzionavo la soglia per "essere in gioco", volevo scrivere che è il 6 ovviamente (il 7 è quella del "Chaddismo"): c'è stato un refuso per il quale chiedo venia.

      Sul fatto che ogni donna ha la sua soglia comunque non sono granchè d'accordo per il semplice fatto che ragionando così si rischierebbe di definire l'estetica come un valore soggettivo, invece questa è assolutamente oggettiva e deriva dall'armonia d'insieme, valutabile nel giro di massimo 3 secondi.

      La regola generale è che sotto il 6 non c'è trippa per gatti, game over: praticamente nessuna o quasi scende sotto questo livello (cioè la media della popolazione maschile), a meno che i livelli di M e/o S siano veramente altissimi, ovviamente anche in senso relativo ad un dato contesto geografico o sociale...oppure per beta-providing o, in casi limite, anche "per disperazione".
      Stessa cosa sopra il 7, dove ci si può permettere anche l'Asperger volendo, che tanto si avrà nonostante tutto una buona vita sociale di default per via dell'effetto alone e dello status generato automaticamente da un aspetto fortemente sopra media, ergo possibilità continue di conoscere donne (che a quei livelli potrebbero addirittura approcciarti a freddo fuori dai circoli sociali, da sconosciute: quindi anche al supermercato, in palestra, persino per strada) anche di qualità, e dunque, giocoforza, una vita sessuale sicuramente più che decente.

      Riguardo all'online, probabilmente anche la soglia del 7, oggigiorno, potrebbe in effetti essere ancora poco data l'altissima concorrenza in quei contesti: diciamo che per trombare sicuro, di qualità e in maniera regolare con i social o con le app, forse occorre essere degli 8.
      Il 9 però è indubbiamente troppo, i 9 sono i modelli d'alta fascia: ricordiamo che magari una donna potrebbe anche intendere a parole come "brutto" chiunque non sia un pariestetico o quasi di Gandy, quindi pure un 7-7,5 in certi casi, quando però nei fatti se lo scoperebbe lo stesso, dato che certamente non le provoca repulsione biologica, anzi.
      Tuttavia anche online, già essere un 6,5 solido ti potrebbe permettere di toglierti alcune soddisfazioni, certo devi avere molta pazienza, magari un po' di fortuna e non pretendere di andare a letto con una diversa ogni settimana (magari una ogni mese, se ti va bene): parlo anche per esperienza personale, sia diretta che indiretta.

      La personalità ovviamente conta zero (nel caso di sub6 e "Chads"), oppure in maniera marginale (nel caso della fascia 6-7): questo è uno dei fondamenti della redpill.
      L'errore che fanno tanti è probabilmente quello di confondere la personalità con lo status, quando invece sono concetti differenti: al limite una certa personalità può danneggiare in negativo quando si sta intorno alla media, ma questo perchè va ad intaccare indirettamente lo status.
      Viceversa invece non vale: non esiste una personalità che possa far svoltare un brutto.
      Quindi si torna sempre a LMS, non ci si scappa salvo singole eccezioni rarissime che non fanno assolutamente testo, se non a livello di "case study" per motivi di curiosità scientifica.

      Elimina
    9. @Marco

      Per curiosità, cosa pensi di certi uomini famosi ritenuti attraenti da tantissime donne che li definiscono belli? Sono ottenebrate dallo status oppure sono davvero dei gran bei ragazzi e io ho il prosciutto sugli occhi? Es. di uomini dalle più ritenuti fighi ma che io trovo quasi bruttini e con difetti evidenti: Jason Momoa, Ryan Gosling, Fedez,... pure Di Caprio già ai tempi,...

      Noto anche che se un vip "non bellissimo ma affascinante" piace, facilmente piacerà anche un non-vip dai tratti simili (e torniamo alla mia teoria dei Tipi). Come lo spieghi?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    10. Condivido l'intervento di Marco delle 10.10, in particolare "tuttavia anche online, già essere un 6,5 solido ti potrebbe permettere di toglierti alcune soddisfazioni, certo devi avere molta pazienza, magari un po' di fortuna e non pretendere di andare a letto con una diversa ogni settimana"
      Secondo me, la cosa poco chiara a molti/e è che se sei sopra la media, anche un viaggio in treno, la fermata del bus, una vacanza, possono trasformarsi in qualcosa di piacevole. La ragazza ti guarda, ti sorride, magari può anche arrivare ad attaccare bottone. Già dalla media in giù tutto questo scompare, perché per loro non "vali la pena". Ho amici reduci da vacanze a Lloret de Mar o porto cervo che sono state più disastrose della campagna di Russia. Gruppi di 4/5 amici, che una volta si chiamavano "sfigatini" (magari in mezzo ci sono anche quelli che sono stati lasciati dall'unica ragazza trovata), che passavano l'intera vacanza tra discoteche e aperitivi, in mezzo a valanghe di figa, senza rimediare mai nulla, nemmeno un bacio sulla guancia.
      Fortunatamente sono vacanze che mi sono sempre risparmiato perché sapevo bene come sarebbe andata a finire.

      Elimina
    11. Osservatore Romano30 gennaio 2020 15:35

      @Anonima

      sono ottenebrate, sì. La maggior parte della gente comune non capisce un cazzo comunque (non lo dico io ma i test Invalsi e i risultati dei concorsi pubblici nazionali e diversi altri indicatori di rendimento -il 5% delle eccezioni non fa che confermare la regola quindi non ne parliamo - e non intendo che solo il 5% capisce: mi riferisco al concetto statistico).
      Tu stessa citi esempi di un bieco allucinante: Momoa nollo conosco ma è un fusto da antologia (alto, grosso, taglio d'occhi selvaggio e fotomodello di mestiere). Che poi finisce a ipogamare come un pirla qualunque (Lisa Bonet sempre fica ma datata e usata come poche, oltre a essere nana). Gli altri tizi non stanno nemmeno in categoria: gente che se non avesse lo status ollivudiano se li inculerebbe giusto la cameriera obesa del diner di provincia.
      Di Caprio è tutto M e S, fisicamente non vale un calciatore di Eccellenza.

