08/04/19

Le Conseguenze della Promiscuità Femminile



Assumereste, per un ruolo di responsabilità nella vostra azienda, qualcuno con precedenti penali? Magari una condanna per rivelazione di segreti industriali.
Dubito che lo fareste. Anzi, molto probabilmente, prima di stipulare il contratto con il vostro futuro dipendente,  fareste ogni genere di ricerca sul suo conto e cerchereste di captare su di lui ogni genere di informazione, anche quelle più irrilevanti.
Questo è normale, perché state per instaurare un rapporto di fiducia e si tratta della vostra attività, la vostra fatica, il vostro sudore.

Chi ha avuto una determinata inclinazione in passato è probabile che se la porti dietro anche nel presente, quindi è normale giudicare le persone in base ai propri trascorsi.
La stessa società del resto lo fa. Ad esempio, quando un giudice deve emettere una sentenza su una persona, agirà diversamente a seconda che l'imputato sia incensurato o abbia già commesso reati in passato.

Stranamente però molti uomini ignorano questa regola di buon senso quando devono iniziare una nuova relazione con una donna. In quel caso il passato viene intenzionalmente ignorato o peggio decidono di non tenerlo proprio in considerazione anche di fronte a elementi che possono influenzare pesantemente il rapporto che è appena iniziato. Parlo ad esempio del curriculum sessuale di una ragazza.

Eppure una relazione si può benissimo paragonare ad un'attività imprenditoriale, nella quale oltretutto non vengono investiti solo soldi ma anche tempo, energie e sentimenti.
Se essa evolve in matrimonio e questo fallisce c'è il rischio di finire veramente male.
Lo sa bene Jeff Bezos, fondatore di Amazon nonché uomo più ricco del mondo, che di recente si è separato dalla moglie e ha dovuto lasciarle ben 36 miliardi di dollari, circa 1/3 dei suoi averi.
A lui ne sono rimasti ancora parecchi, ma l'uomo medio non ha il suo patrimonio e una separazione può significare finire economicamente sul lastrico.

E il rischio dell'impresa-matrimonio è piuttosto elevato: in occidente circa metà dei matrimoni fallisce.
Immaginate di entrare in un casinò e scommettere la metà dei vostri beni sul rosso o sul nero.
Un po' folle, no? è ciò che fa gran parte degli uomini che si sposa: investire tempo, denaro ed energie senza valutare i rischi del suo investimento.

In un precedente articolo in cui spiegavo come capire se una donna ha avuto molti partner sessuali ho fatto una premessa importante e ho detto che esiste una correlazione accertata tra il numero di partner avuti da una donna e la probabilità che una relazione con lei vada a buon fine.

Non occorrono chissà quali studi, ci si può anche arrivare ad intuito. Utilizzando ancora la metafora del casinò, chi è più probabile che finisca per sperperare il suo denaro alla roulette: uno con un passato da ludopatico o uno che non è mai entrato in vita sua in un casinò?


Il comportamento sessuale passato di una donna, incluso il numero di partner, è un valido predittore della sua affidabilità come partner.
Una tendenza alla promiscuità è spesso inconciliabile con una relazione a lungo termine.

Nonostante ciò molti se ne fregano e irrazionalmente fanno ragionamenti del tipo "il passato è passato".  Nella loro vita sentimentale agiscono più stupidamente che in altre situazioni di minore importanza.

Il motivo per cui si comportano così è secondo me da ricercarsi nella crescente pressione che la società, e in particolare i media femministi, fanno in questo senso.

La nostra società da una parte promuove il libertinismo sessuale e spinge le donne a cavalcare emozioni fugaci come manifestazione di libertà e indipendenza. Dall'altra invece agisce in senso opposto e spinge gli uomini a trattare alla stessa maniera le donne più promiscue e quelle invece più morigerate.
Questo è anche piuttosto logico se si pensa che ogni società ha l'esigenza che i suoi cittadini formino una famiglia e facciano dei figli.

Un uomo però, per natura, è portato ad attribuire un valore elevato ad un rapporto sessuale e di conseguenza non vede di buon occhio una donna che si concede con molta facilità. Una donna che dia poca importanza al sesso, al punto da farlo con facilità e con diversi partner sessuali, probabilmente in futuro si comporterà ancora in maniera promiscua, anche rimanendo all'interno di una relazione.

Assistiamo quindi ad una specie di paradosso per cui le donne non vogliono rinunciare al lusso di scopicchiare qua e là prima di decidere di sistemarsi, ma allo stesso tempo mentono spudoratamente sulla propria cronologia sessuale e costringono gli uomini a vergognarsi se le giudicano in base ad essa.

Bisogna però anche dire che generalmente sono gli uomini con maggior valore di mercato  quelli che prestano più attenzione al curriculum figae, proprio perché possono permettersi di selezionare.
Chi invece non è in tale posizione, ovvero l'80% degli uomini, magari accetta una donna già contaminata da molti fluidi corporei altrui perché non ha molta altra scelta e quindi si butta e incrocia le dita.

E' però una decisione che molto spesso si rivela suicida, perché bisogna capire che una donna nella media fa comunque le sue avventure solo con gli uomini top , non certo con i tipi normali, e di conseguenza, quando per una relazione lei sarà costretta a ripiegare su uomini più alla sua portata (non ci sono fighi per tutti e quelli che ci sono alla fine scelgono le loro pari per impegnarsi a lungo termine), si sentirà sminuita e non riuscirà mai a provare un vero rispetto verso il proprio compagno.
La relazione sarà impari, la donna tenderà a prevaricare sul marito, magari a tradirlo, e in seguito a lasciarlo e privarlo dei suoi beni.

 Ci stiamo dirigendo sempre più verso un sistema in cui l'uomo medio svolge solamente la funzione di bancomat e di schiavo lavoratore.
Le femministe vorrebbero strappare all'uomo medio tutto ciò che le donne ottenevano nella società tradizionale, però non vogliono più dargli ciò che, per un tacito accordo sociale, erano tenute a dare in passato, ovvero un po' di calore umano e dei figli.
I figli ora li fanno con altri e poi si scandalizzano pure se storcete il naso di fronte alla prospettiva di doverli mantenere.
Chissà quanto masochismo gli uomini saranno ancora disposti ad accettare.
Il passato è passato, ma il futuro ce ne riserva delle belle.


Forse ti Interessa:







39 commenti:

  1. Una di quelle cose che ho sempre saputo ed a cui, nella mia attuale relazione, preferisco non pensare.
    Ma come dice nell'articolo, meglio poco che nulla.
    Almeno ora l'unica cosa a sporcarsi non è più solo la mia mano, per quanto ora la nuova superficie non sia illibata.
    C'è da dire che spendo il giusto, non più di quanto spenderei per un amico, molto meno di una prostituta, quindi ci sta.

    RispondiElimina
  2. Articolo stupendo come al solito Red

    RispondiElimina
  3. Posso essere nel complesso d' accordo con l' articolo, ma ho un appunto da fare: a me non sembra che sono gli uomini con un alto valore di mercato a dare importanza alle esperienze passate delle donne, anzi, mi sembra il contrario, quelli con alto status vengono accalappiati maggiormente da quelle piu' "scafate", non certo dalle "verginelle". E' vero che possono permettersi di selezionare, ma selezionano in base all' aspetto fisico, non certo per numero di amanti avuti. Mentre quelli con un basso status o comunque con poche esperienze danno piu' importanza al passato promiscuo delle ragazze. Addirittura qualcuno le vuole proprio vergini o giu' di lì. Questo e' almeno quello che vedo e sento dire.

    RispondiElimina
  4. Già lo scrissi tempo fa e mi ripeto. Tutto questo finirà quando accetteremo l'islamizzazione come ancora di salvezza dalla deriva femminista dato che il Cattolicesimo è dal Concilio Vaticano II che ha abortito se stesso. È il classico: "problema, reazione, soluzione". Il problema è la deriva femminista, la reazione sarà la conversione all'Islam, la soluzione sarà la shari'a.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordissimo

      Elimina
    2. Dalla padella alla brace.

