Home Pillole di Vita La Parola ai Lettori Sono un Padre Separato e vi Racconto il mio Calvario

Sono un Padre Separato e vi Racconto il mio Calvario

293

 

Caro Redpillatore,

ti scrivo questa e-mail che se vorrai potrai pubblicare ( senza inserire il mio indirizzo anche in ragione della sensibilità dell’argomento). In sintesi : sono un 46enne, padre separato con due figli maschi. Con la separazione, dopo anni di torture psicologiche durante la convivenza, mi e stato tolto tutto, anche il futuro, pure gli occhi per piangere. Io – come una marea di padri – dopo avere subito tradimenti, umiliazioni, violenze psicologiche di ogni risma, menzogne ( e tutto questo non passivamente : in casa erano liti furibonde) – sono stato buttato fuori di casa mia e ridotto al lastrico. Vi prego non vi chiedete ora “perché non te ne sei andato prima?”: come decine di migliaia di padri separati sanno, non te ne vai prima perché dopo può essere anche peggio, così resisti fino quando è proprio la tua mente a cedere. Altri si chiederanno “ma non l’hai conosciuta prima?” e facendo magari affidamento sulle proprie capacità di analisi, scelta e selezione, molti crederanno che a loro “non capiterà” e che questo capita solo a qualche sfigato che deve accontentarsi di quel che passa il convento etc. Ebbene : io ai bei tempi ero un 8 abbondante , lei forse qualcosina in più ( e questo si che è stato il mio errore tecnico, lo riconosco ) però le donne non mi mancavano e sebbene lei avesse -si- dato segni di un certo caratterino – mai e poi mai si era manifestata per quello che avrei visto dopo e che ricalca – credetemi – il copione di altri amici e conoscenti che avevano – assieme alle partner – valori LMS anche totalmente diversi dai miei o a vantaggio dell’uomo.

La teoria LMS è assolutamente corretta. Ciò che voglio qui enucleare è anche un altro fattore che – assieme alla teoria LMS – permetterà a chi ha bassi valori LMS di guardare la propria condizione in modo molto migliore, a chi ha alti valori LMS permetterà – spero – di salvarsi la vita. Spero a tutti possa permettere di capire quanto “investire” in Italia.

Chi ha bassi valori LMS – come sappiamo – dovrà fronteggiare la situazione in gioventù in maniera dolorosa e frustrante, forse la famiglia resta un miraggio ( visto che tanto ci viene inculcata come “valore”, specie in Italia) e se va bene dovrà accontentarsi ( in Italia come visto in altri articoli la vita può essere durissima per chi ha bassi valori LMS) . Chi ha alti valori LMS invece ha una vita ben più facile, mira in alto e prende ciò che vuole : per loro il “primo step” ( quello della gioventù spensierata ) è sorpassato felicemente. Arriviamo al secondo, di step, quello dove verrà falcidiato finendo per fare una fine peggiore degli altri.

Scatta infatti ad un certo punto l’orologio biologico e devi/vuoi, deve/ vuole fare un figlio : ti accorgerai solo quando è troppo tardi che la tua lei aveva mascherato il suo vero volto sino ad allora perché doveva arrivare a farsi ingravidare. La tua partner – bella o bellissima , ma al limite anche ranocchia– dopo il parto, inizierà ad esprimere esigenze, capricci e violenze verbali improbabili. Cause :

  • Ipergamia ,che in Italia è particolarmente forte, alimentata anche dai morti di figa (mdf).
  • Mancanza di educazione (=vizio) : vengono cresciute fin da piccole con l’idea di essere principesse cui tutto è dovuto ( e dove non arrivano i genitori prima arrivano i mdf poi )
  • Malate mentali e relativi poteri : studi ormai acquisiti individuano un nocciolo duro di almeno un 15% composto da narcisisti, border etc… ed un 30% di persone comunque con problematiche simili. Certo , sia tra uomini che tra donne. Il problema è che in Italia se alzate la cornetta del telefono voi dicendo che una donna vi ha menato vi rideranno in faccia, se invece se lo inventa una donna…vi rideranno sempre in faccia, ma mentre siete dietro le sbarre, e sarete voi a dovere dimostrare che erano invenzioni, e ammesso che ne siate capaci, statene certi, alla donnina di turno non accadrà nulla ( =se proprio volete convivere mettete telecamere all’interno )
  • Stato femminista ( = Incentivi alla rottamazione vostra e della famiglia )

Come sappiamo – dopo che hai dei figli – alle “dinamiche LMS”(ipergamia) si vanno ad aggiungere quelle di una giurisprudenza italiana totalmente sbilanciata da una parte : l’effetto e’ la devastazione più totale. Dopo l’arrivo dei figli scatteranno gli “incentivi alla rottamazione” promossi dallo Stato a beneficio delle donne, incentivate a far saltare il nucleo familiare ; sono incentivi perché studiati appunto per assicurare vantaggi alle donne alla condizione che si separino: se ti separi come donna “vinci” da subito casa e assegno che il marito dovrà versare anche se disoccupato; se si sta insieme, insomma, si condividono alti e bassi anche economici, se invece ci si separa, la donna ha diritto in automatico ad un assegno a priori ed a prescindere! Poi abbiamo la casa : de facto espropriata anche se totalmente di proprietà del marito , la donna non deve pagarci neppure le spese condominiali di ristrutturazione e neppure le tasse afferenti. Niente di niente. Poi i figli : non dovrà più stressarsi per condividere con te decisioni educative….dopo la separazione lei avrà solo diritti , tu , uomo, solo doveri. Infine l’immenso potere ricattuale garantito dallo Stato a beneficio delle donne in maniera fattiva, oscura , attraverso quel non-intervento anche in presenza di comportamenti contra-legem ; tutto ciò garantisce alla signora un potere da Re Sole , mentre sopra di te, ben che ti vada, sentirai sempre una spada di Damocle roteare sulla testa. Per i figli sono tragedie : spesso la donnina di turno è totalmente incentrata su di sé, non pensa al loro futuro e fa le cose solo “per rituale” , mentre spende e spande i soldi dell’ex in vestiti e parrucchiere non si preoccuperà probabilmente del futuro – anche economico – dei bambini, l’idea è godersela, edonismo puro, non preoccupandosi del domani di nessuno. Così, sarete soli anche in questo : mentre la ex vi risucchia tutto, penserete, soli, a come riuscirete a salvare qualcosa per i figli ( e qui cito solo un aspetto ma potrei elencarne molti di più e molto più importanti di forte nocumento per i bambini ).

Quindi, oltre al “fattore LMS” – particolarmente forte in Italia ( per varie ragioni ) – e che falcidia da subito probabilmente un 60/80% ( % diverse a seconda di come definiamo il campione) della popolazione maschile mentre perseguita comunque il resto del 20/40% ( poiché anche gli alti LMS poi invecchiando perdono valore mentre le donne troveranno sempre qualche mdf prono e supino o qualche bell’ 8 con cui spassarsela) , abbiamo, sempre in Italia, uno Stato che avrà cura di fare in modo che anche il restante 20/40% sia schiacciato. Pochi la scamperanno, tra chi non si separa la maggioranza dovrà accettare di ogni, per non essere rottamato a seguito dei perpetui incentivi (non a caso si suggerisce di avvisare prima di rientrare a casa in momenti imprevisti e se prima era uno scherzo ora non lo è più affatto).

In estrema sintesi : il radical-femminismo ( perché il femminismo originario è altra roba) ha rovinato tutto sia sul piano sociale ( come da teoria LMS ) che sul piano giuridico-legislativo. Non sperate in cambiamenti: al momento non sono all’orizzonte se non in senso peggiorativo (come dimostrano recenti interventi legislativi ed il modo sempre più partigiano di trattare fatti di cronaca a seconda del genere). Pertanto la vostra “colpa” di essere nati maschi (e per di più bianchi) vi rende automaticamente schiavi di questo sistema : sia a livello psicologico-sociale che economico.

Non giocate con la vostra vita come ho fatto io. Andatevene da questo Paese. Avete anche la scusa ( che poi è la verità ) che ormai è anche economicamente finito. Per di più ormai è caccia aperta a voi anche in quanto “uomo bianco” ( se dite a esempio che l’immigrazione illegale è illegale – ovvero una banalità – sarete tacciati di razzismo per la sola “ragione” che chi sbarca non è bianco come voi ). Intanto a livello normativo e giurisprudenziale si sono messi a punto nuovi strumenti, come l’obbligo di versare un mantenimento anche in caso di convivenza senza matrimonio e senza figli ( il che ha un carattere grottesco per il modo palese con cui lo sfruttamento di genere è ormai trattato, senza alcuna inibizione). La teoria LMS spiega in maniera esaustiva le dinamiche sociali ( particolarmente forti in Italia) , i pochi che scamperanno a queste dinamiche dovranno fare i conti con gli incentivi alla rottamazione dello Stato italiano e fidatevi : comunque invecchierete e al di là di questo in ogni caso rottamarvi – specie con gli incentivi – sarà troppo tentante per le vostre care donnine, quelle che – benevolmente!- non cederanno alla tentazione alzeranno “in cambio” le pretese ( e ripeto : finché saranno chiavabili non dovrete sentirvi liberi di piombare a casa senza preavviso, né di spendere qualche soldo anche per voi , né ovviamente di pretendere parità di diritti).

A conti fatti – volendo proprio esagerare – non più di un 15% si “salva” ( ho peccato di ottimismo) . Qualcuno penserà che io stia esagerando : non voglio essere creduto ma almeno informatevi …ed informate, quanto scrivo possa essere almeno una pulce all’orecchio che vi induca ad acquisire maggiori informazioni, fare analisi approfondite per conto vostro. Io sto programmando di andarmene , in modo progressivo (ho qua la prole) almeno allo scopo di preparare un’alternativa per i miei figli, cui comunque sto aprendo gli occhi. I Paesi dell’Est restano un valido baluardo contro il radical femminismo, senza dovere stravolgere le proprie usanze occidentali, comunque il Mondo lascia varie alternative. I media non lo dicono ma è una scelta fatta ogni anno da decine di migliaia di italiani , per le ragioni più diverse.

Se proprio volete restare in Italia ( Come? Vi è ora venuta l’immagine di un lager?) o non potete andarvene lasciate perdere il capitolo donne, certamente in ottica di famiglia e figli, belli/brutti, ricchi/poveri che siate: se non avete alti valori LMS sapete gia’ la frustrazione che vi attende al primo step, se avete alti valori LMS o comunque avete superato il primo step, dopo, probabilmente, sarà peggio, molto peggio.

Advertisement
Sottoscriviti
Notificami
guest

293 Commenti
Più Votati
Più Recenti Più Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Gigi
Gigi
2 anni fa

Carissimo,
grazie per la tua testimonianza. Ti sono vicino. So di cosa parli.
È necessario che gli uomini meno giovani come noi dicano la verità ai ragazzi su cosa sono diventati i rapporti fra uomini e donne.
È significativo soprattutto il fatto che tu sia bello, anzi bellissimo (8 è ben più che un bel faccino) e, ciononostante, sia incappato in questo destino.
Ne conosco tantissimi come te.
Il fatto è che spesso si crede che, essendo belli, si abbia il coltello dalla parte del manico. Ma questo è vero solo fino a che non arrivano i figli, perché i tribunali non ti guardano in faccia e ti condannano a prescindere ad una pena ben peggiore del carcere: fuori da casa tua, privato dei tuoi figli, del tuo patrimonio e, quel che più conta, della tua dignità.
Questo è quello che succede agli uomini.
Leggete e prendete nota, ragazzi miei.
Del resto, non dovete mica credere a noi: credete ai numeri.
Il 50% dei matrimoni fallisce.
E l’altro 50% non fallisce formalmente spesso perché l’uomo, conscio di ciò cui può andare incontro in caso di separazione, fa buon viso a cattivo gioco e accetta di farsi bullizzare da una stronza pur di non perdere i suoi figli.
Guardatevi anche dai ragionamenti semplicistici come: “beh, basta che non fai figli…” perché prima o poi ci arrivi. Ti ci portano gli eventi, ti sembra logico (anzi, È logico!) che una famiglia sfoci nella riproduzione e, anche se sai che esistono uomini rovinati dalle loro relazioni, non pensi che la tua debba essere proprio fra quelle che si romperanno.
È così: vieni trascinato in un vortice che è più forte di te e nel quale, alla fine, anneghi.
Dateci retta, ragazzi: lasciate perdere. Se pensate che l’inceldom sia la peggiore delle sofferenze, siete in grave errore.
Non penso che ora per il nostro amico, che abbraccio, sia di grande consolazione il ricordo delle cerbiattine sedotte in gioventù.
Siate uomini; siate liberi.

Coscienza Maschile
2 anni fa

Cito sul mio forum a perpetuo monito di uomini che ancora sognano l’anima gemella. Non condivido le osservazioni di chi dice che doveva prendersi una da 6. Sono TUTTE immaritabili, incapaci di vivere in coppia, bariste ed obese incluse non fatevi illusioni.
Vale anche per l’estero: le mie esperienze con le filippine sono state persino peggiori di quelle con le italiane, non pensiate di”comprarvi” una brava compagna i nodi verranno al pettine con gli interessi: so di una filippina che è fuggita dopo il matrimonio in Italia (salto del ramo?) le altre hanno comportamenti perversi non indegni di quelli descritti in questa pagina e sono talmente attaccate al soldo da fare schifo. Presumo che le altre asiatiche non siano migliori, né quelle dell’Est per cui il portafogli conta più di qualsiasi cosa.
Viviamo nel mondo globale gente, non esistono isole felici, sposarsi o convivere equivale a giocare alla roulette russa con tutti i colpi in canna tranne uno, l’unica mossa vincente è non giocare.

KingDani
KingDani
2 anni fa

Sposarsi (ma oramai anche convivere, soprattutto se con figli) è un suicidio per l’uomo. Non per niente ricordiamo che circa il 75% dei divorzi viene chiesto dalla donna, chissà perché. Per fortuna il numero di disgraziati che si uniscono in tal senso sta scemando sempre più, ma c’è ancora una forte pressione affinché il fesso di turno contragga matrimonio.
Lasciamo poi perdere chi propone di prendersene una dall’estero:
1) Le donne sempre donne sono, a qualunque latitudine
2) Se vivono in Italia dopo un po’ si abituano all’andazzo generale e col cavolo che rimangono a casa a farvi trovare pronta la cena
3) Quelle di altre Paesi si portano altri problemi (es: sudamericane ti riempiono la casa coi parenti fino al 15° grado, est europa ti prosciugano il conto e poi ti sfanculano ecc…)
Volete una relazione? Ognuno a casa propria, ci si vede per trombare, uscire ogni tanto e stop. Quando poi cominciano ad accusarvi di essere Peter Pan e di non volersi “responsabilizzare” (aka diventare beta provider) quello è il momento di levare l’ancora.

John
John
2 anni fa

Ti menano, ti fanno violenza psicologica, sfruttano il fatto che tu non possa neanche rispondere con uno schiaffo, ti tolgono ogni soldo che possono, ti tradiscono e tu non denunci. In compenso vai perlomeno a confrontarti con amici/che nella vita reale. Risposte? “E ma sai come sono le donne…”, “E ma sai che hanno bisogno di attenzioni”, “Forse in questo periodo non le sei stato vicino”, “ Sii sempre presente per lei…”. In tutto questo tu sei pure meglio di lei in ogni lettera dell’LSM. Welcome to Italy.

Atunziolo
Atunziolo
2 anni fa

Ricordo ancora un episodio emblematico di diversi anni fa ;

All’entrata di un centro commerciale la guardia giurata mi fa deporre in cassetta casco e zaino .

Ha un’aria stanca, abbattuta, come se un peso gli gravasse addosso.

Non ricordo per quale motivo attacchiamo a parlare , e mi accorgo subito che il poveretto ha bisogno di sfogarsi.

Lo lascio raccontare la sua storia, praticamente la fotocopia del racconto qui sopra.

A un certo punto mi chiese se anch’io avessi una relazione , gli dissi di no.

Sono passati anni, non ricordo più il suo volto, né il suo nome ma ricordo bene il monito che mi rivolse, con la sua mano aperta davanti a sé a dare maggior enfasi alle sue parole :

” Me raccomando, nun te fà fregà, NUN TE FÀ FREGÀ ! ! “

cavaliere oscuro
cavaliere oscuro
2 anni fa

A conferma che le donne lasciate libere di agire a piacere, e non avendo più
una scala di valori da rispettare in quanto manca la condanna sociale che
c’era una volta, danno libero sfogo alla loro natura selvaggia e distruttiva
che lentamente sta portando all’oblio la civiltà occidentale.

Batacchi
Batacchi
2 anni fa

Articolo condivisibile al 100% del quale mi permetto di evidenziare i 3 punti chiave:
1) se potete, andate via dall’Italia e recatevi in un Paese meno misandrico;
2) non sposatevi mai (nessuna eccezione)
3) combattete con tutte le forze il cancro del mondo occidentale: il femminismo.

Antonio
Antonio
2 anni fa

A me il mito “andate all’estero” pare una cagata. Tutto il mondo è paese ormai. Poi per trasferirsi all’estero ci vogliono i soldi.

Sui favoritismi nei divorzi, è così ovunque (tranne sotto l’Islam), guarda il film Red Pill su Amazon Prime ad esempio.

Sull’esperienza che racconti, tutto sommato hai potuto scegliere e hai scelto male. Tanti qui dentro non possono scegliere e se anche beccano le briciole sanno di averle beccate per disperazione.

Agli 8 con cervello oggi consiglierei di sposarsi solo con tipe con forti valori cattolici. Scommetto che la tua tipa è atea, femminazi, ignorante, grillina o comunista. Però avrà avuto sicuramente due bocce e un culo con cui ti sarai sollazzato, beato te.

Mark Jenkins
Mark Jenkins
2 anni fa

Una testimonianza di cui ringrazio. So benissimo anche io di quanto gli “incentivi alla rottamazione” siano tutti a favore delle donne… prima di tutto la tua testimonianza ci ricorda che noi uomini (tutti: anche quelli ad alto LMS) una volta sposati siamo in balia del potere di una donna. E questo lo vediamo anche nelle cronache, attori, uomini famosi e potenti vengono comunque SPENNATI dalle ex-mogli. In secondo luogo ricordiamoci, teniamolo bene presente, che quando le donne NON ci fanno pagare il sesso… in realtà ce lo faranno pagare con gli interessi più avanti nel tempo. E pagheremo molto, molto di più. Mai pensare che il sesso possa essere gratis veramente. Mai.
In ultimo, un dovere, la tua testimonianza è il nostro dovere morale. Tutto il mondo occidentale è corrotto dal femminismo. Abbiamo il dovere di spargere la voce, di avvertire gli uomini più giovani di noi… purtroppo ancora molti ci cascano, ma noi non dobbiamo stancarci di passare la parola. Grazie.

Giugno
Giugno
2 anni fa

Io continuo a sostenere che il 99 per cento della colpa è dei maledetti morti di figa che lastricano la strada su cui camminano le femmine, anche le peggiori delle peggiori. Il resto purtroppo vien da sé

Matmondo
Matmondo
2 anni fa

VIA DALL’ITALIA SE VOLETE VIVERE UN PO’.

Articolo quantomai esemplificativo e ragazzi scrive un 8! Quello che probabilmente è l’amico con cui in discoteca non andate più, l’unico della compagnia che non va a prostitute, quello che ad ogni aperitivo o cena si porta lei, una lei differente che magari avete conosciuto insieme. Vi rendete conto? Ha “peccato” di farsi ingolosire da una un po’ più bella di lui.
Italia=lager sintetizza tutto, parlo per esperienza: sul 7.5 fino ai 19 con vita sessuale normale dai 19 ai 26 declino tra il 6.5 ed il 7 (perdita molti capelli, grasso corporeo appena appena accentuato, viso che si arrotonda, una brutta operazione che mi sfregia la nuca e si, anche un po’ di depressione) divento INCEL invisibile, intoccabile, conscio di ciò nemmeno pretendo pariestetiche, mi accontento di 5,5 che no, nemmeno per sogno mi degnano. Resto comunque di tratto piacevole, di buona famiglia ma no, niente, nisba, nada! Divento una specie di hikikomori ed anzi non scopare per non scopare lavoro di sera dopo lo studio per pagarmi le vacanze all’estero lì, in qualsiasi posto, ho un po’ di riscontro in più.
Non la faccio lunga: se siete uomini normaloidi ed un po’ introversi e soffrite la mancata corrispondenza sessuale ed affettiva ESTERO ESTERO ESTERO (qualsiasi posto è meglio di qui, parlo per esperienza e conoscenza), ho scelto di andarmene ai 26 e dopo quasi 10 anni di vita sessuale normale (in due paesi molto diversi non dell’est) sia maledetta la malattia son tornato qui, tornato invisibile, a farmi “schifare” dalla barista sopra il 6 a cui per sbaglio ho sorriso.

Figlio segreto di Hillary Clinton
Figlio segreto di Hillary Clinton
2 anni fa

Innanzi tutto massimo rispetto e massima solidarietà all’autore della lettera.
E grazie infinite per la condivisione, sia all’autore sia a Red.

Fondamentale credo sia mettersi al tavolo ed elencare TUTTE le possibili red-flag individuabili in una donna (e in un uomo in caso di partnership lavorative/altro). Non parlo di una listina pirlina della spesa: parlo di uno studio esteso che possa coinvolgere il maggior numero possibile di persone.

Le persone cambiano in accordo con l’alterarsi della loro biologia ma mi rifiuto di credere non vi fossero avvisaglie dopo i primi anni della relazione.
Sono d’accordo che la razionalità sia importante… Ma anche l’istinto ha il suo cazzo di perchè. Per quale motivo non ascoltarlo. dal momento che ci parla in continuazione?

E intanto ne approfitto per porre una domanda forse ingenua: QUANDO SI INTRAVEDONO ALL’ORIZZONTE TALI PROBLEMI PERCHE’ NON SCAPPARE ALL’ESTERO IMMEDIATAMENTE? Senza lasciare indizi, senza lasciare tracce. Semplicemente sparire.
Chiedere un consistente prestito ad uno o più istituti di credito privati (che poi dovrà risarcire la moglie). Visto turistico, bustarelle qua e la e documenti falsi all’arrivo. Bassissimo profilo per una decina di anni. Non parlo della Svizzera. Parlo di qualche buco del culo in Sud America. Sono sicuro ci siano libri ed “esperti” a tal proposito anche sul territorio nazionale.
La microcriminalità in Italia serve anche a questo, mica solo a comprare bamba di infima scelta.

I figli cresceranno, capiranno e ci perdoneranno.

Da come l’autore lo descrive, niente può essere peggio di quello che gli è capitato. Al confronto una stamberga in Argentina sembra quasi un paradiso.
Gli auguro tanta fortuna.

Last edited 2 anni fa by Figlio segreto di Hillary Clinton
Dueconti
Dueconti
2 anni fa

3 errori consecutivi (Matrimonio, Figlio 1, Figlio 2)

c’è da riflette eccome

Anonimo single
Anonimo single
2 anni fa

Mi trovo costantemente a fare e azzeccare previsioni sull’andamento dei matrimoni di cui ho conoscenza.

Il matrimonio è una cosa estremamenre seria, o meglio, lo era fino a circa 15 anni fa, prima dell’avvento dei social network.
Oggi solo il 5% della popolazione ha i requisiti morali e culturali per un matrimonio lungo e senza intoppi. Ne consegue che solo il non sposarsi può salvare l’istituto sociale della famiglia.

Le famiglie oggi ai sfasciano quasi tutte perché le persone non sono in grado di comprendere la loro totale mancanza dei requisiti morali di cui sopra.

Le famiglie hanno una maggiore probabilità di rompersi quando uno o entrambi i congiunti sono esteticamente al top.
Le persone esteticamente al top hanno infatti sempre una vita sociale intensa, sono conosciute da tutti, anche quando sono persone caratterialemenre riservate.
L’essere conosciute da tutti amplifica enormemente il rischio di tradimento a causa di costanti nuove conoscenze che oggi si fanno, soprattutto tramite i canali social.

L’unico antidoto allo sfascio sono i saldi requisiiti morali, ma appunto sono sempre più rari.

Altra questione: l’età dei figli.
Quasi tutte le separazioni avvengono auando i figli hanno 4-5-6 anni, quando cioè iniziano a diventare più autonomi. È in questa fase che i genitori iniziano ad avere più tempo per se stessi e cadono nella trappola dei sociali.

Personalmente ho tutti i requisiti morali per crearmi una famiglia stabile ma sono anche “ipergamico” per cui so bene che famiglia stabile ed ipergamia maschile possono essere in conflitto radicale.

Conclusione: non sposatevi e non fate figli se vostra moglie non è un qualcosa di molto simile ad una santa e se voi stessi non lo siete. Non è obbligatorio avere dei figli.
Anzi, spesso sono le persone estremamente brillanti ed intelligenti a non creare una famiglia.

Urhen
Urhen
2 anni fa

Un mio ex collega di lavoro (molto redpillato) una volta ci disse: “Quando vi sposate, soprattutto se fate i figli, vi tengono per le palle e STRINGONO! E dovete sperare che sia buona”

Giova
Giova
2 anni fa

Sapete…non mi piace essere politically correct. Ma vedo che a volte i rapporti che funzionano meglio sono quelli in cui l’uomo esercita potere con la violenza. Non giustifico in nessun modo eh, ci mancherebbe. anzi condanno. Ma, ahimè, é verità

Emanuele
Emanuele
2 anni fa

Ho letto con interesse l’articolo, che rappresenta una realtà italiana sempre più preponderante. Che dire? Innanzitutto per me è molto molto difficile ritrovarmi, per via dei miei problemi sociali e relazionali che mi hanno portato ad essere single da sempre fino alla soglia dei 40 anni.
Mi fa venire in mente un mio amico coetaneo, bravissima persona di altri tempi, medico all’ospedale e sposato da 4/5 anni.
La moglie lo lasciò per lo sbandato dall’aria aggressiva e super ribelle, che le dava più emozioni…
Penso non vi sia nulla da aggiungere.

Dudd
Dudd
2 anni fa

Comunque ormai la redpill, o meglio blackpill, punta come fine ultimo al mgtow.
È quello l’obiettivo finale.
Purtroppo pochi uomini ce la fanno a lottare contro l’istinto di preservazione e continuazione della specie
Siano beati quegli uomini, ma soprattutto quelli che trovano donne non rompicoglioni

Lestat
Lestat
2 anni fa

Mi spiace tanto per questa situazione, ma è uno con un valore molto alto ( si definisce da 8) , sarò cinico ma un brutto nella sua stessa situazione mi fa più pena di lui.

angelo
angelo
2 anni fa

Il diritto di famiglia sono un insieme di leggi fatte apposta per rovinare l’uomo, sono leggi pensate e progettate da donne mentre i legiferanti uomini lasciano fare e non pongono resistenza al ‘lavoro’ femminile.
Il decreto Pillon è un tentativo di mettere mano alle schifezze create ma trova molte resistenze dalle legiferanti donne.
È un incastro totale per l’uomo, per tutti gli uomini, per quelli che il matrimonio va avanti significa che stanno facendo la volontà della consorte e sono per lo più sottomessi, per quelli che non ci stanno ad essere dei perfetti zerbini e vogliono uscire ci pensa la legge a sottometterli con la prepotenza legalizzata, per quelli che convivono e vogliono troncare arriveranno nuove leggi per piegarli alla vendetta femminile no sense.
Gli unici che si salvano sono quelli che non hanno una relazione neanche semistabile, e vengono visti in malo modo dalle legiferanti perché il loro potere, concesso dal popolo per legiferare con equità, non riesce a colpirli.

Smu
Smu
2 anni fa

Grazie per la testimonianza, purtroppo siamo in tanti a vivere questa condizione. La mia è stata un’esperienza simile, matrimonio, figlio e dopo questo il nulla. Prima il rapporto andava a gonfie vele, da quanto poi la famiglia si è allargata non esistevo più, tutte le attenzioni sono andate in fumo perchè tanto ormai eravamo sposati e si sa, loro cascano sempre in piedi quindi perchè preoccuparsi. In ogni caso loro sono tutelate. E adesso, pur avendo un ottimo stipendio, non mi rimane quasi niente in tasca, nonostante abbia tanti feedback positivi da parte delle ragazze quando scoprono che ho un figlio si allontanano, quelle con cui sono riuscito ad uscire hanno avute scenate di gelosia tali da farmi desistere. Il problema è che sono stato blupillato per tanto tempo e solo adesso mi sto svegliando. Mi sto davvero accorgendo che le donne vogliono solo trovare qualcosa da ostentare, ipergamando di L o M o S, meglio se tutti insieme. Loro cascano sempre in piedi, se non ipergamano e qualcosa va storto ricomincia il cazzosello, se invece ipergamano ti si gettano a leccare le scarpe piuttosto che lasciare un’occasione così ghiotta. Vorrei tanto cambiare aria e andare in posti nuovi, purtroppo quando crei dei legami è sempre difficile andarsene (mi riferisco ai figli).
Grazie ancora per la condivisione e un abbraccio a tutti i padri che soffrono le ingiustizie di questa società.

Charmfree
Charmfree
1 anno fa

Mi dispiace, ma lo dico sempre. Questo è il prezzo che si paga per avere voluto in casa “una vagina a usufrutto gratuito”. Si cede prima al ricatto di sposarla (errore imperdonabile per un uomo delle nostre generazioni) e poi al ricatto di ingravidarla. A me il matrimonio puzzava di bruciato già a 20 anni e fare marmocchi non mi è mai interessato.
I figli fateli solo e solamente se da quel moneto in poi, dedicarvi all’allevamento della prole a tempo pieno, è quello che volete fare per i prossimi 30 anni della vostra vita. Se vi interessa per prima cosa il godersi la vita di coppia e il sesso, non sposatevi mai e non fate figli. La sciateli fare a chi ha solo quello come scopo nella vita. Se la coppia regge, sposatevi dopo i 60 anni, giusto per garantirvi qualche diritto in più.

PAOLO
PAOLO
1 anno fa

Ciao Grazie per aver reso pubblica la tua esperienza, sono in procinto di separarmi, mia moglie fa parte di quel famoso 75 %. Solo dopo che inizia il calvario ci si rende conto dell’immane sacrificio che la separazione comporta per l’uomo in termini sia di emozioni che di portafoglio. Ora forse per me ė troppo presto per parlarne ma ritengo che i prossimi anni saranno caratterizzati da sacrifici sentimentali ed economici, ora ho solo tante domande che mi frullano per la testa e so che solo il tempo potrà darmi le risposte, mi sembra l’ennesima decisione che nella vita non ho preso io ma che comunque sarò costretto a pagarne le conseguenze. Un saluto a tutti

Ilmoderato
Ilmoderato
2 anni fa

Esprimo la mia solidarietà all’autore dell’articolo e i miei complimenti per l’analisi lucida della situazione attuale.
Questo articolo deve essere un tentativo di sintesi tra il mondo Redpill e quello MRA.
C’è bisogno di quella che in altri ambiti chiamano “teoria del tutto”, che qui altro non è che la presa di coscienza della realtà per quello che è.

Gino
Gino
2 anni fa

Non so dire se l’estero possa essere meglio dell’Italia, da esperienze, o meglio, non esperienze avute mi sembra tutto un unico calderone. Io sto bene in Italia, le straniere che vivono qui si comportano esattamente come le italiane. La testimonianza dell’articolo è molto triste, però illuminante. Trovare una relazione che funziona ha le stesse probabilità di vincere alla lotteria: chi ha vinto dirà che ha fatto il miglior investimento della vita, per gli altri si tratta di “giocare” quel poco che basta a non pregiudicare le proprie finanze e la propria salute mentale.

Henri de Toluose Lautrec
Henri de Toluose Lautrec
2 anni fa

A livello puramente razionale è bene stare alla larga dalle donne, salvo -per quei pochi che se le possono permettere- farsi qualche ONS o poco piu’ (one week stand o one month stand, non di più).
Nella realtà non è così semplice perché intervengono tanti fattori, per il bluepillati il desiderio di innamorarsi, per gli altri comunque il desiderio di rivalsa verso amici e parenti “vedete, anch’io ho una donna”, il poter illudere se stessi di aver rimorchiato grazie al bel faccino “che bello, allora non sono così brutto” e così via.
Parafrasando il sintagma “leoni da tastiera” io vedo tanti “mgtow da tastiera” o “redpillati da tastiera” che poi come vedono una donna che finge di mostrarsi semidisponibile non capiscono piu’ niente e cominciano a comportarsi da MDF.
I thread dei vari forum di incel (non dico il nome perche’ non so se si puo’ ma tanto li conoscete tutti) ne sono un esempio: come compare una ragazza che apre un thread quel thread diventa di 20 pagine e, verosimilmente, la ragazza riceverà decine di messaggi privati.
Quindi il rischio di ritrovarsi a buxxare una rompicoglioni bruttina è altissimo. Qualcuno poi non ce la fa piu’ e si separa, qualcuno resiste perché una separazione sarebbe economicamente devastante ma vive una vita d’inferno.
Forse solo i megachad e gigachad che possono abbuffarsi di ONS sono in grado di non finire in LTR perche’ a loro la f..a non manca.
Per gli altri, bisogna avere tanta forza di volontà e riuscire a rinunciare alle donne nella vita e dedicarsi ad altri interessi.

Veneto
Veneto
1 anno fa

Questo articolo lo dovrebbero leggere molto attentamente tutti i maschietti al di sotto dei 35 anni e memorizzarlo ! Io, fortunatamente mai stato incel, pur capendo già a 15 anni di non essere adatto alla figura del padre di famiglia ho convissuto ma ho pensato seriamente al matrimonio una sola volta in vita mia e (probabilmente) mi è andata bene evitandolo. Detto questo, avendo passato il mezzo secolo di vita ho visto una serie di divorzi spaventosi fra i miei amici/conoscenti/colleghi/parenti. Con il diritto di famiglia e la magistratura italiana nel momento in cui ci si sposa (o anche si mette al mondo un figlio) si mette la testa sul patibolo e si deve solo sperare nella bontà della dolce metà. Negli ultimi anni poi ho assistito a due divorzi veramente esemplari per uno dei motivi che spesso citano i favorevoli al matrimonio. I casi riguardano un mio buon conoscente ed un collega, in entrambi i casi la moglie (entrambe di sinistra ed atee tanto che i matrimoni furono civili) dopo anni di convivenza improvvisamente impazzì e da atea divento fanatica religiosa (una di una setta con santone, l altra testimone di geova). In entrambi i casi i mariti attesero sperando in un rinascimento della moglie per anni ma dopo anni che le mogli cercarono di portarli dentro alla loro nuova passione non riuscendoci, furono le stesse mogli a chiedere il divorzio. Essendoci poi in entrambi i casi figli ovviamente la casa fini alla moglie (nonostante fosse stata completamente pagata dal marito in entrambi i casi) ed assegno di mantenimento con esiti abbastanza spiacevoli. Nel caso del conoscente fini alcolizzato a dormire in stazione finché un gruppo di amici non si organizzo per aiutarlo a riuscire a risalire la china. Nel caso del mio collega (grazie anche alla famiglia di origine) ebbe esiti disastrosi solo dal punto di vista patrimoniale. E ciliegina sulla torta, entrambi mi raccontarono che quando le rispettive consorti trovarono la luce il sesso si azzero in quanto darla a un non convertito seppur sposato era peccato. Ora la cosa si sta replicando in una coppia che conosco (lui primario..) lei è diventata fanatica religiosa e lui per ora le sta dando corda per non far saltare la famiglia ma quanto potrà durare ? Vi risparmio tutte le assurdità e le pazzie dei comportamenti di queste una volta vista la luce …in questi casi la legge è la magistratura dovrebbero dare ragione al marito completamente ed invece accade il contrario. Aggiungo una chiosa, chi può essere certo che la trentenne razionale che sposa dopo 20 anni non impazzisca? E vi porti via tutto quello per cui avete lavorato….pensateci ragazzi….ma pensateci molto bene !!!

black wolf
black wolf
2 anni fa

Grazie per aver condiviso la tua storia. Una domanda… dici che il fatto che lei fosse una “8 o qualcosina di più” è stato un “errore tecnico”. Cosa vuoi dire? Sei proprio sicuro che anche con una 6 o una 5, una volta avuto dei figli, ma in fondo anche prima, lei non avrebbe goduto cmq di un potere contrattuale maggiore? In fondo anche una 5 ha molti potenziali pretendenti, e cmq dopo i figli subentrano i vantaggi legali di cui hai parlato etc.

Alex Le Large
Alex Le Large
1 anno fa

E’ di questi giorni la notizia che la Cassazione ha praticamente rigettato in una sentenza il concetto di alienazione parentale ai danni dei papà. Concordo che sarà sempre peggio: per la nuova società liquida neoliberista, il maschio etero di classe media non è più utile e deve essere eliminato, per cui le lobby femministe, da esso ben foraggiate, sono ormai letteralmente scatenate nella volontà di disintegrare la figura maschile, socialmente, psicologicamente e legalmente, annullandola a mero fornitore di seme esterno.

E’ anche necessario annullare la credenza secondo cui il matrimonio aumenta lo status (ovvero: “Farsi una famiglia” e stabilirsi in società). Sposarsi nella neosocietà “non patriarkale”, equivale a investire tutto in telefoni a gettone nell’era del 5G: la perdita di tutto il capitale investito è assicurata.

Stabilire il giorno del matrimonio (sala ricevimenti, decappottabile a noleggio, ecc) è, letteralmente, emettere un titolo spazzatura in Borsa a proprio danno.

L’uomo intelligente, nella società futura, giocherà di rimessa e manterrà il valore delle sue azioni: investire nella famiglia è ormai impresa quasi impossibile, in una società che spinge alla depopolazione forzata.

Splendido articolo peraltro, non lo avevo letto. Da far leggere ai propri figli maschi come monito.

Last edited 1 anno fa by Alex Le Large
black wolf
black wolf
2 anni fa

Un’altra considerazione sul fatto di lasciare l’Italia. Situazione economica a parte, siamo sicuri che negli altri paesi occidentali le leggi o cmq la situazione siano meno sfavorevoli per gli uomini?