      Se vuoi restare in tema trash, il gran maestro della LMS è Flavio Briatore. Chiedi a lui tutto quello che t'interessa sull'argomento perchè potrebbe scriverci dei manuali (se non fosse analfabeta... eccelle in altri ambiti). Notare che alla veneranda età di 70 anni o poco ci mancava pure lui s'è rivolto alla chirurgia plastica perchè puoi anche avere M e S a palla ma se hai la L di Freddy Krueger anche le accompagnatrici prezzolate cominciano a dare buca...

      Elimina
    12. @Unutente

      Attenzione però: perchè si creino quelle occasioni alla fermata del bus o in treno, quindi ambienti neutri, non basta essere "un po'" sopra la media, ma DECISAMENTE sopra la media, almeno un 7.
      Io sono un 6,5 quindi poco sopra la media e in quelle circostanze tipo per strada o in treno ricevo al massimo qualche sguardo (anzi, è già tanto se capita questo!).
      Discorso già diverso nel caso della vacanza fra amici, dove fra disco e locali vari anche un 6,5 può rimediare qualcosa con un po' di fortuna e di pazienza: lo stesso discorso delle app d'incontri insomma.
      Quindi attenzione a non sovrastimare le potenzialità teoriche di chi è sì sopra la media, ma ancora "normaloide": si cade nella bluepill a ragionare così.


      @Anonima Gardaland

      E' l'effetto alone generato dallo status, come già spiegato.
      Cmq gli attori che citi sono tutti oggettivamente dei belli veri sopra il 7 (a parte forse Gosling che si aggira sul 6,5/7), quindi come esempi non ne hai scelti di rappresentativi.

      Esempio invece di VIP ritenuto figo grazie all'effetto alone dello status è piuttosto uno come Ed Sheeran, che esteticamente non arriva nemmeno al 6.
      Oppure Adrien Brody, stessa cosa.

      Elimina
    13. Marco 15.39. qualche sguardo, parlando dell'Italia (paese in cui la passività femminile è tra le più alte nel mondo) è già uno spunto più che buono. Significa che la ragazza in questione non fará nulla per prima, ma tu, se volessi, potresti attaccare bottone. Hai già un margine in cui giocartela. Ovvio che se vai all'estero è diverso. Io fui approcciato in due diversi locali a Londra da ragazze inglesi, robe che qui sono da fantascienza.

      Elimina
    14. @Marco

      Jason Momoa come fa ad essere bello vero con quegli occhi e quelle sopracciglia?! E Di Caprio, con quella faccia tonda e gli occhietti??
      Magari dei 7 sì, ma per me 7 significa "carino", non "bello vero". Anche Osservatore Romano dice che sono sopravvalutati.
      Ed Sheeran e Adrien Brody forse non arrivano al 6 ma se alla fine Brody mi piace decisamente più che Momoa o Di Caprio (che pur riconoscendo abbiano meno difetti non percepisco così tanto distanti da lui) l'oggettivita' della bellezza lascia il tempo che trova...

      Anonima Gardaland

      Elimina
    15. @Unutente

      Ahahahahahahah io che attacco bottone di mia iniziativa???
      LOL, è più probabile che mi cada un meteorite dritto in testa, con tutte le fobie, le ansie, i blocchi ed i complessi che mi ritrovo.
      Questo vale già se si tratta di attaccare bottone o rapportarmi con altri uomini maschi, figuriamoci quindi con le donne :D
      Non guardare qui sul blog che a volte scrivo come una macchinetta, dal vivo sono totalmente bloccato purtroppo, non spiaccico parola con nessuno/a di mia iniziativa causa forte ansia sociale/sociofobia.

      Comunque, per un 6,5 (cioè un "normaloide di fascia medio-alta") in Italia, per esperienza personale sia diretta che indiretta, il massimo che ci si può aspettare in contesti neutri è appunto qualche sguardo, qualche "invito all'approccio", mentre il sorriso è già ben più raro e l'approccio diretto da parte femminile in circostanze che non siano il classico contesto sociale di comitiva o il locale notturno, è qualcosa di eccezionale, ai limiti del fantascientifico.
      Peggio ancora per un "normaloide puro" sul 6, che se mai qualcuna lo dovesse adocchiare, questa è sempre o quasi una donna alquanto brutta (nel mio caso, invece, qualche volta si tratta anche di ragazze decenti o persino normocarine: una delle differenze fra il 6 secco ed il 6,5 sta probabilmente anche in questo).

      All'estero invece, come giustamente hai scritto riportando la tua esperienza, cambia tutto e già un 6 come te potrebbe appunto ricevere addirittura approcci a freddo nei locali da parte di sconosciute (per un brutto sub6 invece è pressochè impossibile in ogni angolo del mondo, pure all'estero manco lo guardano per sbaglio purtroppo): i paesi anglosassoni, in modo particolare, sono uno dei terreni particolarmente favorevoli da questo punto di vista.


      @Anonima Gardaland

      Per giudicare in maniera il più possibile oggettiva, analizzo l'armonia d'insieme di un volto e sia Momoa che DiCaprio sono veri fighi, i loro singoli dettagli e difettucci non vanno ad intaccare l'impatto generale che è quello di un bello vero, indipendentemente dallo status.
      Gosling invece sì che è un pelo sopravvalutato (resta comunque un normocarino) e deve ringraziare l'effetto alone dello status se è percepito come strafigo, probabilmente anche per lo stesso Fedez vale lo stesso discorso.
      Sheeran e Brody poi sono proprio esempi estremi di quanto lo status ci possa far percepire fortemente migliori dal punto di vista estetico (Rovazzi altro esempio ancora, forse ancora più estremo).

