13/08/17

Tizietto e Tizietta in Discoteca



Ieri sera un ragazzo e una ragazza sono andati in discoteca.
Costoro, che chiameremo per convenzione Tizietto e Tizietta, hanno la stessa età, lo stesso livello estetico nella media e lo stesso lavoro con lo stesso stipendio (come previsto dai contratti collettivi nazionali di lavoro, i grandi sconosciuti alle femministe).

Tizietto è arrivato davanti all'ingresso della discoteca e si è messo in fila per entrare aspettando il permesso del buttafuori, un troglodita ignorante e fascistoide che ha scelto quel lavoro solo per esprimere la sua personalità arrogante e violenta nella più totale impunità,un rifiuto della società.
Una volta superato il "controllo vestiario" che, ricordiamolo, in Italia è pure illegale ,finalmente il nostro prode ha accesso al locale e, mentre studia le tipe con le quali potrebbe provarci, ordina il primo cocktail della serata per sciogliersi un po'.


Paga dieci euro per un bicchiere pieno di ghiaccio (si sa, il ghiaccio al giorno d'oggi costa caro) con meno alcol di quello che zia Carmelina mette nel babà, lo beve, e si mette a cercare qualche ragazza carina.Nonostante nel locale ci siano ,come sempre, quasi solo uomini e le poche ragazze presenti non siano granché (per chi non lo avesse notato l'italiana media è bassa, tozza e scura), decide di iniziare a provarci con quelle meno peggio (le sue pariestetiche del resto) ma prende solo pali.
Eppure Tizietto non è un brutto ragazzo, è pieno di interessi, è intelligente ed ha il senso dell'umorismo ma ,se queste ultime qualità contano poco già nella vita di tutti i giorni, figuriamoci quanto possano risaltare in un posto con luci psichedeliche e una musica così alta che impedisce anche solo di chiedere che ore sono.
Dopo aver preso pali dalle 6 beve un altro paio di cocktails per superare lo sconforto e inizia a puntare sulle 5.Ma con queste non va di certo meglio, anzi lo palificano con ancora più veemenza.
Due cocktails dopo ed è il turno di provarci con le 4, ma ancora niente da fare.Tizietto finisce la serata mezzo ubriaco sul divanetto e torna a casa con un centinaio di euro in meno in tasca e tanta frustrazione.
Tizietta invece è arrivata al locale dopo Tizietto ma riesce ad entrare prima di lui perché si è ruffianata il buttafuori che, come da consuetudine, è uno zerbino doc e le fa saltare la fila .L'ingresso non lo paga perché è donna e il gestore del locale fa entrare le donne gratis per attirare clientela.Una volta dentro Tizietta riceve molti approcci maschili ma, poverina, nessuno di loro è un fotomodello quindi al massimo si limita a scroccar loro qualche drink e poi sfancularli.
A fine serata però, dopo aver fatto lo sforzo immane di scartare tutti i pretendenti, le si avvicina un ragazzo da 7.5-8 con il quale inizia a ballare e poi limonare sul divanetto.
La serata per tizietta finirà a casa del belloccio a rotolarsi con lui tra le lenzuola e il suo borsellino sarà ancora bello pieno così come quando è uscita di casa.
La mattina Tizietto, svegliatosi col mal di testa, va su google e digita "Sono brutto cesso nasone" e scopre di essere un dinarico.
Da lì alla pagina del Redpillatore il passo è breve. Tizietto divora con ardore tutti i post più importanti della pagina e si imbatte in quest'ultimo, in cui rivede perfettamente la descrizione della sua serata.
Grazie al Redpillatore Tizietto capisce che, con quello che lui spende per 4 sere in disco, Pavel in est europa ci campa un mese intero con la vodka che scorre a fiumi e si scopa pure belle gnocchette bionde e con gli occhi azzurri.E Pavel è pure più nasone di lui.
Finalmente Tizietto prende la sua prima redpill e capisce che la discoteca è il paradiso delle cessoidi e il peggior inferno per un non figo.Da oggi la vita di Tizietto non sarà più la stessa.


Forse ti Interessa:


13 commenti:

  1. articolo da scolpire nella pietra !! immenso...