      Vedo che anche qui come tra gli MGTOW va forte Stone Toss.

      Elimina
    3. La penso esattamente come te. Non tutto il male viene per nuocere..e chi sostiene maggiormente l'immigrazione islamica sono proprio queste categorie sociali (femministe, radical chic, maniaci del politically correct) chissà cosa ne sarà di loro fra 100 anni

      Elimina
  5. Cit. dell’articolo: “Chissà quanto masochismo gli uomini saranno ancora disposti ad accettare.” Questo secondo me è il nocciolo della questione: la legge della domanda e dell’offerta. Fino a quando ci sarà un numero smisurato di uomini disposti ad accettare certe situazioni (e a rovinarsi la vita), ci sarà un numero altrettanto smisurato di donne che se ne potranno approfittare. Questo vale ovviamente, oltre che per i cornuti, anche per gli zerbini e i beta provider.

    RispondiElimina
  6. Vignetta meravigliosa..ma io vado oltre il sesso occasionale ha distrutto l'idea stessa di famiglia perché un bruttino con poche esperienze si sistema poi se si tiene bene si sveglia a 40 anni e può fare lo slayer (di tipe normali) come un paralitico che può alzarsi dalla sedia a rotelle...Anche perché le 40 divorziate sono molto libertine e di bocca buona sull estetica...il 1968 ha fatto saltare il sistema...

    RispondiElimina
  7. Adoro il tuo realismo, Redpillatore.

    RispondiElimina
  8. Se vogliamo che il vento cambi dobbiamo blackpillare i giovani. Finiti gli zerbini, finita la festa.

    RispondiElimina
  9. Ma perché non ti danno il Nobel sulla letteratura? Sul serio dagli articoli rilasciati è ovvio che sei una persona veramente colta con molta esperienza sulla vita. Voglio dire qui c'è la verità indiscussa non ho nemmeno bisogno di vivere la mia vita, possono entrare sul sito del Redpillatore e leggere quanto questo mondo è triste ed ingiusto se non hai la mascella da 7,5 e gli occhi con vertex verticale inverso.
    Sono così vuote quegli esseri che hanno una cosa che sanguina in mezzo alle gambe e non muore e poi sono tutte uguali. Non c'è alcun bisogno di vivere, la verità indiscussa è qua ragazzi. Mi inchino all'indottrinamento di questo profeta della conoscienza sociologica. I libri di storia dovrebbero essere riscritti perché stai cambiando il mondo più dei testimoni di Geova. Continua così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, troppo gentile :) sempre bello avere gente che apprezza ciò che scrivo.

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Eccellente. Tra l'altro era pure stata provata la correlazione tra il numero di partner femminile e la possibilità di fallimento di un matrimonio.
    Che poi si lamentan tanto ma alla fine a loro per essere considerate "valide" basta un astensione da un'attività che potenzialmente possono fare quando vogliono mentre ad un uomo serve attivarsi al fine di non finire nel dimenticatoio ed essere sessualmente considerato sfigato. Tra l'altro l'uomo ha pure un doppio limite: se non hai mai avuto partner (cosa facilissima, basta essere al di sotto della media estetica e non avere particolari meriti o rilevanze economiche) sei considerato un incapace e quindi non selezionato, ma al contempo se hai successo e di partner ne hai troppi vieni considerato inaffidabile per una relazione a lungo termine e per un legame serio. Devi dunque collocarti ad arte a metà via tra lo sfigato e il puttaniere in quanto a numero di donne che ti sc0pi

    PS: Hanno fatto un servizio sulla pagina FB del redpillatore oggi a Forum LoL
    Normie e mammine all'attacco, prossimamente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, peraltro un'astensione che per ragioni biologiche a loro costa pure meno che a un uomo.

