La Parola ai Lettori · Uncategorized

Non si può Vincere da INCEL

Una mail di un lettore che desidera renderci partecipi della sua esperienza di vita,riflessioni toccanti e molto sentite.

Per non essere “redpillati” in questo periodo storico ce ne vuole e mi riferisco sempre di piu al fatto che giornalmente ci propinano donne che sono esclusivamente predisposte a conoscere uomini “superiori” ( bellocci, spesso ricchi e anche conosciuti).
Per tutta l’adolescenza mi sono chiesto quale fosse il ‘GAP’ che differenziava me da tutti quei tipi che sin da quando eravamo poco piu che bambini avevano successo su tutti i valori LMS totali.
Ho passato i tempi delle medie in un semiconvitto e quindi uscivo tutti i giorni alle 18…questo mi poneva di fronte all’evoluzione giornaliera di questo tipo di persone.
Ogni estate notavo che erano già piu mascolini di me, mi rubavano parecchi centimetri ed erano parecchio piu robusti.


Biologicamente parlando siamo predisposti ad avere accanto a noi chi è migliore per prenderne alcuni vantaggi sociali.
Ho passato gli anni dell’adolescenza da emarginato, da recluso e da zimbello…0 vita sociale e 0 amici.
Sentivo i ragazzi della mia età rientrare a casa la mattina presto,a bordo dei loro scooter e poi successivamente mentre accompagnavano ragazze molto carine nelle auto regalate dai loro ricchi padri.
Io ovviamente vedevo da fuori queste situazione ed ero/sono parecchio invidioso, insieme a me immagino molti di voi abbiano vissuto situazioni piuttosto simili.
Il motivo del bullismo non è la faccia o un valore singolo ma spesso significa che valete poco come individui, la vostra colpa è il fatto che non possiate dare nulla alla società se non fungere da zimbello e far ridere chi vi sta attorno.
E’ una situazione dalla quale non se ne esce, essere un uomo di basso valore LMS preclude ogni aspetto della tua vita e lo precluderà per sempre.
Non saranno le surgeries a salvarvi, non sarà un naso nuovo e sicuramente non sarà diventare grossi in palestra : siete destinati a soccombere, loro sono nati per vincere.
La pillola BLU della vita che prima o poi fotte tutti non è reale, questo tipo di gente prenderà sempre il sopravvento su di voi, sulle vostre scelte, sul lavoro, sulla vostra vita sentimentale.
Chad è colui che prima vi dava gli schiaffi dietro la nuca, oggi è quello che ha in mano il vostro contratto e può decidere quando vuole di mandarvi via.
Cosa è cambiato? Nulla.
In questa foto possiamo vedere un altro caso di come l’incel in questione dopo esser stato preso di mira per anni da Jake Paul sia ancora arrabbiato per come sia andato il destino.


Jake Paul avrà scopato le Stacy al liceo ed ora è un affermato Youtuber con 7 milioni di fan.
Mentre Chad stava provando i primi amori voi eravate li ad essere materia di prese per il sedere, usati come zimbelli all’unico scopo di far risaltare la loro genetica superiore.
Ci sono tanti e troppi esempi Made in Italy, ad esempio di recente nella mia città ha esordito in Serie A un belloccio che guardacaso al liceo era noto per essere uno dei piu belli e popolari della scuola.
Anche se volete tentare la carta di provare ad andare in discoteca da looksmaxati sappiate che apparirete semplicemente ridicoli, looksmaxate per voi e cercate di mantenere i gains del looksmaxing.
Ci sono tizi nati nel 2000 già alti 190 cm e la palestra sta spopolando tra i giovani, ciò significa che avere un bel fisico sarà la norma tra qualche anno.
Standard sempre piu alti che vi taglieranno sempre più fuori.
Nascere belli e con qualche talento è ciò che distingue NOI da LORO.
Ci sono tanti modi con i quali un incel si può rifare ma quelle sensazioni non torneranno più.
Il liceo è semplicemente una piccola realtà che spesso e volentieri verrà riproposta con scenari simili, solo che sarete piu vecchi e demotivati.