    RispondiElimina
  2. non sono d'accordo lurido cesso

    RispondiElimina
  3. w l'Europa dell est dove tantissimi di noi si sono rifatti una vita. E rialziamo quel muro per imperdire che l'est diventi come l'occidente, senno siamo finiti

    RispondiElimina
  4. Tizietto comprende così come, a conti fatti, gli convenga decisamente andare a troie.
    Lo so, lo so... sono un sentimentale.

    RispondiElimina
  5. Peró, ragazzi, finiamola con tutta sta mitologia sull’Est Europa, che vorrebbe i paesi slavi una specie di paradiso in cui qualsiasi italico Incel potrebbe accedere senza troppe difficoltà a stuoli di dee dal biondissimo pelame.
    È una cazzata.
    Per essere più precisi, poteva essere vero prima del crollo del Muro di Berlino o, dopo di allora, per una quindicina d’anni circa.
    Erano i famosi anni di “Ocio alla Perestroika”, e le cose andavano (più o meno) così.
    Ma adesso no, cazzo.
    Ormai le donne si sono evolute anche lì, sono consapevoli del proprio potenziale e la situazione è ben diversa.
    Come se non bastasse, generazioni di connazionali morti di figa ci hanno fatto guadagnare la fama di laidi mandrilli assatanati, sicchè essere italiani laggiù non è esattamente un plus.
    Ma anche volendo ammettere che qualche possibilità in più ci sia, la di avrebbe stabilendosi laggiù, perché è chiaro che, una volta importata in terra italica, la bionda comincerà a comportarsi esattamente come un’italiana (posto che già non lo facesse).
    E diciamo allora che ci si voglia davvero trasferire, invece, in un paese dell’Est; non è che sia uno scherzo!
    Come fare con una lingua diversissima da imparare? Con una cultura nuova cui abituarsi? E il lavoro? Avete pensato anche a quello? No, perchè, non è che sia esattamente banale trovare uno stipendio. E se anche lo trovassi, il tuo sarebbe del tutto uguale a quello di un locale, e dunque perderesti i pochi punti di possibile vantaggio.
    Insomma, lasciate stare le cazzate: meglio restare in Italia e rivolgersi alle “signorine” a pagamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo sul fatto che l'est venga "mitizzato" eccessivamente, in modo sbagliato, a volte.
      Alcune false convinzioni, purtroppo sono state tramandate dai tempi dei nostri parenti anziani, da periodi economicamente particolari, e vengono tramandate ai nipoti e figli come se fossero attuali..
      Non generalizzo..però mi sembra ovvio che moltissime zone dell'est Europa (in particolare alcune zone del Nord Est), siano cambiate. Direi anche che molti racconti di presunti seduttori che viaggiano, spesso sono gonfiati. Ho visto gente fare foto con qualcuna, magari cercando pose in discoteca convincenti, e poi fantasticare.. al momento in cui io ho parlato con lei mi pregavano di non raccontare la balla che mi avevano appena detto. Dicevano: "non dirglielo.. è un segreto che siamo stati insieme".. Capivo subito che avevano mentito.
      Poi negli anni, le partenze coi voli Low Cost di mandrie di Mdf, che si presentavano senza nemmeno conoscere la lingua locale, con un inglese terribile, convinti di fare stragi di cuori solo perchè italiani(alcuni portavano pure la maglietta dell'Italia) hanno peggiorato il modo in cui gli italiani vengono visti in alcune città. (a mio parere).
      Non voglio generalizzare.. ci mancherebbe.. ho amici italiani nell'est che vivono anche abbastanza bene, si sono sposati, integrati. Però dico solo di dubitare delle esagerazioni nei racconti..
      Non sto dicendo di non andarci.. ma almeno
      fare un viaggio con una conoscenza della lingua locale(che permetta di farsi capire e non rimanere imbambolati mentre parlano fra di loro è sicuramente meglio che andare nei "soliti" locali per turisti, pieni di maschi e di fregature.(In alcune città alcuni italiani sono stati anche derubati. fregati. picchiati(ci sono storie che si trovano anche in rete) proprio per essere stati creduloni.
      Poi.. se qualcuno mi chiedesse: esistono differenze nei rapporti sociali tra uomo e donna viaggiando fra un paese e l'altro e nel modo in cui le persone si conoscono? direi secondo me "si".
      Però da qui a credere ai racconti che a volte sento.. spesso tramandati da persona a persona..ne passa...