      Elimina
    16. @Marco
      "Sul fatto che ogni donna ha la sua soglia comunque non sono granchè d'accordo"
      Che la bellezza sia oggetiva, ok, ma Le richieste LMS possono calare se una donna ha bisogno di un betabux. Questo non vuol dire che lo desidera, ma se lo fa bastare controvoglia. Starfish sex, dead bedroom, e tutto il resto.

      "La personalità ovviamente conta zero (nel caso di sub6 e "Chads"), oppure in maniera marginale (nel caso della fascia 6-7)"
      Non è questo che dice la ricerca scientifica. Esiste solo sopra e sotto soglia LMS. Personalità, intelligenza, dark triad, ecc, hanno effetti diversi in base a che si sia sopra o sotto soglia. Non c'è fascia di mezzo.
      La "fascia di mezzo" è un'impressione che deriva dal fatto che una donna può calare di richieste LMS, come ho scritto prima.

      Pensa ad un uomo che corteggia (zerbina) una donna per mesi, e poi questa accetta. L'impressione è che il corteggiamento abbia funzionato (bluepill). Invece la realtà è che, o lui è salito di LMS, o lei è scesa di pretese.

      Elimina
    17. @Manzo

      Fammi capire, quale sarebbe questa fatidica soglia sotto la quale una donna non prova vera attrazione? Spero che sia abbastanza bassa, perché di donne che coi loro uomini fanno "starfish sex" (non avevo mai sentito quest'espressione 😂) per fortuna non ne conosco nessuna, e non mi pare siano 'sti gran fighi... però a loro piacciono. A volte qui ci si dimentica che non siamo tutti meccanismi di un congegno che funziona con rigide regole matematiche, ma siamo fatti di carne, sangue e ormoni ;)

      Anonima Gardaland

      Elimina
    18. Anonima, ma prendi in giro? È la soglia LMS...

      Elimina
    19. @Manzo

      Sì, ho capito che si parla di LMS, ma sotto quale soglia numerica è impossibile essere ritenuti attraenti? 7,6,5? Tra l'altro l'attrazione sessuale è una questione fisica quindi penso tu intenda il solo L, al massimo un S che conferisce stile e fascino, M proprio non c'entra.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    20. @Manzo: la sogna LMS ha comunque un margine di variabilità, e molto influisce il contesto in cui si è immersi. Tra fotomodelli sicuramente è più alta rispetto a qualche remoto angolo di provincia. Poi ci sono i contesti intermedi, che sono quelli più vicini alla media...

      Elimina
    21. @Manzo

      Spero che con "Ricerca scientifica" tu non intenda i deliri nati su forum di trollaggio tipo Lookism, Forum dei Brutti, Looksmax.me o similari :D

      Se invece ti riferisci agli studi svolti su OKCupid o Lovoo, lì è un altro discorso e i dati appunto mostrano una soglia che però è NETTA, univoca, invariata o quasi per ogni donna: quella del 7.

      Io comunque mi riferisco all'aspetto, è chiaro che se poi tu mi prendi proprio tutte e tre le variabili LMS, in quel caso si comincia ad osservare una soglia diversificata e variabile a seconda delle esigenze di ogni donna, unitamente all'eliminazione di ogni fascia intermedia: ecco perchè anche se sei un 6,5 ma hai status risibile, fai quasi sempre la stessa vita di un brutto vero (perchè appunto il tuo punteggio complessivo LMS è sotto soglia, nonostante l'aspetto fisico, preso di per sè, sia decente).

      Elimina
    22. "sotto quale soglia numerica è impossibile essere ritenuti attraenti"
      L'ho scritto prima. Non c'è la stessa soglia per tutte. Dipende dal contesto (che varia col tempo). Una 40enne con 2 figli che cerca betabux accetta anche un "3" pur di non fare la fame. Lo puoi osservare facilmente nelle donne divorziate e precarie.

      "l'attrazione sessuale è una questione fisica"
      Lo so, ma non fare confusione. Il mio commento era sulla soglia LMS. L'esempio che ho fatto sulle dating apps, era solo sul fattore L. Mi pare di aver scritto con chiarezza.
      Stiamo dicendo la stessa cosa.

      "Spero che con "Ricerca scientifica" tu non intenda i deliri"
      Parlo di ricerca scientifica pubblicata. Puoi partire da r/BlackPillScience. Attento che è brutale.

      "se poi tu mi prendi proprio tutte e tre le variabili LMS"
      Nel mio commento ho chiarito quando parlavo di L e quando di LMS. Stiamo dicendo la stessa cosa.

      Elimina
    23. @Manzo

      Tu hai scritto "se una donna ha bisogno di un betabux non vuol dire che lo desidera, ma se lo fa bastare controvoglia". Dici poi che la donna in questione "abbassa la soglia", ok ma allora stai parlando di "soglia di accettazione"; io voglio sapere invece qual è secondo te la "soglia di desiderio sincero", se è quantificabile in modo univoco e oggettivo (e io ne dubito).

      Anonima Gardaland

      Elimina
  30. @ Stenka Razin

    Cit: "Ciò che io contesto è la "svendita" dell'uomo, l'incapacità nello specifico di quello italiota nell'elaborare altro che una strategia perdente di zerbinamento".

    alla base di questa incapacità e del conseguente zerbinamento c'è proprio il fatto di pensare che, come uomo, ci si trova dalla parte della "domanda". Lo zerbino convinto di questo pensa a cosa può "offrire" per "comprare" la donna e lì partono gli zerbinamenti vari... favori, servizio taxi, regali, viaggi, cene etc. o nella forma più diretta (prostituzione) il pagamento in contante.
    ho cmq capito la tua metafora e non nego lo squilibrio della situazione... ho apprezzato molto il tuo "decalogo" che condivido. aggiungerei forse solo come ulteriore spunto la consapevolezza che anche la donna trae piacere dal relazionarsi con l'uomo (spesso sembra che ne sia dimenticati!).
    Delle due l'una: se si è consapevoli che il piacere è reciproco non viene neanche in mente di zerbinarsi, perchè nessuno sta facendo un favore all'altro, non serve sdebitarsi in alcun modo.... se invece il piacere non è reciproco semplicemente la cosa non va bene, ognuno per la sua strada...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Black Wolf

      Concordo pienamente, spero i tuoi interventi siano illuminanti quanto meritano.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    2. Black Wolf delle 13.53, ti sfugge un particolare: se non hai elevati LMS e non ti metti dalla parte della domanda, "corteggiando", offrendo passaggi, ascoltando le lagnanze ecc, ma stai nel tuo pensando "non è giusto, anche lei si deve sbattere", sai che succede? Niente.
      Capito qual è il problema? Secondo te perché un uomo dovrebbe mettersi a fare tutte quelle cose se ci fossero donne che gli si proponessero? Non lo farebbe mai, il problema è che non ci sono.

      Elimina
    3. @Unutente delle 16:48

      Cit : "corteggiando", offrendo passaggi, ascoltando le lagnanze ecc, ma stai nel tuo pensando "non è giusto, anche lei si deve sbattere"

      corteggiare non significa offrire passaggi o ascoltare lagnanze... ma cercare di fare conoscenza e conquistare la fiducia. non si tratta di "offrire" nulla... al massimo un caffè... non è vero che se non offri qualcosa di materiale o non fai da "ascolta lagnanze", tassista etc. non succede nulla.... anzi... se uno parte già dall'idea che per conquistare bisogna spendere soldi o prestare servizi a solo vantaggio della donna si autocondanna al ruolo di zerbino.

      Elimina
    4. @Black Wolf delle 20:18

      Esatto!!
      In ogni caso, questo lo dico per Unutente:

      se non piaci a una, non è che mettendoti a darle passaggi, ascoltare le sue lagnanze ecc... ottieni qualcosa. O tu hai esperienze opposte? Ti è capitato/visto capitare di conquistare qualcuna che prima non era interessata facendole favori e mettendosi a tappetino per lei?

      Anonima Gardaland

      Elimina
    5. Black Wolf delle 20.18, infatti ho scritto corteggiare virgola, offrendo passaggi ecc.. pertanto non ho detto che se non offri qualcosa di materiale non succede nulla. Il punto è che devi "darti da fare", porti dal lato della domanda, appunto. Cercare di fare conoscenza e conquistare la fiducia, sono azioni importanti, che richiedono tempo e costanza e nel farlo ti metti dalla parte di colui che cerca di ottenere la fiducia, di essere "selezionato".
      Investi "sentimento" per cercare le sue attenzioni, tant'è vero che molti imparano a recitare la parte, per poi scappare dopo qualche scopata, quando lei inizia a chiedere di più.

      Elimina
    6. @Anonima Gardaland: ho visto qualche caso di uomo zerbinare veramente oltre ogni limite di buon senso con una lei che non ne voleva sapere... che ha cominciato a calcolarlo e addirittura ha ceduto nel momento in cui lui le ha smesso di fare da zerbino :o ! Solo che funziona solo quando viene da sé, NON come strategia calcolata ;) ...

      Elimina
    7. È un cane che si morde la coda. Poniamo che un ragazzo brutto trovi il coraggio di rivolgersi a una ragazza che gli piace per proporle una passeggiata, quindi un'esperienza a costo zero per lui e a zero benefici per lei. Siete così ingenui a credere che accetterà? Come minimo il malcapitato verrà additato come brutto e privo di iniziativa. Se invece proponesse un aperitivo il pensiero della donna sarebbe "male che vada rimedio uno spritz". Se anche nella sua mente quell'uomo ha le stesse possibilità di concludere che ha Fantozzi di diventare AD della Megaditta intanto ne ricava un vantaggio personale. E almeno l'uomo avrebbe una possibilità di far uscire personalità, sovoir faire e tutto quello che francamente sa un po' di bluepill.
      È sempre un investimento e il rischio d'impresa è tutto sulle spalle dell'uomo brutto.
      Se un bello propone una passeggiata è invece un romantico e uno che non è attaccato alle cose materiali. Crudo, ma questa è la realtà.

      Elimina
    8. Anonima delle 21.52, anche se non intendevo quello, a volte capita (raramente) che lo zerbino che non piace, sulla lunga distanza riesca a ottenere qualcosa, magari quando lei si lascia con il ragazzo.
      In ogni caso, volevo dire altro, che se sei brutto o normale e aspetti che sia lei a cercarti, a capirti, a conquistarti puoi stare anche lì e aspettare tutta la vita. Invece devi porti dalla parte delle domanda.

      Elimina
    9. @Gino

      Ma proporre un drink o un caffè non è zerbinarsi, è un invito poco impegnativo come faresti con un collega... Io anni fa accettai l'invito per un caffè da parte di un amico-di-un-amico che già dalla foto e dalla descrizione non mi convinceva molto (molto più basso di me, grassoccio,...), non è che per dargli la possibilità di farsi conoscere ho aspettato mi proponesse una cena. E avesse proposto una semplice passeggiata avrei accettato lo stesso (anzi forse l'avesse fatto, magari con la scusa di mostrarmi qualche angolo suggestivo della sua città, avrebbe dimostrato meglio il suo carattere interessante - che per inciso non aveva, anzi era abbastanza terra terra, quindi non mi ha dato nessun elemento per farmelo riconsiderare al di là del suo aspetto. Dirai che in ogni caso non l'avrei mai rivalutato perché conta solo l'aspetto, ok, ma magari con una ragazza più bassina avrebbe avuto delle chances).

      Anonima Gardaland

      Elimina
  31. una domanda... ma secondo voi quindi solo il 20% degli uomini ha "un bel faccino"? E tutti gli altri non risultano per nulla attraenti? Mah..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e poi non voglio dire che l'estetica non giochi un ruolo... sicuramente è importante, ma gli esseri umani cercano anche altro in una relazione... e questa non è "blue pill"... è la realtà, basta avere un minimo di esperienza di vita per saperlo...

