Visualizzazione post con etichetta ATTRAZIONE. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta ATTRAZIONE. Mostra tutti i post

09/07/18

Il Valore di Mercato Sessuale: Sopravvivenza e Riproduzione



Una metafora che mi piace utilizzare per descrivere le dinamiche che intercorrono tra uomini e donne è quella del mercato sessuale.

Le relazioni fra i sessi si possono metaforicamente descrivere come un grande mercato in cui uomini e donne barattano il proprio valore sessuale/riproduttivo con l'obiettivo di instaurare una relazione a lungo o a breve termine che sia potenzialmente vantaggiosa per entrambi.

Come quando vai a comprare un automobile e sai che dovrai sceglierne una che non abbia un valore superiore al denaro che hai in banca, allo stesso modo quando andrai a cercare una ragazza dovrai confrontarti con il tuo valore di mercato sessuale e non potrai permetterti una ragazza che abbia un valore di molto superiore a quello che puoi offrire tu.

 Il valore di mercato sessuale ti permette quindi di esercitare un'influenza sul prossimo e di determinarne le azioni.Tale capacità è detta Potere Sessuale.

 Va però immediatamente precisato che il valore di mercato sessuale non coincide con il valore umano.Non si tratta di un valore che viene dato alla persona, ma al suo potenziale attrattivo.
Le cose sono ben differenti.Anche se noi tendiamo a far dipendere la nostra autostima da quanto risultiamo attraenti vorrei che fosse ben chiaro che in questa pagina i due aspetti vengono trattati in maniera completamente separata e di conseguenza ci possono essere brave persone con un valore di mercato bassissimo e persone di merda che invece sono molto attraenti.
Le logiche che stanno dietro all'attrazione sono completamente differenti da quelle che determinano le qualità umane.

Appurato questo, andiamo a vedere da cosa dipende il valore di mercato.

Il valore di mercato di una donna è principalmente correlato alla sua bellezza e fertilità, mentre quello maschile è correlato principalmente alla bellezza e allo status socioeconomico, ovvero l'arcinota triade che dà origine alla teoria LMS.


Tali caratteristiche partono dal presupposto che l'esistenza di un essere umano è improntata su due obiettivi principali: Sopravvivere e Riprodursi.

La bellezza e la fertilità determinano il valore di riproduzione, ovvero la capacità di fornire buoni geni alla prole, che avrà così modo di crescere sana e forte, mentre il denaro e lo status sono correlati al valore di sopravvivenza, dal momento che un uomo ricco, disponendo di maggiori risorse, ha più probabilità di schiattare anzitempo.

Come avrete notato gli uomini tendono a basare le proprie scelte sessuali principalmente sul valore di riproduzione di una donna, mentre le donne sia su quello di sopravvivenza che di riproduzione.

Questo significa che un uomo non al top esteticamente potrà compensare con money e status e risultare ugualmente attraente (questo almeno in teoria perché poi in pratica la faccenda è molto più complicata), mentre gli uomini tendono a dare molta meno importanza allo status femminile.
Tra una 5 ricca e una 7 poveraccia gli uomini tenderanno quasi esclusivamente a preferire la seconda, mentre la scelta tra un 5 ricco e un 7 povero non è poi così scontata.

Il punto cardine è comunque che le nostre scelte di schierarci con gli altri esseri umani o stare alla larga da loro, sia in una relazione sessuale/sentimentale che amicale, sono ispirate alla probabilità che abbiamo di migliorare o peggiorare la nostra capacità di sopravvivenza e riproduzione.

Va da sè che le caratteristiche elencate sono le principali, ma nel computo del valore di mercato rientrano anche molte altre caratteristiche in grado comunque di migliorare la qualità di vita generale di un soggetto.Anche i pregi comunemente riconosciuti come simpatia, affinità caratteriali ecc. entrano nel computo degli elementi che contribuiscono a formare il valore di mercato, solo hanno un'importanza decisamente minore di quella che la gente crede.

Domanda e Offerta


Come ogni mercato anche quello sessuale è determinato da domanda e offerta.
Nel caso delle relazioni sessuali la domanda e l'offerta sono regolate da ipergamia e poligamia.
C'è una massiccia richiesta di donne (poligamia), di fronte ad una offerta estremamente limitata e circoscritta agli uomini con un valore di mercato più elevato (ipergamia).
La donna si trova dalla parte dell'offerta e ha un valore di mercato medio più elevato dell'uomo, cosa che genera un notevole squilibrio sia fra i sessi sia fra gli uomini di valore superiore e di valore inferiore.

Tale situazione è la conseguenza della famigerata "libertà sessuale" tanto agognata dalle femministe che ha portato le relazioni ad una totale anarchia dove pochi uomini (circa il 20% secondo le mie stime) arraffano i favori della stragrande maggioranza delle donne e gli altri si scannano per le rimanenti, l'opposto di quanto succedeva in epoca tradizionale quando la cultura della famiglia e del matrimonio fungevano un po' da parificatore sociale.

Con la perdita di valore del matrimonio e la possibilità di intrattenere relazioni sessuali poco impegnative gli uomini di valore superiore hanno iniziato a concedersi a donne di valore inferiore, di fatto sprecando il proprio potenziale e aumentando il valore femminile.

Agli uomini rimanenti di fatto a questo punto non restano che 3 strade da percorrere:

  1. Prendere le briciole del mercato, ovvero le donne più brutte, pur avendo magari LMS nella media
  2. Ritirarsi dal mercato, dedicandosi ad altri passatempi
  3. Rivolgersi ad un mercato alternativo, ovvero quello della prostituzione.
In pratica chi non possiede livelli di LMS tale da ottenere ragazze di suo gradimento, le paga.

In realtà non è però corretto dire che "le paga", dal momento che non esistono trombate gratis.Tutti pagano, anche i belli, solo utilizzano un tipo di valuta di differente, ovvero quella estetica.
La bellezza è infatti una merce di scambio tale e quale al denaro, ed è a tutti gli effetti monetizzabili, solo che la nostra cultura vede come riprovevole ottenere una donna noleggiandola dietro compenso economico, mentre rende merito a chi attrae le donne solo per avere avuto la fortuna di nascere con le ossa facciali al posto giusto.

E' proprio da qui che io penso si dovrebbe ripartire per ristabilire una maggiore equità in questo mercato sessuale che abbiamo descritto nell'articolo: iniziare a rendere la prostituzione socialmente accettata e accessibile a costo contenuto agli uomini.

Superare lo scoglio delle femministe, che da sempre si oppongono alla prostituzione quasi esclusivamente per una questione di comodo, dal momento che il loro interesse ad evitare fenomeni di sfruttamento è decisamente marginale rispetto a quello di non vedere il loro valore di mercato abbassarsi per via della concorrenza delle prostitute.

Con la possibilità di poter usufruire delle prostitute in maniera economica, agevole e senza stigmatizzazione sociale, gli uomini di valore superiore sarebbero disincentivati dallo svendersi e si riotterrebbe un maggior equilibrio sessuale.
Il tutto senza intaccare la libertà di scelta femminile, ma semplicemente circoscrivendola a pretese più ragionevoli.

Forse ti interessa:
Continua a leggere »

05/07/18

Attrazione, Peacocking e Principio dell'Handicap

Peacocking

Il Peacocking: Cos'è?

Nella tradizionale community di seduzione (PUA - Pick Up Artist) c'è la consuetudine piuttosto diffusa, prima di uscire di casa per andare in cerca di signorine, di conciarsi come dei fenomeni da baraccone per attirare l'attenzione del pubblico femminile e aumentare le proprie possibilità di rimorchio.

Tale usanza o tecnica si chiama "Peacocking" (da peacock, cioè pavone) o in italiano "Pavoneggiamento" e rimanda appunto al modo di comportarsi che ha il pavone durante la stagione degli amori e che consiste nello stendere le piume per mostrarne i colori vivaci e variegati e fare la cd. ruota con l'obiettivo di impressionare le pavoncelle mettendo in luce caratteristiche molto apprezzate.Il senso è "Ehi sexy pavoncina, guarda come sono fiche le mie piume, scegli me".

L'equivalente umano di questo comportamento dimostrativo sarebbe l'utilizzo di abiti e accessori sgargianti, bizzarri ed eccentrici, indossati al puro scopo di attirare l'attenzione e impressionare.

In un'ottica pua il pavoneggiarsi avrebbe quindi l'obiettivo di generare attrazione o perlomeno palesare l'attrazione già esistente.

Ma quanto c'è di vero in tutto ciò?

Il Principio dell'Handicap

La teoria del Peacocking prende spunto del principio dell'handicap, sviluppato dal biologo Amotz Zahavi nel 1975 a partire dalla teoria dei segnali, ovvero quel ramo della biologia evolutiva che si occupa di analizzare la comunicazione degli individui all'interno della stessa specie o fra specie differenti.

Zahavi notò che alcune specie presentano caratteristiche fenotipiche o adottano comportamenti fortemente svantaggiosi, che sono in palese contrasto con la teoria darwiniana dell'evoluzione del più adatto, e li definì "Handicap".
L'handicap sarebbe un segnale di elevato valore di sopravvivenza.

La coda del pavone è ad esempio un handicap, poiché rende più difficile il movimento, ha colori sgargianti e quindi è più facilmente visibile da potenziali predatori ed è difficile da tenere libera dai parassiti.
Il pavone con la coda più bella dimostra quindi di essere in grado di supportare il costo di questo handicap riuscendo a sopravvivere ugualmente e questo lo rende più ambito dagli esemplari del sesso opposto e più facilmente selezionabile.

Ma l'handicap non è un messaggio solo nei confronti dell'altro sesso, ha anche la funzione di dissuadere potenziali predatori.
E' il caso ad esempio dello "stotting" , quel tipo di corsa lenta e con balzi in alto che le gazzelle compiono quando sono sotto attacco per dimostrare ai predatori di essere in ottima salute e che possono permettersi di perdere tempo durante un assalto.
Il predatore sarebbe quindi disincentivato dall'attaccare e indirizzerebbe le sue energie verso esemplari più deboli e quindi più facilmente predabili.

Il principio di handicap è piuttosto semplice e sensato.
Pensate ad esempio ad una gara sui cento metri fra due persone che arrivino al traguardo in contemporanea, solo che uno ci arriva portando uno zaino di 40 kg sulle spalle.
E' ovvio che il gesto atletico di chi corre zavorrato è molto più notevole, anche se il risultato oggettivo della performance è lo stesso.

Lo stesso accade in natura, durante la caccia e durante la selezione sessuale.

Gli esseri umani hanno abbandonato già da molto tempo lo stato di natura, ma alcuni loro comportamenti sono gli stessi dei progenitori preistorici, cambiano solo nella forma e non nella sostanza.

Un handicap moderno è quindi un look o un comportamento fuori dagli schemi, soggetto a molte critiche, che sottopone chi lo adotta ad una forte pressione sociale o a dei rischi.

Un esempio di handicap-peacocking è Gianluca Vacchi, il milionario re dei social.

peacocking example
Gianluca Vacchi - Peacocking


Cambia un vestito diverso ogni giorno e ne sceglie uno più eccentrico dell'altro.Il suo corpo è completamente coperto di tatuaggi e fa abbondante uso di accessori di ogni tipo.
E' un esibizionista anche nel modo di comportarsi, mettendosi in mostra in balletti ridicoli in ogni genere di situazione.
Il suo stile e il suo modo di fare, associato alla sua enorme visibilità, lo sottopongono a critiche continue.

Mi ricordo una volta un utente che gli scrisse un commento sotto una sua foto in cui indossava una specie di giacca gialla "Cristo santo, ma con tutti i soldi che hai è possibile che tu ti debba sempre vestire o da preservativo o da banana?"

E questo è solo uno delle centinaia di commenti critici che riceverà ogni giorno, una pressione sociale fuori dal comune e che si può permettere di gestire solo perché di fatto fa parte di un'elite di persone privilegiate, molto ricche e molto in vista.

Se fosse un comune cinquantenne senza un soldo in tasca la vita sarebbe molto più difficile per lui, con uno stile del genere farebbe anche solo fatica a trovarsi un lavoro per potersi mantenere.

Il suo stile è quindi un handicap e la capacità di sostenerlo una garanzia di elevato valore di mercato.

Il motto di Vacchi è "Resilienza" che, come abbiamo visto nel precedente articolo sullo Status Social, definisce la capacità di un individuo di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà.
Molti fanno ironia sulla valenza che può avere questo termine se chi lo utilizza è un milionario che nella vita non ha avuto neanche lontanamente le difficoltà delle persone medie, ma io dico invece che di resilienza il buon Vacchi ne dimostra parecchia già solo a portare avanti il suo stesso personaggio, lasciandosi scivolare addosso tutte le critiche e le invidie.

Vedi: Come lo Status Riesce ad Attrarre le Donne

Cosa ne penso di tutto ciò

Come avrete già avuto modo di captare tra le righe, ritengo che il peacocking abbia una sua sensatezza e possa essere una strategia da prendere in considerazione per migliorare il proprio potenziale attrattivo.

Il principio dell'handicap ha subito moltissime critiche, soprattutto agli inizi, ma ora viene comunemente accettato.


Prima di andare in giro con un boa di struzzo a farti prendere a pedate sulle chiappe però finisci di leggere l'articolo.
Penso che il peacocking abbia una moderata validità, non è in grado di rivoluzionare completamente i tuoi rimorchi ma solo di esplicitare un interesse già presente nelle ragazze che ti circondano e distinguerti un attimo dalla massa.

Il tutto va però commisurato: 
  1. All'ambiente circostante: se vivi in una cittadina italiana di provincia non ti puoi certo conciare come Mystery quando andava a Las Vegas a rimorchiare.Un look che in una grande metropoli passerebbe inosservato, un un piccolo paese può farti sembrare uno zimbello.Idem per quanto riguarda i locali: alcuni hanno codici di abbigliamento rigidi e non ti fanno proprio entrare se sei vestito in un certo modo, ma anche senza farti sbattere la porta in faccia dal buttafuori dovresti essere tu in grado di capire se il tuo look può andare o se sei fuori posto.
  2. Alla tua capacità di gestione della pressione: il peacocking deve essere supportato da un certo tipo di personalità, devi essere in grado di gestire la pressione che ne deriva, altrimenti il contrasto tra come ti sforzi di apparire (figo) e come ti comporti (sfigato) ti faranno sembrare ridicolo.Il peacocking è efficace quando nel tuo personaggio c'è congruenza, se fosse così facile mentire sul proprio valore non sarebbe più un pregio.



Meglio quindi iniziare a vestirsi in maniera normale, magari sperimentando di volta in volta qualche abito o accessorio più originale e osare di più la volta successiva.
Occorre fare un minimo di attenzione altrimenti, più che la figura del pavone, si rischia di fare la fine del fagiano.

Forse ti Interessa:
Ci sono molte tecniche di seduzione, ce ne sono per tutti i gusti, e oggi ti voglio parlare di quella più “giusta”, perché in un certo senso fa un po’ di giustizia. 🙂 Per capire questa tecnica dobbiamo fare un passo indietro e scoprire quali sono le dinamiche che la fanno funzionare. Come saprai, lo sviluppo delle specie, in natura, si basa sulla selezione naturale. Gli individui con caratteristiche migliori tendono a sopravvivere meglio e quindi il loro geni tendono a passare da generazione a generazione grazie alla riproduzione. Mai i geni vengono selezionati anche per mezzo della selezione sessuale: gli individui con caratteristiche migliori vengono scelti più facilmente per l’accoppiamento. Il 90% degli Uomini fa 37 Errori Molto Comuni con le Donne, E TU? Non Sbagliare Più: SCARICA ORA IL REPORT GRATUITO Detto in altri termini: l’animale con le migliori caratteristiche sopravvivrà meglio e si accoppierà di più perché le femmine preferiscono le caratteristiche che facilitano la sopravvivenza. Nell’uomo la situazione è simile ma molto molto più complicata rispetto agli animali, e per capire il concetto rimaniamo su questi ultimi. Nello studio della selezione naturale e sessuale il caro vecchio Darwin trovò un animale che sembrava (sembrava) non seguire queste regole. Trovò una specie nella quale le femmine sembravano scegliere i maschi non in base alle caratteristiche che avrebbero facilitato la sopravvivenza, anzi… Qual è l’animale in questione? Animale simbolo della seduzione… C’è anche una parola coniata sul suo nome… cosa si dice di un uomo quando “fa il figo”? Si dice che “si pavoneggia”! L’animale è quindi il pavone! Perché questo animale sfugge alle regole? E che tecnica di seduzione se ne ricava?

Per saperne di più: https://www.seduzioneattrazione.com/handicap-tecnica-di-seduzione-giusta/gruppo-premium-2010/ - Copyright © SeduzioneAttrazione.com
Ci sono molte tecniche di seduzione, ce ne sono per tutti i gusti, e oggi ti voglio parlare di quella più “giusta”, perché in un certo senso fa un po’ di giustizia. 🙂 Per capire questa tecnica dobbiamo fare un passo indietro e scoprire quali sono le dinamiche che la fanno funzionare. Come saprai, lo sviluppo delle specie, in natura, si basa sulla selezione naturale. Gli individui con caratteristiche migliori tendono a sopravvivere meglio e quindi il loro geni tendono a passare da generazione a generazione grazie alla riproduzione. Mai i geni vengono selezionati anche per mezzo della selezione sessuale: gli individui con caratteristiche migliori vengono scelti più facilmente per l’accoppiamento. Il 90% degli Uomini fa 37 Errori Molto Comuni con le Donne, E TU? Non Sbagliare Più: SCARICA ORA IL REPORT GRATUITO Detto in altri termini: l’animale con le migliori caratteristiche sopravvivrà meglio e si accoppierà di più perché le femmine preferiscono le caratteristiche che facilitano la sopravvivenza. Nell’uomo la situazione è simile ma molto molto più complicata rispetto agli animali, e per capire il concetto rimaniamo su questi ultimi. Nello studio della selezione naturale e sessuale il caro vecchio Darwin trovò un animale che sembrava (sembrava) non seguire queste regole. Trovò una specie nella quale le femmine sembravano scegliere i maschi non in base alle caratteristiche che avrebbero facilitato la sopravvivenza, anzi… Qual è l’animale in questione? Animale simbolo della seduzione… C’è anche una parola coniata sul suo nome… cosa si dice di un uomo quando “fa il figo”? Si dice che “si pavoneggia”! L’animale è quindi il pavone!

Per saperne di più: https://www.seduzioneattrazione.com/handicap-tecnica-di-seduzione-giusta/gruppo-premium-2010/ - Copyright © SeduzioneAttrazione.com
Continua a leggere »

22/06/18

Come lo Status Riesce ad Attrarre una Donna

Attrarre una Donna

  Come lo Status Riesce ad Attrarre una Donna

Se sei un lettore affezionato del mio blog sicuramente conoscerai la teoria LMS, che stabilisce i pre-requisiti fondamentali per attrarre le donne, ovvero aspetto fisico e status socio-economico.
Se invece sei capitato su questo blog per la prima volta, magari cercando informazioni su come attrarre sessualmente una donna o come conquistare una ragazza ti consiglio di fare un salto a leggerti l'articolo relativo, perché il contenuto delle prossime righe sarà un approfondimento del terzo fattore della triade, ovvero lo status, e anche se riusciresti a capire ugualmente questo articolo senza necessità di informazioni aggiuntive, è sempre meglio avere un quadro di insieme.

L'analisi di come lo status agisce per generare attrazione è a mio parere molto più difficoltosa ma più interessante di quella di altri fattori più "pragmatici" come l'aspetto fisico e il denaro e per certi versi possiamo anche considerare lo status come fattore atipico rispetto agli altri due.

Ad esempio l'importanza dell'aspetto fisico e del denaro tende ad essere piuttosto variabile a seconda delle donne e dei contesti sociali presi in esame.
Le donne più giovani tendono ad anteporre la piacevolezza fisica alla sicurezza economica, mentre con il passare dell'età si assiste ad una sorta di correlazione inversa tra estetica e denaro e quest'ultimo tende a guadagnare terreno a discapito della prima.
Lo status invece rimane sempre piuttosto stabile, non cambia in maniera significativa nello spazio e nel tempo per quanto riguarda l'importanza che gli viene attribuita, al limite cambia nella sua forma, e ci sono tipi di status più utili in certi contesti e altri tipi più performanti in altri.


Cos'è lo Status?

Wikipedia definisce lo status  come "la posizione/situazione/condizione di un soggetto in relazione a un determinato contesto sociale".

Io personalmente trovo che una definizione ancora più appropriata sia quella di "reputazione".
Lo status è la reputazione o fama che una persona ha in un determinato contesto sociale.

Attenzione però, perché c'è da fare una precisazione: normalmente quando uno parla di reputazione data dallo status pensa a qualcosa di positivo, e fa riferimento al prestigio che deriva dall'assumere un determinato ruolo.Ha status chi svolge un lavoro o un incarico importante, utile in società, ha status chi si distingue per qualcosa di positivo.

In questo blog lo status come fattore attrattivo viene preso invece in considerazione anche nella sua accezione negativa, di conseguenza anche un personaggio inutile (o addirittura nocivo) ma pur sempre famoso ha status e attrae.

Mi rendo conto che è un modo controintuitivo di ragionare ma ti chiedo di fare questo piccolo sforzo quando ti approcci ai miei contenuti perché altrimenti non riesci pienamente a capire quello di cui stiamo parlando, mentre così ti è chiaro perché le donne cadono ai piedi di Fabrizio Corona appena uscito di galera e a te che studi cardiochirurgia e sogni di salvare vite umane sputano in faccia.


Status Assoluto e Relativo

In questo blog l'analisi dell'ambiente e del contesto sociale ha un'importanza cruciale.
Fra tutti quelli che si occupano di seduzione nel web non ce n'è uno che tratti l'aspetto ambientale in maniera decente (a parte Carlo della Torre), mentre secondo me ogni analisi sulle dinamiche sociali non ha senso se non si capisce qual è l'ambiente di riferimento.

Ogni elemento LMS perde o acquisisce valore a seconda dei contesti: lo stesso reddito può renderti ricco (e di conseguenza attraente) in un posto e miserabile in un altro e gli stessi tratti somatici vengono percepiti diversamente a seconda della cultura/zona geografica in cui ti trovi.

Questo discorso vale ancora di più per quanto riguarda lo status, che anzi subisce addirittura microvariazioni perfino all'interno dello stesso contesto sociale.

Pensate ad esempio all'animatore.Di per sè è un lavoro da quattro soldi che non ha un enorme prestigio sociale, ma nel contesto di un villaggio turistico chi svolge questo lavoro ha un ottimo status e può rimorchiare allegramente, anche se poi, finite le vacanze, torna ad essere un mister nessuno e la stessa tipa che al villaggio gliel'aveva data, ritornata alla quotidianità non lo degnerebbe neanche di un saluto.

Questo tipo di status si può definire come "status delle 4 pareti" perché è appunto quello status che si estrinseca in un contesto molto circoscritto e tale da rendere attraente una reputazione che magari lo sarebbe molto meno o non lo sarebbe affatto.


Questo spiega anche perché molti brutti adolescenti riescono a trovarsi ragazze carine in contesti molto limitati di provincia.Non hanno grossi meriti ma godono di una buona reputazione nel loro piccolo gruppo sociale ed essendo questo ambiente l'unico che la tipa ha di riferimento, risulta attratta dal loro status.
Generalmente le coppie formatesi su questi presupposti si rompono appena lei va all'Università o comunque inizia a viaggiare per il mondo.

Vedi: In Erasmus si Rimorchia?

Lo status, oltre che relativo all'ambiente, può essere anche soggettivo.
Lo stesso tipo di status infatti può risultare più o meno attraente a seconda del tipo di donna su cui è esercitato.
Molte ragazze ad esempio potrebbero considerare come degli sfigati i vari youtuber famosi che si occupano di videogiochi, mentre il discorso cambia radicalmente se ci riferiamo a ragazze che a loro volta sono fortemente appassionate di videogiochi e che magari vedono lo youtuber in questione come personaggio da ammirare (e quindi detentore di status).

Diciamo che questo discorso si intreccia con quello dello status delle 4 pareti, non è ben chiaro dove finisca il pregio di uno status circoscritto e dove inizi quello dello status soggettivo ma il punto è che se uno riesce a ritagliarsi una nicchia in cui avere successo può sfruttare la cosa per rimorchiare, anche se magari in assoluto la sua reputazione non è granché.
Molto meglio avere uno status alto in una nicchia e uno status basso al di fuori,piuttosto che avere uno status mediocre in generale.

Piccola nota poi chiudo il capitolo.

Uno dei consigli più banali che si sentono dare per rimorchiare è "coltivare delle passioni".
Chi dà questo consiglio è effettivamente sulla buona strada ma la bluepill sta nell'incapacità di passare allo step successivo e rendersi conto che non è tanto il coltivare delle passioni in sè a rendere attraente, quanto lo status che deriva dal riuscire ad emergere in una nicchia attraverso quella passione.

  • Tipo che si appassiona di chitarra e che inizia a suonare in un gruppo facendo concerti magari a livello locale:potenziale attrattivo
  • Tipo che si appassiona di chitarra e la suona in camera propria oppure la suona senza successo: seghe.


Status Bellezza e Denaro: Come si Rapportano fra Loro?


I fattori della triade LMS non sono scindibili:vengono analizzati singolarmente ma sono in costante relazione tra loro e agiscono di pari passo.

Ogni fattore esercita un' influenza sull'altro:chi è bello ad esempio porta con sè un bel po' di status solo per il suo aspetto e può utilizzare la bellezza per arricchirsi senza faticare (modello, ragazzo immagine ecc.) mentre chi è ricco viene percepito più bello attraverso l'effetto alone e anche la ricchezza porta con sè una certa reputazione.

Anche chi ha status appare più bello.
Pensate ad esempio ai vari attori di Hollywood che le tipe usano come esempi di "brutti che piacciono".
Mi viene in mente il bruttino Adrien Brody, che alcune definiscono attraente,  ma non si accorgono che il loro giudizio è pesantemente alterato dall'enorme status che accompagna l'attore.
Fosse stato un netturbino nessuna ragazza lo avrebbe mai preso come esempio di brutto che piace.

Nello stesso errore cadono anche gli uomini (anche se sentono meno l'influenza dello status): ho visto molti uomini impazzire per attrici come Natalie Portman e Scarlett Johansson, che sono nanette di 160 poco più che normaloidi e sicuramente ben lontane dai veri standard di bellezza.

Lo status inoltre genera ricchezza.

Nella nostra società materialistica lo status sociale e il potere economico tendono spesso a coincidere tanto che è in uso il concetto di status economico e gli stessi oggetti costosi vengono chiamati "status symbol".
Se è vero che chi è ricco di solito gode di un'ottima fama, è altrettanto vero che anche la fama può essere sfruttata per generare ricchezza, dal momento che smuove spesso un enorme bacino di potenziali clienti.

Vedi: Ricchezza e Status

Perché lo Status Attrae le Donne?

Ho riflettuto a lungo su questa domanda e sono giunto alla conclusione che lo status attrae per 3 fondamentali motivi.
I motivi sono:
  1. Il Desiderio di Grandezza
  2. La Riprova Sociale
  3. La Resilienza
Ovviamente si tratta della mia opinione e sono aperto a qualunque confronto.

#1 La Grandezza


Freud diceva che alla base di ogni azione umana ci sono due motivazioni: l'impulso sessuale e il desiderio di grandezza.

Se la bellezza fa leva principalmente sugli istinti più sessuali degli individui, lo status invece potrebbe essere un modo per soddisfare il desiderio che ognuno ha di sentirsi importante.

Il desiderio di sentirsi importanti spinge gli individui a cercare di ottenere status in prima persona e, in secondo luogo a cercare di schierarsi con chi ne ha di più o allontanarsi da chi ne ha meno secondo il principio di omeostasi sociale dinamica che ho già spiegato.

Associarsi a un personaggio famoso, magari andandoci a letto, è quindi un modo che la donna ha per sentirsi importante.
Lo stesso vale per quelle persone che menzionano continuamente i personaggi illustri che conoscono, lo stesso vale per la moglie che spinge il marito freneticamente a fare carriera, lo stesso vale per i tifosi di calcio che si identificano nella propria squadra e cercano nella vittoria della stessa un modo per emergere a loro volta.

#2 La Riprova Sociale


L'essere umano è un animale sociale ed è per forza di cose condizionato dall'opinione degli altri.
Basarsi sul giudizio altrui nel tempo si è rivelato un modo efficace per risolvere un dubbio e di conseguenza tutti noi tendiamo un po' ad adattare le nostre scelte ai criteri di scelta altrui.

Se un individuo viene stimato da molti è piuttosto ovvio che deve essere di valore e se è di valore allora è conveniente schierarsi con lui.

Quanto più una persona è simile a noi, tanto più, in una situazione di incertezza, tenderemo a prendere per buone le sue scelte.Questo spiega ciò che in ambito seduttivo è chiamata Preselezione, argomento che ho già affrontato in maniera più specifica e che quindi ora non toccherò.



#3 La Resilienza


"Molti nemici, molto onore" Georg von Frundsberg (1473–1528)

La resilienza viene definita come "la capacità di un individuo di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà"

Capisci bene che, da un punto di vista evoluzionistico, questa è una caratteristica positiva perché chi la possiede rivela una buona capacità di adattamento e ha una maggiore probabilità di sopravvivere in un ambiente che per lui è ostile.

Una persona con uno status elevato subisce una pressione sociale decisamente maggiore della media.
E' spesso oggetto di critiche, di invidia, ha rivali che competono per rubargli la posizione, e di conseguenza deve affrontare tutta una serie di difficoltà e di sfide dalle quali la persona comune è esente.

E' proprio la capacità di fronteggiare queste difficoltà che lo rende resiliente, quindi attraente.

Questo vale per chi ha in società una reputazione positiva e vale tanto più per chi ha una reputazione negativa.Un badboy o un criminale subiscono una pressione enorme, spesso rischiano la galera o peggio la morte, quindi sopravvivendo dimostrano di possedere un certo valore di sopravvivenza e questo, benché eticamente e giuridicamente sbagliato, li avvantaggia dal punto di vista sessuale rispetto ad individui che invece rigano dritto e si comportano secondo le regole di una società mantenendo un profilo basso e tenendosi lontani da pericoli e problemi.


IN CONCLUSIONE:

Lo status è un forte elemento di attrazione e in un'ottica di automiglioramento è sicuramente un punto fondamentale su cui lavorare, cercandosi un contesto sociale in cui poter far emergere le proprie qualità, innate o acquisite.
Non è però semplice ottenere uno status significativo, c'è chi non ha le capacità o l'indole, c'è chi è semplicemente introverso e non ha voglia di mettersi in gioco e questo in una società normale non dovrebbe essere motivo per tagliarlo fuori da una vita sessuale, come invece accade.
Occorre quindi strutturare un sistema che permetta anche a chi non ha sufficienti livelli di LMS di accedere al sesso in maniera agevole e gratuita e crei un maggiore equilibrio fra gli uomini.

Forse ti interessa:
Continua a leggere »

07/06/18

La Verità sui Forum di Seduzione

 I Forum di Seduzione Maschile

Avendo raccontato di essere stato in passato un PUA vengo ciclicamente contattato da utenti che vogliono sapere se sono vere le varie cose che leggono nei forum di seduzione, più precisamente nei cosiddetti "Field Report" ovvero "rapporti sul campo" che descrivono i rimorchi delle ragazze e dovrebbero, almeno nella loro ottica, essere fonte di ispirazione per i newbie.

Ora, io non ho la sfera magica e non posso giurare sull'autenticità di ogni singolo contenuto, ma negli anni ho seguito quei forum un bel pezzo e ho incontrato molti utenti della mia zona e direi che un'idea ben precisa di quale sia il vero volto della community italiana di seduzione ce l'ho.
Chiaramente ci sono diversi forum sull'argomento e anzi spesso sono ostili fra loro quindi il discorso che sto per fare è come sempre in linea generale, ci sarà pure qualche forum che fa eccezione su certi aspetti ma in linea di massima le cose stanno come dico.

Bisogna premettere che tutto si regge su un'impalcatura di menzogne.
Il motivo è molto semplice ed è l'interesse commerciale che c'è dietro.I vari forum a tema redpill sono non profit, non c'è un guadagno dietro e uno può dire quello che gli pare e sono accettati anche punti di vista alternativi.
Questo non vale per i forum di seduzione che generalmente sono strumentali all'acquisizione di nuovi potenziali clienti a cui vendere corsi di seduzione o altre cazzate.

Di conseguenza nessun Guru ha piacere ad avere gente nel forum che va contro i suoi interessi e chi introduce concetti redpillati viene ostracizzato quando va bene e bannato con la scusa di essere un troll quando va male.
Nei forum redill sono arrivati perfino dei pua a fare le loro prediche insulse e non sono mai stati bannati, se io andassi ad esporre i miei concetti in un forum di seduzione mi silurerebbero tempo zero.

C'è una forte ipocrisia di fondo, tutto rimane molto fumoso e vago e i post sono un concentrato di semi verità e descrizioni fortemente affette da bias.
Il redpillato medio ti spamma le sue foto ovunque chiedendoti perfino l'analisi del lobo dell'orecchio, nei forum di seduzione le foto sono veramente pochissime rispetto al totale degli utenti.
Le foto di tutte le fantomatiche ragazze rimorchiate invece sono praticamente assenti, se uno ti dice che ha rimorchiato una 7 gli devi credere sulla parola, molto probabilmente quella 7 è una 5.5 oppure neanche esiste.

A me è capitato di vedere alcune foto di alcune ragazze, mediamente il voto viene alzato di 1.5 punti ma ho visto anche casi vergognosi di cesse a pedali votate come 8.
Alcuni sono pure in buona fede eh, non sanno votare, non hanno senso estetico.
Siccome non battono chiodo quando vedono una tipa si entusiasmano tutti e tendono a sopravvalutarla (successo pure a me, lo ammetto).

Il fatto che non abbiano senso estetico è un limite anche quando devono giudicare obiettivamente le performance degli altri utenti.Vedono che uno rimorchia facilmente e pensano di poterci riuscire pure loro, ignorando che magari il tipo è esteticamente 2 punti sopra di loro.

I tipi che rimorchiano effettivamente in quei forum (quindi non si inventano cazzate) sono bellocci (oppure normaloidi con status elevato, ma questi ultimi sono di passaggio e partecipano poco perché chi ha status da coltivare  non ha troppo tempo da perdere sui forum) e sono la prima categoria che andremo ad analizzare.

Non si tratta necessariamente di modelli, anzi più spesso si tratta di ragazzi un po' sopra la media che pure soffrono il paragone con i belli veri.


Arrivano a conoscere i forum di seduzione nel tentativo di migliorare il loro comportamento e poi ci rimangono perché trovano un clima favorevole in cui vengono idolatrati e possono coltivare il loro narcisismo.Oppure vengono solamente per fare i fighi e sentirsi un po' meglio paragonandosi agli sfigati anziché a quelli sopra di loro che fregano loro continuamente le donne.

Nei forum l'inettitudine sociale regna sovrana, e anche l'ottenere un numero di cel (che di per sè non vuol dire nulla) è considerata una conquista enorme, quando invece è la normalità tra chi non è inetto.
I bellocci si sentono importanti a ricevere richieste e a dare consigli di seduzione.

I più smaliziati comprendono l'enorme opportunità di business del vendere aria fritta a chi è dissociato dalla realtà e la sfruttano.
Quelli che si presentano come guru sono in genere sopra la media esteticamente e ottengono risultati solo grazie a quello.Anzi spesso le loro performance sono addirittura inferiori a quelle di individui di pari LMS che non hanno mai aperto un libro o letto articoli di seduzione in vita loro.
Ci sono pua guru che sono palesemente bellocci alti e affermano di essere milionari, girano il mondo e dovrebbero come minimo rimorchiare modelle con le condizioni facilitanti che hanno, invece nel web non c'è traccia di loro con fighe vere da 9 ma solo al massimo di tipe normali o decenti.

Però fanno tante prediche motivazionali, incoraggiano a non mollare, no pain no gain, citazioni di Henry Ford, puttanate PNL quando lo sforzo che loro impiegano per trovare una ragazza decente, in virtù del loro aspetto, è esattamente pari a zero.


La cosa buffa è che l'utente medio è di cultura media o medio alta, ulteriore riprova che cultura e intelligenza non vanno necessariamente di pari passo.
Spesso si sentono anche più furbi degli altri a partecipare a corsi sul nulla, sparano frasi tipo "noi in Italia siamo sempre indietro,non siamo abituati a pagare per la formazione".Si sentono pure moderni, capite lol.

Il tipo di formazione è generalmente scientifica, sono sovrarappresentati i vari nerd studenti di informatica, e del resto le stesse metodologie seduttive schematizzate ricordano molto manuali tecnici.
Alcuni però hanno anche cultura umanistica, li riconosci perché chiacchierano chiacchierano e non dicono mai un cazzo.Blaterano del nulla per post chilometrici mettendo in scena comici siparietti.
Il livello culturale comunque è sceso molto nel tempo, all'inizio arrivare ad esempio al forum americano di Mystery era comunque per un'elite di persone e la cosa si vedeva molto nella qualità dei thread, ora invece qualunque bimbominchia liceale trova un forum di seduzione semplicemente scrivendo su google "come posso piacere alla mia compagna di banco?"

La massa dell'utenza è rappresentata dai normaloidi.Del resto anche nel mondo reale la stragrande maggioranza degli uomini si pone nel mezzo.
I normaloidi aspiranti pua però probabilmente si differenziano dagli altri perché, come detto sopra,  sono più inetti socialmente, sono nerd, sono introversi, non si curano.

Generalmente è su questi che i metodi funzionano di più.Iniziano ad aprirsi di più e poi generalmente trovano una fidanzata pariestetica (perché, per quanto si possano migliorare, alla fine devono sempre confrontarsi col loro limite estetico) e mollano il PUA, oppure molto più spesso sono semplicemente interessati a trovarsi una fidanzata e non hanno nessuna voglia di fare i PUA.
Alcuni però non hanno proprio l'indole per provarci e andare a prendersi i pali in approcci a freddo, li vedi che chiedono consigli su ragazze su cui si sono fissati da anni (one itis) oppure chiedere consigli sul "chat game", cioè su come rimorchiare in chat (perché appunto non hanno le palle di provarci dal vivo).Spesso leggono i metodi distrattamente e dopo mesi, invece di aver collezionato un bel po' di approcci, sono ancora lì che leggono e rileggono metodi (che poi sono sempre le stesse cazzate ripetute in maniera diversa.

Ci sono poi i brutti o i bruttini, quelli con poca attrattiva.
Questa categoria si sovrappone parecchio alla precedente, più netto invece lo stacco con la categoria n.1.
I bruttini forse sono quelli mediamente più tenaci e sono a mio avviso meno inclini a farsi spennare dai pua guru perché, avendo passato già una vita a farsi fregare da tutti, hanno sviluppato una sorta di sesto senso.
Ma sono ugualmente ingenui, pensano di essere cool a fare i pua, si credono effettivamente "seduttori", "artisti" e trovano ci sia qualcosa di nobile ad andare a molestare le ragazze che camminano tranquillamente per strada per gli affari loro e che hanno solo in testa il belloccio che la loro amica gli ha presentato il giorno prima.

Hanno trovato una sorta di realizzazione personale entrando a far parte di una community quando per tutta la vita sono stati emarginati, si sentono anche in un certo senso superiori al tizio medio, del quale spesso criticano i comportamenti, anche se poi, a conti fatti, quello che per loro sulla carta è uno che non ci sa proprio fare con le donne, ottiene risultati migliori di loro.
Blaterano di non dare importanza alle donne ma poi non fanno altro che pensare ossessivamente all'universo femminile.

Questi ultimi finiscono in 3 modi:
  1. Continuano a passare anni e poi anni a discutere autisticamente sui forum delle stesse cose, parlando del nulla e commentando field report di cui conoscono solo un infinitesimo di dettagli in maniera scientifica e "professionale".
  2. Tornano a fare quello che facevano prima: segarsi e giocare ai videogiochi (questa attività può essere sostituita con qualunque altra attività idonea a riempire il vuoto che una vita del genere lascia).
  3. Aprono un blog chiamato Il Redpillatore, rompendo i coglioni, chiedendo puttane gratis al governo e sognando le società patriarcali dei paeselli di montagna dell'Albania.
In ogni caso, per come mettiamo la questione, vorrei che una cosa fosse ben chiara: tra noi redpillati e loro PUA non c'è alcuna differenza, siamo solo due facce della stessa medaglia.
La stessa medaglia del cambiamento delle relazioni nella nostra società, dell'evoluzione dell'ipergamia. e della difficoltà che consegue per un'enorme fetta di uomini a trovare una soddisfazione sessuale in un contesto sociale che è sempre più competitivo.

