10/09/19

Psicologa Cerca di Confutare le ''Bufale'' della Redpill


In passato ho dedicato un articolo intero a rispondere alle varie critiche che vengono fatte agli incel, alla Redpill e alla Teoria LMS, ma purtroppo si tratta di argomenti che vanno molto di moda e ognuno prova a dire la sua, per cui mi è impossibile stare a ribattere ad ogni stronzata che mi segnalano dal web.
Oggi però voglio spendere un po' di tempo e soffermarmi su un'intervista che alcuni follower continuano a segnalarmi e che è stata pubblicata sulla rivista Open in un articolo dal titolo "Chi sono gli incel e quali bufale sulla sessualità condizionano la loro vita".

Il pezzo è interessante non tanto per le argomentazioni in esso contenute, ma perché la protagonista è una psicologa che ha addirittura  "un master in aspetti medico-sociali della sessualità". Roba proprio potente insomma.

Come sapete io non ho molta stima degli psicologi. Anche ieri ho espresso il mio disappunto per l'affermazione di una docente di psicologia che indicava i videogiochi come causa principale del fatto che il 28% degli uomini tra i 18 e i 30 anni non ha una vita sessuale e faceva a mio avviso l'errore di confondere la causa con la conseguenza.

Vedi: Cause e Correlazioni


Voglio però precisare, a scanso di equivoci, che non ce l'ho con la categoria degli psicologi a prescindere. Molti psicologi e studenti di psicologia seguono il blog e sono persone molto serie e competenti, altri lettori frequentano psicologi e trovano generalmente conferma di quanto diciamo qui.


E' indubbio però che la psicologia è una materia che al giorno d'oggi è fortemente ideologizzata e ha una forte impronta progressista e troppo spesso capita di sentire dichiarazioni di illustri psicologi che sembrano più motivati a fare propaganda che a ricercare la verità nei problemi che sono chiamati ad analizzare. E' questa la cosa che veramente a me dà realmente fastidio, non certo la categoria degli psicologi.


Fatta questa premessa andiamo ad analizzare l'articolo di cui ho fatto cenno all'inizio.

La prima critica è rivolta alla teoria LMS. Secondo la dottoressa Nuzzolese:

"Apparire “belli”, avere un certo reddito e status sociale sono tutte conseguenze dell’avere cura di sé, essere intraprendenti e impegnarsi in qualcosa nella vita. Difficilmente si riesce ad attrarre se per primi abbiamo scarsa autostima."



Eh certo, è brutto chi non si cura. Una bella doccia, bei vestiti e un buon taglio di capelli fanno diventare Alvaro Vitali come Brad Pitt. La dottoressa non ha mai visto uomini curati, puliti e ben vestiti che nonostante ciò non sono attraenti, chissà in che mondo vive.

Quanto al fatto che ha status e soldi chi si impegna, ci si mette veramente poco a trovare controesempi di persone che sono diventate ricche e famose senza alcun impegno né merito. Eppure improvvisamente hanno avuto un enorme successo con le donne. A riprova che status e ricchezza non sono conseguenza, sono proprio causa. Nella vita non conta l'impegno, contano i risultati. Voi andreste con una brutta che mette un enorme impegno ad apparire bella o con una che è bella naturalmente e non fa nulla per esserlo? Domanda retorica.

Sul discorso autostima, i forum incel sono pieni di esperimenti sociali fatti con modelli che in chat tediano le donne con discorsi depressivi, autocommiserandosi e in genere cercando di apparire il più possibile come degli incredibili disagiati. Indovinate un po? Riescono benissimo a rimorchiare e a risultare attraenti, anche con l'autostima sotto i piedi. 

Io penso che già un'affermazione del genere basterebbe per bocciare l'articolo e dedicarsi ad altro. Ma andiamo avanti.

La dottoressa prosegue parlando delle teorie psico-evolutive alla base della redpill:

"la donna sarebbe portata a cercare nel partner delle caratteristiche che permettano di migliorare la specie, quindi delle garanzie sulla possibilità di avere una prole, portando avanti la generazione attraverso un miglioramento genetico.
Questo nell’interpretazione della redpill è relativo solo alla donna. In realtà quel che dicono gli studi è che questa tendenza esiste da entrambe le parti. Ma stando all’approccio psico-evoluzionista, nell’ipergamia chi dà importanza all’aspetto estetico nel valutare un potenziale partner è il mondo maschile"


Veramente le teorie redpill riconoscono che gli uomini guardano principalmente all'estetica ma non è vero che l'ipergamia esiste anche nel mondo maschile.
Infatti basta un po' di spirito critico: se gli uomini fossero ipergami, ogni uomo punterebbe alla migliore donna che riesce ad ottenere, scartando quelle di livello inferiore che rimarrebbero a disposizione degli uomini di valore progressivamente inferiore. Le donne non troverebbero uomini migliori di loro e si accontenterebbero di quelli del loro livello, quindi non esisterebbe un problema incel, oppure esisterebbero tante incel donne quanti uomini.

In pratica però, pur con qualche inesattezza, la psicologa riconosce che le teorie redpill hanno riconoscimento nel mondo accademico però poi prosegue:

"gli studi sono comunque relativi a un modello. Vuol dire che sto interpretando la realtà utilizzando un tipo di lente. Nel momento in cui cambio la lente, cambia anche la mia interpretazione della realtà. Qui parliamo di una delle tante interpretazioni di quelli che sono i meccanismi alla base dei rapporti umani"

 Ma che vuol dire questa cosa? Ti chiamano per dimostrare che la visione che i redpillati hanno delle dinamiche sociale è fuorviante e si basa su bufale e alla fine ammetti che invece essi si basano su teorie che hanno riconoscimento da parte dei tuoi colleghi psicologi. Non solo non le smentisci ma ammetti che è un punto di vista lecito che ha pari dignità di molti altri. Ma quelli che hanno pubblicato questo articolo si rendono conto dell'autogoal pazzesco?

Segue poi un'analisi demografica, volta a dimostrare che in Occidente ci sono più donne che uomini.
Premesso che trovo abbastanza preoccupante che una laureata non capisca che il maggior numero di donne è dovuto al fatto che la speranza di vita per le donne è maggiore e che quindi le donne in più sono principalmente ultraottantenni (poi c'è anche chi apprezza le mature, per carità), onestamente non vedo il senso di dimostrare che ci sono abbastanza donne per tutti, dal momento che questo è un punto a favore della redpill.
Se c'è una donna per ogni uomo e molti uomini rimangono senza donne significa che le donne pretendono di più di quanto offrono, che è appunto ciò che vogliono dimostrare i redpillati.


Passiamo poi ad un classico, e cioè la Soggettività della bellezza:
"Si nota quindi come all’interno della stessa comunità redpill non ci sia una congruenza di valutazioni. Se ci fosse un’oggettività della bellezza i voti convergerebbero in maniera quasi matematica"


Ma infatti è così. Nei vari forum, quando si danno i voti a qualcuno, c'è una distribuzione a campana dei voti. Qui sotto uno studio dell'università di Regensburg che ha coinvolto oltre mille studenti ai quali è stato chiesto di indicare i visi più attraenti. Tutti i voti convergono verso gli stessi due volti. Se la bellezza fosse soggettiva ogni volto avrebbe la stessa probabilità di risultare attraente.



 Vedi: la bellezza è soggettiva?

Si parla poi dell'effetto alone. La psicologa afferma che l'effetto alone vale anche al contrario e cioè che non solo la bellezza influenza la percezione della personalità, ma anche una bella personalità fa apparire più belli.

"Sono stati fatti esperimenti in cui si faceva vedere un video a degli studenti dove lo stesso professore appariva in una versione aggressiva e poco piacevole e una in cui appariva più disponibile e simpatico. Alla fine quando agli studenti veniva chiesto di valutare l’aspetto del professore i valori più alti corrispondevano alla versione in cui il docente aveva un comportamento gradevole."

Fa riferimento ad uno studio la cui fonte non è menzionata e che quindi non posso verificare, però lo do ugualmente per buono e mi trovo abbastanza d'accordo. Quello che però bisogna dire è che l'estetica è la prima cosa che valutiamo in una persona e che uno può benissimo essere scartato in base a quello, senza che l'altro si prenda il disturbo di andare ad approfondire la personalità. Nello studio in esame gli studenti sono costretti ad ascoltare il professore, ma nella realtà nessuno è costretto a interagire con una persona che trova esteticamente repellente. E infatti in genere non lo fa.

L'articolo si conclude facendo l'esempio di Nick Vujicic, che è senza gambe e braccia ma è riuscito ugualmente ad avere successo e trovarsi una moglie. La psicologa lo prende come esempio per smentire i redpillati, salvo poi contraddirsi precisando che si tratta di un caso più unico che raro e che appunto è famoso a livello mondiale e multimilionario.
In pratica quindi non è una smentita delle teorie redpill, ma l'ennesima conferma.



Però la morale è sempre la stessa: "gli incel non devono scassare le palle e devono migliorare loro stessi".


Nessun accenno al fatto che tale processo di automiglioramento non è richiesto alle donne, che invece possono starsene tranquillamente sedute a selezionare i maschi migliori anche se sono brutte e sovrappeso. Nessun accenno al fatto che quello incel "stranamente" è un fenomeno tutto al maschile, che non esistono donne incel perché le donne sono avvantaggiate in ambito sessuale.
Nessun accenno a ciò che questa situazione comporta a livello sociale.

Insomma, un articolo che si propone di smentire "le bufale" della redpill, che però si guarda bene dal menzionare i dati che ogni giorno vengono postati.
Ma visti i precedenti autogoal, forse in fondo è meglio così.







208 commenti:

  1. Henry de Toluose Lautrec10 settembre 2019 14:12

    La redpill non è politically correct e quindi cercheranno sempre di smentirla.
    E comunque gl uomini preferiscono una dolce bugia che un'amara verità.
    Ti piacerebbe sapere che quando sei morto sarà tutto finito, diventerai polvere e della tua coscienza non rimarrà più niente? E' un'idea terrorizzante, allora si sono inventati la bugia del paradiso e della vita eterna.
    Ti piacerebbe sapere che sei nato brutto, che non creerai mai tensione sessuale in una donna e se una donna si metterà con te sarà dopo i 30 anni per usarti come bancomat? L'idea è terrorizzante, allora ti dicono che la bellezza è soggettiva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ateismo spacciato come chic e come certezza granitica ha scassato la mutua.
      E lo dico da scettico

      Elimina
    2. Henry de Toluose Lautrec12 settembre 2019 16:30

      Non credere nella vita eterna non significa necessariamente essere atei che peraltro non sono.
      Sarei agnostico ma questi sono affari miei.
      In ogni caso se ha spaccato la minchia l'ateismo, figuriamoci le religioni.

      Elimina
    3. Se è per questo c'è anche l'inferno. Visione riduttiva della religione cattolica, ormai in via di estinzione, del resto. Non preoccuparti, ora ci saranno gli islamici.

      Elimina
    4. Henry de Toluose Lautrec12 settembre 2019 21:34

      In ogni caso le religioni sono quanto di piu' bluepill possa esistere, concordi?
      Ma gli islamici porranno fine al cazzosello?

      Elimina
    5. @Henry de Toluose Lautrec

      Se vuoi essere più pragmatico, parti dall'osservare che le religioni sono semplicemente un tipo di ideologia che, come è nella maggior parte dei casi, producendo un culto organizzato, diventano costrutti di massa, da cui emerge un effetto feedback sul singolo individuo.

      L'esperienza umana è stata costruita su ideologie e miti, il cui scopo nei secoli è stato di provvedere a creare coesione e obiettivi tra gruppi di individui. Lo stesso vale anche per la nuova "religione globale": l'economia, ossia la fiducia nello scambio di denaro. L'economia è una delle ideologie che collega meglio tutti gli esseri umani di ogni razza e sesso; non a caso il materialismo è oggi il nemico pubblico delle religioni tradizionali.

      Ti chiederesti se l'economia è bluepill o redpill? Non ha molto senso, anche se è ovvio che ha prodotto notevoli sperequazioni tra gli individui e sicuramente di cui non tutti hanno piena consapevolezza ma è un'ideologia della nostra storia recente.

      Facendo un po' di ordine, possiamo definire "bluepill" (aggettivo) un'ideologia che dia principalmente consapevolezza e comfort e quindi "coesione" su un argomento ritenuto utile dalla società in quel momento, anche accettando di omettere una parte delle sue conseguenze (agendo quindi come una "calda coperta") mentre definiamo "redpill" la narrazione completa di tutta la faccenda, compresi i risvolti negativi, senza nascondere nulla (neanche la "scomoda verità") e che quindi genera "reazione".

      Tuttavia sapere questo non serve a molto, quindi è meglio sapere a quali scopi un'ideologia è orientata.

      L'attuale modello di società è stato favorito per creare aumento di consumo a scapito della stabilità sociale. Le religioni invece sono state concepite per favorire la stabilità sociale a scapito del consumo; non a caso hanno universalmente predicato la maggior dignità di una "sobria povertà".

      Circa l'utilità della nostra redpill (sostantivo) sulle dinamiche sessuali e sociali, sai che questo blog fa uno straordinario lavoro di sviluppo della consapevolezza individuale sulle dinamiche sessuali e sociali del nostro tempo, aumentando così le capacità di "sopravvivere" nell'attuale società ginocentrizzata: questo deve essere l'obiettivo comune, al di là di come il singolo userà la maturata consapevolezza nella propria vita.

      Tieni presente che le ideologie sono sempre emerse dalla consapevolezza di gruppo in un particolare momento storico per soddisfare esigenze specifiche; sono in teoria costrutti perfetti ma la complessità umana crea conseguentemente effetti che verranno compresi completamente solo a posteriori, quando si manifesteranno in tutta evidenza: la "nostra redpill" è stata identificata dopo circa 40 anni. Una società non può accettare di aver concepito qualcosa che si ritorce contro di essa (o di una parte di essa), sarà quindi sempre più comodo omettere una parte della verità e continuare a parlare dei soli effetti positivi.

      Un classico esempio di questo è la legge sul divorzio, pensata per risolvere situazioni di intollerabilità familiari assolutamente eccezionali e statisticamente minoritarie nella società pre-anni '70 e poi divenuta velocemente un piaga sociale, con tutto quello che ne è conseguito; tra tutti gli effetti, rimanendo in tema di religioni, si può sicuramente osservare che mediante essa è avvenuta la trasformazione della società occidentale - tipicamente cristiana e quindi monogamica - in una serialmente-poligamica, ossia convergente a quella islamica, condizione che ha generato ulteriori cambiamenti (alternanza "cazzosello" / "parassitismo").

      [segue nel post successivo]

      Elimina
    6. [segue dal post precedente]

      Tornando alle religioni, che hanno storicamente prodotto le più potenti ideologie di unione (e conseguentemente divisione) dell'umanità, se tu ignori il loro aspetto più "ascetico", ossia la specifica ideologia che spiega il "significato ultimo della vita", che immagino sia la parte che tu ritieni più fastidiosa, quello che ti rimane sono unicamente codici di comportamento umano.

      Considerato che quasi tutte le religioni puntano a generare stabilità sociale a mezzo di una pressione ideologica e considerato che hanno funzionato per secoli, io non vedrei di particolare importanza definirle bluepill o redpill; sono ideologie umane che - almeno per quegli obiettivi - in passato hanno funzionato. La nostra analisi redpill parte invece proprio da quando la pressione religiosa (cristiana) ha smesso di funzionare nella società (occidentale), aprendo il "vaso di pandora" (altra ideologia del passato).

      Per quel che mi riguarda, l'osservazione più utile è riconoscere che anche per i sistemi umani, il livello del disordine (entropia) è sempre in aumento nel tempo, ossia non si riesce semplicemente ad "invertire il processo". Il sistema occidentale è già al massimo del disordine e quindi non ritornerà in uno stato più ordinato come quello che tu auspichi; è invece possibile un'ulteriore evoluzione con un paradigma ex-novo.

      Anche l'islam si sta gradualmente aprendo al progressivismo, appunto perché in tutto il mondo civilizzato e globalizzato altre ideologie di più ampio respiro come l'economia stanno premendo per il cambiamento e i luoghi dell'islam sono più propriamente paesi ancora in via di sviluppo. Osservalo già accadere anche per le famiglie islamiche in Italia e più gradualmente nei luoghi dell'islam quando vai in vacanza all'estero.

      Non so poi se l'islam ti porterebbe l'evoluzione che vorresti: questa dottrina ha sempre mantenuto la pressione sociale per evitare l'emancipazione della donna e dare stabilità alla sua società ma è stata controbilanciata dal diritto di ogni donna ad essere mantenuta per tutta la vita. Nell'islam ogni donna acquisisce questo diritto per nascita e lo ottiene prima dal padre (o dal fratello) e poi dal futuro marito; di fatto quindi tollera l'ipergamia femminile compensandola con il diritto maschile alla poligamia.

      Nell'islam se non puoi mantenere una moglie, non potrai sposarti ed avere rapporti sessuali (quindi hai comunque una società con l'inceldom). La prostituzione e la pornografia sono proibite (quindi puoi capire la leva delle 30 vergini promesse nell'aldilà ai terroristi islamici). Invece, chi ha più soldi (e i ricchi sono meno che in occidente) può avere più mogli; si torna quindi sempre a LMS, che si conferma teoria universale del genere femminile.

      Dal punto di vista della stabilità sociale, il costrutto monogamo del cristianesimo (tradizione giudaico-cristiana) è sempre stato il più funzionale. Oggi invece l'ideologia MGTOW è il costrutto che meglio ti può tenere sia alla larga dalla consumismo sfrenato sia dall'essere parassitato; semplicemente consigliandoti di stare fuori da LTR. Meglio che dover mantenere una donna a vita solo per trombarla "free".

      E fregatene del "cazzosello" femminile; se sei redpill sai che la natura non è giusta (e questo vale anche per le donne in altri aspetti) ma - a meno di creare altre pressioni sociali - ha sempre funzionato così.

      Elimina
  2. Henry de Toluose Lautrec10 settembre 2019 14:17

    Sapere la verità non aiuta a scopare ma aiuta ad evitare investimenti sbagliati.
    Se sai che tra 5 anni i bond argentini falliranno, la notizia non ti farà guadagnare soldi ma ti farà evitare investimenti sbagliati.
    Se sai come funzionano le dinamiche uomo/donna, cerchi di capire il tuo valore LMS ed eviti di impelagarti in LTR dove sei usato come bancomat.
    Eventualmente ti trovi una donna di un Paese fuori UE dove tu hai un SM piu' alto (est europa), o addirittura un L piu' alto (ad esempio in giappone dove gli occidentali sono piu' belli e col cazzo piu' grosso).
    Se ti prendi una donna dell'est pero' dovresti vivere laggiu' con lei. Perche' se la porti qua lei si abitua al mercato italiano e potrebbe diventare rischioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Lautrec:

      Che dire torni anche tu sul forum...e ritorno anche io :-) .
      Ben ritrovato sul forum ... qualche volta nei post passati ti ho citato :-) .

      Perfettamente d'accordo...conoscere la red-pill per sfruttarla al meglio.

      Come fa Raul con i 2000 anni di storia dell'Hokuto-Shinken:
      https://www.youtube.com/watch?v=GkKsAYkKzBM


      Devo dire che sono stupito che la red-pill venga considerata anche in ambienti accademici e/o su giornalismo main-stream...beh non so tu (o altri lettori) ma io mi sento come osservatore della foresta che sta crescendo...e qualche albero ahimè è già caduto (leggasi chi ha fatto le stragi di donne ... violenza sempre condannata sia ben chiaro !!!).

      Da red-pillato sono inc@@@@@to con il mondo prima per questa cavolo di blue-pill perchè da informatico posso dirlo.
      SE c'è una cosa che fa più inc@@@@@re dell'assenza di documentazione in un progetto (cosa frequente) è la documentazione scritta molto bene con immagini e grafici e ben impaginata...ma piena di informazioni false e fuorvianti (appunto la blue-pill).


      Ora mi leggo le str@@@@@te scritta dalla psicologa nel suo articolo orginale però senza leggere mi viene da dire:
      Bella la vita di una licealotta con estetica da 7...7.5, con buona dialettica, famiglia ricca e laurea in psicologia presa per conoscere se stessi perché tanto si può vivere di rendita...mavafff !!!

      firmato: ex-nerd-chatters-slayer

      P.S.: ho visto in post passati chi mi ha rivolto domande ... appena posso vado a ri-ri-spondere all'indietro e/o a commentare fino al post del vero motivo per cui incel odiano le donne.

      Elimina
    2. Oppure ti fai MGTOW e risolvi alla radice.

      Elimina
    3. La soluzione “donna dell’est”, ad essere onesto, non mi ha mai convinto molto.
      Non dubito che, per vari motivi, il valore di un italiano laggiù possa lievitare.
      Peró, appunto, è necessario restare là, perché portandole in Italia il rischio che acquisiscano la nostra mentalità è molto alto.
      Doversi trasferire peró non è uno scherzo perchè, oltre a tutti i comprensibili disagi che comporta l’abbandonare casa e trasferirsi in un paese e una cultura diversi, esistono anche problemi ben maggiori, come ad esempio il lavoro.
      Se ció che ti rende più interessante è il fattore M, e questo deriva proprio dal tuo lavoro (come di solito accade), non è immaginabile trasferirsi.
      A meno ovviamente di svolgere una di quelle attività che si possono fare in qualunque luogo, che peró sono ancora una minoranza.
      Insomma, alla fine il gioco non vale la candela.
      Ci saranno anche delle esperienze felici, ma non ritengo che facciano testo.
      Personalmente preferisco restare in Italia e andare a pro.
      Alla fine l’investimento è minore e il risultato è assicurato.
      Non c’è il fattore validazione -direte voi- ma di quello francamente non me ne può fregar de meno.

      Elimina
    4. Henry de Toluose Lautrec11 settembre 2019 11:48

      > oppure ti fai MGTOW e risolvi alla radice.

      Sarebbe come dire ti fai vegetariano per prevenire il tumore al colon.

      Certo, lo puoi fare, pero' la carne ti piace e senti che nella vita ti manca qualcosa.

      La risposta è che purtroppo non c'è una soluzione, le "soluzioni" sono tutte surrogati frustranti.

      1) MGTOW solo? Sì, però alla fine affoghi le energie in videogame o hobby da sfigati per non pensare alla gnocca o passi le sere sui porntube col cazzo in mano.

      2) Donna dell'est? Sì, però è probabile che prima o poi te lo metta in quel posto. Anche lì tutto sta a QUANDO te lo metterà in quel posto. Se te la mette in quel posto dopo molti anni hai recuperato l'investimento. Faccio un esempio: tengo soldi sul conto corrente a interessi zero o compro obbligazioni rischiosissime decennali al 20% di interesse? Se le obbligazioni rischiosissime fanno il botto al 9° anno ci ho guadgnato lostesso con le cedole annuali.
      Se pero' te lo butta in culo dopo 4 anni sei rovinato.

      3) Prostitute? Quelle economiche da 100 euro in casa in genere non sono delle gnocche della madonna (in Italia, in Russia per 100 dollari hai le modelle per tutta la notte) e se non finisci in 10 minuti ti senti dire "sbrigati a finire ammore altrimenti ti finisco con le mani che c'è un cliente che aspetta".

      4)Fare lo zerbino di una pariestetica 40 enne e mantenere i figli di un altro? No grazie

      5) Ipogamare come se non ci fosse un domani e mettersi con una 3? No grazie, un minimo di attrattività ci deve essere perche' abbia un'erezione, inoltre poi c'è la questione del social proof, che figura ci fai con parenti e amici. E magari devi zerbinarla lostesso.

      6) Laurearsi in medicina diventare primario ospedaliero e acquisire un MS pazzesco nelle corsie ospedaliere e trombarsi le infermiere arriviste del proprio reparto? Sì, ti trombi le 25enni ma verranno con te solo per MS. Forse tra tutte è la soluzione comunque migliore perche' ti fa trombare senza dover mantenere figli altrui.

      7) Chirurgia estetica forse altra soluzione possibile: correggere malocclusioni, aumentare mascella, liposuzione ed eventualmente finti addominali in silicone. Per gli occhi stretti alla Bush o Alemanno (estremamente toparepellenti) non ci si puo' fare niente pero' (per fortuna io non li ho)

      Elimina
    5. Beh, quando capisci che la carne ti fa male, diventare vegetariano è oggettivamente una scelta molto sensata... soprattutto quando non si tratta di rinunciare del tutto ma solo di non esserne dipendenti...

      Elimina
    6. Onestamente, sulla base della mia esperienza personale direi:

      1) mi pare una visione stereotipata. Oltre agli
      hobby “da sfigati” ci sono anche: sport, viaggi, serate con gli amici, cinema, teatro, musica, persino impegno sociale, se te la senti.
      Io ad esempio sono MGTOW ma in vita mia ho giocato si e no un paio di volte a Pac Man.
      Insomma, bisogna evitare gli stereotipi...
      2) perfettamente d’accordo. Anzi, direi quasi ottimista. Meglio evitare.
      3) Che dire, hai avuto delle pessime esperienze. Mi dispiace; posso assicurarti, peró, che, per cento euro, si puó avere molto di meglio.
      Va detto che bisogna avere un po’ di esperienza e di fortuna. Personalmente ci vado da tempo e non tornerei indietro (a quando avevo una donna “free”) per nessun motivo al mondo.
      Non c’è validazione, è vero. Ma la validazione alla fine è un fatto psicologico e personalmente ho superato certe cazzate da tempo.
      4) d’accordo
      5) d’accordo
      6) grazie... è come dire che se vinci al superenalotto risolvi i tuoi problemi di povertà. Ad ogni modo, pur guadagnando abbastanza bene (3500 al mese circa) non lo farei mai; non vorrei trovarmi nei panni di quelli che poi mettono in cinta inconsapevolmente l’arrampicatrice sociale di turno...
      7) mi sembra un’esagerazione e uno spreco.
      Anche perchè presto diventi vecchio e comunque brutto. Meglio optare per altre soluzioni (vedi sopra)

      Elimina
    7. Henry de Toluose Lautrec12 settembre 2019 20:44

      Non è solo la validazione ma anche il social proof; a me cominciava a stare stretto l'essere considerato il brutto anatroccolo da tutti, essere bullizzato, e, last but not least, le classiche domande rompipalle della zia alla cena di Natale "ma la ragazza?" o i colleghi di lavoro che mormorano ("sarà gay? ma no, è solo uno sfigato" e i bulli "te non tromberai mai"). Quando hai una bella figa accanto nessuno osa piu' dire niente. Trombi, quindi sei qualcuno. Coito ergo sum. Se riesci a fregartene di tutto questo ti ammiro, io non ce la facevo più. Io ho fatto la mia scelta con tutte le consapevolezze del caso. Quantomeno non ho preso gli avanzi di un alfa. Ho fatto un investimento sperando in un Matrimonio 1.0 pescando quasi una ventina di anni fa in un villaggio dove il tempo sembrava essersi fermato (ormai con gli smartphone anche le ragazze di laggiu' saranno diventate ragazze 2.0) pur consapevole dei rischi che questo comporta. Incrociando le dita per ora è andata bene, del doman non c'è certezza e le statistiche sono a mio sfavore quindi non mi illudo di certo di essere l'unica coppia che durerà in eterno; c'è da dire che se il crack avviene tra 10 anni o piu', sinceramente, a quell'età non me ne fregherà piu' un cazzo. Mi dedicherò alla lettura o alla musica in solitudine. E' un po' come aprire una startup, oggi è una scelta rischiosissima e la maggior parte falliscono dopo 1 anno. Ma se fallisci dopo piu' di 20 anni durante i quali la ditta è andata bene e hai arraffato all'inverosimile, il fallimento non è piu' una tragedia. Tornassi indietro a 20 anni fa lo rifarei, ma se dovessi farlo ora (di trovarmi una donna laggiu') che esistono gli smartphone (e che le donne dell'est sono nate col capitalismo senza URSS) non mi azzarderei, ormai le donne sono 2.0 in tutte le parti del mondo. Forse si salva qualche paesino del sud Italia dove le ragazze con i genitori vivi non fanno le troie per paura dell'ira del padre. Ma non devi uscire da quel paesino perche' se andate a vivere a Milano o comunque in posti dove il padre non vedrà chi le entra in casa la sera mentre tu sei a fare il turno di notte saranno cazzi amari,anzi lunghi e duri.

