Visualizzazione post con etichetta Sesso. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sesso. Mostra tutti i post

17/08/17

Gianluca Vacchi e l'invidia sociale


Non credo di dovervi spiegare chi è costui, sicuramente lo conoscete già, il famoso imprenditore milionario che negli ultimi mesi ha convogliato su di sè tutta l'attenzione del web.
Quando la scorsa estate iniziai a parlare delle sue (da me soprannominate) "gianvaccate" estive, ovvero delle sue esibizioni narcisistiche, ci fu qualcuno che si stupì del fatto che mi piacesse codesto personaggio.Del resto chi mi conosce sa che sono una persona piuttosto sobria, non amo gli sprechi, non mi piacciono granché i tatuaggi o le tamarrate varie.
Però Gianluca mi piace e il motivo è fondamentalmente uno:si gode la vita sbattendosene di tutto e di tutti.
Pur non essendo più giovane continua a prestare attenzione alla cura della propria immagine e, grazie al denaro di cui dispone, è riuscito anche a crearsi uno status che va ben oltre quello di comune ricco.Si è creato un bel giro di amicizie e una gran popolarità.Gianluca è un perfetto esempio di LMS theory applicata, e infatti si è sempre circondato delle migliori gnocche.
Comunque non vorrei tanto parlare del personaggio, quanto fare una riflessione che è saltata fuori discutendo di lui nel forum e che penso sia piuttosto interessante.
Riguarda l'invidia della gente e tutti gli attacchi che subisce e che riesce a gestire (e per questo lo ammiro) con molta classe.
L'invidia riguarda fondamentalmente tutto il denaro che possiede e che secondo gli haters non sarebbe guadagnato.
A parte il fatto che il Vacchi il denaro non lo ruba a nessuno ma lo ha (almeno in parte) ereditato e trae profitto dai suoi investimenti e, come tutti gli investitori, sottostà al rischio dei propri investimenti, c'è secondo me un particolare a cui spesso molti non fanno caso:gli esseri umani si incazzano molto con chi ha ereditato la ricchezza ma sono piuttosto indifferenti verso chi eredita la bellezza.
Eppure il principio di base è lo stesso, uno non ha merito di ereditare milioni di euro più di quanto non ne abbia di ereditare un bel faccino.
Però puntare il dito contro chi è ricco è socialmente accettato, accusare gli altri di essere dei privilegiati e di avere vita facile perché hanno un sacco di soldi è visto come qualcosa di normale, mentre nessuno se la prende con chi è bello, non si sente mai nessuno aggredire un bello per quanto la sua vita sia facile (spesso molto più facile addirittura di un ricco), anzi ci si complimenta con loro.
C'è veramente un tabù assurdo riguardo all'estetica al giorno d'oggi, mentre la ricchezza viene costantemente discussa e messa sotto processo.
Ora vorrei che rifletteste su questa mia osservazione, mi diceste se siete d'accordo o meno e, se siete d'accordo, che proviate a darmi una spiegazione del perché questi due aspetti vengono trattati diversamente.Io una mia spiegazione ce l'ho e poi magari ve la dirò.
Continua a leggere »

"A me Gabriel Garko non piace"




LEI DICE:"A me Gabriel Garko non piace.E' brutto!"

LEI PENSA:"Per quanto ritenga Gabriel Garko soggettivamente un po' meno attraente rispetto ad altri dello stesso livello estetico, non posso negare che egli sia oggettivamente un bell'uomo e che gliela darei all'istante, così come del resto la darei a tutti gli attori belli e famosi, poiché è nella mia natura essere attratta da chi ha un valore molto più alto del mio.
Siccome però le probabilità che Garko voglia venire con me sono pari a quelle che io ho di fare un discorso sensato, ovvero nulle, cerco di darmi un tono alternativo e mi metto a dire che è brutto.Sostengo cioè, con sprezzo del ridicolo, che sia esteticamente inferiore a tutti i tipi nella media che incontro per strada e che scarto sempre.
Così facendo spero di apparire profonda e sensibile,di rendermi speciale, insolita, particolare, e di aumentare il mio valore agli occhi degli uomini, o almeno di quelli che non capiscono il mio trucchetto patetico e non si rendono conto di quanto io sia ipocrita."


Continua a leggere »

Rimorchiare ragazze: la legge dei grandi numeri


 
 
Come già avevo accennato, anni fa, nel tentativo di sfangarla e trovarmi anche io delle ragazze carine a discapito della mia m*rdosa genetica, iniziai a praticare con diligente caparbietà i metodi PUA (metodi di rimorchio ndr), ottenebrato com'ero dalla convinzione, del resto comunemente portata avanti dalla massa, che con le ragazze contasse il saperci fare e che la differenza tra quelli che avevano successo con le donne e quelli che non ce l'avevano stesse in un qualche particolare talento seduttivo che io evidentemente, per una ragione o per l'altra, non possedevo.
In effetti nessuno può negare che il modo di comportarsi faccia la differenza con le donne e che un ragazzo con buone competenze sociali abbia dei feedback decisamente migliori dalle donne rispetto ad uno totalmente inetto.
Questo però avviene a parità di altri fattori perché, se vengono aggiunte altre caratteristiche più positive dal punto di vista seduttivo ai soggetti paragonati, il modo di comportarsi potrà diventare più o meno importante e, ad un certo punto, addirittura irrilevante.
Tali caratteristiche sono ad esempio quelle che abbiamo già più volte menzionato, ovvero LMS, che fanno la differenza molto più di quanto possa fare una personalità divertente ed interessante.
Ritornando alla mia esperienza PUA, ricordo che fui molto felice quando riuscii ad ottimizzare il mio modo di comportarmi, evitando grossolani errori da sfigato che prima facevo, e a migliorare i miei rapporti con le ragazze, ma tale soddisfazione si trasformò in frustrazione quando, dopo anni di pratica, i miei progressi erano arrivati ad un punto di stallo, e della vita che tanto avevo desiderato ancora non c'era l'ombra.
D'altra parte però continuavo a vedere emeriti imbecilli privi di qualunque savoir faire che, con estrema facilità e utilizzando dialoghi molto semplici alla portata dei loro cervelli grezzi e primitivi, riuscivano tranquillamente ad attrarre ragazze molto più carine di quelle alle quali io potevo ambire.
La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata probabilmente quando sono uscito con un altro pua,un bel faccino da 7,un totale inetto sociopatico che mi seguiva come un cagnolino quando andavamo ad approcciare le tipe.
Ad un certo punto abbiamo approcciato un gruppo di ragazze e, mentre io stavo ad intrattenere il gruppetto e focalizzando tutta l'attenzione su di me facendole divertire, lui se ne stava in parte come un emerito cretino senza spiaccicare una parola per tutta la durata dell'incontro.
Alla fine della serata però io non combinai niente con nessuna tipa, mentre lui si limonò una del gruppo.Oltre al danno anche la beffa insomma.
Morale della favola:se volete intraprendere un percorso di miglioramento finalizzato ad un maggior successo con le ragazze valutate sempre i pro e i contro di questa scelta in relazione al vostro potenziale e livello di partenza, ma soprattutto concentratevi sui fattori veramente importanti, non sulle varie cazzate che vi propina la gente quotidianamente.
Non rovinatevi la vita facendo violenza su voi stessi nel tentativo di creare per voi un personaggio che non è migliore di come siate già.
A sbattere la testa contro il muro non si rompe il muro, si rompe la testa.
Continua a leggere »

La parabola dei tre rimorchiatori



Ci sono tre tipi in un locale che stanno discutendo su cosa conti di più per rimorchiare le fighe.
Il primo è un normaloide blupillato, il secondo è il dj della disco belloccio mentre il terzo è un modello strafigo.
Gli ultimi due sono redpillati e iniziano a sostenere che con le donne contino solo lo status e il bel faccino, ma il normaloide li stoppa dicendo loro:"siete proprio ingenui, con le donne la cosa che conta più di tutte è la personalità!Se hai una personalità da figo rimorchi alla grande anche senza essere bello e popolare!"
Allora il belloccio fa al normaloide:"Tu parli tanto ma saresti in grado di limonarti una sconosciuta in questo locale come facciamo noi ogni sabato sera?"
E il normaloide:"certo che ci riesco, e ci metto anche meno tempo di voi.Scommettiamo?"
Il dj allora fa:"dai allora, scegli una ragazza".
Il normaloide:"va bene, scelgo quella tipa lì"
Il normaloide va verso la ragazza, in mezzo alla pista da ballo, e in pochi secondi riesce a limonarsela di fronte agli sguardi increduli degli altri due.
Poi ritorna e dice agli altri "Ora tocca a voi".
Il dj va dalla tipa e, usando il suo status, dopo qualche minuto se la limona.
Poi tocca al modello.Il modello prende e va dalla tipa.Dopo qualche minuto se la limona e dopo qualche altro minuto la porta nei bagnetti e se la tromba.
Quando esce e ritorna dagli altri due il normaloide ha il viso paonazzo ed è sconvolto.
Il modello:"ma perché fai quella faccia?sei stato bravo anche tu, dai.Io me la sono trombata ma tu te la sei limonata prima di noi, la scommessa l'hai vinta tu"
Il DJ:"è vero, sei stato davvero bravo, mi hai sorpreso proprio.Ma come hai fatto, che le hai detto di così speciale?"
E il normaloide:"eh, come ho fatto..brutti bastardi, quella è la mia fidanzata!"
Continua a leggere »

IL DIRITTO AL SESSO


 
Uno dei cavalli di battaglia delle femministe quando si tratta di criticare il tentativo che fa la nostra pagina di portare più equità sessuale è che "non esiste un diritto al sesso" e quindi noi dobbiamo imparare a farcene una ragione.
Imparare a farcene una ragione, in altre parole, vorrebbe dire che dobbiamo accettare di buon grado che a tr*mbare sia solo una ristretta elite di uomini scelti da loro mentre la stragrande maggioranza degli uomini dovrebbe tirare avanti a s*ghe (infatti le femministe non prevedono neanche la possibilità per l'uomo di ricorrere al sesso mercenario, vorrebbero proprio annullare totalmente la sua sessualità).
Ora, che non esista un "diritto al sesso" è tutto da vedere, anzi nei vari dibattiti giuridici che sono stati fatti la sessualità è considerato un aspetto fondamentale per garantire una vita dignitosa ad un individuo.
Se n'è parlato ad esempio di recente per quanto riguarda l'assistenza sessuale ai disabili, la quale è stata da poco garantita tramite legge in Olanda se non erro, ma ,senza andare a scomodare altri Paesi, anche nel nostro ordinamento giuridico la sfera sessuale viene presa in considerazione.
Ad esempio, per dire, il rifiuto ripetuto di un coniuge di avere rapporti con l'altro coniuge è annoverato tra le cause di separazione con addebito, quindi battere sempre ripetendo che "non esiste un diritto al sesso" è un modo infantile di banalizzare la questione.
Oltre a ciò purtroppo le femministe non si rendono conto che se battono su questo punto di fatto si danno una mazzata sui piedi e risultano incongruenti nel lamentarsi che le donne che vogliono avere figli vengano discriminate sui luoghi di lavoro.
Infatti se il sesso non è un diritto, tanto meno lo è fare dei figli e la pretesa che del nostro desiderio di maternità si facciano carico gli altri non ha alcun senso.
Se non esiste un diritto al sesso perché io, contribuente, dovrei pagare il prezzo del tuo privilegio di fare figli?
Continua a leggere »

Perché una Bella Dovrebbe Fidanzarsi con un Brutto Redpillato?




Motivi per cui una bella dovrebbe fidanzarsi con un brutto redpillato.

  • Fare una buona azione. Mettersi con un brutto vi farà apparire buone e compassionevoli agli occhi della società.Tutti diranno "guardate che persona fantastica che deve essere quella ragazza, è sicuramente una che va oltre le apparenze".Tutti i vip lo sanno che fare beneficenza porta molti vantaggi anche nella propria carriera.Leonardo Dicaprio fa finta di salvare la foresta amazzonica, Brad e Angelina hanno adottato duecento bambini da tutto il mondo, voi potreste iniziare fidanzandovi con un brutto.
  • Un brutto non può diventare brutto.E' molto semplice, se vi mettete con un bello questo potrà sempre diventare più brutto, sia per vecchiaia che per incidenti di vario tipo, un brutto no.Come fa a diventare brutto se lo è già?Pensate ad un pelato che non ha i capelli, è un vantaggio perché così sapete che non li può perdere.Non puoi perdere i capelli se non ce li hai;semplice, no?anzi un brutto potrebbe anche diventare più bello se subisse un incidente, quindi è un investimento a lungo termine.
  • Un brutto vi tratterà sempre come principesse.Essendo voi il meglio a cui lui possa ambire non verrete mai sottovalutate e vi verranno dedicate sempre le massime attenzioni.Un brutto non vi cornificherà mai per non correre il rischio di essere scaricato.Per i belli invece sareste sempre e solo giocattolini rimpiazzabili (quasi tutte nella vita prima o poi diventano il giocattolino di qualche figo).
  • Un brutto non ha ex di cui dobbiate preoccuparvi, probabilmente neanche amici né una vita sociale.Sareste solo voi, lui e il vostro mondo.Niente rotture di c0glioni di vario tipo.
  • Un brutto dedicherà sempre le massime risorse possibili per i vostri figli.Un bello appena sentirà che siete rimaste incinte probabilmente vi scaricherà.Quando un bello viene a sapere di aspettare un bambino pensa "cazzo, un altro bastardino in giro per il mondo, speriamo che da grande non venga a batter cassa".Un brutto pensa "ommioddio non ci posso credere che pure io tramanderò i miei geni, non vedo l'ora di scoprire qual è la sua percentuale di admixture genetica cromagnoide!Ora bisogna che inizio a risparmiare così quando compie 18 anni posso compragli la macchina sportiva per andare a rimorchiare.Sono proprio felice!".
  • Un brutto ha dovuto superare così tante avversità nella vita che per essere sopravvissuto deve aver sviluppato delle palle di acciaio e una personalità altamente resiliente, qualità altamente auspicabili dal punto di vista evoluzionistico, qualità che potrà tramandare alla prole insieme a tutto il denaro che avrà risparmiato non avendo avuto una vita.
Continua a leggere »

La grotta



Ogni tanto vedo che la gente discute su quale sia il luogo migliore per rimorchiare. C'è chi si sbizzarrisce nell'inventarsi le location più inverosimili, tra un corso di latino americano e un'associazione di volontariato.
Sebbene non voglia sminuire l'importanza di un posto piuttosto che un altro per rimorchiare (personalmente ritengo che i posti migliori siano le festicciole private con pochi invitati,soprattutto donne, dove puoi contare su uno status e un ambiente relativamente rilassato) c'è da dire che francamente queste sono preoccupazioni da sfigati. Nessuna persona di valore (leggi:alto LMS) si crea questi problemi.
Ricordo una volta, ero al liceo ed eravamo in gita scolastica in Friuli a visitare delle grotte carsiche.
Ovviamente, come sarà successo a chiunque, in classe mia c'era una ragazzina che mi piaceva e alla quale ormai stavo dietro dal primo anno, nonostante lei mi vedesse solo come un amico e mi trattasse con una gentilezza distaccata.
Quel giorno visitammo le grotte e, a farci da guida, c'era un belloccio nordoide (credo avrà avuto 21-23 anni).Per tutto il tempo praticamente tutte le mie compagne di classe furono incantate da lui e dalle sue spiegazioni alla Alberto Angela, scambiandosi commentini e fantasticando su di lui.
Alla fine della giornata 3 delle mie compagne di classe gli lasciarono il numero di cellulare sul parabrezza della macchina e, mentre eravamo in corriera per il ritorno, lui rispose a tutte, ovviamente andando subito a cercare di capire quale fosse la ragazza più carina (guarda caso la tipa per la quale mi ero infatuato negli ultimi due anni).
E va beh, poi ovviamente non successe niente, eravamo lontani e la tipa minorenne e tutto il resto ma, anche se ero un ragazzino, certe cose saltano subito all'occhio (poi se vuoi fare finta di non vederle è un'altra cosa).
Lui, sebbene vivesse in culo al mondo e facesse un lavoro apparentemente mediocre era riuscito a farsi notare in mezzo pomeriggio più di quanto io ero stato in grado di fare nei due anni precedenti.
La cosa fu abbastanza frustrante ma, grazie a ciò, imparai l'importanza del distinguere stalattiti e stalagmiti quando si tratta di rimorchiare
Continua a leggere »

In Erasmus si Tromba?

in erasmus si tromba

Nell'articolo di oggi vi spiegherò cosa ne penso dell'Erasmus ma, per farlo, devo fare una piccola premessa sulle dinamiche che intercorrono tra uomo e donna, argomento peraltro già spesso trattato in questo blog.
Spesso quando parlo delle dinamiche di coppia e affermo che il tipo medio in genere è costretto a stare con delle cessette rompicoglioni mi si obietta che non tutte all'interno di una coppia rompono i coglioni.
Questo è ovviamente vero ma non tiene conto dell'aspetto statistico del discorso, infatti se la maggior parte si comporta in un certo modo è perfettamente inutile stare sempre a puntualizzare che c'è una minoranza che non si comporta così, ci arrivo pure io eh. Davvero mi chiedo se sia così difficile ragionare in maniera statistica per trarre delle conclusioni; come quelli che ti dicono "eh ma non tutte le nordiche sono belle, eh ma non tutte le mediterranee sono brutte",wow che obiezione intelligente, devi avere un QI di 180 e una capacità di analisi da premio nobel!
Comunque, ritornando alle cessette r0mpicoglioni, c'è da dire che alla fin fine è solo una questione di opzioni.
Le enormi pretese che hanno le varie mogli/fidanzate al giorno d'oggi sono dovute nient'altro che al maggiore potere contrattuale di cui dispongono nella società occidentale.


Infatti, anche se alla fin fine le donne per le relazioni a lungo termine tenderanno comunque ad accasarsi con pariestetici (perché i fighi ripiegano solo per fare sesso ma alla fin fine di certo non si fidanzano con tipe di 2 punti in meno) c'è da dire che di pariestetici tra cui scegliere ne hanno comunque parecchi e questo le giustifica a pretendere sempre di più dal loro compagno. Della serie "o fai così o guarda che se mi iscrivo a una chat in mezzo pomeriggio ne ho a decine che possono sostituirti".


Lo strapotere sessuale di cui dispongono è quanto di più d'ostacolo possa esserci al creare una relazione stabile ed equilibrata, basata sull'accettazione reciproca dei propri punti forti e deboli.
C'è poi anche il discorso invidia perché una che è "costretta" a ripiegare su un pariestetico anziché trovarsi il figo, porterà sempre con sè una bella dose di invidia e frustrazione, spesso tenderà a paragonare il proprio compagno ai compagni delle amiche, che magari hanno un lavoro di successo, l'addominale scolpito ecc.
Lei invece, subito dopo il matrimonio, probabilmente si lascerà andare ancora più di prima ingrassando.



Una volta ero uscito con una tipa carina di faccia ma, senza girarci troppo intorno, era una trippona. Mio padre mi disse che sarebbe comunque potuta dimagrire, peccato che il vecchio non aveva considerato che una volta dimagrita mi avrebbe con tutta probabilità scaricato per qualcuno di meglio. E' davvero imbarazzante trovarsi a spiegare come funziona la vita ai tuoi genitori.

Le Fasi



Fondamentalmente vi sono diverse situazioni nella vita in cui una donna tende a veder incrementate le proprie opzioni. Queste sono fasi che possono incrinare, se non mettere letteralmente fine ad un rapporto di coppia.
La fase più importante è di solito la maggiore età, la maturità e l'inizio dell'università.
La tipa ha un boom enorme di opzioni e, contestualmente entra nel mondo degli adulti con un enorme desiderio di fare più esperienze possibili. Questo in genere decreta la fine della relazione col fidanzatino storico dell'adolescenza (a meno che ovviamente lui non abbia un valore di LMS molto più alto del suo). Molte coppie, specialmente al sud, stanno insieme dall'adolescenza e poi tendono a sposarsi nei primi vent'anni. Questo generalmente accade in contesti provinciali e tra persone con una bassa scolarizzazione.
Se stai insieme ad una tipa durante l'adolescenza e questa va all'università, magari fuori sede, puoi già metterti il cuore in pace. Provate a riflettere su quante coppie durano con questi presupposti.