I risultati che ottengono loro e che otteniamo noi sono gli stessi.Tempo fa abbiamo confrontato un loro sondaggio riguardante le donne avute mettendolo a confronto con il nostro e i dati sono pressoché gli stessi.

Io penso che bene o male tutti siamo sfigati, poi c'è chi è obiettivo ed è onesto con se stesso e lo ammette, magari sdrammatizzando, e chi lo nega e si deve costruire un personaggio e una realtà che lo faccia stare bene.
Sono libere scelte e non si discutono, però quando uno impersona un ruolo che è palesemente troppo in contrasto con l'identità vera e riconoscibile, si finisce con lo scadere nel ridicolo.


Forse ti Interessa:
Continua a leggere »

23/03/18

Come i Ricchi Attraggono le Donne

Come i Ricchi Attraggono le Donne
Come i Ricchi Attraggono le Donne
Come i Ricchi Attraggono le Donne
Come già sapete il cash è uno dei pilastri fondamentali dell'attrattività maschile e l'unico modo (insieme allo status) con cui un uomo può compensare le proprie carenze estetiche.
Spesso c'è gente qui nella pagina che ci viene a biasimare per l'importanza che diamo all'aspetto economico, cercando di farci riflettere su quanto sia triste essere amati solo in virtù dei propri possedimenti e non per ciò che si è veramente.
Questo è il classico discorso del pezzente che non è in grado di fare il cash e trova autogiustificazioni per non sentirsi inferiore a chi, grazie alla moneta, è in grado di farselo succhiare ogni giorno da modelle alte 180 con gli occhi azzurri.
Il bello è che è solo il denaro ad essere nel mirino, infatti nessuno trova ad esempio riprovevole essere amati solo per il proprio aspetto, come accade correntemente.
Se uno vede una ragazza bella insieme ad un brutto ricco subito le punta il dito contro accusandola di stare insieme solo per i suoi soldi ma una ragazza brutta che stia insieme ad uno molto più bello di lei non viene biasimata e accusata di essere superficiale.

Continua a leggere »

14/03/18

Perché alle Donne Bianche Piacciono i Neri?



Perché alle Donne Bianche Piacciono i Neri
Perché alle Donne Bianche Piacciono i Neri
Vediamo in questo articolo di scoprire se la convinzione secondo cui alle donne bianche piacciono i neri è fondata oppure no e lo facciamo basandoci sui fatti.
Per "neri" si intendono ovviamente in questo caso gli africani subsahariani, quelli che vengono anche definiti "di colore".Il termine è politicamente corretto al massimo ed è errato, il termine giusto ha una G nel mezzo e, nella lingua italiana, non ha nessuna accezione negativa, ma siccome viviamo in un mondo dominato dalla cultura anglosassone mi trovo costretto, mio malgrado, per questa volta a piegarmi al politicamente corretto onde evitare di subire una penalizzazione dai motori di ricerca.Questo io lo chiamo razzismo linguistico nei confronti della mia cultura di appartenenza, è una violenza bella e buona, ma andiamo avanti.


Con l'arrivo dei nuovi flussi immigratori dall'Africa subsahariana, e, più in generale, la crescente globalizzazione, è naturale che ci si ponga il problema della concorrenza che questo fenomeno causa anche a livello di relazioni sentimentali/sessuali.
La maggior parte degli immigrati (circa 90%) è composta da uomini e le donne che giungono provengono da culture tradizionaliste e sono poco propense a frequentare uomini che appartengono ad una etnia diversa dalla loro.
Questa combinazione comporta necessariamente un aumento della concorrenza nel mercato sessuale, dal momento che giungono in Europa altri uomini che competono con gli europei per le stesse donne in un contesto che, come sappiamo, è già fortemente penalizzante a causa della notevole ipergamia.

Una maggiore aumento della domanda comporta ovviamente un maggiore potere sessuale femminile, ed ecco perché a promuovere l'accoglienza degli immigrati sono principalmente le donne, a meno che non si tratti di giovani immigrate donne est europee: in tal caso nessuna solidarietà, come abbiamo visto in un recente episodio in rai, dove un decalogo sul perché gli italiani dovrebbero scegliere una ragazza dell'est ha fatto scoppiare un'enorme polemica e costretto i dirigenti a prendere provvedimenti.

Non c'è da stupirsi quindi che chi solleva la problematica analizzata in questo articolo si trovi costretto a confrontarsi con il disprezzo, le accuse di razzismo e le risatine denigratorie delle femministe che lo attaccano dandogli del complessato e del micropene, ma fondamentalmente, come sapete, noi ce ne sbattiamo le palle.


I Tratti Somatici Africani

tratti somatici africani neri
tratti somatici africani neri
Va innanzitutto chiarito cosa significa nero, perché i neri non sono tutti uguali esattamente come non sono uguali i bianchi.Un nordico non ha certo la stessa attrattività di un dinarico, nonostante si tratti in entrambi i casi di bianchi e , allo stesso modo, anche fra i neri ci sono moltissime differenze sia a livello fenotipico che genetico.
I cd. neri del Sudafrica, ad esempio, appartengono in realtà al ceppo razziale Capoide, mentre quelli del corno d'Africa hanno per ben un quarto genetica caucasoide.
Gli afroamericani poi sono spesso geneticamente europei, discendendo da antenati che erano molte volte figli illegittimi di proprietari terrieri nord europei e delle loro schiave.

Vedi: le razze umane esistono?

Anche tra i vari africani subsahariani occidentali ci sono marcate differenze e loro le notano molto più di noi.
Un mio vecchio amico senegalese mi spiegava, ad esempio, che i senegalesi tendono ad essere più magri e slanciati, mentre i nigeriani più tozzi e ossuti.
Anche il colore della pelle varia: alcuni hanno la pelle molto cioccolatosa, altri più tipo caffellatte (notate la mia professionalità descrittiva lol).
Personalmente fra le tipologie elencate nella tabella sopra, preferisco la prima, cioè la sudanid.

Appurato quindi che nero è comunque un termine generico e che può significare tutto e il contrario di tutto, rimane ora da stabilire se effettivamente i neri possano risultare attraenti per le donne bianche. 

Qui, come al solito, non resta che rivolgerci alla LMS Theory. Il livello di attrazione è direttamente proporzionale ai livelli di bellezza e prestigio personale posseduti.Bisogna porsi quindi 3 domande.

#1 I neri sono belli?

L'ideale di bellezza nella nostra società è assolutamente europeo, questo penso sia innegabile.
Abbiamo visto da dove vengono le modelle più famose e abbiamo appurato che vengono principalmente dal nord-est-Europa.

Vedi: da dove vengono le donne più belle del Mondo?

Anche quelle che provengono da Paesi tradizionalmente meticci, come il Brasile, sono generalmente europidi di fenotipo, o al massimo presentano solo lievi tratti extraeuropei.
Non mancano certo anche i modelli asiatici e africani, anzi sono sempre di più visto che i clienti di quelle aree del Mondo sono in aumento, ma in genere ho notato che i modelli che tendono a far passare come africani o asiatici hanno in realtà influssi europei che vanno a diluire i tratti originari.
Caratteristiche come il prognatismo o il naso largo, tipicamente africane, non sono reputate oggettivamente belle, non c'è niente da fare.
Questo ovviamente non significa che non esistano neri belli, ogni etnia ha per forza di cose il suo picco estetico, e i voti vanno sempre dati in maniera contestualizzata.
Come non ha senso dare un voto a persone di diversa età utilizzando gli stessi parametri non ha senso neppure farlo con persone di gruppi razziali diversi.
Così come la calvizie diventa un difetto enorme in un ventenne ma molto meno in un cinquantenne, allo stesso modo il prognatismo in un bianco è considerato un difetto, mentre in un nero no, essendo questa una caratteristica tipica.

In definitiva, se consideriamo il livello medio dobbiamo per forza riconoscere che i neri sono meno belli degli europei, se consideriamo i singoli individui invece possiamo trovare dei neri più belli di buona parte degli europei.Sono questi ovviamente che attrarranno: in quanto belli, non in quanto neri.


#2 I neri sono ricchi?

Penso che la risposta sia scontata, a meno che non parliamo di sportivi famosi, rapper o di Teodorín Obiang, il figlio del dittatore della Guinea Equatoriale con un capitale di 600 milioni di dollari e una vita passata a spendere soldi in auto, feste e mignotte ("ma alcuni li ha anche sperperati" semicit.), la vedo dura trovare ricchi anche solo benestanti in Europa.Quelli che ci sono però, ovviamente rimorchiano: in quanto ricchi, non in quanto neri.

#3 I neri hanno status?
Perché alle Donne Bianche Piacciono i Neri
Perché alle Donne Bianche Piacciono i Neri

Qui il discorso diventa più complesso perché generalmente noi con status intendiamo la reputazione di un singolo soggetto, che è data da diversi fattori come denaro, talento, posizione sociale ecc. ma non si può negare che esista anche uno status relativo al gruppo etnico di appartenenza di ognuno, perché ciascuna nazionalità, razza o etnia, porta con sè dei pregiudizi e dei luoghi comuni.

OkCupid ad esempio ha fatto diversi studi volti a dimostrare come la razza di un soggetto influisca nel determinare la percentuale di risposte che egli ottiene in chat e le differenze sono piuttosto evidenti.
Vedi: How Your Race Affects The Messages You Get

Se è vero che in Europa permane una qualche forma di razzismo, è però altrettanto vero che l'orientamento politico moderno è tendenzialmente progressista e i governi utilizzano continuamente i media per promuovere l'integrazione, mostrando il lato positivo dell'immigrazione.
I neri sono bravi a letto, sono resistenti, sono più dotati.
Vengono inseriti ad hoc nelle pubblicità, vengono celebrati maggiormente quando fanno qualcosa di positivo, vengono dipinti come forti,veloci,virili e prestanti.

Quest'ultimo stratagemma poi è paradossale, dal momento che si tratta proprio di uno stereotipo schiavista dovuto al fatto che molti schiavi morivano durante la traversata dall'Africa all'America e che quelli che giungevano in America erano quindi i più forti ed erano questi che potevano riprodursi e tramandare i propri geni.Una  selezione eugenetica a tutti gli effetti che spiega in gran parte ad esempio perché ci sono così tanti campioni di atletica giamaicani.

Lo schiavismo poi è anche funzionale ad instillare negli europei un eterno senso di colpa, tutti i film che trattano questa tematica fanno sempre il boom al botteghino, da Amistad a Django di Tarantino, a 12 anni schiavo.

Poco importa se la schiavitù era già diffusa tra le tribù africane prima dell'arrivo degli europei (che hanno solo approfittato della situazione e non sono stati neppure gli unici, lo hanno fatto anche gli arabi già da molto prima) e poco importa se la schiavitù continua ad essere una problematica concreta anche al giorno d'oggi in Mauritania, l'importante è far vedere che noi europei siamo stati dei cattivoni ma ora siamo diventati buoni buoni e quindi accogliamo tutti.+
Tutta questa storia solo perché c'è chi specula sui flussi migratori, ma va beh, questo è un altro discorso.

La donna poi a mio avviso è decisamente più influenzabile da questi messaggi ed è per questo che generalmente le coppie miste promosse sono uomo nero-donna bianca e non il contrario.
Gli uomini infatti non sono suscettibili allo status femminile così come le donne lo sono a maschile. Essi infatti, nella scelta del partner tendono a privilegiare sempre l'estetica sopra tutto, quindi tenderebbero a preferire le bianche.
Gli stessi neri tendono spesso a preferire le bianche e le bionde: quando un nero diventa ricco e famoso in genere si sceglie subito una moglie bianca, o al limite una nera molto chiara.
Una moglie bianca è una sorta di status symbol, un modo per elevarsi socialmente e pur di ottenere questo obiettivo molti sono disposti anche a ripiegare vergognosamente su cessone a pedali.
Non parliamo poi del turismo sessuale al femminile di vecchie donne ciccione che vanno in Africa (Gambia, Senegal, Capo Verde) o ai Caraibi (Cuba, Giamaica, Santo Domingo) per trovare un uomo.

Insomma, penso che le coppie miste donna bianca-uomo nero si possano trovare più frequentemente in due situazioni
  1. Vip, personaggi dello spettacolo in genere, ricchi e famosi.Ovviamente gente per nulla rappresentativa delle persone comuni.
  2. Radical chic, lobotomizzate varie, trashone e cessone disagiate.
Nel mezzo le coppie miste ci sono ma sono meno frequenti.

I neri quindi attraggono quando sono belli, oppure quando sono ricchi e/o famosi.
Va da sè che, alla luce di questi presupposti, la maggior parte di loro se la passerebbe comunque maluccio se dovesse aspettare di trovare una ragazza bianca.

C'è però da dire che spesso  tendono ad approcciare molto di più  dei bianchi e fare affidamento sulla legge dei grandi numeri.Non hanno nulla da perdere e le donne evitano di respingerli in malo modo per paura di sembrare razziste, quindi riescono a giocarsi meglio le proprie carte, anche se, a meno di non puntare su determinati contesti tipo circoli sociali o disco a tema (dove possono puntare su un target con un certo tipo di preferenze), il loro status non è in genere sufficiente a compensare il minore livello estetico ed economico e quindi, a meno di non trovarsi una connazionale, pure loro finiscono col smanettarsi il bananone cioccolatoso.
Continua a leggere »

13/03/18

L'Evoluzione dell'Ipergamia aka ''Ecco Perché Non Hai Una Ragazza!''

perché non ho una ragazza
perché non ho una ragazza

"Ma Perchè Non Riesco ad Avere una Ragazza?"

In principio ci fu il patriarcato, anche se non mi piace molto chiamarlo così perché la parola patriarcato sa di uomo cattivone e prepotente che sta in una posizione di vantaggio mentre, come abbiamo più volte visto, la cd. epoca patriarcale è stata tra le più dure per gli uomini, costretti ad una vita fatta di lavori massacranti per guadagnare appena quanto bastava alla sopravvivenza oppure, in casi peggiori, ad una morte in guerra in giovane età.
Preferisco quindi definirla "società tradizionale".
Continua a leggere »

12/03/18

Come Sono le Ragazze Slovene?


come sono le ragazze slovene foto

In questo blog di tanto in tanto mi arriva qualche richiesta riguardante le ragazze slovene, e in effetti mi sono accorto che non ne ho mai parlato in dettaglio, così ho deciso di fare una breve analisi riguardo all'opportunità di conoscere ragazze slovene.

Chi vive in Triveneto avrà sicuramente avuto occasione di andare in Slovenia e ne ha una visione differente rispetto a chi magari vive al centro o sud e la considera un Paese "esotico" subendo maggiormente questo tipo di fascino.
C'è inoltre anche da dire che la Slovenia è un Paese piuttosto trascurato.Piccolino, poco popolato, poco importante sulla scena mondiale, spesso confuso con la più famosa Slovacchia (anche per il parallelismo cromatico delle due bandiere), sono non poche le convinzioni errate che gran parte degli italiani hanno nei confronti di questo Paese e che vedremo di smentire.

 Come Sono le Ragazze Slovene?

Iniziamo col dire che il livello estetico sloveno è molto elevato, quindi non è certo questo il motivo per cui trascuro le donne slovene ed evito spesso di menzionarle tra le donne dell'est che sarebbe opportuno andare a conoscere.
La Slovenia è un Paese fortemente nordicizzato ed è elevata la percentuale di biondismo e tratti somatici chiari in generale.
Lo stacco estetico tra gli sloveni e i vicini italiani è in genere piuttosto evidente e ha il suo fondamento nella barriera genetica che le Alpi hanno costituito nel corso della storia.
Esse hanno da una parte contrastato le immigrazioni dei vari popoli provenienti da nord est, e dall'altra contenuto l'espansione dei popoli neolitici giunti nella penisola italica.
La conseguenza è quindi che gli sloveni hanno una maggiore genetica indoeuropea-cromagnoide e una minore neolitica rispetto agli italiani, distinzione che si riflette nel livello estetico delle due nazioni.

Vedi: Bellezza Genetica

Gli sloveni sono anche piuttosto dissimili dagli altri slavi balcanici, lo stesso test di 23andme include la Slovenia nel macrogruppo East European, insieme a polacchi, ucraini e russi e non nel gruppo Balkan come Croazia, Serbia, Bosnia ecc.

Gli sloveni vengono percepiti dagli altri popoli dell'ex Jugoslavia un po' come "slavi germanizzati", vengono visti un po' come noi italiani vediamo i trentini e anche culturalmente la Slovenia appare un Paese piuttosto mitteleuropeo di mentalità e carattere.

Tale impostazione mentale è ciò che probabilmente ha portato la Slovenia ad essere una nazione tutto sommato prospera economicamente, e qui andiamo a sfatare il primo falso mito che vorrebbe la Slovenia come un Paese arretrato e disordinato.
Questo poteva essere vero forse negli anni 90 - primi anni 2000, quando in effetti bastava varcare il confine per notare un enorme differenza, con automobili Yugo che giravano per le strade e altri mezzi spesso vecchi anche di vent'anni, ma oggi il Paese ha fatto molti passi avanti.

Gli sloveni sono stati molto furbi e hanno trovato molti modi di arricchirsi, a cominciare dall'abbondanza di casinò presenti nel Paese, ma anche terme, campi da golf,night (come il Marina Club di Nova Gorica) e tutto ciò che potesse attirare turisti stranieri benestanti.
Sfruttando la posizione geografica favorevole sono perfino riusciti a trarre vantaggio dalla rete stradale, facendo pagare cari bollini autostradali anche solo per attraversare pochi km di territorio.

Insomma dimenticatevi i casermoni sovietici e i carretti trainati dalle mucche, molte zone d'Italia sono messe peggio ve lo assicuro, e questo è il motivo sia per cui è così difficile conoscere slovene in Italia (gli sloveni stanno bene quindi non emigrano, al massimo ne trovate qualcuno a Trieste o nei paraggi) sia per cui è utopistico pensare di riuscire a rimorchiare giocando su un innalzamento del proprio status economico.


Le Ragazze Slovene sono Facili?

Dispiace distruggere i sogni di gloria ma la seduzione delle donne slovene non è particolarmente facile come alcuni possono credere.Non è certo ai livelli dell'est Europa più remota perché, appunto, come abbiamo visto, la Slovenia è un Paese tendenzialmente occidentale.
Un altro ostacolo è poi rappresentato dalla struttura sociale.In Slovenia c'è un forte provincialismo.La capitale, Lubiana, ha appena 280 mila abitanti e, a parte Maribor, tutte le altre città più grandi hanno meno di 50 mila abitanti.
Fatta eccezione per la capitale, c'è quindi una pressione sociale non indifferente, abbinata al fatto che gli sloveni sono un popolo tutto sommato piuttosto nazionalista e non sempre vedono gli italiani di buon occhio a causa delle varie vicende storiche.

Le località balnerari scarseggiano, dal momento che il tratto di costa sloveno è lungo appena una ventina di km e ha 2 centri di rilievo, Capodistria e Portorose (Pirano), che non sono proprio il massimo per il turismo rimorchiante, senza considerare che sono già più che affollate di italiani.

Per rimorchiare slovene in vacanza bisogna quindi andare in Croazia, in particolare in Istria e nell'Isola di Krk.
Quest' ultima in particolare è meta molto gettonata  e sono non pochi gli sloveni che possiedono una seconda casa lì.
Rimane sempre la costante presenza di italiani che fanno terra bruciata, problema che è parzialmente risolvibile evitando di andare ad Agosto.

In conclusione, le slovene sono molto gnocche ma, a meno di non avere un elevato LMS, ci sono  sicuramente scelte migliori se dovete andare a cercarvi una ragazza dell'est.


come sono le ragazze slovene foto

 SLOVENKA (2009)

 La Slovenia non è un Paese famoso per il cinema, ma un film che ha avuto un discreto successo e che mi sento di consigliarvi è Slovenian girl (Slovenka) che racconta la storia di una ragazza che cerca di abbandonare la vita di provincia per trasferirsi in città e si mantiene facendo la prostituta.Nel perseguire il suo sogno si scontrerà però con individui poco raccomandabili.Film molto semplice che ho apprezzato e che vi potrebbe interessare.


TI INTERESSA SICURAMENTE:

-Ragazze dell'Est Europa

Continua a leggere »

10/03/18

Cosa Rende una Persona Interessante?


Cosa Rende una Persona Interessante

Cosa Rende una Persona Interessante?
Nell'estate del 1997 mi trovavo in Normandia con i miei genitori in vacanza, quando vidi una scena che destò la mia curiosità di ragazzino.
Due zingari in abiti tradizionali, una donna e un bambino,verosimilmente il figlio, stavano in posa di fronte ad una Peugeot ammiraglia nuova di pallino e, di fronte a loro, un fotografo era pronto a immortalare la scena.
Stupito chiesi a mio padre spiegazione di quella situazione insolita e lui provò a spiegarmi che è una scelta artistica piuttosto comune fra i fotografi, quella di accostare elementi che comunemente vengono ritenuti contrapposti, ritraendoli nella stessa immagine (erano, del resto, gli anni di Benetton e delle pubblicità multirazziali di Oliviero Toscani).
In questo caso la contrapposizione era data dal tradizionalismo degli abiti della donna, in contrasto con l'innovazione tecnologica dell'automobile accanto, e dalla povertà che noi associamo a quel gruppo etnico in opposto alla ricchezza richiesta per l'acquisto della vettura, ma i modi e gli elementi che possono essere utilizzati per creare dei contrasti sono molteplici.

Anche nel cinema l'uso di scene contrastanti è una prassi consolidata per mantenere vivo l'interesse dello spettatore.
Ricordo un'intervista a Sergio Leone, al quale venne chiesto qual era il suo segreto per fare dei film così belli.Rispose "mi domando sempre cosa posso fare per sorprendere lo spettatore".
E in effetti nella sua filmografia c'è abbondanza di scene che suggeriscono uno sviluppo di un certo tipo e invece poi si concludono in maniera completamente differente.
Anche i film di Quentin Tarantino, da sempre ammiratore di Leone, sono noti per le scene a forte impatto emotivo, come ad esempio scene di violenza in contesti apparentemente tranquilli.

Alla luce dell'esperienza francese  non mi stupii quando anni dopo, fra le varie tecniche PUA, conobbi il "push and pull" ovvero l'arte di inviare segnali contrastanti.

Il principio è quello appena specificato: l'ambiguità.

Ciò che è scontato ed evidente esaurisce in fretta l'interesse delle persone e catalizza la loro attenzione per una durata che è direttamente proporzionale al livello di sorpresa e novità che porta con sè.
Ecco perché risulta più difficile riscuotere l'interesse di chi ha una vita intensa, e a questa categoria appartengono principalmente le donne che,essendo mediamente più sottoposte a stimoli nuovi e continui rispetto agli uomini,si assuefanno facilmente a tutto.

Ciò che è palese e ovvio non è affascinante e non riscuote interesse tanto quanto ciò che è profondo ed enigmatico.

Come essere quindi una persona interessante?

Facendo in modo di apparire difficili da capire.
Cercando di non essere banali, mostrando lati diversi della nostra personalità (es. apparendo scaltri ma ingenui, idealisti ma materialisti e via di seguito), creando una miscela di caratteristiche contrapposte.Questo può avvenire sia verbalmente che fisicamente, utilizzando ad esempio uno stile che faccia da contrasto con la nostra personalità.
Carlo della Torre, nel formulare la descrizione di una persona interessante, ha ad esempio teorizzato la figura dell'"intellettuale prestante", ovvero un soggetto che risulta affascinante per la contrapposizione tra un aspetto "fisicato" e una propensione ad interessi intellettuali.

Chiaramente essere interessante non è sinonimo di essere attraente: aspetto fisico e status socioeconomico sono sempre ciò che fa la differenza tra "Un tizio con cui ho avuto una piacevole conversazione" e "Ci ho trombato tutta la notte" ma, a parità di LMS, la capacità di risultare interessanti può dare un piccolo bonus.

Il motivo per cui il contrasto è uno strumento così potente è dovuto anche al fatto che la nostra mente, quando si trova di fronte a due stimoli parecchio differenti, tende a percepire il secondo stimolo ancora più diverso da quanto non sia in realtà.

Il classico esempio è quello dell'esperimento della mano messa in due vasche, una calda e l'altra gelida.
Quando il soggetto tira fuori le mani e le mette entrambe in una seconda vasca contenente acqua tiepida tenderà a sentire calda la mano che è stata nell'acqua gelata e fredda la mano che è stata nell'acqua calda.

Altri studi hanno poi mostrato come i giudizi estetici su soggetti di aspetto fisico medio, risultino meno generosi se gli esaminanti hanno appena prima sfogliato le pagine di un giornale di moda.

Ancora, molti agenti immobiliari sono soliti mostrare ai clienti appartamenti malridotti e disordinati prima di portarli nell'appartamento che in realtà hanno deciso di vendere, in modo tale che il potenziale acquirente lo percepisca più bello di quanto non sia in realtà.

La tecnica esposta può essere quindi anche un modo per evidenziare in maniera maggiore determinate caratteristiche.

Molti pua che ho conosciuto erano restii ad applicare questa linea di comportamento per paura di mettersi in cattiva luce mostrando aspetti del proprio carattere non proprio invidiabili.
Questo a mio avviso è errato e fa parte di quella tendenza che hanno molti uomini di cercare di compiacere sempre le donne mostrandosi impeccabili, ma è un comportamento che non paga.
Una donna risulta maggiormente coinvolta in relazioni in cui ci sia un mix tra stimoli positivi e negativi  (della serie "l'amore non è bello se non è litigarello", proverbio del cazzo ma con un fondo di verità) piuttosto che in un rapporto piatto e banale, per quanto perfetto possa essere.

Alternate quindi segnali positivi e negativi, interesse e disinteresse.
Di certo non vi garantirà di rimorchiare ma avrete la possibilità di distinguervi rispetto agli altri e di rimanere impressi nella memoria della gente.Questa strategia, attuata intelligentemente, potrà contribuire in maniera significativa a migliorare il vostro status sociale.

Forse ti interessa:

Continua a leggere »

18/02/18

2 Modi per Capire se Piaci ad una Ragazza


Come Capire se Piaci ad una Ragazza

Come Capire se lei ci Sta

Abbiamo speso molte parole in questo blog per cercare di sviscerare i requisiti per attrarre una ragazza, ma ancora non abbiamo esaminato come capire se piaci ad una ragazza.
Lo faremo nell'articolo di oggi, che andrà un po' ad analizzare quali sono i segnali di interesse femminili più comuni, o gli "indici di interesse", come li chiamano i PUA.
Capire se una ragazza che non conosci o che conosci da poco ci sta non è per tutti semplice.
Certi segnali sono così palesi che è impossibile ignorarli ma, nella maggior parte dei casi, il modo con cui una ragazza ti comunicherà la sua attrazione nei tuoi confronti sarà molto più sottile e indecifrabile e richiederà una capacità di osservazione superiore alla media.
Tale capacità penso sia la qualità in assoluto più importante da sviluppare in ambito relazionale perché è ciò che ti permette
  • di sfruttare al meglio le tue possibilità giocandoti tutte le tue carte (e questo è fondamentale se di carte da giocare ne hai poche)
  • di ridurre al minimo la perdita di tempo e la frustrazione generata da approcci che si risolvono in un buco nell'acqua
La maggior parte degli uomini si concentra nello sviluppare le proprie capacità attrattive imparando tecniche o comportamenti che risultino attraenti, ma trascura totalmente lo studio del contesto seduttivo e l'analisi del target verso il quale indirizzarsi, e questo a mio avviso è il più grande errore che uno possa fare.
Molto più performante cercare di capire se una ragazza è recettiva o meno che sbattersi per risultare attraenti ad una ragazza con la quale non abbiamo nessuna speranza.
Questo vale tanto più per chi ha basso LMS  e non può sprecare inutilmente energie.

I segnali che una ragazza ti manda possono essere consapevoli o inconsapevoli ma fondamentalmente li possiamo suddividere in due categorie:

  1. Segnali  Fisici di Interesse
  2. Segnali Verbali di Interesse  
Vediamo di esaminarne alcuni.Ce ne sono moltissimi ma penso sia sufficiente menzionare i principali.Inutile fare quello che facevo io, che memorizzavo liste lunghissime di segnali che poi non si manifestavano mai e toglievano solo concentrazione all'approccio, molto meglio focalizzarsi sui principali e più comuni.

 #1 Segnali Fisici di Interesse 

  • Ti guarda: quando qualcuno ti guarda in maniera ripetitiva e prolungata, a meno che tu non sia vestito con un pellicciotto color rosa ciclamino e dei fuseaux aderenti in un pub stile irlandese pieno di omoni barbuti, ci sono alte probabilità che provi interesse nei tuoi confronti.
  • Ti Sorride 
  • Scuote o giocherella con i capelli
  • Ricambia il tuo sguardo: lo stesso vale nel caso in cui sia tu a guardare lei e lei ricambi e sostenga il tuo sguardo.Probabilmente lei ti ha già notato e tu non te ne sei accorto perché ti guardava con la coda dell'occhio.Spesso si crea un gioco di sguardi con lei che ti guarda , poi distoglie lo sguardo e poi ti riguarda.
  • Ti tocca: ad esempio siete seduti e ti sfiora le ginocchia con le sue, ti tocca l'avambraccio o le spalle mentre parlate.Oppure sei fermo e lei ti passa accanto sfiorandoti per farsi notare e voltando il suo corpo verso di te.Oppure state scherzando e lei ti colpisce (dandoti magari un pugno sulla spalla) ridacchiando.
  • Si sistema: quando c'è qualcuno che ci piace tendiamo a sistemare il nostro corpo per apparire al meglio, ad esempio raddrizzando la postura.