Non avete piu sedici anni
“stare distesi al parco con una ragazza, guardare le stelle, parlare dolcemente
senza preoccuparsi di esami, di bollette, del bollo dell’auto

l’unica preoccupazione sarà da chi copiare alla verifica di matematica
non prenderete mai piu la verginità di una ragazza nel fior fiore dei suoi anni, inesperta come lo sei te,non avrai una ragazza che viene a fare i ‘ compiti ‘ a casa tua…solo per aspettare che i genitori escano e trovare il modo di scopare come conigli
hai piu di 20 anni adesso
devi trovarti un lavoro
devi essere un uomo serio ora
forse una cessetta ti degnerà di uno sguardo
ma lei avrà sperimentato tutto ciò e tu no
hai perso ciò che significa pensare solo alla tua ragazza
hai perso l’amore adolescenziale “


Subscribe
Notificami
guest

13 Commenti
Più votati
Più recenti Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Mark Jenkins
Mark Jenkins
3 anni fa

Si, è proprio così. Ed è meglio saperlo per poterlo accettare e per poter cambiare ciò che si può cambiare. Avviene purtroppo che la fortuna non è distribuita in modo uguale per tutti… nascere in un paese o in un altro può fare una enorme differenza. In Corea, nascere a Nord o Sud può essere 3 km di differenza. Ma decisivi. Così per il LMS… alcuni lo hanno e altri no.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Già, è proprio così.
Il completamento naturale dello sviluppo unito ad un looksmaxing piuttosto pesante (non si parla sicuramente di cose da poco come tagli di capelli, abbigliamento o barba, bensì di ben di più) mi hanno trasformato da un adolescente bruttino in un uomo adulto fra il normale ed il carino: questo almeno a detta di chi mi ha visto e valutato.
Ma al di là dei soliti giudizi sulla scala 1-10, basti sottolineare come, ogni tanto, mi capiti di notare, anche solo camminando per strada, donne che mi mangiano con gli occhi; addirittura mi è capitato di sentirmi chiamare "figo" o "bello" da sconosciute così a primo impatto.
Però tutti questi feedback positivi in serie mai cancelleranno quell'inferno patito nel corso dell'adolescenza (per fortuna, si fa per dire, il bullismo non è mai stato di tipo fisico, ma più che altro sottile e psicologico: i miei compagni maschi mettevano in dubbio il mio orientamento sessuale, mi chiamavano "imbranato", "sfigato" e roba del genere, oltre a non invitarmi mai o quasi alle varie feste) che ha lasciato in eredità pesantissimi ed indelebili strascichi: paranoie, ansie, insicurezze di ogni genere.
Tali problematiche non si limitano solamente al rapporto con le donne, ma riguardano quasi tutti gli ambiti della mia vita.
Tutto questo nonostante sia diventato un uomo mediamente piacente, secondo alcuni un "quasi-slayer" almeno di primo acchito.
Non c'è niente da fare: purtroppo l'adolescenza è davvero TUTTO, è un momento fondamentale nella vita di una persona e nulla ci potrà mai guarire dai vari bullismi, esperienze negative, tappe fondamentali mancate e via dicendo.

Central Scrutinizer
Central Scrutinizer
3 anni fa

Hai descritto esattamente la situazione in cui mi trovai io in quel periodo. Oggi a 50 anni posso dire di aver raggiunto quella consapevolezza molto presto e di aver sempre lottato ostinatamente per cambiare le cose (è un meccanismo di difesa, come ha scritto un altro lettore). Senza successo, ovviamente. Quindi per quello che mi resta da vivere cerco di concentrarmi sul mio lavoro, sui miei interessi extra professionali, e su tutto ciò che mi fa star bene. I ricordi del passato li possiamo usare per non ripetere gli errori già commessi.

