giovedì 12 ottobre 2017

Quanto Costa Vivere da Soli?


quanto costa vivere da soli
Oggi andremo a vedere quanto costa, In Italia, vivere da soli.
Capita spesso di vedere utenti che si lamentano perché, ad oltre 30 anni, ancora non hanno l'indipendenza economica necessaria per vivere da soli.Ad alimentare questo senso di frustrazione ovviamente ci si mettono spesso anche le donne, che non perdono mai occasione per rimarcare come sia un fallimento esistenziale per un uomo vivere ancora coi genitori anziché da soli mentre spesso a loro l'appartamento lo paga proprio papi e non si pagano neanche le consumazioni al bar.Naturalmente questo lo rinfacciano a quelli che non possiedono sufficiente LMS perché invece un figo può anche benissimo vivere sotto un ponte e procurarsi il cibo frugando
nell'immondizia (scena puramente teorica visto che un figo trova sempre un buon lavoro e, se non lo trova,può parassitare benissimo sulle donne) ma andrà bene lo stesso.Questo dettaglio però sfugge a molti blupillati che pensano di non attrarre le donne perché ancora non vivono soli e quindi non sono liberi, indipendenti e maturi (parola in codice che nel gergo femminile significa "pronti a fare da beta provider").
Che vivere soli sia indice di libertà e indipendenza però è una colossale cazzata ed ora, conti alla mano, dimostreremo perché.


Per fare ciò dobbiamo iniziare a calcolare indicativamente quanto costa andare a vivere da soli.
Piccola premessa: oltre alle spese di gestione comuni, prima di prendere casa ci sono già diverse spese da affrontare quali subentro luce, gas e acqua, cauzione (primi tre mesi di affitto), elettrodomestici, lenzuola, mobilio vario (dipende da quanto e come è arredato).
Insomma, tra una cosa e l'altra un 5000 euro vanno già via come niente, ma non lo consideriamo.Facciamo che tutte queste cose ce le regala la fatina buona del cazzo.
Ora veniamo alle spese:



  • Canone di locazione:dipende molto da dove si sceglie di vivere, io parlo dei prezzi del contesto in cui vivo (piccola cittadina del nord) e dei prezzi che vedo in giro.Mediamente per un buco si va dai 350 ai 550 euro, talvolta sono incluse le spese condominiali , talvolta no.Prendiamo una soluzione intermedia di 400 euro al mese spese incluse,a meno che non vogliate andare a vivere in un casermone con Said ed Aziz che di notte si lanciano le bottiglie sotto casa vostra (in questo caso però potete far pagare il biglietto alla gente per guardare dal balcone e guadagnarci qualcosina)

  • Bollette acqua, luce, gas:qui il prezzo è piuttosto variabile, ad esempio se siete dei nerd puzzoni che non si lavano e stanno tutto il giorno al pc come gli utenti medi del forum consumerete meno acqua ma più corrente.D'inverno poi il gas serve per riscaldamento quindi la bolletta si impenna.Facciamo 100 euro al mese di utenze totali, una stima al ribasso a mio avviso.

  • Internet:quanto pagate voi?Io spendo 39 euro al mese, forse ci saranno tariffe più economiche ma non sono informato.Facciamo 10 euro di cel e consideriamo un totale di 50 euro.

  • Cibo:ah già, bisogna anche mangiare.L'Adoc ci dice che la spesa media mensile procapite degli italiani per alimenti è di 228,85 euro, ovvero 52 euro a settimana.Ma noi siamo risparmioni (compriamo il gelato della selex, non i gelatini di marca da fighetti) e ce la caviamo con 200 euro, anche perché in Italia è pieno di CO che alzano la media.

  • Spese varie:ad esempio la tassa sui rifiuti, piccole spese di manutenzione ordinaria (le spese straordinarie spettano al proprietario),spese per la pulizia, diciamo altri 50 euro.

  • Spese personali: vestiario, medicine,capelli, pulizia personale, varie ed eventuali, 100 euro tenendoci bassi

Siamo già a
900 euro, abbiamo una casa ma siamo a piedi.
Se non viviamo in una grande città (in quel caso l'affitto sarebbe maggiore e dovremmo considerare le spese di trasporto) almeno uno scassone di auto ci serve (ovviamente da tenere nascosto alle tipe perché se non giri in BMW non sei abbastanza indipendente e maturo) e, tra carburante, assicurazione, bollo, spese eventuali di manutenzione penso sia difficile scendere sotto i 200 euro al mese.Siamo a 1100 euro in totale, quanto ci rimane in tasca?Lo stipendio medio in Italia è di circa 1500 euro al mese, nel calcolo ovviamente vengono inclusi quelli a fine carriera e i maxi manager quindi uno stipendio del genere mediamente è utopia per un giovane, il quale più verosimilmente guadagnerà intorno ai 1200-1300 euro (anche se qualcuno leggendo starà bestemmiando pensando al proprio stipendio).
Alla fine della festa quindi rimangono in tasca circa 100-200 euro, economizzando al massimo forse si può arrivare a 300, incrociando le dita che non succeda qualche sfiga (un infortunio, un'otturazione,un danno alla macchina, una multa ecc.) che ti costringa a tornare a bussare alla porta di mammina per chiedere altri soldi.
Però nel frattempo sei libero ed indipendente, giusto?Sbagliato, perché sei sempre schiavo dei tuo capo per 8-9 ore al giorno e dipendi dal suo stipendio totalmente per tenere in piedi la baracca, la quale è anche piuttosto traballante visto che i giorni che scorrono combattono continuamente coi soldi che hai e, in questo contesto, anche spese banalissime come un abbonamento in palestra (50 euro al mese) diventano un piccolo lusso.Risparmiare poi non se ne parla proprio.
Vale la pena tutto questo?Beh, è anche presto detto.Se avete una bella vita piena di amici e con belle fighette che vengono a trovarvi può anche magari valere la pena fare tutti questi sacrifici.Se poi magari la vostra figa lavora può venire a vivere con voi e dividere le spese e tutto diventa più fattibile (vivere soli non costa la metà di vivere in coppia, costa il 70% circa), non a caso in genere si va a vivere fuori casa quando si inizia una convivenza, quindi non è che uno sia sfigato perché vive coi suoi ma anzi piuttosto in genere vive coi suoi perché è sfigato.


Se invece siete incel fondamentalmente farete tutto questo solo per avere la libertà di segarvi con la porta aperta e il vivere soli dopo un po' rischia di portarvi ad uno stato di alienazione tale da spingervi a pensieri masochistici ed autodistruttivi, soprattutto se siete già depressi di vostro.
Però almeno se conoscete qualche tipa avete dei punti in più se dite che vivete da soli, giusto?
Sbagliato pure questo.Per le donne se vivete coi vostri genitori siete dei bamboccioni viziati ed immaturi, se invece vivete da soli in un buco con uno scassone di macchina siete dei miserabili pezzenti senza prospettive.
Ovviamente, come già detto, questo vale solo se non avete abbastanza status e aspetto, in caso contrario vivere da pezzente anzi può darvi un'aria anticonformista e bohemien.
Insomma a voi la scelta.


Personalmente ritengo che per un incel la soluzione migliore sia il "Profugo lifestyle", scroccare vitto e alloggio, agganciarsi ai wifi degli altri ecc..
Invidio molto i vari migranti che vivono nei casermoni della mia zona, fai amicizia con molte persone, sei libero tutto il giorno, hai 3 pasti caldi.Poi magari conosci anche qualche fighetta e hai tante belle storie da raccontare, tipo di quando sei scappato dalla guerra del Senegal e hai attraversato il mediterraneo tutto a nuoto inseguito dai pescecani.
Queste sono cose che danno status, fai capire che sei avventuroso, sprezzante del pericolo, uno che ha vissuto una vita molto intensa.E poi se qualcuno ti mantiene devi essere per forza una persona speciale.Non a caso c'è chi ha detto che gli immigrati ci porteranno un nuovo stile di vita, e io sono molto d'accordo, approvo al 100%.






5 commenti:

  1. Poi vai a convivere, e grazie alla legge sulle Unioni Civili, dopo 2 anni ti ritrovi "sposato" a tua insaputa, e se la tua convivente ti lascia ti può chiedere anche il mantenimento. Per noi uomini la vita nella società occidentale è una continua partita a scacchi, basta una distrazione e siamo finiti. Per le donne invece, ogni conseguenza delle loro scelte sbagliate viene addossata a qualcun'altro, si muovono come bambine viziate con la mitragliatrice in mano, e gli uomini devono schivare i colpi, e poi fargli pure l'applauso "Come sei forte,bella ed emancipata. Perchè non ti metti con Said ed Aziz, che io non ti merito".

    RispondiElimina
  2. Mi hai fatto morire dal ridere :D

    RispondiElimina
  3. Innanzitutto complimenti per il taglio dell'articolo che ho apprezzato particolarmente, ed in effetti giunto alla fine non ho avuto che la pulsione intensa di dare un personale contributo a questa triste ma realistica pagina.
    Io ho 33 anni e vivo da solo (in affitto) da 5 ormai. Parlando sempre di nord Italia e di città ampiamente inferiori ai 100.000 abitanti, purtroppo trovo i tuoi conteggi esageratamente bassi. In particolare trovo che l'affitto + bollette a 500€ per un appartamento qualunque sia un miraggio e ti dico perchè: anche se consumi pochissimo di acqua luce e gas i semplici costi di allacciamento/canoni mensili/misteriosi altri oneri non meglio specificati fanno lievitare una bolletta dell'acqua o luce di 3 o 4€+IVA di consumo reale fino ai circa 35€. E purtroppo a meno che uno non abbia camino o stufa a pellet vedo difficile stare anche solo di GAS dentro i 1.200€/anno (io non ci riesco, e tengo 19 gradi tanto per dire).
    Le difficoltà sono davvero davvero tante, e ad oggi ritengo che se non sia necessario (nel mio caso non potevo evitare essendomi spostato di più di 100Km da casa dei miei) andare a vivere letteralmente da soli sia davvero più un male che un bene.. anche perchè poi magari ti trovi il weekend che non riesci nemmeno ad andare a trovare i genitori perchè devi fare i conti con i soldi, e lasciamo perdere l'idea di uscire fuori.. ma se non riesci nemmeno a mettere via niente e non puoi costruire qualcosa per il futuro non c'è davvero nulla di sensato in tutto questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non riesci veramente a mettere via niente se hai uno stipendio normale, è una lotta continua tra entrate e uscite.Il tutto solo per evitare che qualcuno riferendosi a te dica "Ha 30 anni e vive ancora coi suoi", come se fosse un disonore.

      Elimina

Ciao!Mi fa piacere che tu voglia lasciare un commento,sono contento di sentire cosa ne pensi.Ti chiedo solo di rispettare alcune regolette:

- Cerca di scrivere post ricchi di contenuto.Niente insulti, spam, dati falsi o tendenziosi, polemiche sterili.
- Se devi farmi una domanda non relativa all'articolo, prima guarda la sezione faq.Può essere che la risposta sia già lì.