Linguaggio corporeo

Secondo un famoso studio che viene spesso citato di Albert Mehrabian (1967) , il linguaggio corporeo e l'espressività facciale risulterebbe essere più importante di quello verbale.
In particolare le parole conterebbero solo per il 7%, il tono di voce per il 38% e il linguaggio corporeo per il 55%.E' uno studio famoso ma io sono piuttosto scettico sulla sua veridicità poiché si basa sostanzialmente sull'analisi di semplici fotografie.Non poche sono, tra l'altro, le critiche che ha ricevuto in ambito accademico, eppure c'è chi continua a considerarlo una pietra miliare della comunicazione.
Penso che le persone medie diano troppa poca importanza al linguaggio corporeo mentre i pua diano un'eccessiva importanza.
Capire alcuni gesti e movimenti può tuttavia essere utile per sapere se c'è un potenziale interesse nei nostri confronti.
Si può, ad esempio, capire l'interesse di una persona osservando la direzione delle sue mani o, meglio ancora dei suoi piedi.Questo è anche il motivo per cui i metodi di seduzione sconsigliano di approcciare le ragazze con i piedi rivolti verso il gruppo,e cioè per evitare di mostrare troppo interesse prima di essere accettati.Personalmente ritengo questo un consiglio molto valido che a suo tempo fece la differenza quando iniziai a sperimentarlo negli approcci.
Anche la posizione delle braccia e delle mani lascia intuire molte cose.Mettere in evidenza i polsi o protendere le braccia può significare apertura,  tenere le braccia davanti a sè (magari con la scusa di reggere un cocktail) può significare chiusura.
Chi vuole isolarsi tende a creare barriere intorno a sè con le braccia e le gambe o anche solo chiudendo gli occhi, oppure utilizzando oggetti come sedie, borse ecc.
Le gambe incrociate generalmente presuppongono chiusura, se invece sono accavallate possono significare interesse, specialmente se la ragazza accavalla e scioglie le gambe continuamente.
Osservate la scena nella foto.La ragazza vestita di rosso è rivolta verso l'uomo al centro.Le gambe sono accavallate e il piede destro punta verso di lui.Un braccio è proteso avanti mentre l'altro scende sulla coscia.Questo insieme di segnali è indicativo di un potenziale interesse.
segnali di interesse femminile

Prossimità
Uno degli indicatori di interesse più importanti e, allo stesso tempo, uno dei più sottovalutati e incompresi è la prossimità, cioè la vicinanza nello spazio.
Una ragazza potenzialmente interessata tenderà ad avvicinarsi, in modo tale da rendere più agevole il tuo approccio nei suoi confronti.
Talvolta potrebbe addirittura essere lei ad iniziare la conversazione, ma questo accade più raramente e quasi esclusivamente a uomini di elevato valore.


Ognuno di noi ha i propri spazi entro i quali si sente a proprio agio nel relazionarsi con gli altri ed esiste un parallelismo tra distanza relazionale e distanza fisica.
L'antropologo Edward Hall, che si è occupato di prossemica (ovvero la la disciplina che studia il comportamento, lo spazio e le distanze all'interno di una comunicazione, ha individuato quattro distanze in base al tipo di rapporto che intercorre con le persone con cui interagiamo.
  • La distanza intima (0-45 cm) riservata ai famigliari e al partner.
  • La distanza personale (45–120 cm, circa un braccio teso) per l'interazione tra amici.
  • La distanza sociale (1,2-3,5 metri, circa un braccio teso da ambo le parti) per la comunicazione con gli sconosciuti, come ad esempio il postino, il negoziante, l'insegnante ecc.
  • La distanza pubblica (oltre i 3,5 metri) per le pubbliche relazioni.
Le suddivisioni chiaramente non vanno intese in maniera assoluta, sono una media che poi può variare da persona a persona.
Di quanto spazio vitale abbiamo bisogno dipende da origine, cultura, educazione, personalità, esperienza passate ecc.
Anche il luogo in cui si vive fa la differenza: chi vive in città, ad esempio, è abituato a spazi più stretti rispetto a chi vive in campagna.


Monitorare  la posizione delle persone intorno a noi e come essa cambia può però essere utile per capire se siamo in presenza di qualcuno potenzialmente interessato a noi.
Segnali di interesse basati sulla prossimità:
  • Inventa dei motivi per stare vicino a te
  • Se ti sposti ti segue o ti aspetta
  • I suoi amici si allontanano e lei rimane
  • Se ti avvicini, lei non mostra disagio né arretra (talvolta lei potrebbe mostrare una resistenza fisica "simbolica" per non far vedere di essere una facile)
Mio Studio

Negli anni da pua spesi ad osservare il modo in cui le persone si relazionano, ho notato che le dinamiche di avvicinamento seguono spesso uno schema comune.
Chiaramente non pretendo di dare scientificità alle mie constatazioni, mi limito a suggerirvi di prestare attenzione a certe dinamiche e dirmi se trovate conferma.
Generalmente la distanza di osservazione, quella in cui le persone iniziano a prendere atto e a valutare chi le circonda è di circa 7-10 metri.

Occorrono circa 5 secondi per capire se una persona piace oppure no (talvolta pure meno).
Se non le piaci passerà oltre ed eviterà di stabilire contatto visivo.
Se piaci lei continuerà a guardarti e spesso rallenterà il passo o si muoverà in modo da guadagnare tempo. A 1.5 - 2 metri di distanza cercherà di stabilire un contatto visivo.A quel punto o ti approccerà lei, oppure aspetterà di essere approcciata.Se non lo farai avrai perso un'occasione.

#2 Segnali Verbali di Interesse

  • Inizia la conversazione con te: ad esempio ti chiede l'ora o ti chiede di accendere
  • Mentre chiacchierate è particolarmente loquace.Se si interrompe la conversazione lei la riprende.Inoltre quando ti dice qualcosa ti guarda per vedere la tua reazione.
  • Ti fa domande su di te: ti chiede come ti chiami, quanti anni hai, che lavoro fai, se hai la ragazza (talvolta accenna semplicemente al fatto che tu ne abbia una senza chiedertelo esplicitamente) ecc. Le domande su di te spesso hanno uno scopo che va ben oltre la semplice conversazione e servono per verificare se hai uno status socioeconomico abbastanza elevato per i suoi standard (nota bene che lei non è necessariamente consapevole di ciò).
  • Ti fa dei complimenti: ad esempio su come ti vesti, oppure ti chiama "donnaiolo" o cose del genere.
  • Flirta giocosamente con te: ad esempio ti sfida, ti contraddice ridendo ecc.
  • Riprende la conversazione quando tu smetti di parlare
  • Ti chiede se vuoi qualcosa da bere
  • Ti presenta ai suoi amici
  • "Anche io":se stai parlando di qualcosa che ti piace o non ti piace, ti fa presente che si trova d'accordo con te
  • Quando stai per lasciare il locale ti chiede dove stai andando. Se lo sta per lasciare lei ti avverte in modo tale che tu possa chiedere un contatto.
Forse ti interessa: Di cosa parlare con una ragazza?

Segnali di Disinteresse

Così come ci sono i segnali di interesse, ci possono anche essere dei segnali che palesano il disinteresse della ragazza nei vostri confronti.Sono spesso segnali diametralmente opposti a quelli analizzati.

Vediamone alcuni:


  • Evita il contatto di sguardi chiudendo gli occhi (e tenendoli chiusi) o guardando altrove.
  • Ti evita in generale (es. non accetta l'amicizia su facebook, non risponde su whatsapp o in chat, non risponde alle chiamate ecc.)
  • Fa l'opposto di quello che fai tu.Ha un linguaggio corporeo completamente opposto al tuo.
  • Non partecipa alla conversazione e si spazientisce facilmente. Spesso ti risponde a monosillabi.Questo spiega perché il saperci fare serve veramente a poco.Se non piaci ad una ragazza sarà molto difficile portare avanti una conversazione e quindi ogni abilità dialettica o ricchezza di argomenti non servirà a nulla.  Vedi:Effetto Alone e Pigmalione
  • Finge di non sentire quello che le stai dicendo
  • Parla con altri, ignorandoti
  • Arretra, si allontana (o non ti segue), ti volta la schiena



Segnali di Interesse e Disinteresse: le Tipologie
Come puoi vedere questi segnali possono essere attivi o passivi. Nel primo caso la donna manifesta un'interesse compiendo un'azione (ad esempio toccandoti), nel secondo caso omettendo di compierla (ad esempio i suoi amici si spostano ma lei non li segue per stare con te, oppure evita di parlare del fatto di essere fidanzata).

Una cosa importante da precisare e che tutti i PUA trascurano è che non tutti i segnali di interesse sono uguali ma dipendono:
  • Dal livello di coinvolgimento della ragazza: Alcuni segnali di interesse mostrano un semplice interesse all'avere una conversazione con te, altri invece mostrano una vera e propria attrazione, quindi disponibilità sessuale. Anche tra questi ultimi segnali però ce ne sono di più e meno forti.Un uomo da 6 non riceve segnali di interesse con la stessa intensità e frequenza di uno da 8.
  • Dal tipo di ragazza: lo stesso segnale può essere indicatore di un interesse molto forte se fatto da una ragazza e di un interesse minimo se fatto da un altra. Per una ragazza timida e introversa ad esempio toccare qualcuno è una mossa molto audace, per una ragazza espansiva ed estroversa può essere la normalità.
Inoltre lo stesso gesto può essere un segnale di interesse oppure un gesto di per sè neutrale che non significa nulla.Molte ragazze hanno ad esempio il vizio di toccarsi i capelli, quindi un gesto che è di per sè considerato un indice di interesse, in quello specifico caso non ha nessuna rilevanza.




Per concludere c'è anche da precisare che alcuni segnali sembrano di interesse ma non lo sono, sono vere e proprie trappole in cui le donne cercano di farvi cadere.
Ad esempio una donna può farvi dei complimenti, chiedervi di tenerle la borsa mentre va in bagno o di offrirle da bere.
Non lo fa perché è interessata ad instaurare un rapporto con voi, lo fa solo perché vuole vedere se vi vantate con lei e l'assecondate.
In questo caso le permetterete di assecondare il suo eco e basta, non avrete nient'altro in cambio da lei.
Avrete quindi capito che, fondamentalmente, quello che manca al PUA medio è lo spirito critico, ovvero proprio quella qualità che cerchiamo di sviluppare qui.

Come Capire se Piaci ad una Ragazza: il Test

Generalmente le ragazze che interagiscono solo per educazione, alla prima occasione se la filano.
Per evitare di perdere tempo ti consiglio quindi, dopo un po', di fare un TEST, basato sui segnali che abbiamo elencato sopra.
Trova una scusa plausibile e allontanati per qulche minuto, poi guarda se sembra aspettare il tuo ritorno.
Dille che ti devi spostare un attimo (ad esempio per andare a prendere da bere).Se dimostra la volontà di seguirti o ti dice che ti aspetta è interessata.Se invece se ne va è tempo perso.

Alla prossima!

Forse ti Interessa:

Continua a leggere »