Home Posta dei Lettori Come Rispondere ai Parenti che ti Chiedono se Hai una Ragazza

Come Rispondere ai Parenti che ti Chiedono se Hai una Ragazza

27

 

Come Rispondere ai Parenti che ti Chiedono se Hai una Ragazza

Salve Redpillatore, 



avrei bisogno del tuo aiuto riguardo a una questione. La farò breve, perché so che, come me, non hai tempo da perdere.



In famiglia e fuori viene esercitata della pressione sociale su di me
che riguarda l’altro sesso, più precisamente sono tutti stupiti del
fatto che a 20 anni suonati non mi sia ancora trovato una ragazza.



Io ho parlato loro della mia bruttezza e del fatto che, per varie ragioni, io fossi incapace di seduzione.



A causa della loro anzianità e del fatto che partono con un livello
di istruzione e consapevolezza sociale molto limitato, si sono rifiutati
di capirmi quando ho tentato di spiegare loro le varie ragioni, forse
perché incapaci di capire; a tal punto mi hanno posto la fatidica
domanda: 


“Che cosa ti manca?”





Ora, premettendo che volendo potrei anche buttare loro in faccia
tutte le dottrine redpill del caso, genetica, LMS e ipergamia delle
donne, mi servirebbe una o più risposte semplici e dirette, facilmente
comprensibili anche da chi è più avanzato con l’età (parliamo di una
fascia da 40 – 60 anni), oltre che da chi è più piccolo (ho due cugine
che fanno il primo o il secondo superiore alle quali la redpill non
frega un cazzo, dato che non sanno nemmeno cosa sia).





Loro credono che tutti coloro che non soffrono di disabilità motorie
possano essere capaci di seduzione, ovviamente sbagliando; e io sono
troppo impaziente per istruirli, visto che la loro ignoranza non è una
mia fottuta responsabilità. Non sono il loro professore.





Ti ringrazio in anticipo per il tempo che potresti dedicarmi.





P.S. Può darsi che il mio profilo Facebook ti possa aiutare a capire la mia situazione in termini di aspetto: (Profilo fb)

Il Redpillatore Risponde

Ciao, pranzo di Natale coi parenti in arrivo, eh? :))

Discutere con i parenti di queste cose è sempre un bel problema, mi viene in mente un pranzo di Natale di qualche anno fa quando dopo alcuni bicchieri di troppo, mi è venuta la bizzarra idea di redpillare tutta la famiglia.
Sono arrivato perfino a dire a mio zio cinquantenne che doveva ringraziare il cielo di essere riuscito a trovare mia zia, che se fosse nato 30 anni dopo non ci sarebbe riuscito.
Naturalmente hanno cominciato a ribattere tutti dicendo le solite banalità sul saperci fare e io li ho zittiti tutti con argomentazioni logiche finché, di fronte all’impossibilità di rispondere, hanno interrotto la discussione farfugliando che nei miei discorsi “c’era troppa matematica”, un modo per dire che erano troppo logici, il che nella loro ottica deviata sarebbe stato un difetto dell’analisi, mica un pregio.

Coi miei non ho mai avuto molta più fortuna. Mia madre nega totalmente la redpill, salvo poi contraddirsi da sola quando commenta le persone tirando in ballo la loro estetica; mio padre, un po’ più analitico, sembrava avere interiorizzato certi concetti, anche aiutato dal fatto che una volta gli ho mostrato gli scarsi feedback che ottenevo in chat, ma ciclicamente ritorna a farmi i soliti discorsi blupillati e anche io francamente ormai non so più che ribattergli, ma per fortuna non mi ha mai rotto le palle per il fatto di non avere una ragazza, perché vede che già le palle girano a sufficienza a me.

Del resto il femminismo misto alla tecnologia ha rivoluzionato completamente i rapporti uomo-donna negli ultimi decenni ed è molto difficile per le generazioni passate comprendere le problematiche dei giovani di adesso.

Vedi: L’Evoluzione dell’Ipergamia

In più, parlando dei genitori, bisogna dire che il loro punto di vista è viziato sia dal fatto che siamo loro figli e che quindi ci vedono con occhi differenti rispetto agli altri, sia dal fatto che riconoscere il problema significa dover ammettere la loro responsabilità, se non indiretta.


Del resto chi ci ha trasmesso i geni scadenti che ci limitano?
Non è bello per un genitore trovarsi di fronte a questa evidenza, a nessuno piace sentirsi dire di aver puntato su un cavallo perdente.

Nel tuo caso poi tu non sei neanche brutto, sei un normobruttino e quindi la cosa risulta ancora più incomprensibile.


Quindi sarebbe meglio evitare per quanto possibile questo genere di discussioni, ma se proprio non hai altra via di uscita, anziché metterti a spiegargli concetti troppo logici come l’ipergamia o le altre teorie redpill, potresti provare ad uscirtene con un discorso tipo:

“le ragazze di adesso pensano principalmente a divertirsi e fino ad una certa età non ci pensano proprio ad avere una storia seria”

Questo dovrebbero essere in grado di capirlo, perché hanno vissuto pure loro l’epoca della liberazione sessuale. Di’ che ci sono sempre più single in giro.

Altrimenti puoi focalizzarti su te stesso, dire che per il momento vuoi dedicarti ad altro (lavoro, studi ecc.) e che non vuoi correre il rischio di rovinare la relazione (se hai qualche parente separato in famiglia sarebbe il top, puoi scaricare la patata bollente su di lui).


So che la mia risposta non ti soddisferà ma non saprei che altro consigliarti visto che vivo il tuo stesso problema, purtroppo ogni discussione è sterile se non c’è almeno un punto di contatto e la tua impazienza è più che comprensibile.

Buona fortuna.






Sottoscriviti
Notificami
guest
27 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Sui parenti o amici ne potrei raccontare ma diciamo il tempo tiranno mi rifarò vivo.

Però giusto due consigli su come rispondere al giovine lettore 🙂 .

SE e solo SE i parenti sono relativamente molto religiosi una bella risposta può essere che aspetta che la sua ragazza gliela porti la madonna, padre pio, san egistobazio di panantenochia, dio in persona, ecc. ecc.

Sui suoi genitori anziani o anche quelli della mia generazione (ho 45anni) dico solo questo di ascoltarsi la canzine jolly blu degli 883.
E molti miei coetanei magari perchè hanno slinguato al gioco della bottiglia alla festa delle medie, hanno scopato con la kikka della 5C ubriaca alla gita, hanno scopato due dicasi due e non di più studentesse da Erasmus poi si trovano la fidanzata della vita a 25 anni ed a 30 si sposano (quindi hanno conosciuto Se va bene solo cinque vagine) beh questi miei coetanei nella loro testa blupillata si credono degli scopatori seriali E quindi pensano che ci sia sesso per tutti e con facilità…NON è vero !!! Ti confermo da esperto per fortuna 🙂 che invece è difficile specie SE hai degli schemi mentali, di valori, di interessi diversi dalla media e dal popolino italiota.

firmato: ex-nerd-chatters-slayer

Henry de Toluose Lautrec
Henry de Toluose Lautrec
1 anno fa

Paga una Wingwoman e presentagliela come la tua ragazza. Francesco Nuti, nel 1998, col film "Il signor quindicipalle" ci aveva visto lungo.

Henry de Toluose Lautrec
Henry de Toluose Lautrec
1 anno fa

Tocchi un tasto dolente. La sorella di mia nonna tutte le volte che mi vedeva mi chiedeva se avevo la ragazza. Mia mamma voleva mandarmi dallo psicologo perche' pensava fosse timidezza estrema. Con mio padre a volte si sono verificate scene tipo quella di Severiano del film grande grosso e verdone youtube.com/watch?v=j9eu7FdrzsQ

Henry de Toluose Lautrec
Henry de Toluose Lautrec
1 anno fa

"quando mi fidanzai la prima volta in vita mia a 18 anni" LOL, e si preoccupava pure.
Oggi giorno un maschio che si fidanza a 18 anni è da considerarsi pure fortunato (a meno che non sia un chad). C'è pieno di incel kv over 30.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Puoi fargli leggere quest'articolo psychologytoday.com/us/blog/insight-therapy/201305/the-price-sex-women-rule-men-drool-the-markets-cruel e spiegare ai tuoi genitori che sono proprio le loro ideologie e la loro cultura (consistente essenzialmente nella distruzione della cultura) ad aver ricondotto i rapporti uomo/donna (ma solo per le donne) allo STATO DI NATURA.

AnimaZen
AnimaZen
1 anno fa

20 anni? oddio…. vorrebbero vederti fidanzato a 20 anni? andiamo. io credevo ne avessi 40 x parlare così. ma dici semplicemente che hai altro a cui pensare e che le ragazzine ce le hai,ma non le porti di certo al pranzo di natale!

Henry de Toluose Lautrec
Henry de Toluose Lautrec
1 anno fa

Anche lui ne parla nella sua canzone
youtube.com/watch?v=a0O19rCGtpM

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

capisco il disagio, ma ci vogliamo rendere conto che anche una donna prova ugualmente disagio?

Immaginate sotto natale cosa succede sui social!

Per esempio ora su una importante testata giornalistica (non voglio fare pubblicità) si dice che uno studio di Amnesty sostiene che su internet una donna riceve un tweet offensivo OGNI 30 SECONDI!!!???

E' una cosa pazzesca!

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Beati voi che qualche parente si preoccupava(o almeno faceva finta) di una vostra vita relazionale.Io avevo solo dei genitori che dicevano solo di studiare e laurearmi.Come è finita?Mi sono laureato e oltre che essere incel sono anche disoccupato.Conta solo nascere nella famiglia giusta,nel posto giusto,con i geni giusti.

Shoggoth

P.S.Andrebbe fatto un post di quanto possa influenzare negativamente l'ambiente familiare e sociale in cui uno vive.

Anonimo
Anonimo
1 anno fa

Dire molto semplicemente "Le ragazze che mi piacerebbero per una relazione stabile non corrispondono il mio interesse, e quelle alle quali io interesso non piacciono abbastanza a me" non va bene?

Buone feste a tutti 🙂

MickeyWop1996
MickeyWop1996
1 anno fa

Ma solo mia madre è di una gelosia estrema? Quando mi sono fidanzato per la prima volta alla veneranda età di 19 anni glielo ho nascosto per un anno finché non potevo più nascondere la mia ragazza. Una volta che avevo 16 anni circa vide una mia amica (solo amica) che mi abbraccio' forte per salutarmi e quando mi venne a riprendere mi fece una scenata "come si permette quella di abbracciarti DAVANTI A ME?"

Purple
Purple
9 mesi fa

youtube.com/watch?v=Y4OfSg8jHuA … Che ne dite, è uno spot natalizio redpillato?

Van
Van
9 mesi fa

Non generalizzo, parlo di alcuni casi.
Diverse famiglie non riescono a comprendere la bellezza/bruttezza di un figlio/nipote o altro(molto spesso fanno finta).
A volte possono chiedere se ha la ragazza, a persone esteticamente sottomedia che magari non trovano(non per colpa loro), quindi quello che non si fidanza non solo ha il danno ma anche la beffa. Non parlo di persone che stanno sempre in casa o con problemi sociali estremi, per chiarire.
Se un genitore/parente "volesse davvero" che trovasse "la ragazza", dovrebbe preoccuparsi di tutto, anche del lato L (ho visto famiglie con figli deformi, con malocclusioni enormi, 3e classi evidenti, visi totalmente asimmetrici e poco armonici lamentarsi con il figlio del fatto che il figlio non trovava una bellissima(la vogliono pure bella) principessa (è un modo di dire).
Gli stessi(la maggior parte) non facevano assolutamente niente per proporre lookmaxing ai figli. Anzi erano contrari..(considerandolo uno spreco di soldi). Ho visto farlo con un mio lontano cugino(acquisito quindi non un reale parente), che aveva addirittura dei denti stortissimi(causa malocclusione e problema di arcate che non coincidevano, gummy smile, viso per niente armonico grave, macchie nel viso, non bastava l'apparecchio per risolvere), magrissimo(per costituzione anche se mangiava regolarmente), un 4 esteticamente volendo essere generosi..
Ebbene durante tutte le feste(natale capodanno, ferragosto), tutti i parenti lo prendevano in giro perchè era solo.. e si lamentavano).
Al massimo lo portavano dallo psicologo ma non risolvevano niente perchè il suo problema non era psicologico ma estetico e non lo capivano.
Fra l'altro economicamente non era nemmeno ricchissimo.
Molti l'ipergamia femminile "attuale" non sanno neanche cosa sia.
Si sono sposati in altri periodi.. (in contesti diversi).
Conosco solo un amico che a 20 anni esatti, aveva un problema mandibolare molto evidente(faccia alla Lupin ma molto peggio) venne portato nei paesi dell'est ad operarsi da suo padre! è stato grande. Prima non trovava nessuna, dopo il lookmax era migliorare e piaceva a qualcuna, ma è un caso estremo.
La maggior parte di quelle di cui parlo sono famiglie anche ignoranti.

In conclusione: non vorrei parlare contro le famiglie. Ci mancherebbe, alcune famiglie all'antica sono composte da bravissime persone. Trovarne oggi..
Dico solo di non prendere troppo seriamente i pareri di "alcuni" parenti che magari avevano livelli estetici/economici superiori/sociali oppure si sono sposati in contesti completamente diversi, non potranno mai capire le differenze(Non c'erano gruppi whatsapp facebook tinder, zerbinaggio e roba del genere), oggi anche una ragazza che abita in un paesino sperduto trova decine di offerte via internet, se vuole.. allora magari non sapeva non chi uscire, tanto per fare un esempio.

Van
Van
8 mesi fa

Prorio sull'argomento mi viene in mente un altro mio amico.
Parecchio bruttino, 4/4,5, in chat appena vedono la sua foto, chiudono. Anche se chatta con 1000 donne diverse.
è riuscito a parlare in chat con donne solo usando la foto di un modello, altrimenti non arrivava nemmeno al "ciao".
A 20 anni, è stato buttato fuori di casa da suo padre, la sua famiglia lo ha ripudiato, perchè non "era fidanzato", quindi veniva considerato un "disonore" per la famiglia. Quindi non solo la genetica non era colpa sua.. e la sua famiglia non capiva niente di ipergamia, è stato addirittura "colpevolizzato". Fra l'altro si tratta di famiglie contrarie al looksmaking maschile, era un magazziniere(lavoro che hanno voluto i suoi genitori), non era neanche ricco. I suoi non volevano che andasse in palestra(doveva farlo di nascosto), scuole di ballo non ne parliamo(secondo loro avrebbe fatto ridere i vicini). Figuriamoci chirurgia estetica o altro..
In più viveva in una zona della Sicilia dove l'ipergamia femminile ha livelli altissimi. Dove una che è solo "decente" capita che si senta fischiare per la strada(è un modo di dire, ho letto degli articoli a riguardo). In tale zona devono addirittura entrare in discoteche o locali "accoppiati". Quindi, un maschio solo, nemmeno lo fanno entrare! La donna sola, si, e anche gratis. Lo zerbinismo è a livelli inimmaginabili. Anche in molti lidi al mare l'ingresso è solo per signore/famiglie o coppie. Infatti lui non "entra" mai. Fin da quando aveva 14 anni, non è mai entrato in discoteca, i bodyguard lo bloccavano sempre(anche nei cosiddetti pomeriggi-giovani).
Per fortuna, nella mia regione del nord, non esiste tale imposizione, comunque mi sembrava utile per dire che esiste anche questo.
Sempre riguardo al fatto che le persone di una certa generazione non capiscono l'ipergamia, basta che penso a mio zio, lavorava in banca(perchè raccomandato), nessun merito particolare. Non solo non la capisce, ma è completamente contrario a qualsiasi forma di looksmaking per gli uomini.
Anche un 4 secondo lui, dovrebbe rimanere come è e basterebbe per attrarre qualsiasi donna basterebbe essere un "bravo ragazzo" (sto estremizzando per far capire come ragiona, spesso, chi ha sempre avuto le cose in piatto d'argento).
Conquistava le donne, ai suoi tempi e con quei soldi.. non facendo niente, erano loro ad andare da lui.
Considera "fro..o" qualunque uomo faccia looksmaking, anche leggero.
Non capisce che al giorno d'oggi, in molti casi, è persino più importante per uomini che per donne, infatti è molto diffuso quello maschile.

Anonimo
Anonimo
8 mesi fa

Wow volevo porre anch'io questo quesito..questo Natale alla fatidica domanda, ho cercato anch'io di cavarmela con la red pill, ma con scarsi risultati..XD