      Elimina
    2. gli esseri umani forse, le donne no: cercano altro solo se non riescono ad avere la LMS desiderata, e lavorano per monkeybranching

      Elimina
  32. 20% sopra il voto 6 mi sembra già troppo... Ad ogni modo sono usciti degli spunti interessanti, concordo con chi dice che se uno è brutto un minimo di zerbinaggio diventa l'unico modo in cui può stabilire un contatto con una donna. Tutto sta nel fermarsi al momento giusto, bisogna essere lucidi nel capire se c'è possibilità di evoluzione oppure è solo un'emorragia di denaro senza fine. Nel mio specifico sono consapevole di dover zerbinare perché altrimenti sarei trasparente. In genere mi do due appuntamenti, dopodiché in genere chiudo senza remore perché mi rendo conto che l'uscita era solo per scroccare. Loro pensano di avermi "fregato" quando invece ho io il pieno controllo e tutto quello che metto sul piatto è messo nel pieno delle mie facoltà fisiche e mentali, anche se loro credono di avermi in pugno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Gino,
      ma sei sicuro? Non è che magari è una tua convinzione quella che ti occorra zerbinare per creare contatto con le donne? Da donna, ti dico che mi sembra inverosimile. Una ragazza onesta non ha bisogno di questi mezzi per dare confidenza a un ragazzo, quindi nei suoi confronti le tue possibilità sono equivalenti (ergo inutile zerbinare); l'unica tipologia che potrebbe dar retta a un uomo solo se questi zerbina, è a profumiera interessata solo a farsi viziare e basta (quindi meglio perderla che trovarla).
      Per dirla più semplice: secondo me quelle volte che "zerbinando" (come di preciso?*) ti è andata bene, è perché ti sarebbe andata bene lo stesso anche senza zerbinare.

      *se per zerbinare intendi che hai invitato tu alla prima uscita, cioè hai mostrato interesse per primo, questo non è zerbinare. Soprattutto se il tuo invito non era per un appuntamento sopra le righe, costoso e impegnativo.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    2. Gino delle 21.31, a mio avviso sintesi perfetta.

      Anonima. Bisogna fare i conti con la realtà e potrei raccontare un sacco di aneddoti sulla mia vita o su quella dei miei amici che confermano quanto espresso da Gino.
      Se sei brutto o normale e non ti dai da fare non accade nulla, più metti sentimento, più hai possibilità di essere notato.
      Nello zerbinaggjo rientrato tutti quei gesti fatti quando percepisci di non avere mordente, ad esempio lei si lamenta del ragazzo e tu la ascolti e la consoli, quando in realtà è umiliante. Oppure le scrivi o la inviti sempre tu. Oppure non fa mai la strada per venire da te ma la raggiungi tu.
      A volte la conquisti, ma attraverso un percorso pesante per il proprio ego.

      Elimina
    3. @Gino

      Con "bel faccino" s'intende bellezza oggettiva ed universale, quindi un livello estetico superiore a 7.
      Queste rappresentano, appunto, circa il 20% della popolazione (attenzione: questo però se però comprendiamo anche le persone sul 7 pieno, se invece consideriamo solo i "Chad" o le "Stacies" fatti/e e finiti/e, quindi minimo da 7.5, la percentuale direi che scende al 10-15%).

      Sopra il 6 e fino al 7 si è ancora in zona normaloide, "normocarini/e" per l'esattezza.
      Contrapposti a normobruttini/e fra il 5 ed il 6 (nel caso dei maschi, però, percepiti a tutti gli effetti come brutti: essere un 4 o essere un 5-5,5 cambia quasi nulla e questa è una delle basi della redpill) e mediomen/mediowomen senza infamia e senza lode che si aggirano sul 6 secco.

      Diciamo che il livello estetico della popolazione segue una distribuzione "a curva gaussiana", dove il livello medio è appunto 6 e questo direi proprio che corrisponde quasi perfettamente alla realtà che si può osservare nella vita di tutti i giorni.
      Poi il fatto che alcuni abbiano scale personali differenti, spesso poco oggettive e che non tengono conto del reale livello estetico della popolazione in generale, è un'altra storia.

      Elimina
    4. Anonima, da quello che hai scritto nei vari interventi mi sembra di capire che siamo più o meno coetanei (sulla quarantina) e che tu sia impegnata in una LTR, se invece non è così correggimi. Ora, non so se tu abbia amiche single e come queste si comportino con gli uomini...come avevo già scritto, in una città grande come Milano le quarantenni single si dividono in due categorie: quelle ritornate sul mercato dopo la fine di una LTR (spesso con figli) che si riscoprono adolescenti e quelle che hanno puntato sulla carriera. Le prime paradossalmente sarebbero quelle più ben disposte verso una nuova relazione, anche se la regressione all'età dell'adolescenza con tutto quel che ne consegue (miriadi di "amici", uso smodato dei social) spesso è controproducente nei confronti dell'uomo quarantenne. Le seconde sono incavolate col mondo e vedono in un uomo un rischio per quel che hanno faticosamente costruito, a meno che questo guadagni cifre da capogiro. Torna sempre la teoria LMS.
      Tu parli di ragazze oneste...a trovarle Anonima :-)
      Zerbinando nei limiti non mi è mai andata bene, probabilmente quelle due volte che mi è andata bene hai ragione sarebbe andata bene comunque, però senza zerbinare un po' non avrei avuto quelle 10/15 uscite risoltesi in un nulla di fatto, ma che di fatto sono state delle possibilità.

      Elimina
    5. @ Gino
      Invitare fuori e offrire un caffè o uno spritz non è zerbinare: è investire un minimo sperando di entrare in contatto così da riuscire ad esibire le proprie caratteristiche caratteriali ed interessare almeno un poco. Che è comunque bluepill, perchè l'esito è quasi scontato. Se non piaci non piaci, qualsiasi cosa fai/dici/esprimi. Lei viene unicamente per il consumo della bevanda, e se ha del tempo libero. A meno che tu non sia veramente brutto, in qual caso non accetta proprio per nulla e le tue qualità morali non le esibirai mai. Ma, dicevamo, un'offerta così non è zerbinare, è un provare a pescare. Al limite ci si rimette 2-3 Euro. Il zerbinare comincia quando è lei a chiedere 'mi presti quel...' 'mi porteresti a...' 'mi aiuteresti in...' 'mi compreresti un...' 'mi aggiusteresti il...' pur non avendo intenzione di contraccambiare con nulla. Ci sono passato UNA VOLTA.

      Elimina
    6. @Gino

      Più o meno hai indovinato, sono tra i 35 e i 40. Non ho quasi amiche single; e quelle che lo sono non mi sembrano interessate agli uomini. Poi ho un paio di amiche che ogni tot anni si ritrovano single per la fine di una relazione ma non lo restano per molto... e senza bisogno che gli uomini in questione zerbinino (e no, non sono dei chad). Spesso si tratta di amici o colleghi che diventano qualcosa di più.
      Come dice Nicola credo che tu non abbia agito veramente da zerbino; hai solo proposto delle uscite per conoscersi, correggimi se sbaglio.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    7. Confermo quanto detto da Anonima Gardaland e altri.

      Zerbinare, zerbinaggio, zerbino, significa comportarsi con una donna in modo da perdere totalmente la propria dignità. Come un asciugapiedi asservito a lei.
      Significa cercarla ogni giorno anche quando lei ti ignora palesemente o ti risponde a monosillabi. Significa proporre l'ennesima uscita insieme dopo che lei te ne ha rifiutate 50 di fila. Significa mandarle continuamente frasi sdolcinate quando lei si dimostra emotivamente molto distaccata.

      Chiedere a una persona di uscire, non è zerbinaggio. E' gettare l'amo. Se non getti l'amo muori di fame.
      Forse, correggimi se sbaglio, ti sei fatto influenzare da certe trollate al limite dell'inverosimile secondo cui il vero uomo è quello che viene inseguito dalle donne, quello che non deve chiedere mai, quello che non muove un dito e ciò nonostante ha mille donne al suo seguito pronte ad andare a letto con lui.
      Quelle sono trollate scritte su internet da disadattati, troll e hikkikomori che pensano di avere la verità in mano. Il mondo reale è basato sulla comunicazione e sullo scambio. Se non comunichi, se non parli, se non ti fai avanti, non esisti.

      Elimina
    8. @Dave

      "Se non comunichi, se non parli, se non ti fai avanti, non esisti."

      Certo, sono d'accordo con te, però questo vale dal 7 compreso a scendere.
      Sopra il 7 "esisti" a prescindere pure se hai l'Asperger o sei sordomuto.

      Per il resto, sono il primo a sottolineare che su certi forum legati al tema "incel" si leggano trollate di terz'ordine o deliri assurdi di gente depressa, che si chiude in cameretta perchè la commessa del discount non gli ha sorriso a 32 denti, o non gli abbia dato il resto appoggiandogli la mano sulla sua dopo essersi rifornito di Pringles, Parmigiano e Peperlizia (roba letta sul serio, non sto scherzando!)

      Però la cosiddetta "regola dell'over7" non è assolutamente un'esagerazione nè tantomeno un delirio o una trollata: è un dato di fatto, c'è poco da fare.

      Elimina
    9. @Marco

      Mettiamo che la "regola del 7" sia vera (e penso lo sia, ma non così platealmente: almeno in Italia, le ragazze non si fanno avanti facilmente, semmai lanciano frecciate e segnali, ma un over 7 con Asperger dubito possa coglierli).
      Mi chiedo però perché molti under 7 invidino la situazione degli over con la scusa che loro possono essere anche associali, asperger ecc... Cioè, se sei un tipo nella media estetica ma hai problemi di timidezza e socialità, probabilmente dovrai fare uno sforzo migliorativo di te stesso per riuscire ad avere possibilità con le donne; ma è davvero un male? Non è invece un incentivo che torna utile anche e soprattutto a se stessi, alla propria maturità? Davvero è così importante avere donne a prescindere, anche se per un over 7 comporta il non mettersi mai in discussione, nascere tondo e morire tondo senza evolversi mai? Torniamo al discorso che secondo me nella vita la prima validazione ce la dobbiamo dare noi, migliorare sempre (nei rapporti sociali, sul lavoro, nell'affrontare le proprie paure...) in modo da arrivare alla terza età quanto più soddisfatti di noi stessi.

      Ps: anche il Redpillatore mi pareva avesse scritto del fatto che le donne rispetto agli uomini sono poco incentivate a migliorarsi: e guarda caso molte donne arrivano ai 40-50 incapaci di stare senza un uomo e di molte altre cose, con tendenze depressive, incapacità di farsi valere sul lavoro, ecc... Situazioni non proprio invidiabili, non credi?

      Pps: il tu era generico, anche se so che in effetti fai parte di coloro che hanno problemi a socializzare; prendi questa riflessione come un modo di vedere il bicchiere mezzo pieno e uno sprone per lavorare sulle tue difficoltà, magari con un buon aiuto professionale.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    10. Anonima delle 17.52. in linea teorica fai un discorso corretto, ma credo che a molti manchi proprio "l'adrenalina della situazione", ad esempio sei sul treno e lei ti guarda e sorride più volte.
      Se sei medio, è vero che uno può mettersi ugualmente in gioco, ma la freddezza e l'apatia che trovi di fronte vanno a minare l'autostima. L'aveva scritto anche il redpillatore, dopo una giornata di pali aveva avuto un crollo nervoso.
      È una cosa che a volte ho provato anche io, le risposte monosillabiche, le espressioni vuote.
      Prova a metterti nei panni di un uomo, davvero inizieresti senza problemi a socializzare, sapendo che quel tipo di reazione è molto diffusa?

