Home Bellezza Dobbiamo Vietare per Legge i Tatuaggi sulle Ragazze Over 7

Dobbiamo Vietare per Legge i Tatuaggi sulle Ragazze Over 7

147
 

M’imbatto in un’intervista televisiva di quella che poi scopro essere la figlia dell’ex calciatore Sinisa Mihajlovic, Viktorija. Dreamgirl assoluta.
Mentre questa ragazza parla osservo estasiato le espressioni di quel faccino così perfetto e nella pausa pubblicitaria non riesco a resistere alla tentazione di cercare alcune sue foto con lo strumento del diavolo (Instagram). Entro nel suo profilo, ormai rassegnato a sperimentare quella classica sensazione che prende il nome di “inturgidimento”, quando accade l’inaccadibile. Vedo cose che non andrebbero viste. Le braccia. L’inchiostro. L’inchiostro sulle braccia. T.A.T.U.A.G.G.I.
Boom…Come colpito alla bocca dello stomaco da una di quelle bombe che il padre tirava su calcio di punizione ai tempi della Samp mi piego dal dolore e crollo a terra. Da te Vicky davvero non me l’aspettavo.

Victorija Mihajlovic <3 <3 (Versione no tattoo)

Vietare i Tatuaggi sulle Belle Fighe

Secondo uno studio di un paio di anni fa, l’Italia risulta essere il Paese al mondo con più persone tatuate [fonte: Dalia Research]. Si tratta di un’indagine condotta su un campione di 18 Paesi, quindi sicuramente incompleta, ma che comunque conferma l’impressione che chiunque può avere passeggiando per una qualunque spiaggia italiana e osservando la gente in costume: c’è un fottio di gente tatuata. Soprattutto giovani, e soprattutto donne.
La donna italiana si conferma ancora una volta tremendamente conformista, seguendo questa bizzarra moda che ha come risultato solo quello di far perdere sex appeal e femminilità.
Diciamocelo, nessuna ragazza migliora esteticamente facendosi iniettare dell’inchiostro sulla pelle.
Ho sentito tante volte commenti del tipo “bella ragazza, peccato che abbia poche tette”, oppure “carina di viso ma troppo bassa” ma mai frasi quali “peccato che abbia la pelle poco tatuata” oppure “se si facesse tatuare un testo di Vasco Rossi sull’anca sinistra sarebbe perfetta”.
Anzi, quei centimetri di pelle alterata cromaticamente possono declassare anche la più gnocca delle gnocche nella scala del percepito. Da “modella di Victoria Secret” a “barrista de Freggène” è veramente un attimo. E’ tempo che qualcuno fermi questo abominio.
Non tolleriamo l’insozzamento dei monumenti nelle nostre città, siamo rimasti indignati di fronte all’imbrattamento della statua di
Montanelli, che, meriti intellettuali a parte, era comunque un tizio dalla faccia strana e il naso un po’ grosso, perché dunque dovremmo tollerare il deturpamento delle belle fighe?
Occorrono leggi severe che proibiscano alle ragazze esteticamente sopra il 7 atti autolesionistici come i tatuaggi. E già che ci siamo pure i piercing e le tinte di colori innaturali.

Mi appello a Vittorio Sgarbi, grande esteta e conoscitore dell’arte, che ha sicuramente la sensibilità per capire lo strazio che vivo ogni volta che vedo una pregevole cerbiattina sfregiata dell’inchiostro.

Lui stesso fu costretto a troncare la sua relazione con Elenoire Casalegno perché, disse, “poi si è coperta di tatuaggi e io ho aperto una polemica con lei, che era una bellezza pura”, aggiungendo che “non si rovina un’opera d’arte con uno stupido graffio”. Esattamente, Maestro.
Michelangelo, Raffaello, Leonardo: hanno forse mai ritratto donne tatuate?