      Elimina
    2. Cit. "Hanno fatto un servizio sulla pagina FB del redpillatore oggi a Forum LoL".

      Pf non appena c'è il video disponibile, postatene il link.

      Elimina
    3. Red non uccidermi in quanto ho sbagliato 2 volte. Alla terza sono riuscito a trovare il link XD https://www.mediasetplay.mediaset.it/video/forum/giovedi-11-aprile-rete-4_F309205301013901

      Elimina
  12. Henry de Toluose Lautrec13 aprile 2019 08:52

    A volte mi chiedo qual'è il futuro di queste ragazze (donne) che cercano di prolungare l'adolescenza (la giostra) ormai oltre i 40 anni.
    Qualcuna troverà un fesso che se le sposa a 45 anni (magari le piu' bone) con gli ovuli che hanno ben superato la data di scadenza e che ormai sono buone per il brodo (2 generazioni fa a quell'età sarebbero state nonne). Ma le altre? Davvero c'è così tanta crisi e penuria di figa che le over 40 riescono comunque a farsi slayerare dai BF di 20/30 anni a oltranza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premessa: anche se qui fate molta fatica a crederci, NON tutte le donne ancora single ormai alla soglia dei 40 o addirittura oltre lo sono perché hanno fatto o fanno sesso con i chad ad oltranza. So di qualcuna che PER CERTO ha passato anni o addirittura un lustro senza fare sesso, perché non incontrava nessuno di suo gradimento (non necessariamente perché non lo riteneva abbastanza bello e/o ricco, ma magari perché non le andava di mettersi con un separato con figli o con uno che non viveva nella sua zona di residenza). Nel frattempo si dedicano a lavoro, amicizie, interessi, viaggi e famiglia di origine (genitori anziani ancora viventi o figli dei fratelli/sorelle). Ad una donna l'inattività sessuale pesa meno rispetto agli uomini.

      Cmq qui si considera molto poco un fenomeno, che è conseguenza dell'ipergamia nelle fasce giovanili di età. Ci sono non pochi ragazzi sui 20 e qualcosa, massimo 30enni, assolutamente nella media o addirittura lievemente oltre che vengono scartati dalle coetanee di loro gradimento che normalmente puntano allo "strafico". A questi ragazzi non va loro di ripiegare su quelle meno attraenti che però sarebbero alla loro portata. Optano quindi (spesso riuscendoci) per ripiegare e "consolarsi" con donne decisamente più grandi di loro, ancora piacenti, magari sposate o separate e spesso anche con figli, con le quali instaurano relazioni clandestine, semiclandestine o cmq di basso profilo. Normalmente queste donne non chiedono l'impegno e la dedizione che esige una coetanea pur bruttarella che cmq desidera la LTR. Nel frattempo fanno pratica e si sfogano sessualmente, magari continuandosi a guardare intorno sperando che arrivi il giorno in cui la coetanea di loro gradimento li guardi con occhi diversi (e capita spesso quando quest'ultima ridimensiona le sue aspettative eccessive).
      Poi non è detto che vada sempre loro bene (può capitare anche che la 40enne declini, magari gentilmente, le avance del 25enne perché non le va di essere un ripiego fin quando lui non trova la coetanea di suo gradimento). Però esiste anche quel "canale"...

      Elimina
    2. @Henry de Toluose Lautrec 13 aprile 2019 08:52
      C’è un post che risponde appieno alla tua domanda e, a mio parere, meriterebbe un encomio. L’articolo è https://www.ilredpillatore.org/2017/09/il-femminismoanalisi-di-un-cancro.html e l’autrice è ANIMA ZEN 10 dicembre 2018 01:04