      Elimina
    8. Ah beh, la pressione sociale esiste, inutile negarlo...
      peró, appunto, si tratta di essere razionali.
      Quando ho capito che per avere solo un po’di approvazione sociale avrei rischiato un mare di guai, mi sono reso conto che il banco mi giocava contro.
      E mi sono alzato dal tavolo.
      Mai vissuto tanto bene da allora... anche perché la gente, se crede, un motivo per sparlare di te, lo trova sempre.
      Inutile, allora, starne ad inseguire l’approvazione.
      Non è che voglia raccontare favole: non è facile.
      Ma, almeno nel mio caso, è stata la scelta migliore. Di gran lunga.

      Elimina
    9. @ Anonimo 22.09
      Una volta ero anch’io un ragazzo triste e rancoroso alla ricerca di una donna.
      Lookmaxavo, facendo inutili diete tentando di “migliorarmi” secondo il suggerimento dei vari forum.
      Poi, un giorno, su questo Blog, lessi un articolo: “Quello che non hai è quel che non ti manca”.
      Nè prima, nè dopo ho mai letto nulla di simile.
      L’autore, nel descrivere la sua storia, esponeva in modo chiaro e inconfutabile come l’origine della nostra ricerca di una “ragazza” fosse frutto della pressione sociale e non corrispondesse a un bisogno reale (anche perché per il sesso ci sono le pro).
      Fu un’illuminazione totale. Avevo divorato forum su forum in italiano e inglese ma la vera redpill la presi leggendo quell’articolo.
      Mi resi conto di quanto la verità fosse stata di fronte a me per tutto il tempo senza che me ne accorgessi.
      Era di pomeriggio e, come per un segno del destino, lo smartphone selezionó “Wasted Years” degli Iron Maiden.
      Di colpo pensai a tutto il tempo, i giorni, i mesi e gli anni passati a farmi condizionare dalla figa.
      A tutti i sacrifici che, se non erano stati inutili del tutto, di sicuro non erano compensati dal risultato.
      Anni sprecati, wasted years, appunto.
      Da allora la mia vita è cambiata, ho capito finalmente che perseguivo un fine, per me non solo inutile ma addirittura dannoso, che non era mio.
      Che si fottesse, chi mi giudicava perché non avevo una “fidanzata”!
      Che si fottessero, i parenti che mi chiedevano “quando ti sistemi”!
      Che si facessero fottere da qualcun altro, le donne che mi volevano ridurre a zerbino.
      E che si fottessero tutti i forum in cui gente con la tristezza tossica addosso pensava di dispensare consigli stupidi “il lookmaxing, appunto” volti solo a mettere a tacere il mondo con una donna al tuo fianco, che poi magari ti avrebbe rovinato.
      Da allora ho fatto solo quel che piace a me: mangiare senza sensi di colpa, guardare film, viaggiare, ascoltare musica (hard rock e metal) e mille altre cose.
      Per il sesso, ci sono le pro. Molto più economiche e trasparenti.
      Che dire, ogni ombra di tristezza me la sono levata di dosso.
      Ovunque tu sia, autore di quel fantastico articolo,
      GRAZIE.

      Elimina
    10. Ma è la storia di Erasmo!!!

      Ogni tanto interviene anche nei commenti.
      Mitico, numero uno.

      Elimina
    11. Henry de Toluose Lautrec13 settembre 2019 15:15

      Ribadisco che ammiro chi riesce ad essere MGTOW senza farsi condizionare dalle pressioni sociali.
      Un vero MGTOW però non dovrebbe neanche andare a puttane.
      Vero che spende meno, ma regala comunque soldi a una vaginomunita che non fa alcuna fatica, solo per la "rendita" della topa.
      Secondo me un MGTOW dovrebbe soddisfare i propri impulsi sessuali con altri metodi: masturbazione, sex bots quando finalmente li produrranno e pornografia rigorosamente free per non alimentare soldi nel sistema foraggia gnocche.
      Stamani ho visto un vero alpha god mode.
      Scena: ore 12 del mattino un ragazzo esce insieme a una ragazza da un portone (lui davanti, lei dietro, entrambi sui 25 anni)... lui si avvicina verso lo scooter, prima che si metta il casco lei d'impulso lo abbraccia e gli dà un bacio.
      Lui con aria distaccata "ciao bella, ci sentiamo" si mette il casco e se ne va.
      Lui moro, mascellone, occhi verdi, fisico asciutto. Un 8 pieno.
      Lei tra il 6 e 6,5, non brutta, trombabile ma senza niente di particolare che la faccia considerare "bella"
      Spiegazione che mi do' a tale scena:
      hanno scopato. Questo è certo. Hanno avuto una ONS e lei si è pure un po' invaghita. Probabilmente hanno scopato ieri sera e per buona parte della notte. Poi si sono addormentati insieme, stamani si sono svegliati con calma, ci hanno dato dentro di nuovo, una bella doccia e lui in tarda mattinata se ne va per la sua strada.
      Non è la sua ragazza. Alla tua ragazza non dici "ciao bella ci sentiamo" come diresti a un conoscente.
      Lei da come lo ha quasi rincorso per dargli il bacio finale si vede che si è presa una mezza scuffia per lui. ===> Lui se la ritromba quando vuole, ma per i prossimi giorni si tromberà altre.
      Che bella la vita da BF alfa in god mode.

      Elimina
    12. In realtà ai MGTOW non interessa molto del fatto di danneggiare o favorire le donne.
      Probabilmente, anzi, nel mondo “Redpill” sono coloro che hanno meno ostilità nei loro confronti (un vero MGTOW non dovrebbe averne proprio).
      A noi interessa solo vivere nel modo migliore possibile e per farlo crediamo sia necessario stare lontani dalle LTR.
      Ma non abbiamo scopi “politici” per cui che le donne si arricchiscano o meno ci interessa poco.
      Peraltro, attraverso la prostituzione si contrasta anche lo strapotere contrattuale delle donne.
      Esistono comunque molti tipi di MGTOW; i migliori, sono d’accordo con te, sono quelli che riescono a fare a meno del sesso (i cosiddetti MGTOW Monk), perché si sono liberati totalmente dalla schiavitù del sesso...
      Però non è facile, perché si tratta di controllare una pulsione biologica, non solo la pressione sociale.
      Quindi ci sono anche i MGTOW che hanno una vita sessuale, con le prostitute ma non solo.
      Anche Leonardo Di Caprio è un MGTOW, ad esempio, e potrebbe esserlo persino il tizio che descrivi tu.
      L’importante è tenersi alla larga dalle LTR, che sono la cosa in assoluto più rischiosa e dannosa.

      Elimina
    13. e dimmi, a 70 anni con chi te le fai le STR?

      Elimina
    14. a 70anni, se ancora ti tira, o sei moolto ricco e famoso, oppure vai a pro.

      Elimina
    15. insomma, ti vedi sfigato esattamente come ora... ti faccio uno spoiler: la pro con cui andrai gli altri la chiameranno 'badante'

      Elimina
    16. Non mi vedo sfigato nè ora nè domani; direi piuttosto saggio e felice. Infatti, non mi devo nè mi dovró fare carico di una stronza solo per scopare una volta ogni tanto.
      Oggi e domani -se ci arriverò- lo faró quando lo desidero e sapendo in anticipo quel che mi costa.
      E scusa se è poco...

      Elimina
    17. A proposito di validazione sociale: in molti ambienti di lavoro come "regola non scritta" devi essere fidanzato o sposato altrimenti sei visto come strano, come superereste questa pressione sociale? Cambiare lavoro non sembra una soluzione, devi pur mangiare e pagare le bollette e questa situazione si riscontra in tanti ambiti lavorativi.

      Elimina
  3. Non troppo tempo fa ci fu uno psichiatra che ebbe da dire qualcosa che, se non è redpill, ci va molto vicino. Il risultato delle sue affermazioni lo si può immaginare
    https://www.google.com/amp/s/www.giornalettismo.com/raffaele-morelli-donna-prostituta-iene-video/amp/

    RispondiElimina
  4. Quindi l'effetto alone è unidirezionale, non è vero che i comportamenti modificano la percezione estetica di una persona, piuttosto è sempre vero il contrario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate ho fatto un copia incolla sbagliato. Quello he ho scritto sopra era il proseguo di un altro discorso in cui dicevo che son stati fatti degli esperimenti che dimostravano quanto a fronte di comportamenti sbagliati i soggetti belli venivano ritenuti poi interessanti (non a caso esiste la figura del bello e dannato)

      Elimina
    2. Non sono d'accordo; l'effetto alone è bidirezionale. Così come può capitare di attribuire a priori caratteristiche caratteriali positive (magari inesistenti o cmq non così evidenti come sono in realtà) a persone belle, può anche succedere che una persona in un primo momento indifferente o addirittura lievemente sgradita per il suo aspetto poi, con il tempo, risulti attraente perché i suoi pregi umani la fanno vedere come tale.
      Innegabile però che, statisticamente, sia più frequente la prima fattispecie e che i recenti cambiamenti sociali nelle dinamiche di relazione la abbiano resa tale ancora di più.

      Elimina
  5. Henry de Toluose Lautrec10 settembre 2019 15:28

    Piu' che osservatore della foresta che cresce, io vedo la redpill come quelle informazioni che si cerca di nascondere cambiando le carte in tavola o partendo da presupposti fuorvianti.
    Un paragone interessante è quello con il livello di delinquenza degli immigrati.
    Ci vogliono far credere che non è vero che delinquono piu' degli Italiani con le seguenti affermazioni:
    -gli Italiani condannati sono piu' degli immigrati condannati (grazie, ci sono piu' Italiani che immigrati, il calcolo va fatto in percentuale... altrimenti in Islanda gli Islandesi sarebbero delinquentissimi e gli Italiani bravissimi)
    -gli immigrati sono aumentati ma i crimini sono diminuiti (Crozza); che cazzo c'entra? I crimini potrebbero essere diminuiti perche' sono diminuiti i crimini degli Italiani.
    Le statistiche vere, se uno le cerca, se le trova, in un file del Ministero dell'Interno e sono imbarazzanti, ma la polvere è ben nascosta sotto il tappeto.
    Allo stesso modo la redpill viene smentita con affermazioni grottesche e che non stanno ne in cielo ne in terra, come "ci sono piu' donne che uomini" (sì, di 80 anni); si guardi invece le statistiche demografiche dei residenti tra i 18 e 30 anni, che tra l'altro non tengono conto dell'invasione di clandestini, tutti maschi e in età militare.
    Le donne ovviamente nascondono la redpill perché si sentono smascherate. Ma i peggiori sono i giornalisti maschi che la pensano come noi ma dicono il contrario (magari per paura che poi le donne non gliela diano piu').
    Io stesso sono costretto a scrivere in anonimato. E a casa con la moglie, al lavoro e con conoscenti non parlo mai di redpill.
    (La prima regola della redpill è non parlare della redpill?) In teoria no, il vero redpillato dovrebbe fare proselitismo. Però cosa ci guadagno, scusa, magari la moglie smette di darmela o addirittura chiede la separazione e me la prendo in quel posto. Quando scrivo cose redpillate quindi lo faccio sotto copertura (nick non riconducibile a me, VPN straniera, e nel raccontare eventi della mia vita altero qualche dettaglio ininfluente ai fini della storia ma che possa sviare i sospetti, ad esempio potrei scrivere che ho frequentato un liceo a Ferrara e invece era a Reggio Emilia, non cambia nulla ai fini della storia ma si evita che qualcuno che mi conosce, leggendo tutti i miei post possa ricostruire che sono io).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Lautrec:

      Io intendevo foresta che cresce il numero sempre crescente di siti, pagine FB, forum, et similia che parlano di questi concetti.
      Comunque si per il momento noi red-pillati siamo appartenenti ad una confraternita di gentiluomini...ma ormai è evidente che siamo:
      * * * sotto doppio contro segreto speciale :-) (#01)

      Certo la blue-pill è omni-presente e non solo nelle dinamiche uomo/donna Ad esempio nel settore lavorativo ICT in questa italietta degli italioti intortano ancora i giovini dicendo che c'è lavoro a volontà, si guadagna bene, è un lavoro qualificato, sei riconosciuto, ecc. ecc.
      E non vale solo per settore ICT (dove con molti vaffa e tanti calci volanti alla Chuck Norris qualcosa di serio si trova...ma anche qui su 100offerte di lavoro io stimo in 15 quelle veramente serie...al momento io direi sono nella fascia appena sotto a questo 15%).

      Idem sui migranti ma qui ormai le storielle non possono più raccontarle perché la realtà è sotto gli occhi di tutti ed hai voglia a fare vedere una mamma con bimbo piangente in primo piano quando la telecamera stacca un attimo campo lungo e sono tutti bei maschioni palestrati desiderosi di lavorare per pagarci le pensioni.

      Appunto perché non ci si guadagna nulla dovere del red-pillato è starsene per conto proprio e nel caso divulgarne i concetti ai giovini ed in modo parziale prendendo come modello esempi di vita reale (così io faccio con i giovini colleghi) e scriverne sui forum.

      Inutile red-pillare la massa in quanto è piena appunto di zerbini, e cavalieri bianchi...di cui un esempio i giornalisti maschi che la pensano come noi ma dicono il contrario.

      Una volta (tanto vivo a casa da solo :-) ) ho tirato un porcone bestemmione quando ho letto la "cultura incel" … come se appunto essere incel fosse una scelta di vita un orientamento culturale.
      Come dire...ehi mi piace giocare al dungeons and dragons...faccio parte della cultura dei giocatori di ruolo...io invece sono un incel è la mia cultura...mavafff giornalisti del c@@@o !!!

      Poi magari costoro dicono cultura Incel (IN==involuntary) e sono loro stessi Incel che non scopano come si deve da almeno un anno e si zerbinano dando passaggi in macchina in palestra alla collega e portandole i fiori e questa qui in palestra dove si farà i pompini nello spogliatoio all'istruttore di cardio-fitness...odio puro e totale per gli zerbini !!!
      ED in questa nazione del c@@@o ahimè ce ne sono molti...come quelli che in un'economia di mercato comprano tutto a rate e si bevono tutte le c@@@@te del promotre finanziario in banca...e magari si credono dei geni della finanzia perché investono&rischiano e studiano ardite soluzioni finanziarie (altri prestiti, carte di credito per quelel di debito, unificazione di bollettini, ecc. ecc.) per rinegoziare i loro prestiti.


      Ma...cioè addirittura una VPN straniera ? E sti cavoli :-o !!!

      firmato: ex-nerd-chatters-slayer

      #01: +100 punti a chi trova la citazione a quale film per me caposaldo della cultura nerd...ma che contiene una grande lezione di vita.

      Elimina
    2. @Anonimo 10 settembre 2019 16:33
      ciao ex-nerd, era da un po' che non ti si sentiva! Se non erro, il film è Animal House...

      Elimina
    3. @Lautrec

      Oddio Henry, pure la VPN straniera mi pare esagerato.
      Ma chi hai sposato, un’agente del KGB? :D

      Elimina
    4. @ henry
      secondo me invece è utile fare proselitismo, per spargere il verbo red-pill e cambiare le cose.
      Ovviamente non tocca parlarne con le donne, sarebbero energie sprecate (tranne rari casi di donne antifemministe) ma parlandone con amici e colleghi, magari separati che devono dare metà del loro stipendio alla ex-vipera il discorso ha molta presa e si sfonda una porta già aperta, gli si linka un gruppo facebook:
      -diritti maschili RMA - gruppo di supporto.
      -condizione maschile e antifemminismo.
      e piano piano si cresce di numero e di rilevanza sociale-politica.

      quando non si è tanto sicuri di chi abbiamo di fronte basta parlare per discorsi inattaccabili, io ad esempio non parlo subito di redpill ma la prendo alla larga parlando di "UGUAGLIANZA DI DIRITTI" che è una cosa che nessuno si sognerebbe di contraddire!

      ed è anche sotto gli occhi di tutti che in caso di separazione la donna ci guadagna una casa (pagata dall'uomo) e un vitalizio, mentre l'uomo finisce sotto i ponti.
      poi basta raffrontare l'italia con l'estero (io prendo sempre l'esempio finlandese) dove questa cosa non succede, nessuno mantiene nessuno, se la casa era di lui torna a lui, se era di lei torna a lei, e se era comprata a metà si vende e si divide, punto.

      Elimina
    5. Henry de Toluose Lautrec11 settembre 2019 17:47

      ICT? Negli anni 2001 lavorai per una compagnia telefonica, su un Alcatel S12 (volgarmente quei tipi di centrale le chiamavano 12/40).
      Tra le altre cose programmai il sistema con cui, tramite un'interfaccia web, le ragazze del call-center abilitavano le utenze in carrier selection.
      (venivano messi in un database mysql e giornalmente veniva creato un file di testo appositamente formattato che in automatico veniva trasferito al sistema di rete intelligente)
      Me ne andai quando seppi che le ragazza che inserivano le utenze prendevano piu di me che avevo programmato il sistema.
      Cazzo, l'utente che prende piu' del programmatore.
      Cio' è assurdo, perché io che ho programmato una cosa, sicuramente saprei usarla da utente (e l'ho anche fatto, per testarla), loro che sono utenti non è detto che sappiano programmarla.
      Invece no, io ero il piu' sfigato, mi davano una pacca sulla spalla e mi dicevano bbbbravo, promettendomi aumenti che non arrivavano mai; come una donna che te la fa annusare ma non te la da.
      Fanculo.

      Elimina
    6. @Lautrec:
      Che dire...confermi quanto sostengo io sul settore ICT in Italia.

      Il mio fare carriera (prendo 2200 netti al mese a TI con contratto super-regolare contributi, ferie, buoni pasto, ecc. ecc. tutto pagato) lo ho ottenuto con continui vaffan@@@o, dimissioni, colloqui et similia.
      Non mi posso lamentare ma se dovessi perdere tale lavoro do tempo sei emsi al sistema lavorativo italiota di trovarmi lo stesso tipo di lavoro retribuzione (tollero un margine del 5% in negativo) altrimenti valigie e fuori dalle balle !!!


      E tu parli del 2001 un'epoca felice per il mondo del lavoro.
      Per i giovini che leggono prendano nota e si preparino (nel caso facciano studi in settore ICT e si bevono le panzane che dicono all'università, a scuola, o nei soliti servizi mainstream italioti dove dicono che i tecnici sono cercati e le povere aziendine italiote non li trovano) a belle dosi di red-pill per sopportare lo schifo che troveranno.

      Il mio consiglio o ogni sei mesi/ogni anno vedi un miglioramento ed entro cinque anni hai un lavoro serio oppure valigie e fuori dalle balle !!


      Per la cronaca anche io ero sottopagato ed ingenuo ma fiducioso, speranzoso e blue-pillato...il vantaggio è che un giovine di 20anni legge il mio post e le blu-pillate che gli raccontano può smontarle oppure almeno stare pronto...poi che dire così come ci sono le donne (ehm...diciamo un 5% :-) ) che al proprio uomo danno aMMore e sanno vedere in lui la bellezza interiore :-) ... può essere che ci siano lo stesso delle aziende serie (se le trovate buon per voi...ma attenti che settore ICT è pieno dicasi pieno di cazzari di prima categoria.


      firmato: ex-nerd-chatters-slayer

      Elimina
    7. @Andy:

      Esatto...vinci 100punti simpatia di ex-nerd :-) ....beh vediamo un po' magari a mille metto in palio qualcosa :-) .

      E qui la scena super-cult:
      https://www.youtube.com/watch?v=H7mO3JxMoek

      Questa vale per affrontare la vita almeno una cantica della divina commedia spiegata da un professore eterno tiinn-eigier di liceo dove Belushi esclama:
      "quando il gioco si a duro...i duri cominciano a giocare !!"


      firmato: ex-nerd-chatters-slayer

      Elimina
    8. Henry de Toluose Lautrec12 settembre 2019 21:36

      La VPN la uso per abitudine sui forum per avere libertà di pensiero e parola.
      Alla fine non ho mai detto niente di "sopra le righe" ma se dovesse scapparmi qualcosa di poco politically correct non vorrei che mi squillasse il citofono alle 7 di mattina.
      Su facebook ad esempio ormai mi sono cancellato definitivamente dopo essere stato bannato a tempo diverse volte per aver detto semplicemente la mia opinione.

      Elimina
  6. Sostanzialmente condivido le argomentazioni del Redpillatore sull' inconsistenza dell' articolo, quello su cui sono un po' scettico è la conclusione, concetto più volte rimarcato in questo blog, secondo cui la condizione femminile (di donne brutte incluse) sarebbe una sorta di eden in cui vivono come principesse grazie al lavoro e alla fatica di tanti uomini i cui meriti e sacrifici non vengono minimamente riconosciuti. La realtà è assai diversa : a parte poche privilegiate che fanno effettivamente una vita lussuosa, ma ci sono sempre state anche prima, la maggior parte si devono sbattere tra casa, lavoro con uno stipendio misero, e


    figli da accudire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono sbagliato a postare come "sconosciuto", comunque confermo il mio pensiero, in forza del quale, se potessi rinascere, non sceglierei di nascere donna. Ciao.

      Elimina
    2. veramente la maggior parte delle impiegate (ovvero comodi posti in ufficio con 'aria condizionata) pubbliche sono donne!!
      mentre il 98% delle morti sul lavoro sono di uomini! e anche la quasi totalità dei lavori usuranti e mortali sono svolti da uomini

      leggi qui:
      https://www.facebook.com/Antisessismo/photos/a.658477794206687/2319286398125810/?type=3&theater&ifg=1

      inoltre la cosa della differenza salariale è una balla femminista dato che i contratti non fanno differenza di sesso, e se le dipendenti donne venissero pagate di meno rispetto agli uomini le aziende assumerebbero solo donne dato che per loro sarebbe un risparmio ma così nn è!

      Elimina
  7. “...è fortemente ideologizzata e ha una forte impronta progressista...” Al di là di tutto ciò di cui si discute qui e in quei pochi luoghi simili, per me il problema più grande è proprio questo: l’influenza nefasta dei progressisti / servi dell'elite mondiale / radical-chic ipocriti che fanno di tutto per tenere la massa ad un livello di rincoglionimento tale da poter essere manipolata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che in questo articolo si parla di psicologia, ti potrebbe interessare approfondire (((Freud))) e la nefasta influenza che la psicanalisi ha avuto per giustificare e spingere la rivoluzione sessuale.

      Elimina
  8. Ma quindi secondo voi un incel come potrebbe fare ad uscire da questa condizione? Mica facile immaginare di stare a vita così, sembra una sorta di ergastolo. E non intendo suggerimenti come "ricorrere alle prostitute" perché non è assolutamente la stessa cosa. C'è qualche libro che parla di come porre rimedio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molti suggerimenti sensati vengono citati in questo articolo https://www.ilredpillatore.org/2018/01/come-attrarre-donna-conquistare-ragazza.html

      Elimina
    2. @Anonimo 10 settembre 2019 17:24
      Non esiste “la soluzione”, ogni caso è a sé stante.
      Vuoi provare a migliorare il tuo valore di LMS? Fallo.
      Vuoi provare a stare per conto tuo e fregartene delle donne? Fallo.
      Vuoi provare a rapinare la Federal Reserve Bank per diventare ricco ed essere attorniato da modelle ventenni? Io te lo sconsiglio vivamente, ma se vuoi fallo.
      Ripeto: non esiste una soluzione al problema.
      Ognuno deve giocarsi le carte che gli sono state date. Crudo a dirsi? Certo, ma è così.

      Elimina
  9. Ho scoperto da poco il tuo blog e mi sono divorato tutti i tuoi articoli nel giro di pochissimo tempo. Sei davvero una delle pochissime persone libere dalle menzogne che ci propinano ogni giorno e guardi la realtà per quella che è: schifosa, insulsa e piatta, ma pur sempre una realtà che dovremmo tutti cercare di fare nostra per poter agire di conseguenza. Ci propinano specchietti per le allodole quotidianamente e ci fanno girare a vuoto, ma se una persona si fermasse un minimo a ragionare, capirebbe in poco tempo che c'è qualcosa che non va e così tutti i tasselli inizierebbero a ricomporsi. Troppo comodo buttare la colpa a cose campate in aria, troppo difficile invece affrontare la dura realtà e la cosa ancora più brutta è quella di non potersi confrontare perché purtroppo la redpill non è accettata.

    Nonostante tutto continuo ad aspettare con quella flebile speranza che prima o poi incontrerò quella donna che un minimo si divincola di questo postmodernismo schifoso in cui conta solo l'apparire e il fare, e guardi anche quella che è la persona. Non dico che vorrei una persona totalmente immaterialista, ma per lo meno un minimo interessata a quella che è la mia persona.

    Avevo una ragazza fino a qualche mese fa e fondamentalmente dopo 2 anni di relazione mi ero reso conto che di me non se ne era mai fregata nulla, non sapeva chi fossi, non sapeva trovare dei pregi in me, dei validi motivi per cui avesse speso tutto quel tempo dietro a me. Queste sono le relazioni, negarlo equivale a dire che il cielo è verde e tranne pochissime eccezioni, sono tutti così.

    La cosa ancora più triste è che un uomo sub 6 non ha altra scelta se non quella di paggettare da schifo per avere una relazione di questo tipo con donne frivole, insoddisfacenti e che ti fanno pesare ogni singola cosa perché non sono riuscite a fidanzarsi con un figo. Ecco questa è la mia posizione attuale e fanc*lo a questi psicologi pecoroni che estorcono il denaro dai poveracci per poi andarsela a spassare nella vita privata.

    Mgtow per necessità fino a quando non troverò una donna che mi dia quel qualcosa che ancora non ho trovato in quelle poche che ho avuto.

    RispondiElimina
  10. Quando, l'anno scorso, l'APS ha dichiarato ufficialmente che lo stoicismo è una caratteristica della "mascolinità tossica" (lol), la Psicologia si è definitivamente e irrimediabilmente sputtanata. Che la Redpill non sia ina teoria scientifica ma una serie di osservazioni empiriche non sistematizzate e non tutte esatte è vero, ma gli psicologi hanno perso ogni autorevolezza scientifica. E ora scusate, ma da buon maskilista-sessistah-misoggeno mi vado a rileggere Marco Aurelio (quello vero, lasciate stare quella puttanata de "Il Gladiatore").

    Daniele

    RispondiElimina
  11. Tutto vero, alla fine la redpill è una teoria basilare e facilemente osservabile nella realtà. Nonostante condivida appieno i concetti fondamentali, ritengo che pensare tutto il giorno a ipergamia, mandibole, voti estetici o il perché Tizio scopa e Caio no sia controproducente e ti fotta il cervello.
    Piuttosto bisogna prenderla come spunto per capire in che direzione muoversi una volta capito dove si sta nella piramide sessuale.
    Sul miglioramento personale spezzo una lancia in favore sperando di non attirarmi le vostre ire. Io se non mi fossi fatto il culo a studiare, a imparare le lingue e a migliorare il fisico, a viaggiare e a provarci facendo tante figure di merda probabilmente non avrei scopato un cazzo. E posso garantirvi che il giusto mind set aiuta e parecchio, portando dei risultati inaspettati (nel mio caso quando avevo il pallino della figa e della caccia, ho scopato parecchio e con tipe tutto sommato decenti, ovvio che il mio amico belloccio beccava 3 volte più di me)
    Secondo me tanta gente dovrebbe staccare un po da questo blog (perdonami Red) e da certi pensieri e vivere una vita il più possibile normale. Posso dirvi che certe emozioni sono impagabili e bisogna lottare con le unghie e con i denti per averle, dallo strappare il limone in disco alla ragazza carina che ti stava guardando a svegliarti al mattino con una donna dopo una notte di sesso.
    In bocca al lupo a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come al solito hai ragione, la vedo come te e mi rispecchio nelle tue esperienze. L' errore di fondo commesso da "incel", ma anche "redpillati", sta nel vedere la fica come un diritto, un qualcosa di dovuto a tutti. Al contrario, è un bene disponibile in offerta molto più limitata rispetto alla domanda, e quindi per poterne usufruire si deve lottare e superare la concorrenza. Tutto qui, il resto è aria fritta.