Riusciamo ad immaginare la Venere del Botticelli mentre copre il suo seno mettendo in evidenza una farfalla impressa sull’avambraccio? O i capelli della dama con l’ermellino di viola dipinti?
Se i beni culturali sono meritevoli di conservazione, allora nella lista delle opere da tutelare vanno assolutamente incluse anche le belle fighette che passeggiano per le nostre città e che dovrebbero avere il dovere giuridico oltre che morale di mantenere un certo decoro.

Chiedo dunque all’Onorevole di presentare al più presto un disegno di legge che includa tatuaggi, piercing, e tinte strambe fra i reati contro il patrimonio (estetico).
Il destino estetico della nostra nazione è in pericolo e non possiamo continuare a rimanere impassibili di fronte alla barbarie.

Sottoscriviti
Notificami
guest
147 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

non so cosa si possa pretendere da una figlia di calciatore; pure la figlia di Allegri è una sgallettata di prima categoria… Sinisa visto che è spiritoso ne ha chiamata una Virginia: forse in serbo è una preghiera

Urhen
Urhen
3 mesi fa

Una volta all'università, una ragazza da 6 che aveva un pò di tatuaggi per mostrarsi acculturata si fece tatuare "sapere audere" (o una cosa del genere). Ovviamente l'ho presa in giro fino a quando non l'ho più vista, ma io mi domando "ma come fai a pensare che con il gesto più ignorante di tutti mostri cultura".
La categoria di donne tatuate peggiore sono quelle che pensano di mostrarsi profonde scrivendosi qualcosa.

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

Ma non solo alle ragazze sopra il 7, io li vieterei a TUTTI!

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

Abito davanti a uno studio di tatuaggi dove si fanno anche eventi flash e non vi dico le scene isteriche che ho osservato,quasi tutte da parte di elementi del genere femminile a partire dai 14 anni per arrivare oltre i 50.Delirio puro.Conformismo ai limiti del patologico.

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

È uno dei tanti "Red flag" delle donne.
Mai considerare per una relazione seria ragazze con tatuaggi

Emanuele
Emanuele
3 mesi fa

Sempre odiato i tatuaggi; sono segno di degrado, inciviltà e imbarbarimento. Nella Bibbia il Dio d'Israele li proibì.
Oggi imperversano e generalmente chi li ha è molto aggressivo, bestiale, incline a commettere reati.
Inutile dire che mai e poi mai li farò. Bei tempi quando erano simbolo di delinquenti, carcerati, criminali vari.

Cavaliere Oscuro
Cavaliere Oscuro
3 mesi fa

La realtà è che essere delinquenti e criminali al giorno d'oggi
è diventato quasi uno status simbol, e le donne con il cervello
conformista che hanno sono le prime ad adeguarsi alle nuove mode.
Quando una testa è vuota la puoi riempire anche di merda, ne è
conferma il fatto che bulli e spacciatori hanno più probabilità
di avere una donna accanto rispetto ad un uomo perbene.

Anonimo
Anonimo
1 mese fa

Sul sito dell'Nba hanno fatto la classifica dei migliori giocatori NON tatuati. Tanto per far capire l'incidenza del fenomeno. Comunque c'è pure l'ultimo MVP della lega, oltre al miglior marcatore degli ultimi 2/3 anni e due dei migliori centri.

Marco
Marco
3 mesi fa

I tatuaggi sono degrado puro, soprattutto su di esse.

Gino
Gino
3 mesi fa

Sono totalmente d'accordo, quello che a me stupisce è la totale mancanza di lungimiranza sul fatto che il corpo va naturalmente incontro a decadimento, per cui un tatuaggio che ora sta sulla schiena tra quarant'anni sarà scivolato sulle chiappe o la simpatica lucertolina si sarà trasformata in un coccodrillo del Nilo. Ulteriore abominio sono i tatuaggi colorati, peggio di quelli monocolore a mio avviso. Comunque i tatuaggi sono utili agli uomini, sono chiari indicatori della donna che hanno davanti. La donna sub 7 tatuata pesantemente la colloca quasi con certezza nella categoria trashona. I tatuaggi saranno sicuramente una frase di Vasco "La vita è un brivido che vola via", i nomi dei figli avuti precocemente (Brian, Jason, Daiana), parole ad minchiam tipo "Resilienza", qualche pittogramma di lingue sconosciute o la data di morte dei nonni. Posti gettonati? Tra le scapole o nella parte bassa della schiena, i due posti peggiori secondo me, in spiaggia vedere quelle parti deturpate è uno schifo totale. Il piccolo tatuaggio sul braccio o sulla caviglia ci possono stare, ma da altre parti sono terribili. Alla larga dalle donne pittate come Fedez.

Anonima
Anonima
3 mesi fa

Premettendo che ho apprezzato l'ironia dell'articolo e che in linea di massima sono d'accordo, ci sono situazioni in cui un tatuaggio può essere d'aiuto per mascherare cicatrici a causa di interventi chirurgici o incidenti. In questi casi a mio parere non solo ci può stare ma anche starci bene O:)

Henri de Tolouse Lautrec
Henri de Tolouse Lautrec
3 mesi fa

Il tatuaggio è sintomo di donna "trasgressiva", nel bene o nel male. Nel bene, se state per scoparvela, nel male se sta per diventare vostra moglie.

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

tutta colpa del GRANDE FRATELLO quella cazzo di trasmissione a puntate di qualche anno fa la quale ha montato la testa alla gente PSICOLABILE …..e fatto fare soldi ai disegnatori della domenica ….

Unknown
Unknown
3 mesi fa

Un tempo avevano un valore religioso, di appartenenza. Oggi non è altro che un pò di inchiostro perché fa cool e chissà nella loro mente del cazzo a quale film o personaggio celebre si ispirano.
Non chiamateli tatuaggi non hanno appartenenza sono vuoti proprio come loro.

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

d'accordo che i tatuaggi rovinano la bellezza. Ma chiamare Sgarbi "maestro" conoscitore della bellezza è uno scivolone… mi ricordo quando diceva che sarebbe voluto andare con Efe

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

Un mio collega di lavoro ha sull'avambraccio un tatuaggio con la sagoma di un cannone composta con i nomi dei più grandi scrittori americani. Ritengo il concetto sia ottimo ma non me lo farei marchiare sulla pelle… Però ne riconosco il "fascino semantico".
Personalmente non mi faccio dei tatuaggi per la stessa ragione per la quale non appiccico degli adesivi alla macchina. Questione di personale compostezza e decenza.

Nelle donne, i tatuaggi denotano spesso solo scarsa lungimiranza. Tra l'altro quasi sempre non sono altro che dei fronzoli puramente estetici.
Ennesima riprova che una donna, lasciata libera di scegliere, spesso sceglierà di "corrompersi" nella maniera più deleteria possibile. Grazie a Dio, le eccezioni non mancano. Anzi, abbondano.

In entrambi i sessi, il tatuaggio è il più vistoso marchio dell'NPC.

nicola
nicola
3 mesi fa

per me un tatuaggino ino ino monocolore su una parte del corpo poco in vista come la spalla e che rappresenta qualcosa di importante per lei è OK. Disegni assurdi a colori su tutto il corpo e molto spesso su parti osè come il petto è NO-GO totale. Purtroppo in questo momento storico stanno andando di moda, solo 10 anni fa erano molti, molti di meno. Ringraziamo vip, cantanti personaggi dello show biz e televisioni commerciali, che sono la reale rovina del paese da 40 anni a questa parte, molto più dei politici. I maggiori contributori del degrado mentale che imperversa.

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

Varietas delectat, si diceva un tempo. Oggi mi piace indossare una camicia azzurra, domani una polo dal colore vivace, oggi avrei voglia di intrattenermi con una bionda dolicocefala, domani con una cinese dalla pelle morbida. Coi tatuaggi pare che non funzioni così: ci s'imbratta il corpo con immagini e colori (quasi) indelebili, senza pensare che domani potrebbero venire a noia, magari per il desiderio di imbrattarsi con immagini e colori diversi. Ci vuole tanto a capirlo? I tatuatori sono i nuovi Barnum (quello che diceva: su 100 esseri umani quante sono le persone intelligenti, tre, quattro? Bene, io lavoro per gli altri).

Feltrino
Feltrino
3 mesi fa

Quando tra qualche anno finirà sta moda del cazzo sarà il successo dei dermatologi o presunti tali che prometteranno trattamenti magnifici per rimuovere ste cafonate. Non sono propriamente d'accordo sul fatto che la bellezza è purezza perchè alcune correnti dell'arte giapponesi abbracciano la bellezza delle cicatrici. Per il resto io mi chiedo comunque se non è per fini artisti cosa si tatua a fare la gente? Soprattutto le ragazze si vede che non hanno una personalità ecco perchè poi vogliono ipergamare

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

Raga non capisco, l'articolo sembrava ironico ma i commenti sembrano prenderlo sul serio lol
Che posto è mai questo?

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

Io non vedo i tatuaggi così deturpanti.
Dipende dal tipo di tautaggio e la grandezza.
Alcune girls stanno molto bene coi tatuaggi.
E quando invecchiano?
E chi se ne frega?!
Voi mica le vecchie vi dovete scopare!
Aloha!

Boucaneer
Boucaneer
3 mesi fa

"Ma tu non hai tatuaggi?" è la domanda che spesso mi fanno le ragazze, con lo stesso tono col quale mi chiedono "ma tu non hai Instagram?".
"No"
"Perchè non te ne fai uno?"
"Perchè dovrei farmelo?"
Al che segue di solito un mix di espressioni che compendia incredulità, imbarazzo, curiosità, avversione, perplessità…
A quel punto, a seconda del grado di intelligenza della bipede cum vagina, vi sono due alternative.
alternativa A): "ma dai fattene uno, se lo fanno tutti!" (a quel punto mi immagino il Batman del telefilm anni '80 che mi tira un pugno e viene fuori la scritta "OUNCH!"/"STOCK!"/"SBAM!"
Tanto varrebbe spiegare loro la fisica quantistica, indi per cui di solito taglio corto e cambio argomento e cerco di passare all'azione. Alla fine mica sono lì per arricchirmi culturalmente no?
Ma fin qui tutto bene, alla fine quelle così le puoi "ubriacare con le parole" ed è più o meno come rubare caramelle ad un bambino.
Il problema sono quelle dell'alternativa B): "ma come, non c'è nulla che tu voglia portare sempre con te? Voglio dire, qualcosa che ti ha segnato o che per te è così importante da tatuartelo". E di qui, l'implicito rimprovero di essere un po' superficiale, vuoto, o privo di fantasia.
"No non c'è nulla per il quale sia disposto a farmi marchiare a fuoco" e qui altre due reazioni:
reazione 1) "ahahahah!! Dai scemo, non devi vederla così" capiscono l'antifona, battono compostamente in ritirata e si passa a parlare d'altro.
reazione 2) "ma cosa dici??? Sei come quelli che odiano i tatuaggi!! NON PUOI GIUDICARE una persona dall'aspetto!!! Guarda che siamo nel 2020!!! Ognuno è libero di fare quello che vuole!!! Io sono una che "VIVI E LASCIA VIVERE"!!!" e via di crisi isterica, frasi fatte, slogan da status di facebook, ecc.
Insomma avere a che fare con una tipa tatuata è un po' come giocare con il mitra che tutti abbiamo avuto da piccoli (quello che premevi un pulsante e faceva i suoni di 3-4 tipi di raffiche). In maniera casuale vengono riprodotti sempre i soliti 3-4 tipi di botta e risposta.

Unknown
Unknown
3 mesi fa

Articolo interessante ma molto al di sotto dei tuoi standard (IMHO).
Io credo che una cerbiattina a meno che non si tatui una svastica in fronte vivrà sempre in godmode per quanto riguarda L, M e S.
E anche chi qui dentro aborrisce i tatuaggi se la scoperebbe su un piede solo e con la rincorsa.
Comunque dái, sono gusti personali.
PAOLO

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

Articolo interessante ma molto al di sotto dei tuoi standard (IMHO).
Una cerbiattina, a meno che non si faccia tatuare una svastica in fronte, vivrà sempre in godmode per quanto riguarda L, M, e S, con una vita piena e appagante in tutti gli ambiti.
E la maggior parte di chi qui dentro aborrisce i tatuaggi se la scop3rebbe su un piede solo e con la rincorsa.
Paolo

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

Gira online una compilation di video tictoc di un giovane calciatore della Roma in prestito a una squadra portoghese.
La squadra portognese, nonostante il campionato ancora da terminare, l'ha rispedito a casa in malo modo a causa dell'atteggiamento da scimmia idiota mostrato nel video. C'è anche una femmina, nel video. Tranquilli, sono vestiti. E sembrano quasi fratelli. Consiglio di darci un'occhiata (si trova per esempio sul sito di Repubblica) perchè è molto a tema col topic tatuaggi.

Anonimo
Anonimo
2 mesi fa

È allucinante come i paesi del sud come Italia e Spagna siano pieni di persone con i tatuaggi, mentre le persone del nord Europa no…. sicuramente per la propensione alle cose superficiali in questi paesi e magari anche a causa dell’ignoranza. Tu che ne pensi red? Hai notato anche tu questa cosa? Durante tutti i miei soggiorni all’estero ho potuto constatare che questa era la norma ahah.
Tanti cari saluti!

Anonimo
Anonimo
2 mesi fa

Se quelli che frequentano la pagina facebook segnalassero TUTTI i commenti contenenti insulti da parte di domnule e white knights cucki+zerbini presenti farebbero bannare qualche migliaio di utonti dal sozzial network.
Attività molto più utile e meritoria del continuare a rispondere alle loro provocazioni da minorati mentali. Diffondere la pillola rossa è roba da gente con un QI superiore al 105.

Rettiliano Verace
Rettiliano Verace
2 mesi fa

Quando ero bambino i tatuaggi erano ancora riservati a marinai e a delinquenti vari. Poi sono diventati appannaggio dei forzanovisti e degli elementi da stadio, poi dei buzzurri alla Taricone. In generale su un maschio hanno sempre indicato "tanto testosterone, cervello zero", mentre sulle femmine: "mi piacciono i tipi con tanto testosterone e zero cervello". Ora sono diventati banali, se li fanno tutte.

Anonimo
Anonimo
2 mesi fa

"Da quando i gusti sono omologati"
Sono le femministe che ci tengono tanto all'omologazione del pensiero. Chi sta dentro è nel giusto chi sta fuori, invece, merita rovina, disprezzo sociale, e perfino carcere.

Se a te piacciono sinceramente i tatuaggi per i tatuaggi, allora ok – non condivido, ma rispetto. Ma se a te piacciono i tatuaggi perché vanno di moda, perché ti fanno sentire più alpha, o menate varie, allora sei messa male come le femministe.

Anonimo
Anonimo
2 mesi fa

Però la farfallina di Belen…

Tinder
Tinder
2 mesi fa

L'unico tatuaggio che ho visto "decente", furono dei "Fiocchetti a nastrino" tatuati dietro le cosce di una che vestiva uno short a chiappaculo.
Anche a me da uomo i tatuaggi non piacciono, ma quello era davvero molto arrapante..

Anonimo
Anonimo
2 mesi fa

Ma poi, conviene avere una relazione con una femmina sulle cui foto online si sono masturbati centinaia di migliaia di uomini?

Cioè, capisco Icardi che magari è al ristorante colla sua "signora" e quando metà sala gli sghignazza alle spalle dice ai figli "tranquilli, picciotti, sono solo invidiosi".
Ma un povero cristo con un lavoro normale e magari faticoso, come sopporterebbe tutto ciò?
E vale pure per il revenge porn: sono pronto a scommettere che il 90% di quelle che si mostrano su instagaz ha diversi filmini che circolano. Cornuto per sempre ancora prima di farsela, ecco il ruolo di chi ci prova con quelle…

Anonimo
Anonimo
2 mesi fa

Articolo di natura alquanto spicciola. Per non parlare della gran quantità di commenti da pseudo-boomer deficienti. Mi sento molto deluso, non capisco in che direzione voi stiate andando.

Anonimo
Anonimo
2 mesi fa

Ho letto molti dei commenti e intercetto un'opinione secondo me comune e mai propriamente espressa. La teoria LMS cosi come l'ho letta nell'articolo linkato dal glossario non mette in giusto risalto la truzzaggine. Oltre che da L, M e S io nel corso della mia vita ho osservato che le donne sono eccitate dai comportamenti aggressivi ed antisociali e,in generale, dall'uso della violenza. Sono dunque, di riflesso attratte, dai segni distintivi tipici degli ambienti dove tali comportamenti violenti ed antisociali abbondano. Osservazioni mie naturalmente ma credo siano esperienza comune a molti: la chiamerò teoria LMSV. Look, Money, Status, Violent behaviour.

Saluti,
Vero Anonimo

Anonimo
Anonimo
1 mese fa

Come se vedendole piene di tatuaggi uno si mettesse a "leggerle" per capire il significato di ogni tatuaggio…ma non lo capiscono che a 3 metri sembrano solo sporche di nero? A me qualche tatuaggio piccolo sulle ragazze non dispiace ma quelle patacche sulle gambe e sulla schiena proprio non si possono guardare.
Più gente se li fa e più sono contento, perchè spero fra 20 anni di essere una bestia rara e immacolata xD

Gino
Gino
1 mese fa

Proprio in questi giorni sta tenendo banco il caso della poliziotta sospesa per un tatuaggio rimosso. Lei non solo sottolinea che prima è stata ammessa e poi sospesa (avrebbe anche ragione in questo), ma che ha anche fatto 9 operazioni di laser per rimuoverlo ed entrare così in polizia. E questo però bella mia sono cavoli tuoi, nessuno ti ha obbligato a tatuarti un cuore sul polso, quindi in una zona visibile, per poi pretendere una medaglia se decidi di cancellarlo per entrare in polizia. È la dimostrazione ancora una volta che le donne agiscono nel qui e ora e quando poi devono subire le conseguenze di un loro gesto sciagurato sono sempre pronte a scaricare la responsabilità e a gridare all'ingiustizia.

Anonimo
Anonimo
1 mese fa

Tale padre tale figlia: Mihajlovic, subito dopo il ciclo di chemio ha pensato bene di fare le vaccanze tra vips e s’è beccato il covid. Materia grigia in famiglia scarseggia.

Henri de Tolouse Lautrec
Henri de Tolouse Lautrec
3 mesi fa

Invece il maschio tatuato e con piercing aumenta valore. Sarà l'effetto "delinquente" o "selvaggio" che dà il tatuaggio… ma il ragazzino senza nemmeno un tatuaggio o piercing sa troppo di "bravo ragazzo", quello da friendzonare, non da scopare selvaggiamente.

Unknown
Unknown
3 mesi fa

Non lo so…. Ci può essere tutta la dietrologia che volete, potrei anche essere d'accordo. Ma la ragazza tatuata non è per niente brutta, anzi…!

Frankcolombo
Frankcolombo
3 mesi fa

Sono d'accordo con te che una bella ragazza che si impesta di tatuaggi perde assai punti sulla scala estetica tanto quanto più si tatua e che sia una moda grezza e che la gente sia come un branco di pecore. Non sono d'accordo però col tono che usi in questo articolo. Una donna per quanto ci possa stare sul cazzo per i mille motivi di cui discutiamo qui nel blog non è un oggetto nè un opera d'arte è una persona quindi ha diritto di tatuarsi se vuole e noi su questo non possiamo imporre proprio nulla, cioè una non dovrebbe tatuarsi perchè a te sta sul cazzo i suoi tatuaggi? 😂. Spero che l'articolo tu l'abbia scritto in chiave ironica sennò qua mi perdi punti caro Red 😂

Dave
Dave
3 mesi fa

I tatuaggi sono talmente sdoganati che se una volta avere 1-2-3 tatuaggi faceva scalpore, oggi è una cosa che passa del tutto inosservata. E lo stesso vale per i piercing.

Il vero redflag per me non è la presenza o meno del tatuaggio, quanto le dimensioni e l'esibizione smodata dello stesso.
Una che ha 5 tatuaggi piccoli e nascosti (caviglia dx, caviglia sx, spalla) non è necessariamente più promiscua di una che ha 0 tatuaggi. Una mia amica parecchio otaku ne ha una decina sparsi tra caviglie, spalle, schiena, costole, ma non ha mai troieggiato in discoteca ed è sempre stata in LTR. Oltre a essere tutti delle dimensioni di una moneta da 2euro o poco più.
Se però i 5 tatuaggi sono di grandi dimensioni e vengono esibiti in modo sfacciato, quasi sicuramente si è di fronte a una donna molto promiscua. Gambe, braccia, schiena, tatuati interamente o almeno per il 50% della loro superficie, sono tutti sinonimo di donne buone solo per ONS. Chi sente lo smodato bisogno di farsi notare con tatoo tanto vistosi, è materiale da ONS con margine di errore <0.001%.
Senza contare quelle donne dal seno molto prosperoso che se lo tatuano con roselline e fiorellini, che sono di una volgarità incredibile. Qualcuna si è addirittura tatuata le zampe di un gattino sul seno. Non oso immaginare come saranno quelle due zampe a 45 anni, o se un giorno sarà costretta a dimagrire pesantemente passando da una 5° a una 2°.

Fun fact: una nostra conoscente col pallino dei tatuaggi e un tatto enorme poco sotto il collo, che lamenta sempre di non trovare l'amore, la persona giusta, il principe azzurro e tutto il repertorio di lagne femminili che ben conosciamo, una sera commentava sbavando foto di uomini che sembravano degli avanzi di galera.
Palestrati, mascelloni, e tatuatissimi a loro volta.
Al chè uno di noi le fa simpaticamente notare:
"Eh Mari, tu sempre attratta dalle persone per bene, vero…?" 😉

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa

Mah… contenuto un po’ sotto alla media.
I commenti veramente tristi, scusate ma anche associare tatuaggi al la corruzione fisica e morale, il fumare come segno di decadimento nei costumi femminili… non ci siamo proprio.
Forse stiamo andando verso la pillola nera, non lo so.
Magari sono io che non ci arrivò.

Il Marchigiano

Combu
Combu
2 mesi fa

Madoooo che stronzata ipergalattica ho appena letto? Ma chi le scrive ste puttaanateeeee hahaha

Anonimo
Anonimo
2 mesi fa

Per quanto mi riguarda sono contenta che i miei tatuaggi repellano persone come te. Sono come gli stili, i generi, un punk generalmente non vuole attrarre una fan di Hello Kitty. Io con i miei tatuaggi esprimo qualcosa di me, una parte di me che solo alcuni colgono. Qualcuno può essere attratto da una donna "pura" e altri proprio perché ha tatuaggi e piercing. Uno dalla donna magra e uno dalla donna in carne. Da quando i gusti sono omologati. Tranquillo che la bella figa probabilmente non ti si calcolerebbe di striscio comunque, non per la tua estetica ma per il modo limitante di pensare.
Se invece era tutto ironico, sei un genio, cia!

Anonima
Anonima
1 mese fa

Credo che i tatuaggi possano essere visti come un “segno dei tempi”: eccezione per le generazioni dei baby-boomers (Michele Zarrillo cantava “Una rosa blu” un po’ in questi termini…) ed antecedenti, sparuta minoranza per i generazione X e poi sempre più diffusi per quelle successive.
Chissà se si arriverà, prima o poi, ad un’inversione di tendenza.