      Elimina
    11. @Utente

      Ma infatti non si tratta di socializzare da zero con un'estranea che non ha dato nessun segnale di apertura...
      Si tratta di essere in grado di comunicare con colleghe, amiche di amici, ecc..., e saper cogliere un minimo di interesse.
      Gente che sul treno ti guarda più volte e ti sorride? Succede nelle pubblicità (me ne ricordo un paio fatte così 😅), nella vita vera non capita a quasi nessuno, nemmeno alle donne, o perlomeno quelle medie - a me mai successo. Nessuno ti calcola in questo mondo dove ognuno corre per i fatti suoi...

      Anonima Gardaland

      Elimina
    12. @Anonima Gardaland 31 gennaio 2020 17:52
      Concordo al 100% con Unutente 1 febbraio 2020 07:42 .
      Quando scrivi “secondo me nella vita la prima validazione ce la dobbiamo dare noi”, cogli il problema solo da un’angolazione. Come ha scritto Unutente, molti uomini, compreso il sottoscritto, si sono stufati di prendere pali gratuitamente e abbassarsi al ruolo di giullari per compiacere donne che, nonostante abbiano una pochezza interiore pari al vuoto pneumatico, si atteggiano a principesse. Ai giorni nostri sono la maggior parte, fidati. Io personalmente la validazione me la do in primis rispettando me stesso e non abbassandomi al ruolo di pagliaccio / giullare / zerbino / passatempo / unodeitantichefannolafila / mortodifiga / ecc….

      Elimina
    13. Esatto Andy, sottoscrivo ogni parola.

      Anonima, socializzare con colleghe, amici di amici presuppone un lavoro in cui ci sono tanti colleghi (per esempio nel mio lavoro siamo 5 di cui una sola donna) e/o un giro di amicizie stile compagnia delle medie (esagero il concetto per far capire) in cui ci siano occasioni di incontri allargati ad amici di amici. Le coppie sposate, magari con figli, entrano in sintonia con altre coppie, è normale, e quando ci sono le cene per occasioni o feste siamo sempre io e un altro paio di amici in mezzo a coppie. Mai e poi mai in queste situazioni è presente un donna single, non per cattiveria o altro, ma perché in effetti le eventuali amiche delle mogli sono a loro volta accasate. Altro esempio: io gioco a pallavolo in una squadra mista dove sono TUTTI sposati (alcuni con figli) e quando capita di uscire a mangiare o a bere dopo l'allenamento/partita non succede mai che ci sia qualche amica tirata in mezzo per sbaglio. È normale, ma a un certo punto è come se chi ti sta intorno e ti vede single pensi che hai deciso di rimanere in questa situazione. Magari non ti giudica, qualcuno magari ti invidia pure, pensando a chissà quali avventure ti possono capitare. Poi capiamo i, io adoro fare le cene con i vecchi amici e giocare con i loro figli, come amo giocare a pallavolo, è la famosa autovalidazione di cui si parlava nei commenti precedenti. E spesso ci si fa bastare questo anche se un po' di insoddisfazione rimane sempre sullo sfondo.

      Elimina
    14. Anonima delle 11.28. intanto posso assicurarti che quel tipo di situazione capita. Una volta una mia amica mi raccontò che in un viaggio in treno, aveva di fronte il sosia di lenny Kravitz, che a lei piaceva parecchio. Iniziò quindi a fissarlo e sorridergli, al punto che il tizio le rivolse la parola e alla fine si scambiarono i numeri di telefono. Ad uno normale queste cose non capitato.
      Per il resto condivido quanto scritto da Andy e Gino. Le situazioni di cui parli (amiche in comitiva) possono accaderti, ma anche lì, per uno normale di solito c'è il trucco: donne separate con figli, donne molto più grandi, oppure mezze svitate non particolarmente belle, insomma, la 30 enne carina, single, simpatica e intelligente te la puoi anche scordare, in comitiva o non compare mai o se compare non ti calcola.

      Elimina
    15. @Andy, Gino e Unutente

      Sul discorso che sia difficile trovare donne single posso capirvi, in effetti conosco pochissimi single over 30 e ho sottovalutato questo fatto. Quando parlo di dinamiche di attrazione e conoscenza vado con la mente a situazioni del passato che mi ricordo, ma era l'epoca dei vent'anni e c'era molta più gente libera in circolazione. Effettivamente dovessi presentare ora un'amica a qualcuno non saprei come fare, perché come dicevo le poche amiche single che ho sembrano refrattarie agli uomini (non sono così in confidenza da sondare il perché). Ma anche di uomini single nel mio giro allargato ne conosco pochi: al momento solo un cinquantenne che si è lasciato da poco.
      Sopra i 30 è comunque importantissimo coltivare hobby sociali dove conoscere un viavai di gente, es. associazioni culturali o sportive dove siano iscritte decine e decine di persone, per cui di evento in evento si incontra sempre gente nuova. Secondo me è l'unica per avere delle opportunità, a meno che non si goda di un ambiente lavorativo favorevole (es. a contatto col pubblico) o si abbia amici che prendono a cuore la tua situazione (ma quasi sicuramente per risolverla ti spingeranno a entrare in uno di quei megagruppi di cui sopra).

      Capisco anche la frustrazione di non trovare donne adeguate alle proprie normali aspettative e vi do ragione su quasi tutto, meglio soli che mal accompagnati; però sul discorso "donne divorziate con figli" bisogna anche accettare la realtà... Dopo una certa età è frequente che i single siano "single di ritorno". Vale per voi ma vale anche per le donne, a meno di ammettere che i maschi siano più numerosi delle femmine (?). Forse per evitare queste situazioni ha ancora un senso affidarsi alle care vecchie agenzie matrimoniali, dove persone in carne e ossa ti fanno matchare con qualcuno compatibile - se non vuoi divorziate con figli magari riescono a scovartele. Qualcuno ha esperienze in merito? Una mia amica anni fa si era iscritta, ma non è l'esempio giusto perché in effetti era separata con figlio e anche per questo aveva difficoltà a rifarsi una vita 😅

      Anonima Gardaland

      Elimina
  33. @ Gino
    Cit: "20% sopra il voto 6 mi sembra già troppo.."
    mah... io tutte queste brutte facce non le vedo in giro :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse Gino intendeva il contrario, cioè che il 20% sopra il 6 gli sembra una percentuale troppo bassa (e difatti lo è: la reale distribuzione l'ho spiegata sopra), in più cadeva un po' nella bluepill considerando già le persone poco sopra il 6 come "belle": fino al 7 si è ancora tutto sommato persone comuni, è passata quella soglia che si passa nel mondo della bellezza vera.

      Elimina
    2. sei di bocca buona

      Elimina
  34. Per me la metafora aiuta a semplificare concetti complessi, avvicinandoli alla realtà quotidiana. Invece vedo che ci si accapiglia sul concetto di "mercato", etc... Io ho fornito consigli pratici, essenziali, basici. Non affatto scontati, e lo dimostra il fatto che tanti hanno le loro riserve mentali, così come non vogliono accettare la cruda realtà.
    Non sono un PUA, lo ripeto. E non mi frega nulla della loro filosofia. Ma succede che pure l'orologio rotto segna l'ora esatta due volte al giorno.
    La mia esperienza è mutuata dalla realtà, dall'essere entrato nelle vite di tante donne con ruoli diversi (fidanzato, amante, trombamico, "amico" e purtroppo in gioventù anche zerbino) e dall'aver conosciuto (e messo a sistema) altre esperienze simili alle mie. E non nego di aver avuto "buoni maestri", ovvero persone che mi hanno fornito lo spunto giusto al momento giusto per interpretare la situazione. Se li avessi avuti in adolescenza, non avrei commesso tantissimi errori.
    Gli zerbini, se ieri potevano avere una possibilità di successo in una realtà provinciale o semiprovinciale italiana, oggi si trovano al palo e saranno sempre più frustrati. Internet e i social network - che piaccia o meno - hanno cambiato le regole del gioco, in favore delle donne. Allora, o si fa il salmone o si fa la pecora, ben sapendo che quest'ultima è destinata al macello (ora gli animalisti e i vegani non vengano a questionare questa metafora).
    Chiudo con l'ennesima metafora: le relazioni sono come il mercato del lavoro. Vanno evitate le guerre fra poveri. Se non capite che la vostra professionalità (a seconda dei vari livelli) ha un costo, finirete per lavorare gratis per un agricoltore il cui interesse è raccogliere i pomodori prima che marciscano. A voi rimarrà solo l'odore acre dei pomodori e quella sensazione di aver aiutato qualcuno che ha poi (s)venduto il proprio prodotto ad un altro...Tempo ed energie buttate inutilmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me zerbinare è offrire uno spritz, poichè le mie statistiche indicano un dato disarmante. Nel 100% dei casi, Le donne che hanno preteso di pagare la loro parte, erano interessate a me ed è nata una relazione. Invece le donne che non hanno battuto ciglio quando io ho pagato, non erano interessate a me e con nessuna di loro ho intrecciato una relazione, e credetemi, con alcune di loro ho investito altre uscite e altro denaro. E' per tale motivo che ora mi basta una sola uscita per capire dove tira il vento...

      Elimina
    2. @Giacca

      L'atto di offrire uno spritz in sé e per sé non è zerbinare. Quando lo offri non puoi sapere se l'altra persona proporrà o meno di pagare la sua parte, oppure accetterà l'offerta ma rilanciando per offrire la prossima volta (anche questo è un buon segno, perché vuol dire che desidera una "prossima volta". Certo se la volta successiva non offre lei, e tu insisti a offrire con la terza, allora stai iniziando a fare lo zerbino, quantomeno a viziarla un po').
      Ma la stessa cosa tra colleghi: se tu fossi uno generoso che tende a offrire sempre il caffè a tutti, ma poi vedi che nessuno mai mai ricambia, ti fai un'idea e ti dai una regolata per non passare da zerbino dell'ufficio - ovvio che va tutto valutato caso per caso, magari tu sei "quello che paga il caffè a tutti" e poi c'è quello che porta sempre le brioche, o è espertissimo di fotoritocco e sistema le foto a tutti, ecc...
      Riportando l'esempio al tete a tete con una donna: tu offri il drink ma lei ad es. paga il biglietto del cinema, o la seconda volta ti porta dei biscotti fatti a mano,... in questo caso c'è parità.
      Credo che conti soprattutto l'atteggiamento, immagino che le ragazze che ora scarti dopo la prima uscita siano tipe che hanno proprio l'aria da principessine e non fanno nemmeno l'ombra di un gesto paritario. Magari poi alcune sono pure interessate a te eh, non vogliono solo scroccare drink, ma all'antica come sono fanno le preziose e si danno tempi lunghissimi per testare la tua dedizione e cavalleria... Se non sono il tuo tipo meglio in ogni caso lasciar perdere.

      Anonima Gardaland

      Elimina
    3. Osservatore Romano31 gennaio 2020 15:24

      Siamo nel 2020.
      Per le donne "all'antica" ci sono i paesi musulmani (attualmente sono nel 1441).

      Elimina
    4. Anonima... Donne all'antica... Sulla soglia della menopausa, con l'orologio biologico che ticchetta e si concedono pure il lusso di allungare i tempi alle calende greche? Non regge, scroccone e profumiere della peggior risma, un'uscita e se la musica non convince... Tanti saluti e cancellare il numero.

      Elimina
    5. interessanti osservazioni... secondo me la soglia di riferimento è un caffè... offrire un caffè non è zerbinaggio. quando vi trovate in queste situazioni vi invito a notare come si pone verso la cameriera (o il cameriere). se la tratta con sufficienza o in maniera fredda e un po' arrogante alzate i tacchi... un giorno quel trattamento verrà riservato a voi... fuggite!

      Elimina

Ciao! 😃 Grazie per aver deciso di lasciare un commento, sono contento di sentire cosa pensi del mio articolo. Prima di postare però per favore dai un'occhiata al Regolamento: