Home Cultura e Società Cinema e Letture L’età è un limite con le donne? Il curioso caso di Benjamin...

L’età è un limite con le donne? Il curioso caso di Benjamin Button

8

L’età è un limite con le donne?si possono rimorchiare ragazze ventenni a 40 anni?

L’altra
sera ho rivisto “Il curioso caso di Benjamin Button”, film che racconta
la vita e le vicende amorose di un uomo nato con l’aspetto e le
condizioni di salute vecchio che, andando avanti con gli anni,
ringiovanisce.
La cosa che più mi colpisce del film è che Benjamin,
nel corso della sua vita, viene trattato dagli altri sempre in base
all’età che dimostra e mai in base all’età che effettivamente ha, anche quando le persone con cui interagisce sono consce della sua anomalia


Da piccolo conosce una bambina, della quale si innamora fin da
subito e resterà innamorato tutta la vita ma riesce a coronare la storia
d’amore con lei solo quando entrambi sono 40 enni, ovvero fisicamente
simili perché nella metà della loro vita.
Questo mi porta ad una considerazione che da un po’ volevo fare e che è la seguente.
Il concetto di vecchiaia/giovinezza è strettamente correlato a quello di bruttezza/bellezza.
Nella stragrande maggioranza dei casi i motivi per i quali una donna è
scettica riguardo l’intraprendere una relazione con un uomo più vecchio
sono fondati sul nulla e sono solo un pretesto per evitare di toccare
l’argomento estetica.


Ad esempio la classica scusa è che due persone di età diversa “hanno poco o niente in comune”.
Francamente questa è una cazzata senza senso, gli interessi che una
persona può avere sono scorrelati dall’età e gli interessi che può avere
un ventenne sono gli stessi che può avere un quarantenne. E di certo un
quarantenne e un ventenne con gli stessi interessi hanno di più in
comune che un ventenne e un quarantenne con interessi completamente
opposti.
Anche la frase “potrebbe essere mio padre” non ha alcun
senso
, è una proiezione stupida.Un ragazzo di un paio di anni in più
potrebbe essere tuo fratello, ma questo non lo si dice mai, anche se il
principio logico è lo stesso.Andare con un potenziale genitore è
riprovevole mentre andare con un potenziale fratello no?
Inoltre il
concetto di età biologica non coincide sempre con quello di età
anagrafica. Una donna ad esempio invecchia molto più velocemente di un
uomo, non a caso le modelle a 28-30 anni in genere sono ormai a fine
carriera mentre gli uomini tirano avanti anche fino a 35-40 anni
comodamente.
Ma soprattutto a fare la differenza è lo stile di vita
che uno ha. E’ più giovane un 35 enne che ha sempre avuto un ottimo stile
di vita, che fa attività fisica regolare ed è in gran forma, oppure un
25 enne che magari ha 10 anni di abusi di alcol e droga alle spalle?
Un 40 enne in buona salute può benissimo avere altri 50 anni davanti, un 25 enne tossicomane può averne 5.


Non vedo mai nessuno fare queste ovvie riflessioni quando si parla di
rapporti tra persone di età diverse, la questione viene sempre
banalizzata con un numero.
Questo però non accade in una eccezione:quando il partner è bello.
In questo caso una donna non fa tante storie a scartare i propri
coetanei per preferire uomini con 15 anni e oltre in più ma belli.
Una qualunque 25 enne preferirebbe andare con il 50 enne Brad Pitt piuttosto che con un coetaneo esteticamente mediocre.

 
Ovviamente in genere più si va avanti con l’età e più si tende a
peggiorare esteticamente, ma ovviato a questo problema l’età non diventa
più penalizzante, ma anzi per certi aspetti diventa pure un bonus.

In definitiva la scusa dell’età è solo una cazzata blupillata, quando
una vi dice che siete troppo vecchi in realtà vi sta dicendo che siete
troppo brutti.

Sottoscriviti
Notificami
guest
8 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Anonimo
Anonimo
11 mesi fa

IO PRIMA DI TE.

youtube.com/watch?v=LY4I0TXv8aA

Amortelapillolablu
Amortelapillolablu
11 mesi fa

Secondo me c'entrano sempre M e S.

Se sei solo bello ma spiantato e asociale a 50anni non batti chiodo con le 20enni.

Van
Van
11 mesi fa

Premetto che non generalizzo in maniera assoluta, dico quello di solito è più comune:
L'importanza del fattore M soprattutto(in parte anche S) è abbastanza scontato.. tanto che ritengo più interessante parlare di altro, in un messaggio successivo. Molti 45/50enni spiantati(o un semplice commesso) la vedo dura che possano attirare facilmente una coetanea a volte, con la tendenza all'ipergamia femminile che esiste in alcune "benestanti" città italiane, figuriamoci una più giovane..
Attenzione: non sto dicendo che debbano farsi da parte, non curare il proprio aspetto, e non provare ad aumentare i propri valori..anzi l'opposto.. questo dovrebbe essere fatto a qualsiasi età, anche per se stessi.
Dico solo che non è sicuramente "comune" statisticamente.
La differenza di età nelle coppie è più comune nell'ambito dello spettacolo, nel cinema, dove girano tanti soldi, (nella finanza e politica non ne parliamo)che quando l'uomo prende 700 euro al mese.. oppure è addirittura disoccupato, mi sembra abbastanza ovvio il motivo.