      Elimina
    2. P.s: quando parlo di persone che seguono determinate voci, mi riferisco soprattutto a quelli che fanno quei viaggi (addirittura di una settimana), sperando in non si sa cosa... Ce ne sono diversi. Ne cito uno, giusto per esempio:
      Un italiano che conosco era arrivato pensando di fare "il Playboy" seguendo cose che gli aveva raccontato un suo cognato più anziano...
      Era un classico mediterraneo, non molto alto, capelli neri, sul 6,5 di viso credo. Faceva fatica persino a parlare con la reception dell'Hotel(conosceva l'inglese ma piuttosto male).
      Ovviamente rimase deluso quando venne a contatto con la realtà.
      Venne derubato. Visto che parlavo almeno una lingua in comune con loro, dovetti aiutarlo con la polizia, che faticava a comunicare con lui. Un paio di poliziotti si erano molto spazientiti nei suoi confronti.. è un esempio estremo perchè è stato anche imbranato.. Era poco abituato a viaggiare. In ogni caso ce ne sono di turisti che (come lui) partono in maniera molto "improvvisata", conoscendo pochissimo di un luogo. A volte, non solo non concludono niente, ma rischiano di cacciarsi in situazioni pericolose.

      Elimina
    3. Quoto all 100% quello che avete detto.
      Ormai l’Est Europa è da escludere.
      Occorre davvero trasferirsi lì, con tutte le difficoltà che ció comporta (lingua, usanze, lavoro ecc...) per avere FORSE (e dico FORSE) qualche possibilità.
      Non ne vale la pena, davvero.
      Un discorso diverso potrebbe essere trasferirsi in un paese dell’estremo oriente (ma anche lì, ho i miei dubbi).
      Insomma, la faccio breve: come ha detto Anonimo, andate a puttane, che è meglio.
      In fondo la redpill (quella vera) è anche capire come alla fine la prostituzione sia l’opzione più vantaggiosa.

      Elimina
    4. Assolutamente sì! Il mito dell’Est Europa va sfatato una volta per tutte.
      Anzi direi che le slave sono ancora più attente delle italiane agli aspetti economici.
      Facile che, se portate qua, si facciano mettere incinte e poi spennino come un pollo il malcapitato.

      E-VI-TA-RE!!!!

      Per avere una possibilità, si dovrebbe andarle a scovare in uno sperduto villaggio russo.
      Comunque, resta il fatto che ci si dovrebbe trasferire in loco e, francamente, chi ha voglia di andare a fare l’agricoltore (o il minatore) in mezzo alla taiga siberiana?

      Siamo seri, molto meglio andare avanti a seghe.

      Elimina
    5. Cavaliere Oscuro3 dicembre 2019 23:23

      Assolutamente vero, dalle mie parti molti uomini per non restare soli hanno fatto l'errore di sposare donne dell'Est/Sudamericane,
      la stragrande maggioranza di questi è finita sul lastrico, alcuni anche malmenati dai parenti delle mogli, la maggior parte di queste con i soldi estorti ai compagni hanno comprato case e appartamenti nel loro paese.
      Poi, per una che trova marito ne arrivano altre dieci al seguito,
      tutte "benintenzionate" naturalmente.
      Sono peggio delle piaghe d'Egitto

      Elimina
    6. Io ho avuto la fortuna di viaggiare in alcuni paesi dell'est per turismo in età piuttosto avanzata rispetto alla media. Dopo i 25 anni le donne dell'est subiscono un tracollo mostruoso, mentre in Italia giri per strada e vedi anche la 50enne tenuta bene, là manco le 35enni. Le sudamericane peggio che peggio...con tinder sono uscito con 4 sudamericane, tutte interessate esclusivamente a fare le parassite e a spillarti soldi. Scappare a gambe levate subito.

      Elimina
  6. In effetti andava proprio cosi....quasi sempre

    RispondiElimina
  7. Per non parlare delle amiche che ogni volta devono mettersi in mezzo pur di allontanare la ragazza da te..già è una faticaccia approcciare una più ci si mettono pure loro a rompere le palle. È sempre stato un comportamento insopportabile e infantile secondo me.

    RispondiElimina

Ciao! 😃 Grazie per aver deciso di lasciare un commento, sono contento di sentire cosa pensi del mio articolo. Prima di postare però per favore dai un'occhiata al Regolamento: