28/06/19

Brutto Viso e Brutto Fisico sono Correlati?

bel fisico ma brutto viso
bel fisico ma brutto viso

  Un Lettore Scrive:

Caro Redpillatore; ho letto con molto piacere molti articoli del tuo blog.. apprezzo molto le tesi che esponi con fermezza, chiarezza ed obiettività... però mi sono accorto che non hai trattato questo tema nel tuo blog, e pensavo che sarebbe bello se ci dedicassi un articolo.. la questione in sintesi è questa: una persona brutta di viso ha anche un brutto fisico associato a tratti somatici non gradevoli alla vista? (per fisico intendo tutte le parti del corpo di una persona, dal collo in giù).. ti chiedo questo perché molto spesso persone brutte hanno fisici brutti, o eccessivamente magri o eccessivamente grassi.. e volevo che magari potessi analizzare le cause di questa casistica (mettiamo che su 10 brutti/e 7 su 10 hanno pure un fisico brutto).. per me le possibili cause sono due: o pessima genetica (per il viso e il fisico) oppure persone che si lasciano andare pensando (specialmente maschi) "con la faccia che mi ritrovo anche se avrò un fisico alla Schwarzenegger non scoperò mai/non scoperò mai femmine esteticamente soddisfacenti.. e volevo chiederti anche se la prima teoria da me esposta (quella della pessima genetica) vale al contrario, ovvero in caso di buona genetica.. bel viso e bel fisico.. in sintesi: geni cattivi viaggiano insieme? e geni buoni viaggiano insieme? oppure ancora vale l'effetto alone, in modo che un bel viso faccia percepire in un'altra persona un bel fisico anche se non è perfetto, e se una persona ha un brutto viso verrà percepita con un brutto fisico anche se il suo fisico non è inguardabile? Detto questo ti saluto, sperando tu possa dedicare un articolo del tuo favoloso blog a questo tematica. Ciao Red, continua così che vai alla grande.

Il Redpillatore Risponde:

 Nell'articolo sui fenotipi italiani ho scritto una breve introduzione in cui ho parlato dei somatotipi, e ho spiegato che esistono essenzialmente 3 tipologie fisiche: Ectomorfa, endomorfa e mesomorfa.

Alla prima tipologia corrisponde un corpo magro, longilineo, con ossa sottili e scarso tono muscolare. Le seconda tipologia invece ha ossa pesanti e riesce a costruire muscoli facilmente ma ha la tendenza ad accumulare molto grasso.

L'ultima tipologia invece raccoglie le caratteristiche positive delle precedenti e garantisce un fisico atletico e con bassa percentuale di grasso.





Ora, un bel viso è dato principalmente da due caratteristiche:
  1. Una buona struttura ossea
  2. Una bassa percentuale di grasso (diciamo intorno al 12%) in grado di farla risaltare
Alla luce di ciò è evidente che appartenere all'una o all'altra tipologia fisica può spesso influenzare anche i lineamenti del viso.


  • L'ectomorfo, essendo esile di natura, tenderà con più probabilità anche ad avere ossa del viso piatte e un mento retruso, che non sono proprio il massimo dell'estetica.
  • L'endomorfo invece avrà un'eccessivo grasso facciale che impedirà la definizione e renderà il viso più brutto. Spesso le tipologie fenotipiche endomorfe tendono anche a diventare calve, con i risultati disastrosi che già conosciamo.
  • Il mesomorfo invece avrà una buona struttura mandibolare perfettamente definita.

I modelli sono praticamente tutti mesomorfi oppure ectomorfi. Checché se ne dica non è necessario avere grosse masse muscolari per un fisico bello perché per l'estetica è più importante avere poco grasso piuttosto che molti muscoli.

La risposta alla tua domanda quindi è sì: la tipologia fisica a cui uno appartiene aumenta anche le probabilità di avere un viso bello.
Non è però ovviamente una certezza, perché può capitare che una persona presenti magari certe caratteristiche di un somatotipo e certe altre di un altro. Molti fotomodelli ectomorfi ad esempio hanno delle strutture ossee facciali notevoli da far invidia a molti mesomorfi.
C'è poi il secondo aspetto che hai sottolineato che è quello della trascuratezza, che ha sicuramente la sua parte.
E' vero infatti che alcuni nascono con una genetica più fortunata ma è altrettanto vero che, con un po' di impegno, l'ectomorfo può mettere su muscoli e avere un fisico decente, e l'endomorfo può perdere grasso ed esprimere il proprio potenziale facciale.
 Però appunto ad impegnarsi di più sono in genere quelli che già ricevono feedback positivi dalle donne, che quando perdono mezzo chilo ricevono complimenti e vengono incoraggiati a fare di meglio, mentre se uno è brutto di viso sarà poco incentivato anche a migliorarsi fisicamente perché pure costruendo un fisico da copertina molto spesso continuerà ad essere invisibile alle donne.
Nella community americana quelli che sperano di compensare ad un brutto viso dedicandosi ossessivamente al miglioramento fisico vengono chiamati con ilarità "gymcel", e considerati dei blupillati che non capiscono che alla fine il viso viene prima di ogni altra cosa.
Michael Phelps (foto in alto) ad esempio, se non fosse un nuotatore professionista e non si fosse costruito quel fisico statuario per lavoro ma solo per piacere alle donne, rientrerebbe perfettamente nella definizione di "gymcel", perché è brutto di faccia e qualunque donna preferirebbe un fotomodello gracilino a lui.
In conclusione sì, geni buoni e cattivi spesso viaggiano assieme, però tutti possono migliorarsi fisicamente (anche se alcuni sono più motivati di altri) . Non è il caso di essere ossessionati dal miglioramento fisico (a meno che non sia una passione) ma il fatto di avere una genetica scadente non deve diventare un alibi per la propria pigrizia.

Ciao e grazie di seguirmi!


Forse ti Interessa:

 


4 commenti:

  1. È quello che ho sempre pensato. Ho sempre notato che i mesomorfi con i polsoni e il collone hanno anche una struttura mandibolare ben definita e scolpita. Per la serie: a chi tutte le fortune e a chi tutte le sfortune. Ho anche notato che spesso gli ectomorfi più puri tendono ad essere spesso retrusi (normie al massimo), mentre ne ho visti davvero pochi con una struttura mandibolare slayer.

    RispondiElimina
  2. Io non saprei come definirmi. Ho un bel fisico magro e slanciato e me lo fanno notare tutti nonostante non vada in palestra.
    Il viso...ahimè...è quello che è, essendo stata abbastanza gracile da bambina direi che combacia perfettamente con il mio mento retruso e la mia malocclusione.

    Riguardo alla faccia, comunque, direi che tutto dipende dalla forma del cranio e quello con la struttura migliore risulterebbe essere quello nordico e dell’est.
    Per il resto direi che la maggior parte delle persone nella norma ha un cranio decente.

    Poi ci sono quelli sotto la norma (come la sottoscritta) con delle malformazioni del cranio dalla nascita o durante la crescita (respirare con la bocca per un problema di adenoide come feci io, beh, porta ad una cattiva crescita ossea della faccia, parole dell’ortognatico che mi ha visitata).

    Infine quelli che, poverini, hanno proprio una malattia a livello osseo o del cranio.

    Le ossa e il cranio sono tutto e, a causa della genetica, possono determinare la bellezza di una persona. E questo i medici lo sanno benissimo, infatti il mio ortognatico me ne ha parlato senza nascondersi dietro concetti blupillati. Vedere, ad esempio, i cosiddetti sovrappeso che si vedono brutti ma in realtà la loro condizione è temporanea, infatti il doppiomento di un sovrappeso che dimagrisce...poi sparisce, mentre il doppiomento di uno che ha il mento retruso come me resta nonostante si è magri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo articolo, comunque, come gli altri, del resto.
      E ora come ora mi rendo conto che la medicina è l’unica a dire che le differenze genetiche esistono senza nascondersi dietro concetti blupillati (“siamo tutti uguali”).

      Elimina
  3. Phelps, con una plastica al naso, è a posto.
    Fino a non molto tempo era diffusa la considerazione che gli uomini piccoli, benché avessero il difetto della bassa statura e di un corpo esile, potessero essere tendenzialmente più aggraziati dei cosiddetti "omoni", che spesso avevano tratti pesanti (vedi Phelps, appunto).
    Il problema (per i manlet, evidentemente) è che oggi molto di più di ieri le donne vogliono l'uomo che fisicamente le trasmetta l'idea di essere una bestia che può scaraventarle contro un muro con un braccio solo e che soprattutto possa farlo anche con altri.
    Se a questo aggiungiamo che una plastica al naso e ormai anche un bimascellare sono operazioni di routine, possiamo sintetizzare il tutto così:
    Se sei alto e stazzone ma hai problemi di capelli,un naso di merda o una retrusione, non preoccuparti la situazione è risolvibile: palestra (magari anche bombe, se vuoi strafare), chirurgia, ed è fatta.
    Se invece sei un manlet, hai il terzo inferiore poco sviluppato, la fronte alta e magari anche lo sguardo da pesce lesso... beh, ammazzati: con la concorrenza che c'è oggi, basta un nulla per essere tagliato fuori.

    RispondiElimina

Ciao! 😃 Grazie per aver deciso di lasciare un commento, sono contento di sentire cosa pensi del mio articolo. Ti chiedo solo di rispettare alcune regolette:

✔️ Se vuoi commentare in anonimo creati almeno un nick di fantasia (Vedi: Nome/URL) per evitare che chi leggerà faccia confusione tra i vari commentatori.
✔️ Cerca di scrivere post ricchi di contenuto. Niente insulti, volgarità, spam, dati falsi o tendenziosi, polemiche sterili o discorsi oziosi.
✔️ Se devi farmi una domanda non relativa all'articolo, usa prima la funzione "Cerca" oppure vai al menu alla voce FAQ. Può essere che la risposta sia già lì.