Un mio amico si era trovato una ragazza carina che viveva in Basilicata (lei una 6.5, lui un 5) sù per le montagne sperdute. Era completamente perso per lei, tanto da spendere soldi in gioielli d'oro nonostante fosse disoccupato e tanto da andare a trovarla al suo paesino nativo nonostante fosse uno che si scocciava anche solo per fare 20 km.

Autore:Eriberto Intestini

La distanza era un bel problema per la relazione ma l'anno seguente lei sarebbe venuta a studiare al nord e lui era tutto entusiasta, finalmente avrebbe potuto vederla con più frequenza. Purtroppo il suo sogno si infranse subito, appena trasferita in una grande città del nord, dopo poco lei capì che la vita in città era diversa da quella precedente e capì di poter avere di più e così lo scaricò immediatamente.
In linea di massima qualunque fase in cui vi sia un incremento di opzioni, per via di un trasferimento, un cambio di lavoro, una nuova attività, una vacanza o qualunque altra cosa è un campanello d'allarme in una relazione.


E quindi ora arriviamo all'Erasmus.

Se la vostra ragazza va in Erasmus o a studiare fuori sede è probabile che vi ritroviate presto ad appartenere al sottogruppo tassonomico dei cervidi.

Praticamente ogni ragazza fidanzata tradisce in Erasmus.
Viceversa se andate voi in erasmus e non siete fighi, alla meglio vi ritroverete a spaccarvi di alcol e canne mentre guardate il vostro compagno di stanza belloccio che si tromba tutte le tipette.
Il concetto di incremento di opzioni infatti vale come moltiplicatore.
E' vero infatti che, ad esempio, in una grande città si possono magari anche quintuplicare le opzioni rispetto ad un paesino, ma se al paesino le vostre opzioni erano nulle quintuplicarle non è che vi cambierà la vita. Il quintuplo di una caccola sono cinque caccole.
Viceversa un figo che ha già diverse opzioni al paesello quando andrà in Erasmus potrà veramente fare festa e sesso in abbondanza. Certi contesti favorevoli aumentano ancora di più la sproporzione di opportunità tra uomini di diverso valore e tra uomini e donne. L'Erasmus si può considerare come un amplificatore, certe dinamiche vengono esasperate, quindi chi ha già molte opzioni si troverà ad averne di più, mentre chi ne ha poche si troverà ancora più tagliato fuori da chi ha più opzioni.


Chi pensa che l'Erasmus sia un ambiente più propizio per trombare perché vengono meno i freni inibitori dati dalle pressioni sociali, non si rende conto che il controllo sociale è a beneficio degli uomini che hanno meno valore di mercato, in una condizione di totale libertà la donna diventa ancora più selettiva di quanto non sia già perché la sua selezione sessuale, come abbiamo visto, si basa sull'ipergamia e tale ipergamia in una situazione come può essere quella creata dall'Erasmus diventa ancora più spinta.

In conclusione
  • Se adesso già trombate parecchio, in Erasmus tromberete ancora di più
  • Se adesso trombicchiate, in Erasmus probabilmente aumenterete le vostre opzioni ma meno di quanto pensate
  • Se adesso non trombate, probabilmente non accadrà neppure in Erasmus.
 Nell'ultimo caso si tratta solo di valutare se tentare la sorte oppure no.
Il rischio è quello di andare lì con tante speranze e tornare a casa ancora più frustrati perché ciò a cui avete assistito vi farà sentire ancora più sfigati.


Vi lascio ad alcuni racconti degli utenti sull'Erasmus:

 Sei stato in Erasmus e anche tu vorresti raccontare la tua esperienza? Contattami in privato!

 

 

Continua a leggere »