      Elimina
    2. Ci sarebbe da discutere su quanto sia giusto che un uomo debba "lottare con le unghie e con i denti" e studiare e lavorare e farsi il mazzo per anni mentre alla sua equivalente femminile tutto è dovuto e subito. Visto che al giorno d'oggi non si fa altro che parlare di uguaglianza e di diritti tutto il giorno penso che sia tempo che si inizi a parlare anche delle situazioni in cui sono gli uomini ad essere fortemente svantaggiati.
      Io personalmente a vent'anni mi sono fatto il mazzo, ho divorato ogni genere di libro sulla seduzione e sul miglioramento personale, mi sono allenato e ho looksmaxato per quanto ho potuto, ho approcciato migliaia di ragazze prendendo altrettanti pali, ma ora questo stoicismo non lo approvo più.

      Poi non penso proprio che sia questo blog, che in media viene aggiornato una volta a settimana, a impedire una vita normale e a rubare il tempo a chi vuole intraprendere un percorso di miglioramento.

      Elimina
    3. "Io personalmente a vent'anni mi sono fatto il mazzo, ho divorato ogni genere di libro sulla seduzione e sul miglioramento personale, mi sono allenato e ho looksmaxato per quanto ho potuto, ho approcciato migliaia di ragazze prendendo altrettanti pali, ma ora questo stoicismo non lo approvo più. "

      lol

      Elimina
    4. Per MountainLion
      Giusto. La bella figa gratis non è un diritto, lo è semmai la prostituzione.
      È sacrosanto il diritto di scopare dopo una dura giornata di lavoro, si tirano fuori i 50 euro e via dalla professionista! Anche qui ci sarebbero pagine e pagine da scrivere però non è questo il luogo. In questo blog mi sembra che il discorso si incentri sulla disponibilità e il successo con la femmina free che è un universo a parte nemmeno paragonabile alle prostitute.

      Per il Redpillatore.
      Scusa se ti chiedo.. ma hai mai pensato di "girare" attorno al problema? Mi spiego meglio. Nel 2008 ho comprato anche io The Game. Ho cominciato con un mio amico a fare tutte le cazzate che suggeriva il libro.. serate in disco, circoli sociali ecc. Beh in 3 mesi ho avuto una storiella con una ragazza, il tutto nato sull'onda d'urto di quel periodo: discoteca, tavoli, amici pr, fare tardi fino al mattino, battute studiate ecc. Ora, se in 3 mesi ho rimediato solo una tipa qualcuno giustamente può dire: "bel coglione che sei. Un botto di spese e tempo sprecato per una figa solo. Fossi stato un vero bomber te ne saresti fatte 20". E io dico avete ragione. Ma siamo in Italia raga, molti abitano in provincia, vivono con i genitori, sono tirati coi soldi, nemmeno lavorano ed escono sempre nei soliti 4 posti. Quella è stata una tappa fondamentale per capire che la strada era proprio un'altra e l'ottica è quella di lungo periodo.
      Ho lasciato così da parte il "mondo della seduzione". Ho incominciato a studiare all'uni e a lavorare nel weekend, durante la settimana allenamenti duri con dieta. Ho coltivato amicizie profonde e sincere (almeno da parte mia) che mi hanno permesso di imparare a vivere, non solo dal punto di vista della figa. Con le donne ho "giocato" d'astuzia, cogliendo ogni possibilità quando si presentava, anche se non erano le uscite classiche come uno le intende. Ho preso molti pali e delusioni, sono anche stato lasciato ma ho avuto molte soddisfazioni, quelle che ti danno la carica! Non credo nel karma o nel destino, ma ho visto per esperienza personale che i periodi "di abbondanza" continuano a portare su cose buone come un moltiplicatore (donne, amicizie, risultati accademici o professionali) così come i periodi di merda sembrano non finire mai e portare sempre e solo sfighe. Quando entri in un periodaccio brutto, e occhio che a finire in depressione è un attimo, ci vuole una gran forza per uscirne e se non hai le spalle grosse e le budella forti non ne esci proprio più. Chi entra in quel tunnel, e qui dentro e in altri forum redpill ce ne sono e li vedi che ripetono sempre le solite 3 cose, rischia di aggravare la sua situazione e di distruggere anche il salvabile.
      Detto questo complimenti ancora per il blog, si vede che ci tieni. Hai creato una bella community tutto sommato e leggerti fa sempre piacere.

      Elimina
    5. @Roger: la prostituzione però dovrebbe essere facilmente accessibile ed economica, possibilmente sovvenzionata in parte dallo Stato, perché non trovo giusto costringere un ragazzo giovane, per soddisfare un bisogno fondamentale, a spendere centinaia di euro mensili che magari non si può permettere perché è studente.

      Quanto a me, non so se ho capito bene cosa intendi. In pratica nel tuo discorso vuoi dire che avrei dovuto lasciar perdere i metodi pua e limitarmi a costruire un mio circoletto sociale. In pratica è quello che in linguaggio redpill si chiama statusmaxare, ovvero lavorare per migliorare il proprio status. Non l'ho fatto, ho preso coscienza troppo tardi di queste dinamiche e alla soglia dei trent'anni diventava troppo difficile costruirmi uno status da zero, soprattutto in un piccolo paesello di provincia quale è quello in cui vivo.

      Comunque non sminuire il tuo risultato di una tipa in 3 mesi, soprattutto se è anche almeno normoestetica. Ora non so quante tu ne abbia approcciate, ma una tipa in 3 mesi sono 4 tipe l'anno, 40 in un decennio. Non è da tutti fare quei numeri.

      Elimina
    6. Sulla Prostituzione. All' estero costa troppo (vedi Olanda e Germania) ti trovi delle super gnocche bionde in vetrina, spendi tanto però per avere poco. Austria, Svizzera e Slovenia spendi un putiferio per fare una giornata sesso, senza contare la macchina per andare fin lì.. poi io sono favorevole alla prostituzione, sono stato e sono tuttora un cliente, però buttare i soldi anche no.
      Per esperienza personale, conviene muoversi vicino a casa, si fanno dei tentativi: 50 per cento va bene, 50 per cento va male. Io ci andavo anche da studente ma lavoravo già e a casa non me la passavo così male di soldi per cui capisco che per qualcuno possa essere troppo esoso come passatempo.

      Sui circoli sociali. Sì, mi riferivo proprio a quelli: nonostante abbia preso anche pugnalate alle spalle, fare parte di più gruppi ed avere una buona considerazione fa sempre bene.. che si tratti di avvicinare una ragazza, piuttosto che qualche dritta per il lavoro o anche avere uno sconto se devi andare dal carrozziere ;) scherzi a parte, io sono esteticamente nella media comunque senza circoli sociali non sarei mai andato in buca. Forse in 2 occasioni ho conosciuto 2 ragazze che mi sono portato a letto senza avere conoscenze in comune ma tutto il resto proviene dai circoli sociali.


      Terzo punto. Se avessi avuto una tipa nuova ogni 3 mesi sarei stato un re! :D
      In genere una all'anno.. anche se una volta me ne sono capitate 4 in sei mesi e mi piacevano tutte. Ma anche lì é questione di fortuna, bisogna uscire tanto e avere tempo libero. Alcuni periodi non ho proprio battuto chiodo invece tra il lavoro e lo studio zero tempo, zero voglia di uscire e di socializzare.

      Elimina
    7. Sì, peró, ragazzi, tutta questa storia del lookmaxare e del “miglioramento” personale va demitizzata.
      Io non dico che sia una cazzata totale, ma per molti consente di arrivare si e no alla sufficienza.
      Ma con il 6, a meno di puntare a una LTR (che è roba da idioti a prescindere) non ci cavi un ragno dal buco.
      L’unica soluzione è il MGTOW.
      MGTOW monk, per chi ci riesce, oppure MGTOW che va con le pro, oppure, se è proprio un figo, con le free.
      Onestamente non mi trovo poi con il discorso “costi”. In Germania, ad esempio, con 100 euro rimedi cose notevoli. Un po’meno in Svizzera, ma per andarci ci vuole poco.
      Ad ogni modo, sempre meno che per riuscire a concludere con una tipa.
      Sinceramente, dopo aver provato una strada simile a quella di Roger, ho concluso che non ne valeva la pena. Ho lasciato i pesi in cantina, ho ricominciato a mangiare come un porco e ho ripreso i contatti coi miei amici meganerd.
      Per il sesso, appunto, le pro.
      Non vedo perché per infilare il pisello in una vagina dovrei fingere di essere la persona che non sono.
      Meglio così, ma di brutto peró.

      Elimina
    8. Ancora una volta mi tocca ribadire un concetto che dovrebbe essere ovvio, ma tanto ovvio non è, a quanto pare.

      Il looksmaxing si fa prima di tutto per NOI STESSI, per la nostra salute e per sentirci meglio.
      Solo SECONDARIAMENTE si deve pensare alle donne: se si slayera bene, altrimenti pazienza, in ogni caso siamo migliorati esteticamente (e no, il 6 lo si può anche superare se abbiamo un buon potenziale: molto difficile ed estremamente raro è piuttosto superare il 7, anche con la chirurgia), siamo più sani ed abbiamo la coscienza a posto!

      Questo per me significa ragionare davvero da "MGTOW".

      Però non deve assolutamente passare il messaggio che la strada migliore è quella di ingozzarsi e lasciarsi andare, compromettendo magari non solo la propria estetica, ma soprattutto la propria salute: questa è una battaglia che continuerò a combattere fintanto che leggerò gente che sminuisce o demonizza il miglioramento personale su questo blog, che a suo tempo nacque come piattaforma dove il concetto di automiglioramento rappresentava un punto cardine.

      Elimina
    9. @Marco

      Qui l’unica cosa ovvia è che ciascuno deve perseguire le attività che preferisce.

      A te piace fare palestra e coltivi il culto del corpo?
      Bene, Fallo.

      A me, personalmente, fa schifo. Sono altre le passioni che amo coltivare. E le coltivo.
      L’unica ragione per cui lo facevo era la speranza di scopare free.
      Speranza, come dici anche tu, vana.
      È per questo che, venuta meno quella, non trovo alcuna ragione per proseguire.

      La mia non è una posizione meno sensata e meno degna di considerazione della tua. Non è un “lasciarsi andare”, o arrendersi: al contrario è un riprendersi la propria vita e fare ció che più mi aggrada.
      Ovviamente non desidero suicidarmi, quindi non supero mai la soglia che comprometterebbe la mia salute.

      Se c’è un atteggiamento che trovo ODIOSO è quello di chi pretende di presentare il suo modello di vita come il migliore possibile e tutti gli altri come un modo di “arrendersi”, “lasciarsi andare”, ecc.

      Quindi il Lookmaxing “si faccia per noi stessi” , come dici tu, È VERO SOLO A CONDIZIONE CHE LA COSA CI PIACCIA E DIA SODDISFAZIONE!!!
      Ma non è mica un dato oggettivo, ció che piace e dà soddisfazione; dipende dalle inclinazioni di ognuno.

      In sè e per sè, a te potrà dare soddisfazione dimagrire o aumentare la massa muscolare tanto quanto a un altro potrebbe darne il vincere una gara di rutti.

      È la stessa cosa. Avreste solo gusti diversi.

      Dunque, per quanto la cosa dovrebbe essere OVVIA, te lo dico serenamente: fa’ tutto lo sport e tutte le diete che desideri, ma non pretendere di andare per il mondo a catechizzare chi invece non ama questo stile di vita e non lo considera una forma di realizzazione.

      Elimina
    10. Concludo:
      fate della nostra vita quello che vi pare, ma evitate di presentare il lookmaxing come un imperativo categorico per ogni redpillato:
      è un’IMBECILLITÀ DI PROPORZIONI GIGANTESCHE.
      Per capirlo bastano un pelo di buon senso e due neuroni in croce.

      Elimina
    11. @Fox

      Nè io e nè altri pretendiamo di ergerci a guru di nessuno.

      Il fatto è che pure presentare il looksmaxing come "cazzata" o "imbecillità" dà un po' fastidio, per il semplice fatto che non è vero.
      E poi non è un imperativo categorico per ogni redpillato, anzi se non si ha potenziale è meglio proprio lasciar perdere.

      Il fatto principale però, che spesso si sottovaluta, è che risultare esteticamente presentabili non c'entra solo con lo scopare o meno (quest'idea andrebbe superata), bensì con la percezione che le persone hanno di noi a 360°.

      E' il concetto di EFFETTO ALONE, a cui questo blog dedica articoli ad hoc.

      Ovviamente nessuno obbliga gli altri a seguire un certo stile di vita, però d'altro canto ognuno dovrebbe assumersi le proprie responsabilità.

      Uno sceglie di lasciarsi andare e di compromettere pure la propria salute (perchè abbuffarsi e nerdare tutto il giorno di certo non fa bene al corpo e alla mente, non raccontiamoci favole dai)?
      Bene, libero di farlo, però che ne abbia almeno presenti le conseguenze.

      Elimina
    12. Per me ognuno è libero di fare quello che crede.
      Me ne sbatto altamente degli altri, non sto li a suggerire diete o a rompere i coglioni a chi beve qualche birra. Pure io mi spaccavo di spritz e vino il fine settimana.
      Nel mio caso fate sport MI PIACE, mi rilascia endorfine, sto bene fisicamente, mi piace guardarmi allo specchio e avere che camicie e le giacche che cadono giuste, non mi crea problemi rinunciare a certi cibi, mi entusiasmava molto preparare i pasti per la settimana, fare la spesa e cercare i miei cibi. Mi piace scambiare pareri con altri ragazzi che si allenano, i trucchi e le varie tecniche.
      Quello che NON sopporto nemmeno io sono le costrizioni imposte da altre persone sempre nel giro delle palestre.. tanta gente l' ho mandata a fanculo, nonostante ci tenga al fisico non posso sentire qualcuno che mi venga a dire che non posso bere un bicchiere di vino, piuttosto che mangiare un pizza o un dolcetto.
      Ho passato anche io gli anni "pazzi" degli 8 pasti al giorno, zero alcol e tutta la compagnia era composta da bodybuilder, alcuni anche di livello alto che hanno gareggiato in competizioni importanti. Poi ho tirato il freno pure io.. una vita del genere è insostenibile a meno che non diventi il tuo lavoro. Poi non ho mollato di brutto, mi piaceva il lifestyle per cui ho ridotto qualcosina.

      Ho ripreso anche altre vecchie passioni outdoor che mi danno un sacco di gioie e soddisfazioni che con la figa non hanno nulla a che fare. Il concetto è questo: puoi stare sul divano, distruggerti di mangiare, andare incontro a problemi di salute o all'opposto diventare un secco di 50 kili, sviluppare una cifosi a forza di stare seduto a giocare al PC, segarti tutto il giorno. Vedo amici e perfino familiari che si stanno riducendo così. E sai cosa ti dico? Non ho mai rotto il cazzo a nessuno per come sta fisicamente, però se mi dovessero chiedere consigli o volessero allenarsi con me sarei felicissimo di dargli una mano.

      Fox, probabilmente non ti piaceva far palestra e curarti. Guarda, ti auguro il meglio. Tuttavia il messaggio che non deve passare perché ci leggono ragazzetti anche più giovani è proprio quello di lasciarsi andare. La spugna la getti quando le carte le hai provate tutte.. avere un rapporto disfunzionale con il cibo, l'alcol, le puttane o il gioco d' azzardo ti può portare a imboccare delle strade senza ritorno che ti possono rovinare veramente la vita. Avrei mille casi di gente a me vicina che si è rovinata con i vizi. Ma qui andremmo a finire OT.
      Un saluto

      Elimina
    13. Aggiungo un'altra cosa.
      Con sta storia del MGTOW, non so se qualcuno di voi sia riuscito nell'impresa di fare l' asceta. Capisco che ci siano dei periodi dove non si riesca proprio a scopare senza pagare, ci sta. Però quando il treno passa e arriva una che te la. tira addosso bisogna essere reattivi e portare a casa il punto. Vorrei vedervi se vi venisse fuori una bella fighetta che vuole darvela, se gli dite "no scusa sono mgtow, tu sei una 6,5 io un 6 lookmaxato, poi se facciamo una ltr tu mi tradisci e io finisco sul lastrico ecc" ecco, questi sono i pensieri tossici. Scopate tutto quello che vi capita a tiro free quando avete occasione, non impegnatevi, siate liberi.

      Elimina
    14. E io sono felice per voi, cari Marco e Roger,
      se vi piace fare sport e curare il vostro corpo.
      Il messaggio che peró NON deve passare, proprio perché ci leggono tanti ragazzi, è che quella sia l’unica strada per la realizzazione e la felicità. Per il semplice fatto che è FALSO.
      Peraltro vivere in funzione di diete e sport non è meno nocivo, per la mente e pure per il corpo che stare 15 ore davanti al PC.
      Cosa che, per inciso, non ho mai consigliato di fare.
      Insomma, è l’approccio: “fate come volete ma la mia è la strada giusta” a essere irritante. Fa molto nazivegano, per dire.
      Per il resto, Roger, una che “te la tira addosso” è più o meno al livello della “marmotta che incartava la cioccolata”.
      Nel mondo reale queste cose accadono -forse- a chi sta dal 8 in su.
      Il vero pensiero tossico che inquina la mente di tanti INCEL è che non esista altro al mondo che a figa e che varrebbe qualunque sacrificio procurarsela.
      Un pensiero che davvero rischia di rovinarti molto più della più grave delle obesità.

      Elimina
    15. Tutto vero, Fox. Non posso darti torto, non c' è una strada giusta, ognuno trova il suo sentiero.
      Comunque sul fatto del "tirartela addosso" mi riferisco alle tipe che ti mandano segnali espliciti per scopare.
      Ma se ad esempio una viene a casa tua alle 2 di notte e si sdraia sul tuo letto secondo te è venuta lì per stare a sentire te che parli?
      Oppure una che ti cerca sempre via SMS o manda la sua amica in avanscoperta a per farvi conoscere? Come le chiami queste cose? Poi se volete anche fargli firmare la ricevuta prima di scopare..

      Elimina
    16. @Fox

      Fra vivere in funzione di diete+sport e semplicemente seguire una sana ed equilibrata alimentazione (magari sgarrando pure nel weekend) svolgendo al contempo una moderata attività fisica (e con questo s'intende palestra 3 volte a settimana e camminare fra mezz'oretta ed un'ora tutti i giorni, non certo fare rafting sulle cascate del Niagara e/o trekking sulle Dolomiti 7 giorni su 7) ci passa veramente un abisso.
      Vivere in funzione di dieta e sport è pure un eccesso, chiaramente, ma con questo s'intende uno che va in palestra o fa sport tutti i giorni e si ciba sempre e solo di avena, merluzzo e proteine in polvere: nè io nè altri ci siamo mai lontanamente sognati di proporre uno stile di vita del genere (che sì, è malsano quanto il nerdare 15 ore al giorno se non forse di più).

      Sono d'accordo anche riguardo al superamento di una visione figa-centrica della vita che ti scaraventa in un vortice di aspettative insoddisfatte, ansia, stress e chi più ne ha, più ne metta.

      La chiave è pensare a sè stessi, a migliorarsi per avere un miglior rapporto prima di tutto con la nostra coscienza (e naturalmente renderci decenti esteticamente ma questo, come sottolineavo, va ben al di là del discorso "donne").

      @Roger

      Quegli episodi che citi però sono effettivamente cose che capitano, di norma, solo a gente over7, quindi ti faccio un paio di domande: quelle tipe facevano parte del tuo circolo sociale (quindi già ti conoscevano, anche solo indirettamente)?
      Oppure erano complete sconosciute?

      Se si tratta della prima ipotesi, ci può ancora stare anche per un 6,5 con buono status e con un social circle qualitativamente e quantitativamente molto valido.
      Viceversa, se si tratta della seconda, è impossibile tu sia esteticamente nella media, oppure sei effettivamente un normaloide ma hai money o status a livelli da VIP.
      Perchè sconosciute che ti entrano in casa dal nulla è davvero roba da modelli veri sull'8,5/9 oppure da VIP conclamati.

      Elimina
    17. @Marco

      Nel mio caso le tipe provenivano dai circoli (esperienze che mi sono capitate nel periodo d'oro).
      Faccio un piccolo sunto. Quella che si è sdraiata nel letto la conoscevo da 2 mesi (eravamo in compagnia insieme) e quella sera mi ha detto a chiare lettere se avevo voglia.
      Un'altra era la commessa di un negozio di vestiti sotto la mia palestra: mi sorrideva e salutava tutti i giorni finché una volta è uscita una sua collega che mi ha preso per mano, portato dentro e fatto conoscere sta tipa! Che imbarazzo quella volta, cmq poi alla fine con quest'ultima nulla di fatto :D da coglione non le ho neanche chiesto il numero.
      Un'altra ancora mi ha fermato in bar, ma ricade sempre nel discorso circoli sociali.. era amica di amici, ci scambiamo i numeri: trombata la prima sera, mi ha scritto lei alle 11 di un lunedì sera.
      E poi altri intrallazzi con colleghe di università, coinquiline di amici ecc.
      A freddo invece ho sempre beccato poco o niente, o meglio sono riuscito a strappare diversi limoni in disco o in bar ma poi la conclusione non è arrivata, vuoi per motivi logistici, alcol nel sangue, ripensamenti dell'ultimo minuto e chi più ne ha più ne metta.
      Ho diversi amici che sono tranquillamente sopra il 7. Loro hanno oggettivamente una marcia in più e in certi periodi li ho visti scoparsi anche 3 fighe a settimana. Io credo di essere un gradino estetico sotto.. avendo meno possibilità devi imparare in fretta a non fare errori clamorosi per mangiarti anche quelle che vogliono dartela. E credimi che a 20 anni ero un tale coglione che ne ho perse talmente tante, a stare in bar a bere mentre avrei potuto uscire con queste signorine che mi chiedevano di andare a trovarle. Bel coglione. Adesso campa cavallo prima che mi vengano sotto di nuovo le ventenni

      Elimina
    18. Mah, veramente esistono pure delle donne intraprendenti (ne ho incrociata qualcuno nella fascia d'età 20/45 e range estetico 6/7) le quali hanno curiosità di scopazzare in giro per i motivi più vari. Pure se uno sta sotto l'8 ed è uno spiantato (basta non sembrarlo... incredibile ma vero i danarosi stanno sempre a rimarcare quanto siano danarosi e a menarla con hobby e lavoro i quali spesso non interessano una mazza alle donne cui mirano). Basta muoversi: quando viaggiavo parecchio (pendolare ferroviario quotidiano, o due volte al mese in aeroporto) occasioni si sfioravano. Ci vuole un minimo di culo, come in ogni cosa della vita, ma il culo va sostenuto (squat o stacchi o tante tante scale) e in tal caso ci si sente ottimisti.

      Elimina
    19. @Roger

      "Un'altra era la commessa di un negozio di vestiti sotto la mia palestra: mi sorrideva e salutava tutti i giorni finché una volta è uscita una sua collega che mi ha preso per mano, portato dentro e fatto conoscere sta tipa!"

      Se gli altri episodi che citi rappresentano casi di tipe che già conoscevi o amiche di amici (quindi ragazze arrivate grazie al social circle, il che come dicevo ci sta ancora benissimo per un 6,5), questa del negozio era proprio una completa sconosciuta per come la vedo io.
      Una completa sconosciuta che ti ha pressochè approcciato dal nulla senza una conoscenza pregressa, neppure indiretta come nel caso dell'amica di amici.

      Ti dico, io sono valutato fra il 6,5 ed il 7 (come autovalutazione però mi dò 6: "normaloide puro", l'unico vero pregio è che dimostro 10-12 anni in meno rispetto ai miei 39, avendo fisico asciutto, tutti i capelli e viso ancora giovanile) e roba del genere per me è fantascienza, al massimo becco qualche sguardo random ogni tanto e nulla più, se va proprio MOLTO di lusso arriva un sorriso o una che commenta con "carino quello!" insieme all'amica e comunque mai nessuna sconosciuta mi saluta per prima.
      Quindi se magari non sei over7 come certi tuoi amici, di sicuro sarai un 7 pieno, o comunque non certo un comune normaloide che si perde nella massa se ti capita anche solo una volta nella vita un episodio del genere.

      Un vero normaloide sul 6, in base all'esperienza sia mia personale che di ragazzi di mia conoscenza (che viaggiano appunto intorno a quel livello), è già tanto se qualcuna lo guarda per 2 secondi una volta ogni morte di papa, perchè generalmente un tipo nella media è "invisibile", altro che approcciato in questo modo a meno che non viva all'estero.

      @Anonimo15 settembre 2019 20:24

      No, non è questione di culo, è questione di arrivare almeno al 7.
      Un tipo nella media che viaggia sul 6 può muoversi anche 24 ore al giorno tutti i giorni e il massimo delle occasioni che può raccogliere sono appunto 2-3 sguardi più o meno interessati a settimana quando va bene.
      Non parliamo poi dei brutti sub6: quelli proprio sono letteralmente TRASPARENTI e nei casi più sfortunati spiccano pure in negativo, venendo derisi sotto i baffi, additati e così via.

      Elimina
    20. @ Marco
      Magari fossi un 7! Io ho 10 anni in meno di te.. e come te aspetto giovanile e fisico asciutto.. un tempo ero fisicamente sopra la media, lo ammetto, per cui facile che qualcuna con la mania del fisico palestrato fosse più incline a farsi avanti. Tuttavia il bel viso da sempre una carica sessuale in più.. se poi hai anche soldi e carisma non ti ferma più nessuno
      Ho amici che a 25 anni avevano già messo più di 30 timbrature, e molte di queste erano di gran bellezza. Io ho sempre preso loro come benchmark, e devo dire che due tra i miei migliori amici sono stati i più grandi scopatori che ho conosciuto. Adesso hanno tirato i remi in barca: uno sposato, l'altro fidanzato.

      Elimina
  12. Riguardo al discorso delle valutazioni a volte discordanti, vorrei aprire un capitolo a parte.

    Purtroppo, nei vari forum, c'è tanta gente totalmente incapace di formulare giudizi: in tal senso, ha in parte ragione l'autrice dell'articolo.

    Certi non hanno il minimo senso estetico e sparano voti altissimi.
    Altri invece, al contrario, si divertono ad affossare il prossimo, oppure (stavolta "in buona fede", diciamo così) prendono come riferimento i modelli invece della gente normale ed ecco che valutano "5" ragazzi normalissimi o persino normo-carini.
    Infine, si può verificare il bias valutativo secondo cui il giudizio viene influenzato dallo "score" sentimentale/sessuale di ciascuno: ti presenti come uno sessualmente attivo ed ecco che si tende a sopravvalutare, mentre al contrario chi si presenta come uno che si sega a nastro corre il rischio di venire affossato o comunque giudicato al ribasso rispetto al suo reale valore estetico.

    In sostanza, molti seguono una propria scala del tutto soggettiva ed arbitraria ed ecco che il sistema del voto numerico produce distorsioni pazzesche (io stesso fui valutato dal 5,5 all'8: veramente assurdo!!).

    E' però vero che alla fine la distribuzione dei giudizi segue appunto un grafico a campana e tende a convergere verso un determinato valore (sempre nel mio caso, questo valore di convergenza si assestava da qualche parte fra il 6,5 ed il 7).
    Questo dunque dimostra una certa oggettività nella percezione dell'estetica, al netto però delle distorsioni di cui parlavo prima (soggetti privi di senso estetico, utilizzo di scale del tutto personali ed arbitrarie, comportamenti deliberatamente affossatori o al contrario ipervalutanti, bias di valutazione, ecc...).

    RispondiElimina
  13. Ho letto l'articolo di questa BLOGGER(psicologadottoressaplurititolata?) e, il duplice invito che mi sento di fare a lei e a tutti i membri del coro mainstream è il seguente:
    1) smettete di criminalizzare in maniera subdola coloro che cantano fuori dal coro... specialmente i membri e i commentatori dei forum della "manosphere" (ho semplificato con quest'ultimo termine per ragioni di praticità). Nonostante l'articolo della blogger pulluli di premesse e non vi sia scritto a caratteri cubitali che "gli incel sono dei potenziali assassini" o che "i redpillati sono misogini, sessisti, e perchè no, razzisti omofobi e fascisti", si capisce, leggendo tra le righe, che il messaggio che si intende lanciare è (con qualche titubanza) più o meno quello. Invece di sparare sulla croce rossa, dovrebbero fare bene il proprio lavoro cecando le VERE cause della violenza domestica, che certo non sono un sempice scambio di opinioni sul web. Opinioni che talvolta possono risultare aggressive e, in alcuni casi, volgari e offensive (di qui l'accusa di misoginia)... ma che dire allora di tutti i forum del sesso opposto? In quei forum il livello è decisamente inferiore (a causa di una maggior volgarità, di una malcelata misandria e soprattutto per il generale qualunquismo e la debolezza delle argomentazioni);
    2) conseguentemente a quanto espresso verso la fine del punto 1, provino ad indagare cosa avviene "dall'altra parte della barricata" (so che non si deve scadere nell'infantile scontro "maschi vs femmine", ma voglio provare a battere questi mistificatori anche sul campo di battaglia da loro scelto, sul mio ho già stravinto). Anche perchè spesso si sottovaluta il fenomeno della violenza perpetrata dalle donne... Casi come stalking, madri-mostro, violenza fisico-psicologica di patetiche gelose, nonchè i FINTI STUPRI e le FINTE MOLESTIE non solo sono presenti e in aumento, ma addirittura aumenteranno ulteriormente con l'avanzare della ribellione degli uomini allo status quo. Abbiamo assistito alla "crisi del maschio" a seguito dell'emancipazione femminile, adesso vedremo la "crisi della femmina" a seguito dell'emancipazione maschile. Emancipazione da cosa? Emancipazione dalla condizione mentale facente capo alla congiunzione di "retaggio cavalleresco tradizionale" e "parità dei sessi", dove alle donne devono essere riservati le comodità della prima e le libertà della seconda. A me personalmente va bene la parità dei sessi, ma parità deve essere tanto nei diritti quanto nei doveri. Tanto nelle colpe quanto nei meriti. Tanto nelle punizioni, quanto nei premi.
    Ecco il vero nemico dei redpillati, non tanto le donne in sè (esse al massimo sono un agente/beneficiario di questo caos, al pari del coro mainstream) quanto suddetta condizione mentale e culturale sbilanciate della nostra società.
    Una volta che questa rivoluzione culturale (che come una foresta che cresce non fa assolutamente casino) verrà ultimata, che scenario avremo? Come reagiranno le donne? Come reagiranno i principali stakeholders dell'attule società femminilizzata e ginocentrica? Queste sono le domande giuste secondo me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Anonimo 11 settembre 2019 12:03
      Analisi ineccepibile, complimenti!

      “Ecco il vero nemico dei redpillati, non tanto le donne in sè (esse al massimo sono un agente/beneficiario di questo caos, al pari del coro mainstream) quanto suddetta condizione mentale e culturale sbilanciate della nostra società.” Secondo me questo è il punto chiave.

      Elimina
    2. @Anonimo11 settembre 2019 12:03

      Non so se te ne sei reso conto ma questa "rivoluzione culturale" non arriva ad una fine... è un processo "one-way" che si basa ormai sul confondere "i diritti delle donne" con "i problemi delle donne", con il risultato che - continuando gli uomini a dire sempre SI (e già questa dovrebbe essere la dimostrazione che la fantomatica "oppressione patriarcale" non è mai esistita, hai mai visto un oppressore che molla il mazzo?) - le richieste (e le accuse) non finiranno mai.

      Siamo già arrivati alla "third wave" del femminismo, gli storici definiscono già da tempo questo periodo "post-femminista" ma il femminismo avanza ancora con l'installazione sempre più permanente di "case della donna", cui confluiscono fondi.

      Le femministe come la Boldrini chiedono da tempo che i pannolini ed altri generi di consumo femminile vengano detassati e la stessa ha ieri dichiarato che l'appena concluso concorso di Miss Italia è l'ennesima "oggettificazione delle donna".

      Se hai figli in età scolastica sai che non solo è presente un indottrinamento continuo di femminismo nelle giovani generazioni ma anche un continuo bias verso i ragazzi, mentre alle ragazze è concesso tutto.

      Nessun partito politico sembra interessarsi alle conseguenze introdotte dallo squilibrio generato dal nuovo status quo, spacciato come "la parità dei sessi"; nemmeno le sinistre che si sono sempre scagliate contro le disparità tra individui.

      Per vedere un poco più in là nel tempo nello sviluppo della società occidentale, osserva la società americana: persino un datore di lavoro oggi ricorre ad un avvocato per trattare con una dipendente donna, per tutelarsi da ogni strumentalizzazione indotta da una possibile divergenza di vedute.

      In generale, crediamo di vivere in una società democratica, dove tutti possono esprimere le loro opinioni (perchè la libertà è appunto il poter dire ad alta voce che uno non è d'accordo con il pensiero degli altri) tuttavia osserviamo che persino la discussione pubblica dell'ideologia redpill (realtà sperimentabile!) è fortemente attaccata con critiche a livello personale (basta vedere cosa è successo in questi giorni a Luca Argentero che ha "osato" dire che "il femminismo distrugge il romanticismo di coppia").

      Tu domandi "che scenario avremo?", "Come reagiranno le donne?"?

      La mia risposta, mutuata dalla conoscenza della psicologia del confronto, è che se gli uomini non impareranno a dire NO (e secondo me, o non lo faranno o lo faranno tardivamente), questo processo non avrà MAI fine.

      Elimina
    3. @Anonimo11 settembre 2019 22:24
      dici bene, soprattutto nell'ultima parte. Personalmente penso che di fatto il processo potrebbe non avere mai fine DEL TUTTO... Cioè, parto dal presupposto che la madre dei cretini è sempre incinta, pertanto qualche imbecille bluepillato lo si troverà sempre. Però se un numero sufficiente di uomini (esclusi i redpillati che già sanno, ma mi riferisco in particolare a quelli che stanno un po' nel mezzo tra la red e la blue pill) iniziasse ad orientarsi sempre più verso la red pill, allora le conseguenze sulla società saranno evidenti. Guarda per esempio a cosa è successo alla sinistra e la chiesa in Italia: da fenomeno di massa (in tutte le sue sfumature) fino a non troppi anni fa, ad ora che perdono colpi giorno dopo giorno, perchè la gente certe blue pill inizia veramente a non bersele più. Poi il "basabanchi" o "l'elettore medio emiliano, tesserato arci e impiegato statale sindacalizzato" lo troverai sempre. Ed ecco che certi partiti e le parrocchie non spariranno mai del tutto. Ma saranno ridotti a minoranza nel primo caso, a setta nel secondo.

      Elimina
    4. Interessante come un altro abbia notato come gli anni '10 del 2000 abbiano visto la distruzione sociale e la scomparsa quasi totale sia della chiesa cattolica che della sinistra liberal. Le avresti pensate nemiche acerrime ma invece se ne stanno andando assieme e, paradossalmente, per gli stessi motivi (o molto simili)

      Elimina
    5. @Cyberguy9413 settembre 2019 23:28

      La chiesa cattolica ha sempre prosperato sul sistema giudaico-cristiano, ossia il meccanismo che affermava che per mantenere la stabilità sociale era necessario mantenere l'equazione "per ogni uomo una donna e per ogni donna un uomo", sistema che mantiene i valori di ipergamia (femminile) e ipogamia (maschile) al minimo (ecco perché con la società tradizionale non aveva senso parlare di redpill).

      Inoltre non serve essere degli esperti di teologia per rilevare che la chiesa stessa è sempre stata di tipo patriarcale e celibale, proprio per mantenere integri i costumi e i beni stessi di proprietà (non so se qualcuno si è mai accorto che se un prete si sposasse e si dividesse la moglie manterrebbe per legge la proprietà di metà della chiesa mentre con preti celibi le proprietà tornano sempre al prelato di ordine superiore).

      Recentemente abbiamo visto che la chiesa cattolica ha cambiato pelle, essenzialmente perché l'avvento di altre "religioni moderne" (ossia materialismo e consumismo) hanno preso il sopravvento su tutte le principali credenze della società occidentale, determinando un calo dei consensi e degli adepti.

      La scelta è stata quindi obbligata: "aprire le porte" e tollerare tutti quei comportamenti un tempo condannati: il sesso prima del matrimonio, l'uso della contraccezione, l'aborto, il divorzio (che ha conseguentemente determinato la poligamia seriale in tutto il mondo occidentale), le famiglie allargate, l'omosessualità e la bisessualità, la fecondazione artificiale e l'utero in affitto; tutto questo era necessario per non allontanare la maggioranza delle persone che aderenti o meno a questi nuovi standard della società si sono trovati ad appartenere ad una o più delle suddette categorie.

      Le sinistre invece, sempre per motivi di mantenimento del consenso, ossia dal momento che avevano gradualmente inglobato le esternazioni più progressiste, si sono trovate a dover INGOIARE IL PARADIGMA DELLA GLOBALIZZAZIONE ED IL DOGMA FEMMINISTA.

      Così, paradossalmente, anche se la sinistra ha sempre avuto a cuore le discriminazioni tra individui, oggi abbiamo completamente imparato a ritenere normali le due più importanti discriminazioni esistenti in tutto il mondo, ossia la ricchezza individuale ed il valore sessuale, cioè quei fattori che determinano maggiormente la felicità di un individuo.

      Di fronte a questi driver che spingono l'individualismo al massimo per pompare i consumi (nello stesso tempo indebolendo il tessuto della società), non deve sorprendere che nessun partito politico abbia abbastanza forza per opporsi; l'osservatore politico più attento avrà notato che persino la Lega aveva recentemente tolto sostegno al disegno di legge Pillon (il cui testo era stato stralciato e doveva essere creato ex-novo) che per la volta parlava di pari diritti/doveri tra uomo e donna nel matrimonio.

      Ecco spiegato perché l'ideologia più estrema di MGTOW, che propone la redpill per "disarmare" il femminismo, invoca anche il ritorno alla semplicità per "disarmare" il consumismo; si può inoltre facilmente rilevare che tutti questi concetti non possono piacere al pensiero mainstream della società occidentale.

      Elimina
    6. Sono d'accordo ma in modo molto più semplice e vivibile nella vita quotidiana la questione è più schietta: ci sta nei coglioni chiunque cerchi di sovrascrivere la realtà biologica con l'ideologia, magari usando pure sofismi irritanti.
      Chiesa cattolica e sinistra liberal sono campioni dei pesi massimi nel fare quanto detto sopra

      Elimina
    7. Senza contare come la Chiesa abbia sempre propagandato quella fesseria della femmina come sacra, madre e più compassionevole dell'uomo ( mega LOL) quando essa è in realtà una bestia ipergamia senza alcuna emozione realmente genuina e profonda.
      La femmina va o incanalata e controllata o cambiata biologicamente per poterla rendere maschile nella mente, in ciò eliminando la sua ipergamia e la sua natura altamente infantile ed egoista

      Elimina
    8. @Cyberguy94

      Posso capire il tuo fastidio per le ideologie, tuttavia riconoscerai che - avendo realizzato che la femmina è per realtà biologica "bestia ipergama da incanalare o controllare" - ogni sistema (a questo punto di pensiero) che può sovrastare questo comportamento è per forza un'ideologia, cioè una pressione emergente dell'esperienza di gruppo (società).

      Non sono un sostenitore della chiesa ma credo concorderai che nessuna altra ideologia negli ultimi 2000 anni abbia funzionato meglio di quella per mitigare gli effetti ipergamici delle donne, inducendole a canalizzare (tramite la pressione sociale) la loro attenzione nella riproduzione, di fatto REGOLAMENTANDO IL MERCATO SESSUALE.

      E' proprio facendo cadere gli assiomi della chiesa (ricordati nel mio intervento più sopra) che il mercato si è deregolamentato, portandoci a livelli ben peggiori di quelli pre-regolamentazione (per rendertene conto ti basti pensare che la società attuale non richiede più quegli sforzi fisici di un tempo, ossia non richiede più quegli attributi dove gli uomini hanno indubbi vantaggi rispetto alle donne).

      Mi sembra invece che la tua seconda osservazione, ossia quella relativa ad una presunta superiorità morale della donna rispetto all'uomo, sia più propria di un'altra ideologia, tuttora esistente: quella della CAVALLERIA.

      L'ideologia cristiana tradizionale partiva invece proprio dal condannare il comportamento della progenitrice biblica di tutte le donne, responsabile del decadimento dalla condizione di felicità ideale alla condizione umana di felicità relativa, colpevolizzandola proprio per le caratteristiche femminili (da te citate) che lo avevano determinato e lasciandole unico modo di riscattarsi "tramite l'uomo", ossia il matrimonio monogamo e la procreazione.

      Non a caso riscontrerai una differente evoluzione di altre culture, ad esempio quella islamica, basate su assiomi di religiosi e di famiglia differenti.

      La cavalleria è invece un'ideologia più recente di quella della tradizione cristiana ed è la progenitrice dell'ancor presente fenomeno dell'"orbiting" (in questo blog chiamato "comportamento del paggetto").

      La cavalleria nasceva come una serie di regole di comportamento dativo atte a predisporre la donna alla ricezione di una serie di comodità che, in passi successivi, avrebbero dato origine al corteggiamento e quindi all'accoppiamento; non mirava quindi a colpevolizzare l'atteggiamento femminile ma mirava a "domare" l'ipergamia femminile.

      Sostanzialmente era un atteggiamento di "tentata vendita" ma in passato poteva funzionare in quanto le donne dipendevano dall'uomo per mantenersi; inutile dire che, allo stato attuale della società, non ha più alcun senso attuarla.

      Tuttavia, nemmeno le femministe spingono veramente ad eliminarla e quindi molti uomini bluepill continuano a pensare che quell'atteggiamento servile sia utile ad aumentare la propria "redemption" femminile, facendoli diventare dei "white nights" e sprecando inutilmente energie.

      Concludo il mio intervento dicendo che SE (ne dubito in quanto lo status quo si rifà ai bisogni individualistici e consumistici dell'attuale società e comunque per le donne questo è il meglio di sempre) si verificherà un'inversione di tendenza ipergamica, questa avverrà certamente con l'instaurazione tra 15-30 anni di una nuova ideologia (tra economisti e sociologi l'evoluzione più probabile è il nuovo paradigma produttivistico e la creazione di piccoli villaggi autonomi) e probabilmente in seguito a forti moti di contestazione/ristrutturazione della società da parte degli uomini più svantaggiati dall'attuale assetto (incel, pari al 20% del totale) con l'eventuale appoggio di una parte degli uomini che lottano senza grande successo nella mischia dell'attuale mercato sessuale (60%).

      Elimina
    9. @ Anonimo16 settembre 2019 12:17
      Commento molto interessante, complimenti. Mi stuzzica parecchio l'ultima parte, quella relativa ai possibili scenari futuri. Ci sarebbe, a questo proposito, una variabile molto importante da aggiungere: l'età media della popolazione in quel periodo da te citato "tra 15-30 anni". Questo perchè, a causa della fortissima denatalità (che nonostante le mode passeggere di instagram dove la gente sembra voler figliare per avere qualche like in più sul proprio profilo), i giovani stanno letteralmente scomparendo. E quindi vi sarà, specialmente tra le donne, una competizione ancor più disperata perchè se da un lato le giovani snelle e fresche saranno sempre meno, dall'altro saranno sempre più richieste da una platea vasta di uomini di tutte le età (stile zombies che circondano il centro commerciale dove stanno i pochi sopravvissuti). E se da un lato mi viene da sorridere pensando a tutte le mie attuali coetanee (ho circa 30 anni) che si danneranno l'anima nel cercare di looksmaxare (e viste le quote di ammortamento fisico femminile, a fronte di costi maggiori di "manutenzione", avranno benefici marginali via via minori...) dall'altro mi viene da sorridere un po' meno a pensare che probabilmente finirò tra quegli zombies che sbavano per un po' di carne fresca e che come unica alternativa hanno quella di accontentarsi dell'acquisto di qualche impianto dismesso già ultra ammortizzato (il classico affare che fa chi vende e la classica "fucilata" che si becca chi acquista). Impianti che spesso, nel tentativo di realizzare una plusvalenza maggiore (a fronte di un'iscrizione a bilancio a zero), vengono verniciati a nuovo ma se poi vai a vedere, bulloni e ingranaggi necessitano di non poco Svitol.
      In deifnitiva, ciò che temo è che in quel caso potrebbero crearsi delle semidee in ragione di due unici fattori: giovinezza e bellezza. E il mondo essere governato da esse e i loro capricci. Saranno una minoranza, ma il concetto di minoranza è sinonimo di debolezza soltanto in democrazia. In economia invece ben si accompagna al concetto di scarsità (di risorse). E le risorse scarse sono le più costose e ricercate.

      Elimina
    10. Anonimo17 settembre 2019 14:20

      Grazie del tuo apprezzamento, tuttavia riportavo solamente l'emergenza di tendenze che analisti di altri campi hanno già evidenziato oggi essere in embrione. Come avrai visto, la forbice temporale è ancora molto ampia e quindi l'incertezza su queste evoluzioni - che avvengono su scala mondiale - è alta e soggetta ad ulteriore variazione.

      Nel leggere la tua risposta, che sostanzialmente sottolineava i driver di aumento dell'eta media della popolazione occidentale, aumento delle "tardone" con tanto di "sofisticazione del prodotto" e corrispondente diminuzione delle donne in età fertile (che tu giustamente appellavi come attegiantisi a "semi-dee"), riscontravo che sono tutti effetti già in essere e perfettamente spiegabili con il principio di causa ed effetto.

      Quando leggi qualche articolo (tipicamente rivolto al pubblico femminile) che evidenzia con stupore (e con malcelato plauso) il fatto che molti giovani uomini ora frequentano donne molto più vecchie di loro, non devi affatto stupirti: è solo la mancanza di disponibilità di donne più giovani ad aver prodotto questa distorsione del mercato sessuale.

      In psicologia evoluzionista si afferma il principio biologico per cui gli uomini sono programmati per preferire le donne giovani, sane e belle; se grazie alla tecnologia medica puoi anche solo parzialmente compensare gli ultimi due requisiti e se l'attuale ideologia della società occidentale non è più rivolta verso la riproduzione, il primo requisito può essere facilmente sviato, perché la ragione dietro quella programmazione era di favorire la procreazione e la cura della prole.

      Tuttavia anche questa nuova realtà presenta già i primi risultati negativi per le donne perchè - molte di quelle che non hanno avuto figli e che hanno usato ogni mezzo per contrastare il proprio declino nel tempo - giungono infine nella loro individualità (ormai tardivamente) a rendersi conto (nonostante le pressioni ideologiche della società) di non essersi completamente realizzate.

      Ci sono inoltre altri effetti negativi ben noti che la nostra società non ha ancora metabolizzato come conseguenza del cambio di paradigma del mercato sessuale ed occorrerà ancora del tempo (a prescindere dai cambiamenti organizzativi dei modelli di vita sociale ed economica che ti ho citato) perché una nuova ideologia emerga.

      Elimina
    11. @Cyberguy9415 settembre 2019 16:00
      Ti cito: "Senza contare come la Chiesa abbia sempre propagandato quella fesseria della femmina come sacra, madre e più compassionevole dell'uomo ( mega LOL) quando essa è in realtà una bestia ipergamia senza alcuna emozione realmente genuina e profonda.
      La femmina va o incanalata e controllata o cambiata biologicamente per poterla rendere maschile nella mente, in ciò eliminando la sua ipergamia e la sua natura altamente infantile ed egoista "

      Hai Scritto "2+2= ?" ma non hai scritto il risultato che è ovviamente 4.
      Infatti, come pensi che abbia fatto la chiesa in questi 2000 anni a fare in modo di rendere la donna "incanalata e controllata"?

      Proprio dicendo quanto hai scritto all'inizio e cioè dicendo la "fesseria della femmina come sacra, madre e più compassionevole dell'uomo".
      Basta infatti che pensi alla massima di Goebbels e cioè:

      "Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità."

      In questo caso quindi, nei trascorsi 2000 anni (e forse anche da prima) la donna era considerata "sacra, madre e più compassionevole dell'uomo" perché era realmente così. La società patriarcale l'aveva resa così mentre quella attuale (cioè turbo finanziario mondialista) l'ha resa:
      "bestia ipergamia senza alcuna emozione realmente genuina e profonda"

      Elimina
  14. Già che gli psycho-logi professionisti comincino a trattare il tema (per quanto in maniera funzionale ai porci interessi loro, va da sè) pubblicamente significa un primo step di massa critica superato. Piano piano si arriverà al secondo e avanti così qualcuno comincerà a ipotizzare soluzioni (che saranno stupide e assurde all'inizio) e diverse donne sane cominceranno a prendere coscienza del guaio in cui stanno per finire.
    Gioitene, tutto considerato è una bella notizia.

    RispondiElimina
  15. https://youtu.be/VLC13tgipIM
    Ora capisco, ora é tutto chiaro, la suddetta dottoressa in questione, se non fosse per lo smodato potere sessuale di cui godono le donne, sarebbe anche lui incel, anzi direi inden (involuntary maiden), si trova quindi in una netta posizione di conflitto d'interesse ��

    RispondiElimina
  16. La psicologia attiva è organica al sistema sociale, ne è una parte attiva, e non mette mai in discussione un sistema malato, ma giudica malati quelli che subiscono gli effetti di quel sistema, e forse andando proprio alla radice i più sani sono quelli che passano per malati e si oppongono alla malattia...c'erano stati alcuni, fra i primi psicologi, e penso ad Adler e Reich, che con coerenza logica e in modo rivoluzionario avevano messo in discussione una società malata, piuttosto che gli effetti soggettivi di quella malattia...

    Fra tanti ragionamenti su questo tipo di argomento non mi è mai capitato di leggere delle analisi sul perchè un potere sostanzialmente diretto dal maschile abbia perseguito delle politiche nettamente anti maschili...a riguardo ho diverse opinioni, ma quella più sostanziale, è che questo superiore potere maschile, rappresenti di fatto "gli oppressori", che di fatto si servono delle donne come cani da guardia per tenere al guinzaglio il "maschile oppresso"...





    RispondiElimina
  17. La psicologia non ha nulla di scientifico, in compenso somiglia molto da vicino a una religione.

    RispondiElimina
  18. "Quello che però bisogna dire è che l'estetica è la prima cosa che valutiamo in una persona e che uno può benissimo essere scartato in base a quello, senza che l'altro si prenda il disturbo di andare ad approfondire la personalità."

    Che l'aspetto sia più importante della personalità o che almeno non sono solo stesso livello è dimostrato dall'esistenza di Tinder e simili. Infatti se il carattere fosse il fattore principale nessuno si sognerebbe di usare queste app in quanto inumane (cosa che poi sono realmente). Si scatta una persona in base alla faccia. Nessuna metterebbe match ad uno repellente. Logico, no?

    RispondiElimina
  19. sempre preso red pill anche se intorno ai 18 sono stato un 8
    ed arrivava figa da tutte le parti
    ragazzi sono con voi
    vi stimooo tanto siete molto intelligenti
    probabilmente personalita schizoidi
    mi sento meno solo a leggervi anche se sono sposato
    ps anche i belli sotto sotto odiano le troie ipocrite
    cmq é una quesrione di ipocrisia la red pill sotto sotto la conoscono tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Henry de Toluose Lautrec15 settembre 2019 15:58

      Se sei un 8 che ti sei sposato a fare?
      Il matrimonio è un male necessario per i normaloidi per avere 2 o 3 scopate settimanali pagando con tariffa flat e per apparire "normali" agli occhi di parenti, società, datori di lavoro e colleghi e ipocriti vari.
      E' altresì una iattura per chi è dal normobruttino in giu' che si trova a fare da servo a una bruttina dittatrice.
      Per chi poi è bello da 8, il matrimonio è assolutamente sconveniente, potevi continuare a trombarti gratis le fighe di 25 anni e magari farti pure mantenere.

      Elimina
    2. @Henry de Toluose Lautrec

      Si esprime al passato, quindi forse appartiene alla generazione precedente (nati intorno al 1970), all'inizio del "cambiamento".

      .... e non è detto che, anche da sposato, non continui a trombarsi ancora oggi delle 25enni (grazie a LMS)!

      Elimina
    3. @Henry
      "2-3 scopate settimanali..." LOL!

      La media su base statistica è 1 a settimana, senza garanzia di qualitá.

      E se tua moglie non te la dá affatto, non è detto che tu possa farle avere l'addebito della separazione per "violazione degli obblighi matrimoniali" (sì, il sesso è previsto tale dalla legislazione vigente) neanche dopo 6 mesi di carestia documentata.

      Le rotture di coglioni invece non le salti nemmeno un giorno, nè prima nè dopo eventuale separazione!

      Elimina
  20. altra osservazione
    molti uomini prima etero che erano pure sposati poi sono andati con uomini
    ne conosco molti

    e vedo che aumenta sempre piu lomosessualita
    io credo che le donne abbiano le loro colpe

    RispondiElimina
  21. Ciao Redpillatore. Girando sul web ho trovato questo video dove questa psicologa (o almeno dice di esserlo) dice che la donna è attratta dallo stato economico di un uomo https://youtu.be/7K_XS1jfd7s
    Ogni tanto qualcuno che ha il coraggio di ammettere la realtà esiste :)

    RispondiElimina
  22. Ritorno sul blog dopo un po' che non lo frequentavo e ci trovo tutta una serie di commenti che mi sembrano provenire da Marte; si direbbe quasi che siano di qualche blogger PUA (in assoluto i peggiorni cazzari dell'universo)...
    In particolare, leggo di gente che si sarebbe scopata questo mondo e quell'altro, con donne che gli si offrono in modo talmente esplicito che a momenti li violentano...

    Il tutto è poi accompagnato da affermazioni del tipo: "no, non sono bello, ho solo lavorato molto sul miglioramento personale, facendo palestra, ecc...".

    Ora, amici, se scopate così tanto (vi voglio concedere il beneficio del dubbio) mi congratulo con voi... non venite, però, a vendere fumo!
    Se raggiungete questi risultati è perchè siete fighi, decisamente fighi, dal 7 in su.
    Ora, se è vero che a quel livello estetico si può arrivare, è altrattanto vero che per i miracoli ci si deve recare a Lourdes, non in palestra.
    E se partite dal 4 o anche dal 5 non c'è lookmaxing che tenga... resterete relegati nel mare magnum di quelli che, per scopare, devono ricorrere alle relazioni di lungo termine (e tanti auguri) oppure... a quelle mercenarie.

    Le esperienze da una botta e via, viceversa, si trovano:

    a)nel letto degli strafighi (sopra il 7, ma ultimamente direi anche l'8)
    b)nei film.

    Di conseguenza, un certo ottimismo un tanto al chilo, del tipo: "su, non buttarti giù, guarda me: ho fatto un po' di dieta, due pesi, un po' di corsa e ora scopo come Rocco Siffredi" è quanto di più tossico si possa immaginare.
    Soprattutto per tutti i brutti o bruttini (e sono TANTI) che leggono questo blog.
    Lo trovo immorale.
    E' come sventolare un bombolone alla crema sotto gli occhi di un povero obeso a dieta forzata... è da stronzi.
    Ma è persino peggio, perché significa far nascere o accrescere false speranze in chi già sta male di suo.
    Si, perché certi ragazzi sfigati e senza alcuna seria possibilità di scopare free (se non in una LTR) potrebbero anche bersi le vostre cazzate e la loro disillusione, una volta che la triste realtà si sarà schiantata sulle loro gracili spalle, sarà terrificante; piuttosto che andare in contro a certe sofferenze, sarebbe molto meglio per loro restare a farsi le pippe per tutta la vita.

    Un tossico non va invogliato a drogarsi, o convinto di quanto sia meravigliosa la droga,ma esortato a disintossicarsi.
    E 'sti ragazzi son dei tossici della figa. Con l'ulteriore problema che, oltretutto, non se la possono permettere.
    Chi li voglia davvero aiutare, dunque,indica loro una strada alternativa, tipo la prostituzione.
    Chi invece, su questi blog, ama vantarsi di improbabili avventure sessuali, pretendendo per giunta di non essere bello, francamente, può anche risparmiarselo.
    Perché se a me, che sono un uomo maturo e ormai smagato, certe sboronate fanno solo ridere, a un ragazzino ingenuo e malato di figa potrebbero far piangere. Parecchio.

    P.S. Visto anche il vespaio suscitato sopra e in altri articoli, vorrei chiarire che NON mi sto rivolgendo a coloro che fanno sport e palestra per il piacere di farlo.
    Queste persone fanno benissimo a coltivare le loro passioni. Qui però si parla di altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grandissimo, straquoto ogni sillaba.

      Elimina
    2. Gigi Presidente della Repubblica. Adesso.

      Elimina
    3. Guarda che una LTR con una donna simpatica&disponibile può essere una cosa gradevole (a patto che non sia troppo L).
      Certo, sono una rarità, ma è solo perchè i MDF stanno tutto il tempo a masturbarsi su instagaz colle varie troiacce (nulla contro le prostitute che offrono anzi un servizio sociale ma le arrizzacazzi professioniste andrebbero esiliate in Yemen) della TV, alle quali molte ragazzine aspirano a somigliare.

      Elimina
    4. Puó capitare, ma è appunto una rarità. Le statistiche sul fallimento dei matrimoni d’altra parte sono lì da vedere.
      La logica conseguenza è che non è saggio intraprenderne una.
      Sarebbe come decidere di giocare alla lotteria sulla base delle esperienze di chi ha vinto.

      Elimina
    5. @Gigi

      Hai ragione al 100%. Anche io ho notato ultimamente questi commenti stupidi.
      Alla fine, è una questione di logica: se sei un 5 (o meno) difficilmente potrai aspirare a diventate un 8 (anche secondo me il 7 ormai non è più sufficiente per le ONS).
      Illudere le persone è davvero crudele, soprattutto se si tratta di ragazzi fragili che già soffrono per conto loro.
      Al contrario, è meglio che si rassegnino o sfoghino le loro pulsioni con le pro.
      Inutile illudersi di poter guidare una Ferrari, se poi tutto ció cui puoi aspirare è una panda.
      Piuttosto, come molti hanno fatto su questo blog (primo fra tutti Erasmo) si dovrebbe spiegare ai ragazzi che la figa, per quanto indubbiamente piacevole, non è al centro dell’universo e si puó benissimo vivere senza avere una ragazza.
      Come leggevo anche nell’articolo precedente (quello sulla vita del Redpillatore), dopotutto, raggiunti i 30, gli incelloni storici sono spesso quelli che stanno meglio.
      Insomma, ragazzi brutti, non crucciatevi se la vostra gioventù, sessualmente parlando, non è il massimo. Perchè se lo fate, se trascorrete cioè ogni santo giorno a piangervi addosso perché non avete la ragazza, rischiate di rovinarvi su ogni altro fronte.
      Date retta a zio, nel bene e nel male, la gioventù passa presto, molto prima di quanto si pensi.

      Elimina
    6. Non sono d' accordo, soprattutto con il concetto di demonizzare necessariamente la "LTR" : è fin troppo banale, ovvio, sostenere che se non sei il Richard Gere ai tempi di American Gigolo o Brad Pitt di Fight Club, o ti trovi una relazione, più o meno appagante, o NON SCOPI. Anche perché non è nella natura della donna cercare avventure di una notte, se a volte le capita può essere solo con strafighi pazzeschi che a livello statistico non fanno testo.
      E quindi allora cosa si dovrebbe fare, dire a tutti "senti ragazzo, se non sei uno da 7-8 lascia perdere tutto, dimentica la gnocca, dedicati ad altro e se vuoi farti una scopata vai a pagamento"? E' un ragionamento che NON REGGE. Così come quello che sostengono molti, secondo cui arrivati a 30 anni è tutto finito e il meglio della vita è ormai perso, andato.

      Elimina
    7. Non è un ragionamento; è la realtà dei fatti.
      In questa epoca le LtR sono, per un uomo, una fregatura.
      Magari mi dirai che ne esistono anche di felici, il che è probabilmente vero.
      Ma QUANTE sono? Oltre la metà di esse fallisce e buona parte dell’altra metà, anche se dura, non è felice.
      Allora imboccare questa strada sperando che ti vada bene diventa più o meno come puntare gran parte dei propri soldi sul rosso o sul nero alla roulette, basandosi sul fatto che, comunque, c’è la probabilità de 50% di vincere.
      Non penso che nessuno la considererebbe una cosa razionale.
      Se poi vuoi divertirti, leggiti anche l’articolo sugli uomini “paggetto”.
      Quindi, NO: le LtR non sono una scelta ragionevole. Non qui e Non oggi, perlomeno.
      Le alternative sono: la prostituzione, la pornografia e l’astinenza.
      Magari ad alcuni non sembreranno granché, ma è sempre meglio che vivere al guinzaglio di una stronza.
      Che vi devo dire... questo è il mondo in cui viviamo, inutile illudersi del contrario.

      Elimina
    8. Guarda che per LTR non intendo necessariamente matrimonio o convivenza con prole, si sono tanti che stanno un anno con una, due anni con un' altra, e così via. Riguardo l' articolo che citi, già da tempo l' ho letto e commentato, contiene spunti veritieri ma è troppo a senso unico, non neutrale.

      Elimina
    9. @Gigi

      Difatti io stesso, che "predico il looksmaxing", avevo risposto esprimendo le mie perplessità di fronte ad un normaloide che riporta feedback degni di un bello vero over7, facendo presente che a me una roba del genere non è mai capitata (e vengo valutato sul 6,5 abbondante), a parte una volta con una tipa che però era straniera, peraltro in seguito ad un episodio per così dire di "preselezione" (ero in un ristorante e delle tipe al tavolo accanto mi puntavano facendo nel frattempo commenti su di una presunta somiglianza con un celebre cantante spagnolo, al che la cameriera, per l'appunto di origine croata, mi approcciò con un complimento estetico esplicito).

      Tuttavia, sbagli a sostenere l'inutilità del miglioramento estetico quando si è al massimo dei 5 (se invece si è dei brutti veri da 4, allora la musica purtroppo cambia).

      E ti spiego anche perchè: passare da 5-5,5 a 6-6,5 (proprio come ho fatto io!) significa passare da brutti a decenti...scusa se è poco!
      Proprio perchè non dobbiamo ragionare solo in termini di "figa", bensì a 360°, passare da bruttino sul 5 a normaloide sul 6-6,5 significa un cambiamento della percezione di te stesso non solo allo specchio, ma soprattutto da parte delle persone IN GENERALE.

      Prima ad esempio non mi guardava mai nessuna, e quando dico nessuna intendo proprio ZERO TOTALE; ora invece, qualche sguardo interessato di tanto in tanto (con questo intendo almeno una volta o due a settimana, più o meno), anche da tipe decenti, lo becco eccome.
      Più raramente arriva pure qualche sorriso, magari persino un commento positivo ed in via eccezionale, tipo una volta all'anno quando va bene, capitano episodi tipo quello della cameriera croata.

      Tutto questo prima era del tutto impossibile, proprio perchè un brutto sub6 è letteralmente un fantasma che cammina, anzi quando va male viene pure perculato/additato.

      Insomma, un cambiamento di percezione non da poco: magari non si slayera, però almeno ci si sente bene con noi stessi e ogni tot si ottiene un po' di validazione spicciola...e fidati, questo è già grasso che cola, soprattutto per uno che in passato è stato sotto-soglia!

      Elimina
    10. D' accordissimo con Marco. Riuscire a guadagnare 1-2 punti di "L", e magari qualcosa pure di "M" e "S" fa davvero la differenza, significa passare da invisibili non cagati da nessuna a gente non strafiga ma che se la gioca e il suo lo porta a casa.

      Elimina
    11. @MountainLion

      Certo che sì, anche se purtroppo, nel mio caso, guadagnare punti in money e status è materialmente impossibile o quasi.

      Forse avrai già letto la mia storia, in ogni caso ti passo qui il link, così se ti va puoi dare un'occhiata per farti un'idea a riguardo:

      https://www.ilredpillatore.org/2018/11/da-brutto-bello-ma-non-e-bastato-il.html

      Elimina
    12. Ciao Marco,
      pensavo proprio a te quando ho fatto la precisazione sulla palestra...
      se parti dal 5 puoi arrivare al 6,5. Ma arrivare al 6,5 difficilmente è sufficiente per le ONS, come testimoni tu stesso.
      Puoi aspirare a una LTR, che però è un'inculata come ormai tutti (alla buon ora!) sembrano aver capito.
      Quindi, tu fai benissimo a curare il tuo aspetto estetico attraverso la palestra, perché la cosa ti dà soddisfazione in sè.
      Tieni sempre presente, però, che non è una regola generale. Ad alcuni, come a me, per esempio, non gliene può fregare di meno. Traggono soddisfazione ("validazione") da altre fonti.
      Saluti.

      Elimina
    13. @Gigi

      In casi come il mio, il problema si può esporre così:

      1) Capitolo LTR.
      Anch'io, come tanti altri, ritengo la LTR (almeno di questi tempi) una grossa trappola e in definitiva una gran fregatura, avendole peraltro vissute io stesso in prima persona.
      Tuttavia, anche se non la pensassi in tal modo, se hai avuto modo di leggere la mia storia resterebbe il grosso handicap rappresentato dalla sociofobia: una pariestetica, quindi normale/normocarina a livello fisico, non ha intenzione di costruire una LTR con un quasi 40enne sociofobico, senza amici e che esce solo per andare al lavoro (lavoro peraltro precario!), in palestra (dove non parlo con nessuno e porto sempre le cuffiette), a farsi qualche camminata (da solo) e per viaggiare (pure da solo) durante il weekend.
      Ecco, qui al limite i viaggi diventerebbero esperienze di coppia, ma capirai che è ben poca cosa come base per un'eventuale relazione più o meno stabile.
      Anzi, diciamo pure che dopo qualche mese al massimo, mi sfanculerebbe.

      2) Capitolo ONS.
      Sarebbero alla mia portata se prendessi in considerazione le ragazze dal 5,5 in giù, come verificai a suo tempo utilizzando Tinder (dove ottenni dei match anche con qualche normocarina, ma queste mettevano subito le mani avanti con discorsi tipo "Tendo ad evitare le avventure").
      Il problema è che sono attratto da donne come minimo nella media a livello estetico, anzi direi dal pariestetico a salire: al massimo potrebbe attrarmi qualche isolato caso di bruttina con qualche particolare che m'intriga o con un certo modo di fare, ma si parla del proverbiale ago in un pagliaio, casi veramente rarissimi.
      In estrema sintesi, mi si può definire uno "standardcel" :D

      Morale, mi ritrovo in una situazione simil-MGTOW, con l'aggravante del fatto che non ho amicizie maschili: questo è il problema decisamente preponderante, che mi causa sofferenza, a differenza del discorso donne delle quali posso tranquillamente fare a meno anche alla luce delle considerazioni appena esposte.

      Riguardo alla palestra ed all'alimentazione, credimi, all'inizio anche per me è stato un grosso sacrificio, ma piano piano ci ho fatto l'abitudine ed ora traggo piacere (endorfine a manetta!) non solo dall'esercizio fisico, ma persino dal "mangiare bene", chiaramente con qualche sgarro ogni tanto perchè altrimenti sì che diventerebbe tutto insostenibile.

      Il punto è semplice: per me l'aspetto è TUTTO.
      Essere quantomeno decenti esteticamente, almeno nel mio caso, è la condizione sine qua non, tutto assume un sapore completamente diverso una volta che si raggiunge quantomeno la sufficienza (6).
      Non parlo di trombate, anzi non parlo proprio di relazioni di qualsiasi tipo: parlo proprio di "sapore della vita", che si manifesta nelle attività più banali di tutti i giorni come viaggiare, leggere un libro, farsi una passeggiata, ecc...

      E comunque il mio looksmaxing ha previsto anche interventi radicali come un trapianto di capelli e la correzione di una malocclusione: dieta e palestra sono semplicemente due delle diverse carte che ho giocato al fine di raggiungere, per l'appunto, un livello quantomeno di "decenza".

      Elimina
  23. @ MountainLion.

    Dopo i 30 le donne tendono (complice anche l’orologio biologico) a voler fare “le cose serie”.
    Quindi la relazione, dal loro punto di vista, diventa perlopiù volta a costruire una famiglia e avere magari anche dei figli.
    E va da sè che a molti questa prospettiva non piace affatto.

    Comunque sono d’accordo con te: la vita finisce a 30 anni!!
    Anzi, a quell’età hai ormai (si presume) la maturità per comprendere che la tua esistenza non gravita solo attorno al sesso e puoi vivere con più serenità dedicandoti ad altro.
    Da questo punto di vista devo dire che, addirittura, complice anche un certo calo della libido, dopo i 40 migliora ulteriormente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non te l' ordina certo il dottore di accasarti e fare figli, infatti tante LTR finiscono e ne cominciano di nuove. Riguardo al secondo punto, non so quanti anni tu abbia, ma io, che ne ho 47, non ho notato alcun calo della libido, al che torna buona pure la LTR, se come nel mio caso lei è giovane, carina e non rompe troppo i coglioni!

      Elimina
    2. Certo che non te lo ordina il dottore. Peró è un dato di fatto che la stragrande maggioranza delle LTR, dopo i 30, evolva in tal senso.
      Questo per un fatto biologico, ovvero che le donne sanno di avere un tempo limitato per procreare e, considerato che non si mettono a far figli col primo che passa, a 30 cominciano a spingere per questo tipo di prospettiva.
      Poi è verissimo che le LTR possono finire ma, appunto, se nel frattempo hai fatto un figlio, questo diventa un bel problema.
      Non ti sto parlando, naturalmente, della mia esperienza (perchè la mia, come del resto anche la tua, non sono statisticamente rilevanti) ma di quello che comunemente accade tutti i giorni...

      Elimina
  24. Ops, ho sbagliato a scrivere. Volevo dire che la vita NON finisce a 30 anni!!!
    Scusate.

    RispondiElimina
  25. Calo della libido un cazzo: a 16 anni basta una tetta nuda per attivarti ma non combini niente, a 40 serve una donna intera ma non vedi l'ora di combinare.

    Fascia più numerosa dei clienti delle prostitute: uomini 35-50.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Casi personali.
      Per la stragrande maggioranza degli uomini, dopo i 40, il desiderio, anche se non scompare, diventa comunque più controllabile.
      Il fatto che i clienti siano in quella fascia di età si deve principalmente a 2 fattori:
      1) hai più soldi da spendere (un’adolescente magari vorrebbe andarci ma non se lo puó permettere)
      2) è la fascia di età in cui di solito naufragano i matrimoni. Sia nel senso che ci si separa, sia nel senso che lei non te la dà più.

      Elimina
    2. Perfettamente d'accordo

      Unutente

      Elimina
    3. @Anonimo del 19 settembre 2019 13:12

      altrimenti detto "l'ignorantone": non hai idea delle quantità di cialis e viagra che girano...

      Mi fa piacere però che abbia raggiunto la pace dei sensi, almeno non rovini il mercato degli uomini normali.

      Elimina
  26. Rispondendo a Gigi, dove sta scritto che le ONS stanno solo nei letti dei 7? Dipende da cosa cerchi, da quali sono le tue ambizioni.
    Certo, se sei un ragazzo sul 5-6 e speri di portarti a letto Miss Italia, grazie al cacio che non ci riesci.
    Io stesso ho scopato qualcosa in ONS. La differenza rispetto a un belloccio? Non ho scopato figone da competizione e non ne ho scopate 10 alla settimane, ma ci sono riuscito pure io. Finiamola con sto "Sotto il 7 non è vita", perchè anche sotto il 7 si può vivere, purchè si maturi consapevolezza dei propri mezzi.



    Leggendo gli ultimi commenti, ma anche commenti di precedenti articoli, mi rendo conto di un aspetto che finora mi era sfuggito.

    Si criticano le donne per la propria ipergamia e volontà di restare single sfuggendo qualunque genere di relazione. Questo però lo vedo negli stessi che muovono queste critiche.
    Le LTR? Una rottura di coglioni!
    Flirt, ONS e avventure varie? Certo, ma solo con donne fighe, altrimenti non ne vale la pena.

    I primi a considerare un premio di consolazione, quasi un brutto scherzo che ti tira la vita, la relazione con una persona pariestetica, sono le stesse persone che accusano le donne di fuggire i pariestetici.

    E allora ragazzi smettiamola di prenderci in giro, gettiamo la maschera una volta per sempre e parliamo chiaro e tondo.
    Il problema non è il non riuscire ad avere una relazione con una ragazza decente di cui non vergognarsi, o qualche avventura con tipe normali per evitare di sbroccare (perchè la mancanza di figa ti fa sbroccare)
    Il problema è che non si riesce a scopare le modelle, le figone, le ragazze immagine, le 7 e le 8. E qualunque relazione, stabile o temporanea, con una ragazza da 5-6 è vista come una sconfitta, un premio di consolazione per il quale non val la pena muovere neanche un dito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove sta scritto che sotto il 7 non si possono avere ONS? Semplice, nella logica delle cose.
      Sappiamo infatti che le donne ipergamano nelle ONS (nelle Ltr entrano in gioco altri fattori). Ne consegue che, se sei un 6, potrai aspirare a una 4.
      E se uno non vuole scoparsi una 4 sinceramente non gli andrei a dire che è pretenzioso.

      Se le tue esperienze sono diverse, ció puó essere dovuto:
      a) al fatto che tu sia oltre il 7;
      b) al fatto che tu sia stato molto fortunato.
      In entrambi i casi, la tua esperienza non è rilevante.

      Non è nemmeno vero che, se non si ha una donna, si “sbrocca” necessariamente. Esistono milioni di persone, come peraltro sono esistite in ogni altra epoca della storia, che vivono benissimo senza.

      Finiamola, per favore, con questa ossessione.

      L’errore, tipico di chi ha una visione distorta e malata della realtà, è pensare che, senza una donna, si muoia, quando invece non solo si vive ma si vive pure bene.

      Elimina
    2. Tutte le donne ipergamano in ONS?? Tutte indistintamente, 365 giorni all'anno?
      Suvvia, non farmi ridere...

      Se tu vivi bene senza una donna, buon per te, ma non estremizziamo la realtà e non facciamo passare messaggi troppo negativi ai ragazzi.
      Perchè la cosa che accomuna tutti i redpillati vicini all'ambiente incel, o per meglio dire i "blackpillati", è il pensare che solo chi ha i lineamenti di un modello può avere relazioni soddisfacenti.
      Sbagliatissimo.
      Si può vivere una vita sentimentale e sessuale soddisfacente anche da sub6, ma consapevoli del proprio potenziale e della maggiore fatica che si dovrà fare. Che si dovrà tirare la slot machine molte più volte perchè si vinca. E no, non cadrà il jackpot, cadranno manciate di monetine, ma sempre meglio che tornare a casa a mani vuote.
      E sempre meglio che rinunciare in partenza e non tirarla proprio quella levetta.


      Riguardo me, stempiato già a 25 anni, occhi a palla, bocca piccola, fisico ampiamente migliorabile...non sono oltre il 7 neanche da lontano. E no, non sono stato neanche fortunato perchè i colpi di fortuna capitano una volta soltanto. Un colpo di fortuna che si ripete diverse volte nel corso di 10-15 anni, non è più fortuna.

      Elimina
  27. Secondo me sono sbagliate sia la Bluepill che la Redpill, in quanto entrambe sono teorie molto estremiste e che, soprattutto, sono generaliste e non prendono in considerazione il singolo caso.
    In 26 anni di vita ho visto ipo e ipergamare sia donne che uomini. Quello che rende più propensi all'ipogamia (sia maschile che femminile, perché non è vero che ipogamano solo gli uomini) è la paura di restare soli/e: ecco allora un mio conoscente, oggettivamente gran bel ragazzo, fidanzarsi con una ragazza decisamente bruttina e sovrappeso, ma estremamente gentile, tuttofare ed accomodante o una mia amica mediamente carina con un ragazzo decisamente inferiore a lei (da notare che lei è ricca e lui no per giunta), ragazzi/e che tirano su chiunque gli capiti sotto mano così da avere sempre una spalla su cui appoggiarsi (ho notato che capita più spesso a chi ha situazioni familiari non stabili, genitori assenti, divorziati etc.). Generalmente le coppie che vedo in giro sono pariestetiche o quasi, ma ogni caso e a sé e l'ambiente significa molto. Una ragazza bella delusa da un ragazzo bello tenterà di ipogamare per essere certa che il ragazzo in questione non abbia grilli per la testa (cosa non sempre vera però, troppi/e stronzi/e bruttini/e conosco). Gioca un fattore importante anche l’ambiente in cui vivi (città grandi, città piccole, paesini di 90 persone), le amicizie (molti amici con cui uscire oppure pochi o quasi nessuno).
    Poi, è vero che in linea di massima la bellezza è un ottimo valore aggiunto, sarebbe stupido negarlo, un bel ragazzo o una bella ragazza hanno una marcia in più, ma se questa bellezza non è sostenuta da una personalità/carattere di un certo tipo (intelligenza, lealtà, serietà, educazione, gentilezza, simpatia, etc.) si va poco lontano. Tu dici "non è vero, ci sono bellocci stronzi e antipatici che hanno stormi di donne", posso darti ragione, ma di che donne parli? Che QI hanno queste donne? Sono delle superficialotte o sono donne intelligenti e di un certo spessore? Perché se un uomo si accontenta della prima oca giuliva che passa allora significa che anche lui non vale poi tanto.
    Dici inoltre che le donne anche brutte possono andare a letto coi bellocci perché gli uomini sono meno selettivi, ma ti pare bello essere nei panni della donna in quel caso? E’ molto umiliante, meglio niente che fare lo svuotaballe secondo me in quel caso. A parte che esistono anche i casi opposti: ragazzi belli che vanno a letto con ragazze belle, ma per fidanzata scelgono la bruttina così da non avere competizione e stare tranquilli di non essere cornuti (poi magari si fanno l’amante), stessa cosa fanno certe ragazze.
    Se poi mi dici che sei un 5,5 quindi un medio tendente al bruttino (tuo parere, magari sei meglio o peggio di come dici) dovresti essere in grado di rapportarti anche a pariestetiche (ragazze dal 5 al 6/6,5). Fatichi a rimorchiare anche quelle? Vorrei capire che donne conosci, perché dopo i 25 molte mie amiche sul 6/6,5 tirerebbero su anche i 4/4,5 pur di non rimanere sole.
    Ho omesso il fattore Money and Status perché personalmente ho riscontrato che prima dei 30 anni in generale le ragazze ci fanno poco caso. Poi di opportunisti/e che scelgono la stabilità all’attrazione/amore è pieno il mondo e per me sono persone insulse e dovresti anche fare un distinguo fra persone oneste (la minoranza purtroppo) e i disonesti/e (purtroppo tanti/e).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un tuo articolo hai criticato una ragazza sovrappeso che su Tinder è stata rifiutata da un ragazzo (bello? Non so non l’ho visto, bisognerebbe appurarlo). Ecco io penso che sia diritto di uomini e donne rifiutare spasimanti verso cui non si prova attrazione, ma dirle in faccia che è grassa no, quello è una cattiveria gratuita e un’umiliazione che nessuna ragazza o ragazzo merita, io non lo farei mai per il semplice motivo che non ho diritto di minare l’autostima di qualcuno (che magari a me non piace ma ad altre persone può piacere parecchio). Il realismo non deve sconfinare nel crudismo e nella maleducazione perché un ragazzo meno bello di me non vale meno di me come persona, così come un ragazzo più bello non vale più di me e non può permettersi di comportarsi come una bestia (sai quanti bellocci che ragionavano da cretini ho rifiutato, questo per dirti che se hai a che fare con una persona che il cervello lo mette in funzione il mero aspetto fisico non basta).
      In sintesi, alcune cose che dici sono giuste e realiste, ma poi finisci per estremizzare e generalizzare troppo e così perdi di vista i singoli casi delle persone (inoltre non citi il fatto che il 60% delle persone oggi, maschi e femmine, sono donnicciole e omuncoli cresciuti a pane e Grande Fratello e quindi di sale in zucca ne è rimasto poco). Ciao!

      Elimina
    2. Pure io condivido buona parte dei concetti di base espressi qui e della redpill in generale.
      Quello che non condivido sono non tanto le estremizzazioni, ma le semplificazioni. Il prevedere la vita di una persona sulla base di una semplice equazione
      Lragazza = Lragazzo -2 (-3, nel caso dei più pessimisti)

      per cui chi è un 6 è obbligato per forza di cose a ripiegare su un rutto inchiavabile per fare ONS o LTR.

      L'idea che passa in modo subliminale è che basterebbe essere dei fighi da 7-8 per avere una vita sessuale tutta in discesa, avere una bellissima ragazza accanto e vissero per sempre felici e contenti. Cosa che è verissima nel caso delle ONS, ma nel caso delle LTR non funziona così, perchè una ragazza carina che è già stata con tanti ragazzi carini, l'estetica la dà per scontata. E così entra in gioco sia l'affinità caratteriale (mi deve far ridere, deve sapermi tenere testa, e tutte quelle tipiche espressioni fumose da donna) e soprattutto subentrano money e status. Lo sanno bene un paio di amici miei obiettivamente carini che ottengono facilmente avventure, ma falliscono miseramente nel momento in cui devono legare a sè stabilmente una di queste ragazze. Motivo?
      Non sono dei bancomat ambulanti.
      E quando a distanza di 6 mesi, vai su internet e vedi le foto di lei col nuovo fidanzato sulla sua barca privata o sulla Ferrari, ti brucia il sedere e inizi a farti due domande.

      Altro aspetto da considerare, è il fattore "tempo".
      Io ho incontrato ragazze che sul momento mi hanno trattato di cacca, ma che risentendole a distanza di 2-3-4 anni, mi si sono offerte spontaneamente. Una addirittura ha fatta 1h30 di strada con l'autobus per venire fino a casa mia per rivedermi.
      Era Miss Italia? Era la sosia di Belen? No, era una ragazza come mille altre che può piacere come non piacere, e che a me piaceva tantissimo.

      Si guarda solo ed esclusivamente ad un fattore, la bellezza puntuale e istantanea, senza tenere conto di tutta una serie di fattori al contorno che alterano quella semplice equazioncina che viene usata per fare previsioni di vita a lungo termine.
      In tal senso, l'impronta incel del blog e dei suoi frequentatori, si avverte fortissima. Basta leggere il blog di RooshV (ReturnofKings) per cogliere la differenza tra la blackpill mascherata da redpill, e la redpill vera.

      Elimina
    3. @Dave

      Che, soprattutto nelle LTR, i fattori money e status siano importanti è tra i fondamenti della Redpill.
      Così come il fatto che, in una LtR (specialmente over 30) tendenzialmente si ha il pariestetismo.
      Il fatto che chi ti ha trattato male possa tornare poi a più miti consigli è anche questo un assunto giá ribadito mille volte: la ragazza che prima ipergamava e voleva il belloccio poi, per fare una LTR, è costretta a ripiegare su di un normo estetico che le faccia da Bancomat e, magari, da inseminatore: il famoso betaprovider.
      Sono, quindi, tutte cose già sentite a iosa.
      Qui, infatti, siamo al passo successivo: si è capito cioè (e ci vuol poco) che la LTR in sè è un rischio enorme che non vale la pena correre.
      Ragion per cui, per dirne una, i tuoi amici bellocci che vedono le ragazze solo nelle avventure passeggere e rimpiangono il fatto di non poterci instaurare delle LTR sono degli emeriti idioti.
      Dovrebbero accendere un cero alla Madonna, invece di lamentarsi.
      Insomma, le cose che dici sono anche vere, ma qui le si dà per scontate e si va oltre.
      Perchè fare i betaprovider francamente non ci interessa.
      Che redpillati saremmo, altrimenti?

      Elimina
    4. Mi associo al 100% a quello che dicono anonimo 7.49 e Gigi.
      Aggiungo che RooshV rappresenta una forma di bluepill particolarmente tossica.
      È praticamente un blog PUA (minimizza il fattore L e ragiona come se tutti potessero/dovessero avere donne in quantità) e, in quanto tale, vende quantitativi industriali di fumo.
      Per giunta propaganda il solito atteggiamento da maschio alpha, che invece è da IDIOTA alfa, beta e pure gamma: secondo loro ogni uomo avrebbe quasi il dovere morale di pensare alla figa dalla mattina alla sera, manco fossimo dei cazzo di gorilla.
      Se un povero Icel dovesse dar retta a certe cazzate si suiciderebbe dopo un paio di giorni.

      Ribadiamo quindi la classifica della saggezza:
      3) i PUA, che vendono fumo;
      2) i MRA, che hanno spesso ragione ma esagerano e comunque non arrivano in fondo alla vera Redpill
      1) i MGTOW, quelli che hanno capito tutto, rinunciano definitivamente alle donne (almeno come LTR) e vivono in pace con sè stessi e il mondo, donne comprese.
      Tra questi distinguiamo (esistono altre classificazioni, ma semplifico):
      1) i MGTOW alla Di Caprio: belli e/o ricchi che hanno solo ONS
      2) i MGTOW puttanieri: quelli che, per forza di cose o per scelta, non hanno ONS e ricorrono alle prostitute
      3) i MGTOW Monk, che rappresentano il Top: hanno rinunciato completamente al sesso e vivono in uno stato di beatitudine.
      Naturalmente, arrivare a questo ultimo livello non è da tutti...

      Elimina
    5. Sono l'anonimo delle h 18.08 e 18.09 (metto un nome così non facciamo confusione). Perdonami ma diventare MGTOW mi sembra essere più che altro una resa.
      Posto che secondo me saper stare da soli è fondamentali per saper stare con un compagno/a, altrimenti vuol dire che con la persona che hai accanto instauri un rapporto non di amore ma di dipendenza: essere MGTOW mi sembra una deriva un po’ disfattista. Andare a prostitute mi pare il caso più tragico, è abbastanza umiliante e fossi un uomo non lo farei. Essere Monk poi è un discorso a parte, nel caso di veri e propri ecclesiastici si tratta di vocazione religiosa, per chi è laico e pratica questo tipo di castità penso che si tratterà di una minoranza di persone, in linea generali non siamo programmati per vivere in completa solitudine.
      E’ indubbio che le LTR e le questioni sentimentali in genere siano complicate, lo sono per donne e uomini. Le ONS però (posto che non ne ho mai avute e non mi piacerebbe nemmeno averle, pur non giudicando chi ne ha, molte mie amiche ne hanno) alla lunga ti danno un senso di noia e di vuoto (da come mi riferiscono coloro che ne hanno). Questa cosa del rimanere “zitelli” (perché MGTOW alla fine è questo) mi sembra più una sorta di corazza per proteggersi da eventuali delusioni, delusioni che però non risparmiano né uomini né donne, né belli né brutti, né ricchi né poveri.

      Elimina
    6. L'errore di alcuni è invece il pensare che le donne siano un miraggio per tutti gli incel.

      Nei casi più disperati questo può essere vero. Ad esempio prendete uno a livello Salvatore Aranzulla. C'è ben poco da lavorare o lookmaxare lì. C'è solo da sensibilizzare una persona e fargli intraprendere un percorso che lo porti a vivere senza l'ossessione per la figa e dedicandosi ad altre attività riempi-tempo (MGTOW), e vivendo la propria sessualità con mezzi di fortuna (prostitute, sex-toy, porno, masturbazione).
      Ma in altri casi di incel più o meno recuperabili, dirgli di abbandonare le armi, specie se si tratta di ragazzi, è una follia. Se io fossi venuto a contatto con certe tematiche a 20 anni, nella fase più nera della mia vita sentimentale, o mi sarei impiccato o avrei fatto qualche sciocchezza stile ER.

      MGTOW non è la massima aspirazione di vita per un incel. E', piuttosto, un ripiego. Una presa di coscienza dei proprio limiti e un vivere quel pò di vita che ti rimane alla bene e meglio, godendo delle piccole gioie quotidiane, senza infamia e senza lode.

      Se poteste scegliere tra vivere circondati da donne, e vivere da reietti, cosa scegliereste?
      Quindi non prendiamoci in giro, ragazzi. Finiamola con questa storia dell'élite, degli illuminati che han capito tutto del mondo mentre gli altri sono dei poveri fessi schiavi dei propri istinti come delle bestie.
      Si tratta di sopravvivere. Vivere è tutt'altra cosa. Di accontentarsi di bere del liquame marrone puzzolente pur di non morire di sete. Di tapparsi il naso e trangugiare quella brodaglia pur di non morire disidratati. E questo lo chiamereste uno stato di beatitudine?! Il top?

      Elimina
    7. @CHIARA 20 settembre 2019 11:00
      Abbiamo già affrontato il discorso delle LTR in lungo e in largo e concluso che al giorno d’oggi, soprattutto per un uomo, sono tendenzialmente troppo rischiose.
      - LTR senza matrimonio e senza figli – se un uomo non è eccessivamente cuck e/o bluepillato, nel caso in cui la relazione non vada bene ne può uscire quasi incolume
      - LTR senza matrimonio, ma con figli - nel caso in cui la relazione non vada bene, l’uomo troppo spesso si ritrova a fare lo zerbino / beta-provider (non di rado pure cornuto) e se ne vuole uscire ne paga pesantemente le conseguenze sia in termini economici, sia in termini psicologici
      - LTR con matrimonio e con figli - vi sono circa il 50% (dati ISTAT) di probabilità che la relazione naufraghi e per l’uomo sappiamo tutti quali sono le conseguenze.

      A questo punto starebbe alle donne più avvedute e meno egoiste far sentire la propria voce e, magari, invertire l’attuale tendenza nazifemminista.

      Finché gli uomini saranno visti come dei poveri coglioni, zerbini, beta-provider con i portafogli da svuotare, non dobbiamo meravigliarci che in tanti preferiscano stare per conto proprio.

      Elimina
    8. @Andy, finchè non si abbandonano gli acronimi inglesi e si riprendono a chiamare le cose col proprio nome, finchè non ci riappropriamo della nostra lingua italiana, ci saranno sempre equivoci e incomprensioni quando si parla di relazioni.

      Perchè "fidanzamento" e "matrimonio" sono entrambi catalogabili come LTR, ma nella pratica sono due cose totalmente diverse per tempi, modi, conseguenze nel caso di rottura.

      Quando nei messaggi precedenti parlavo di "possibilità di ottenere LTR", mi riferivo sempre a relazioni che vanno oltre la singola serata, al fidanzamento o comunque a una relazione stabile, seppur non ufficiale. Non mi sono mai riferito al matrimonio, che è tutt'altra storia e che guardo anche io con molto sospetto, visto l'andazzo che hanno molti matrimoni apparentemente felici.

      Elimina
    9. @Dave: perché un Aranzulla dovrà vivere solo di prostitute e masturbazione? Ho due amici che sono bruttini circa come lui (alti poco più di 1,60 fai tu) fidanzati. Ovviamente le morose non sono Aida Yespica, ma hanno relazioni molto più serene di un altro mio amico, bel ragazzo, che a ONS va alla grande, ma viene puntualmente deluso in campo sentimentale perché si sceglie ragazze che non hanno nessuna serietà. Ovvio che se un bruttino ha grilli per la testa di prendersi una gran patatona rimarrà fortemente deluso, a meno che non abbia tanti ma tanti soldi, ma in quel caso sarebbe anche peggio perché sarebbe solo uno sfruttamento. Cmq mi sono resa conto che molti bruttini e bruttine hanno degli "adattamenti" e tutti i loro standard sono ridotti, forse è una meccanismo di autodifesa inconscio, perché sono veramente convinti che il fidanzato/a bruttino/a come loro sia molto carino/a.

      Elimina
    10. @Andy: se ragionassimo tutti così probabilmente ci sarebbe l'estinzione, se si riproducessero solo i belli.. campa cavallo. Guarda che non è mica come dici tu, stai ragionando in maniera assurda, scusami se mi permetto: non è che il fallimento delle LTR (fidanzamenti, matrimoni, convivenze) sia sempre da imputare alle donne, ci sono tante donne bravissime e tante carogne di uomini semplicemente disgustosi, lo stesso dicasi per tante carogne di donne che come dici tu raggirano gli uomini e li rovinano intenzionalmente. Il problema sono le persone, non un sesso in particolare. Se poi mi parli di mantenimento del figlio be', penso sia normale che i soldi deve averli sia dalla madre, cui spesso viene affidato, sia dal padre, non è che una volta gettato il seme il dovere di un padre è concluso. E' che uomini e donne dovrebbero avere un minimo più testa e serietà quando si impegnano in relazioni a lungo termine, perché a farne le spese più di tutti, in caso di naufragio della coppia, non è l'uomo e nemmeno la donna, ma i bambini.

      Elimina
    11. Chiara ha ragione, se dovessero scopare solo Raul Bova, Luca Argentero e Gabriel Garko la specie si sarebbe estinta da un pezzo.

      Elimina
    12. @CHIARA20 settembre 2019 12:51
      @MountainLion20 settembre 2019 12:54

      Ma avete letto quello che ho scritto? Ma chi ha mai parlato di BELLI o BRUTTI???

      Elimina
    13. @Andy da come lo avevi esposto prima pareva che gli uomini delusi dalla vita diventavano MGTOW e secondo la Redpill i bellocci/ricchi/famosi non sono delusi, anzi se la spassano. Se poi mi dici che indiscriminatamente nessuno bello o brutto dovrebbe più avere LTR allora si smette la riproduzione e tanti saluti a tutti �� lasceremo il pianeta agli animali che sono molto più in gamba di noi umani sicuramente.

      Elimina
    14. @CHIARA 20 settembre 2019 13:46
      "da come lo avevi esposto prima" Perchè, "poi" come lo avrei esposto?
      Dove lo avrei esposto "prima" e dove lo avrei esposto “poi”?
      Se c’è un “prima” c’è anche un “poi”, ovvio.
      Ma che cosa stai dicendo?? Te lo ripeto: Sei sicura di aver letto ciò che ho scritto IO il 20 settembre 2019 alle 11:46??
      E Se lo hai letto, allora non hai capito, il che è grave perché la mia non è neanche una sintesi, ma solamente una brevissima analisi, oltretutto riassuntiva di cose che sono state dette mille e più volte in questo Blog.

      Elimina
    15. @Andy cos'avrei detto di diverso da quello che hai detto tu?? hai detto che non fai distinzione tra belli e brutti, quindi le LTR sono sconvenienti per ogni uomo, ergo nessuno dovrebbe più averne dato che le donne sono tutte nazifemministe, succhiasoldi, cacciatrici di betaprovider etc. Detta così mi sembra una situazione di deriva catastrofista, poi non so. Mi sembrano dei discorsi di un qualcuno che è talmente rabbioso e cinico da passare a un estremismo totale, tanto più che esistono tante situazioni in cui è l'uomo ad essere un pezzo di merda e la donna ad essere corretta, perché la stronzaggine non fa differenza tra uomini e donne e le casistiche sono infinite. Poi sei libero di pensarla come vuoi, ci mancherebbe, sto solo avendo un confronto con una persona di parere diverso dal mio, solo che tu ti stai scaldando un po' troppo.

      Elimina
    16. @CHIARA 20 settembre 2019 16:03
      Senti, finiamola qui. Io non perdo tempo con gli analfabeti funzionali.

      Elimina
    17. @Andy ti ringrazio per aver chiuso il discorso in questa maniera molto elegante e di classe, indubbiamente dal modo in cui ti esprimi e da come formuli il tuo pensiero devi essere un illustre plurilaureato dotato di un QI decisamente sopra la media nazionale e di un carisma eccezionale...

      Elimina
    18. Henry de Toluose Lautrec20 settembre 2019 21:55

      1) i MGTOW alla Di Caprio: belli e/o ricchi che hanno solo ONS
      2) i MGTOW puttanieri: quelli che, per forza di cose o per scelta, non hanno ONS e ricorrono alle prostitute
      3) i MGTOW Monk, che rappresentano il Top: hanno rinunciato completamente al sesso e vivono in uno stato di beatitudine.
      Naturalmente, arrivare a questo ultimo livello non è da tutti...

      ==================

      mah sinceramente tra essere MGTOW monk e MGTOW Dicaprio che scopa alla grande con le fighe, se dovessi scegliere, sceglierei la seconda, fanculo all'ascetismo e all'essere "TOP" :-) mi godo la figa...

      Elimina
  28. @Dave
    Ti ha già risposto Anonimo delle 14.15.
    Aggiungo solo qualche considerazione.
    Le donne in generale non sono particolarmente predisposte alle ONS e prediligono le LTR. È un fatto di biologia: siccome per loro la gravidanza comporta un investimento ben maggiore, tendono istintivamente a evitare le relazioni da "una botta e via".
    Se lo fanno è solo da ragazzine (prima dei 30 anni) quando pensano a divertirsi e basta.
    Ed è esattamente in questo periodo che emerge la loro ipergamia.

    Ne consegue che NO, da ragazzi accaparrarsi una ONS con una pariestetica, per chi si trovi sotto il 7, è roba più unica che rara.
    Siamo proprio all'ABC della Redpill: se neghiamo questo allora diciamo anche che la terra è piatta e facciamo prima.

    Poi magari esistono anche le ninfomani che anche a quarant'anni e oltre la danno pure ai venditori di rose ai semafori.
    Non dimentichiamo mai che la Redpill prevede che possano esistere eccezioni, ma nessuna persona sensata si basa sulle eccezioni.
    Nelle LTR, invece, si tende al pariestetismo, proprio perché, siccome siamo ancora tendenzialmente monogami, non ci sono abbastanza belli per tutte e le donne si devono accontentare di chi non è più bello di loro.
    Però, appunto, parliamo di LTR con tutto ciò in negativo che ne consegue (utile rileggersi l'articolo sui paggetti).
    Il valore aggiunto di una donna non è tanto il sesso (che si può avere in altro modo), ma quello di essere accettati socialmente, il che è importante soprattutto quando si è giovani è facilmente condizionabili.
    Per questo, un uomo maturo e razionale si accorge che vive benissimo da solo, senza rotture di coglioni.
    A questo riguardo, ti invito a leggere, sempre sul Blog, la Storia di Erasmo: un vero capolavoro della redpill –tra l’altro scritto anche benissimo- che espone in modo chiarissimo e direi incontrovertibile quello che ho cercato di sintetizzare in poche righe.
    Per concludere, il pensiero tossico è esattamente quello secondo cui, per poter vivere decentemente, si debba avere una donna. È veramente un'imbecillità apocalittica che induce milioni di persone a rovinarsi la vita.
    Visto che parliamo di esperienze personali (che sono, comunque, irrilevanti), mi sono fidanzato diverse volte, l'ultima a 23 anni, sposato a 28 e separato a 39.
    Sinceramente posso dire di aver cominciato a vivere per davvero quando, complice anche il fatto che la realtà me l'aveva sbattuto in faccia (come a molti altri), ho compreso quanto l'ossessione per il sesso mi avesse rovinato la vita.
    Credo non sia un caso se a questo mondo le persone più felici di solito si trovino tra i monaci (delle più varie religioni) che si sono votati alla castità sin dalla giovinezza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E’ indubbio che si possa vivere anche senza una donna (o un uomo nel caso di donne e gay), però dipende dai caratteri, penso che bisogna saper stare da soli, ma se ci si innamora di qualcuno non bisogna neppure essere troppo spaventati dalle LTR sennò ci si preclude un qualcosa. Tu a quanto dici sembri aver ricevuto delle delusioni. Quando dici “Sinceramente posso dire di aver cominciato a vivere per davvero quando, complice anche il fatto che la realtà me l'aveva sbattuto in faccia (come a molti altri), ho compreso quanto l'ossessione per il sesso mi avesse rovinato la vita” cosa intendi di preciso?

      Elimina
    2. Gigi, quella per il sesso non è un' "ossessione", ma un' inclinazione naturale di ogni mammifero presente sulla terra. E' il non fare sesso che è anormale. E a me, che ho avuto una storia simile alla tua, ma con una tappa in più, ovvero l' essermi riaccompagnato dopo qualche anno dalla fine del matrimonio, la vita, per un certo perioso, ovvero l' adolescenza e i primi 20 anni, l' ha rovinata proprio il non fare sesso, a causa dell' impossibilità di procurarmi ragazze con cui farlo!

      Elimina
    3. @Mountain dovrebbe essere un'inclinazione naturale, ma il mondo esterno ti incasella in stereotipi castranti e condizionanti in cui devi stare dentro altrimenti sei out, se sei un uomo DEVI andare a letto con quante più ragazze possibile a settimana sennò sei gay (non che ci sia qualcosa di male nell'esserlo) oppure sei sfigato o cmq non sei un uomo, se sei una donna devi fare poco sesso poco sei mignotta (ma non troppo poco sennò sei frigida), è il mondo esterno a dirti cosa devi essere, come ti devi comportare, se non mantieni lo status quo delle cose sei un eversivo, ergo uno sfigato (da qui gli uomini che sono andati a letto con 5 ragazze nella loro vita dicono che sono andati a letto con 20, le donne che se ne sono fatti 5 dicono che sono 1-2). Ognuno è libero di fare più o meno sesso e in ogni caso il sesso è una bella cosa, ma deve essere un divertimento, non un lavoro o una necessità per non sfigurare agli occhi esterni.

      Elimina
    4. @Gigi, ho già risposto ieri a questa osservazione.
      Se uno da bruttino o normaloide, cerca di farsi l'avventura di una notte con Miss Italia, certo che è una cosa più unica che rara.
      Si tratta di prendere atto del proprio valore e stabilire obiettivi realistici.

      La gente, chiuso internet e entrata nel mondo reale, scopa, e lo fa in maniera proporzionale al proprio LMS.
      Che poi è anche un fatto di domanda e offerta.
      Quanti figaccioni e quanti carini ci sono là fuori? Non molti. Nei blog americani si parla di 20% della popolazione maschile. Il resto, ovvero la maggioranza, naviga nel mare magnum della mediocrità, si tiene a galla tra il 5 e il 6.5. Quante sono le donne giovani e con appetiti sessuali da soddisfare? Tante, tantissime, specie oggi che il sesso è un piacere, e non più un tabù o una esperienza da rimandare alla prima notte di nozze.
      E tu pensi che quei pochi fighi in giro possano accontentare sempre e comunque le voglie di tutte queste donne? 365 giorni all'anno? Si tratta di uomini molto corteggiati, e non possono certo dedicarsi a 200 donne contemporaneamente. Dovrebbero clonarli.
      Certo, una tantum a queste donne capiterà il figo di turno, ma una tantum appunto... E quindi una generica ragazza di 25 anni che vuole vivere la sua gioventù e divertirsi come tutte, cosa fa? Si fa crescere le ragnatele nell'attesa del prossimo figo che potrebbe arrivare domani, come tra 6 mesi, come potrebbe non arrivare mai?

      E come non sta scritto da nessuna parte che per fare ONS bisogna essere almeno dei 7, allo stesso modo non sta scritto da nessuna parte che le donne preferiscono le LTR da adulte ed evitano le ONS perchè possono rimanere incinte. Favole da psicologia evoluzionista.
      I metodi contraccettivi esistono e sono largamente diffusi, e tantissime donne a 30 e 40 anni vivono la propria sessualità in modo libero, senza legarsi a nessuno. 20 anni fa una 35enne single era una zitella, oggi è una donna single e indipendente.
      Tra palestre, look alla moda e trattamenti estetici, una generica 40enne può risultare sexy e appetibile tanto quanto, se non più di, una 20enne.
      Ormai la pressione sociale si è allentata parecchio, non tutte hanno l'impellenza di "sistemarsi" prima possibile per non far parlare i vicini di casa e i parenti, e far contenti mamma e papà.


      Su cosa sia il sesso, ti ha magistralmente risposto Mountain Lion.
      Aggiungo solo che il sesso sta alla base della piramide di Maslow. Fa parte dei bisogni fisiologici insieme al cibo e al sonno. In altre parole, una volta che un uomo ha un tozzo di pane con cui saziarsi, un po' di acqua pulita da bere, un letto su cui dormire, del fuoco con cui riscaldarsi e un tetto sopra la testa per non essere sbranato dai leoni, l'istinto successivo che tenta in ogni modo di soddisfare è quello di trovare una donna e sborrarla.
      Sarebbe come dire che quella per il cibo è un'ossessione...
      https://it.wikipedia.org/wiki/Bisogno

      Poi certo, un individuo senza cibo muore nel giro di qualche settimana, mentre un senza sesso si può vivere per anni, ma come si vive? Vive davvero? Sopravvive....
      Non a caso quando non si pratica volontariamente sesso si parla di "astinenza", cioè il rinunciare ad un bisogno primario come il sesso o il cibo per svariate ragioni (morali, religiose, psicologiche)

      Elimina
    5. @ Dave : come al solito, intervento lucidissimo. L' assunto alla base delle teoria Incel secondo cui al massimo un 20% dei maschi si scoperebbe tutte le femmine o quasi è delirante e sconfessato dalla realtà dei fatti.

      @ Chiara : ognuno fa quello che può e che vuole, gli stereotipi sono fatti per i deboli. Chi è forte è LIBERO.

      Elimina
    6. Caro tutti, ecco, questo è il link dove si dimostra, in modo chiaro e lineare, che il rapporto è di 80-20 (Pareto).
      https://www.ilredpillatore.org/2017/10/con-quante-donne-va-letto-un-uomo.html?m=1
      Si tratta, come potete vedere non di stereotipi, ma di freddi dati numerici, suffragati da statistiche, per cui se non volete crederci fate pure, peró mi sembra davvero un po’ come dire che, siccome tu non vedi alcuna curvatura, allora per te la terra è piatta.

      Elimina
    7. @Mountain Lion.
      Perdona la curiosità, cliccando sul tuo nome è saltato fuori un blog in cui si parla di seduzione.
      Se ho ben capito sei una specie di blogger PUA...
      mi perdonerai allora se non presto particolare credito a quel che dici in merito alla possibilità di trovare donne.
      Sarebbe come chiedere a un oste se è il vino è buono...

      Elimina
  29. @Mountain quoto al 100%

    RispondiElimina
  30. Dave, Chiara e Mountain

    spiace dover stare a spiegare cose che dovrebbero essere OVVIE.
    Vi consiglio di leggere qualche articolo in più di questo Blog.
    Le donne sono dedite all’ipergamia, gli uomini alla poligamia: ecco spiegato perché, da giovani, quando non ci si preoccupa di avere una “famiglia”, le relazioni sono tali per cui l’80% di donne è soddisfatto dal 20% degli uomini.
    Successivamente si fa sentire l’orologio biologico: una donna puó essere ben tenuta quanto vuole, ma dopo i 35 la fertilità comincia a scemare.
    Non lo dico io, ma la Scienza.
    Per questa ragione si tende a creare una LTR e, siccome le coppie sono fatte da due persone e il 50% degli individui è di sesso maschile, ne deriva che le coppie (composte da un uomo e una donna) saranno tendenzialmente pari-estetiche. È matematica.
    La stragrande maggioranza delle LTR (che siano matrimoni o no è irrilevante) danno vita a figli;
    oltre il 50% delle LTR naufraga;
    il verificarsi di tali circostanze, da un punto di vista legale, per un uomo è un disastro.
    ATTENZIONE:
    quelle che ho detto sinora non sono opinioni, ma dati oggettivi.
    Negarli, quindi, non è una semplice convinzione, ma ignoranza allo stato puro o insano trollaggio.
    SIAMO ALL’ABC.

    RispondiElimina
  31. Anche sulla questione MGTOW temo non ci siamo capiti.
    Il MGTOW non è necessariamente uno che non fa sesso; puó farlo o andando con le prostitute o, se il suo aspetto glielo consente, attraverso le ONS.
    Quindi, il bisogno del sesso è soddisfatto.

    Il MGTOW è una persona che non si impegna in relazioni di lungo termine, per il semplice fatto che sono svantaggiose (vedi sopra).
    Continuate a riportare esperienze personali, delle quali, onestamente, non frega nulla a nessuno.
    Magari voi siete stati particolarmente fortunati, ma non è quello che accade alla stragrande maggioranza degli uomini, per i quali avere una relazione significa rinunciare a buona parte della propria libertà, del proprio patrimonio e persino della propria dignità.

    Non insultiamo, quindi, l’altrui intelligenza raccontando favole da romanzo rosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 08:20

      Il 18enne insieme alla biondina compagna di classe in LTR lo consideri in LTR svantaggiosa?
      Tu fai l'errore (per esperienza o disonestà intellettuale) di considerare come LTR solo il fesso ex-incel che a 40 anni trova la separata con 2 figli altrui da mantenere

      Elimina
    2. @Henry

      Dici sempre le stesse cose, che sono o grandissime ovvietà o grandissime cazzate.
      Le LTR tra adulti sono quasi tutte caratterizzate dalla presenza di figli.
      E oltre il 50% di esse fallisce.
      Quindi, se uno sa queste cose non puó propagandare l’idea idiota e intellettualmente disonesta secondo cui no, le LTR non significano niente... te ne puoi liberare quando vuoi.
      È una casistica talmente limitata e poco significativa che farci affidamento sarebbe da IMBECILLI.
      Riguardano tutt’al più la 45enne che vuole divertirsi con il ragazzo di 35. E a sto punto tutta la vita una prostituta con 20 anni di meno.
      Poi, lo sappiamo -ripeti sempre anche questo- le prostitute con te non sono state gentili.
      Ma con il resto del mondo (o buona parte di esso), invece, si.
      Se non fosse così non sarebbe un businnes miliardario.
      Se non fosse così, poi, non si spiegherebbe perchè così tanti uomini sposati ci vadano, caro mio.
      Evita di fare il bambino; la tua storia non è LA STORIA.
      Cerca di variare argomenti, che sennó fai ridere...
      Anche perchè, saprai -spero- benissimo come è fatta una donna... quando ti ci metti lei spinge per fare le cose serie: andare a vivere insieme, magari sposarvi, poi vuole un figlio e se ti opponi sei un egoista e un immaturo...
      E siccome magari uno si è letto su questo Blog le puttanate che spari in materia di “validazione” e “social proof”, si ROVINA!
      Ma lo vuoi usare il cervello?
      Le LTR felici possono esistere ma sono una minoranza esiguua, ragion per cui le persone sensate ne stanno alla larga.
      Ho capito che tu ti sei sposato e vuoi convincere il mondo (ma più che altro te stesso) di aver fatto la cosa giusta.
      È probabilmente per questo che tieni sempre a precisare che scopi almeno 3 volte alle settimana (ma non le ha mai le mestruazioni?), probabilmente.
      Ma che ti dobbiamo dire? buon per te, abbi una buona vita.
      Ma non stare a scassare il cazzo all’universo mondo.
      Perchè la disonestà intellettuale è tutta tua.

      Elimina
  32. Nei vostri commenti continuate a parlare di MGTOW come di gente che fa rinunce, si arrende, o addirittura di reietti.

    In ragione di quanto sopra, peró, capite bene come sia vero tutto il contrario!
    Quello del MGTOW non è un ripiego, per il semplice fatto che, anzi, è la prima scelta, e anche da parte di molti uomini che potrebbero tranquillamente avere tutte le relazioni del mondo.

    Discorso “Monk”.
    Chi riesce a sublimare le proprie pulsioni non penserebbe mai di tornare indietro, perché il tempo e le energie risparmiate sono enormi.
    Chiedete a un monaco buddhista (e non solo) per averne la conferma.

    Che significa che il sesso è un bisogno? A parte il fatto che non è un bisogno vitale, ció non significa che non se ne possa essere ossessionati.
    Anche quello di nutrirsi è in sè un bisogno (in questo caso invece vitale) eppure ci sono persone che ne sono ossessionate come i bulimici e gli obesi.

    Tutto ció senza contare che
    a) come ho scritto sopra, e come è assolutamente pacifico in qualunque definizione di MGTOW, non è al sesso che si sta rinunciando, ma alle LTR.
    b) molto spesso nelle LTR si scopa ben poco e anzi, dopo che sono nati i figli, non si scopa quasi più.

    Per tutte queste ragioni, i veri redpillati diventano tutti quanti MGTOW, dell’uno o dell’altro tipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 08:22

      Per rinunciare alle LTR senza rinunciare al sesso devi essere minimo un 7 oppure andare a PRO
      (con le conseguenze del caso: "sbrigati a godere ammmore che fuori c'è un altro che aspetta")

      Elimina
  33. Per finire.
    Esiste, in effetti, una scelta di vita che è un ripiego e una rinuncia: la LTR.
    Si tratta perlopiù di persone tristi che vivono una vita frustrante, spesso anche dal punto di vista sessuale.
    Per svariati motivi (tipo, i figli), non possono peró porre fine alle loro sofferenze (nel senso che, con la separazione, ne dovrebbero affrontare di peggiori, ad esempio lasciare la propria casa).
    Ecco allora che questi individui, i quali rapprsentano una delle maggiori fonti del pensiero tossico e ossessivo di cui anche voi siete portavoci, hanno l’ardire di presentarsi come quelli che “ce l’hanno fatta” e guardano dall’alto in basso i MGTOW dei quali invidiano fortissimamente la libertà.
    Fanno, ovviamente, ridere.

    Sinceramente ho sempre pensato chi, uscito da una storia con le ossa rotte, si precipiti a cercarne un’altra, dovrebbe essere sottoposto a TSO per il suo stesso bene.

    Non paghi delle ferite subìte, questi
    soggetti si buttano in un altro tritacarne...
    Personalmente, piuttosto che cercare un’altra donna, mi evirerei.
    Sarebbe come darsi una mazzata in testa sapendo di darsela.
    E no, grazie, non sono masochista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gigi perdonami, ma in questo quadro nichilista, distopico e catastrofico che prospetti, i sentimenti dove li metti? È una domanda per capire il tuo punto di vista, cioè per te gli esseri umani sentimenti di amore non ne provano? Si presuppone che molte LTR su questo dovrebbero essere basate (poi si sa che nei fatti tra le motivazioni troviamo di tutto è di più)

      Elimina
    2. Non è un quadro nè catastrofista nè nichilista.
      Direi che è semplicemente un quadro razionale e porta quale unica conseguenza quella di vivere meglio.
      I sentimenti sono parte della vita e non sono certamente solo quelli che si possono nutrire verso un partner (ne puoi avere per i tuoi amici, i tuoi genitori, persino il tuo cane...).
      Sfera emotiva e razionale non devono porsi in contraddizione l’una con l’altra.
      Ogniqualvolta invece, per seguirli, si compiono scelte oggettivamente dannose per sè stessi si sta male... anche sentimentalmente.

      Elimina
    3. L'utente "Gigi" dimostra con questo commento di essere il vero frustrato in quanto sostiene che la gente intraprenda relazioni, si sposi e faccia figli semplicemente per il piacere di sbatterlo in faccia ai famigerati MGTOW. Mentre lui e molti altri continuano a crogiolarsi in questa illusione, gli altri continuano per la loro strada.
      A mio parere, questa demonizzazione delle LTR è frutto di qualche delusione subita dall'utente Gigi in passato, e dalla sua concezione d'insieme che si limita al bianco e al nero, mista ad egoismo e presunzione che se nella vita non si ottiene tutto ciò che si vuole allora non ne vale la pena. In tutto ciò quelli che rinunciano e fanno scelte di ripiego sono proprio coloro che la pensano così.

      Elimina
    4. Ma scusate, se Gigi ritiene dannose le relazioni sentimentali a lungo termine a voi, in fin dei conti, cosa importa?
      Ogni volta che si accenna ai MGTOW cominciano a fioccare i commenti negativi e a volte piovono persino insulti.
      Comincio seriamente a credere che gli uomini che fanno questa scelta diano così fastidio semplicemente perché non si può avere alcun potere su di loro.

      Elimina
    5. Non mi pare che dalle parole di Gigi emerga alcun tipo di frustrazione: al contrario, sono argomentazioni perfettamente lucide e logiche.
      E oltretutto sono condivise da gran parte delle persone che leggono o scrivono su questo blog.
      In generale, non mi sembra corretto rispondere alle altrui opinioni tentando di screditare chi le ha espresse, peraltro in modo estremamente vago.
      Ad argomentazione si risponde con argomentazione.
      Attaccare l’avversario in modo acritico (in questo caso, dandogli del frustrato) indica che evidentemente non si ha nulla di sensato da dire.

      Elimina
    6. @Emanuele 20 settembre 2019 21:25
      @Anonimo 20 settembre 2019 21:34
      Siamo alle solite… chi non ha argomentazioni attacca sul personale, scrive idiozie random senza aver letto e/o capito ciò che sta criticando. Sono i tipici commenti sterili e inutili degli haters da quattro soldi.

      Elimina
    7. Ho cercato di non intervenire finora, leggiucchiando qua e là, ma direi che qua si è passato il segno.
      Non solo si nega l’evidenza, ovvero che la scelta del MGTOW è in assoluto la più razionale, ma addirittura si dà del frustrato a uno che espone argomenti chiari come il sole.
      Alcune delle affermazioni che vengono criticate (come ad esempio l’ipergamia femminile, o il rapporto 80%/20%) sono dimostrate al di là di ogni ragionevole dubbio e addirittura basate su dati statistici.
      Si pretende di negarle, santificando le LTR in modo ridicolo, con affermazioni apodittiche come quelle che si leggono sull’involucro dei cioccolatini.
      Ma ce l’avete presente il numero enorme di uomini che finiscono rovinati dalle relazioni a lungo termine?
      Fatevi un giretto in un qualunque Tribunale, se volete farvene un’idea.
      Sapete che vi dico? Con questa ostilità gratuita non fate che confermare quanta sia l’invidia nei confronti di chi si è chiamato fuori dal gioco e ora, verosimilmente, vive molto meglio di voi.
      Mamma mia quanto vi facciamo paura, noi MGTOW!

      Elimina
    8. @ Andy, Emanuele

      Avete perfettamente ragione: sempre il solito vizio.
      È un po’ come quando interviene Erasmo ad esporre tutto educato (troppo educato, a volte)i suoi argomenti, peraltro solidissimi, e salta sempre fuori qualcuno che lo insulta, senza naturalmente dire nulla nel merito.
      Ma io dico, per avere tutto sto tempo da perdere ad insultare gratuitamente la gente sui blog, mi sa tanto che i frustrati siete voi!

      Elimina
    9. @Anonimo 20 settembre 2019 22:08
      Aggiungo che io mi sono veramente scocciato di perdere tempo nel cercare di ragionare con gente che non è assolutamente propositiva, legge sì e no tre righe dell’articolo in questione per lo più non capendone il senso, legge un commento a caso senza seguirne l’eventuale filo logico e poi, puntualmente, ricomincia con le solite menate del tipo “siete egoisti, misogini, frustrati, sfigati ecc..”. Ma basta, ma veramente basta! Per fare un’inutile e sterile polemica da bar ci sono ennemila altri blog.

      Elimina
    10. A me di certo non dà fastidio non avere "potere" su Gigi dato che non ci conosceremo mai Ahahah cerco di capire, anche con provocazioni magari, il suo punto di vista che mi sembra piuttosto pessimistico ed essendo molto diverso dal mio modo di vedere le cose (e da quello della maggior parte delle persone che conosco) mi incuriosisce. Un utente sopra gli ha dato del frustrato, io penso che invece sia rimasto deluso da persone (donne) in malafede e si sia "corazzato". La mia è curiosità verso questo modo di vedere le relazioni uomo-donna. La sua è indubbiamente una linea molto dura e senza compromessi.

      Elimina
    11. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 08:33

      "Ma scusate, se Gigi ritiene dannose le relazioni sentimentali a lungo termine a voi, in fin dei conti, cosa importa? "

      Niente, ma mi chiedo solo perche' senta, a differenza nostra, di venire a sbandierare di quanto sarebbe un (presunto) privilegiato.

      Elimina
    12. @Andy: se c'è qualcuno che si limita a dare opinioni superficiali, in questo contesto siete proprio voi, in quanto tendete all'autocelebrazione e e generalizzare un'immensa categoria di persone per il puro e semplice fatto che hanno fatto una scelta diversa dalla vostra. Una persona veramente in pace con se stessa non sente il bisogno di giudicare le scelte altrui e specialmente a convincersi di essere nel giusto mentre tutti gli altri hanno torto. Ciò non vi rende particolarmente speciali, o introspettivi, ma al contrario evidenzia l'incapacità di guardare il mondo da prospettive diverse dalla vostra, requisito fondamentale di una mente critica.
      Facile pensare che la mente umana ragioni in maniera così semplice come sostenuto da voi, se non fosse per il fatto che siamo tutti dotati di un cervello funzionante in continua evoluzione e di un'individualità che ci contraddistingue gli uni dagli altri. Siamo dotati di istinto, ma anche di ragione e intelletto, altrimenti ci saremmo limitati a fare le stesse cose dei nostri antenati preistorici. Abbiamo passioni, predilezioni e sentimenti, che poco hanno a che fare con la sfera sessuale.
      Uomini e donne sono un po' troppo complicati per essere identificati con un semplice numero e essere ridotti a meri oggetti sessuali. Chi ha la presunzione di farlo in realtà è proprio colui che ha perso il contatto con la realtà.






      Elimina
    13. @Anonimo 21 settembre 2019 16:03
      Con il tuo commento non hai detto assolutamente niente. Hai solamente sparato una serie di frasi fatte e luoghi comuni alquanto vaghi e insignificanti. La prossima volta torna con argomentazioni vere.

      Elimina
    14. Sarebbero luoghi comuni e frasi insignificanti semplicemente perché contraddicono la tua distorta visione delle cose?
      D'altronde è l'unico modo in cui sapete rispondere a chi non la pensa come voi.

      Elimina
  34. Minchia se sei cazzuto! Condivido anche le virgole.
    Grande Gigi!

    RispondiElimina
  35. io non posso rispondere sennò con i sostenitori dei "faggots going their way" ( la parodia di coloro che potrebbero essere responsabili,consapevoli dei propri mezzi, avveduti e guardinghi come desiderosi di migliorarsi, che dunque non si precludono niente e non impongono niente a nessuno né odiano le donne in sè ) finirebbe ad insulti mentre c'è gente molto più brava di me e paziente.

    Ringrazio anticipatamente chi tanto, giustamente, non avrebbe capito nulla perché oltremodo scrivo da cane oltre che insultando e chi mi invece disprezza random.

    saluti non richiesti allora, daouda

    RispondiElimina
  36. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 08:02

    Parte 1:
    "Sapete che vi dico? Con questa ostilità gratuita non fate che confermare quanta sia l’invidia nei confronti di chi si è chiamato fuori dal gioco e ora, verosimilmente, vive molto meglio di voi.
    Mamma mia quanto vi facciamo paura, noi MGTOW!"

    Buffo. Questo blog nei commenti è diventato la rivincita morale degli Incel/MGTOW (non ho mai capito dov'e' il confine tra i due) sugli uomini sposati. I primi continuano a dire in pratica "ah ah, voi dovete mantenere una stronzetta che vi comanda a bacchetta e vi fa le corna col BF mentre io sono libero di dedicarmi i miei hobby e spendermi i miei soldi a puttane".
    Mi verrebbe da dire "e 'sti cazzi" (nel senso di "chi se ne frega").
    Siete felici, buon per voi, ma come mai sentite il bisogno di sbandierare ai quattro venti la vostra (presunta) privilegiatezza?
    Che il matrimonio per un uomo sia un'inculata è ovvio e siamo tutti d'accordo (credo); ma fate l'errore di guardare tutto bianco o nero quando nel mezzo ci sono le sfumature di grigio (50 per le donne, 255 per i grafici, 16 milioni per i grafici ricchi).
    Per voi LTR significa sempre e solo sposarsi con una 40 enne che ha già 2 figli con un altro e si è goduta al massimo il cazzosello scopandosi piu' di un centinaio di ganzoni bellocci, che cerca un fesso da usare come betaprovider mentre continuerà a scoparsi i ganzoni.
    Meglio essere incel/mgtow allora. Grazie al cazzo.
    LTR però è anche la storiellina adolescenziale del fortuato che si mette insieme alla compagna di classe del liceo, vanno in giro insieme in motorino, scopano furtivamente a casa di lui o di lei quando i genitori non ci sono (o quando con una compiacenza non detta gli lasciano volutamente la casa libera) ma poi a pranzo e cena trovano la tavola pronta senza doversi preoccupare di lavoro bollette e figli da mantenere. Anche questa è una LTR però non sarebbe stata così male eh? Oppure mi venite a dire che era meglio passare i sabati pomeriggio a giocare a call of duty e le sere su youporn?
    Oppure ci sono le LTR che partono a 19 anni e finiscono a 25. Anni di grandi scopate perche' si ha la macchina (e qualcuno già la casa); poi a 25 quando la donna comincia a "pensare il futuro" la relazione finisce. Mica male eh.
    Poi ci sono le vie di mezzo. Ci sono quelli che si mettono insieme ai tempi del liceo (o a limite a 20 anni) e poi vanno avanti e a 25 si sposano. In questo caso il marito si beccherà le rotture di coglioni della donna post-40, ma si è anche preso gli anni migliori della stessa donna. Ci si puo' stare? Forse. Dipende dai punti di vista.
    Poi c'è il fesso, quello che prende la 40 enne avanzo degli altri magari pure con figli non suoi da mantenere.
    In ogni caso non è tutto nero o bianco; altrimenti traslando il concetto sulla vita in generale si potrebbe anche dire che siccome la vita è fatica e sofferenza allora converrebbe porre subito fine alla stessa (attenzione: non sto istigando nessuno a suicidarsi, la vita è bella tenetevela stretta, è solo per far capire un concetto) fino ad arrivare all'infelice frase del cancro che sarebbe un dono.
    Chi si trova sposato a 40 anni ma la moglie era la fidanzatina del liceo che ha passato i migliori anni e le migliori scopate con lui alla fine se l'è anche goduta, ora se ne paga un po' il prezzo ci puo' stare.
    (che poi non è neanche detto che la sua vita sia una vita di merda a fare da paggetto alla moglie dittatrice.... questo è quello che FAREBBE PIACERE A VOI PER POTER DIRE "GNE GNE GNE" molte coppie sono equilibrate, tra alti e bassi).

    RispondiElimina
  37. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 08:03

    PARTE 2:
    Per quanto riguarda i Monk al TOP.... lasciamo perdere. Se c'è qualche MGTOW che invidio sono i BF da 9 tipo DiCaprio che scopano e basta (gratis) con gran fighe di massimo 25 anni. Lui è un vero MGTOW. Chi rinuncia alla LTR perche' potrebbe permettersi solo una 40enne con figli altrui da mantenere, per me non è un MGTOW, è un incel bello e buono.
    Così come il monk diventato tale dopo averci preso un numero consistente di pali o semplicemente la consapevolezza della sua bruttezza non è un MGTOW, è un incel in denial. Trovatemi un belloccio che rinunci alle donne, lui è un vero MGTOW.
    P.S. Ognuno vive come vuole. Premesso che io sono fuori dal mercato e non mi cambia nulla, ma se avete la presunzione che voi "MGTOW" (ma io direi incel) disturbano gli altri vi sbagliate di grosso, piu' MGTOW ci sono e piu' si abbassa la concorrenza verso le donne (per lo stesso motivo piu' gay ci sono meglio è). E comunque il fatto che sentite il bisogno di sbandierare ai 4 venti la vostra (presunta) privilegiatezza secondo me è sintomo di complesso di inferiorità.

    RispondiElimina
  38. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 08:57

    Alla base di fondo del MGTOW (tranne pochi casi di REAL MGTOW come Di Caprio) c'è un problema oggettivo irrisolvibile che sbatte a dover fare una scelta di vita di merda:
    -una LTR con una 40enne dittatrice che puzza di cazzo e con figli altrui da mantenere
    -il MGTOWING

    La scelta migliore è sicuramente la seconda.
    Sarebbe come dire che per chi è zoppo è piu' conveniente starsene in casa piuttosto che girare il mondo (visto la fatica che comporta il muoversi).
    Il problema è che non tutti sono nati "zoppi" cioè non tutti hanno basso LMS, in particolare L, quindi chi è un po' piu' bello puo' aspirare a relazioni gratificanti.
    Se poi uno pur essendo bello si sposa a 40 anni con gli avanzi di qualcun altro allora sì, è un fesso.

    RispondiElimina
  39. @ Henry

    quello che dici è PALESEMENTE falso.
    Non siamo noi MGTOW a rompere il cazzo agli altri, quanto piuttosto il contrario.
    Loro ci danno dei perdenti e degli sfigati e dicono che, se non abbiamo donna è perché sono brutti.
    Solo a questo punto, di fronte all’enormità della stronzata, gli facciamo notare che non è così.
    E siccome è palese che sia meglio star da soli che essere male accompagnati chi ci attacca in questo modo si copre di ridicolo.

    Le LTR adolescenziali/giovanili non sono vere LTR: si tratta di storielline che durano poco e che francamente abbiamo avuto tutti (me compreso).
    In questa fase, peraltro, a differenza che nelle LTR vere, che si hanno successivamente, si assiste all’ipergamia femminile, perché si è nel pieno della giostra...difficilmente un normie puó accedervi.

    Qua peró si parla di qualcos’altro, ovvero di come impostare la propria vita.
    Nella maturità la stragrande maggioranza delle relazioni evolvono in una famiglia, con tutti gli annessi e connessi.
    Solo un ubriaco potrebbe mai pensare di metter su famiglia con lo scopo di trombare, dal momento che
    a) non è detto che si trombi;
    b) ha comunque costi e rischi che, in media, non compensano il vantaggio.
    Molto più semplice allora sarebbe rivolgersi a una prostituta.
    Le LTR si instaurano, invece, per via della pressione sociale.
    MGTOW è proprio colui che, avendo compreso questo e non volendo cadere in questa trappola, si tiene alla larga dalle relazioni.

    Anche quello che hai detto sui MGTOW Monk è palesemente falso.
    Esistono milioni di persone che hanno imparato a dominare i propri istinti.
    Certamente non è facile, ma è qualcosa che ti conferisce un’autostima enorme, perché ti fa sentire padrone di te stesso.
    Evidentemente il tuo approccio sessocentrico alla vita che, con tutto il rispetto, mi pare roba da ragazzini, ti impedisce di realizzarlo.
    Comunque, ed è un fatto storico, ci sono sempre stati uomini che non avevano alcun problema a trovare le donne e che poi hanno deciso di diventare MGTOW Monk.
    La storia è piena di casi celebri: Gautama (Buddha), San Francesco, Sant’Agostino... quest’ultimo in particolare è passato dall’essere un sessuomane (ma anche Francesco ci aveva dato parecchio...) alla castità completa.
    Anche al di fuori del mondo delle religioni, peraltro, gli esempi sono quotidiani.
    Prendi quelli che, dopo essere magari anche stati sposati, prendono questa strada.
    È chiaro che, se volessero, un’altra donna la troverebbero.
    Quindi, carissimo, piantala di dire cazzate; i MGTOW non sono necessariamente brutti nè incel, te lo dice uno che -come te- è stato fidanzato e sposato.
    È verissimo che l’insultare chi ha fatto una scelta di vita diversa dalla tua, ostentando superiorità, puó essere indice di un complesso di inferiorità e un modo per recuperare l’autostima perduta...
    Sennonché qua chi addita gli altri di essere degli incel i denial, dei repressi e dei brutti non sono io; sei tu.
    E come te molti altri.
    A noi MGTOW non interessa se tu o altri stiate bene con le vostre mogliettine.
    Se è vero, ci congratuliamo sinceramente con noi.
    Poichè peró, e lo hai detto anche tu, le LTR in età adulta sono perlopiù un’inculata, consentirai a noi, spero, di tenercene alla larga senza muoverci accuse che, francamente, fanno ridere i polli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 12:23

      "se non abbiamo donna è perché sono brutti"

      Se tu fossi dal 7 in su scoperesti in ONS, altro che fare il MGTOW.

      Quindi, il vero MGTOW non di ripiego è il MGTOW che ha le ONS, quello sopra il 7.

      Per chi è sotto il 7 si hanno due alternative:
      -una LTR di merda
      -un incellitudine travestita da MGTOW

      Non se ne esce. Uno puo' anche dire "rinuncio alle donne", "vado a puttane", ecc. Ma è tutt'altra cosa rispetto al BF che conosce la biondina al supermercato e se la scopa la sera stessa a casa sua o il 15 enne che si mette insieme alla piu' carina della classe e in LTR passano insieme gli anni migliori della propria vita.

      In altre parole un brutto (ma basta essere sotto il 7) è comunque destinato a essere un perdente. Perdente in LTR o perdente in MGTOW.

      E' inutile cercare di dire che MGTOW sia meglio di LTR o viceversa, sotto il 7 sono entrambi ripieghi.

      Elimina
    2. Continui a ribadire le stesse cazzate, nonostante ti sia giá stato spiegato persino in aramaico che è vero il contrario.

      Hai una visione distorta secondo cui tutti sarebbero dediti esclusivamente al pensiero di trovare una donna dalla mattina alla sera.
      MA NON È COSÌ.

      Tanto per fare qualche esempio, una persona puó:
      -non voler perdere tempo a cercare una donna, anche se solo per una notte;
      -avere interessi che vanno al di là del sesso;
      -riuscire a dominare le proprie pulsioni, in modo da rendere superfluo il giocare alla giostra.

      Sono tutte considerazioni che un uomo puó fare A PRESCINDERE dal fatto di essere bello.

      I preti (esempio ricorrente nei commenti), per dire, secondo te son tutti incel???

      Ma fammi il sacrosanto (è proprio il caso di dirlo) piacere!

      Il MGTOW è una persona convinta che le relazioni non valgano la fatica e le sofferenze che costano.
      Riguardo alle ONS, vediamo di scendere dal pero una volta per tutte.
      Non è che le donne te la tirino addosso (escludendo magari i casi di fighi stratosferici).
      Un 7 puó averle, ma se le deve comunque andare a cercare; ci vuole tempo e dedizione, insomma.
      E magari uno non ne ha voglia e ritiene che, per avete una soddisfazione sessuale sia molto più pratico andare a prostitute (lo sappiamo, a te non piacciono, ma spero tu capisca che nel mondo c’è chi la vede diversamente...).

      Insomma il MGTOW è uno che, bello o brutto, decide che il gioco non vale la candela, per mille e uno motivi. E smette di giocare.

      Elimina
    3. Henry de Toluose Lautrec22 settembre 2019 14:34

      RIguardo alle PRO.
      Non è che non mi piacciono solo che, forse a causa anche lì dell'eccesso di domanda, il rapporto qualità prezzo è scarso.
      Fanno un lavoro da operaia specializzata (anche meno) ma guadagnano come delle modelle.

      Elimina
  40. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 09:46

    "Gautama (Buddha), San Francesco, Sant’Agostino... quest’ultimo in particolare è passato dall’essere un sessuomane (ma anche Francesco ci aveva dato parecchio...) alla castità completa."

    wow tre casi nel mare magnum dei miliardi di uomini che hanno vissuto in questo pianeta. Che statistica.
    Allora siccome c'è chi vince al superenalotto significa che è conveniente giocare?

    "Le LTR adolescenziali/giovanili non sono vere LTR: si tratta di storielline che durano poco e che francamente abbiamo avuto tutti (me compreso).
    In questa fase, peraltro, a differenza che nelle LTR vere, che si hanno successivamente, si assiste all’ipergamia femminile, perché si è nel pieno della giostra...difficilmente un normie puó accedervi."

    Prima dici che "le abbiamo avute tutti", poi che "difficilmente un normie puo' accedervi".

    Un po' di confusione mi sa.

    Insomma spiegati meglio.

    Vuoi dire che il matrimonio è, statisticamente, un'inculata? Sono d'accordo.
    Vuoi dire anche ANCHE la relazione di media-lunga durata con una donna senza matrimonio ne figli è un'inculata? Mi dispiace, non sono d'accordo.

    RispondiElimina
  41. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 10:11

    Se posso ti faccio una domanda, se tu potessi tornare indietro nel tempo all'età di 14 anni e fare un patto col diavolo che ti dice:
    -se vuoi ti faccio mettere insieme alla piu' carina della classe. Starete insieme molti anni, pero' poi arrivati a 30 anni te la sposi e ci fai due figli. Poi di quello che accadrà dopo non ti do' garanzia di nulla puo' andar bene come male.
    Accetteresti il rischio del matrimonio post 30 dopo pero' esserti goduto la piu' carina della classe per molti anni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 12:33

      Si cerca in maniera intellettualmente disonesta di far credere che tutte le LTR siano "marito zerbino che sopporta una cornacchia rugosa che non gliela dà e magari con figli altrui da mantenere";
      mi ricorda la stessa disonestà intellettuale di chi vuole fare confusione tra "naufraghi / migranti / rifugiati / immigrati" volendomi far credere che siano tutti "rifugiati" che "scappano dalla guerra" e sono "naufragati in mare" (certo certo, come no).
      Ho fatto anche una domanda a cui nessuno ha risposto.
      Avreste accettato, previo presunto patto col diavolo, una LTR con la piu' carina della classe dai 15 ai 20 anni e poi sposarla ma dopo aver goduto dei suoi anni migliori?
      E invece una LTR senza figli ne matrimonio con una pariestetica dai 19 ai 25 anni e dopo i 25 la rottura e ognuno per la sua strada senza strascichi?
      LTR NON SIGNIFICA SOLTANTO FIGLI E/O MATRIMONIO (in altre parole strastichi ed obblighi legali) NE' SIGNIFICA SOLTANTO PRENDERSI GLI AVANZI DEGLI ALTRI A 40 ANNI. Questo non è LTR, questo è solo essere fessi.
      Quindi una LTR a 19 anni senza figli ne matrimonio con una pariestetica l'avreste accettata?
      (mi vanno bene anche risposte del tipo: "no, io che sono 8 voglio la libertà di scoparmi le modelle nei bagni delle discoteche" :-) )

      Elimina
  42. @ Henry

    spiace dover ribadire l’OVVIETÀ per la milionesima volta:
    sappiamo quale sia la proporzione delle relazioni da ragazzi: l’80% delle donne va al 20% dei maschi.
    Questo significa che anche il restante 80% uomini ha possibilità di accedere alle storielle di cui parli, ma sarà più difficile che per il 20% che sta al top.
    Certamente, poi è anche veroche per alcuni non ci sarà verso.
    Essendo sul 6.5 a quell’epoca qualche storiella l’ho avuta pure io, anche perché, come tu fai oggi (ma io avevo 15 anni...), pensavo solo alla figa.
    Ecco spiegato l’”arcano”.

    Sui MGTOW Monk, non so se tu ci sia o ci faccia, ad ogni modo, se conosci la lingua italiana sarai capacissimo di leggere che quelli sono tre esempi. Tre, celebri, su milioni di altri casi.
    Te li devo citare uno ad uno? Non mi sembra che ci sia spazio.
    Se proprio sei così curioso di conoscerli, peró, ti suggerisco di farti un giretto nel più vicino convento.
    Magari, parlando con qualche frate, riuscirai persino a superare la pubertà mentale nella quale continui a vivere.
    Per quanto riguarda la tua domanda, non mi serve lavorare molto con la fantasia, perché è più o meno quello che mi è capitato.
    E no, se potessi tornare indietro non rifarei quello che ho fatto. Neanche morto.
    Piuttosto preferirei martirizzarni di seghe e giocare a Call of Duty per il resto dei miei giorni.
    Guarda, e te lo dico sinceramente, ti auguro davvero che le cose con tua moglie vadano sempre bene.
    Ma se, Dio non voglia, dovesse andarti male, come va a milioni, anzi miliardi di uomini, ti assicuro che il ricordo di tutte le belle eiaculate che ti sei fatto sinora ti consolerà ben poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 14:58

      Scusa continuo a non capire. Intendi che solo il 20% degli uomini riescono ad avere una LTR che non contempli né figli né matrimonio?
      Perche' io è di LTR senza figli né matrimonio che sto parlando. Perche' un uomo dovrebbe rinunciare anche a questa?

      Elimina
    2. Non ho espresso percentuali riguardo a questo aspetto.
      Ho detto che, nell’età giovanile, l’80% delle donne va con il 20% degli uomini. Il che, come sai, non è certo una mia scoperta.
      Comunque sì, nel mondo degli adulti, solo una percentuale minoritaria di coppie stabili è priva di figli.
      Anche perchè molto spesso, se tu non li vuoi avere, lei ti molla.
      D’altro canto, la maggior parte delle donne che non desiderano figli non si sposano nè danno vita ad unioni stabili.
      Anche questa non è opinione ma realtà piuttosto evidente...
      Quindi la tipologia di LTR da te evocata è qualcosa di molto raro, oltre che verosimilmente riservato ai bellocci.

      Elimina
    3. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 17:24

      Bene, quindi la LTR "free" (cioè senza figli né matrimonio), nell'età migliore (16-25) è un lusso per pochi maschi ad alto Look . Siamo d'accordo.
      Per i maschi a basso Look, una LTR significa fare da paggetto a una stronzetta 40enne magari con figli di un altro.
      Allora esistono 2 tipi di LTR. Quelle vantaggiose, tra i 15 e i 25 enni in cui un ragazzo ha la fidanzatina con cui tromba senza impegno e la LTR "inculata", quella della 40enne che cerca il fesso che le faccia da beta provider continuando magari a scopare coi ganzoni.
      Non esiste un solo tipo di LTR anche se quella vantaggiosa è una prerogativa di pochi.
      Chiamiamole rispettivamente "LTR TOP" e "LTR FLOP" per intendersi.
      Ora, vorrei capire se ci sono MGTOW che rinunciano alle "LTR TOP" (cioè quelle 16-25 senza impegni).
      Se non ci sono, significa solo una cosa:
      il MGTOW appartiene alla categoria dei maschi inferiori (così come il paggetto betaprovider, bieninteso) che non puo' permettersi relazioni LTR TOP e, giustamente, rifiuta le LTR FLOP.
      Significa essere piu' furbi del morto di figa che si prende la "LTR FLOP" ma nello stesso tempo aver meno valore del ganzone che si è preso le "LTR TOP".
      Ripeto, voi li chiamate entrambi MGTOW, ma tra un Di Caprio che non si sposa ma si scopa le 25enni e uno che passa le sere sui videogame castrato chimicamente con SSRI io preferirei essere il primo.
      Poi, de gustibus, per carità.

      Elimina
    4. Noto che finalmente andiamo d'accordo su qualcosa...

      però rimane sempre un errore di fondo:
      "il MGTOW appartiene alla categoria dei maschi inferiori (così come il paggetto betaprovider, bieninteso) che non puo' permettersi relazioni LTR TOP e, giustamente, rifiuta le LTR FLOP."

      E CHI LO DICE?

      Può darsi che sia un uomo con basso look, ma non è mica detto.
      Infatti può essere che si tratti di qualcuno che nella (peraltro, brevissima) fascia di età fra i 16 e i 25 si è dedicato ad altro; può essere che sia assorbito dagli studi, dallo sport, dalla musica o da un'altra ttività; può essere che sia un prete, può essere che non gli vada comunque di impegnarsi per mille altri motivi...
      L'umanità è alquanto varia, non esistono automatismi, tanto meno quando si parla di giovani...Non è che tutti vivano solo in funzione della figa!
      Ci sono ragazzi, anche bellissimi, che sono single.
      E' questione di scelte e di priorità.

      Poi va detto che, almeno per un uomo, uscire da una relazione non è così semplice.
      Spesso succede che le cose si evolvano, per cui quella con cui ti eri messo a 20 anni senza alcun progetto di famiglia, poi diventi tua moglie o la madre dei tuoi figli, e tu rimanga inculato perchè, magari di lì a poco, lei ti molla per un altro e tu ti ritrovi povero in canna e senza casa...

      Quindi, se in teoria la tua distinzione fra le LTR può anche reggere, nella realtà il confine diventa molto più sottile e le due cose tedono a confondersi.

      Anche per questo è meglio evitarle a priori.

      Sicuramete, al di sopra di quella fascia di età, ove regna la spensieratezza (su questo punto mi pare che siamo d'accordo), il MGTOW è comunque una scelta oculata.

      Elimina
    5. Gigi, tu vieni fuori da una separazione e quindi è normale che sei scottato e di donne e matrimonio non vuoi sentirne parlare neanche da lontano.
      Quello che io e altri ti stiamo cercando di far capire, è che LTR non significa per forza prendersi la 40enne sfatta con 2 figli a carico che ti nega pura 1 scopata al mese e in compenso ti comanda a bacchetta. Ma non è nemmeno solo il matrimonio.
      LTR può essere metterti insieme alla tua compagna di classe dai 15 fino ai 19 anni, e farti 4 anni di grandiosi scopate.
      LTR può essere trovare una ragazza di 28 anni e vivere la quotidianità fin quando la cosa non va più e mollarvi dopo 3 anni.
      LTR può essere trovare una ragazza di 18 anni appena compiuti, e starci insieme per 1 anno.
      LTR può essere pure sposarti con la figona che hai conosciuto in palestra e che ha 35 anni ha ancora il culo di marmo da far girare tutti per strada.

      Sono tutte relazioni di lungo termine.
      L'errore che commetti è quello di assolutizzare il tuo vissuto volendolo rendere di validità universale: se la mia LTR ha fatto schifo, allora tutte le LTR del mondo fanno schifo.
      Falso!


      Riguardo il principio di Pareto che sbandieri spesso a sostegno della tua tesi che solo i belli scopano in ONS, ti ricordo che la teoria 80/20 ha origine in economia: l'80% della ricchezza è posseduta dal 20% dei cittadini, l'80% del fatturato di un'azienda è prodotto dal 20% dei clienti, e via discorrendo.
      Un quindicennio orsono qualche disadattato americano che bazzicava su reddit ha voluto ammantare i suoi deliri misogini con un cenno di scientificità tirando in ballo il principio di Pareto.


      Questo però, applicato alle relazioni umane, non significa come vai predicando tu che il top 20% degli uomini scopa quasi tutte le donne, e i restanti uomini stanno a boca asciutta.
      Significa piuttosto che l'80% delle donne trova attraenti il top 20% degli uomini.
      Chi poi effettivamente finirà a letto con queste donne (e che magari ci faranno pure LTR) è tutt'altra storia, ed è lì che rientrano in gioco i vari normies e normo-bruttini che tu dai per spacciati in partenza perchè sub7.
      Ripeto, di fighi in circolazione non ce n'è a sufficienza, dovrebbero clonarli come han clonato la pecora Dolly.
      Tra sognare di scoparsi un figo, e scoparselo effettivamente, c'è una differenza enorme!!

      Che poi a ben pensarci, la teoria di Pareto applicata alle relazioni umane è la scoperta dell'acqua calda. Prendi 4 donne, Belen Rodriguez, una cubista tettona, la cassiera 30enne del supermercato, la tua vicina di casa alta 1metro e un tappo, e chiedi a 1000 uomini con chi preferirebbero passare una notte.
      Grazie al cazzo che l'80% degli uomini preferirebbe stare con Belen e la cubista tettona, mentre le altre 2 catalizzeranno molto sporadicamente le attenzioni degli uomini.

      Elimina
    6. Henry de Toluose Lautrec22 settembre 2019 18:55

      Due miei amici normaloidi si sono messi insieme in seconda liceo, dopo un lungo corteggiamento da parte di lui.
      Sarà stato il 1987, più o meno.
      (oggi sarebbe impossibile, oggi ti metti con una ragazza solo se è lei a scegliere te).
      Sono stati sempre insieme, tra alti e bassi, e brevi periodi in cui si sono lasciati ma subito rimessi insieme ma senza che nessuno dei due avesse nel contempo altre storie.
      Prima fidanzatina per lui, primo fidanzatino per lei. Primo rapporto sessuale per lui, primo rapporto sessuale per lei.
      Una decina di anni fa, dopo quindi piu' di 20 anni di fidanzamento e una decina di anni di convivenza, si sono pure sposati.
      Non hanno figli (e credo che ormai vista l'età non ne avranno piu').
      Nel frattempo si sono entrambi affermati professionalmente in una carriera brillante.
      E' una LTR che piu' LTR non si puo'.
      Probabilmente saranno quelli che a 80 anni vedrai passeggiare lentamente mano nella mano. I classici "finche' morte non vi separi".
      E' una "LTR 1.0" diventata poi "MATRIMONIO 1.0".
      Lei non ha cavalcato il cazzosello, non ha provato l'ebbrezza di farsi trombare da un 9 superdotato alto 1.90 con pettorali d'acciaio e occhi azzurri e lui non si è trombato le fighe nei bagni delle discoteche.
      Entrambi pero' hanno avuto la felicità che pochi altri hanno avuto, specialmente lui, che è riuscito a ottenere la ragazza dei suoi sogni compagna di liceo.
      Oggi lei è sempre una bella donna e il peso degli anni si fa sentire. Certo che una ventenne sarebbe piu' bona dell'attuale moglie di questo mio amico, ma alla fine nel tempo è subentrato molto altro (affetto, affezionamento, ecc)
      Magari a entrambi sarà capitato di sognare di scopare con un/una 9 o di masturbarsi fantasticando su altri/e, questo è umano.
      Pero' è una LTR da cui ci hanno guadagnato entrambi.
      E se va male? Boh... non avendo figli non ci dovrebbero essere motivi che vada male, alla fine nulla è cambiato rispetto a quando convivevano. A meno che lei un giorno non si svegli dicendo "mi separo così pijo tutto e vado a scoparmi i ganzoni da 9". Non funzionerebbe. Primo perche' lei praticamente guadagna piu' di lui e non avendo figli difficilmente prenderebbe piu' di lui, secondo perche' non è che sia piu' una 20 enne da attrarre i ganzoni da 9.

      Questo era un esempio.

      Altri esempi sono numerose coppie LTR o addirittura in matrimonio dove lui si fa rispettare... alle volte fin troppo (violenza) e ovviamente non approvo. Ma piu' l'uomo si fa rispettare e piu' la donna ne è innamorata (con questo non voglio istigare nessuno alla violenza ci mancherebbe, è solo per dire che piu' fate i pappemolli e piu' vi metteranno i piedi in testa).

      Insomma esistono numerosissime sfaccettature di LTR (ma anche di matrimoni) e non esiste solo l'ex incel diventato avvocato che si prende la quarantenne decrepita con 2 figli altrui da cui si fa comandare a bacchetta.

      (una ci provo': una ventina di anni fa rimorchiai qui in Italia al mare una ragazza dell'est nemmen eccezionale, un 6 e mezzo ci siamo frequentati qualche giorno e poi mi ha tirato fuori che aveva una figlia al suo paese.... fatta non si sa con chi... vade retro)

      Elimina
  43. Henry de Toluose Lautrec21 settembre 2019 13:54

    "Ma se, Dio non voglia, dovesse andarti male, come va a milioni, anzi miliardi di uomini, ti assicuro che il ricordo di tutte le belle eiaculate che ti sei fatto sinora ti consolerà ben poco."

    MO' ME'O SEGNO.

    https://www.youtube.com/watch?v=QurostXxgHE

    RispondiElimina
  44. E STI CAZZI!!!

    https://youtu.be/WLvl7FyHcQg

    RispondiElimina
  45. Henry de Toluose Lautrec23 settembre 2019 16:41

    Peraltro sono consapevolissimo del matrimonio come investimento a perdere, destinato a finire, ecc, ma sinceramente penso di aver quasi raggiunto il "punto di pareggio".
    Il paragone è quello già fatto con un'azione rischiosa della società XYZ. Ci investi 100 mila euro, ti dà il 10% netto di dividendo l'anno (sì, per comodità diciamo al netto di tutto, commissioni, imposte, ecc). L'investimento alternativo sarebbero stati titoli di Stato allo 0,1%. Dopo 12 / 13 anni la società XYZ puo' anche fallire e puoi perdere tutto, sei comunque sopra.
    Se si scoppia abbiamo comunque abbastanza di che vivere separatamente, senza litigare per le cento lire.
    Comunque non è solo una questione di sesso, è anche l'avere accanto una persona su cui ho potuto contare sempre, nei momenti belli e brutti, una persona con cui parlare, fare una risata, ecc... questo le PRO non lo danno (anche se qualche cliente vorrebbe raccontar loro la storia della sua vita...).
    Naturalmente c'è a chi tutto questo non interessa ed è MGTOW. Naturalmente. Basta che poi non si scopra che, da single, fa lo zerbino a qualunque profumiera gliela faccia annusare.

    RispondiElimina
  46. Buongiorno a tutti,

    devo dire che, nella sostanza, condivido quanto sostenuto da Gigi.
    Alcune precisazioni, peró.
    Esistono (almeno) due periodi nella vita: quello prima dei 25/30 anni e, quello successivo.
    Durante il primo, le relazioni fra uomini e donne rispecchiano la percentuale 80/20 cui fa riferimento Gigi.
    Non è una sua (o mia) teoria ma un dato di fatto suffragato dalle statistiche, e non riguarda nemmeno solo l’attrazione ma l’attività sessuale in quanto tale.
    Su questo punto Red ha scritto tantissimo, ragion per cui non mi sembra il caso di aggiungere nulla.
    Riguardo invece alla seconda fase della vita, occorre essere obiettivi.
    Innanzitutto, poiché le coppie sono monogame, in questo periodo tutti o quasi hanno una possibilità di accasarsi con una pariestetica.
    Per il resto, credo ognuno di noi conosca coppie felici e coppie infelici.
    Henry ha citato una bellissima esperienza, molte altre se ne potrebbero menzionare. Ma esistono almeno altrettante storie invece drammatiche se non tragiche.
    Se si desidera conoscere l’opportunità di una scelta, e si è persone razionali, è opportuno mettere da parte le singole narrazioni e porre mente e quel che invece accade nella maggior parte dei casi.
    Dando quindi un’occhiata ai dati statistici, scopriamo che:
    - oltre la metà delle LTR fallisce;
    - la stragrande maggioranza di esse hanno figli.
    - nel 90% e più dei casi, dopo la separazione, essi vengono affidati alla mamma, la quale potrà anche godere di un assegno di mantenimento e del diritto di abitazione (esclusivo) nella casa coniugale; tradotto: l’uomo finisce sul lastrico (indipendentemente dal fatto che i due siano sposati).
    Questa è la realtà, e non puó seriamente essere oggetto di discussione.
    Credo allora che qualunque persona mediamente intelligente e posata, di fronte a tutto ció, reputerebbe un rischio enorme quello di dare vita a una LTR.

    RispondiElimina
  47. un’entità limitata.

    Un’intera vita in cambio di mezz’ora di sesso al mese?
    Credo sia evidente che nessuna persona minimamente intelligente prenderebbe in considerazione l’ipotesi.

    Allora le LTR possono nascere, non per il sesso (salvo che appunto si sia completamente folli), quanto piuttosto per due fattori: l’amore o la validazione/approvazione sociale.
    Sul primo c’è poco da dire: essendo un dato irrazionale, non v’è di che ragionarci sopra, se non riguardo al fatto che difficilmente l’amore dura per sempre, con tutto ciò che si è già detto in termini di conseguenze derivanti dalla rottura della LTR.

    La seconda spinta è decisamente la più importante, anche perché precede la prima: infatti, in tanto ci si puó innamorare di una donna, in quanto ci si sia prima messi a cercarne una.
    E perché lo si fa? Fondamentalmente, perché è un veicolo di riscatto sociale.

    Credo sia stato proprio Henry (e io stesso avevo ripreso la felice metafora) a dire, in passato, che la donna è come il Rolex.
    Ed è proprio così. La società stigmatizza chi non ha un partner e veicola un messaggio il cui senso è: “se sei da solo non vali niente.”

    È chiarissimo come non vi sia nulla di vero o anche solo di verosimile in tale percezione: esistono uomini “accoppiati” che sono dei perfetti imbecilli o delinquenti ed esistono, per contro, geni, eroi e santi che sono scapoli.

    Ciononostante, questo messaggio è molto forte, ed è il principale motore che spinge a ricercare una relazione

    RispondiElimina
  48. La scelta di rinunciare alle LTR (o, addirittura tout cour a una vita sessuale che non sia, eventualmente, con le prostitute), dunque, non è solo egoistica o dettata dal l’opportunità: è una scelta di vita.

    Il MGTOW è una persona che a dispetto della pressione sociale, sceglie di non valutare sè stesso e gli altri in funzione della propria vita sessuale.
    E, di conseguenza, di dedicare tutto il tempo che normalmente viene tributato alla ricerca di un partner (o alla gestione di una relazione) in altre attività, di qualsiasi natura.

    Messa in questi termini, che sono gli unici in cui sia ragionevole metterla, capite bene che ha poco senso distinguere fra belli, brutti o mediocri.
    Salvo che -ovviamente- si tratti di non di una scelta vera ma di una condizione che si sopporti proprio malgrado.

    È chiaro che, poi, il MGTOW è oggetto dello scherno e persino della persecuzione (a vario titolo e grado) del resto del mondo.
    La sua, infatti, è una scelta che mette in crisi l’intero sistema, il quale si regge appunto sulla convinzione -illusoria- che dall’avere una donna (o un uomo, puó valere anche al contrario) dipenda il significato della propria esistenza.

    Non ho pretesa alcuna di insegnare ad altri come vivere la propria vita, nè valori da largire a propri.
    A una cosa tengo particolarmente, peró: che si evitino giudizi o definizioni insensate e demenziali dei MGTOW come uomini “inferiori”, di serie B, come frustrati, reietti, oppure ancora come persone “scottate”,quasi a dire che non abbiano lucidità di giudizio.
    Vorrei si evitassero per almeno due buoni motivi.

    Il primo è che si tratta di pure e semplici imbecillità, le quali oltretutto non fanno che confermare involontariamente l’assunto secondo cui il MGTOW è disprezzato in quanto se ne invidia la libertà.
    Il MGTOW è un uomo che fa una scelta. Punto.
    Il secondo è che molti ragazzi interessati a prendere questa strada (la LORO strada) potrebbero credere a farneticazioni diffamatorie e privarsi di una scelta di vita che, lo posso assicurare, riserva enormi soddisfazioni.

    RispondiElimina
  49. Henry de Toluose Lautrec23 settembre 2019 18:20

    Allora, sulla pressione sociale siamo d'accordo.
    Alle superiori se ti scopi una dal normocarino in su sei Dio sceso in terra e automaticamente acquisti il rispetto di tutti.
    Cio' su cui non sono d'accordo è il luogo comune che si dà alla LTR "mezz'ora di sesso al mese" magari in cambio di essere comandati a bacchetta e rotture di coglioni ininterrotte.
    Scrivere su un forum della mia vita sessuale sarebbe di cattivo gusto e non lo faro', comunque le STATISTICHE dicono questo:
    For what it's worth, a third study broke down sexual frequency by age. "People under 30 have sex 112 times a year on average (over twice a week), but that frequency declines to 86 times a year among 30-39 year-olds, 69 times annually for those aged 40-49, and roughly 52 times yearly for couples in their fifties and beyond, according to research conducted at the Kinsey Institute in Indiana.".
    Mettici pure che le statistiche comprendono i paggetti betaprovider a cui le mogli non la sganciano mai capisci che nelle LTR che funzionano (finche' funzionano, ovvio) si tromba abbastanza.
    Gli MGTOW non sono uomini di serie B. Sono uomini che hanno fatto una scelta e basta. Purche' sia stata davvero una scelta libera e non forzata, il classico "sono single per scelta delle donne".
    Poi a me non me ne importa niente, anzi, più MGTOW ci sono meglio è. Ma stare ad aspettare a gloria che il mio matrimonio finisca per dire "eh eh hai visto che ora te lo sei preso nel culo e la tua vita è rovinata per sempre" è stupido, considerando poi che potrebbe finire domani ma anche tra 10 o 15 anni o piu'.
    Domani potrebbe anche venirmi il cancro al colon se è per questo, ma non rinuncio a una bella bistecca.
    Poi se il matrimonio scoppia quando ho 60 anni, francamente, non me ne frega niente.

    RispondiElimina
  50. Disapprovo dal profondo del cuore chiunque auguri disgrazie agli altri.
    Anzi, da quando sono MGTOW devo dire che mi ritrovo molto più altruista di prima...
    Per questo motivo credo sia sbagliato e stupido augurare a qualcuno che il suo matrimonio finisca male.
    Detto ció, dovendo dare un consiglio a un ragazzo riguardo all’opportunità, oggi, di instaurare una LTR, gli direi di pensarci due volte.
    Ma penso che lo faresti anche tu...

    Per quanto riguarda il sesso, 70 volte all’anno sono circa 1/2 volte a settimana.
    Trovare una donna prima e mantenere una relazione con lei, invece, significa impegnare ore ed ore, affrontare una comunicazione non sempre facile, tensioni, litigi, piccoli ricatti, compromessi... insomma sarà, a prescindere, un investimento notevole in termini di tempo, denaro ed energie.
    Praticamente è la tua vita, quella che metti nel piatto della bilancia.
    Ora, se anche si facesse sesso tutti i giorni, ció non varrebbe, neanche lontanamente a compensare un impegno del genere.
    Ecco perché dico che optare per una LtR al solo scopo di fare sesso è davvero un’azione insensata, al limite della follia se non oltre.
    Al contrario, se si decide di vivere “con una donna” nella stragrande maggioranza dei casi lo si fa per essere socialmente accettati o perché sinceramente innamorati.
    Per quanto il sesso piaccia a tutti, si dovrebbe essere davvero degli erotomani per pensare che 1/2 orgasmi alla settimana (peraltro, a calare), di per sè soli, valgano tutto ció...

    RispondiElimina
  51. P.S. Non scherzare sul cancro; fidati che non è il caso...

    RispondiElimina
  52. Quello che dice Erasmo è molto intelligente, come sempre del resto.
    Una LTR (salvo che si parli della storiella fra adolescenti), mediamente comporta:
    1)trovare una donna; cosa non esattamente banale; anche se sei bello, non è che ti cadano addosso e poi magari non ti vuoi mettere con la prima che capita...
    2)sedurla: cene, regali serate assieme, tempo, ecc...
    3) instaurare la relazione vera e propria: anche questa cosa non banale perchè, se prima potevi fare quel che volevi, ora non è più così; trovare un modus vivendi con un’altra persona, anche se è la più disponibile del mondo, non è facile e comporta sempre molte rinunce;
    4) metter su casa (magari mutuo con rata da 500-700 euro al mese)
    5) farci magari un figlio, con problemi di cui sopra che aumentano esponenzialmente.

    Anche senza contare l’eventualità del fallimento (comunque molto concreta in base alle statistiche), si tratta di una cosa non da poco, un impegno della vita e per la vita.
    Ora, se mi dici che lo fai perché sei innamorato, per essere validato socialmente o per la soddisfazione che ti danno i tuoi figli, lo posso anche capire (non lo condivido comunque, ma lo posso capire)...
    Se peró mi dici che lo fai solo per dieci minuti di sesso, due volte alla settimana, che poi col tempo comunque diminuiranno, ti dico che sei un folle, uno squilibrato totale da internare quanto prima...
    Con la stessa spesa, infatti, potresti permetterti le migliori escort per tutta la vita... il tutto con zero sbattimenti, un centesimo del tempo e nessun rischio di restare “spennato”.
    Dunque le LTR sono sempre un rischio, ma se le fai solo con lo scopo di scopare sono pazzia allo stato puro.

    RispondiElimina
  53. Io lo ripeto: i FGOTW hanno 3 caratteristiche e sono NEMICI:
    -disprezzano le donne ( dunque le temono, il che è ridicolo per un maschio ma lasciamo perdere )
    -biasimano tutti gli altri maschi loro compari e si vantano
    -la loro è scelta giusta ed univoca

    E' evidente che essi vogliono tirare nel baratro tutti.
    Erasmo che ti devo dire che io sono MGTOW? Si e forse da ben prima di te, ma non ho mai usato questo argomento perché mi sembrerebbe del tutto idiota.
    Inoltre il vostro parlare è totalmente sconnesso dalla logica: voi cianciate contro LTR , contro la famiglia proprio nel momento in cui è più sotto attacco ed in cui la legge la tutela il meno.
    Non che prima fosse il bene, NO,ma gli incel , per dire, prima della seconda guerra mondiale quanti erano???
    Ecco perché qualcuno tempo addietro ti ha scritto che sei un utile idiota del marxismo, oltre , e lo scrivo io, degli stranieri.
    E lo scrivo senza paura perché preferisco di granlunga uno straniero sano ad un italiano fottuto in corpo, anima e spiritu, probabilmente la metà di coloro che incontro, e probabilmente io rientro anche nella loro di metà, vedi un po'.

    Ad ogni modo sei tu che gioci col tumore. Perché se Herny scriveva che domani je casca un vaso in testa perché esce de casa o pija na maghina e fa un incidente mortale visto che statisticamente è ben più atroce di ben altri spostamenti, te je facevi il biasimo moralistico de "non scherzà col guidare la macchina, è na cosa seria" oppure "non scherzà co chi non esce di casa che cià er panico, è na cosa seria"...

    Erà...ennamo...perché pé fatte contento mmo oggi me ne esco che sono un cane sciolto che và pé i cazzi sua pure io, ma nun giocà a tirà fora storie de malesseri personali quando uno fa solo un esempio per chiarificare, questa si che è una diminutio infantile.

    daouda

    RispondiElimina
  54. Henry de Toluose Lautrec24 settembre 2019 04:55

    Non ho capito niente negli ultimi post in romanesco.
    Comunque non scherzavo sul cancro (ho anche un familiare che ce l'ha); ho solo detto che siccome mangiare carne rossa aumenta il rischio di carne al colon, non per questo mi faccio vegetariano.
    Era per dire che ci vuole un compromesso tra godersi la vita e non assumere comportamenti a rischio.
    Anche andare forte sugli sci è rischioso, eppure tutti lo abbiamo fatto perche' è bello.
    Riguardo al LTR concordo con le motivazioni di chi dice che è un investimento che non vale la pena se si considera solo il sesso
    (e comunque non esageriamo con le statistiche, già da una volta al mese siamo tornati a una media di piu' di una volta a settimana).
    Ci sono svariati motivi per cui si voglia avere LTR: autostima, validazione sociale, avere una famiglia, amore, ecc.
    Anche questa è redpill comunque. Se uno ti dice "sono in LTR perche' mi ha aiutato ad avere fiducia in me stesso e adesso la gente mi rispetta, lo psicologo non ci era riuscito", non è una buona motivazione?
    Lo psicologo puo' convincerti di essere ganzo, ma non puo' convincere anche GLI ALTRI; loro, vengono convinti piu' facilmente dal fatto che hai una biondina con gli occhi azzurri accanto. Perche' il mondo è ipocrita, si sa, e si basa sull'apparenza. Pero' in questo mondo bisogna anche viverci, per cui, puoi anche fregartene del conformismo (e sarebbe giusto fregarsene) ma quando quelli che hai accanto non se ne fregano, ti trovi a camminare in una strada tutta in salita che è pure un percorso a ostacoli.
    Pensa che da quando sono sposato ho avuto 2 proposte da 2 donne (rifiutate) una era una proposta sessuale esplicita da una normobruttina, l'altra una proposta di mandare a ramengo la mia famiglia e mettermi con lei (una 7,5). Da single non sarebbe mai capitato. Tra l'altro mi ha infastidito la sfrontatezza della seconda come se fosse convinta che dicessi di sì.

    RispondiElimina
  55. Tralascio il primo intervento sia perchè agli insulti non si risponde per principio, sia perchè, appunto, non si capisce niente.

    Invece per quanto riguarda ció che dici tu, Henry, osservo che:

    è sicuramente vero che ogni giorno corriamo mille rischi e sarebbe letteralmente impossibile evitarli tutti.
    Vanno quindi valutati in base alla probabilità che l’evento dannoso si verifichi.
    Ora, mangiare carne rossa puó provocare un tumore in un numero molto basso di casi, per cui il rischio che, mangiandola, ci si ammali è tutto sommato contenuto.
    Viceversa, la probabilità che una relazione fallisca è di oltre il 50%.
    È quindi logico che ci si preoccupi più del secondo rischio che del primo...

    Rispetto al tema dell’accettazione sociale, va detto che sicuramente viviamo in mezzo ai nostri simili, per cui è oggettivamente difficile, talvolta, agire a prescindere dall’opinione che costoro hanno di noi.

    Al contempo, peró, si deve anche dire che gli altri troveranno sempre di che giudicarti e inseguire la loro accettazione in eterno ti porterà a girare su te stesso come una banderuola alla continua ricerca del plauso di chi ti circonda.
    Occorre allora immunizzarsi, per quanto possibile, dall’altrui giudizio e agire secondo ció che la ragione ci dice essere il nostro bene.
    Va anche detto che il numero di uomini divorziati oggi è sempre più alto; di conseguenza è possibile che, col tempo, la condizione dell’uomo “solo” sia più accettata socialmente.
    Personalmente, compiendo la mia scelta posso essere andato incontro all’incomprensione di molti, ma ció che ho avuto in cambio aveva un valore incommensurabilmente superiore: la mia libertà.

    RispondiElimina

Ciao! 😃 Grazie per aver deciso di lasciare un commento, sono contento di sentire cosa pensi del mio articolo. Ti chiedo solo di rispettare alcune regolette:

✔️ Se vuoi commentare in anonimo creati almeno un nick di fantasia (Vedi: Nome/URL) per evitare che chi leggerà faccia confusione tra i vari commentatori.
✔️ Cerca di scrivere post ricchi di contenuto. Niente insulti, volgarità, spam, dati falsi o tendenziosi, polemiche sterili o discorsi oziosi.
✔️ Se devi farmi una domanda non relativa all'articolo, usa prima la funzione "Cerca" oppure vai al menu alla voce FAQ. Può essere che la risposta sia già lì.