domenica 13 agosto 2017

TUTELARE LE DIVERSITA'


Di tanto in tanto si legge o si sente qualcuno che se ne esce con la sparata che "mescolare le razze è positivo perché crea individui più belli e più sani".
Ora, tralasciando che spesso queste affermazioni provengono da individui che in altre circostanze si battono strenuamente per dimostrare l'inesistenza delle razze (della serie "le razze non esistono ma se le mescoli è meglio!"), basta un minimo di spirito critico per accorgersi che l'affermazione di cui sopra è semplicemente falsa e tendenziosa.



Ogni volta che chiedo documentazione scientifica a supporto non trovo mai nessuno che mi posti nulla, al massimo mi citano l'articoletto del genetista trovato nel giornalino di gossip che leggono dal parrucchiere ignorando che per un genetista che fa simili affermazioni (spesso strumentalizzate a fine politici) ve ne sono magari dieci che sostengono l'esatto opposto.


In secondo luogo mi tirano fuori l'esempio delle razze canine, secondo cui i cani di razza sarebbero più fragili e meno longevi.Anche questa affermazione è falsa ma soprattutto è una palese forzatura.Infatti le razze canine sono state create artificialmente partendo da una base di pochissimi individui ed è la consanguineità ad aumentare il rischio di malattie genetiche (vedi ad esempio il mento asburgico, dovuto all'abitudine dei nobili di imparentarsi tra loro) non certo una semplice omogeneità genetica riscontrabile in una popolazione comunque di migliaia di persone.Vero è invece che, ad eccezione delle malattie peculiari, molte razze canine hanno un'intelligenza, una forze e un'agilità incredibile e quotidianamente aiutano gli esseri umani a volte arrivando pure a salvare delle vite.Non a caso un cane di razza arriva a costare anche migliaia di euro, un incrocio te lo regalano.


Che i mescolamenti diano origine ad un patrimonio genetico più sano poi è smentito praticamente ovunque dalle statistiche di longevità sulle popolazioni.Infatti ad essere più longeve e a possedere il maggior numero di ultracenteneri in genere sono proprio quelle popolazioni che sono sempre state geneticamente isolate perché stanziate in vallate sperdute o appunto in isole.


Vedi ad esempio Okinawa, Ikaria in Grecia, o gli Hunza, una antichissima popolazione indoeuropea di poche migliaia di elementi che vive in una valle sperduta del Pakistan e che è una delle popolazioni più longeve al mondo.Senza andare tanto lontano possiamo vedere il caso della Sardegna, isolata geneticamente, che ha in certi paeselli un numero incredibilmente alto di ultracentenari (consiglio in proposito la visione del documentario di Alberto Angela:come vivere più a lungo, in cui parlano proprio della Sardegna).
Potete anche andare ad analizzare la questione dal punto di vista opposto.Se fosse vero che la mescolanza rende più forti e longevi perché fra tutti i vari popoli sudamericani, che sono un crogiuolo di razze, non si riscontrano questi picchi di longevità?
Se l'affermazione fosse vera avremmo molti più brasiliani (ma anche statunitensi di origine mista) più longevi della media, invece così non è quindi l'affermazione è semplicemente falsa.


Ancora più falsa è l'affermazione che il mescolamento crei individui più dai tratti somatici più belli.
Infatti noi sappiamo che la più alta concentrazione di modelle si trova proprio in nord europa e nei Paesi baltici che, casualmente, sono proprio quelle aree in cui la popolazione europea originaria si è preservata maggiormente dal mescolamento con gli ultimi agricoltori neolitici provenienti da oriente.
Il picco si trova proprio in Lituania, dove le admixtures europee dei calcolatori genetici più comuni raggiungono quasi il 100%.


Anche qui l'esempio Brasile è illuminante.Infatti un numero molto alto di modelle proviene dal Brasile, peccato che tali modelle siano quasi sempre di origine europea (la maggior parte viene dagli stati del Sud che hanno sperimentato una larga immigrazione da Germania e Nord Italia) pur provenendo da uno dei Paesi più multirazziali al mondo!
La gente dovrebbe smetterla di spargere in giro queste fesserie politicamente corrette e invece rendersi conto che l'unica cosa a cui porta il mescolamento è la distruzione delle biodiversità, che comunque costituiscono un valore meritevole di tutela.



1 commento:

  1. Lo "hybrid vigor" e' un concetto che ha senso solo in un caso: quando si fanno incroci con una razza che e' stata indebolita da un lungo periodo di inbreeding, come gli abitanti di un villaggio isolato o o un tipo di animali di razza altamente selezionati. In tal caso gli incroci saranno piu' vigorosi dei membri della razza dei genitori, ma solo perche' i genitori erano dei mezzi mostri.

    RispondiElimina

Ciao!Mi fa piacere che tu voglia lasciare un commento,sono contento di sentire cosa ne pensi.Ti chiedo solo di rispettare alcune regolette:

- Cerca di scrivere post ricchi di contenuto.Niente insulti, spam, dati falsi o tendenziosi, polemiche sterili.
- Se devi farmi una domanda non relativa all'articolo, prima guarda la sezione faq.Può essere che la risposta sia già lì.