Van
Van
11 mesi fa

Dal punto di vista estetico:
Ci sono 35/40enni che sono attraenti anche agli occhi di ragazze più giovani:(mettiamo 25/30enni) per esempio.
Si beccano addirittura il "tu" dalla maggior parte delle ragazze carine.
Altri.. che a parità di età, e senza motivi "formali" che giustifichino la differenza di trattamento, dalle stesse si beccano il "lei" "Signore ogni 3 parole" "senta", e vengono trattati freddamente. Questo allontana non solo in termini di "attrazione" ma anche solo per una eventuale amicizia, scambio di informazioni anche solo per motivi lavorativi, o altro.. Il rapporto rimane "formale" in stile "parlo con l'amico di mio nonno", quindi con livelli di "confidenza" inesistenti o quasi.
Parlerei di questo prima ancora che di attrazione/relazioni/sesso.
Ovviamente esistono diversi fattori:
Genetica:(sicuramente Bon Jovi o Sean Connery).. dimostravano l'età diversamente da un Lino Banfi, per esempio.. a 40 anni.
Attenzione: non sto parlando solo di belli e "brutti", altrimenti uno potrebbe dire, quello è bello e l'altro no.. ma di come si dimostrano gli anni, per motivi fisici.
Condizioni a livello osseo- scheletrico: uno molto retruso, con naso da strega che di profilo sembra una vecchia "comare" già a 30 anni, (faccio esempi estremizzati per capirci) risulterà meno interessante e apparirà più "vecchio" di un coetaneo con una struttura ossea e dei tessuti decente.
Cura del viso in tutti i sensi(non parlo solo di creme ovviamente, ma osservazione dei difetti): un 40enne con delle borse molto evidenti(alcune possono essere congenite) magari con alopecia, ipoplasia malare, viso scavato, potrà dimostrare molti più anni, rispetto a un "coetaneo" che non ha molti di questi difetti.
Infatti, secondo me, l'età "dimostrata" conta spesso più dell'età puramente anagrafica (che gli sconosciuti, quando valutano una persona, lo fanno a primo impatto).
Aggiungerei: uso sbagliato di chirurgia plastica.
Ci sono persone dello spettacolo che pensando di sembrare più giovani, spesso sotto pressioni di sponsor, produttori o altri.. iniettano filler, grasso o altro in maniera illogica(oltre a interventi riusciti male che possono capitare). Senza capire la vera causa dei problemi estetici che hanno magari. (il nostro organismo cambia nel tempo). Questo non solo non li fa sembrare più giovani, ma li fa apparire a volte come delle maschere ridicole. In quest'ultimo caso se trovano una più giovane è solo per fama e soldi, un operaio con la loro estetica non solo non risulterebbe attraente, ma forse verrebbe anche deriso.
Bellezza(è ovvio) lo dico a parte solo perchè prima parlavo di "età dimostrata" ma un 40enne da 8.. genera sempre un effetto diverso da un 35enne da 5.
Poi bisognerebbe parlare di stile di vita, allenamento e altro.. Da trattare a parte. Più aumenta l'età, più possono diventare evidenti eventuali carenze in tale senso.

Unutente
Unutente
6 mesi fa

Concordo su tutto.
Il caso classico sono i presentatori TV (iacchetti, greggio, conti, mammuccari..), che avendo elevati livelli di M e S, con S, tra le altre cose, che interessa molto a vallette, aspiranti attrici.. vivono sempre relazioni con belle ragazze che hanno 30 anni in meno, le quali non hanno nulla da eccepire. Diverso sarebbe se fossero semplici operai.

Anonimo
Anonimo
4 mesi fa

A volte la ragazza fa gli occhi dolci, poi quando le riveli che invece di 32 ne hai 45 ti guarda inorridita come fossi un pedofilo (ovviamente lei ignora che la pedofilia in Italia è under16, per i maggiorenni non esiste proprio).
Dopodichè corre sui social a lamentarsi dell'immaturità dei suoi scopamici di 25 anni e posta i soliti meme da tonnah genere "chi ti ama ti rovina il rossetto non il mascara".
Sarebbe una consolazione, evitare una jattura simile, senonchè quando ritorni sul target più consono trovi che la prima domanda riguarda il 730 (va detto che se pure il 730 fosse adeguato il sentirselo domandare a bruciapelo suona repellente).
Quindi sì, l'età pesa.

Mark Jenkins
Mark Jenkins
2 mesi fa

Totalmente d’accordo con questo bellissimo post.
Parola per parola