Last edited 2 anni fa by black wolf
Henri de Toluose Lautrec
Henri de Toluose Lautrec
2 anni fa

La metafora del riccone che compra la ferrari e non sapendola guidare va in sovrasterzo di potenza e si schianta è bellissima, ma mi sento di essere solidale con l’autore in quanto ha rispettato le regole dell’autorithy della concorrenza e del mercato: si è messo con una e una sola pariestetica (forse anche piu’ che pariestetica), non ha slayerato le 6 in One Night Stand per abbuffarsi di fighe diverse tutte le sere rovinando il mercato alle categorie inferiori di uomini.
Per il resto, quanto è durato il matrimonio con la 8 prima che cominciasse a dare di matto e cominciare a diventare una vipera?
Purtroppo temo poco se è fallito a soli 46 anni, ma se fosse durato piu’ di 15 anni, ci puoi stare…
Voglio dire, mettiamo che la tipa abbia dato di matto dopo 15 anni di matrimonio: ti sei goduto 15 anni di matrimonio con una 8 (e scoparsi una 8 tre o quattro volte a settimana comodamente in casa è una figata), piu’ probabilmente altri 5 anni di fidanzamento pre matrimonio.
Se invece il matrimonio è scoppiato dopo 5 anni allora no, non ne vale la pena.
Il problema non è SE il matrimonio fallisce, il problema è dopo quanto. Il matrimonio sono come le azioni di borsa di una società. Ricordate la frase di Gordon Gekko: Non è questa la domanda da farsi: «Quella giusta è: chi non fallirà?» ; ecco per me invece la domanda è “dopo quanto fallirà?”; perche’ se compri delle azioni ma anche obbligazioni che ogni anno ti rendono, di dividendi o cedole, il 15% del capitale investito, se dopo 20 anni fallisce e perdi tutto, ci puoi stare, ci hai guadagnato alla grande lo stesso. La stessa cosa il matrimonio: se vivi in god mode un matrimonio con una 8 e fallisce dopo 25 anni, te la sei goduta comunque molto di piu’ di un incel che ha passato quegli anni a cenare da solo con sofficini findus e poi accendere youporn prima di andare a dormire impasticcato di benzodiazepine.

Urhen
Urhen
2 anni fa

Da quello che leggo nei commenti, mi sa che arriverà un giorno in cui il mio amico chad mi dirà. “Beato te Urhen che sei sempre stato disprezzato dalle donne e cosi hai imparato a conoscerle, io che invece sono nato con il bel faccino mi sono fatto prendere in giro come l’ultimo degli stupidi” XDXDXDXDXD

Urhen
Urhen
2 anni fa

Stavo pensando, ma non è che il fatto che la figura del bravo ragazzo responsabile è stata svalutata tantissimo negli ultimi anni è anche a causa di un’aumento del femminismo nel diritto di famiglia.
Faccio un’esempio, se una nulla tenete si sposa con un milionario e poi questi divorziano senza figli, se lo stato fosse giusto la nulla tenete ritorna nulla tenente, invece di questi tempi per la donna il divorzio è un affare migliore del matrimonio.
Se vivessimo in una società giusta la donna quando sceglie il futuro marito oltre a valutare portafoglio valuterebbe anche l’affidabilità dell’uomo perché sarebbe una cosa stupida mettersi con un milionario e poi questo dopo 4 giorni la rispedisce da dove è venuta, quindi preferirebbe uno meno ricco ma più affidabile. Scelta che oggi non fanno mai perché cascano sempre in piedi.

Last edited 2 anni fa by Urhen
Urhen
Urhen
2 anni fa

Purtroppo, nonostante il messaggio dell’autore, essere un chad è ancora preferibile perché anche gli incel (quelli bluepillati) rischiano di fare questa fine.
Il top sarebbe essere un chad che va avanti solo con ONS e dopo essersi divertito sparisce (come Barney Stinckson)

Scatola
Scatola
2 anni fa

> il radical-femminismo ( perché il femminismo originario è altra roba)
Ti sbagli. È sempre stata una ed una sola ideologia con un solo obiettivo. Spinge in direzioni diverse in base al periodo storico, ed è forse questo che ti confonde. Studia la vera storia del femminismo dei secoli passati, e sarai sorpreso dalla violenza e dagli scopi finali.

Rimorchiatorefallito
Rimorchiatorefallito
2 anni fa

Dinamiche da NP, frequenti.

Alessandro Ferdinando Archeronte
Alessandro Ferdinando Archeronte
2 anni fa

Hahaha nel est europa stanno messi peggio di noi gli uomini,con tanti disperati al’estero nei social,agenzie matrimoniali,dating. Anche in queste terre e diventato difficile corteggiare un donna.

Mario Rossi
Mario Rossi
2 anni fa

In primo luogo io dubito che tu sia un 8. Un 8 è l’equivalente di un fotomodello e una 8,5 non ne parliamo. Secondo me sarai stato tipo 7 e lei una 7,5 al massimo, però potrei ovviamente sbagliarmi.

Qui nessuno dice che un chad avrà una vita meravigliosa a prescindere, può accadere comunque di tutto sia per sfortuna che per errate scelte di vita. Nel tuo caso è un mix, sei partito con “l’arma più forte del gioco con tanto di mira assistita” ed hai cannato il colpo.

Adesso non capisco, di cosa vuoi lamentarti? Il tuo è stato un potente mix tra sfortuna e scelte errate, ma davvero dobbiamo considerarla tale? Prendiamo per buono il tuo giudizio, tu hai praticamente scopato per anni e avuto nel tuo letto per anni una 8,5, esperienza che praticamente tutti vorrebbero provare e ti è semplicemente andata male.

Per me quel che avresti dovuto fare è sposarti (se proprio ne sentivi la necessità) una sul 6,5/7, il che ti avrebbe reso la parte “forte” della coppia e ti avrebbe permesso di godere di garanzie ben più solide visto che per la tipa in questione saresti stato un’ipergamata da proteggere ad ogni costo, ti avrebbe visto come un dio sceso in terra.

Le tue pariestetiche avresti potuto scopartele tutta la vita (con le dovute attenzioni, ma a volte puoi beccare la compagna che, conscia della propria inferiorità estetica e desiderosa di tenere in piedi l’ipergamata della sua vita chiude un occhio e ti lascia fare). Le donne farebbero qualsiasi cosa e ripeto, qualsiasi cosa per un tipo che le supera di 1,5/2 punti estetici, avresti avuto vita facile.

Poi naturalmente si tratta anche di sfortuna, se la donna cambia completamente diventando un’altra persona (sempre dando per buono quel che hai scritto) non puoi farci niente, ti è semplicemente andata male.

Concludo ricordando tutti che quasi il 50% dei matrimoni oggi fallisce miseramente, di conseguenza tu non sei tanto speciale o sfortunato, fai semplicemente parte di quell’enorme numero di maschi bianchi occidentali che sceglie di sposarsi giocando tutto quello che ha sul rosso o sul nero alla roulette.

Antonio
Antonio
9 mesi fa

Gentile Responsabile

Complimenti per la trasmissione sui Genitori negati questa situazione e’ capitata anche a me e sono piu’ di cinque anni che vivo questa situazione creandomi scompensi sotto il punto di vista umano. Mio Figlio vive in Romagna Rimini e mi diceva spesso che il nuovo compagno di sua madre lo maltrattava e lo prendeva in giro come suo nonno materno. Ho una causa in corso penale e civile , penale perche’ il compagno della madre di mio figlio mi ha investito con la macchina nell’ estate del 2018 e la causa penale verra’ discussa il 20 marzo 2020 ( pensi un po’ quanto tempo perso) comunque oltre a cio’ mi ritrovo che la madre non rispetta nessuna possibilita’ di vivere con mio figlio ed io mi devo ” sbattere tra l’ Italia ed il Canada per consentire il mantenimento mensile per mio Figlio ( le pare logico una cosa del genere? La ringrazio e se deve contattarmi non esiti chiamarmi al 3204623596 Antonio Petrozza Un PADRE NEGATO

Urhen - Domanda all'autore
Urhen - Domanda all'autore
2 anni fa

come l’obbligo di versare un mantenimento anche in caso di convivenza senza matrimonio e senza figli”, dove l’hai sentita questa?
Inoltre io sapevo che c’era in programma di portare il decreto Pillon, che dovrebbe migliorare un pò il diritto di famiglia (poi non l’hanno più fatto a causa della rottura M5S-Lega e del covid).

Gufix
Gufix
2 anni fa

E in definitiva che ti è successo?

Realista
Realista
1 anno fa

è davvero triste e tragico ciò che racconti / raccontate

Tonio
Tonio
1 anno fa

Scusate fino a quanto è per quanto si versa l assegno di mantenimento? Cioè si 18anni dei figli succede qualche cosa? Si cessa l assegno o va avanti?

Henri de Toluose Lautrec
Henri de Toluose Lautrec
2 anni fa

Le cose che sono state dette in questo thread, commenti compresi, sono tutte giuste.
C’è pero’ una contraddizione che non riesco a risolvere.
Il “matrimonio” viene definito come il male, in quanto l’uomo si mette da solo il cappio al collo.
Epperò il matrimonio è un male necessario per i maschi beta.
In una società senza matrimonio (ma piu’ banalmente senza LTR) si darebbe libero sfogo a cazzosello e ipergamia femminile e poligamia maschile. In altre parole pochi alfa sarebbero pieni di donne e gli altri a bocca asciutta. Questo peraltro ormai è gia’ capita dalla pubertà fino al muro delle donne.
Adesso un uomo sotto il 6 può scegliere se, dopo i 35, fare il betaprovider di una grassona inacidita o rimanere incel a vita.
Senza LTR e matrimonio non ci sarebbe neanche questa scelta.
La società patriarcale si basava infatti su monogamia e matrimonio (preferibilmente intorno ai 20 anni, non a 35 dopo essersela spassata con gli alfa).
Quindi la contraddizione (cortocircuito) è: si critica un’istituzione (il matrimonio) che fino al 1968 è stata la salvezza degli uomini beta.

Tara
Tara
2 anni fa

Da donna mi dispiace quello che hai passato, ma non mi rispecchio nella descrizione che hai fatto delle donne italiane. Prima di tutto lo scopo della mia vita non è di certo sposarmi per divorziare, bensì di sposarmi per restare insieme. Il momento economico comunque è duro e a volte, vedendo bagasce che solo perché hanno preso l’uccello ricco, sono sistemate (magari assunte solo perché mogli o amanti del signor Uccello), viene da buttarsi giù. Ma mai e poi mai caccerei mio marito (che fra l’altro è dell’Est) dalla casa che abbiamo comprato insieme. Casa nostra è su due livelli, 100 mq sotto e 55mq sopra, con due ingressi. Eventualmente è facilmente separabile . Gli ho sempre detto che, se mai ci lasciassimo, io mi prenderei la parte di sopra perché ho messo meno di lui nell’acquisto della casa e sarebbe giusto così.
Ma il mio scopo non è separarmi, raggirare qualcuno, infinocchiarlo. Vorrei rendermi più autonoma, ma sono anni che non trovo lavoro. Sono una donna di 31’anni senza agganci politici o parentali, ossia sono il niente. Non sono brutta, ma non voglio usare l’aspetto fisico per far carriera.
Noi facciamo affidamento solo l’uno sull’altra e mai rovinerei un uomo che ne ha già passate tante e che ha riposto così tanta fiducia in me.
Io credo che in Italia manchino semplicemente i valori. Cercate una donna che abbia valori, che sia italiana, marocchina, ucraina, albanese, cinese.

Henri de Toluose Lautrec
Henri de Toluose Lautrec
2 anni fa

Sei fin troppo intraprendente, io quando vivevo da solo andavo avanti a tranci di pizza al taglio mangiati fuori (per non dover accendere i fornelli e poi pulire, ecc) o, nella migliore delle ipotesi, surgelati semipronti da saltare in padella.

Briatore
Briatore
2 anni fa

Articolo condivisibile perciò non vorrei soffermarmi su questo, però vorrei fare una critica; la smettiamo di dare voti a caso specialmente quando non sono verificabili? Io se dovessi dire un uomo da 8 penserei a Mariano Di Vaio, e quindi di conseguenze una donna di valore più elevato dovrebbe essere forse Adriana Lima (OP dice che forse lei sia qualcosa in più rispetto al suo valore estetico), e sinceramente dubito che la sua ex moglie sia una super modella.

Osservatore Romano
Osservatore Romano
2 anni fa

A me pare l’altra faccia della medaglia della tonnah che si accasa col violento (perché i beta gentili non la ‘stimolano’) e poi si lamenta che la meni.

Ma capisco che la solidarietà maschile si deve piegare pur’essa al politicamente corretto tanto di moda in questo sórdido periodo storico.

Peccato.

Last edited 2 anni fa by Osservatore Romano
Anticorpo del reato
Anticorpo del reato
2 anni fa

Le grasse risate me le fo io in faccia all’8 che, avendo un’intera platea di donne disponibili è andato a scegliersi la sociopatica (va bene, le sociopatiche sono tante, ma avendo tutto un catalogo a disposizione bastava scegliere meglio: vedi cosa capita a ragionare con l’uccello? sul lungo periodo la paghi).

Questo mi suona come quello che gira in Ferrari, fa il botto, e dopo un salasso terrificante dal carrozziere viene a raccontare a te con la Fiat di seconda mano: non sai che fortuna hai tu, col tagliando a 150 euri, e la puoi tenere pure bozzata tanto…

Come diceva un compagno utente qualche commento fa: per stare in Serie A devi avere i piedi da Serie A.
Corollario: devi avere anche la testa da Serie A.

Sfortunatamente (per me) ho una mascella da serie B (per quanto dalla linea perfetta), altrimenti le risate sarebbero doppie.