JGalt
JGalt
2 anni fa

Purtroppo è la storia di tanti altri, me compreso. Sei bravissimo in qualcosa, magari a scuola sei il migliore o sai suonare uno strumento in modo eccezionale o altro ancora, sei una brava persona (quante volte mi senti dire da tanti: è un ragazzo serio, da sposare), ma per quanto ti impegni vedi gente che non sa fare nulla nella vita, belloccia, con i soldi del papi, spassarsela prima alle medie, poi alle superiori, poi all’università, per sempre praticamente. Inizialmente pensi che sei tu a non saperci fare, ma non è così, loro non fanno nulla. Sono amati a prescindere. E più grosse fesserie fanno, più le cose vanno loro bene.

LostG.
LostG.
3 anni fa

Mi complimento con l’autore della mail perché, nelle sue parole, dimostra di aver raggiunto un grado di consapevolezza molto elevato. Non è da tutti.
Nella maggior parte dei casi si innalzano importanti meccanismi di autodifesa pur di restare lontani da questa consapevolezza: tra chi si autoconvince che le prostitute siano la soluzione al problema, chi ritiene di risolvere con la masturbazione, chi vede una soluzione nella rinuncia totale al sesso, chi si concentra su hobby o lavoro per vivere “felice”… una mail di questo tipo non può passare inosservata.
Intendiamoci, non punto il dito contro chi si lancia nel mondo dei “meccanismi di autodifesa”, sia perché si tratta di un istinto naturale, sia perché tali meccanismi sono l’alternativa a strade ben peggiori. Ben venga che esistano. Ritengo quindi giusto che ognuno di loro difenda la propria scelta anche contro ogni evidenza.
Fare quel passo in più, quel passo che ti avvicina a una piena consapevolezza, anche se dura da accettare, non è però da tutti ed è un merito che va riconosciuto all’autore della mail.
Sull’amore adolescenziale (e anche sulle amicizie) ci sarebbe da scrivere un capitolo a parte.
Come qualcuno ha già scritto, l’adolescenza è davvero tutto. Il resto è un tentativo di sublimare, di ricordare, di rivivere sensazioni o di metterle sotto al tappeto.

Osservatore Romano
Osservatore Romano
3 anni fa

Tratto dall’ultimo romanzo di Michael Connelly (74 milioni di copie vendute in carriera), e non è la prima volta che il nostro si produce in affermazioni simili:

[…]Prima di tutto, Hammond era un uomo pieno di rabbia. Di fatto, era un “incel”. Sapete cosa vuol dire?»

«Una persona che pratica il celibato, suo malgrado. Involontariamente casto, potremmo definirlo» disse Emily. «Sono uomini che odiano le donne, tipi molto inquietanti.»
[…]

La sua password era “Lubitz”.»

«Lupi?» domandò Emily.

«No, Lubitz. È il nome di un eroe del movimento incel. Un pilota di un’aerolinea tedesca che ha fatto schiantare un aereo passeggeri che secondo lui era pieno di troie eslayer.»

«Slayer?» disse Myron.

«È il modo in cui gli incel definiscono gli uomini normali con vite sessuali normali. Li odiano quasi quanto le donne. C’è tutto un vocabolario misogino che usano[…]

Last edited 3 anni fa by Osservatore Romano
Pietro Franchi
Pietro Franchi
1 anno fa

E io che a quasi 30 anni me ne fotto di non essere il primo (a patto di saperlo in tempo) ma comunque vengo preso per il culo da ogni ragazza che esce con me, si mette insieme e poi puntualmente non me la da

Cutlass
Cutlass
3 anni fa

Lei non ha nessun complesso di inferiorità…. Lei È inferiore!
Se sei 1,60 non potrai mai essere 1,90. Fine.

avraam levin
avraam levin
4 anni fa

e' cosi solo per cosa riguarda il piacere alle donne, ma tutto il resto lo puoi cambiare eccome.Il bullo e' un essere inferiore ,il piu delle volte basta alzare la voce, non propio le mani. Chiaro che alle donne non piacerai mai, ma Dandi disse che " Se vuoi stare sereno nella vita , le donne te le devi compra'"