      Elimina
    3. Henry de Toluose Lautrec13 aprile 2019 16:59

      Ok, a livello macroscopico la conseguenza di cio' è la realizzazione del piano kalergi.
      Ma io intendevo a livello singolo: che fine fanno queste donne, arriverà prima o poi il muro, sebbene la penuria di figa sembra spostarlo sempre piu' in avanti... ma prima o poi arriverà? E a quel punto che fanno? si comprano un cane? Anche se il bisogno di sesso non è forte come per gli uomini (che comunque dopo i 40 cala anche per questi ultimi), non è deprimente anche per loro cenare da sole, andare a letto da sole (non mi riferisco al sesso), svegliarsi da sole, guardare un film da sole senza parlarne con nessuno e gli unici contatti sociali sono quelli falsi con le colleghe acide invidiose? Quantomeno gli uomini soli coltivano hobby, seppur da nerd, e si abbrancano in amici. Una donna sola che cazzo fa?

      Elimina
    4. Cit.: "gli uomini soli coltivano hobby, ... e si abbrancano in amici."

      Lo fanno anche le donne, credimi, almeno se il contesto lo permette loro. In più le donne hanno spesso i genitori anziani a cui pensare, i nipoti, i figli delle amiche.
      Secondo me se si vive l'isolamento amicale dipende più dai contesti e dall'indole delle singole persone più che dal genere sessuale.

      Elimina
    5. @Henry de Toluose Lautrec 13 aprile 2019 16:59
      Cit. “...gli unici contatti sociali sono quelli falsi con le colleghe acide invidiose ...” scusa, ma come fai a conoscere le mie colleghe?? LOL!!!!
      Scherzi a parte, secondo me la natura “compagnona” degli uomini in questo ci avvantaggia. Per un uomo, anche passati i 40, è abbastanza normale avere vari amici con cui trascorrere del tempo coltivando gli stessi hobby, praticando sport, passare serate a base di birra e rutto libero, farsi la mangiata alla sagra della porchetta, andare al bar a dire stronzate ecc. ecc.…Per una donna, essendo di natura molto meno “compagnona”, forse le alternative sono dedicarsi al volontariato, fare decoupage, andare dalla manicurepedicureestetista, fare shopping, trovarsi con l’unica amica a dire peste e corna delle colleghe, passare molto tempo sui social network cercando egoboost dai quattro morti di figa che le tampinano…

      @Anonimo 13 aprile 2019 17:51
      Cit. “...In più le donne hanno spesso i genitori anziani a cui pensare...” Eh, quello tocca anche a noi ometti...

      Elimina
    6. @Andy: riguardo allo stare accanto ai genitori anziani, di solito dalle donne a parità di condizioni ci si aspetta qualcosa di più, a partire dai genitori stessi. E' ovvio che se ci sta un figlio single ed una figlia sposata e con prole forse si fa più affidamento al primo e viceversa (anzi, ancor di più) a parti invertite, ma se entrambi sono in analoga situazione familiare normalmente ci si aspetta di più dalla femmina.

      Cmq, visto che qui mi sembra che sia diffusa l'idea che le donne single abbiano più difficoltà a fare amicizie ed a condividere interessi, uscite ed attività, vi invito a dare un'occhiata al forum "Supplemento singolo" del Corriere della Sera http://forumcorriere.corriere.it/supplemento-singolo/ , frequentato soprattutto da single sui quaranta e qualcosa, prevalentemente donne. Premettendo che chi scrive lì sono prevalentemente persone di livello culturale medio-alto, con buoni lavori e residenti in grandi città del centro-nord Italia o addirittura all'estero, vedrete che lo stereotipo della single donna sola che non riesce a trovare nessuno con cui condividere le attività ed ha solo contatti di circostanza con persone false ed invidiose non corrisponde alla realtà. Lì scrivono donne che vanno allo stadio, ai pub a vedere le partite, alle sagre paesane... Forse quello che dite aveva un fondamento prima dell'avvento del web, ma ora mi sembra non sia più così.

      Non penso assolutamente che il femminismo abbia portato solo vantaggi, ma almeno questo di non considerare certe attività solo per uomini e l'amicizia come qualcosa da confinare agli anni dell'adolescenza o della vecchiaia quando si diventa vedove penso che lo sia stato.

      Elimina
    7. Henry de Toluose Lautrec14 aprile 2019 15:48

      Sarà una mia impressione ma tra i 14 e i 40 anni conosco molti piu' uomini che trovano "attività nerdiane" a cui dedicarsi che non donne.
      Elenco le prime che mi vengono in mente (scusate se alcune sono un po' vintage ma ho superato gli "anta"): Dungeons & dragon e suoi derivati, videogames online (all'epoca nei LAN PARTY), suonare in un gruppo, non ci metto l'attività sportiva a livello agonistico perche' questa vale anche per le donne e poi di solito non è tipica dei nerd/incel, elettronica, radioamatori, programmazione amatoriale (all'epoca crackare i warez col softice), tutto cio' che riguardava la "demoscene" (comporre musica .mod col fast tracker e derivati, programmare in assembly); smanettamenti vari sui computer, caccia e pesca, elaborazione di ciclomotori (ormai non piu' ma una volta si passavano i sabati sera a truccare i motorini).... in tutto questo tempo le corrispettive femminili che fanno?
      Che io sappia leggono libri e guardiano serie tv o film ... un po' poco rispetto ai mille hobby maschili.... o le ragazze sono numericamente molto meno e escono e scopano coi chad o altrimenti qualcuna di loro prima o poi si annoierà.
      Conosco uomini incel con una stanza piena di sintetizzatori da far invidia a uno studio di registrazione o piena di radio HF che sanno come passare il tempo.
      E le donne?

      Elimina
    8. @Henry: sulle attività da "nerd", concordo con la tua impressione. Però, al di fuori di questo ambito specifico, oltre allo sport (in primis quello praticato, ma anche quello seguito), le donne ne fanno altre verso le quali il coinvolgimento maschile sembra minore. Ad esempio, tra i partecipanti ai campi di volontariato internazionale, normalmente c'è un maschio per 3/4 femmine. Lo stesso per i viaggi di gruppo, almeno quelli più "abbordabili", vedono una percentuale di maschi decisamente inferiore a quella delle donne, e lo stesso dicasi per le vacanze-studio per imparare una lingua straniera, o i gruppi specifici di attività come visite a mostre, musei o film in lingua originale. Anche gli eventi di "social eating" mi dicono che abbiano una partecipazione lievemente superiore di donne. Internet ha un'utenza femminile ormai quasi pari a quella degli uomini (poi tra i conoscitori specifici dell'informatica prevalgono di molto ancora gli uomini).

      Fermo restando che la propria natura non la si può sconvolgere e che spesso è controproducente fare cose solo per "rimediare", appassionarsi di qualcosa che piace di più all'altro sesso normalmente è un ottimo modo per allargare i propri contatti. Non è detto che nasca necessariamente qualcosa, ma cmq si aumentano le possibilità che accada. Il fatto è che spesso, quando le si suggeriscono, ci sono reazioni rinunciatarie del tipo "Non le prendo in considerazione, perché tanto so che non rimedio niente, anzi finisco solo per aumentare la mia frustrazione...".

      Elimina
    9. "Il fatto è che spesso, quando le si suggeriscono, ci sono reazioni rinunciatarie del tipo "Non le prendo in considerazione, perché tanto so che non rimedio niente, anzi finisco solo per aumentare la mia frustrazione..."."

      Non vedo cosa ci sia di sbagliato in questo ragionamento. Essendo consapevole dei miei limiti ritengo una perdita di tempo e di soldi sperare di trovare una donna in questo modo. Al massimo mi ritroverò con qualche amica in più, amica che mi troverò a desiderare ma a non poter avere con il risultato di star peggio di prima.

      Elimina
    10. @Emanuele: pur se le proprie possibilità di "rimediare" sono basse, NON andando a certi ritrovi si azzerano proprio ;) ... E cmq si rischia di perdersi anche altro di piacevole, a patto ovviamente di scegliere attività che piacciano in sé a prescindere... Se però l'unica cosa che interessa è "cuccare", forse il problema è anche quello, ovvero di avere il pensiero fisso e di non riuscire ad apprezzare altro nella vita ;) ...
      Lo scrivo con benevola ironia, solo al fine di scuotere un po'...

      Elimina
    11. Me ne rendo conto, il fatto è che nel mio caso le possibilità sono talmente scarse che per combinare qualcosa dovrei fare una fatica improba. A questo punto ritengo più razionale frequentare più o meno regolarmente delle prostitute (non è molto ma è il massimo che posso avere). Mi trovi pienamente d'accordo quando dici che un hobby va coltivato per il piacere che ci può dare e non con l'unico scopo di trovare un partner.

      Elimina
  13. "Chissà quanto masochismo gli uomini saranno ancora disposti ad accettare"
    Ecco, in questa frase c'è già tutto.
    Se la smettesimo di zerbinarci e di avere una visione romantica e fasulla della donna vedi come filano queste zoccole!
    Bisogna dirlo oggi la donna occidentale mediamente è un mostro senza affetto. Aizzata dalla propaganda femminista, riversa un odio misandrico verso gli uomini di cui divengono capro espriatorio per le loro incapacità e le loro miserie esistenziali. Evocano pari opportunità per i CDA aziendali e per gli uffici ma casualmente mai per i lavori pesanti. Anzi magari mentre i mariti si spaccano la schiena loro pensano all'amante.
    Poi nei divorzi fanno la parte del leone, quasi i figli vanno alle madri e i padri possono vedere i figli a gettoni e a volte impediti di vederli.Padri trasformati in bancomat da queste arpie succhiasoldi che senza vergogna pretendono ("è il loro diritto!") di farsi mantenere dai mariti anche quando costoro sono in difficoltà economica. Evidemente quando si tratta di soldi la tanto decantata autonomia femminile ci si può soprassedere...
    Questo per dire che in realtà la stragrande maggioranza delle donne odierne non vuole diritti e pari opportunità, ma vendette, rivalse e prevaricazioni. Come ogni "diversità" (diverso dall'uomo bianco etero),d'altronde. Autorizzati dal vittimismo alimentati dai media. Io fortunamente ho smesso di piangere per amori spezzati e visioni romantiche e vivo bene così senza avere una donnina femminista che vuole il possesso e che mi alza il ditino. Iniziamo noi maschi a rigettare tutto l'odio e la merda che ci tirano addosso, così che queste zoccole rimangano sole e che crepino da zitelle inaciditate. Scusate lo sfogo e le parole anche forti ma tale è la mia rabbia per per tanti maschi e ragazzi umiliati e derisi che spesso arrivano a gesti estremi vittime di una società infame e misandrica.
    L.T.

    RispondiElimina
  14. uh,è stata citata la mia "riflessione" in merito.... me ne accorgo solo ora.

    RispondiElimina
  15. http://animazenabroad.blogspot.com/2018_12_16_archive.html il link è questo. avevo scritto qualcosa in merito ad un paio di articoli che ho letto qui,quindi ho messo tutto sul mio blog,che io considero un diario in cui appunto delle idee e dei pensieri su ciò che leggo in giro.

    RispondiElimina
  16. Guardo il problema della promiscuità (e anche dell’ipergamia) femminista da un’altra angolazione e… rido.
    Vedo donne di mia conoscenza che hanno passato da un po’ i quaranta, qualcuna anche i cinquanta, che da giovani si sono “divertite” molto o si sono concesse solamente ai chad/tommy in quanto si ritenevano troppo fighe, troppo VIP, troppo IN, troppo cool, troppo fashion per abbassarsi ad una relazione con dei poveri bravi ometti “beta”. Magari i chad/tommy di turno elargivano pure polveri bianche da inalare… wow, proprio come i divi della tv! Che figata!! Che vita a mille!!! Il massimo!!!!
    Beh, ora sono sole. Si ritrovano con amiche altrettanto sole e, assuefatte dal sogno di onnipotenza della gioventù, cercano ancora di autoconvincersi di essere delle dee e di meritare solamente il top. Ma sono sole, sole... cazzo se sono sole!
    E io rido, rido… cazzo se rido!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Andy: sicuramente qualcuna ce n'è, però non diamo per scontato che sia stato così per tutte o quasi. In quella classe di età ce ne sono anche che sono rimaste sole perché magari, pur avendo avuto occasioni (magari non tantissime), non andava loro di legarsi a qualcuno che aveva già un matrimonio alle spalle (magari con figli), oppure che non risiedeva nella loro zona di origine e/o che per lavoro le avrebbe portate lontano, oppure con cui c'era una differenza di età troppo marcata e/o convinzioni diverse su questioni ritenute importanti.
      Di solito quelle a cui è successo così non si sono sollazzate con i chad/tommy ...

      Elimina
    2. @Anonimo 18 maggio 2019 15:33
      Ho specificato "Vedo donne di mia conoscenza...".

      Elimina
  17. Gran bell'articolo.
    Apprezzo soprattutto questo passaggio: "Immaginate di entrare in un casinò e scommettere la metà dei vostri beni sul rosso o sul nero.
    Un po' folle, no? è ciò che fa gran parte degli uomini che si sposa: investire tempo, denaro ed energie senza valutare i rischi del suo investimento."

    Bisognerebbe quindi trarne le logiche conseguenze, ovvero che per un maschio occidentale nel 20esimo secolo l'unica opzione razionale è quella del MGTOW.

    RispondiElimina
  18. Anonimo del 28 maggio, quoto in pieno.
    E rilancio.
    Gran parte di questi siti/forum sembrano timorosi di affrontare la verità fino in fondo
    Costruiscono un ragionamento perfetto, preciso, magari pure elegante, e poi si rifiutano di portatarlo sino alle estreme conseguenze.
    Parlano tanto di redpill e poi si perdono in mille masturbazioni mentali su come lookmaxare o altro. Fallendo poi miseramente, si riversano sui social dove si piangono pateticamente addosso e rinforzano vicendevolmente il poprio masochismo.

    Ma, benedetta gente, lo volete usare, il cervello?
    Volete capire che, se oggi, non solo il matrimonio, ma anche l'avere una relazione di lungo termine, è una scommessa avventata e folle, con ottime probabilità di rovinarvi, allora la cosa più sensata è TENERSENE ALLA LARGA?
    Senza considerare, poi, che con il vostro essere morti di figa, incrementate ulteriormente la domanda e, di conseguenza, lo strapotere femminile.
    In questo blog ho finora visto un solo articolo che abbia avuto il coraggio di compiere per intero il ragionamento.

    Collegate quindi la spina del cervello e smettete di piangervi addosso. Dedicatevi ai vostri hobby e alle mignotte, che -a conti fatti- sono infinitamente più a buon mercato. E non venite a dirmi: "Si ma l'amico mio si è sposato una rumena ed è felice coi suoi due bambini...", in primo luogo perché non è statisticamente rilevante: se il 50% dei matrimoni fallisce è segno che l'altro 50% prosegue (anche se in quali condizioni non è dato sapere), ma il 50% di probabilità di restare rovinati è comunque decisamente troppo per prendere una decisione del genere.
    Secondo: chi ve lo dice che un domani il vostro amico sposato con ragazza dell'Est non finirà divorziato, senza figli nè il becco di un quattrino?
    Meditate gente, meditate.
    E state lontani dalle donne. Che è meglio per voi e per l'umanità intera.

    RispondiElimina
  19. Hey! This is my 1st comment here so I just wanted to give a
    quick shout out and tell you I genuinely enjoy reading your
    posts. Can you recommend any other blogs/websites/forums that cover the same subjects?

    Thanks!

    RispondiElimina

Ciao! 😃 Grazie per aver deciso di lasciare un commento, sono contento di sentire cosa pensi del mio articolo. Prima di postare però per favore dai un'occhiata al Regolamento: